Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Eventi Nuoto

11
Dic
2018
XIV Campionato Mondiale in vasca corta





20
Dic
2018
Energy for Swim 2018 - (vasca 25m) - annullato





16
Feb
2019
1ª tappa Grand Prix d'Inverno: Meeting del Titano - (vasca 50m)





01
Mar
2019
2ª tappa Grand Prix d'Inverno: VIII Trofeo Città di Milano - (vasca 50m)





Articoli filtrati per data: Dicembre 2016 - FIN - Federazione Italiana Nuoto

Pubblichiamo le classifiche delle prime 19 posizioni del Campionato Nazionale a squadre di nuoto - Coppa Caduti di Brema al termine della fase regionale. Le società Aurelia Nuoto Unicusano per il settore femminile con 10673 punti e Nuotatori Milanesi per quello maschile con 11189, che si sono classificate diciassettesime nelle graduatorie generali, vincono il titolo di "Campione italiano a squadre di serie B1" della stagione 2016/2017. L’Aurelia Nuoto, inoltre, sale sul podio anche con i maschi, terzi con 11051 punti.
Le prime 8 società maschili e femminili e le successive 8 parteciperanno alle rispettive finali nazionali di serie A1 e A2, in programma domenica 9 aprile 2017 allo Stadio del Nuoto di Riccione, in vasca da 25 metri, all'indomani dei Campionati Assoluti Primaverili che si disputeranno dal 4 all'8 aprile (vasca da 50 metri).
In serie A1 soltanto quattro società - i Campioni d’Italia in carica del Circolo Canottieri Aniene, la SMGM Team Lombardia seconda della fase regionale, il CN Uisp Bologna e il Nuoto Livorno – partecipano con entrambe le squadre alle finali scudetto. Nella fase regionale l’Aniene ha totalizzato 12964 punti con le femmine e 13130 con i maschi.
In serie A2 si registra il ritorno di una squadra della Sardegna, quella maschile del Full Time Sassari allenata da Pierluigi Salis. La Gestisport Coop è presente in finale con entrambi i team; accedono alle finali di Riccione con i migliori punteggi della fase regionale l’Andrea Doria con le ragazze (11318) e la Florentia NC con i ragazzi (11869) che si sono classificate none nel ranking generale di società.

Finaliste Campionato a Squadre serie A1 M

CIRCOLO CANOTTIERI ANIENE 13130
SMGM TEAM LOMBARDIA 12735
CIRCOLO NUOTO UISP BOLOGNA 12602
LARUS NUOTO 12510
IMOLANUOTO 12292
NUOTO LIVORNO 12141
DE AKKER TEAM 12063
CENTRO NUOTO TORINO 12046

Finaliste Campionato a Squadre serie A2 M

FLORENTIA NUOTO CLUB 11869
RARI NANTES TORINO 11823
NUOTATORI TRENTINI 11736
SPORT FULL TIME SASSARI 11727
GESTISPORT COOP 11704
TEAM VENETO 11644
VIGILI DEL FUOCO MODENA MARIO MENEGOLA 11488
GRUPPO NUOTO FIAMME GIALLE 11250

Podio Campionato a Squadre serie B1 M

1. NUOTATORI MILANESI 11189
2. OLIMPIC NUOTO NAPOLI 11086
3. UNICUSANO AURELIA NUOTO 11051

Finaliste Campionato a Squadre serie A1 F

CIRCOLO CANOTTIERI ANIENE 12964
SMGM TEAM LOMBARDIA 12479
RARI NANTES TORINO 12002
NUOTO CLUB AZZURRA 1991 11857
NUOTO LIVORNO 11803
TEAM VENETO 11749
CIRCOLO NUOTO UISP BOLOGNA 11686
TEAM INSUBRIKA 11592

Finaliste Campionato a Squadre serie A2 F

ANDREA DORIA 11318
GESTISPORT COOP 11317
BOLZANO NUOTO 11311
CENTRO NUOTO TORINO 11143
TIRO A VOLO NUOTO 11094
GRUPPO SPORTIVO FIAMME ORO ROMA 11069
NUOTATORI MILANESI 10878
POLISPORTIVA COMUNALE RICCIONE 10849

Podio Campionato a Squadre serie B1 F

1. UNICUSANO AURELIA NUOTO 10673
2. FLORENTIA NUOTO CLUB 10638
3. SWIM PRO SS9 10545

Albo d'oro dal 2000

2000 Fiamme Gialle (m) e Desenzano (f)
2001 Carabinieri (m) e DDS (f)
2002 Fiamme Gialle (m) e DDS (f)
2003 Fiamme Gialle (m) e DDS (f)
2004 Carabinieri (m) e DDS (f)
2005 Carabinieri (m) e Team Nuoto Padova (f)
2006 Larus Nuoto (m) e DDS (f)
2007 Larus Nuoto (m) e CC Aniene (f)
2008 DDS (m) e CC Aniene (f)
2009 CC Aniene (m) e Esercito (f)
2010 CC Aniene (m) e CC Aniene (f)
2011 CC Aniene (m) e CC Aniene (f)
2012 CC Aniene (m) e CC Aniene (f)
2013 CC Aniene (m) e CC Aniene (f)
2014 CC Aniene (m) e CC Aniene (f)
2015 CC Aniene (m) e CC Aniene (f)
2016 CC Aniene (m) e CC Aniene (f)

Foto Deepbluemedia.eu

Pubblicato in News Nuoto

Quarta ed ultima sessione dei campionati assoluti invernali open in vasca olimpica, in programma sino a sabato allo Stadio del Nuoto di Riccione. Tripletta di giornata per Stefania Pirozzi (Fiamme Oro/CC Napoli) che si impone nei 200 farfalla in 2'10''28; la ventitrenne di Benevento, allenata da Stefano Franceschi, precede Aurora Petronio (RN Torino) con 2'12''11 e Susanna Negri (SMGM Team Lombardia) con 2'12''17. Christopher Ciccarrese (Fiamme Oro/CC Aniene) vince i 200 dorso in 1'58''53; alle spalle del 25enne romano, seguito da Mirko Nozzolillo, Matteo Restivo (Florentia NC) con il primato personale 1'59''14 e Jacopo Bietti (CC Aniene) in 1'59''38.  Bis di Luca Dotto (Forestale/Larus Nuoto) che si conferma nei 50 stile libero in 22''10. "E' stato un anno per me incredibile - afferma il campione europeo dei 100 stile libero - Non ho alcun rimpianto, se non quello di essere arrivato a Rio un po' scarico. Adesso mi sto allenando con più tranquillità e meno foga. L'obiettivo è essere al top ai mondiali di Budapest". Alle spalle del 26enne padovano di Camposampiero, romano di adozione, seguito dal tecnico federale Claudio Rossetto, un ritrovato Marco Orsi (Forestale/Larus Nuoto) con 22'38. "Riparto da qui - spiega il primatista italiano - con la consapevolezza che la prossima stagione dovrà essere quella del riscatto".   Un esausto Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro/Coopernuoto) domina i 1500 stile libero in 15'08''17. "Più che stanco - sottolinea il campione olimipico, iridato ed europeo nei 1500 stile libero - ho braccia e gambe pesanti. Di più a dicembre non posso pretendere". Il ventiduenne di Carpi, allenato da Stefano Morini al centro federale di Ostia insieme all'olimpionico Gregorio Paltrinieri, chiude qui un fantastico 2016. "Concludo un anno strepitoso, pieno di successi che mai mi sarei aspettato di raggiungere e che rendono già incredibile la mia carriera. Adesso un po' di pausa e poi prepareremo al meglio i grandi eventi del 2017, in primis i campionati del mondo di Budapest". 
In evidenza Simona Quadarella (CC Aniene) che si impone nei 1500 stile libero in 16'10''61 (4'18''57, 8'39''70, 12'58''83); per la diciottenne di Roma, seguita da Christian Minotti, si tratta della seconda prestazione personale di sempre. Titoli italiani nei 200 misti a Federico Turrini (Esercito/Nuoto Livorno) in 2'00''14, nei 100 dorso a Tania Quaglieri (Sea Sub Modena) in  1'01''90 (quarta prestazione personale di sempre) e nei 200 rana a  Giulia Verona (SMGM Team Lombardia) in 2'28''03. I campionati assoluti invernali si chiudono con il centodecimo tricolore di Federica Pellegrini (CC Aniene) prima nei 100 stile libero in 53''93 (26''29 il passaggio ai 50), sua quarta prestazione personale di sempre. "Ho ripetuto più volte - dichiara la 28enne di Spinea, allenata da Matteo Giunta al centro federale di Ostia - che deciderò di dedicarmi totalmente ai 100 solo se mi dovessi rendere conto di non riuscire più a dare il massimo nei 200 stile libero, in prospettiva Tokyo 2020". La vincitrice di tutto resta tranquilla e concentrata. "L'oro vinto a Windsor conferma che la mia idea di non smettere è più che mai giusta, realistica". 

Morini1712201612

Nel corso della quarta sessione il tecnico federale Stefano Morini ha ricevuto dal direttore tecnico della Squadra Nazionale Cesare Butini il trofeo "Alberto Castagnetti" per l'allenatore del'anno: è il terzo successo in altrettante edizioni per il direttore tecnico del centro federale di Ostia che segue Gregorio Paltrinieri, Gabriele Detti, Diletta Carli, Martina Rita Caramignoli e Nicolangelo Di Fabio. Al Circolo Canottieri Aniene entrambe le classifiche di società con 301.50 punti nella sezione femminile e 338.00 in quella maschile.

IL BILANCIO DEL CT CESARE BUTINI. "Tanti giovani, come Martinenghi, Quadarella, Carini e Scalia, si stanno facendo largo e su loro punterò per il prossimo quadriennio. Dai campionati invernali ho ricevuto le indicazioni che mi aspettavo e dagli atleti che mi attendevo. I criteri di selezioni per i mondiali di Budapest saranno quelli indicati nella tabella pubblicata sul sito della Federazione. I tempi dovranno essere conseguiti in gran parte durante i primaverili a Riccione".  

I podi della 4^ sessione

200 farfalla F
1. Stefania Pirozzi (Fiamme Oro/CC Napoli) 2'10''28
2. Aurora Petronio (RN Torino) 2'12''11
3. Susanna Negri (SMGM Team Lombardia) 2'12''17

200 dorso M
1. Christopher Ciccarese (Fiamme Oro/CC Aniene) 1'58''53
2. Matteo Restivo (Florentia NC) 1'59''14 pp (precedente 1'59''16 del 26/06/2016 a Roma)
3. Jacopo Bietti (CC Aniene) 1'59''38

200 rana F
1. Giulia Verona (SMGM Team Lombardia) 2'28''03
2. Francesca Fangio (SMGM Team Lombardia) 2'28''46
3. Elisa Celli (Esercito/Swim Pro SS9) 2'29''18

50 stile libero M
1. Luca Dotto (Forestale/Larus Nuoto) 22''10
2. Marco Orsi (Fiamme Oro/Uisp Bologna) 22''38
3. Piero Codia (Esercito/CC Aniene) 22''47

100 dorso F
1. Tania Quaglieri (Sea Sub Modena) 1'01''90
2. Silvia Scalia (CC Aniene) 1'02''15
3. Veronica Neri (SMGM Team Lombardia) 1'02''22

1500 stile libero M
1. Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro/Coopernuoto) 15'08''57
2. Simone Ruffini (Esercito/CC Aniene) 15'19''78
3. Domenico Acerenza (CC Aniene) 15'22''45

1500 stile libero F
1. Simona Quadarella (CC Aniene) 16'10''61
2. Martina Rita Caramignoli (Fiamme Oro/Unicusano Aurelia Nuoto) 16'20''75
3. Giulia Gabbrielleschi (Nuotatori Pistoiesi) 16'22''93 

200 misti M
1. Federico Turrini (Esercito/Nuoto Livorno) 2'00''14
2. Giovanni Sorriso (CC Aniene) 2'00''52
3. Piero Codia (Esercito/CC Aniene) 2'01''62

100 stile libero F
1. Federica Pellegrini (CC Aniene) 53''93
2. Erika Ferraioli (Esercito/CC Aniene) 55''43
3. Giorgia Biondani (Esercito/Leosport Villafranca) 56''03

CLASSIFICHE SOCIETA'
migliori tre civili e militari
-femminile (50 società a punti)
1. CC Aniene 301.50 punti
2. Esercito 221.00
3. SMGM Team Lombardia 169.00
4. Fiamme Gialle 125.00
5. Fiamme Oro 116.50
7. Team Veneto 74.00

-maschile (55 società a punti)
1. CC Aniene 338.00 punti
2. Esercito 278.50
3. Fiamme Oro 235.00
4. Fiamme Gialle 106.50
5. SMGM Team Lombardia 104.50
6. Larus Nuoto 99.00

Consulta la pagina dei risultati ufficiali

Consulta l'elenco degli iscritti suscettibile di variazioni

Foto Andrea Staccioli/Deepbluemedia.eu

Pubblicato in News Nuoto

Seconda giornata e terza sessione dei campionati assoluti invernali open in vasca olimpica, in svolgimento allo Stadio del Nuoto di Riccione. Ancora in evidenza Nicolò Martinenghi che vince i 100 rana in 59"89, record europeo juniores che migliora l' 1'00"04 fissato dalla Len e l' 1'00"34 che ha nuotato lo scorso 10 luglio agli europei giovanili di Hodmezovasarhely, in Ungheria. Il 17enne di Varese, allenato da Marco Pedoja e tesserato per la NC Brebbia, diventa il secondo italiano a scendere sotto il muro del minuto, a quarantasette centesimi dal primato italiano di Fabio Scozzoli (59"42). "Sono felicissimo - dice Nicolò, che venerdì ha stabilito il record del mondo juniores nei 50 rana - Ho lavorato tanto per arrivare a questi livelli". Terzo Fabio Scozzoli (Esercito/Imola Nuoto) in 1'01"32. "Sono contento delle sensazioni ritrovate in acqua - spiega l'atleta seguito da Cesare Casella, bronzo ai mondiali in vasca corta - Sto continuando a lavorare per tornare ai miei livelli. Formulo i complimenti a Nicolò. Non può che farmi piacere sapere che in futuro ci sarà qualcuno che potrà fare meglio di me. Sicuramente avere un avversario così forte in Italia rappresenterà uno stimolo ulteriore". Secondo posto per Andrea Toniato (Fiamme Gialle/Team Veneto) in 1'01"07.
Successo della primatista italiana Silvia Di Pietro (Forestale/CC Aniene) nei 50 farfalla con 26"20; dietro alla 23enne romana seguita da Mirko Nozzolillo, argento iridato in vasca corta nei 50 stile libero, si piazzano Giorgia Biondani (Esercito/Leosport Villafranca) in 26"96 e Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91) in 27"38.
Bis di Gabriele Detti (Esercito/SMGM Team Lombardia), che si impone nei 200 stile libero in 1'48"73 (54"38 il passaggio ai 100). Per il bronzo olimpico nei 400 e nei 1500 stile libero, nonchè campione europeo nei 400 stile libero e argento continentale negli 800 e nei 1500 stile libero, si tratta della quinta prestazione personale di sempre. Il ventiduenne livornese, allenato da Stefano Morini al centro federale di Ostia insieme all'olimpionico Gregorio Paltrinieri, precede Filippo Megli (Florentia NC), 1'49"07, e Matteo Senor (NC Torino), che porta il primato personale sull 1'49"52.
Nelle altre serie, doppietta di Stefania Pirozzi (Fiamme Oro/CC Napoli), che in apertura si aggiudica i 400 stile libero in 4'12"29 (seconda prestazione personale di sempre) e successivamente i 400 misti in 4'43"28. Titolo dei 50 rana a Martina Carraro (NC Azzurra 91) in 31"01, avanti alla primatista italiana Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle/Team Insubrika), seconda in 31"24; dei 50 dorso a Matteo Milli (SMGM Team Lombardia), che nuota la terza prestazione personale in 25"36, precedendo di un centesimo il primatista italiano Niccolò Bonacchi (Esercito/Nuotatori Pistoiesi); dei 100 farfalla a Piero Codia (Esercito/CC Aniene) in 52"19.
Le staffette concludono il programma della terza sessione. Nella 4x100 stile libero si impongono le ragazze dell'Esercito in 3'42"26. Nella 4x100 mista successo dei ragazzi delle Fiamme Oro in 3'38"68.
Si torna in vasca alle 15.20 per la quarta e ultima sessione. Sui blocchi 478 atleti (239 maschi, 239 femmine) in rappresentanza di 118 società, per un totale di 1101 presenze gara e 42 staffette.

I podi della 3^ sessione

400 stile libero F
1. Stefania Pirozzi (Fiamme Oro/CC Napoli) 4'12''29
2. Francesca Bertotto (Nuoto Livorno) 4'13''54
3. Flora Tavoletta (Olimpic Nuoto Napoli) 4'14''87

50 dorso M
1. Matteo Milli (SMGM Team Lombardia) 25''36
2. Niccolò Bonacchi (Esercito/Nuotatori Pistoiesi) 25''37
3. Stefano Pizzamiglio (Fiamme Oro/NC Azzurra 91) 25''49

50 farfalla F
1. Silvia Di Pietro (Forestale/CC Aniene) 26''20
2. Giorgia Biondani (Esercito/Leosport Villafranca) 26''96
3. Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91) 27''32

200 stile libero M
1. Gabriele Detti (Esercito/SMGM Team Lombardia) 1'48''73
2. Filippo Megli (Florentia NC) 1'49''07
3. Matteo Senor (CN Torino) 1'49''52 pp (precedente 1'49''68 del 10/08/2016 a Roma)

50 rana F
1. Martina Carraro (NC Azzurra 91) 31''01
2. Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle/Team Insubrika) 31''24
3. Ilaria Scarcella (CC Aniene) 31''99

100 rana M
1. Nicolò Martinenghi (NC Brebbia) 59''89 REJ-RIC-RIJ (precedente 1'00''30 di Nicolò Martinenghi del 10/07/2016 a Hodmezovasarhely)
2. Andrea Toniato (Fiamme Gialle/Team Veneto) 1'01''07
3. Fabio Scozzoli (Esercito/Imolanuoto) 1'01''32

400 misti F
1. Stefania Pirozzi (Fiamme Oro/CC Napoli) 4'43''28
2. Ilaria Cusinato (Team Veneto) 4'43''94
3. Carlotta Toni (Esercito/RN Florentia) 4'44''13

100 farfalla M
1. Piero Codia (Esercito/CC Aniene) 52''19
2. Simone Geni (Uisp Bologna) 53''50
3. Daniele D'Angelo (CC Aniene) 53''54

4x100 stile libero F
1. Esercito 3'42''26
Laura Letrari 56''17, Aglaia Pezzato 56''10, Giorgia Biondani 55''38, Erika Ferraioli 54''61
2. CC Aniene 3'43''78
3. Fiamme Oro 3'51''14

4x100 mista M
1. Fiamme Oro 3'38''68
Chrtistopher Ciccarese 54''83, Mattia Pesce 1'01''59, Riccardo Crescenzo 54''11, Alessandro Miressi 48''15
2. CC Aniene 3'39''13
3. Esercito 3'39''79

PROGRAMMAZIONE TELEVISIVA SU RAI SPORT 1

Venerdì 16 dicembre
1^ sessione in diretta dalle 9.30 alle 10.15
2^ sessione in diretta dalle 16.30 alle 18.30

Sabato 17 dicembre
4^ sessione in diretta dalle 16.15 alle 17.30

Consulta la pagina dei risultati ufficiali

Consulta l'elenco degli iscritti suscettibile di variazioni

Foto Andrea Staccioli/Deepbluemedia.eu

Pubblicato in News Nuoto

Il loro percorso è fatto di impegni, sacrifici, sorrisi, tensione, prove, coraggio e vittorie. Nicolò Martinenghi (NC Brebbia) allenato da Marco Pedoia e Ilaria Cusinato (Team Veneto) allenata da Stefano Morini presso il Centro Federale - Polo Natatorio di Ostia, sono i vincitori dell’edizione 2016 del talent Arena Swim Your Best, il progetto di alta specializzazione ideato da Arena e dalla Federazione Italiana Nuoto. Dopo un anno di preparazione e gare, i due ragazzi sono riusciti ad emergere sugli altri partecipanti (Alessandro Miressi, Giacomo Carini, Sara Gusperti, Linda Caponi) aggiudicandosi il premio. Sorprese e avventure attendono adesso i due vincitori che sono entrati di diritto nel Team Arena con un contratto di sponsorizzazione tecnica; per loro anche l’opportunità di volare in Olanda e seguire un progetto di alta specializzazione presso il Centro InnoSport di Eindhoven. Oggi, nella prima giornata dei Campionati Italiani Assoluti Invernali Open di nuoto a Riccione, sono stati premiati dai loro tutor, i campioni olimpici Massimiliano Rosolino e Gregorio Paltrinieri, entusiasti di aver incoronato due talenti emergenti. L’augurio è quello di poter seguire le loro orme, salendo i più alti gradini dei podi internazionali e, soprattutto, condividere la passione e l’amore per il nuoto. Nel percorso di crescita i due ragazzi sono stati supportati dal Commissario Tecnico della Nazionale Cesare Butini e dal tecnico responsabile delle squadre Nazionali giovanili Walter Bolognani, presenti alla cerimonia.

Foto Andrea Staccioli/Deepbluemedia.eu 

Pubblicato in News Nuoto

Seconda sessione dei campionati assoluti invernali open in vasca olimpica, in programma sino a sabato allo Stadio del Nuoto di Riccione. Sui blocchi 478 atleti (239 maschi, 239 femmine) in rappresentanza di 118 società, per un totale di 1101 presenze gara e 42 staffette.
Titolo italiano nei 200 farfalla per Filippo Berlincioni (CC Aniene) con il primato personale di 1'57''88 (precedente 1'59''17); il ventenne romano, seguito da Gianluca Belfiore, diventa il nono performer italiano, precedendo al traguardo Matteo Pelizzari (CC Aniene) con 1'58''15 e il primatista italiano Giacomo Carini (Fiamme Gialle/Can. Vittorino da Feltre) con 1'58''54.
Nei 200 dorso successo di Margherita Panziera (CC Aniene) in 2'12''42; alle sue spalle, Letizia Paruscio (CC Aniene) con il personale di 2'13''30 e Giulia Ramatelli (Fiamme Gialle) in 2'13''90.
Luca Pizzini, bronzo europeo a Londra, si conferma nei 200 rana in 2'11''37; dietro all'atleta di Carabinieri e Fondazione Bentegodi, Flavio Bizzarri (Forestale/CC Aniene) in 2'12''05 e Giovanni Sorriso (CC Aniene) con il primato personale 2'13''00.
Ancora in gran forma Silvia Di Pietro (Forestale/CC Aniene), argento iridato in vasca corta a Windsor, che vince i 50 stile libero in 25''03. La 23enne romana, allenata da Mirko Nozzolillo, nuota la quinta prestazione personale di sempre, a diciannove centesimi dal record italiano che stabilì il 24 agosto 2014 ai campionati europei di Berlino. "Sono molto stanca - spiega Di Pietro - e non mi aspettavo un tempo del genere. E' un bel modo per chiudere la stagione".
Successo negli 800 stile libero di Simona Quadarella (CC Aniene) in 8'28''05; la 23enne romana, allieva di Christian Minotti, lima di un centesimo il primato personale.
Rivincita di Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro Roma/Coopernuoto) negli 800 stile libero in 7'51''67 su Gabriele Detti (Esercito/SMGM Team Lombardia), a oltre cinque secondi in 7'56''07. "Sono cotto - afferma il campione olimpico, mondiale ed europeo nei 1500 stile libero, nonchè campione europeo e vice campione mondiale negli 800 stile libero - Adesso ho bisogno di un po' di vacanza". Il 22enne carpigiano, allenato da Stefano Morini e stanziale al centro federale di Ostia con l'amico Detti dal 2011, pensa già al 2017. "Da gennaio riprenderemo la preparazione e la condizione non potrà che crescere. L'obiettivo è quello di migliorarsi sempre e di presentarsi al meglio ai mondiali di Budapest".  
Il campione europeo Luca Dotto (Forestale/Larus) vince i 100 stile libero in 48''77. Il 26enne padovano di Camposampiero, romano di adozione, seguito dal tecnico federale Claudio Rossetto, batte Alessandro Miressi (Fiamme Oro Roma/CN Torino) secondo in 49''08 e Marco Orsi (Fiamme Oro Roma/Uisp Bologna) terzo in 49''29. Prestazione di rilievo anche di Thomas Ceccon (Leosport Villafranca) che stabilisce il record italiano categoria ragazzi in 50''42, migliorando il 50''62 che Giovanni Izzo aveva nuotato il 10 agosto 2014 a Roma.
Titoli italiani nei 200 misti a Ilaria Cusinato (Team Veneto) in 2'13''35 e nei 100 dorso a Christopher Ciccarese (Fiamme Oro/CC Aniene) in 54''57. 

IL PUNTO DEL CT CESARE BUTINI. "Il bilancio di Windsor è molto positivo; alla spedizione do un voto alto. Tutti gli atleti hanno dato il massimo, onorando le gare. Mi hanno fatto molto piacere la medaglia d'oro di Pellegrini, la scomessa vinta da Scozzoli e l'inserimento dei giovani come Carini e Scalia. Ripartiamo in questo quadriennio olimpico con l'obiettivo di allargare il gruppo portato in Canada e mi aspetto che sia così già ad aprile. Dietro i big ci sono giovani di valore assoluto, a dimostrazione dell'ottimo stato di salute di cui gode il movimento".

I podi della 2^ sessione

200 farfalla M
1. Filippo Berlincioni (CC Aniene) 1'57''88 pp (precedente 1'59''17 del 23/04/2016 a Riccione)
2. Matteo Pelizzari (CC Aniene) 1'58''16
3. Giacomo Carini (Fiamme Gialle/Can. Vittorino da Feltre) 1'58''54

200 dorso F
1. Margherita Panziera (CC Aniene) 2'12''42
2. Letizia Paruscio (CC Aniene) 2'13''30 pp (precedente 2'14''28 del 13/07/2014 a Milano)
3. Giulia Ramatelli (Fiamme Gialle) 2'13''90

200 rana M
1. Luca Pizzini (Carabinieri/Fondazione Bentegodi) 2'11''37
2. Flavio Bizzarri (Forestale/CC Aniene) 2'12''05
3. Giovanni Sorriso (CC Aniene) 2'13''00 pp (precedente 2'14''11 del 23/04/2016 a Riccione)

50 stile libero F
1. Silvia Di Pietro (Forestale/CC Aniene) 25''03
2. Erika Ferraioli (Esercito/CC Aniene) 25''48
3. Giorgia Biondani (Esercito/Leosport) 25''49

100 dorso M
1. Christopher Ciccarese (Fiamme Oro/CC Aniene) 54''57
2. Matteo Milli (SMGM Team Lombardia) 54''72
3. Niccolò Bonacchi (Esercito/Nuotatori Pistoiesi) 54''79

800 stile libero F
1. Simona Quadarella (CC Aniene) 8'28''05 pp (precedente 8'28''06 del 24/04/2016 a Riccione)
2. Giulia Gabrielleschi (Nuotatori Pistoiesi) 8'36''24
3. Alisia Tettamanzi (Marina Militare/Nuotatori Milanesi) 8'39''97 pp (precedente 8'41''73 del 10/07/2013 a Poznan)

800 stile libero M
1. Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro/Coopernuoto) 7'51''67
2. Gabriele Detti (Esercito/SMGM Team Lombardia) 7'56''07
3. Samuel Pizzetti (Carabinieri/Nuotatori Milanesi) 7'59''64

200 misti F
1. Ilaria Cusinato (Team Veneto) 2'13''35
2. Sara Franceschi (Fiamme Gialle/Nuoto Livorno) 2'14''85
3. Carlotta Toni (Esercito/RN Florentia) 2'15''03

100 stile libero M
1. Luca Dotto (Forestale/Larus Nuoto) 48''77
2. Alessandro Miressi (Fiamme Oro/CN Torino) 49''08
3. Marco Orsi (Fiamme Oro/Uisp Bologna) 49''29
11. Thomas Ceccon (Leosport Villafranca) 50''42 RIR (precedente 50''62 di Giovanni Izzo del 10/08/2014 a Roma)

PROGRAMMAZIONE TELEVISIVA SU RAI SPORT 1

Venerdì 16 dicembre
1^ sessione in diretta dalle 9.30 alle 10.15
2^ sessione in diretta dalle 16.30 alle 18.30

Sabato 17 dicembre
4^ sessione in diretta dalle 16.15 alle 17.30

Consulta la pagina dei risultati ufficiali

Consulta l'elenco degli iscritti suscettibile di variazioni

Foto Andrea Staccioli/Deepbluemedia.eu

Pubblicato in News Nuoto

Prima sessione dei campionati assoluti invernali open in vasca olimpica, in programma sino a sabato allo Stadio del Nuoto di Riccione. Sui blocchi 478 atleti (239 maschi, 239 femmine) in rappresentanza di 118 società, per un totale di 1101 presenze gara e 42 staffette.
Subito in evidenza Niccolò Martinenghi (NC Brebbia) che vince i 50 rana con il record mondiale juniores di 27''32 che migliora il 27''35 nuotato dal pupillo di Marco Pedoja lo scorso 10 agosto ai campionati di categoria, a Roma. Il diciasettenne di Varese diventa il quarto performer italiano di sempre, alle spalle di Andrea Toniato, Fabio Scozzoli e Alessandro Terrin.
Successo di Gabriele Detti nei 400 stile libero in 3'48''58 su Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro Roma/Coopernuoto), a oltre due secondi in in 3'50''75. "Ai mondiali in vasca corta di Windsor non è andata troppo bene, ma nello sport ci può stare - spiega il 22enne livornese, eliminato nelle batterie dei 400 e solo ottavo nei 1500 dopo il titolo europeo nei 400 e il doppio bronzo olimpico nei 400 e nei 1500 stile libero conquistati la scorsa stagione - In vasca lunga mi sento più a mio agio, anche se il tempo non è granché. Stiamo riprendendo gradualmente ad allenarci a ritmi elevati - sottolinea l'atleta di Esercito e SMGM Team Lombardia - saremo pronti per la vasca lunga". Tranquillo anche Paltrinieri, campione olimpico, mondiale ed europeo nei 1500 stile libero, nonchè campione europeo e vice campione mondiale negli 800 stile libero; argento a Windsor nei 1500. "Sono un po' provato fisicamente - afferma il 22enne carpigiano, stanziale al centro federale di Ostia con l'amico Detti dal 2011 - In questo periodo della stagione non può essere diversamente. Da gennaio sicuramente le cose miglioreranno; abbiamo già pianificato il lavoro stagionale con Stefano Morini".
Titolo italiano numero centosette per Federica Pellegrini (CC Aniene), che domina i 200 stile libero in 1'56''04. "Speravo di limare qualche centesimo in più - sottolinea la vincitrice di tutto, appena rientrata dai mondiali in vasca corta di Windsor con l'unico oro che le mancava in carriera nei 200 stile libero -  La vittoria in Canada mi ha tramesso molta carica per il proseguimento della stagione. Quest'anno i 200 stile libero saranno ancora la mia gara principale; i 100 li preparerò ma non con la stessa attenzione", conclude la 28enne di Spinea seguita da Matteo Giunta al centro federale di Verona. Alle spalle della campionessa di Spinea si piazzano Stefania Pirozzi (Fiamme Oro Roma/CC Napoli) in 2'00''49 e Rachele Ceracchi (CC Aniene) in 2'00''73.
Nelle altre serie dirette Veronica Neri (SMGM Team Lombardia) vince i 50 dorso con il personale 28''62 (precedente 28''73); dietro l'allieva di Enzo Bonora, che diventa la quinta performer italiana di sempre, Tania Quaglieri (Sea Sub Modena) in 28''68 e Silvia Scalia (CC Aniene) in 28''78. Sempre di Federico Turrini (Esercito/Nuoto Livorno) i 400 misti con 4'17''89; a seguire Giovanni Sorriso (CC Aniene) con il primato personale di 4'20''84 (precedente 4'21''98) e Giorgio Gaetani (Esercito/Larus Nuoto) in  4'21''25. La primatista italiana Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91), bronzo europeo, vince i 100 farfalla in 58''81, precedendo Silvia Di Pietro (Forestale/CC Aniene) con 59''03 ed Elena Di Liddo (CC Aniene) con 59''45.  
Nei 100 rana Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle/Team Insubrika) scende sotto il muro dei 68 secondi e vince la sfida con Martina Carraro (NC Azzurra 91) in 1'07''79 contro 1'08''09. Terza Giulia Verona (SMGM Team Lombardia) in 1'09''02. Decimo titolo italiano per Piero Codia (Esercito/CC Aniene) nei 50 farfalla in 23''76 avanti a Luca Dotto (Forestale/Larus Nuoto), secondo in 23''95, ed Andrea Farru (Sport Full Time Sassari), terzo in 24''01.
La 4x100 stile libero va alle Fiamme Oro in 3'18''24 con Alessandro Miressi che nuota la prima frazione il personale di 48''91, diventando il decimo performer italiano di sempre. Le ragazze del CC Aniene si confermano campionesse d'Italia con la 4x100 mista in 4'05''93, distanti dal loro record italiano di società (4'01''64 del 17 aprile 2015 stabilito proprio a Riccione). Federica Pellegrini nuota i 100 dell'ultima frazione in 54''93.
Le gare riprendono nel pomeriggio con la seconda sessione alle 15.20 con diretta su Rai Sport dalle 16.30.

I podi della 1^ sessione

400m stile libero M
1. Gabriele Detti (Esercito/SMGM Team Lombardia) 3'48''58
2. Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro/Coopernuoto) 3'50''75
3. Matteo Ciampi (Nuoto Livorno) 3'52''64

50 dorso F
1. Veronica Neri (SMGM Team Lombardia) 28''62 pp (precedente 28''73 del 22/04/2016 a Riccione)
2. Tania Quaglieri (Sea Sub Modena) 28''68
3. Silvia Scalia (CC Aniene) 28''78

50 farfalla M
1. Piero Codia (Esercito/CC Aniene) 23''76
2. Luca Dotto (Forestale/Larus Nuoto) 23''95
3. Andrea Farru (Sport Full Time Sassari) 24''01

200 stile libero F
1. Federica Pellegrini (CC Aniene) 1'56''04
2. Stefania Pirozzi (Fiamme Oro/CC Napoli) 2'00''49
3. Rachele Ceracchi (CC Aniene) 2'00''73

50 rana M
1. Niccolò Martinenghi (NC Brebbia) 27''32 RMJ/RIC/RIJ (precedente 27''35 del 10 agosto 2016 a Roma)
2. Andrea Toniato (Fiamme Gialle/Team Veneto) 27''45
3. Federico Poggio (Team Insubrika) 27''84

100 rana F
1. Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle/Insubrika) 1'07''79
2. Martina Carraro (NC Azzurra 91) 1'08''09
3. Giulia Verona (SMGM Team Lombardia) 1'09''02

400 misti M
1. Federico Turrini (Esercito/Nuoto Livorno) 4'17''89
2. Giovanni Sorriso (CC Aniene) 4'20''84 pp (precedente 4'21''98 del 24/04/2016 a Riccione)
3. Giorgio Gaetani (Esercito/Larus Nuoto) 4'21''25

100 farfalla F
1. Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91) 58''61
2. Silvia Di Pietro (Forestale/CC Aniene) 59''03
3. Elena Di Liddo (CC Aniene) 59''45

4x100 stile libero M
1. Fiamme Oro 3'18''24
Alessandro Miressi 48''91 pp (precedente 49''17 del 09/08/2016 a Roma), Luca Leonardi 49''54, Lucio Spadaro 50''21, Marco Orsi 49''58
2. Esercito 3'19''44
3. Fiamme Gialle 3'19''63

4x100 mista F
1. CC Aniene 4'05''93
Silvia Scalia 1'02''37, Ilaria Scarcella 1'09''48, Elena Di Liddo 59''15, Federica Pellegrini 54''93
2. Esercito 4'08''57
3. Fiamme Gialle 4'09''51

PROGRAMMAZIONE TELEVISIVA SU RAI SPORT 1

Venerdì 16 dicembre
1^ sessione in diretta dalle 9.30 alle 10.15
2^ sessione in diretta dalle 16.30 alle 18.30

Sabato 17 dicembre
4^ sessione in diretta dalle 16.15 alle 17.30

Consulta la pagina dei risultati ufficiali

Consulta l'elenco degli iscritti suscettibile di variazioni

Foto Andrea Staccioli/Deepbluemedia.eu

Pubblicato in News Nuoto

Preparativi ultimati allo Stadio del Nuoto di Riccione per i campionati assoluti invernali open in vasca olimpica, in programma venerdì 16 e sabato 17 dicembre. Rai Sport 1 trasmetterà in diretta le serie venerdì dalle 9.30 alle 10.15 e dalle 16.30 alle 18.30 e sabato dalle 16.15 alle 17.30. Sui blocchi 478 atleti (239 maschi, 239 femmine) in rappresentanza di centodiciotto società, per un totale di 1101 presenze gara e 42 staffette. Sarà l'occasione per rivedere in acqua molti dei protagonisti dei campionati del mondo in vasca corta di Windsor, chiusi con 7 medaglie (1 oro, 4 argenti e 2 bronzi) e 10 primati personali, tra cui 5 record italiani. Non mancheranno il campione olimpico, mondiale ed europeo Gregorio Patrinieri (iscritto a 400, 800 e 1500 stile libero), la vincitrice di tutto Federica Pellegrini (50, 100 e 200 stile libero, 100 e 200 farfalla, 200 dorso), Gabriele Detti (200, 400, 800 e 1500 stile libero), Luca Dotto (50, 100 e 200 stile libero, 50 farfalla),  Fabio Scozzoli (50, 100 e 200 rana) , Silvia Di Pietro (50 e 100 farfalla, 50 e 100 stile libero, 50 dorso); attenzione rivolta anche a Martina Carraro, Silvia Scalia, Erika Ferraioli, Giacomo Carini, Marco Orsi, Filippo Magnini, Simone Sabbioni, Ilaria Bianchi, Arianna Castiglioni, Sara Franceschi ed ai più giovani Niccolò Martinenghi, Alessandro Miressi e Simona Quadarella. 

Programma gare
 
Venerdì 16 dicembre
9.30 Serie 3 / 400m stile libero uomini
9.46 Serie 4 / 50m dorso donne
9.54 Serie 4 / 50m farfalla uomini
10.02 Serie 5 / 200m stile libero donne
10.18 Serie 5 / 50m rana uomini
10.26 Premiazioni 
10.35 Serie 4 / 100m rana donne
10.46 Serie 4 / 400m misti uomini
11.08 Serie 4 / 100m farfalla donne
11.18 Premiazioni
11.27 Serie 2 / 4x100m stile libero uomini
11.33 Serie 2 / 4x100m mista donne
11.40 Premiazioni

Venerdì 16 dicembre
Diretta Rai Sport 1 dalle 16.30 alle 18.30
16.15 Premiazione Arena Swimming Your Best
16.20 2^ Serie 800m stile libero donne
16.31 Serie 3 / 200m farfalla uomini
16.42 Serie 3 / 200m dorso donne
16.53 Serie 3 / 200m rana uomini
17.04 Serie 6 / 50m stile libero donne
17.15 Premiazioni
17.23 Serie 4 / 100m dorso uomini
17.33 1^ Serie 800m stile libero donne
17.44 Serie unica 800m stile libero uomini
17.54 Premiazioni
18.04 Serie 4 / 200m misti donne
18.18 Serie 5 / 100m stile libero uomini
18.30 Premiazioni

Sabato 17 dicembre
9.30 Serie 3 / 400m stile libero donne
9.52 Serie 4 / 50m dorso uomini
10.00 Serie 4 / 50m farfalla donne
10.08 Serie 4 / 200m stile libero uomini
10.25 Serie 4 / 50m rana donne
10.35 Premiazioni
10.43 Serie 4 / 100m rana uomini
10.55 Serie 4 / 400m misti donne
11.13 Serie 3 / 100m farfalla uomini
11.25 Premiazioni 
11.36 Serie 1 / 4x100m mista uomini
11.42 Serie 2 / 4x100m stile libero donne
11.54 Premiazioni

Sabato 17 dicembre
Diretta Rai Sport 1 dalle 16.15 alle 17.30
15.20 Serie 2 / 200m farfalla donne
15.26 Serie 2 / 200m dorso uomini
15.33 Serie 3 / 200m rana donne
15.43 Serie 3 / 50m stile libero uomini
15.50 Serie 3 / 100m dorso donne
15.57 Serie 2 / 200m misti uomini
16.04 Serie 4 / 100m stile libero donne
16.10 Premiazione Allenatore dell’anno
16.15 Serie 1 / 200m farfalla donne
16.19 Serie 1 / 200m dorso uomini
16.23 Serie 1 / 200m rana donne
16.27 Serie 1 / 50m stile libero uomini
16.30 Serie 1 / 100m dorso donne
16.33 1^ Serie / 1500m stile libero uomini
16.50 Serie unica / 1500m stile libero donne
17.08 Serie 1 / 200m misti uomini
17.12 Serie 1 / 100m stile libero donne
17.15 2a serie / 1500m stile libero uomini
17.33 Premiazioni
17.45 Premiazioni Società

Consulta la pagina dei risultati ufficiali

Consulta l'elenco degli iscritti suscettibile di variazioni

Foto deepbluemedia.eu

Pubblicato in News Nuoto

Purtroppo scende dal trono mondiale dei 1500 stile libero Gregorio Paltrinieri che conquista l'argento e abdica in favore del coreano Park Tae-Hwan, autore del record dei campionati in 14'15"51, nonché terzo all time dopo il record del mondo di SuperGreg e il precedente dell'australiano Grant Hackett.
Per il campione e primatista mondiale della distanza, che all'ultima edizione della rassegna iridata vinse il primo oro mondiale della carriera - cui seguì il grande slam con il mondiale in lunga a Kazan, l'oro europeo col record mondiale di 14'08"06, che cancellò il precedente di Grant Hackett vecchio di 14 anni e l'oro olimpico - chiusura in 14'21"94 dopo una gara condotta in testa sino agli 800 metri. "Onore a Park Tae-Hwan; ho perso contro un campione olimpico e mondiale che si è presentato in gran forma - il 22enne olimpionico che si allena al centro federale di Ostia, fucina di medaglie orchestrata da Stefano Morini - Lui ha finalizzato questo appuntamento e lo dimostra il triplo oro vinto nello stile libero (200, 400 e 1500 stille libero, ndr). In questo momento non sono brillante, però pensavo di nuotare un tempo inferiore. Ho provato ad andare via e vedevo che lui era più brillante di me. Poi l'ho seguito, ma ero completamente cotto. La gara non è andata come volevo. Comunque un tempo da 14'15 non ce l'avevo. Pian piano inizierò a sostenere di nuovo i miei carichi di lavoro e comunque resta la soddisfazione di un argento mondiale che rappresenta un positivo punto di partenza per la nuova stagione in lunga dove dovrò difendere il titolo vinto a Kazan".
Nella stessa gara, Gabriele Detti chiude ottavo in 14'34"34: "Lo scorso anno a Netanya ero in un'altra condizione - racconta il nipote del "Moro", che ha come personale 14'18 in corta - Ora mi metterò sotto per ritrovare forma e condizione per la stagione in vasca lunga", conclude il bronzo olimpico di Rio.
"Il lavoro svolto dopo le olimpiadi non è stato pesante e a volte intermittente - dichiara il tecnico federale Stefano Morini - Era giusto riprendere gradualmente, lasciare che i ragazzi si godessero gli onori delle medaglie olimpiche. Sapevamo che non potevamo esser al top. Gregorio si è difeso, anche se mi aspettavo un tempo più basso dopo la batteria. Probabilmente non sarebbe bastato per vincere. Gabriele invece non c'è mai stato. Dal al 2 gennaio testa bassa e pedalare, come dicevano i vecchi ciclisti. L'arrivo è a luglio e bisognerà farsi trovare preparati".
Vola ancora Silvia Di Pietro. La velocista romana allenata da Mirko Nozzolillo scende due volte sotto il record italiano, prima con la staffetta 4x50 stile libero e poi nella gara individuale toccando in 23"90 (precedente 24"04 di Netanya 2015), conquistando il quarto argento della spedizione azzurra. "Sono felicissima, finalmente mi sono liberata di un peso - dichiara la 23enne atleta alla quarta medaglia a Windsor, ma alla prima individuale in carriera - essere seconda al mondo mi inorgoglisce e confrontarmi testa a testa con una campionessa come Ranomi Kromowidjojo, dimostra il buon lavoro svolto e la maturità raggiunta". Un progresso importante per l'azzurra di Forestale e Aniene che l'ha portata su un podio iridato dietro un'icona mondiale come l'olimpionica Ranomi Kromowidjojo, che si conferma campionessa in questa specialità dopo l'argento nei 100 stile libero e che vince l'oro in 23"60. "E' stato un tour de force; ho disputato 18 gare e sono riuscita a gestirle bene anche con l'aiuto del mio allenatore Mirko Nozzolillo. Il suo aiuto e appoggio morale, anche se da lontano, mi ha facilitato. L'argento è stato una sorpresa perchè avevo più pressioni sul delfino, ma stavolta ho nuotato come so. Stavo bene ed avevo molte aspettative e forse questo è stato il problema del podio mancato per tre centesimi nei 50 farfalla. Comunque aver stabilito il record italiano anche nello stile libero mi dà fiducia per migliorare anche nel delfino. Ho perso un anno per un problema alla scapola e i risvolti psicologici sono stati tanti. Non era facile recuperare. Ho un carattere forte, ma ho ancora qualche insicurezza. Questo risultato mi dà maggiore forza mentale. Ora testa alla vasca lunga con l'obiettivo primario dei mondiali di Budapest", conclude la velocista poi settima col record italiano della 4x100 mista. Bene anche l'altra romana in gara, Erika Ferraioli che si piazza quinta di 24"04, migliorando il settimo posto di due anni fa e limando il personale di 5 centesimi: "Finalmente è venuto il tempo che volevo in una finale importante - dichiara la 30enne di Esercito e Aniene, compagna di allenamenti di Silvia Di Pietro - questo tempo mi dà fiducia per il lavoro verso il prosieguo della stagione".
Nella gara di apertura arriva la quinta medaglia azzurra con il bronzo della 4x50 stile libero, che abbatte due record italiani. Silvia Di Pietro apre dal blocco e demolisce il primato italiano di 24"03 stabilito lo scorso anno a Netanya, abbattendo il muro dei 24" e toccando in 23"92 (poi portato sul 23"90 nella finale dei 50 sl); Erika Ferraioli in 23"52 lanciato mantiene la squadra in prima posizione; Aglaia Pezzato spinge forte e tocca in 24"06 con il Canada che rinviene forte in prima posizione; chiude Federica Pellegrini, non una specialista della supervelocità, che con i denti e il cuore ferma la piastra sul 24"11 per l' 1'35"61 ed il terzo posto: limato il precedente primato stabilito da Di Pietro, Ferraioli, Pezzato e Giada Galizi in 1'35"78 il 7 dicembre 2014 ai mondiali di Doha. Oro al Canada col record dei campionati di 1'35"00, poi l'Olanda in 1'35"37. "Era una staffetta difficile perchè questa mattina siamo entrate più o meno tutte sullo stesso tempo - racconta Federica Pellegrini, alla settima medaglia iridata in corta - siamo contente, è stato bello e poi conquistare una medaglia in tre staffette su tre è una grande soddisfazione. Anche il record italiano nella staffetta 4x100 mista dimostra come questo sia un gruppo unito su cui puntare. Mi godo un campionato dove sono riuscita a chiudere un ciclo sportivo, vincendo un oro bellissimo (unico non vinto da Katinka Hosszu che ha conquistato 7 ori, record storico dei campionati, ndr), soprattutto ottenuto in vasca corta che non mi è mai stata congeniale". Alla sua seconda medaglia dopo la 4x100 stile libero, Aglaia Pezzato sottolinea l'unità del gruppo: "E' un podio bellissimo. Ci stiamo divertendo molto e l'affiatamento si vede in vasca - racconta la ventiduenne di Esercito e Team Veneto che si allena con Antonino Spagnolo - combattere con le più forti nazioni al mondo ci inorgoglisce e ci stimola. Noi ci siamo e per il futuro siamo ottimiste".
Nelle altre finali settimo posto di Fabio Scozzoli nei 50 rana in 26"18, sette centesimi peggiora del 26"11 nuotato in semifinale: "Sono partito male e non sono riuscito ad entrare in gara - dichiara il bronzo iridato nei 100 rana - Comunque si chiude un campionato di rinascita per me". Ha vinto l'olimpionico sudafricano Cameron Van Der Burg, oro a Dubai 20120, in 25"64.
Nella regina della velocità tocca quinto Luca Dotto. Nei 100 stile libero infatti vince a sorpresa il lituano Bilis, già bronzo nei 50 stile libero, con il tempo di 46"58. Per il velocista veneto allenato da Claudio Rossetto un lusinghiero 46"95 (22"51): "Non scendevo sotto i 47 secondi da quattro anni - racconta l'atleta di Larus e Forestale, quarto ad Istanbul 2012 - Il tempo mi fa ben sperare per il prosieguo della stagione in vasca lunga".
Chiude infine col record italiano (il quarto totale) anche la staffetta 4x100 mista: Silvia Scalia (58"82), Martina Carraro (1'05"43), Silvia Di Pietro (56"38), Federica Pellegrini (52"95) sono settime in 3'53"58 battendo il precedente di 3'54"32 che risaliva ai mondiali di Doha 2014.

IL COMMENTO DEL CT CESARE BUTINI. "L'obiettivo era aprire il quadriennio olimpico positivamente. Il comportamento dei ragazzi è stato ottimo, condito da alcuni record italiani che dimostrano la validità delle prestazioni. E' stato un campionato mondiale che ci deve proiettare verso il lavoro e l'attività della vasca lunga. Desidero esprimere un elogio particolare ai ragazzi, che hanno onorato la convocazione e dato dimostrazione di essere già in buona condizione. Queste prestazioni ci aiuteranno e saranno un trampolino di lancio per il futuro in vista del lavoro da svolgere verso i campionati mondiali in programma a Budapest il prossimo luglio. Voglio vedere tempi importanti già ai campionati assoluti che qualificheranno ai mondiali nelle gare individuali per poi completare la squadra in termini di staffetta e rifinire il lavoro".

I COMPLIMENTI DEL PRESIDENTE BARELLI. "Mi congratulo con la squadra impegnata a Windsor per i risultati ottenuti e le medaglie conquistate. L'Italia del nuoto è stata ancora protagonista dopo la faticosa chiusura del ciclo olimpico. La delegazione ha onorato al meglio l'evento con delle punte di assoluto valore come l'oro di Federica Pellegrini, ultima affermazione che le mancava a livello internazionale di una carriera eccezionale, l'argento di Silvia Di Pietro nei 50 stile libero e quello di Gregorio Paltrinieri nei 1500 stile libero, e il ritorno sul podio di Fabio Scozzoli a distanza di quattro anni. Mi preme sottolineare la validità del movimento rappresentato dalle staffette, in questo caso femminili, a medaglia in tutte le gare cui hanno preso parte, tranne la 4x100 mista che ha comunque stabilito il record italiano. I risultati rappresentano solo la punta di un'iceberg prodotto da un sistema che prevede oltre 1400 società formate da atleti, dirigenti e tecnici che ogni giorno lavorano per garantire il futuro del nostro sport e il ricambio generazionale per restare ai vertici del movimento".

Ore 00.30 - Finali
4x50 SL F
1. Canada 1'35"00 CR
2. Olanda 1'35"37
3. Italia 1'35"61 R.I. (prec. 1'35"78 con Di Pietro, Ferraioli, Pezzato, Galizi  il 7/12/2014 ai mondiali di Doha)
Di Pietro 23"92 R.I., Ferraioli 23"52, Pezzato 24"06, Pellegrini 24"11

1500 SL M
R.M. 14'08"06 di Gregorio Paltrinieri il 4/12/2015 agli europei di Netanya
1. Park Tae-Hwan (Cor) 14"15"51 C.R. 
2. Gregorio Paltrinieri 14'21"94
8. Gabriele Detti 14'39"34 (pp 14'18"00 del 2015)

100 SL M
R.I. 46"04 di Marco Orsi il 19/04/2015 a Riccione
1. Simonas Bilis, 46"58
5. Luca Dotto 46"95 (pp 46"68 del 2010)

200 RANA F
nessuna italiana in gara

200 DORSO M
nessun italiano in gara

50 RANA M
R.I. 25"72 di Fabio Scozzoli il 10/08/2013 a Berlino
1. Cameron Van Der Burg 25"64
7. Fabio Scozzoli 26"18

50 SL F
1. Ranomi Kromowidjojo (Ola) 23"60
2. Silvia Di Pietro 23"90 R.I.
(prec. record di 23"92 il 12/12/2016 ai mondiali di Windsor - in staffetta 4x50 sl)
5. Erika Ferraioli 24"04 pp (prec. pp 24"09 del 2014) 

4X100 MISTA M
nessun italiano in gara

4X100 MISTA F
1. Usa 3'47"89 CR
7. Italia 3'53"58 R.I. (prec. 3'54"32 del 2014 a Doha)
Scalia 58"82, Carraro 1'05"43, Di Pietro 56"38, Pellegrini 52"95

MEDAGLIERE (1 - 4 - 2)

ORO
Federica Pellegrini nei 200 stile libero in 1'51"75 *

ARGENTO
4x100 stile libero femminile in 3'30"28
Ferraioli, Di Pietro, Pezzato, Pellegrini

4x50 mista femminile in 1'45"38 record italiano
Scalia, Carraro, Di Pietro, Ferraioli

1500 stile libero in 14"21"94
Gregorio Paltrinieri

50 stile libero F 23"90 record italiano
Silvia Di Pietro

BRONZO
Fabio Scozzoli nei 100 rana in 57"04

4x50 stile libero in 1'35"61 record italiano
Di Pietro, Ferraioli, Pezzato, Pellegrini

RECORD ITALIANI (5)

4X50 mista F
Italia (Scalia 26"96 pp, Carraro 30"12, Di Pietro 24"88, Ferraioli 23"42) 1'45"38 in finale

4x50 stile libero F
Italia (Di Pietro 23"92 RI, Ferraioli 23"52, Pezzato 24"06, Pellegrini 24"11) 1'35"61 in finale

50 farfalla F
Di Pietro 23"92 nella prima frazione della staffetta 4x50 sl
Silvia Di Pietro 23"90 in finale

4x100 mista F
Italia (Scalia 58"82, Carraro 1'05"43, Di Pietro 56"38, Pellegrini 52"95) 3'53"58 in finale

PRIMATI PERSONALI (10)

50 rana F
Martina Carraro 30"43 in batteria

200 farfalla M *
Giacomo Carini 1'53"92 in batteria

200 sl F *
Federica Pellegrini 1'51"73 in finale

100 farfalla M
Giacomo Carini 52"43 in batteria

200 stile libero M
Luca Dotto 1'44"27 in batteria

50 dorso F
Silvia Scalia 26"96 in prima frazione 4x50 mista
Silvia Di Pietro 26"95

50 sl F
Di Pietro 23"92 / record italiano nella prima frazione della staffetta 4x50 sl in finale
Silvia Di Pietro 23"90 / record italiano in finale
Erika Ferraioli 24"04 in finale

* migliori prestazioni italiane in tessuto

MEDAGLIERE STORICO ITALIA
6 ori - 22 argenti - 15 bronzi = 43
1993 Palma de Maiorca 0-1-0 = 1
1995 Rio de Janeiro 0-0-0 = 0
1997 Goteborg 0-0-0 = 0
1999 Hong Kong 0-1-1 = 2
2000 Atene 0-1-2 = 3
2002 Mosca 0-0-1 = 1
2004 Indianapolis 0-1-0 = 1
2006 Shanghai 2-7-3 = 12
2008 Manchester 0-2-2 = 4
2010 Dubai 0-1-1 = 2
2012 Istanbul 2-2-0 = 4
2014 Doha 1-2-3 = 6
2016 Windsor 1-4-2 = 7

MEDAGLIATI INDIVIDUALI - 17

Medaglie d'oro (4)
Fabio SCOZZOLI - 100 rana (2012)
Ilaria BIANCHI - 100 farfalla (2012)
Gregorio PALTRINIERI - 1500 sl (2014)
Federica PELLEGRINI - 200 sl (2016)

Medaglie d'argento (18)
Luca BIANCHIN - 200 dorso (1993)
Simone ERCOLI - 1500 sl (2004)
Domenico FIORAVANTI - 100 rana (1999)
Massimiliano ROSOLINO - 200 sl (2000) e 400 sl (2008)
Filippo MAGNINI - 100 sl (2006 e 2008) e 200 sl (2006)
Luca MARIN - 400 misti (2006)
Alessandro TERRIN - 50 rana (2006)
Francesca SEGAT - 200 farfalla (2006)
Alessia FILIPPI - 400 misti (2006)
Federica PELLEGRINI - 200 sl (2006)
Fabio SCOZZOLI - 100 rana (2010)
Gregorio PALTRINIERI - 1500 sl (2012 e 2016)
Marco ORSI - 50 sl (2014)
Silvia DI PIETRO - 50 SL (2016)

Medaglie di bronzo (10)
Christian MINOTTI - 1500 sl (2002)
Massimiliano ROSOLINO - 400 sl (1999, 2000, 2006), 200 misti (2000), 200 sl (2006 e 2008)
Federica PELLEGRINI - 400 sl (2006 e 2010)
Fabio SCOZZOLI - 100 rana (2016)

STAFFETTE (2 - 4 - 5)

Medaglie d'oro (2) entrambe a Shanghai 2006
- 4x100 sl maschile
Calvi, Lanzarini, Galenda, Magnini

- 4x200 sl maschile
Rosolino, Pelliciari, Cassio, Magnini

Medaglie d'argento (4)

Istanbul 2012
- 4x100 sl maschile
Dotto, Orsi, Santucci, Magnini

Doha 2014
- 4x200 sl maschile
D'Arrigo, Belotti, Di Fabio, Magnini

Windsor 2016
- 4x100 sl femminile
Ferraioli, Di Pietro, Pezzato, Pellegrini

Windsor 2016
- 4x50 mista femminile
Scalia, Carraro, Di Pietro, Ferraioli

Medaglie di bronzo (5)

Manchester 2008
- 4x200 sl maschile
Brembilla, Rosolino, Cassio e Magnini

Doha 2014
4x50 mixed mista
- Bonacchi, Scozzoli, Di Pietro, Ferraioli

4x100 sl femminile
Ferraioli, Di Pietro, Pezzato, Pellegrini

4x50 stile libero maschile
- Dotto, Orsi, Magnini, Belotti

Windsor 2016
4x50 stile libero femminile
- Di Pietro, Ferraioli, Pezzato, Pellegrini

Vai ai risultati

vai al sito ufficiale

foto G.Scala deepbluemedia.eu
fotoriproduzione vietata

Pubblicato in News Nuoto

Giornata di chiusura al WFCU Centre di Windsor, sede dei tredicesimi campionati mondiali in vasca corta. Dopo i due argenti della 4x100 stile libero e della 4x50 mista, protagoniste ancora le staffetta femminili. Nella gara di apertura, centra l'ingresso in finale la 4x50 stile libero: Silvia Di Pietro (24"64), Erika Ferraioli (24"15), Aglaia Pezzato (24"73) e Federica Pellegrini (24"63) chiudono con il sesto crono di 1'38"15. Davanti a tutte le velociste della Danimarca (Jensen, Nielsen, Beckmann, Ottesen) che chiudono in 1'37"38. Per la campionessa mondiale dei 200 stile libero un ingresso soft in acqua dopo due giorni di riposo: "L'importante era passare il turno - dichiara la Pellegrini, a caccia della settima medaglia iridata della carriera. La mattina è sempre difficile avere il ritmo giusto, ora vediamo nel pomeriggio". La ventottenne di Spinea chiuderà anche la 4x100 mista prendendo il testimone della farfalla da Silvia Di Pietro: "Siamo consapevoli di essere competitive - aggiunge la romana protagonista delle due staffette d'argento qui a Windsor - dal momento che decidiamo di scendere in vasca e spendere tante energie, cerchiamo di raggiungere l'obiettivo massimo. Nella mista ho cercato di gestirmi perchè sto accusando di più la fatica". 
In chiusura di mattinata va veloce anche la 4x100 mista con Federica Pellegrini (53"26) ancora protagnista insieme a Silvia Scalia (58"50), Martina Carraro (1'05''66) e Silvia Di Pietro (57''18). Le azzurre chiudono a quinte in 3'54"60 a tre decimi dal record italiano. "Per questa mattina va bene così - ripete Fede che proverà a trascinare entrambe le staffette nel pomeriggio - abbiamo spinto e siamo andate forte. Nel pomeriggio vediamo di migliorarci". In testa gli Stati Uniti (Moffit, Hannis, Gibson, Weir) che chiudono in 3'52"85.

FINALI DEL POMERIGGIO. Piatto ricco nell'ultimo pomeriggio sulla riva desta del fiume Detroit. A partire dalle 60 vasche che attendono l'olimpionico Gregorio Paltrinieri nei "suoi" 1500 stile libero. Il campione e primatista mondiale della distanza non ha deluso le aspettative chiudendo in testa con (14'24"39) le batterie e si prepara a scartare il suo regalo di natale insieme al "gemello diverso" dei Morini's boys, Gabriele Detti, che superate le fatiche della prima giornata nei 400 stile libero, ha centrato l'ingresso nella gara di cui è bronzo olimpico a Rio. Segnale orario 00.37. Corsia 4 per il ventiduenne di Carpi, che all'ultima edizione della rassegna iridata a Doha vinse il primo oro mondiale della carriera, cui seguì il grande slam con il mondiale in lunga a Kazan, l'oro europeo col record mondiale di 14'08"06 - che cancellò il precedente di Grant Hackett vecchio di 14 anni. Corsia 1 invece per Detti che potrà agire indisturbato da outsider. In finale stavolta non ci sarà il cinese Sun Yang (così come a Rio), ma il coreano Park Tae-hwan tornato ai vecchi fasti con due ori nei 200 e 400 stile libero qui a Windsor. Aprirà il programma a mezzanotte la 4x50 stile libero che tenerà di salire sul podio così come quella sulla distanza doppia. Poi sarà la volta di Luca Dotto nella gara "regina" dei 100 stile libero. Una progressione costante per il veneto che torna a giocarsi un podio mondiale in corta dopo quattro anni, quando a Istanbul 2012 fu quarto a due centesimi dalla medaglia. In testa al gruppo l'americano Blake Pieroni, oro olimpico con la 4x100 stile libero. Curiosità per il coreano Park Tae-Hwan, che in corsia sei disputerà la gara regina della velocità dopo i 1500 sl. Si giocherà le sue chances nei 50 rana anche il rinato Fabio Scozzoli, tornato ad un podio mondiale (bronzo nei 100 rana) dopo quattro anni di pausa. Il romagnolo tornato ad Imola con Cesare Casella, partirà col quinto tempo con una prospettiva di migliorare il quinto posto di due anni fa a Doha. In testa, un po' a sorpresa, il russo Kirill Prigoda, campione della 4x50 stile libero, unico sotto i 26 secondi (25"95); poi il campione in carica, il brasiliano Felipe Lima (secondo in 26"08), parimerito con il sudafricano Giulio Zorzi, bronzo a Barcellona 2013 in lunga quando vinse il suo compagno di allenamenti con Dirk Lange in Austria, Cameron Van der Burg.
Tour de force per Silvia di Pietro attesa nella finale dei 50 stile libero dopo le due staffette. La ventitreenne romana parte dal terzo posto delle semifinale avendo nuotato ad un centesimo dal suo record italiano (24"03). Un mondiale fin qui di duro lavoro ma di grandi soddisfazioni come i due argenti conquistati e la prospettiva di tre finali disputare come protagonista. Insieme a lei la compagna di allenamenti con il tecnico Mirko Nozzolillo a Roma, Erika Ferraioli che fu settima due anni fa a Doha. Le azzurre dovranno stavolta metterci il killer istinct che di certo non manca all'olimpionica Ranomi Kromowidjojo, campionessa in carica e già argento nei 100 stile libero, che partirà in corsia quattro. Chiuderà il programma e i campionati la staffetta 4x100 mista che tenterà di scendere sotto il record italiano per ambire a un podio difficile ma non impossibile. 

Domenica 11 dicembre
Ore 15.30 - batterie
4x50 sl F
R.I. Italia (Di Pietro, Ferraioli, Pezzato, Galizi) 1'35"78 il 7/12/2014 ai mondiali di Doha
6. Italia 1'38"15 qual. alla finale
Di Pietro 24"64, Ferraioli 24"15, Pezzato 24"73, Pellegrini 24"63

200 dorso M
nessun italiano in gara

200 rana F
nessuna italiana in gara

4x100 mista M
Nessun italiano in gara

4x100 mista F
R.I. Italia (Barbieri, Castiglioni, Di Liddo, Pezzato) 3'54"32 il 7/12/2014 ai mondiali di Doha
5. Italia 3'54"60 qual. alla finale
Scalia 58"50, Carraro 1'05"66, Di Pietro 57"18, Pellegrini 53"26

Lunedì 12 dicembre
Ore 00.30 - Finali
4x50 SL F
R.I. Italia (Di Pietro, Ferraioli, Pezzato, Galizi) 1'35"78 il 7/12/2014 ai mondiali di Doha
Italia 

1500 SL M
R.M. 14'08"06 di Gregorio Paltrinieri il 4/12/2015 agli europei di Netanya
Gregorio Paltrinieri
Gabriele Detti
 (pp 14'18"00 del 2015)

100 SL M
R.I. 46"04 di Marco Orsi il 19/04/2015 a Riccione
Luca Dotto (pp 46"68 del 2010)

200 RANA F
nessuna italiana in gara

200 DORSO M
nessun italiano in gara

50 RANA M
R.I. 25"72 di Fabio Scozzoli il 10/08/2013 a Berlino
Fabio Scozzoli 

50 SL F
R.I. 24"03 di Silvia Di Pietro il 6/12/2015 agli europei di Netanya
Silvia Di Pietro 
Erika Ferraioli (pp 24"09 del 2014) 

4X100 MISTA M
nessun italiano in gara

4X100 MISTA F
Italia

Vai ai risultati

vai al sito ufficiale

foto G.Scala deepbluemedia.eu
fotoriproduzione vietata

Pubblicato in News Nuoto

Nessun italiano in finale nella quinta e penultima giornata dei mondiali al WFCU Centre di Windsor, ma brillano nelle semifinali tutti gli azzurri impegnati che passano il turno aggiungendosi a Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti, qualificati nei 1500 sl dalle batterie.
L'ultima giornata si annuncia ricca di emozioni; in finale 6 presenze individuali e le staffette femminili 4x50 stile libero e 4x100 mista femminili con Federica Pellegrini.
Torna a giocarsi un podio mondiale in corta dopo 4 anni Luca Dotto, che chiude le semifinali dei 100 stile libero al quinto posto in 47"17 (22"64), toccando 65 centesimi più veloce delle batterie e dando la sensazione di un miglior assetto in acqua e una nuotata più sciolta. "Sono contento, rispetto alle batterie avevo più energia, ho nuotato meglio e mi sono disteso bene - commenta a caldo il veneto allenato da Claudio Rossetto, che ha come migliore piazzamento il quarto posto a Istanbul nel 2012 quando perse il podio di 2 centesimi - a questo punto penso di limare qualcosa in finale. Devo riuscire a passare un pelino più forte, intorno ai 22"3. Il ritorno va bene e me la posso giocare. Purtroppo non nuoto sotto i 47secondi da quattro anni, ma le condizioni ci sono e in finale posso giocarmela". In testa l'americano Blake Pieroni, oro olimpico con la 4x100 stile libero, che si migliora di 6 centesimi rispetto al mattino e tocca in 46"70. Curiosità per il coreano Park Tae-Hwan, campione olimpico a Pechino 2008 nei 400 stile libero e squalificato nel 2015 per 18 mesi per positività al testosterone, che sarà avversario in finale sia di Luca Dotto nei 100 stile libero (quarto tempo, in 46"89) sia di Gregorio Paltrinieri nei 1500 stile libero (secondo in 14'30"14). Dopo l'olimpiade di Rio fallimentare, lo stileliberista asiatico sembra rinato e rinvigorito, avendo conquistato un doppio oro nei 200 e 400 stile libero. 
In finale ci sarà ancora una volta Silvia Di Pietro che illumina i 50 stile libero nuotati ad un centesimo dal record italiano e chiusi in 24"04. La romana, doppio argento iridato in staffetta nella 4x100 stile libero e 4x50 mista, si migliora di 17 centesimi rispetto alle batterie e tocca col terzo tempo; avanti a lei, nell'altra batteria, domina l'olandese Ranomi Kromowidjojo, campionessa in carica e già argento nei 100 stile libero, che sembra di un altro pianeta e tocca in 23"67. Poi la danese Jeannette Ottesen, oro nei 50 farfalla, che è seconda in 23"99. "Stavolta sono contenta, anche se riesco sempre a sbagliare qualcosa pure in una gara apparentemente perfetta - racconta la velocista romana, quinta nei 50 farfalla che ottiene la prima finale iridata della specialità in carriera - La chiusura poteva riuscire meglio. Questa finale è una roulette russa. Si può far bene, come sbagliare per un niente. Ce la giocheremo tutte". 
Insieme a lei la compagna di staffetta Erika Ferraioli - due anni fa settima a Doha - che, oltre alle medaglie, condivide con Di Pietro l'allenatore Mirko Nozzolillo. Per la trentenne romana, in carriera quattro medaglie iridate tutte in staffetta, una prova in linea con la batteria e sesto posto in 24"18, a pari merito con la coetanea statunitense Amanda Weir. "Ho temuto lo spareggio, ma volevo questa finale e penso di essermela meritata - commenta l'atleta di Esercito e Aniene, mai sul podio iridato in una gara individuale - ero più contratta rispetto al mattino. Forse un po' di emozione, perchè sapevo di giocarmi tanto. In finale cercherò di essere tranquilla perchè non ho niente da perdere. Cercheremo insieme a Silvia (Di Pietro, ndr) di dare il massimo senza essere condizionate dall'emozione".
Infine entra nella finale dei 50 rana anche il rinato Fabio Scozzoli, bronzo nei 100, che partirà col quinto tempo in 26"11. Un netto miglioramento rispetto al 26"57 delle batterie per il romagnolo che punta a migliorare il quinto posto di due anni fa a Doha. "In generale non riesco ad esprimermi bene nei 50 al mattino - afferma il campione dal mondo dei 100 rana a Istanbul nel 2012 tornato alla ribalta dopo due anni - il pomeriggio mi vengono più naturali. Sono soddisfatto. Dopo il 25"6 lanciato in staffetta questo tempo è in linea con le aspettative. In finale saremo tutti lì, racchiusi in pochi centesimi, e conterà il dettaglio". In testa, un po' a sorpresa, il russo Kirill Prigoda, campione della 4x50 stile libero, unico sotto i 26 secondi (25"95); poi il campione in carica, il brasiliano Felipe Lima (secondo in 26"08), parimerito con il sudafricano Giulio Zorzi, bronzo a Barcellona 2013 in lunga quando vinse il suo compagno di allenamenti con Dirk Lange in Austria, Cameron Van der Burg. Per il campione uscente e miglior performer stagionale (25"75) solo il settimo crono in 26"20. Domenica 11 dicembre, dunque, un piatto ricco per gli appassionati che potranno seguire la diretta alle 00.30 dl lunedì 12 su Rai Sport 1, per un finale che si annuncia scoppiettante.

Domenica 11 dicembre
Ore 00.30 - FINALI 
4X50 MISTA M
nessun italiano in gara

200 MISTI F
nessuna italiana in gara

100 sl M
R.I. 46"04 di Marco Orsi il 19/04/2015 a Riccione
5. Luca Dotto 47"17 qual. alla finale (pp 46"68 del 2010)

100 farfalla F
nessua italiana in gara

50 FARFALLA M
nessun italiano in gara

50 sl F
R.I. 24"03 di Silvia Di Pietro il 6/12/2015 agli europei di Netanya
3. Silvia Di Pietro 24"04 qual. alla finale
6. Erika Ferraioli 24"18 (pp 24"09 del 2014) qual. alla finale

50 rana M
R.I. 25"72 di Fabio Scozzoli il 10/08/2013 a Berlino
5. Fabio Scozzoli 26"11 qual. alla finale

50 DORSO F
nessuna italiana in gara

400 MISTI M
nessun italiano in gara

100 RANA F
nessuna italiana in gara

4X200 SL F
nessun italiano in gara

MEDAGLIERE (1 - 2 - 1)

ORO
Federica Pellegrini nei 200 stile libero in 1'51"75 *

ARGENTO
4x100 stile libero femminile in 3'30"28
Ferraoli, Di Pietro, Pezzato, Pellegrini 

4x50 mista femminile in 1'45"38 record italiano 
Scalia, Carraro, Di Pietro, Ferraioli

BRONZO
Fabio Scozzoli nei 100 rana in 57"04

RECORD ITALIANI (1)
4X50 mista F
Italia (Scalia 26"96 pp, Carraro 30"12, Di Pietro 24"88, Ferraioli 23"42) 1'45"38 

PRIMATI PERSONALI (7)

50 rana F
Martina Carraro 30"43 in batteria

200 farfalla M *
Giacomo Carini 1'53"92 in batteria

200 sl F *
Federica Pellegrini 1'51"73 in finale (medaglia d'oro)

100 farfalla M
Giacomo Carini 52"43 in batteria

200 stile libero M
Luca Dotto 1'44"27 in batteria

50 dorso F
Silvia Scalia 26"96 in prima frazione 4x50 mista
Silvia Di Pietro 26"95

* migliori prestazioni italiane in tessuto

MEDAGLIERE STORICO ITALIA
6 ori - 20 argenti - 14 bronzi = 40
1993 Palma de Maiorca 0-1-0 = 1
1995 Rio de Janeiro 0-0-0 = 0
1997 Goteborg 0-0-0 = 0
1999 Hong Kong 0-1-1 = 2
2000 Atene 0-1-2 = 3
2002 Mosca 0-0-1 = 1
2004 Indianapolis 0-1-0 = 1
2006 Shanghai 2-7-3 = 12
2008 Manchester 0-2-2 = 4
2010 Dubai 0-1-1 = 2
2012 Istanbul 2-2-0 = 4
2014 Doha 1-2-3 = 6
2016 Windsor 1-2-1 = 4

MEDAGLIATI INDIVIDUALI - 16

Medaglie d'oro (4)
Fabio SCOZZOLI - 100 rana (2012)
Ilaria BIANCHI - 100 farfalla (2012)
Gregorio PALTRINIERI - 1500 sl (2014)
Federica PELLEGRINI - 200 sl (2016)

Medaglie d'argento (16)
Luca BIANCHIN - 200 dorso (1993)
Simone ERCOLI - 1500 sl (2004)
Domenico FIORAVANTI - 100 rana (1999)
Massimiliano ROSOLINO - 200 sl (2000) e 400 sl (2008) 
Filippo MAGNINI - 100 sl (2006 e 2008) e 200 sl (2006)
Luca MARIN - 400 misti (2006)
Alessandro TERRIN - 50 rana (2006)
Francesca SEGAT - 200 farfalla (2006)
Alessia FILIPPI - 400 misti (2006)
Federica PELLEGRINI - 200 sl (2006)
Fabio SCOZZOLI - 100 rana (2010)
Gregorio PALTRINIERI - 1500 sl (2012)
Marco ORSI - 50 sl (2014)

Medaglie di bronzo (10)
Christian MINOTTI - 1500 sl (2002)
Massimiliano ROSOLINO - 400 sl (1999, 2000, 2006), 200 misti (2000), 200 sl (2006 e 2008)
Federica PELLEGRINI - 400 sl (2006 e 2010)
Fabio SCOZZOLI - 100 rana (2016)

STAFFETTE (2 - 4 - 4)

Medaglie d'oro (2) entrambe a Shanghai 2006
- 4x100 sl maschile
Calvi, Lanzarini, Galenda, Magnini

- 4x200 sl maschile
Rosolino, Pelliciari, Cassio, Magnini

Medaglie d'argento (4)

Istanbul 2012
- 4x100 sl maschile
Dotto, Orsi, Santucci, Magnini

Doha 2014
- 4x200 sl maschile
D'Arrigo, Belotti, Di Fabio, Magnini

Windsor 2016
- 4x100 sl femminile
Ferraioli, Di Pietro, Pezzato, Pellegrini

Windsor 2016
- 4x50 mista femminile
Scalia, Carraro, Di Pietro, Ferraioli

Medaglie di bronzo (4)

Manchester 2008
- 4x200 sl maschile
Brembilla, Rosolino, Cassio e Magnini

Doha 2014
4x50 mixed mista
- Bonacchi, Scozzoli, Di Pietro, Ferraioli

4x100 sl femminile 
Ferraioli, Di Pietro, Pezzato, Pellegrini

4x50 stile libero maschile
- Dotto, Orsi, Magnini, Belotti

Vai ai risultati

vai al sito ufficiale

foto G.Scala deepbluemedia.eu
fotoriproduzione vietata

Pubblicato in News Nuoto
Pagina 1 di 2

Ultimi 4 articoli NUOTO