Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Eventi Nuoto

11
Dic
2018
XIV Campionato Mondiale in vasca corta





20
Dic
2018
Energy for Swim 2018 - (vasca 25m) - annullato





16
Feb
2019
1ª tappa Grand Prix d'Inverno: Meeting del Titano - (vasca 50m)





01
Mar
2019
2ª tappa Grand Prix d'Inverno: VIII Trofeo Città di Milano - (vasca 50m)





Articoli filtrati per data: Novembre 2014 - FIN - Federazione Italiana Nuoto

I comitati olimpici europei, riuniti a Baku, hanno eletto Simone Sabbioni migliore atleta continentale under 18 anni dell'anno e ad aver preso parte ai Giochi Olimpici Giovanili, svoltisi a Nanchino nell'agosto scorso.
Un riconoscimento prestigioso che premia il 18enne riccionese cresciuto tra le corsie dello Stadio del Nuoto della sua città: ormai divenuto punto di riferimento dell'attività nazionale, che culmina coi campionati assoluti e giovanili invernali, ed internazionale, come in occasione dei campionati mondiali master del 2012.
Simone Sabbioni, tesserato per Esercito e Swim Pro SS9 (la via Emilia che collega Rimini a Piacenza), è cresciuto col tecnico Luca Corsetti visibilmente commosso al momento della premiazione, e rappresenta il frutto del sistema-nuoto incentrato sulle società sportive.
"Sono molto contento dell'affermazione di Simone - afferma Paolo Barelli, presidente della Federnuoto, nonché della Ligue Europeenne de Natation e segretario della Federation Internationale de Natation - Questo riconoscimento premia il lavoro dell'atleta, del tecnico Corsetti e dello staff societario e dimostra il valore dei nostri vivai. E' un riconoscimento che gratifica trasversalmente tutte le nostre società che, malgrado molteplici difficoltà, sopperiscono con passione e professionalità all'insufficiente sostegno dello Stato e producono risultati di eccellenza. Le società costituiscono la base della Federazione e del nostro movimento sportivo; purtroppo hanno agevolazioni ferme al 2002 e solo grazie alla loro forte vocazione riescono a sostenere i costi di uno sport che necessita di strutture monodisciplinari ad acqua calda e a garantire gli spazi d'acqua necessari per alimentare la crescita del nuoto italiano".
Simone Sabbioni tra pochi giorni esordirà ai campionati mondiali in vasca corta di Doha, ma già vanta un palmares di cui essere fieri. Portabandiera italiano alla cerimonia di chiusura della seconda edizione dei Giochi Olimpici giovanili di Nanchino, dove ha conquistato l'oro nei 100 dorso e il bronzo nei 50, ai campionati europei del 2013 ha conquistato il bronzo nei 100 dorso e a quelli del 2014 è diventato campione nei 50 dorso col record mondiale di categoria e ha conquistato l'argento nei 100 e il bronzo con le staffette mista e mixed mista.
Il premio "Piotr Nurowski Prize" è stato istituito nel 2011 in memoria dell'ex presidente del comitato olimpico polacco morto in un incidente aereo in Russia nell'aprile 2010 e consiste in una borsa di studio di 12.000 euro. Sabbioni succede al ciclista polacco Tobiasz Lis e alla nuotatrice Rūta Meilutytė, insignita due volte dell'ambito riconoscimento.
Simone Sabbioni è stato preferito alla nuotatrice ungherese Liliana Szilagyi (campionessa olimpica giovanile nei 100 e 200 farfalla), al canoista moldavo Serghei Tarnovschi (campione olimpico giovanile nello sprint C1), al ginnasta inglese Giarnni Regini Moran (tre volte oro e due volte bronzo alle olimpiadi giovanili) e, soprattutto, alla pattinatrice russa Adelina Sotnikova, oro alle olimpiadi invernali di Sochi 2014 nella gara individuale e argento alle olimpiadi giovanili. Ad appludirlo anche il presidente della Repubblica dell'Azerbaigian Ilham Aliyev.

sabbioni coe
Simone Sabbioni premiato

barelli sabbioni
Sabbioni con il presidente Barelli prima della proclamazione

sabbbbbb
Sabbioni con il presidente Barelli dopo la premiazione

sabbioni corsetti
Sabbioni con l'allenatore Luca Corsetti

Pubblicato in News Nuoto

Il direttore tecnico della Nazionale di nuoto Cesare Butini ha integrato la rosa dei 25 atleti già qualificati per i campionati del mondo di vasca corta in programma a Doha dal 3 al 7 dicembre con atleti funzionali alle 12 prove di staffetta, con atleti che hanno ottenuto prestazioni entro il decimo posto dell’attuale ranking mondiale e con alcuni giovani per favorirne la crescita tecnica agonistica. Con l’inserimento di questi atleti più giovani giovani la percentuale dei nuotatori con età inferiore ai 20 anni supera il 25%. A quelli già qualificati sono stati aggiunti Marco Belotti, Niccolò Bonacchi, Nicolangelo Di Fabio, Matteo Rivolta, Aglaia Pezzato e Alessia Polieri. La partenza degli azzurri è prevista lunedì 1 dicembre e il rientro in Italia lunedì 8 dicembre.

I convocati per Doha
Arianna Barbieri (Fiamme Gialle/Azzurra 91), Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre/Azzurra 91), Diletta Carli (Fiamme Oro/Tirrenica), Arianna Castiglioni (Team Insubrika), Elena Di Liddo (CC Aniene), Silvia Di Pietro (Forestale/CC Aniene), Ambra Esposito (CC Napoli), Erika Ferraioli (Esercito/CC Aniene), Giada Galizi (Aurelia), Chiara Masini Luccetti (Forestale), Alice Mizzau (Fiamme Gialle/Team Veneto), Federica Pellegrini (CC Aniene), Aglaia Pezzato (Team Veneto), Stefania Pirozzi (Fiamme Oro/CC Napoli) e Alessia Polieri (Fiamme Gialle/Imolanuoto).
Marco Belotti (Forestale/CC Aniene), Niccolò Bonacchi (Esercito N Pistoiesi), Andrea Mitchel D’Arrigo (Aurelia), Gabriele Detti (Esercito/Team Lombardia MGM), Nicolangelo Di Fabio (Sercito/Team Lombardia MGM), Luca Dotto (Forestale/Larus), Luca Leonardi (Fiamme Oro/Azzurra 91), Filippo Magnini (Team Lombardia MGM), Marco Orsi (Fiamme Oro/Uisp Bologna), Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro), Matteo Pelizzari (CC Aniene), Matteo Rivolta (Fiamme Oro/Team Insubrika), Simone Sabbioni (Esercito/Swim Pro SS9), Fabio Scozzoli (Esercito/Imolanuoto), Andrea Toniato (Fiamme Gialle/Team Veneto) e Federico Turrini (Esercito/N Livorno).

Il sito ufficiale Doha 2014

Pubblicato in News Nuoto

Un minuto di silenzio per ricordare Paolo Fiorelli, amico di tutti e del nuoto soprattutto, che ci ha lasciati. Sessanta secondi per esprimere commozione e cordoglio, unite al grande affetto che lo lega per sempre al mondo dell'acqua e alla Federazione Italiana Nuoto. L'ultima sessione della decima edizione del Gran Premio Italia, la prima nella piscina Massarosa di Lucca, con 224 atleti e 43 società in sei corsie e con i tifosi a riempire le tribune, si è aperta con il triste tributo all'uomo e all'amico Paolo. Poi spazio alle gare, come anche lui avrebbe voluto.
Nella prima, i 200 farfalla, Alessia Polieri ha vinto con 2'05"69 e chiuso con mezza vasca di vantaggio sull'altra azzurra Stefania Pirozzi che è stata seconda con 2'07"81. "Ho eguagliato il mio record - commenta Alessia - e va benissimo così. Mi semba di aver nuotato distesa e in acqua stavo bene. Ho lavorato tanto, pur avendo cominciato a settembre inoltrato". Luca Mencarini ha vinto i 200 dorso con 1'53"87. "Vincere era il mio obiettivo e ci sono riuscito - dice - ma soprattutto sono contento di aver ritrovato il ritmo gara. Questo è un periodo di lavoro ma nell'ultima settimana è stato un po' più leggero in vista delle gare. Ho fatto quasi il mio personale". Un po' a sorpresa Francesca Fangio ha fatto suoi i 200 rana con 2'25"17, davanti a Lisa Fissneider. "I braccialetti hanno portato fortuna - sorride stanza e felice - li tengo sempre con me. Il tempo non è il top ma è bastato per precdermi questi piccola-grande soddisfazione. Adesso voglio lavorare bene fino ai campionati assoluti che rappresentano il mio prossimo obiettivo". Doppietta di Marco Orsi che, dopo i 100, ha vinto anche i 50 stile libero. Per lui 21"31. "Sono molto contento per la forma e molto curioso di andare ai Mondiali a Doha a sfidare i super top mondiali". Arianna Barbieri ha vinto i 100 dorso con 59"23. "Sono venuta qui carica di lavoro - afferma - con l'obiettivo di ottenere il milior risultato possibile. Il tempo mi sembra abbastanza buono e adesso posso pensare completamente ai Mondiali di Doha, dove voglio fare molto meglio. E' nelle mie possibilità". Gabriele Detti ha vinto i 1500 stile libero con 14'41"45 e guarda ai Mondiali in vasca corta di dicembre con grande ottimismo. "Le sensazioni sono ottime. Anche gli ultimi 400 metri mi sono sembrati buoni. La scelta di lavorare di più sui 1500 mi sembra che stia già cominciando a dare i primi riscontri incoraggianti". Dedica romantica di Damiano Lestingi che ha vinto i 100 misti con 1'56"90. "Un caro saluto alla mia fidanzata Elisa, ai miei genitori e al mio allenatore. Sono soddisfatto di quello che sto facendo in allenamento e che sto riscontrando in gara. Sto lavorando forte in piscina e in palestra e sto migliorando anche la rana. Insomma, cerco di limare i difetti. In questi giorni sto facendo i miei tempi migliori; spero che basti per Doha, anche se l'obiettivo è quello di continuare la mia crescita, gara dopo gara". Nella sfida inedita e affascinante Coughlin-Pellegrini nei 100 stile libero è arrivato il successo della statunitense con 52"68 e il secondo posto dell'azzurra con 53"19. Terza l'altra azzurra Erika Ferraioli con 53"30. "Sono molto felice e stanca - sorride Natalie - e mi ha fatto davvero piacere nuotare con Federica. Di solito non ci incontriamo mai perchè abbiamo gare diverse ma questa volta, finalmente, ci siamo riuscite". "Per me il 100 è sempre una gara difficile - continua Fede - e questa con Natalie è stata molto bella ed avvincente. Da questo meeting ho ricevuto molte indicazioni; le migliori dai 200 stile libero di ieri mattina. Nei 200 dorso di ieri pomeriggio, invece, sono partita un po' sottoritmo e oggi sono molto contenta dei 100 stile libero".    
Le conclusioni del CT della Nazionale Cesare Butini. "Anche oggi abbiamo assistito a gare e prestazioni di buon livello, come quella di Marco Orsi nei 50 stile libero che ci conforta sulla sua preparazione e forma attuale. Qualche giovane interessante si sta affacciando, come Gaia Pezzato e ciò significa che il movimento risponde. La gara pià attesa erano i 100 stile libero femminili e non soltanto per la presenza di Federica Pellegrini che ha dato impulso alla velocità nella sua preparazione verso i Mondiali di Kazan e i Giochi Olimpici". 

PODI IV SESSIONE

200 farfalla F
1. Alessia Polieri (Fiamme Gialle/Imolanuoto) 2'05"69
2. Stefania Pirozzi (Fiamme Oro/CC Napoli) 2'07"81
3. Teresa Strickner (CC Aniene) 2'10"52 

200 dorso M
1. Luca Mencarini (Fiamme Oro/CC Aniene) 1'53"87
2. Fabio Laugeni (Fiamme Gialle/Larus) 1'54"35
3. Niccolò Bonacchi (Esercito/N Pistoiesi) 1'56"41

200 rana F
1. Francesca Fangio (SMGM Team Lombardia) 2'25"17
2. Lisa Fissneider (Fiamme Gialle/Bolzano N) 2'25"88
3. Elisa Celli (Esercito/Swim Pro SS9) 2'26"57

50 sl M
1. Marco Orsi (Fiamme Oro/Uisp Bologna) 21"31
2. Federico Bocchia (Uisp Bologna) 21"70
3. Luca Dotto (Forestale/Larus) 22"01 

100 dorso F
1. Arianna Barbieri (Fiamme Gialle/Azzurra 91) 59"23
2. Elena Gemo (Forestale/CC Aniene) 59"60
3. Margherita Panziera (CC Aniene) 59"60

1500 sl M
1. Gabriele Detti (Esercito/SMGM Team Lombardia) 14'41"45
2. Federico Vanelli (Fiamme Oro/CC Aniene) 15'09"06
3. Simone Ruffini (Eercito/CC Aniene) 15'13"20

100 misti F
1. Natalie Coughlin (USA) 58"55
2. Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre/Azzurra 91) 1'01"04
3. Laura Letrari (Esercito/Bolzano N) 1'01"70

200 misti M
1. Damiano Lestingi (CC Aniene) 1'56"90
2. Simone Geni (Uisp Bologna) 1'59"07
3. Stefano Mauro Pizzamiglio (Fiamme Oro/Azzurra 91) 2'00"11

100 sl F
1. Natalie Coughlin (USA) 52"68
2. Federica Pellegrini (CC Aniene) 53"19
3. Erika Ferraioli (Esercito/CC Aniene) 53"30

Foto G.Scala/Deepbluemedia.eu

Risultati completi

 

Pubblicato in News Nuoto

La terza sessione della decima edizione del Gran Premio Italia si apre con il primato personale di Diletta Carli nei 400 stile libero. La 18enne di casa - nata a Viareggio il 7 maggio 1996 - vince in 4'04"76, migliorando di 23 centesimi rispetto 4'04"99 ottenuto nelle batterie di Chartres 2012 che concluse all'ottavo posto. Molto interessante soprattutto la chiusura in 29"56 e 29"81. "Sto lavorando sul cambio di passo. Sono contenta per la prestazione, soprattutto per la frazione tra i 300 e 350 metri", dichiara l'azzurra che precede Chiara Masini Luccetti, anche lei al personale in 4'06"06, 78 centesimi in meno del tempo nuotato alla precedente edizione del meeting.
Grande potenza, ottima partenza, qualche imperfezione nella prima virata con preziosi centesimi purtroppo persi. Silvia Di Pietro vince i 50 farfalla in 25"82, sfiorando per due decimi il record italiano di Ilaria Bianchi - campionessa europea e mondiale dei 100 nel 2012 - e per quattro centesimi il primato personale nuotato in semifinale ai campionati europei di Chartres conclusi al settimo posto. "Sono soddisfatta perché questo è il momento peggiore di tutta la preparazione per i mondiali: a tre settimane dall'evento c'è il picco del carico. I tempi nuotati nei meeting di avvicinamento sono molto buoni e ne sono contenta".
Partenza lanciata, passaggio in 27"25 ai 50 poi difesa ad oltranza. Fabio Scozzoli (Esercito / Imolanuoto) vince i 100 rana in 58"51 difendendosi con carattere dal ritorno di Claudio Fossi, secondo in 58"57. Considerati l'infortunio e il nuovo percorso tecnico intrapreso con Dirk Lange a Graz (e il campione olimpico Cameron van der Burg) è una vittoria che dà coraggio e infonde fiducia. "Era importante riuscire a mettere la mano davanti - racconta il campione del mondo in carica - Non avevo certamente finalizzato. In allenamento i tempi sono molto buoni, ma nuotando sempre in vasca lunga ho perso un po' la misura della virata. Rifinirò la preparazione in Italia. Mi sento bene e ogni gara accresce la mia sicurezza".
Obiettivo centrato per Stefania Pirozzi, che s'impone nei 400 misti in 4'33"28. Rana bilanciata, incisiva nel delfino, qualche incertezza nel dorso, buona chiusura. La 20enne beneventana di Apollosa migliora il personale fermo al 4'36"36 dal 2011 e diventa la terza performer italiana all time alle spalle di Alessia Filippi e Francesca Segat "Ci tenevo a far bene - racconta - Stiamo lavorando molto. Il terzo tempo italiano all time è un bel traguardo".
Nelle altre serie della terza sessione successi nei 200 stile libero di Marco Belotti (1'44"84) su Filippo Magnini (1'45"24), malgrado l'ultimo 50 in 26"17 e i problemi alla spalla che ne hanno condizionato gli allenamenti; nei 50 rana in 31"34 della 17enne Arianna Castiglioni, già bronzo ai campionati europei di Berlino nei 100 ma venerdì battuta da Ilaria Scarcella (1'07"24 contro il pessimo 1'08"32); nei 100 farfalla di Matteo Rivolta in ripresa col tempo di 51"64.
La 38esima edizione del meeting Mussi Lombardi Femiano si sta svolgendo nella piscina di Massarosa (Lucca) con duecentoventiquattro atleti (122 maschi e 102 femmine) in rappresentanza di 43 società; in palio anche gli ultimi pass iridati in vista di Doha, in programma dal 3 al 7 dicembre.
Dalle 15.30 diretta della quarta ed ultima sessione su Rai Sport 2.

PODI III SESSIONE

400 sl fem
1. Diletta Carli (Fiamme Oro / Tirrenica Nuoto) 4'04"76 pp (prec. 4'04"99)
2. Chiara Masini Luccetti (Forestale) 4'06"06 pp (prec. 4'06"84)
3. Martina Rita Caramignoli (Fiamme Oro / Aurelia Nuoto) 4'09"00

50 dorso mas
1. Niccolò Bonacchi (Esercito / Nuotatori Pistoiesi) 24"36
2. Matteo Milli (CC Aniene) 24"41
3. Stefano Mauro Pizzamiglio (Fiamme Oro / Azzurra 91) 24"47

50 farfalla fem
1. Silvia Di Pietro (Forestale / CC Aniene) 25"82
2. Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre / Azzurra 91) 26"44
3. Elena Di Liddo (CC Aniene) 26"60

200 sl mas
1. Marco Belotti (Forestale / CC Aniene) 1'44"84
2. Filippo Magnini (SMGM Team Lombardia) 1'45"24
3. Damiano Lestingi (CC Aniene) 1'45"55

50 rana fem
1. Arianna Castiglioni (Team Insubrika) 31"34
2. Martina Carraro (Azzurra 91) 31"39
3. Lisa Fissneider (Fiamme Gialle / Bolzano Nuoto) 31"42

100 rana mas
1. Fabio Scozzoli (Esercito / Imolanuoto) 58"51
2. Claudio Fossi (SMGM Team Lombardia) 58"57
3. Francesco Di Lecce (RN Torino) 59"38

400 misti F
1. Stefania Pirozzi (Fiamme Oro / CC Napoli) 4'33"28 pp (prec. 4'36"36)
2. Luisa Trombetti (Fiamme Oro / RN Torino) 4'38"64
3. Susanna Negri (SMGM Team Lombardia) 4'44"98

100 farfalla mas
1. Matteo Rivolta (Fiamme Oro / Team Insubrika) 51"64
2. Piero Codia (Esercito / CC Aniene) 51"70
3. Francesco Giordano (SMGM Team Lombardia) 52"57

consulta i risultati ufficiali

consulta la presentazione

foto deepublumedia.eu

Pubblicato in News Nuoto

Frizzante seconda sessione del 10° Gran Premio Italia (38° Mussi Lombardi Femiano), che quest'anno si svolge nella piscina di Massarosa (Lucca). Duecentoventiquattro atleti (122 maschi e 102 femmine) in rappresentanza di 43 società si danno battaglia nelle sei corsie dell'impianto toscano, per tentare di staccare gli ultimi pass iridati in vista di Doha (3/7 dicembre).
Boom di Erika Ferraioli che vola nei 50 stile libero e con 24"37, eguaglia il primato nazionale di Cristina Chiuso che risaliva agli Europei in corta di Trieste 2005. Per la nuotatrice romana qualificazione al mondiale anche nella gara individuale e scacco matto alla campionessa olimpica Natalie Coughlin che è seconda con 24"49. "Non ci speravo ed è una bella soddisfazione - commenta la romana di Aniene ed Esercito. Poter competere a questi livelli con campionesse del calibro dell'americana fa solo piacere ed è un maggiore stimolo verso il futuro". I complimenti arrivano dalla tre volte olimpionica e sette volte iridata Natalie Coughlin, che domani sfiderà Federica Pellegrini nei 100 stile libero: "Complimenti ad Erika, è stata una bella gara e per battermi ha dovuto fare il record italiano. L'Italia è la Nazione che più amo quando sono all'estero, mi trovo benissimo qui e domani spero ancora di divertirmi".
In precedenza Margherita Panziera sorprende Federica Pellegrini e mette la mano avanti a tutte nei 200 dorso col personale di 2'05"99 migliorandosi di quasi tre secondi (precedente 2'08"38). Per la Divina un 2'06"50 di speranza: "Sono contenta per la Panziera - dichiara l'olimpionica veneta - riguardo la mia gara pensavo di fare questo tempo. Quello che contava era il grande riscontro del mattino sullo stile libero. Queste gare sono un buon test e spero domani di finire bene".
Tempi limite raggiunti per Fabio Scozzoli nei 100 misti nuotati in 56"23, in attesa dei suoi 100 rana dove a Doha difenderà il titolo iridato vinto ad Istanbul 2012; per Marco Orsi nei 100 stile libero dove fa esplodere la sua forza e chiude con 46"76 (settimo crono dell'anno) davanti ad un buon Marco Belotti secondo in 47"76 col personale.
Il Direttore Tecnico della Nazionale di nuoto Cesare Butini traccia un primo bilancio: "Quest'anno non c'è stato un meeting unico per centrare la qualificazione ma un periodo di tempo dove abbiamo valutato le prestazioni. Doha rappresenta un punto di partenza per la nuova stagione che preparerà alle Olimpiadi. Valuteremo tutti i risultati. I tempi non sono rigorosi ma deve prevalere il buon senso soprattutto per i giovani. Non escluderemo nessun aspetto nelle scelte e tutto dovrà esser finalizzato in chiave olimpica. A Berlino lo scorso anno è stata una bella vetrina ma il Mondiale è un'altra storia. Fra i tecnici federali e con il confronto dei tecnici sociali bisogna fare un passo avanti. I tempi di Berlino servono per entrare in finale ai Mondiali. Serve un passo in più ma siamo fiduciosi". Domani 15 novembre seconda giornata; la terza sessione alle 10 e la quarta alle 15.30 in diretta su Rai Sport 2.

PODI II SESSIONE

200 farfalla M
1. Francesco Pavone (Esercito/Genova Nuoto) 1'56"05
2. Francesco Giordano (SMGM Team Lombardia) 1'56"06
3. Matteo Pellizzari (Aniene) 1'57"03

200 dorso F
1. Margherita Panziera (Aniene) 2'05"99 
2. Federica Pellegrini (Aniene) 2'06"50
3. Carlotta Zofkova (Forestale/Imolanuoto) 2'08"45

200 rana M
1. Edoardo Giorgetti (Aniene/Fiamme Oro Roma) 2'05"98 
2. Claudio Fossi (SMGM Team Lombardia) 2'06"83
3. Luca Pizzini (Fondazione Bentegodi/Carabinieri) 2'06"89

50 sl F
1. Erika Ferraioli (Aniene/Esercito) 24"37 R.I. eguagliato
2. Natalie Coughlin (Usa) 24"49
3. Silvia Di Pietro (Forestale/Aniene) 24"61

100 dorso M
1. Niccolò Bonacchi (Esercito/Nuotatori Pistoiesi) 51"64 vicino tempo limite
2. Matteo Milli (Aniene) 52"87
3. Fabio Laugeni (Fiamme Gialle) 52"96

100 misti M
1. Fabio Scozzoli (Imolanuoto/Esercito) 56"26 tempo limite
2. Damiano Lestingi (Aniene) 53"82
3. Stefano Mauro Pizzamiglio (Fiamme Oro//Azzurra 91) 54"13

200 misti F
1. Laura Letrari (Esercito/Bolzano) 2'10"44 pp
2. Luisa Trombetti (Fiamme Oro) 2'10"46 pp
3. Alice Nesti (Esercito/Nuotatori Pistoiesi) 2'11"15 pp

100 sl M
1. Marco Orsi (Usip/Fiamme oro) 46"76
2. Marco Belotti (Aniene) 47"78 pp
3. Luca Dotto (Forestale/Larus) 47"92

800 sl F
1. Aurora Ponselè (Aniene/Fiamme Oro) 8'21"10
2. Chiara Masini Luccetti (Forestale) 8'22"61
3. Diletta Carli (Fiamme Oro/Tirrenica Nuoto) 8'25"08

Foto G.Scala/Deepbluemedia.eu

Vai ai risultati live

Vai ai criteri e qualificati per Doha

Vai al sito dei XII mondiali in corta

 

Pubblicato in News Nuoto
Venerdì, 14 Novembre 2014

GP Italia. Risultati 1a sessione

E' scattato il 10° Gran Premio Italia (38° Mussi Lombardi Femiano), che quest'anno si svolge nella piscina di Massarosa (Lucca). Duecentoventiquattro atleti (122 maschi e 102 femmine) in rappresentanza di 43 società si danno battaglia nelle sei corsie dell'impianto toscano, per tentare di staccare gli ultimi pass iridati in vista di Doha (3/7 dicembre). Tra le prestazioni di livello della prima sessione quella di Federica Pellegrini che vince i 200 stile libero in 1'52"89 e stacca il quarto tempo mondiale stagionale e quinto all time italiano: "Sono sorpresa e felice per questo crono - commenta a caldo la Divina. Non mi aspettavo di andare così forte soprattutto al mattino e dopo un giorno e mezzo di scarico. Questo mi da fiducia in vista dei mondiali di Doha. Il cambio tecnico non ha influito a livello mentale, visto che con Matteo (Giunta ndr) ci conosciamo da anni e formiamo un gruppo consolidato insieme a Filippo Magnini e Gianluca Maglia. Nel pomeriggio farò i 200 dorso e domani i 100 stile libero dove sono onorata di incontrare una grande campionessa come la Coughlin". Bene nella farfalla Marco Orsi che lima il personale di 23"54 nei 50 nuotato lo scorso anno qui al Gran premio Italia, e fa un incoraggiante 23"24 in vista della velocità nello stile libero. "Sono in forma, il blocco alto mi piace e ho fatto il delfino per preparare al meglio lo stile libero che nuoterò più tardi". In chiusura buon 56"81 per Ilaria Bianchi, campionessa mondiale in carica della distanza ad Istanbul '12, che a Doha dovrà difende il titolo iridato: "Sono contenta perchè non avevo preparato questa gara - ha dichiarato la ventiquattrenne bolognese - sono sotto carico, e spero di far meglio dello scorso anno dove ho nuotato tempi migliori qui che agli europei in corta". Alle 16 la seconda sessione con 12 finali a serie e la diretta tv su Rai Sport 2.

PODI I SESSIONE

400 sl M
1. Gabriele Detti (Esercito/Nuoto Livorno) 3'44"01
2. Riccardo Maestri Gestisport) 3'48"22
3. Gianluca Maglia (Fiamme Gialle) 3'48"89

50 dorso F
1. Elena Di Liddo (Aniene) 27"22
2. Elena Gemo (Aniene) 27"44
3. Arianna Barbieri (Fiamme Gialle/Azzurra 91) 27"54

50 farfalla M
1. Marco Orsi (Fiamme Oro Roma/Uisp Bo) 23"24 pp
2. Marco Belotti (Forestale) 23"44
3. Pietro Codia (Aniene) 23"62

200 sl F
1. Federica Pellegrini (Aniene) 1'52"89
2. Chiara Masini Luccetti (Forestale) 1'56"89
3. Alice Mizzau (Fiamme Gialle) 1'56"97

50 rana M
1. Fabio Scozzoli (Esercito/Imolanuoto) 26"68
2. Claudio Fossi (Team Lombardia) 26"75 pp
3. Francesco Di Lecce (RN Torino) 26"81

100 rana F
1. Ilaria Scarcella (Aniene) 1'07"24
2. Arianna Castiglioni (Team Insubrika) 1'08"32
3. Michela Guzzetti (Esercito) 1'08"35

400 misti M
1. Luca Angelo Dioli (Forestale) 4'15"56
2. Francesco Pavone (Esercito/Genova Nuoto) 4'16"33
3. Lorenzo Tarocchi (TNT Empoli) 4'16"64

100 farfalla F
1. Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre/Uisp Bo) 56"81
2. Silvia Di Pietro (Forestale) 57"99
3. Elena Di Liddo (Aniene) 58"02

Vai ai risultati live

Vai ai criteri e qualificati per Doha

Vai al sito dei XII mondiali in corta

 

 

Pubblicato in News Nuoto
Giovedì, 13 Novembre 2014

Premio Castagnetti. I finalisti

Fabrizio Bastelli, Gianni Leoni e Stefano Morini sono i finalisti della prima edizione del premio “Allenatore di Nuoto dell’anno” intitolato ad Alberto Castagnetti. Questo l'esito della prima votazione della giuria presieduta dal vice presidente federale Manuela Dalla Valle e composta dal direttore tecnico della Nazionale Cesare Butini, dal direttore sportivo Gianfranco Saini, dal membro della commissione tecnica della Ligue Europeenne de Natation Gianni Gross, dai campioni Giorgio Lamberti e Luca Sacchi, dai giornalisti Camillo Cametti (responsabile della commissione stampa della Federation Internationale de Natation e della Ligue Europeenne de Natation), Stefano Arcobelli (Gazzetta dello Sport), Attilio Crea (Corriere dello Sport), Giorgio Pasini (TuttoSport) e Roberto Perrone (Corriere della Sera).
Nella prima fase delle votazioni ciascun membro della giuria ha espresso tre preferenze. Oltre ai finalisti, hanno raccolto voti anche Matteo Giunta, Tamas Gyertyanffy, Philippe Lucas, Mirko Nozzolillo ed Emanuele Sacchi.
Nella seconda votazione - con scadenza il 14 novembre - ciascun membro della giuria esprimerà una preferenza tra i tre tecnici finalisti; in caso di parità sarà determinante il voto del presidente della commissione.
Il vincitore sarà proclamato in occasione del Convegno Tecnico in programma dal 21 al 23 novembre a Chianciano.
Il riconoscimento sarà consegnato in occasione dei Campionati Italiani Assoluti Invernali, che si svolgeranno a Riccione il 19 e 20 dicembre.

SCOPRIAMO I TRE FINALISTI
 
Fabrizio Bastelli nasce a Bologna il 19 gennaio 1973. Inizia l'attività di allenatore nel 1995 come assistente tecnico alla President Bologna. Nel 2004 diventa head coach all'Azzurra91 e nel 2012 tecnico federale. Collabora con la Federnuoto dal 2005. In carriera ha formato molteplici atleti di interesse nazionale ed internazionale come la campionessa mondiale ed europea dei 100 farfalla in vasca corta Ilaria Bianchi, i medagliati europei Arianna Barbieri, Mirco Di Tora, Paolo Facchinelli, Luca Leonardi, Stefano Mauro Pizzamiglio e Cesare Pizzirani; in carriera ha conquistato 120 medaglie ai campionati assoluti. Convocato nello staff tecnico federale per le Olimpiadi di Londra 2012, per i Mondiali di Barcellona 2013, per gli Europei di Debrecen 2012 e Berlino 2014 e in quattro occasioni per gli Europei in vasca corta.

Gianni Leoni nasce a Cuggiono, vicino Milano, il 12 agosto 1962. Istruttore di nuoto ed assistente bagnante dal 1982, annovera anche esperienze come allenatore di pallavolo, di body building e di triathlon. Ha collaborato con la Robus et Fides di Varese (1985-1989), la Bustese Nuoto (1989-1998), la Busto Nuoto (1998-2007); dal 2007 è il direttore tecnico del Team Insubrika, sezione di Busto Arsizio. Assistente allo staff tecnico federale dal 2001; è tecnico federale dalla stagione 2014/2015. In qualità di allenatore ha conquistato 63 ai campionati assoluti ed ha portato sul podio europeo Matteo Rivolta, oro con la staffetta mista e bronzo nei 100 farfalla a Debrecen nel 2012, e Arianna Castiglioni, bronzo nei 100 rana a Berlino nel 2014. Unico allenatore ad essere rappresentato da atleti nel nuoto olimpico e paralimpico a Londra 2012, Leoni ha anche conquistato molteplici titoli mondiali ed europei nel nuoto per salvamento ed un bronzo ai mondiali di Triathlon Lungo con Daniela Locarno. Gli atleti più rappresentativi che ha seguito sono Arianna Castiglioni, Luca Dioli, Nicolò Ossola, Matteo Rivolta, Marcello Saporiti, Paolo Villa e l'atleta paralimpico Fabrizio Sottile, pluricampione e primatista italiano. Tra le molteplici presenze internazionali nello staff tecnico della Nazionale spiccano i Mondiali di Barcellona 2013, gli Europei di Berlino 2014 e gli Europei in vasca corta di Trieste 2005 ed Herning 2013.

Stefano Morini Stefano Morini è nato a Livorno il 17 novembre 1956. Dopo aver conseguito il titolo di maturità scientifica ed il diploma ISEF si è dedicato alla sua passione, il nuoto agonistico, diventando allenatore a tempo pieno della Livorno Nuoto fin dal 1982, quando non aveva che ventisei anni. Nel corso della sua notevole carriera ha allenato molti nuotatori di primo piano, tra i quali spiccano Federica Pellegrini, Gregorio Paltrinieri, Gabriele Detti, Ilaria Tocchini, Luis Alberto Laera, Cristina Chiuso, Lara Bianconi e Samuele Pampana.
Dopo le prime esperienze negli staff della nazionale giovanile nella seconda parte degli anni ottanta, è entrato stabilmente tra i tecnici di riferimento della nazionale maggiore a partire dagli anni novanta. Dal 1998 al 2000 viene incaricato quale responsabile dell’area della farfalla all’interno del Progetto F.I.N. Point. Nel 2001 è stato chiamato al Centro Federale di Verona come Assistente del C.T. Alberto Castagnetti. In questa veste, nella stagione 2003-04, è stato tra l’altro responsabile della preparazione della farfallista Paola Cavallino e della dorsista Alessandra Cappa, entrambe pervenute alla medaglia europea individuale in occasione dei Campionati Europei di Madrid. Erano trascorsi nove anni da quando un’altra sua allieva, Ilaria Tocchini, vincendo nel 1995 a Vienna l’argento nei 100 farfalla, conquistava l’ultima medaglia a livello individuale dal settore femminile. A lui era affidata inoltre la conduzione ed il coordinamento della preparazione dei velocisti azzurri della 4x100 stile libero sia per Madrid 2004 che per i Giochi di Atene. Ha partecipato a tutti i successi della rappresentativa azzurra del quadriennio 2001-04, dai Mondiali di Fukuoka, agli Europei di Berlino e di Madrid, ai Giochi di Atene e successivamente a quelli del quadriennio 2005-08 (Mondiali di Montreal e Melbourne, Europei di Budapest ed Eindhoven, Olimpiadi di Pechino). Dall’autunno del 2004 fino a quello 2007 ha coordinato il “Progetto Pechino 2008”, che ha seguito e supportato la crescita dei giovani più brillanti delle varie specialità in prospettiva dei Giochi del 2008. Nel novembre 2009, dopo il lutto di Alberto Castagnetti è stato chiamato al Centro federale di Verona per seguire il gruppo degli atleti permanenti tra cui Brembilla, Marin, Natullo, Pellegrini e Sciocchetti. Da allenatore della Pellegrini, la "Divina" stacca il record mondiale in corta a Istanbul dei 200 sl (tutt'ora in carica) e vince i 200 sl ai campionati europei di Budapest '10. Terminata l'esperienza con la fuoriclasse veneta, nel gennaio 2011 parte un nuovo percorso al Centro Federale di Ostia iniziando un nuovo ciclo con giovani atleti che porta grandi frutti: nel 2012 l'espolsione di Gregorio Paltrinieri con gli ori europeo a Debrecen nei 1500 e 800 sl (poi finalista olimpico a Londra), il bronzo di Samuel Pizzetti nei 400 sl e nella staffetta 4x200 sl; poi il terzo posto ai Mondiali di Barcellona 2013 di Paltrinieri nei 1500 sl e un 2014 da favola con due record europei negli 800sl di Gabriele Detti e nei 1500 sl di Paltrinieri e le 6 medaglie di Berlino: 2 ori Paltrinieri (800/1500 sl), 1 della Pirozzi nella 4x200 sl e tre bronzi con Detti (800/1500 sl) e la Caramignoli (1500 sl).

 

 

Pubblicato in News Nuoto
Giovedì, 13 Novembre 2014

GP Italia. Ultima chiamata per Doha

Il grande nuoto azzurro affila le armi e si prepara alle prove generali dei mondiali in vasca corta di Doha (3/7 dicembre). Il 14 e 15 novembre va infatti in scena il 10° Gran Premio Italia (38° Mussi Lombardi Femiano), che quest'anno avrà luogo nella piscina di Massarosa (Lucca), poco distante dal canonico palcoscenico di Viareggio indisponibile causa inagibilità ad ospitare eventi natatori. Duecentoventiquattro atleti (122 maschi e 102 femmine) in rappresentanza di 43 società si daranno battaglia nelle sei corsie dell'impianto toscano, per tentare di staccare gli ultimi pass iridati. Telecamere di Rai Sport 2 accese alle 10 del mattino e alle 15.50 il primo e 15.30 il secondo pomeriggio, per non perdere neanche un secondo delle 35 finali a serie che illumineranno la duegiorni versiliese. Al meeting saranno presenti tutti i big azzurri tranne i già qualificati per Doha, Andrea Mitchell D'Arrigo e Gregorio Paltrinieri impegnati in allenamento all'estero. Tra le tante sfide spicca quella nei 100 stile libero tra la "Divina" Federica Pellegrini e la stella americana Natalie Coughlin (3 ori olimpici e 7 mondiali), che illumineranno le corsie della vasca da 25 metri di Massarosa. 

Vai ai risultati live

Vai ai criteri e qualificati per Doha

Vai al sito dei XII mondiali in corta

Pubblicato in News Nuoto

La Federazione Italiana Nuoto ha il piacere di condividere l’istituzione del premio “Allenatore di Nuoto dell’anno” intitolato ad Alberto Castagnetti.
Il vincitore sarà proclamato in occasione del Convegno Tecnico in programma dal 21 al 23 novembre a Chianciano.
Il riconoscimento sarà consegnato in occasione dei Campionati Italiani Assoluti Invernali, che si svolgeranno a Riccione il 19 e 20 dicembre.
Il vincitore della prima edizione sarà designato da una giuria presieduta dal vice presidente federale Manuela Dalla Valle e composta dal direttore tecnico della Nazionale Cesare Butini, dal direttore sportivo Gianfranco Saini, dal membro della commissione tecnica della Ligue Europeenne de Natation Gianni Gross, dai campioni Giorgio Lamberti e Luca Sacchi, dai giornalisti Camillo Cametti (responsabile della commissione stampa della Federation Internationale de Natation e della Ligue Europeenne de Natation), Stefano Arcobelli (Gazzetta dello Sport), Attilio Crea (Corriere dello Sport), Giorgio Pasini (TuttoSport) e Roberto Perrone (Corriere della Sera).
La votazione si svolgerà in due fasi.
Nella prima fase - con scadenza 7 novembre - ciascun membro della giuria designerà tre tecnici.
Attraverso il conteggio dei voti pervenuti sarà definita la rosa dei tre allenatori con il maggior gradimento.
Nella seconda votazione - con scadenza il 14 novembre - ciascun membro della giuria esprimerà una preferenza tra i tre tecnici finalisti.
In caso di parità sarà determinante il voto del presidente della commissione.

Il premio è intitolato da Alberto Castagnetti, maestro del nuoto italiano che ci ha lasciato poco più di cinque anni fa.
Castagnetti nasce a Verona il 3 febbraio 1943. Da atleta partecipa ai Giochi Olimpici di Monaco 1972 e ai Mondiali di Belgrado 1973, inoltre conquista numerosi titoli italiani con le staffette e si piazza secondo nei 100 stile libero ai Campionati Assoluti di Napoli nel 1969.
Commissario tecnico della Nazionale Italiana di Nuoto ininterrottamente dal 1987, ha allenato nel passato campioni del calibro di Giorgio Lamberti, Roberto Gleria, Marcello Guarducci e Domenico Fioravanti.
Grazie alla sua conduzione l’Italia del Nuoto ha arricchito il medagliere olimpico con 4 ori, 2 argenti e 7 bronzi, diventando così una delle più rilevanti potenze mondiali.
Nel quadriennio che ci ha portato alle Olimpiadi di Pechino è cresciuta la striscia di risultati importanti sotto la sua direzione tecnica: dal primo storico oro olimpico al femminile di Federica Pellegrini nei 200 stile libero al doppio titolo mondiale di Filippo Magnini nei 100 stile libero, dai record mondiali della Pellegrini nei 200 e 400 stile libero, al primo oro europeo donne a Budapest 2006 nei 400 misti di Alessia Filippi, alle 60 medaglie internazionali (4 alle Olimpiadi, 5 ai Mondiali, 10 ai Mondiali in vasca corta, 21 agli Europei e 20 agli Europei in vasca corta) di Massimiliano Rosolino, al prestigioso primato continentale della 4x200 stile libero femminile.
Il post Giochi Olimpici 2008 è ripartito con ulteriori grandi soddisfazioni per Castagnetti, il CT più vincente del nuoto italiano. Il 2009, l'anno del Mondiale di Roma, si arricchisce del doppio oro con record del mondo di Federica Pellegrini nei 200 e 400 stile libero, dell'oro nei 1500 e bronzo negli 800 stile libero di Alessia Filippi. 
Nel 2013 è stato inserito nella Hall of Fame del nuoto con sede a Fort Lauderdale, in Florida.

Pubblicato in News Nuoto
Lunedì, 03 Novembre 2014

Premio Mangiarotti a Paltrinieri

Gregorio Paltrinieri, ventenne di Coopernuoto/Fiamme Oro, campione e primatista europeo dei 1500, nonché campione continentale degli 800, è il vincitore della seconda edizione del Premio Internazionale Edoardo Mangiarotti. La giuria l'ha scelto fra 63 candidature in rappresentanza di 26 discipline sportive.
Paltrinieri - allenato al centro federale di Ostia dal tecnico Stefano Morini ed in questo periodo impegnato in uno stage al Vicentre Swimming Club di Melbourne sotto la conduzione tecnica di coach Craig Jakson - succede nell'albo d'oro alla campionessa paralimpica Martina Caironi.
Il nuotatore azzurro, che con i titoli europei di questa stagione ha dato seguito all'oro nei 1500 e l'argento negli 800 dei continentali di Debrecen 2012; ha anche conquistato un bronzo mondiale nel 2013 a Barcellona nei 1500, dopo il quinto posto olimpico a Londra 2012, e l'oro iridato e l'argento europeo in vasca corta nel 2012.
La premiazione si terrà lunedì 24 novembre alle ore 17.30 presso il Centro Congressi della Fondazione Cariplo, a Milano. Le quattro menzioni d'onore sono state assegnate a Martina Batini (scherma), Giusy Maria Faro (danza), Andrii Govorov (Ucraina/nuoto), Nicole Orlando (atletica). Il Premio Internazionale Edoardo Mangiarotti, patrocinato dal Coni, dalla Federazione Italiana Scherma, dalla Regione Lombardia, dalla Provincia e dal Comune di Milano e supportato dalla Fondazione Cariplo, intende ricordare il grande campione della scherma, vincitore di 6 medaglie d'oro, 5 d'argento e 2 di bronzo alle Olimpiadi fra il 1936 (Berlino) e il 1960 (Roma) con il corollario di 13 titoli mondiali. Mangiarotti è scomparso a 93 anni nel 2012.

fotografia deepbluemedia.eu

Pubblicato in News Nuoto

Ultimi 4 articoli NUOTO