Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Eventi Nuoto

11
Dic
2018
XIV Campionato Mondiale in vasca corta





20
Dic
2018
Energy for Swim 2018 - (vasca 25m) - annullato





16
Feb
2019
1ª tappa Grand Prix d'Inverno: Meeting del Titano - (vasca 50m)





01
Mar
2019
2ª tappa Grand Prix d'Inverno: VIII Trofeo Città di Milano - (vasca 50m)





Articoli filtrati per data: Novembre 2015 - FIN - Federazione Italiana Nuoto
Domenica, 29 Novembre 2015

Europei a Netanya. Iscrizioni gara

Vigilia della partenza per Netanya, sede dei 18esimi campionati europei di nuoto in vasca corta in programma dal 2 al 6 dicembre. Si gareggerà al "National Olympic Swimming Pool", con tribune da 2500 posti; impianto inaugurato nel 2013 nel centro di preparazione olimpica ed educazione fisica del paese. Quarantasette le nazioni partecipanti; Italia presente con 36 atleti. Batterie alle 9.30; semifinali e finali alle 17.30 con diretta su Rai Sport 2 (in Italia -1h).  
Seguono le iscrizioni gara degli azzurri day by day, i record italiani e le migliori prestazioni in tessuto ed i primati personali. Martedì alle 14 italiane è in programma la riunione tecnica. 

Mercoledì 2 dicembre
Batterie
100 farfalla M
RI di Matteo Rivolta in 50"10 l'8/11/2015 a Legnano
- Matteo Rivolta
- Piero Codia pp 51"20 del 2013
- Simone Geni pp 51"80 del 2015
- Federico Bussolin pp 52"31 del 2015
50 rana F
RI di Lisa Fissneider in 30"39 il 12/12/2013 a Herning
- Ilaria Scarcella pp 30"76 del 2015
- Martina Carraro pp 30"82 del 2015
50 rana M
RE di Fabio Scozzoli in 25"72 il 10/8/2013 a Berlino
- Fabio Scozzoli
- Andrea Toniato pp 26"52 del 2014
- Luca Pizzini pp 27"70 del 2015
400 misti F
RI di Alessia Filippi in 4'26"06 il 14/12/2008 a Rijeka
Migliore prestazione in tessuto di Alessia Filippi in 4'29"86 il 22/11/2007 a Viareggio
- Luisa Trombetti pp 4'32"15 del 2015
- Stefania Pirozzi pp 4'33"28 del 2014
- Alessia Polieri pp 4'34"20 del 2011
- Ilaria Cusinato pp 4'37"64 del 2015
400 stile libero M
RI di Emiliano Brembilla in 3'37"57 il 10/12/2009 a Istanbul
Migliore prestazione in tessuto di Massimiliano Rosolino in 3'39"55 il 3/2/2006 a East Meadow
- Gabriele Detti pp 3'40"28 del 2014
- Gregorio Paltrinieri pp 3'45"17 del 2012
100 dorso F
RI di Elena Gemo in 57"35 il 12/12/2008 a Rijeka
Migliore prestazione in tessuto di Arianna Barbieri in 58"02 il 12/12/2012 a Istanbul
- Elena Gemo pp in tessuto pp 58"22 del 2015
- Margherita Panziera pp 59"18 del 2015
200 dorso M
RI di Damiano Lestingi in 1'51"59 il 22/11/2009 a Riccione
Migliore prestazione in tessuto di Damiano Lestingi in 1'51"84 del 25/11/2010 a Eindhoven
- Simone Sabbioni pp 1'53"62 del 2015
- Luca Mencarini pp 1'53"79 del 2013
- Lorenzo Mora pp 1'53"93 del 2015
- Niccolò Bonacchi pp 1'55"32 del 2015
4x50 stile libero M
RI della Nazionale in 1'23"37 il 14/12/2008 a Rijeka
con Alessandro Calvi, Marco Orsi, Mattina Nalesso e Filippo Magnini
800 stile libero F
RI di Alessia Filippi in 8'04"53 il 12/12/2008 a Rijeka
Migliore prestazione in tessuto di Alessia Filippi in 8'12"84 il 14/12/2007 a Debrecen
- Diletta Carli pp 8'18"39 del 2015
- Martina Rita Caramignoli pp 8'19"95 del 2015
- Aurora Ponselè pp 8'20"18 del 2013
- Erica Musso pp 8'28"04 del 2012

Semifinali e finali
17:30 50 rana M semifinali
17:38 50 rana F semifinali
17:46 200 dorso M finale
17:53 400 misti F finale
18:02 400 stile libero M finale
18:16 100 dorso F semifinali
18:30 100 farfalla M semifinali
18:39 50 rana F finale
18:43 50 rana M finale
18:52 4x50 stile libero M finale

Giovedì 3 dicembre
Batterie
200 stile libero M
RI di Filippo Magnini in 1'41"65 il 13/12/2009 a Istanbul
Migliore prestazione in tessuto di Filippo Magnini in 1'42"54 il 10/12/2006 a Hensinki
- Filippo Magnini
50 farfalla F
RI di Silvia Di Pietro in 25"38 il 5/12/2014 a Doha
- Silvia Di Pietro
- Ilaria Bianchi pp 25"62 del 2013
- Elena Gemo pp 26"22 del 2010
200 rana M
RI di Edoardo Giorgetti in 2'03"80 il 18/12/2009 a Manchester
Migliore prestazione in tessuto di Edoardo Giorgetti in 2'05"38 il 22/12/2012 a Roma
- Luca Pizzini pp 2'06"44 del 2013
100 stile libero F
RI di Erika Ferraioli in 52"58 il 14/11/2015 a Massarosa
- Erika Ferraioli
- Federica Pellegrini pp 52"86 del 2013
- Aglaia Pezzato pp 53"92 del 2015
- Chiara Masini Luccetti pp 54"20 del 2015
100 dorso M
RI di Damiano Lestingi in 50"65 il 13/12/2009 a Istanbul
Migliore prestazione in tessuto di Damiano Lestingi in 50"99 il 15/12/2010 a Dubai
- Simone Sabbioni pp 51"01 del 2015
- Niccolò Bonacchi pp 51"56 del 2014
- Lorenzo Mora pp 51"89 del 2015
- Luca Mencarini pp 53"54 del 2015
100 misti F
RI Francesca Segat 59"56 il 29/11/2008 a Genova
Migliore prestazione in tessuto di Laura Letrari in 59"97 il 5/8/2011 a Ostia
- Ilaria Bianchi pp 1'00"70 del 2015
- Ilaria Cusinato pp 1'00"95 del 2015
400 misti M
RI di Luca Marin in 4'01"71 l'8/12/2006 a Helsinki
- Federico Turrini pp 4'02"60 del 2013
4x50 mista mista
RI della Nazionale in 1'37"90 il 4/12/2014 a Doha
con Niccolò Bonacchi, Fabio Scozzoli, Silvia Di Pietro ed Erika Ferraioli
1500 stile libero M
RE di Gregorio Paltrinieri in 14'16"10 il 7/12/2014 a Doha
- Gregorio Paltrinieri
- Gabriele Detti pp 14'29"94 del 2014

Semifinali e finali
17:30 50 farfalla F semifinali
17:38 200 stile libero M finale
17:45 200 rana M finale
17:52 100 stile libero F semifinali
18:06 400 misti M finale
18:20 100 dorso F finale
18:25 100 dorso M semifinali
18:39 100 misti F semifinali
18:53 100 farfalla M finale
18:58 800 stile libero F finale
19:10 50 farfalla F finale
19:19 4x50 mista mista finale

Venerdì 4 dicembre
Batterie
100 rana F
RI di Lisa Fissneider in 1'05"28 il 15/12/2013 a Herning
- Ilaria Scarcella pp 1'06"19 del 2009 / pp in tessuto 1'06"29 del 2015
- Martina Carraro pp 1'06"99 del 2015
50 stile libero M
RI di Marco Orsi in 20"69 il 5/12/2014 a Doha
- Marco Orsi
- Federico Bocchia pp 21"27 del 2012
- Giuseppe Guttuso pp 21"87 del 2015
- Piero Codia pp 22"02 del 2014
200 dorso F
RI di Federica Pellegrini in 2'03"75 il 22/11/2013 a Viareggio
- Federica Pellegrini
- Margherita Panziera pp 1'59"80 del 2015
100 rana M
RI di Fabio Scozzoli in 56"49 l' 8/8/2013 a Eindhoven
- Fabio Scozzoli
- Andrea Toniato pp 58"69 del 2014
- Luca Pizzini pp 59"28 del 2009 / pp in tessuto 59"52 del 2015
200 farfalla F
RI di Francesca Segat in 2'04"92 il 29/11/2008 a Genova
Migliore prestazione in tessuto di Alessia Polieri in 2'05"52 il 3/12/2014 a Doha
- Alessia Polieri pp 2'05"52 del 2014
- Stefania Pirozzi pp 2'05"95 del 2015
200 misti M
RI di Federico Turrini in 1'54"53 il 20/4/2013 a Verona
- Federico Turrini
- Simone Geni pp 1'57"38 del 2013
- Luca Pizzini pp 1'58"67 del 2015
4x50 stile libero F
RI della Nazionale in 1'35"78 il 7/12/2014 a Doha
Silvia Di Pietro, Erika Ferraioli, Aglaia Pezzato e Giada Galizi

Semifinali e finali
17:30 50 stile libero M semifinali
17:38 100 stile libero F finale
17:43 100 rana M semifinali
17:52 200 dorso F finale
18:04 200 misti M finale
18:11 200 farfalla F finale
18:23 100 rana F semifinale
18:37 100 dorso M finale
18:47 100 misti F finale
18:52 1500 stile libero M finale
19:15 50 stile libero M finale
19:24 4x50 stile libero F finale

Sabato 5 dicembre
Batterie
50 farfalla M
RI di Marco Orsi in 23"09 il 13/11/2015 a Massarosa
- Matteo Rivolta pp 23"11 del 2015
- Piero Codia pp 23"15 del 2013
- Simone Geni pp 23"47 del 2015
50 dorso F
RI di Elena Gemo in 26"77 il 13/12/2008 a Rijeka
Migliore prestazione in tessuto di Arianna Barbieri in 26"98 il 24/11/2012 a Chartres
- Elena Gemo pp in tessuto 27"01 del 2013
- Erika Ferraioli pp 27"44 del 2015
- Margherita Panziera pp 28"32 del 2013
100 stile libero M
RI di Marco Orsi in 46"04 il 19/04/2015 a Riccione
- Marco Orsi
- Filippo Magnini pp 46"26 del 2009 / pp in tessuto 46"52 del 2005
- Federico Bocchia pp 48"20 del 2009 / pp in tessuto 48"47 del 2014
- Giuseppe Guttuso pp 48"66 del 2013
200 di stile libero F
RI di Federica Pellegrini in 1'51"17 il 13/12/2009 a Istanbul
Migliore prestazione in tessuto di Federica Pellegrini in 1'52"80 il 15/12/2013 a Herning
- Federica Pellegrini
- Chiara Masini Luccetti pp 1'55"93 del 2014
- Erica Musso pp 1'56"45 del 2015
- Stefania Pirozzi pp 1'57"52 del 2015
100 farfalla F
RI di Ilaria Bianchi in 56"13 il 16/12/2012 a Istanbul
- Ilaria Bianchi
- Silvia Di Pietro pp 57"40 del 2014
- Alessia Polieri pp 58"05 del 2010
100 misti M
RI di Marco Orsi in 52"15 il 13/11/2015 a Massarosa
- Simone Geni pp 53"73 del 2015
- Federico Turrini pp 53"86 del 2013
200 di misti F
RI di Francesca Segat in 2'06"21 il 10/12/2009 a Istanbul
Migliore prestazione in tessuto di Francesca Segat 2'08"38 il 18/12/2010 a Dubai
- Luisa Trombetti pp 2'09"34 del 2015
- Stefania Pirozzi pp 2'10"57 del 2014
- Ilaria Cusinato pp 2'11"48 del 2015
4x50 stile libero mista
RI della Nazionale in 1'29"22 il 6/12/2014 a Doha
con Luca Dotto, Marco Orsi, Silvia Di Pietro ed Erika Ferraioli

Semifinali e finali
17.15 premiazione nuotatori LEN dell'anno
17:30 50 dorso F semifinali
17:38 50 farfalla M semifinali
17:46 100 rana F finale
17:51 100 stile libero M semifinali
18:00 200 misti F finale
18:12 100 misti M semifinali
18:21 200 stile libero F finale
18:33 100 rana M finale
18:38 100 farfalla F semifinali
18:52 50 farfalla M finale
19:01 50 dorso F finale
19:05 4x50 stile libero mista

Domenica 6 dicembre
Batterie
50 stile libero F
RI di Erika Ferraioli in 24"09 il 7/12/2014 a Doha
- Erika Ferraioli
- Silvia Di Pietro pp 24"30 del 2014
- Aglaia Pezzato pp 24"79 del 2014
50 dorso M
RI di Niccolò Bonacchi in 23"39 il 4/12/2014 a Doha
- Niccolò Bonacchi
- Simone Sabbioni pp 23"58 del 2015
- Lorenzo Mora pp 24"50 del 2015
- Matteo Rivolta pp 24"59 del 2013
200 rana F
RI di Giulia De Ascentis in 2'20"93 il 13/12/2013 a Herning
- Ilaria Scarcella pp 2'22"58 del 2015
200 farfalla M
RI di Niccolò Beni in 1'53"72 il 21/11/2009 a Riccione
Migliore prestazione in tessuto di Federico Bussolin in 1'54"25 il 13/11/2015 a Massarosa
- Federico Bussolin
400 stile libero F
RI di Federica Pellegrini in 3'57"59 il 6/3/2011 a Ostia
- Erica Musso pp 4'02"97 del 2015
- Diletta Carli pp 4'03"08 del 2015
- Chiara Masini Luccetti pp 4'05"01 del 2014
- Martina Rita Caramignoli pp 4'05"98 del 2013
4x50 mista M
RI della Nazionale in 1'32"17 il 10/12/2009 a Istanbul
con Mirco Di Tora, Alessandro Terrin, Rudy Goldin e Filippo Magnini
4x50 mista
RI della Nazionale in 1'46"47 il 5/12/2014 a Doha
Elena Di Liddo, Arianna Castiglioni, Ilaria Bianchi ed Erika Ferraioli

Semifinali e finali
17.20 special olympics
17:30 50 stile libero F semifinali
17:38 50 dorso M semifinali
17:46 200 rana F finali
17:53 100 stile libero M finale
17:58 100 farfalla F finale
18:03 100 misti M finale
18:13 400 stile libero F finale
18:27 200 farfalla M finale
18:39 50 stile libero F finale
18:48 50 dorso M finale
19:02 4x50 mista F finale
19:19 4x50 mista M finale

consulta il sito ufficiale

nella foto l'atteso Marco Orsi (deepbluemedia.eu)

Pubblicato in News Nuoto
Domenica, 29 Novembre 2015

Europei a Netanya. Parola al dt Butini

Un'edizione storica. Per la prima volta Israele ospiterà una manifestazione internazionale di nuoto di livello assoluto. Sotto la spinta propulsiva della Ligue Europeenne de Natation, guidata dal presidente Paolo Barelli, dal 2 al 6 dicembre Netanya sarà teatro dei 18esimi campionati europei di nuoto in vasca corta. Si gareggerà al "National Olympic Swimming Pool", con tribune da 2500 posti; impianto inaugurato nel 2013 nel centro di preparazione olimpica ed educazione fisica del paese. Quarantasette le nazioni partecipanti, per aggiornare il relativo record. In gara trentasei nuotatori italiani convocati dal direttore tecnico della Nazionale Cesare Butini.
"Agli atleti già selezionati in base ai risultati della stagione in corso sono stati aggiunti Federico Bussolin e Simone Geni che, pur non avendo ottenuto il tempo limite richiesto per pochi centesimi, hanno ottenuto un notevole miglioramento prestativo. I nuotatori Giuseppe Guttuso, Niccolò Bonacchi e Aglaia Pezzato sono stati inseriti in formazione perché funzionali alle staffette. Nell'ambito di un progetto mirato alla valorizzazione dei giovani, in vista anche del prossimo quadriennio olimpico, sono stati inoltre convocati Lorenzo Mora e Ilaria Cusinato, atleti della fascia juniores che si sono distinti sia nella scorsa sia nell'attuale stagione e che hanno dimostrato attitudini per la vasca corta - sottolinea il direttore tecnico Butini - L'obiettivo è confermare il trend di medaglie delle ultime edizioni; cementare ulteriormente il gruppo in vista delle tappe di avvicinamento alle Olimpiadi e permettere ai più giovani di acquisire esperienza internazionale in vista del prossimo quadriennio. Siamo sicuri di poter competere per i primi posti della classifica per nazioni, che dà lo spessore di un movimento tenendo in considerazione i piazzamenti nel complesso. Cercheremo di esaltare individualità come Marco Orsi, Filippo Magnini, Federica Pellegrini, Gregorio Paltrinieri, Gabriele Detti ed Ilaria Bianchi e di far emergere le potenzialità di un gruppo che comunque è stato formato in un momento di lavoro e programmazione, come si evince dalle assenze più altisonanti di Luca Dotto e Arianna Castiglioni. Mi piacerebbe vedere le staffette protagoniste e sono fiducioso. Il campionato europeo in vasca corta è un appuntamento prestigioso ed importante e rappresenta un valido test nella stagione olimpica. L'obiettivo di tutti è ovviamente Rio de Janeiro, pertanto la valutazione delle prestazioni dovrà considerare anche il lavoro specifico che tutti stanno svolgendo nell'ambito di una programmazione che dovrà sbocciare in estate".
Per la prima volta il calendario gare si svilupperà in cinque giorni anziché quattro. La LEN ha inoltre stanziato 200.000 euro che saranno distribuiti per le migliori 12 prestazioni maschili e femminile e 500.000 euro a sostegno degli atleti e delle federazioni partecipanti. Israele - che nella storia della manifestazione ha conquistato 13 medaglie con 3 argenti e 10 bronzi - si presenta con una squadra altamente competitiva guidata dal mistista Gal Nevo, dai dorsisti Jonatan Kopelev, Guy Barnea e Yakov Toumarkin e dalla farfallista Amit Ivri. La lady dy ferro Katinka Hosszu è iscritta addirittura ad 11 gare individuali. "Saranno gare di altissimo livello e siamo felici di portare, insieme a tutte le altre delegazioni europee, il grande nuoto in Israele - conclude Butini - Sappiamo che c'è attesa e curiosità da parte di pubblico e istituzioni locali e che l'organizzazione ha curato tutto nel dettaglio, assicurando anche un adeguato livello di sicurezza. Purtroppo è impossibile non pensare a quanto di tragico sta accadendo in queste settimane, ma lo sport, e quindi il nuoto, è un veicolo di valori positivi e non si può fermare dinanzi al terrorismo".
La delegazione italiana raggiungerà Israele lunedì. Nel pomeriggio e martedì sono previsti gli allenamenti di rifinitura nella piscina di gara. La riunione tecnica, per definire le iscrizioni degli azzurri che il sito federale pubblicherà domenica, è in programma a Netanya martedì alle ore 15 locali, le 14 italiane. Le sessioni pomeridiane della manifestazione saranno trasmesse in diretta da Rai Sport 2. 

Convocati. Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre / Azzurra 91), Federico Bocchia (De Akker Team), Martina Rita Caramignoli (Fiamme Oro / Aurelia), Niccolò Bonacchi (Esercito / Nuotatori Pistoiesi), Diletta Carli (Fiamme Oro / Tirrenica), Federico Bussolin (Fiamme Azzurre / RN Florentia), Martina Carraro (Azzurra 91), Piero Codia (Esercito / CC Aniene), Aglaia Pezzato (Team Veneto), Gabriele Detti (Esercito / Team Lombardia), Ilaria Cusinato (Team Veneto), Simone Geni (Uisp Bologna), Silvia Di Pietro (Forestale / CC Aniene), Giuseppe Guttuso (Promogest), Erika Ferraioli (Esercito / CC Aniene), Filippo Magnini (CC Aniene), Elena Gemo (Forestale / CC Aniene), Luca Mencarini (Fiamme Oro / CC Aniene), Chiara Masini Luccetti (Forestale / Nuoto Livorno), Lorenzo Mora (Vigili del Fuoco Modena), Erica Musso (Fiamme Oro), Marco Orsi (Fiamme Oro / Uisp Bologna), Margherita Panziera (CC Aniene), Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro / Coopernuoto), Federica Pellegrini (CC Aniene), Luca Pizzini (Carabinieri / Bentegodi), Ilaria Scarcella (CC Aniene), Matteo Rivolta (Fiamme Oro / Team Insubrika), Aurora Ponselè (Fiamme Oro / CC Aniene), Simone Sabbioni (Esercito / SS9), Alessia Polieri (Fiamme Gialle / Imolanuoto), Fabio Scozzoli (Esercito / Imolanuoto), Stefania Pirozzi (Fiamme Oro / CC Napoli), Andrea Toniato (Fiamme Gialle / Team Veneto), Luisa Trombetti (Fiamme Oro / RN Torino), Federico Turrini (Esercito / Nuoto Livorno).

Staff. Consigliere federale Roberto Del Bianco; coordinatore tecnico settori agonistici Marco Bonifazi; direttore tecnico Cesare Butini; tecnici federali Stefano Franceschi, Tamas Gyertyanffy e Stefano Morini; tecnici Luca Corsetti, Matteo Giunta, Massimo Meloni, Mirko Nozzolillo e Roberto Odaldi; videoanalisi Ivo Ferretti; medico federale Lorenzo Marugo; fisioterapisti Stefano Amirante, Emiliano Farnetani e Maurizio Solaroli; relazioni esterne Laura Del Sette; ufficio stampa Francesco Passariello; giudici al seguito Barbara Caloi e Barbara Gasperini.

IL MEDAGLIERE STORICO DELL'ITALIA
1996 Rostock (Ger) 2 - 2 - 1 = 5
1998 Sheffield (Gbr) 1 - 2 - 1 = 4
1999 Lisbona (Por) 1 - 1 - 2 = 4
2000 Valencia (Esp) 7 - 1 - 1 = 9
2001 Anversa (Bel) 2 - 0 - 1 = 3
2002 Riesa (Ger) 5 - 2 - 2 = 9
2003 Dublino (Irl) 1 - 3 - 3 = 7
2004 Vienna (Aut) 3 - 3 - 2 = 8
2005 Trieste (Ita) 3 - 4 - 6 = 13
2006 Helsinki (Fin) 4 - 3 - 2 = 9
2007 Debrecen (Hun) 2 - 3 - 4 = 9
2008 Rijeka (Cro) 5 - 5 - 8 = 18
2009 Istanbul (Tur) 1 - 3 - 1 = 5
2010 Eindhoven (Ned) 4 - 7 - 7 = 18
2011 Stettino (Pol) 3 - 2 - 4 = 9
2012 Chartres (Fra) 4 - 2 - 3 = 9
2013 Herning (Den) 2 - 4 - 8 = 14
TOT. 50 ori - 47 argenti - 56 bronzi = 153 medaglie

consulta il sito ufficiale

Pubblicato in News Nuoto

Sessione di chiusura dell'annuale convegno di nuoto valido come aggiornamento curriculare per gli allenatori di I e II livello. Circa 250 i partecipanti per tre giorni di riflessioni, confronto e scambio esperenziale dalla periferia ai vertici.
L'ultima sessione del meeting - organizzato come di consueto al Grand Hotel Excelsior di Chianciano Terme - ha previsto una serie di relazioni per lo più prettamente tecniche.
In apertura il cittì della nazionale di nuoto di fondo Massimo Giuliani, peraltro sindaco della città di Piombino, ha analizzato i risultati ottenuti nella scorsa stagione e ha illustrato la programmazione nella stagione olimpica. Successivamente Matteo Giunta (tra l'altro tecnico di Federica Pellegrini e Filippo Magnini) e Luca Corsetti (che segue anche Simone Sabbioni) hanno condiviso le loro metodologie di allenamento per obiettivi a breve e medio-lungo termine.
Nel frattempo il direttore sportivo Gianfranco Saini aveva mostrato lo sviluppo cronometrico del nuoto attraverso lo studio analitico dei tempi e una serie di interessanti statistiche; infine Giovanni Dolfini, consigliere nazionale del Gruppo Ufficiali Gara, ha espresso delle considerazioni sulle recenti modifiche apportate al regolamento tecnico.
Così si sono conclusi tre giorni votati alla crescita del movimento attraverso la trasmissione di nozioni ed esperienze, che hanno stimolato il dibattito e alimentato la conoscenza tecnico-scientifica necessaria agli allenatori, ovvero ai principali promotori e insegnanti delle discipline acquatiche sul territorio.
Appuntamento al prossimo anno.

Seguono le medaglie del fondo nelle più importanti manifestazioni internazionali dell'ultima stagione.
 
Mondiali (1-0-2) a Kazan: oro di Simone Ruffini nei 25 Km, bronzi di Matteo Furlan nelle 5 e 25 Km; pass olimpici di Rachele Bruni, Simone Ruffini e Federico Vanelli nelle 10 Km.

Universiadi (1-2-1) a Gwangju: oro di Arianna Bridi, argenti di Matteo Furlan e Ilaria Raimondi, bronzo di Mario Sanzullo. Distanza nuotata 10 Km.

Eurojunior (2-0-2) a Tenero: oro di Alisia Tettamanzi e Andrea Manzi nei 7500 metri, bronzi di Emanuele Russo e Carlotta De Mattia nelle 5000 metri

foto di Giorgio Scala / Deepbluemedia.eu

Pubblicato in News Nuoto

Il convegno di formazione e aggiornamento curriculare per gli allenatori di nuoto di I e II livello - in svolgimento al Grand Hotel Excelsior di Chianciano Terme - è stato, come nel 2014, sede della proclamazione del vincitore del premio "Alberto Castagnetti", giunto alla seconda edizione. L'espressione di voto della giuria - presieduta dal vice presidente federale Manuela Dalla Valle e composta dal direttore tecnico della Nazionale Cesare Butini, dal direttore sportivo Gianfranco Saini, dai campioni Domenico Fioravanti, Massimiliano Rosolino, Novella Calligaris, Giorgio Lamberti e Luca Sacchi, dai giornalisti Camillo Cametti (responsabile della commissione stampa della Federation Internationale de Natation e della Ligue Europeenne de Natation), Tommaso Mecarozzi (Rai Sport), Carlo Verna (Radio Rai), Stefano Arcobelli (Gazzetta dello Sport), Paolo De Laurentiis (Corriere dello Sport), Giorgio Pasini (TuttoSport), Alessandro Pasini (Corriere della Sera), Alessandra Retico (la Repubblica), Giulia Zonca (Stampa), Christian Zicche (Swimbiz) e dall'esperto Roberto Perrone - ha premiato per il secondo anno consecutivo Stefano Morini, che con il 58% di preferenze ha preceduto Matteo Giunta ed Emauele Sacchi. Oltre ai finalisti, nella prima fase del concorso, avevano raccolto voti anche Fabrizio Antonelli, Luca Corsetti, Luciano Landi, Mirko Nozzolillo, Roberto Odaldi e Claudio Rossetto.
Accolto dagli applausi della platea - composta da circa 250 allenatori partecipanti - il vice presidente Manuela Dalla Valle ha proclamato il vincitore: "Si tratta di un momento molto emozionante - ha sottolineato commossa - perché ci consente di ricordare un amico ed un maestro come Alberto Castagnetti e di premiare un allenatore che continua a raccogliere risultati da tantissimi anni grazie all'impegno e alla passione. Complimenti Stefano!". "E' un piacere ricevere un premio così prestigioso - ha commentato Morini, che poi si è prestato ad una megafoto con tutti i partecipanti del corso - Vivo spesso dietro le quinte; perfino quando ci sono le gare dei miei ragazzi cerco una stanzetta nell'impianto per vederle da solo. Non mi piace apparire, ma in questo caso ne sono orgoglioso. Questo premio ricorda un grande amico, il più grande allenatore italiano e tra i migliori di tutti i tempi: il nostro Alberto. Ringrazio la Federnuoto, tutto il gruppo di lavoro del centro federale di Ostia e i miei ragazzi che mi permettono di divertirmi, migliorare e ottenere risultati. E' il secondo anno consecutivo che vinco il premio allenatore dell'anno. A questo punto spero che 'non ci sia due senza tre' ". 
Il premio sarà consegnato a Stefano Morini in occasione dei campionati italiani assoluti invernali, che si svolgeranno a Riccione il 18 e 19 dicembre.
In precedenza la seconda sessione del convegno era stata arricchita dalle relazioni del direttore sportivo del settore nuoto Gianfranco Saini, che nell'ambito di un approfondimento sulle proiezioni dei tempi, con particolare attenzione alla relazione tra l'argento negli 800 e l'oro nei 1500 di Gregorio Paltrinieri ai campionati mondiali di Kazan, ha presentato una app disponibile da dicembre per facilitare la proiezione cronometrica attraverso l'inserimento di tempi base; dall'intervento di Paolo Benini, professore aggregato di psicologia clinica all'Università di Siena e consulente per la preparazione mentale della FIV, che ha guidato la platea lungo un percorso di riflessioni sui meccanismi di funzionamento della mente quale opportunità e non limite prestativo, sull'interazione tra preparazione atletica e mentale e sulla figura del mental coach, che dovrebbe consentire all'atleta di sviluppare il massimo potenziale, riducendo al minimo gli elementi di interferenza considerati e valutati anche gli stimoli ricevuti da condizioni ambientali e di gara; da Antonio La Torre, allenatore dell'olimpionico Ivano Brugnetti nella 20 km di marcia ai Giochi di Atene 2004, professore associato di metodi e didattiche delle attività sportive all'Università di Milano, nonché membro del comitato tecnico-scientifico e coordinatore advisor della FIDAL, che ha parlato dei benefici, delle criticità e degli svantaggi degli allenamenti in altura nell'ambito di diverse preparazioni; da Marco Bonifazi, coordinatore tecnico-scientifico dei settori agonistici e del centro studi e professore associato di fisiologia all'Università di Siena, che ha illustrato le basi biologiche della periodizzazione, ovvero delle fasi e dei cicli di allenamento in diversi periodi storici e nell'ambito di una pianificazione pluriennale.
La sessione pomeridiana si è aperta col saluto del sindaco di Chianciano Terme Andrea Marchetti che ha ringraziato "il presidente Paolo Barelli per confermare Chianciano sede di molteplici convegni" ed ha invitato tutti i tecnici presenti "a vivere la cittadina anche al di fuori dell'ambito professionale per condividere gli spazi verdi ed i servizi turistici resi disponibili dall'amministrazione".
Successivamente sono state presentate tre relazioni di carattere scientifico e dall'eco internazionale. Giorgio Gatta, docente di scienza e tecnica degli sport natatori all'Università di Bologna, ha parlato degli aspetti biomeccanici della preparazione del nuotatore, ponendo l'accento sulle strumentazioni più evolute "spesso elaborate da allenatori statunitensi, che rivestono il ruolo di ricercatori" e sui dettami per ridurre al minimo la resistenza. Ivan Petrov, capo allenatore del Győri Úszó Sportegyesület che ha tra i suoi atleti Zsuzsanna Jakabos, ha raccontato l'esperienza nel team magiaro, l'organizzazione e gestione tecnica del nuoto in Ungheria ed ha illustrato le sue metodologie di allenamento. Poi Gian Mario Migliaccio, dottore di ricerca in scienza dello sport e sport physiologist presso lo Sport Science Lab, ha portato l'esperienza personale e dei suoi colleghi ricercatori per tendere a massimizzare l'allenamento attraverso tecniche di lavoro e verifica.
Domenica è in programma l'ultima sessione di lavoro.

PREMIO ALLENATORE DELL'ANNO A STEFANO MORINI
Stefano Morini è nato a Livorno il 17 novembre 1956. Dopo aver conseguito il titolo di maturità scientifica ed il diploma ISEF si è dedicato alla sua passione, il nuoto agonistico, diventando allenatore a tempo pieno della Livorno Nuoto fin dal 1982, quando non aveva che ventisei anni. Nel corso della sua notevole carriera ha allenato molti nuotatori di primo piano, tra i quali spiccano Federica Pellegrini, Gregorio Paltrinieri, Gabriele Detti, Ilaria Tocchini, Luis Alberto Laera, Cristina Chiuso, Lara Bianconi e Samuele Pampana. Dopo le prime esperienze negli staff della nazionale giovanile nella seconda parte degli anni ottanta, è entrato stabilmente tra i tecnici di riferimento della nazionale maggiore a partire dagli anni novanta. Dal 1998 al 2000 è il responsabile dell'area della farfalla all'interno del Progetto F.I.N. Point. Nel 2001 è stato chiamato al Centro Federale di Verona come Assistente del cittì Alberto Castagnetti. In questa veste, nella stagione 2003-04, è stato tra l'altro responsabile della preparazione della farfallista Paola Cavallino e della dorsista Alessandra Cappa, entrambe pervenute alla medaglia europea individuale in occasione dei campionati Europei di Madrid 2004. Erano trascorsi nove anni da quando un'altra sua allieva, Ilaria Tocchini, vincendo nel 1995 a Vienna l'argento nei 100 farfalla, conquistava l'ultima medaglia a livello individuale del settore femminile. A lui era affidata inoltre la conduzione ed il coordinamento della preparazione dei velocisti azzurri della 4x100 stile libero sia per Madrid 2004 che per i Giochi di Atene. Ha partecipato a tutti i successi della rappresentativa azzurra del quadriennio 2001-04, dai Mondiali di Fukuoka, agli Europei di Berlino e di Madrid, ai Giochi di Atene e successivamente a quelli del quadriennio 2005-08 (Mondiali di Montreal e Melbourne, Europei di Budapest ed Eindhoven, Olimpiadi di Pechino). Dall'autunno del 2004 fino a quello 2007 ha coordinato il “Progetto Pechino 2008”, che ha seguito e supportato la crescita dei giovani più brillanti delle varie specialità in prospettiva dei Giochi del 2008. Nel novembre 2009, dopo la scomparsa di Alberto Castagnetti, è stato chiamato al centro federale di Verona per seguire il gruppo degli atleti permanenti tra cui Emiliano Brembilla, Luca Marin, David Joseph Natullo, Federica Pellegrini e Cesare Sciocchetti. Sotto la sua guida Federica Pellegrini ha stabilito il record mondiale in corta a Istanbul dei 200 stile libero e vinto i 200 stile libero ai campionati europei di Budapest 2010. Terminata l'esperienza con la fuoriclasse veneta, nel gennaio 2011 diventa il responsabile tecnico del centro federale di Ostia iniziando un ciclo con giovani atleti che porta grandi frutti: nel 2012 l'espolsione di Gregorio Paltrinieri con gli ori europeo a Debrecen nei 1500 e 800 (poi finalista olimpico a Londra), il bronzo di Samuel Pizzetti nei 400 stile libero (che condivide con Arnd Ginter) e della staffetta 4x200; poi il terzo posto ai Mondiali di Barcellona 2013 di Paltrinieri nei 1500 e un 2014 da favola con due record europei negli 800 di Gabriele Detti e nei 1500 di Paltrinieri e le 6 medaglie di Berlino: 2 ori Paltrinieri (800/1500 sl), una di Stefania Pirozzi nella 4x200 sl e tre bronzi con Gabriele Detti (800/1500 sl) e Martina Rita Caramignoli (1500 sl). Nel 2015 arrivano ulteriori conferme, tra cui spiccano, l'oro iridato nei 1500 e l'argento negli 800 di Gregorio Paltrinieri a Kazan, la finale di Diletta Carli, settima nei 400 stile libero.

PREMIO INTITOLATO AD ALBERTO CASTAGNETTI
Maestro del nuoto italiano che ci ha lasciato il 12 ottobre 2009
Castagnetti nasce a Verona il 3 febbraio 1943. Da atleta partecipa ai Giochi Olimpici di Monaco 1972 e ai Mondiali di Belgrado 1973, inoltre conquista numerosi titoli italiani con le staffette e si piazza secondo nei 100 stile libero ai Campionati Assoluti di Napoli nel 1969.
Commissario tecnico della Nazionale Italiana di Nuoto ininterrottamente dal 1987, ha allenato nel passato campioni del calibro di Giorgio Lamberti, Roberto Gleria, Marcello Guarducci e Domenico Fioravanti.
Grazie alla sua conduzione l’Italia del Nuoto ha arricchito il medagliere olimpico con 4 ori, 2 argenti e 7 bronzi, diventando così una delle più rilevanti potenze mondiali.
Nel quadriennio che ci ha portato alle Olimpiadi di Pechino è cresciuta la striscia di risultati importanti sotto la sua direzione tecnica: dal primo storico oro olimpico al femminile di Federica Pellegrini nei 200 stile libero al doppio titolo mondiale di Filippo Magnini nei 100 stile libero, dai record mondiali della Pellegrini nei 200 e 400 stile libero, al primo oro europeo donne a Budapest 2006 nei 400 misti di Alessia Filippi, alle 60 medaglie internazionali (4 alle Olimpiadi, 5 ai Mondiali, 10 ai Mondiali in vasca corta, 21 agli Europei e 20 agli Europei in vasca corta) di Massimiliano Rosolino, al prestigioso primato continentale della 4x200 stile libero femminile.
Il post Giochi Olimpici 2008 è ripartito con ulteriori grandi soddisfazioni per Castagnetti, il CT più vincente del nuoto italiano. Il 2009, l'anno del Mondiale di Roma, si arricchisce del doppio oro con record del mondo di Federica Pellegrini nei 200 e 400 stile libero, dell'oro nei 1500 e bronzo negli 800 stile libero di Alessia Filippi.
Nel 2013 è stato inserito nella Hall of Fame del nuoto con sede a Fort Lauderdale, in Florida.

(foto di Giorgio Scala / Deepbluemedia.eu)

Pubblicato in News Nuoto
Venerdì, 20 Novembre 2015

Aperto il Convegno con 250 tecnici

Confronto, analisi, scambio esperenziale. A Chianciano Terme sono riuniti circa 250 allenatori di I e II livello per l'annuale Convegno di formazione e aggiornamento curriculare di nuoto.
Il focus di tre giorni si colloca tra i prestigiosi risultati ottenuti ai campionati mondiali di Kazan e nel pieno della preparazione per i Giochi Olimpici di Rio de Janeiro e si propone come evento imprescindibile per la sempre più ampia e coesa comunità degli allenatori di nuoto, come sottolineato dal consigliere federale Roberto Del Bianco, responsabile del Settore Istruzione Tecnica e coordinatore della commissione nuoto, che ha aperto i lavori presso l’Hotel Excelsior: "Per accrescere il movimento è fondamentale lo studio della metodologia, l'applicazione di sistemi tecnici, ma anche il confronto tra realtà diverse che necessitano attenzioni personalizzate. Lo sviluppo e il progresso, del resto, non possono eludere la condivisione, che si trasmette dalla base ai vertici, e viceversa, approfondendo e valutando i fattori formativi e prestativi, con la parte tecnica legata all'esecuzione e alla gestione della gara e dell'atleta".
Dopo i consuntivi della passata stagione agonistica assoluta e giovanile, il convegno prevede numerosi interventi di carattere scientifico ed esperienziale, fondamentali per tutti i tecnici che desiderano alzare il livello delle proprie competenze.
Le prime relazioni, ad opera del direttore tecnico della nazionale Cesare Butini e del tecnico federale responsabile delle nazionali giovanili Walter Bolognani, hanno approfondito i risultati della scorsa stagione e illustrato la programmazione verso le manifestazioni internazionali della prossima estate, con particolare attenzione alle Olimpiadi di Rio de Janeiro. Successivamente il tecnico federale Stefano Morini - finalista del premio allenatore dell'anno "Alberto Castagnetti" insieme a Matteo Giunta e a Emanuele Sacchi - ha illustrato la preparazione di Gregorio Paltrinieri, campione del mondo in vasca lunga e vasca corta nel corso della scorsa stagione e la gestione del lavoro degli atleti stanziali al centro federale di Ostia. Infine Andrea Di Nino, direttore tecnico A.D.N Swim Project ed allenatore di medagliati olimpici e mondiali, e Marco Aloi, direttore operativo della Consultinvest Basket Pesaro, hanno proposto una tematica dall'accento manageriale sulla gestione economica/operativa di un club (basket/nuoto) che si autogestisca finanziariamente.
Segue il riepilogo delle medaglie conquistate dalle nazionali italiane alle manifestazioni internazionali più importanti della scorsa stagione.

Mondiali a Kazan (1-3-1): oro di Gregorio Paltrinieri nei 1500 e argento negli 800, argento di Federica Pellegrini nei 200 stile libero e della 4x200 stile libero femminile, bronzo della 4x100 stile libero maschile per un totale di 12 finali.

Mondiali in vasca corta a Doha (1-2-3): oro di Gregorio Paltrinieri nei 1500, argento di Marco Orsi nei 50 stile libero e della 4x200 stile libero maschile, bronzo della 4x100 stile libero femminile, della 4x50 stile libero maschile e della 4x50 mixed mista per un totale di 18 finali.

Universiadi a Gwangyu (2-7-5): oro di Martina Caramignoli nei 1500 e della 4x100 mista femminile; argento di Christopher Ciccarese nei 100 dorso, Stefano Mauro Pizzamiglio nei 50 dorso, Elena Di Liddo nei 100 farfalla, Piero Codia nei 100 farfalla, Andrea Toniato nei 50 rana, Martina Caramignoli negli 800 e Alessia Polieri 200 farfalla; bronzo di Piero Codia nei 50 farfalla, Martina De Memme nei 200 e 400 stile libero, Marco Belotti nei 100 stile libero e Martina Carraro nei 50 rana.

Mondiali a Singapore (1-2-3) / m. 1997-00, f. 1998-01: oro di Simona Quadarella nei 1500 ed argento negli 800, argento di Nicolò Martinenghi nei 50 rana, bronzo della 4x100 stile libero maschile, di Linda Caponi nei 400 stile libero e di Giovanni Izzo nei 50 stile libero.

Giochi Europei a Baku (1-9-0) / m. 1997-98, f. 1999-00: oro di Sveva Schiazzano nei 1500; argento di Ilaria Cusinato nei 200 e 400 misti, Giulia Verona nei 100 e 200 rana, Elisa Scarpa Vidal nei 200 farfalla, Giacomo Carini nei 200 farfalla, Alessandro Miressi nei 100 stile libero, Giovanni Izzo nei 50 stile libero e della staffetta 4x100 stile libero maschile.

European Youth Olympic Festival a Tbilisi (3-0-1) / m. 1999-00, f. 2001-02: oro di Nicolò Martinenghi nei 100 rana e 200 rana e della staffetta 4x100 mista maschile, bronzo di Vanessa Cavagnoli nei 200 rana.

 

Pubblicato in News Nuoto
Giovedì, 19 Novembre 2015

Allenatore dell'anno. I finalisti

Matteo Giunta, Stefano Morini ed Emanuele Sacchi sono i finalisti della seconda edizione del premio “Allenatore di Nuoto dell’anno” intitolato ad Alberto Castagnetti. Questo l'esito della prima votazione della giuria presieduta dal vice presidente federale Manuela Dalla Valle e composta dal direttore tecnico della Nazionale Cesare Butini, dal direttore sportivo Gianfranco Saini, dai campioni Domenico Fioravanti, Massimiliano Rosolino, Novella Calligaris, Giorgio Lamberti e Luca Sacchi, dai giornalisti Camillo Cametti (responsabile della commissione stampa della Federation Internationale de Natation e della Ligue Europeenne de Natation), Tommaso Mecarozzi (Rai Sport), Carlo Verna (Radio Rai), Stefano Arcobelli (Gazzetta dello Sport), Paolo De Laurentiis (Corriere dello Sport), Giorgio Pasini (TuttoSport), Alessandro Pasini (Corriere della Sera), Alessandra Retico (la Repubblica), Giulia Zonca (Stampa), Christian Zicche (Swimbiz) e dall'esperto Roberto Perrone.
Nella prima fase delle votazioni ciascun membro della giuria ha espresso tre preferenze. Oltre ai finalisti, hanno raccolto voti anche Fabrizio Antonelli, Luca Corsetti, Luciano Landi, Mirko Nozzolillo, Roberto Odaldi e Claudio Rossetto.
Il vincitore sarà proclamato in occasione del Convegno Tecnico in programma dal 20 al 22 novembre a Chianciano.
Il riconoscimento sarà consegnato in occasione dei Campionati Italiani Assoluti Invernali, che si svolgeranno a Riccione il 18 e 19 dicembre.
La prima edizione del premio "Alberto Castagnetti" è stata vinta da Stefano Morini.

SCOPRIAMO I TRE FINALISTI

Matteo Giunta è nato a Pesaro il 7 maggio 1982. Dopo il diploma scientifico nel 2001, si laurea in Scienze Motorie all'Università di Torino nel 2006. Comincia l'attività di istruttore di nuoto nelle società Olympic 2000 e Club Med ed a 26 anni entra a far parte del progetto ADN Swim Project di Andrea Di Nino come assistant coach. Nel 2009, grazie alla collaborazione con Di Nino, partecipa ai campionati mondiali di Roma nello staff tecnico della nazionale tedesca e due anni dopo prende parte ai campionati mondiali di Shanghai come responsabile tecnico del Kenya. Con la nazionale africana collabora anche in occasione dei Giochi Olimpici di Londra. A fine 2012 partecipa ai campionati mondiali in vasca corta di Istanbul con la nazionale italiana in veste di preparatore atletico; ruolo che ricopre già dal 2009 con Filippo Magnini. Nel 2013 Federica Pellegrini torna ad allenarsi con Philippe Lucas, che comincia a seguire anche Filippo Magnini e che si avvale delle prestazioni di Giunta in qualità di vice allenatore e preparatore atletico. Nelle due stagioni successive Pellegrini conquista l'argento nei 200 stile libero ai campionati mondiali di Barcellona 2013 e due ori e un bronzo ai campionati europei di Berlino 2014, dove Magnini si piazza terzo con la staffetta veloce. A settembre Pellegrini e Magnini interrompono il sodalizio con Lucas e si affidano a Giunta. Ai campionati mondiali di Doha, nel dicembre 2014, Pellegrini è terza con la 4x100 stile libero e Magnini è secondo con la 4x200 e terzo con la 4x50 stile libero. Nel 2015, ai campionati mondiali di Kazan, Pellegrini è argento nei 200 stile libero e con la staffetta 4x200 e Filippo Magnini, a 33 anni, ritorna protagonista trascinando la staffetta 4x100 stile libero al bronzo iridato. Dal 2014 Matteo Giunta collabora in qualità di tecnico con lo staff della nazionale italiana. Tra gli atleti stranieri, seguiti durante la sua attività con la ADN Swim Project, ricordiamo Milorad Cavic, oro nei 50 e argento nei 200 farfalla ai campionati mondiali di Roma 2009, Evgeny Korotyshkin, argento olimpico a Londra 2012 nei 100 delfino, e Sergey Fesikov bronzo nella 4x100 stile libero ai Giochi di Londra 2012. Due le pubblicazioni principali: nel 2011 "Core EWork for swimmer. Arena Clinic"; nel 2014 esce "Il mio stile libero" di Federica Pellegrini cui collabora alla stesura.

Stefano Morini è nato a Livorno il 17 novembre 1956. Dopo aver conseguito il titolo di maturità scientifica ed il diploma ISEF si è dedicato alla sua passione, il nuoto agonistico, diventando allenatore a tempo pieno della Livorno Nuoto fin dal 1982, quando non aveva che ventisei anni. Nel corso della sua notevole carriera ha allenato molti nuotatori di primo piano, tra i quali spiccano Federica Pellegrini, Gregorio Paltrinieri, Gabriele Detti, Ilaria Tocchini, Luis Alberto Laera, Cristina Chiuso, Lara Bianconi e Samuele Pampana. Dopo le prime esperienze negli staff della nazionale giovanile nella seconda parte degli anni ottanta, è entrato stabilmente tra i tecnici di riferimento della nazionale maggiore a partire dagli anni novanta. Dal 1998 al 2000 è il responsabile dell'area della farfalla all'interno del Progetto F.I.N. Point. Nel 2001 è stato chiamato al Centro Federale di Verona come Assistente del cittì Alberto Castagnetti. In questa veste, nella stagione 2003-04, è stato tra l'altro responsabile della preparazione della farfallista Paola Cavallino e della dorsista Alessandra Cappa, entrambe pervenute alla medaglia europea individuale in occasione dei campionati Europei di Madrid 2004. Erano trascorsi nove anni da quando un'altra sua allieva, Ilaria Tocchini, vincendo nel 1995 a Vienna l'argento nei 100 farfalla, conquistava l'ultima medaglia a livello individuale del settore femminile. A lui era affidata inoltre la conduzione ed il coordinamento della preparazione dei velocisti azzurri della 4x100 stile libero sia per Madrid 2004 che per i Giochi di Atene. Ha partecipato a tutti i successi della rappresentativa azzurra del quadriennio 2001-04, dai Mondiali di Fukuoka, agli Europei di Berlino e di Madrid, ai Giochi di Atene e successivamente a quelli del quadriennio 2005-08 (Mondiali di Montreal e Melbourne, Europei di Budapest ed Eindhoven, Olimpiadi di Pechino). Dall'autunno del 2004 fino a quello 2007 ha coordinato il “Progetto Pechino 2008”, che ha seguito e supportato la crescita dei giovani più brillanti delle varie specialità in prospettiva dei Giochi del 2008. Nel novembre 2009, dopo la scomparsa di Alberto Castagnetti, è stato chiamato al centro federale di Verona per seguire il gruppo degli atleti permanenti tra cui Emiliano Brembilla, Luca Marin, David Joseph Natullo, Federica Pellegrini e Cesare Sciocchetti. Sotto la sua guida Federica Pellegrini ha stabilito il record mondiale in corta a Istanbul dei 200 stile libero e vinto i 200 stile libero ai campionati europei di Budapest 2010. Terminata l'esperienza con la fuoriclasse veneta, nel gennaio 2011 diventa il responsabile tecnico del centro federale di Ostia iniziando un ciclo con giovani atleti che porta grandi frutti: nel 2012 l'espolsione di Gregorio Paltrinieri con gli ori europeo a Debrecen nei 1500 e 800 (poi finalista olimpico a Londra), il bronzo di Samuel Pizzetti nei 400 stile libero (che condivide con Arnd Ginter) e della staffetta 4x200; poi il terzo posto ai Mondiali di Barcellona 2013 di Paltrinieri nei 1500 e un 2014 da favola con due record europei negli 800 di Gabriele Detti e nei 1500 di Paltrinieri e le 6 medaglie di Berlino: 2 ori Paltrinieri (800/1500 sl), una di Stefania Pirozzi nella 4x200 sl e tre bronzi con Gabriele Detti (800/1500 sl) e Martina Rita Caramignoli (1500 sl). Nel 2015 arrivano ulteriori conferme, tra cui spiccano, l'oro iridato nei 1500 e l'argento negli 800 di Gregorio Paltrinieri a Kazan, la finale di Diletta Carli, settima nei 400 stile libero.

Emanuele Sacchi è nato a Roma il 19 febbraio del 1969. Diplomato al liceo classico, è insegnante di educazione fisica dal 1994. Da sportivo è impegnato nell’attività giovanile di nuoto dal 1990 al 2001; in quel periodo gli atleti che segue ottengono podi dai campionati nazionali giovanili alle più importanti manifestazioni internazionali di categoria, tra cui spiccano campionati europei, Coppa Comen, Sei Nazioni. Dal 2005 è il tecnico responsabile del settore fondo del Circolo Aniene, dove allena Federica Vitale (argento iridato a Montreal 2005 nella 10 km e bronzo nella 25 km a Roma 2009) e, soprattutto, Valerio Cleri che porta alla vittoria nella 25 km di Roma 2009, bissata l'anno successivo a Roberval 2010 nella 10 km; l'atleta di Palestrina conquista anche due titoli europei nelle 25 km di Dubrovnik 2008 e Budapest 2010 e viene nominato atleta dell’anno 2010 dalla LEN e dalla FINA. In qualità di tecnico partecipa a due edizioni olimpiche, Pechino 2008 e Londra 2012. L'estate scorsa un altro suo atleta, Simone Ruffini, si impone nella 25 km iridata di Kazan e si qualifica ai Giochi di Rio 2016 insieme a Federico Vanelli, sempre da lui allenato, nella 10 km. Nel frattempo un altra sua atleta, Aurora Ponselè, nel 2014 conquista il bronzo nella 10 km ai campionati europei di Berlino. Tra i tanti campioni allenati anche Giorgia Consiglio, doppio argento mondiale a Roberval 2010 e Camilla Frediani che nel 2009 vince la classifica generale della coppa del mondo di gran fondo.

Il premio è intitolato da Alberto Castagnetti, maestro del nuoto italiano che ci ha lasciato poco più di sei anni fa.
Castagnetti nasce a Verona il 3 febbraio 1943. Da atleta partecipa ai Giochi Olimpici di Monaco 1972 e ai Mondiali di Belgrado 1973, inoltre conquista numerosi titoli italiani con le staffette e si piazza secondo nei 100 stile libero ai Campionati Assoluti di Napoli nel 1969.
Commissario tecnico della Nazionale Italiana di Nuoto ininterrottamente dal 1987, ha allenato nel passato campioni del calibro di Giorgio Lamberti, Roberto Gleria, Marcello Guarducci e Domenico Fioravanti.
Grazie alla sua conduzione l’Italia del Nuoto ha arricchito il medagliere olimpico con 4 ori, 2 argenti e 7 bronzi, diventando così una delle più rilevanti potenze mondiali.
Nel quadriennio che ci ha portato alle Olimpiadi di Pechino è cresciuta la striscia di risultati importanti sotto la sua direzione tecnica: dal primo storico oro olimpico al femminile di Federica Pellegrini nei 200 stile libero al doppio titolo mondiale di Filippo Magnini nei 100 stile libero, dai record mondiali della Pellegrini nei 200 e 400 stile libero, al primo oro europeo donne a Budapest 2006 nei 400 misti di Alessia Filippi, alle 60 medaglie internazionali (4 alle Olimpiadi, 5 ai Mondiali, 10 ai Mondiali in vasca corta, 21 agli Europei e 20 agli Europei in vasca corta) di Massimiliano Rosolino, al prestigioso primato continentale della 4x200 stile libero femminile.
Il post Giochi Olimpici 2008 è ripartito con ulteriori grandi soddisfazioni per Castagnetti, il CT più vincente del nuoto italiano. Il 2009, l'anno del Mondiale di Roma, si arricchisce del doppio oro con record del mondo di Federica Pellegrini nei 200 e 400 stile libero, dell'oro nei 1500 e bronzo negli 800 stile libero di Alessia Filippi.
Nel 2013 è stato inserito nella Hall of Fame del nuoto con sede a Fort Lauderdale, in Florida.

Pubblicato in News Nuoto

La 29enne di Esercito e Aniene, allenata da Mirko Nozzolillo, migliora il proprio primato italiano con il tempo di 52"58. Il precedente limite assoluto era di 52"70 nuotato il 7 dicembre 2014 a Doha. Super gara di Erika Ferraioli che saluta il pubblico di Massarosa e rivolge un pensiero alle vittime degli attentati a Parigi. "Sto bene e non me lo aspettavo davvero! Non avevamo rifinito questa gara e stiamo ancora scaricando. Meglio così, vuol dire che il lavoro è valido, ma sono scaramantica e non aggiungo altro. Vedremo agli europei. Prima di salutare tutti voglio rivolgere un pensiero alle vittime degli attentati di Parigi e un ringraziamento ai militari italiani impegnati nelle misisoni di pace all'estero". Con lei nel gran finale dei 100 stile libero Silvia Di Pietro (Forestale/CC Aniene) e Federica Pellegrini (CC Aniene). "Il record me lo aveva già tolto - scherza Federica, seconda con 53"05 - quindi va bene cosi. Io mantengo le mie gare ed esploro cose nuove. Sono molto contenta dei tempi di questi giorni". Terza Silvia Di Pietro con 53"21. 
La quarta sessione dell'11° Gran Premio Italia e 39° trofeo internazionale Mussi-Lombardi-Femiano a Massarosa si era aperta con Gabriele Detti (Esercito/SMGM Team Nuoto Lombardia) che vince i 1500 stile libero con 14'42"85. Poi nei 200 farfalla la sfida in prima serie tra Alessia Polieri (Fiamme Gialle/Imolanuoto), Stefania Pirozzi (Fiamme Oro Roma/CC Napoli) e Federica Pellegrini (CC Aniene). Sfida vinta da Stefania Pirozzi, allenata da Stefano Morini al Centro Federale di Ostia, con il record personale di 2'05"95 (1'00"88 ai 100 metri); il precedente personale era 2'06"09 del 22 novenbre 2012 a Chartres. "Avevo nuotato 2'06"90 due settimane fa a Ostia - dice Stefania - ed è la prima volta che scendo sotto i 2'06". Sono contenta di esserci riuscita ed ho ancora un buon margine di miglioramento. Finora abbiamo lavorato tanto e non ho ancora il passo giusto". Seconda Alessia Polieri con 2'06"59 e terza Federica Pellegrini con 2'09"37.
Record personale e sesta all time italiana di Simone Sabbioni nei 200 dorso. Il 19enne di Esercito e Swim Pro SS9, allenato da Luca Corsetti, ha chiuso in 1'53"62 (55"28 ai 100 metri) migliorando 37 centesimi il precedente che aveva nuotato il 25 marzo di quest'anno a Riccione. Tripletta nel dorso, dopo le vittorie nei 50 e 100. "Non sono arrivato neanche troppo stanco alla fine - sorride Simone - Sono contento, ho coperto tutte e tre le distanze facendo del mio meglio. Sto avorando molto e spero di poter competere ad alti livelli anche agli europei".
Ilaria Scarcella (CC Aniene) ha fatto tripletta nella rana. Oggi pomeriggio ha vinto i 200 con 2'22"90, vicino al suo record personale (2'22"58 - 19 aprile 2015, Riccione) e al di sotto del tempo limite per gli Europei in vasca corta (2'23"0) benchè fosse già qualificata. "L'ultima giornata è sempra la più faticosa - commenta all'uscita dall'acqua - sono stanca e contentissima. Questi due giorni sono stati il modo giusto per prepararmi agli europei". Questa mattina ha vinto i 50 rana e ieri i 100.
In tre sotto i 22 secondi nei 50 stile libero: Marco Orsi (Fiamme Oro Roma/Uisp Bologna) che vince in 21"35, Giuseppe Guttuso (Promogest Cagliari) che si inserisce al secondo posto con 21"87 e Federico Bocchia (De Akker Team) terzo con 21"96. Piero Codia (Esercito/CC Aniene) è quarto con 22"07. Soddisfatto Bomber Orsi che saluta il pubblico: "Alla fine la stanchezza si è fatta sentire. Ho la gamba al 50% ma volevo vincere i 50 stile libero. E' stato bello provare anche altre gare; io sto continuando ad allenarmi e anche queste gare sono servite. Adesso l'ultima settimana di carico e poi verso gli europei".
Due gare a distanza di pochi minuti per Veronica Neri; l'atleta della SMGM Team Nuoto Lombardia prima vince i 100 dorso con il record personale di 59"14 (59"95 il precedente del 7 dicembre 2014 a Torino) e poi si classifica ultima nei 100 misti con 1'09"35; 100 misti vinti da Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91) che con 1'00"60 stabilisce il primato personale (1'01"04 il precedente del 15 novembre 2014 sempre a Massarosa).
Ottimi segnali di ripresa per Fabio Scozzoli (Esercito/Imolanuoto) che chiude in crescendo il meeting. Nei 200 misti vince con 1'56"77 dalla seconda serie e fa meglio del primatista italiano Federico Turrini (Esercito/Nuoto Livorno) che nella prima serie nuota in 1'57"19. Con 1'56"77 Fabio Scozzoli si avvicina al record personale col gommato del 22 novembre 2009 a Riccione (1'56"43) ed ottiene la seconda migliore prestazione personale di sempre (superando 1'56"83 del 20 aprile 2013 a Verona).  
  
I podi della 4^ sessione

1500 stile libero M
1. Gabriele Detti (Esercito/SMGM Team Nuoto Lombardia) 14'42"85
2. Lorenzo Tarocchi (SMGM Team Nuoto Lombardia) 14'59"70
3. Dario Verani (Nuoto Livorno) 15'20"85
  
200 farfalla F
1. Stefania Pirozzi (Fiamme Oro Roma/CC Napoli) 2'05"93
2. Alessia Polieri (Fiamme Gialle/Imolanuoto) 2'06"59
3. Federica Pellegrini (CC Aniene) 2'09"37 

200 dorso M
1. Simone Sabbioni (Esercito/Swim Pro SS9) 1'53"62
2. Damiano Lestingi (CC Aniene) 1'54"06
3. Luca Mencarini (Fiamme Oro Roma/CC Aniene) 1'54"91
  
200 rana F
1. Ilaria Scarcella (CC Aniene) 2'22"90
2. Elisa Celli (Esercito/Swim Pro SS9) 2'24"47
3. Francesca Fangio (SMGM Team Nuoot Lombardia) 2'24"87

50 stile libero M
1. Marco Orsi (Fiamme Oro Roma/Uisp Bologna) 21"53
2. Giuseppe Guttuso (Promogest Cagliari) 21"87
3. Federico Bocchia (De Akker Team) 21"96  

100 dorso F
1. Veronica Neri (SMGM Team Nuoto Lombardia) 59"14
2. Margherita Panziera (CC Aniene) 59"18
3. Elena Gemo (Forestale/CC Aniene) 59"60
 
100 misti F
1. Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91) 1'00"70
2. Laura Letrari (Esercito/Bolzano Nuoto) 1'00"73
3. Ilaria Cusinato (Team Veneto) 1'00"95
 
200 misti M
1. Fabio Scozzoli (Esercito/Imalonuoto) 1'56"77
2. Federico Turrini (Esercito/Nuoto Livorno) 1'57"19
3. Claudio Fossi (SMGM Team Nuoto Lombardia) 1'58"42
  
100 stile libero F§
1. Erika Ferraioli (Esercito/CC Aniene) 52"58 RI
2. Federica Pellegrini (CC Aniene) 53"05
3. Silvia Di Pietro (Forestale/CC Aniene)  53"21

Risultati completi

F
oto Deepbluemnedia.eu

Pubblicato in News Nuoto

Erica Musso si aggiunge alla delegazione italiana che parteciperà ai campionati europei di nuoto in vasca corta, in programma a Netanya dal 2 al 6 dicembre, vincendo i 400 stile libero dell' 11° Gran Premio Italia / 39° Mussi - Lombardi - Femiano in 4'02"97 (passaggio ai 200 in 2'01"71) a Massarosa: 19esimo tempo italiano, 14esimo in tessuto, che le consente di abbassare il personale di 4"60 e di diventare la quarta performer italiana di sempre alle spalle di Federica Pellegrini, Alessia Filippi e Flavia Zoccari, presente nella speciale classifica solo col 4'01"99 gommato. Al secondo posto Diletta Carli in 4'03"08 (2'01"70 ai 200) che migliora il personale di 1"78. In evidenza anche Ilaria Scarcella che lima il personale imponendosi nei 50 rana in 30"76 (prec. 30"91), Fabio Scozzoli che firma la doppietta nella rana vincendo i 100 in 58"60, così come Filippo Magnini nei 100-200 stile libero con l' 1'45"43 e Luisa Trombetti nei misti con il personale nei 400 di 4'32"15 (prec. 4'33"65). Gli attesi 100 farfalla vanno a Matteo Rivolta che batte Marco Orsi 50"22 contro 51"90 con Piero Codia che riesce ad inserirsi tra i due in 51"82, ma non a superare Simone Geni che si era imposto nella seconda serie in 51"80. Seguono i podi della terza sessione. Si riprende alle 16 con diretta su Rai Sport 1.

400 sl fem.
1. Erica Musso (Fiamme Oro Roma) 4'02"97 pp (prec. 4'07"57)
2. Diletta Carli (Fiamme Oro Roma / Tirrenica Nuoto) 4'03"08 pp (prec. 4'04"76)
3. Martina Rita Caramignoli (Fiamme Oro Roma) 4'07"90

50 dorso mas.
1. Simone Sabbioni (Esercito / Swim Pro9) 24"02
2. Niccolò Bonacchi (Esercito / Nuotatori Pistoiesi) 24"30
3. Marco Orsi (Fiamme Oro / Uisp Bologna) 24"32

50 farfalla fem.
1. Silvia Di Pietro (Forestale / CC Aniene) 25"92
2. Elena Gemo (Forestale / CC Aniene) 26"52
3. Erika Ferraioli (Esercito / CC Aniene) 26"66 pp (prec. 27"08)

200 sl mas.
1. Filippo Magnini (CC Aniene) 1'45"43
2. Damiano Lestingi (CC Aniene) 1'45"49
3. Valerio Coggi (SMGM Team Nuoto Lombardia) 1'45"57 pp (prec. 1'46"02)

50 rana fem.
1. Ilaria Scarcella (CC Aniene) 30"76 pp (prec. 30"91)
2. Martina Carraro (Azzurra 91) 31"17
3. Jasmine Scimone SMGM Team Nuoto Lombardia) 31"67 pp (prec. 31"88)

100 rana mas.
1. Fabio Scozzoli (Esercito / Imolanuoto) 58"60
2. Claudio Fossi (SMGM Team Nuoto Lombardia) 59"03
3. Edoardo Giorgetti (Fiamme Oro Roma / CC Aniene) 1'00"01

400 misti fem.
1. Luisa Trombetti (Fiamme Oro Roma / RN Torino) 4'32"15 pp (prec. 4'33"65)
2. Stefania Pirozzi (Fiamme Oro Roma / CC Napoli) 4'36"59
3. Carlotta Toni (RN Florentia) 4'37"18 pp (prec. 4'37"23)

100 farfalla mas.
1. Matteo Rivolta (Fiamme Oro Roma / Team Insubrika) 50"22
2. Simone Geni (Uisp Bologna) 51"80 pp (prec. 52"34)
3. Piero Codia (Esercito / CC Aniene) 51"82

consulta i risultati ufficiali

Pubblicato in News Nuoto

Bis di Marco Orsi che fissa anche il record italiano dei 100 misti. Dopo quello di stamattina nei 50 farfalla con 23"09, nel pomeriggio ferma il cronometro sul 52"15 (23"65 ai 50 metri) migliorando il precedente di 52"29 che apparteneva a Christian Galenda dal 14 dicembre 2008, argento ai campionati europei di Rijeka in piena era costumoni. "Mi sento a mio agio nella vasca corta - commenta soddisfatto il 25enne di Fiamme Oro Roma e Uisp Bologna, allenato da Roberto Odaldi - Non disputerò i 100 misti agli Europei perchè sono concomitanti con i 100 stile libero". Con questo tempo il Bomber avrebbe conquistrato l'argento agli Europei di nuoto in vasca corta del 2013 a Herning e migliora di 89 centesimi il personale di 53"04 risalente alla tappa di coppa del mondo di Doha, del 6 dicembre 2014.
Due record personali, invece, negli 800 stile libero femminli. Entrambi stabiliti dalle allieve del tecnico Stefano Morini, stanziali al Centro Federale di Ostia. Prima Diletta Carli (Fiamme Oro Roma/Tirrenica Nuoto) con 8'18"39 e seconda Martina Rita Caramignoli (Fiamme Oro Roma) con 8'19"95; i primati personali precedenti erano di 8'23"87 per la Carli (28 febbraio 2015 a Livorno) e di 8'21"66 per la Caramignoli (4 agosto 2011 a Ostia). Diletta Carli diventa così la terza performer italiana di sempre, alle spalle di Alessia Filippi e Federica Pellegrini, con la sesta prestazione italiana all time e la quarta con il costume in tessuto.
Nei 200 farfalla vittoria di Federico Bussolin (Fiamme Azzurre/RN Florentia) con il record personale di 1'54"25, a 53 centesimi dal record italiano di Niccolò Beni (1'53"72) e migliorando il precedente personale di oltre due secondi (1'56"32). Con questa prestazione il 25enne fiorentino, argento a Monterrey 2008 ai mondiali giovanili, diventa il terzo miglior specialista italiano di sempre della distanza, dopo Niccolò Beni e Davide Natullo.
Filippo Magnini, che questa mattina aveva nuotato i 50 farfalla, festeggia con la vittoria l'esordio nei 100 stile libero con l'Aniene. Il 33enne pesarese, allenato da Matteo Giunta, chiude in 48"24 davanti al compagno di squadra Lorenzo Benatti (48"46). Sabato 14 novembre seconda ed ultima giornata di gare; terza sessione alle 10.00 e quarta sessione alle 16.00 sempre in diretta su Rai Sport 1.

Risultati prime serie della 2^ sessione

200 farfalla M
1. Federico Bussolin (Fiamme Azzurre/RN Florentia) 1'54"25
2. Matteo Pelizzari (CC Aniene) 1'54"54
3. Francesco Pavone (Esercito) 1'56"58
  
200 dorso F
1. Margherita Panziera (CC Aniene) 2'06"87
2. Giulia Spaziani (CC Aniene) 2'09"21
3. Martina Rossi (Tiro a Volo Nuoto) 2'01"17
 
200 rana M
1. Claudio Fossi (SMGM Team Nuoto Lombardia) 2'07"04
2. Luca Pizzini (Carabinieri/Fondazione Bentegodi) 2'07"95
3. Edoardo Giorgetti (Fiamme Oro Roma/CC Aniene) 2'08"04

50 stile libero F
1. Erika Ferraioli (Esercito/CC Aniene) 24"14
2. Silvia Di Pietro Forestale/CC Aniene) 24"72
3. Agaia Pezzato (Team Veneto) 25"16

100 dorso M
1. Simone Sabbioni (Esercito/Swim Pro9) 51"01
2. Niccolò Bonacchi (Esercito/Nuotatori Pistoiesi) 52"32
3. Matteo Milli (CC Aniene) 52"34

800 stile libero F
1. Diletta Carli (Fiamme Oro Roma/Tirrenica Nuoto) 8'18"39
2. Martina Rita Caramignoli (Fiamme Oro Roma) 8'19"95
3. Aurora Ponselè (Fiamme Oro Napoli/CC Aniene) 8'23"28
 
100 misti M
1. Marco Orsi (Fiamme Oro Roma/Uisp Bologna) 52"15 RI
2. Fabio Scozzoli (Esercito/Imolanuoto) 53"38
3. Simone Geni (Uisp Bologna) 53"73

200 misti F
1. Luisa Trombetti (Fiamme Oro Roma/RN Torino) 2'09"34
2. Carlotta Toni (RN Florentia) 2'10"71
3. Ilaria Cusinato (Team Veneto) 2'11"98

100 stile libero M
1. Filippo Magnini (CC Aniene) 48"24
2. Lorenzo Benatti (CC Aniene) 48"46
3. Michele Santucci (Fiamme Azzurre/Larus Nuoto) 48"62

Risultati completi

Pubblicato in News Nuoto

Record di Marco Orsi. Nel delfino. Il 25enne sprinter di Budrio porta il primato italiano dei 50 farfalla sul 23"09 durante la prima sessione dell'11° Gran Premio Italia/39° Mussi-Lombardi-Femiano, in svolgimento a Massarosa (Lucca). Migliorato di 2 centesimi il precedente stabilito dallo specialista (più in lunga che in corta) Matteo Rivolta, secondo nella circostanza in 23"16 ed autore domenica scorsa, a 17° memorial Romano Betti/19esima edizione del Trofeo Sprint di Legnano, del precedente limite assoluto con 23"11. Un primato tutta esplosività per Marco Orsi che aveva un precedente di 23"24 nuotato proprio a Massarosa il 14 novembre scorso.
"E' bello proseguire questa fase stagionale con tempi così veloci - dichiara il neo primatista italiano, nonché vice campione mondiale dei 50 stile libero, che detiene già i record nei 50 stile libero in vasca lunga con 21"64 e in vasca corta con 20"69 e nei 100 in 46"04 - Già la settimana scorsa sono andato veloce al meeting di Bolzano e ho mostrato di essere in forma per i campionati europei di Netanya; in corta mi trovo a mio agio". Orsi, tesserato per Fiamme Oro Roma e Uisp Bologna ed allenato da Roberto Odaldi a Bologna, riceve anche i complimenti di Matteo Rivolta: "E' lo sprinter più forte d'Italia. E' giusto che si sia preso il record. Io sono molto felice per i tempi che sto registrando in questo periodo, malgrado la vasca corta non mi trasmetta le stesse sensazioni di quella olimpica".
Nei 200 stile libero s'impone Federica Pellegrini (CC Aniene) in 1'53"64 (passaggio ai 100 metri 55"78), quarto miglior tempo mai nuotato in tessuto. "Sono molto contenta del tempo - afferma la campionessa di tutto, che la settima scorsa si è piazzata due volte al secondo posto nelle tappe di coppa del mondo in vasca lunga coi tempi di 1'58"06 a Doha in 1'57"42 a Dubai - L'obiettivo era scendere sotto l'1'54. La mia bracciata non è ancora veloce. Non ci siamo posti particolari obiettivi nella stagione invernale in vista dei campionati assoluti di aprile. In questa fase è importante svolgere allenamento qualitativo anche nei giorni di gare".
Le gare del mattino si sono concluse con i 100 farfalla femminili vinti da Ilara Bianchi (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91) che con 56"80 ha eguagliato la sesta prestazione personale di sempre, davanti a Silvia Di Pietro (Forestale/CC Aniene) che con 57"45 ha ottenuto il secondo miglior tempo personale di sempre (il 12 dicembre 2009 a Istanbul aveva nuotato in 57"47 e il suo record personale è di 57"40 stabilito il 13 aprile 2014 a Riccione). Nella stessa gara sesto posto di Federica Pellegrini (CC Aniene) con 1'00"39. "Il mio Gran Premio continua con i 50 e i 100 stile libero" conferma Federica che dà appuntamento alle 16.00 per la seconda sessione, sempre in diretta su Rai Sport 1.

I podi della 1^ sessione

400 stile libero F
1. Gabriele Detti (Esercito/SMGM Team Lombardia) 3'40"95
2. Damiano Lestingi (CC Aniene) 3'44"90
3. Nicolangelo Di Fabio (Esercito/SMGM Team Lombardia) 3'46"26

50 dorso F
1. Elena Gemo (Forestale/CC Aniene) 27"41
2. Elena Di Liddo (CC Aniene) 27"47
3. Erika Ferraioli (Esercito/CC aniene) 27"55

50 farfalla M
1. Marco Orsi (Fiamme Oro/Uisp Bologna) 23"09 RI
2. Matteo Rivolta (Fiamme Oro/Team Insibrika) 23"16
3. Simone Gensi (Uisp Bologna) 23"47

200 stile libero F
1. Federica Pellegrini (CC Aniene) 1'53"64
2. Erica Musso (Fiamme Oro Roma) 1'56"45
3. Stefania Pirozzi (Fiamme Oro Roma/CC Napoli) 1'57"52

50 rana M
1. Fabio Scozzoli (Esercito/Imolanuoto) 26"88
2. Francesco Di Lecce (RN Torino) 27"09
3. Nicolò Ossola (Forestale) 27"23

100 rana F
1. Ilaria Scarcella (CC Aniene) 1'06"54
2. Silvia Guerra (RN Torino) 1'07"03
3. Martina Carraro (NC Azzurra 91) 1'07"88

400 misti M
1. Federico Turrini (Esercito/N Livorno) 4'09"00
2. Giorgio Gaetani (Larus Nuoto) 4'11"92
3. Lorenzo Tarocchi (SMGM Team Nuoto Lombardia) 4'16"30

100 farfalla F
1. Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91) 56"80
2. Silvia Di Pietro (Forestale/CC Aniene) 57"45
3. Elena Di Liddo (CC Aniene) 58"73 

consulta i risultati ufficiali

Pubblicato in News Nuoto
Pagina 1 di 2

Ultimi 4 articoli NUOTO