Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Eventi Nuoto

09
Nov
2018
XLV Trofeo Nico Sapio - (vasca 25m)





17
Nov
2018
XLII Trofeo Mussi - Lombardi - Femiano - (vasca 25m)





30
Nov
2018
Campionato Italiano Open - (vasca 25m)





11
Dic
2018
XIV Campionato Mondiale in vasca corta





Articoli filtrati per data: Gennaio 2018 - FIN - Federazione Italiana Nuoto

Il Gruppo degli Sportivi Veterani Veronesi, presieduto da Pierluigi Tisato,  ha consegnato i riconoscimenti per la stagione 2017 nel corso di una cerimonia svoltasi nella Sala Arazzi del Comune di Verona.
Tra i premiati il tecnico federale Matteo Giunta - che al Centro Federale di Alta Specializzazione "Alberto Castegnetti" allena la campionessa e primatista mondiale dei 200 stile libero Federica Pellegrini, il neo campione europeo in vasca corta e primatista italiano Simone Sabbioni e gli altri azzurri Luca Pizzini, Aglaia Pezzato e Carlotta Zofkova - "per i risultati fin qui ottenuti dai suoi atleti che sono frutto di un progetto della Federazione Italiana Nuoto, teso a valorizzare i talenti e destinato a durare nel tempo".
Insieme a Giunta, anche il nuotatore Fabio Calmasini, plurimedagliato ai Mondiali Master e protagonista alla rassegna iridata di Budapest 2017, ha meritato l'attenzione dei Veterani Veronesi. I premi sono stati consegnati dall'Assessore allo Sport dell'Amministrazione comunale Filippo Rando, dal direttore del Centro Federale di Verona Alberto Nuvolari e dal vicepresidente del Panathlon Roberto Gerosa.

Pubblicato in News Nuoto

"Il 28 gennaio 1966 nel cielo di Brema si infrangevano per crudele destino le vite dei giovani nuotatori italiani Bruno Bianchi, Amedeo Chimisso, Sergio De Gregorio, Carmen Longo, Luciana Massenzi, Chiaffredo Rora, Daniela Samuele, dell'allenatore Paolo Costoli e del telecronista Nico Sapio mentre erano avviati ad una gioiosa competizione di sport. Il Comitato Olimpico Italiano e la Federazione Italiana Nuoto posero questa stele sul luogo del sacrificio per affidare il ricordo degli scomparsi alla fedele e fraterna amicizia degli sportivi di Germania". Recita così la stele nei pressi dell'aeroporto di Brema dove il 28 gennaio 1966 un aereo della Lufthansa partito da Francoforte - il Convair Metropolitan - precipitò in fase di atterraggio. Nessun superstite. Tra le 46 vittime vi era una selezione della Nazionale di Nuoto e il giornalista Nico Sapio - telecronista nato a Novara nel 1929, impiegato presso la sede RAI di Genova e voce del Nuoto Italiano nelle occasioni importanti - diretti al meeting di Brema, il più prestigioso appuntamento della stagione indoor che sarebbe stato trasmesso in eurovisione. La manifestazione si svolse comunque e nelle corsie che sarebbero dovute essere occupate dagli atleti italiani fu posto un drappo nero, sui blocchi un bouquet di fiori.
"Dio come ti amo" cantavano Domenico Modugno e Gigliola Cinquetti dal palcoscenico del teatro Ariston. Avrebbero vinto loro quell'edizione; ma mentre le case degli italiani erano rallegrate dalla musica, la televisione della Germania Ovest (il Muro di Berlino era stato eretto nel 1961) dava notizia ai tedeschi dell'incidente aereo avvenuto pochi minuti prima. Fu la "Superga" del nuoto italiano diciassette anni dopo la scomparsa del Grande Torino.

Gli Azzurri periti nella Tragedia di Brema sono ricordati con una stele allo Stadio del Nuoto di Roma e al Tempio Sacrario degli sport acquatici e nautici eretto sulla via che porta a Brunate, elevato a cento metri da Como, in zona panoramica. Il Santuario è dedicato alla Madonna del Prodigio, una effigie bizantina, trovata in mare Adriatico il 12 settembre 1669 dai Conti Zancaropulo Berardo, mentre fuggivano dalla Candia caduta in potere dei Turchi e navigavano verso Venezia. Alla loro memoria è anche dedicato il campionato nazionale a squadre invernale di nuoto.

I NOSTRI ANGELI

Bruno Bianchi, nato a Trieste il 26 settembre 1943, stile liberista, tesserato per la FIAT Ricambi, era il capitano della Nazionale. Aveva conquistato 3 titoli assoluti (100 sl nel 1963-64 e 200 sl nel 1959), 4 titoli primaverili (100 sl nel 1961-63-64-65), aveva migliorato 16 primati assoluti di cui 2 individuali e contava 19 presenze in azzurro. I suoi primati personali erano 55"7 nei 100 sl e 2'04"0 nei 200 sl. Al suo nome è intitolata il Centro Federale di Trieste che ha ospitato, tra l'altro, i Campionati Europei indoor 2005.

Amedeo Chimisso, nato a Venezia il 26 ottobre 1946, dorsista tesserato per la RN Patavium. Era all'alba della sua carriera in azzurro con una presenza. I suoi primati personali erano 1'04"0 nei 100 e 2'20"2 nei 200 dorso. Proprio il giorno della tragedia aveva stabilito la migliore prestazione italiana nei 200 misti.

Sergio De Gregorio, nato a Roma il 24 febbraio 1946, stile liberista e delfinista della Roma Nuoto. Aveva conquistato 5 titoli assoluti (200 sl nel 1964-65, 400 sl nel 1964-65, 1500 sl nel 1965). Primatista italiano nei 200 sl in 2'01"1, 400 sl in 4'22"9, 800 sl in 9'24"5, 1500 sl in 17'57"6. Il suo primato personale nei 100 delfino era 1'06"4. Aveva migliorato 16 record assoluti di cui 8 individuali. Contava 16 presenze in Nazionale.

Carmen Longo, nata a Bologna il 16 agosto 1947, ranista e mistista della RN Bologna. Aveva conquistato il titolo assoluto nei 200 rana nel 1965 e 3 titoli primaverili (100 rana nel 1965 e 200 rana nel 1964-65). Primatista assoluta nei 200 rana in 2'54"7, aveva record personali nei 100 rana di 1'20"6 e nei 400 misti di 6'08"4. Contava 4 presenze in Nazionale.

Luciana Massenzi, nata a Roma il 22 novembre 1945, stile liberista e dorsista della Roma Nuoto. Aveva conquistato 2 titoli assoluti (100 dorso nel 1962-65) e 2 titoli primaverili (100 dorso nel 1962-63). Primatista italiana nei 100 dorso in 1'12"4, aveva il primato personale dei 100 sl in 1'07"4. Aveva migliorato 9 record assoluti di cui 6 individuali. Contava 10 presenze in Nazionale.

Chiaffredo Rora, noto come Dino, nato a Torino il 5 marzo 1945, dorsista e stile liberista, tesserato per la FIAT Ricambi, allora era uno dei quattro nuotatori italiani ad aver detenuto il record europeo. Nel corso della carriera ha conquistato 4 titoli assoluti nei 100 dorso (1962-63-64-65) e 5 nei 200 dorso (1961-62-63-64-65), oltre a 4 titoli primaverili nei 100 dorso (1962-64-65) e 2 nei 200 dorso (1962-65). Primatista italiano ed europeo nei 100 dorso in 1'01"9, aveva come primati personali 56"8 nei 100 sl, 2'06"7 nei 200 sl, 2'16"7 nei 200 dorso. Aveva migliorato 13 record assoluti di cui 5 individuali. Contava 15 presenze in Azzurro.

Daniela Samuele, nata a Genova l'11 settembre 1948, mistista e delfinista, era alla seconda presenza in Nazionale e ancora non aveva vinto un titolo assoluto al cospetto di una brillante carriera giovanile. Nuotava per la Canottieri Olona. I suoi primati personali erano di 1'13"6 nei 100 delfino e 6'01"8 nei 400 misti.

Paolo Costoli, un uomo nato per vivere in acqua. Pioniere del nuoto di fondo, brillante atleta prima e saggio maestro nel nuoto poi, pallanotista con la RN Florentia con cui aveva conquistato 4 scudetti. Costoli, nato a Firenze nel 1910, è stato il miglior nuotatore italiano dell'anteguerra, capace di conquistare ai Campionati europei, a livello individuale, due medaglie d'argento (400 sl e 1500 sl a Magdeburgo 1934) e un bronzo (1500 a Parigi 1931) e, in staffetta, due medaglie di bronzo con la 4x200 (Parigi 1931 e Magdeburgo 1934). Nel corso della carriera da atleta ha conquistato 14 titoli assoluti (nei 100 sl nel 1930, nei 200 sl nel 1931-32, nei 400 sl nel 1929-31-32-34, nei 1500 nel 1929-30-32-34-35-37-38), oltre ad aver stabilito ben 11 record italiani tra cui spiccano il 2'19"0 nei 200 sl (1930), il 4'54"8 nei 400 sl (1935), il 10'41"0 negli 800 sl (1930) e il 20'25"4 nei 1500 sl (1930). Da tecnico ha guidato prima la RN Florentia di Paolo Galletti e poi l'AS Roma di Sergio De Gregorio, collaborando costantemente con lo staff della Nazionale.

COPPA CADUTI DI BREMA - CAMPIONATO ITALIANO A SQUADRE. Come ogni anno la Federazione Italiana Nuoto abbina l'intitolazione del Campionato Nazionale a squadre di nuoto alla Coppa Caduti di Brema. Le prime 8 società maschili e femminili e le successive 8 parteciperanno alle rispettive finali nazionali di serie A1 e A2, in programma domenica 15 aprile 2018 allo Stadio del Nuoto di Riccione, in vasca da 25 metri, all'indomani dei Campionati Assoluti Primaverili.

Finaliste Campionato a Squadre serie A1 F

CIRCOLO CANOTTIERI ANIENE 12824
TEAM VENETO 12412
NUOTO CLUB AZZURRA 12115
TEAM INSUBRIKA 12045
TEAM LOMBARDIA 11965
NUOTO LIVORNO 11904
IMOLANUOTO 11854
SERGIO DE GREGORIO 11763

Finaliste Campionato a Squadre serie A2 F

CIRCOLO NUOTO UISP BOLOGNA 11708
RARI NANTES TORINO 11637
GRUPPO SPORTIVO FIAMME ORO ROMA 11525
ANDREA DORIA 11473
GESTISPORT COOP 11459
DE AKKER TEAM 11449
CENTRO NUOTO TORINO 11413
UNICUSANO AURELIA NUOTO 11131

Finaliste Campionato a Squadre serie A1 M

CIRCOLO CANOTTIERI ANIENE 13027
CENTRO NUOTO TORINO 12523
IMOLANUOTO 12478
CIRCOLO NUOTO UISP BOLOGNA 12453
DE AKKER TEAM 12452
TEAM LOMBARDIA 12300
AMICI NUOTO VV.F. MODENA 11836
LARUS NUOTO 11820

Finaliste Campionato a Squadre serie A2 M

FLORENTIANUOTOCLUB 11737
UNICUSANO AURELIA NUOTO 11672
NUOTO LIVORNO 11657
NUOTATORI TRENTINI 11635
GESTISPORT COOP 11463
TIRO A VOLO NUOTO 11252
NUOTATORI MILANESI 11245
NUOTATORI PISTOIESI 11245

Albo d'oro dal 2000

2000 Fiamme Gialle (m) e Desenzano (f)
2001 Carabinieri (m) e DDS (f)
2002 Fiamme Gialle (m) e DDS (f)
2003 Fiamme Gialle (m) e DDS (f)
2004 Carabinieri (m) e DDS (f)
2005 Carabinieri (m) e Team Nuoto Padova (f)
2006 Larus Nuoto (m) e DDS (f)
2007 Larus Nuoto (m) e CC Aniene (f)
2008 DDS (m) e CC Aniene (f)
2009 CC Aniene (m) e Esercito (f)
2010 CC Aniene (m) e CC Aniene (f)
2011 CC Aniene (m) e CC Aniene (f)
2012 CC Aniene (m) e CC Aniene (f)
2013 CC Aniene (m) e CC Aniene (f)
2014 CC Aniene (m) e CC Aniene (f)
2015 CC Aniene (m) e CC Aniene (f)
2016 CC Aniene (m) e CC Aniene (f)
2017 CC Aniene (m) e CC Aniene (f)

Pubblicato in News Nuoto

Parte ufficialmente la nuova stagione agonistica che culminerà con gli Europei di Glasgow (3-9 agosto). Gli azzurri riprendono a lavorare divisi in tre gruppi per i primi raduni di preparazione e di monitoraggio che prevedono il controllo e lo sviluppo degli atleti di interesse nazionale: i velocisti, tra i quali Nicolò Martinenghi e Luca Dotto e seguiti dai tecnici federali Claudio Rossetto e Gianni Leoni, si ritroveranno al centro T3 di Tenerife dal 21 gennaio al 10 febbraio; in altura a Livigno (28 gennaio-17 febbraio), sotto lo sguardo del tecnico federale Stefano Franceschi, una selezione con il capitano Federico Turrini; invece il direttore tecnico Cesare Butini coordinerà il lavoro di sette atleti, tra cui Federica Pellegrini, al Centro Federale di Verona "Alberto Castagnetti" dal 22 al 27 gennaio.
 
IL PUNTO DEL DT AZZURRO CESARE BUTINI. "Abbiamo da poco terminato l'attività del 2017, che c'ha visto protagonisti ai campionati europei di vasca corta a Copenaghen sia a livello individuale che di squadra, e già ci tuffiamo nella fase di preparazione della stagione 2018. I nostri programmi prevedono per il mese di gennaio diversi raduni cui prenderanno parte atleti di tutte le specialità. Abbiamo svolto al Centro Federale di Ostia con un collegiale di monitoraggio riservato ai mezzofondisti che ha visto inoltre la presenza di giovani atlete come Giulia Salin, Alisia Tettamanzi e Giorgia Romei. Ora sono in calendario altri tre collegiali, tutti finalizzati alla preparazione dei prossimi campionati europei di Glasgow, che avranno come selezione i Campionati Italiani primaverili a Riccione (10-14 aprile): il 21 gennaio il gruppo dei velocisti (Dotto, Vendrame, Zazzeri, Vergani, Martinenghi, Miressi) partirà per tre settimane di preparazione al centro T3 di Tenerife, con loro ci saranno anche Castiglioni e Scalia; dal 22 gennaio scatterà il raduno di monitoraggio del gruppo velocità femminile al Centro Federale di Verona, privo ancora della medagliata iridata in vasca corta a Windsor 2016 Silvia Di Pietro alle prese con i postumi dell'infortunio dello scorso anno. Tra gli atleti, che saranno guidati dal tecnico federale Matteo Giunta, anche Galizi e Origlia. Nell'ambito della valorizzazione delle staffette miste è stata inserita pure Elena Di Liddo; ultimo collegiale in calendario (dal 28 gennaio al 17 febbraio) sarà quello in altura, riservato ai mezzofondisti e programmato a Livigno. Il gruppo agli ordini del tecnico federale Stefano Franceschi svolgerà una fase di preparazione a carattere generale.
Infine, utilizzando anche la competizione come test allenante, è prevista la partecipazione di una piccola rappresentativa, formata da Ilaria Bianchi, Martina Carraro, Luisa Trombetti, Simone Geni, al 20esimo Euromeet in Lussemburgo dal 26 al 28 gennaio".

Collegiale a Tenerife - 21 gennaio/10 febbraio
Convocati: Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle/Team Insubrika), Silvia Scalia (CC Aniene), Luca Dotto (Carabinieri/Larus Nuoto), Nicolò Martinenghi (Fiamme Oro/NC Brebbia), Alessandro Miressi (Fiamme Oro/RN Torino), Ivano Vendrame (Esercito/Larus Nuoto), Lorenzo Zazzeri (Esercito/Florentia NC), Andrea Vergani (Canottieri Vittorino da Feltre). Completano lo staff, oltre i tecnici federali Claudio Rossetto e Gianni Leoni, il tecnico Marco Pedoja, il preparatore atletico Alessandro Conforto, il fisioterapista Diego Andretta e il medico Andrea Felici.

Collegiale a Livigno - 28 gennaio/17 febbraio
Convocati: Sara Franceschi (Fiamme Gialle/Nuoto Livorno), Alessia Polieri (Fiamme Gialle/Imolanuoto), Federico Turrini (Esercito/Nuoto Livorno), Giacomo Carini (Fiamme Gialle/Canottieri Vittorino da Feltre), Matteo Ciampi (Esercito/Nuoto Livorno), Nicolangelo Di Fabio (Esercito/Team Lombardia). Completano lo staff, guidato dal tecnico federale Stefano Franceschi, il tecnico Gianni Ponzanibbio, il fisioterapista Emiliano Farnetani e il medico Lorenzo Marugo.

Collegiale al Centro Federale di Verona "Alberto Castagnetti" - 22/27 gennaio
Convocati: Federica Pellegrini (CC Aniene), Aglaia Pezzato (Esercito/Team Veneto), Giorgia Biondani (Esercito/Leosport), Erika Ferraioli (Esercito/CC Aniene), Elena Di Liddo (CC Aniene), Paola Biagioli (Carabinieri/Florentia NC), Giolemaria Origlia (Futura Club) e Giada Galizi (Fiamme Oro/Unicusano Aurelia Nuoto). Completano lo staff, oltre al DT Cesare Butini, il tecnico federale Matteo Giunta, il tecnico Mirko Nozzolillo e il tecnico video analista Ivo Ferretti.

Pubblicato in News Nuoto

Ultimi 4 articoli NUOTO