Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Eventi Nuoto

11
Dic
2018
XIV Campionato Mondiale in vasca corta





20
Dic
2018
Energy for Swim 2018 - (vasca 25m) - annullato





16
Feb
2019
1ª tappa Grand Prix d'Inverno: Meeting del Titano - (vasca 50m)





01
Mar
2019
2ª tappa Grand Prix d'Inverno: VIII Trofeo Città di Milano - (vasca 50m)





Articoli filtrati per data: Dicembre 2013 - FIN - Federazione Italiana Nuoto
Lunedì, 30 Dicembre 2013

Azzurri nella top ten d'Europa 2013

Gli atleti italiani sono al vertice e tra i dieci migliori specialisti delle graduatorie europee della stagione agonistica del Nuoto Internazionale 2013 di vasca lunga che coincide con l'anno solare (1 gennaio-31 dicembre). I nuotatori azzurri sono al comando di cinque delle classifiche relative alle trentaquattro gare individuali previste nel programma dei Mondiali e degli Europei in vasca olimpica. Tra gli uomini i tre primi posti sono di Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro Roma/Coopernuoto) negli 800 e 1500 stile libero e di Federico Turrini (Esercito/Nuoto Livorno) nei 400 misti. I due primi posti nel settore femminile sono di Federica Pellegrini (CC Aniene), leader stagionale europea dei 200 stile libero e dei 200 dorso. Solo l'Ungheria, tra le quattordici nazioni al vertice di una delle graduatorie, può vantare altrettanti primi posti. Il dato è rinforzato anche da due secondi posti, quelli di Fabio Scozzoli (Esercito/Imolanuoto) nei 100 rana e Gabriele Detti (Esercito/Team Lombardia MGM) negli 800 stile libero e da due terzi posti, ancora di Scozzoli nei 50 rana e Detti nei 1500 stile libero. Venticinque le presenze degli azzurri nelle prime dieci posizioni delle varie distanze di gara del programma maschile e quindici in quello femminile. Questi riscontri assumono un valore anche maggiore guardando al numero di nuotatori e nuotatrici classificati nelle prime dieci posizioni delle trentaquattro graduatorie individuali. L'annata agonistica appena conclusa registra tra i primi dieci in Europa diciotto nuotatori e undici nuotatrici italiane. Meglio degli azzurri, nei due settori, ha fatto soltanto la Gran Bretagna, in campo maschile con venticinque nuotatori e tra le donne con sedici. La Russia, terza in questa statistica, può vantare quindici maschi e undici femmine. Queste tre nazioni sono le sole a superare il numero di venti atleti compresi tra i dieci migliori specialisti continentali delle varie distanze di gara: la quarta, la Germania, è infatti molto lontana con sedici. Complimenti dunque ai ventinove azzurri che si presentano al Nuovo Anno, che culminerà con i Campionati Europei in programma a Berlino dal 18 al 24 agosto, occupando una delle prime dieci posizioni delle classifiche europee. Eccoli, in stretto ordine alfabetico e poi con i relativi tempi e piazzamenti.

Bianchi Ilaria, Baggio Luca, Barbieri Arianna, Caramignoli Martina, Celli Elisa, Ciccarese Christopher, Codia Piero, D’Arrigo A. Mitchell, De Ascentis Giulia, De Memme Martina, Detti Gabriele, Di Pietro Silvia, Dotto Luca, Gemo Elena, Marin Luca, Mencarini Luca, Orsi Marco, Paltrinieri Gregorio, Pavone Francesco, Pellegrini Federica, Pesce Mattia, Pirozzi Stefania, Pizzamiglio S.Mauro, Pizzetti Samuel, Ponselè Aurora, Rivolta Matteo, Scozzoli Fabio, Toniato Andrea, Turrini Federico.

icon Graduatorie e Classifiche Europee vasca 50m 2013

Pubblicato in News Nuoto

L'Italia vince l' Energy Standard Meet, manifestazione giovanile che si è svolta a Dnipropetrov,  il 19 settembre 2013 proclamata capitale amministrativa dell'Ucraina di cui è la terza città in termini di abitanti.
La città era uno dei centri più importanti per la produzione di armi nucleari e per lo sviluppo del programma spaziale dell'Unione Sovietica. Per questo motivo è rimasta per lungo tempo inaccessibile: fino agli anni novanta era consentito accedervi solo con un apposito permesso del governo.

Il quadrangolare di nuoto era riservato ad atleti nati nel 1998, 1999 e 2000 con la partecipazione delle selezioni giovanili dell'Italia, della Francia, dei russi dello Sverdlovskaya Oblast e della società ospitante dell'Energostandart e aveva il fine di promuove il nuoto sul territorio.  Le gare si sono svolte in un complesso monumentale con piscina da 50 metri coperta a 10 corsie e sono stati invitati testimonial di eccezione come Yana Klochkova, Anastasia Zueva, Andrey Govorov, Sergey Frolov e Paolo Barelli, presidente della Federnuoto, della Ligue Europeenne de Natatione e Segretario della Federation Internationale de Natation.  Il regolamento del meeting prevede una classifica per squadra sulla base dei piazzamenti nelle singole gare per determinare la rappresentativa vincitrice. Trasmesse le gare in streaming agli indirizzi internet www.meteor.dp.ua e www.usf.org.ua.

Sabato si è tenuta una conferenza stampa al palazzo degli sport acquatici  a cui hanno partecipato il presidente della federazione ucraina Dmitry Kachurovsky e il presidente della Ligue Europeenne de Natation Paolo Barelli. Approfondita la possibilità che l'Ucraina si candidi ad ospitare i campionati europei del 2018. La scadenza per le candidature è fissata nel maggio prossimo. "Sarebbe importante poter disputare il campionato europeo in Ucraina per lo sviluppo degli sport acquatici sul territorio e per favorire l'implementazione di strutture fruibili poi ai cittadini", ha sottolineato Barelli. Il presidente Kachurovsky ha evidenziato che è in corso "uno studio per verificare la fattibilità economica a sostegno della candidatura che porterebbe nuove opportunità economiche e promozione del nuoto nel paese".

Seguono i risultati degli azzurrini all'Energy Standard Meet
 
RISULTATI PRIMA SESSIONE - SABATO
 
200 misti F < 13 anni
1. Sara Pusceddu 2'25"82
2. Martina Rossi 2'28"02
200 misti F 14-15 anni
1. Sara Franceschi 2'21"66
2. Martina Rosa 2'23"00
 
200 misti M < 14 anni
1. Emanuel Fava 2'09"89 pp (prec. 2'11"95)
3. Alberto Razzetti 2'15"31
200 misti  15-16 anni
1. Lorenzo Glessi 2'05"36 pp (prec. 2'06"21)
3. Alex Baldisseri 2'15"24 pp (prec. 2'31"18)
 
100 farfalla F < 13 anni
2. Tania Quaglieri 1'05"46
Martina De Rossi squalificata
100 farfalla F 14-15 anni
1. Jessica Lattanzi 1'03"31
2. Martina Rosa 1'03"99 pp (prec. 1'04"14)
 
100 farfalla M < 14 anni
1. Emanuel Fava 58"50
2. Andrea Facciola 59"52
100 farfalla 15-16 anni
1. Matteo Masiero 55"54
4. Joao Beretta 58"11 pp (prec. 58"48)
 
50 dorso F < 13 anni
2. Sara Pusceddu 31"08 pp (prec. 31"44)
2. Francesca Fresia 31"08 pp (prec. 31"69)
50 dorso 14-15 anni
nessun'italiana
 
50 dorso M < 14 anni
1. Manuel Fava 27"49 pp (prec. 28"27)
Emanuele Di Nicola squalificato
50 dorso 15-16 anni
2. Lorenzo Glessi 26"85 pp (prec. 28"00)
4. Cristiano Hantjoglu 28"09

4x100 sl nate 2000
1. Italia 4'05"25
Martinelli 1'01"58, Quaglieri 1'01"16, Grotto 1'00"79, Pusceddu 1'01"72

4x100 sl nate 1998-1999
1. Italia 3'55"80
Ruggi 58"11, Spadazzi 59"46, Scarabelli 58"86, Franceschi 59"37

4x100 sl nati 1999
1. Italia 3'41"70
Facciola 54"61 =pp, Razzetti 55"20, Di Nicola 55"85, Miglietta 57"54

4x100 sl nati 1997-1998
1. Russia 3'31"90
2. Italia 3'32"59
Beretta 52"61, Glessi 51"24, Manzi 54"11, Hantjoglu 54"63

RISULTATI SECONDA SESSIONE - SABATO

400 sl F < 13 anni
1. Vittoria Grotto 4'31"73
400 sl F 14-15 anni
1. Alice Scarabelli 4'26"59
4. Martina Rosa 4'30"95 pp (prec. 4'31"62)
 
400 sl M < 14 anni
1. Lucio Miglietta 4'12"47
400 sl M 15-16 anni
1. Andrea Manzi 4'00"78
 
50 farfalla F < 13 anni
2. Tania Quaglieri 29"11 pp (prec. 29"63)
3. Giada Martinelli 30"28
50 farfalla F 14-15 anni
4. Jessica Lattanzi 28"96 pp (prec. 29"14)
6. Sara Spadazzi 29"41 pp (prec. 31"92)
 
50 farfalla M < 14 anni
2. Emanuele Di Nicola 26"55 pp (prec. 27"29)
3. Alberto Razzetti 26"91 pp (prec. 28"00)
50 farfalla 15-16 anni
3. Matteo Masiero 25"16 pp (prec. 25"29)
8. Cristiano Hantjoglu 26"23 pp (prec. 29"75)
 
100 rana F < 13 anni
2. Francesca Fresia 1'15"28
100 rana F 14-15 anni
1. Sara Spadazzi 1'10"52
2. Sara Franceschi 1'12"68 pp (prec. 1'13"00)
 
100 rana M < 14 anni
1. Nicolò Martinenghi 1'04"92
100 rana 15-16 anni
1. Alex Baldisseri 1'04"27 pp (prec. 1'04"56)
 
100 sl F < 13 anni
4. Giada Martinelli 1'01"76
5. Vittoria Grotto 1'01"98
100 sl F 14-15 anni
2. Alessia Rugi 57"62 pp
3. Alice Scarabelli 58"50 pp (prec. 58"74)
 
100 sl M < 14 anni
2. Andrea Facciola 54"43 pp (prec. 54"61)
6. Alberto Razzetti 56"77
100 sl M 14-15 anni
3. Joao Beretta 52"97
5. Andrea Manzi 54"44 pp (prec. 54"80)
 
4x200 sl mixed 1999 M / 2000 F
1. Italia 8'31"77
Emanuel Fava 1'58"77 pp (2'02"69), Andrea Facciola 2'12"05, Martina Rossi 2'03"92 e Sara Pusceddu 2'17"03
 
4x200 sl mixed 1997-1998 M / 1998-1999 F
1. Italia 8'05"72
Lorenzo Glessi 1'54"78 pp (prec. 1'56"63), Alice Scarabelli 2'07"32, Andrea Manzi 1'56"62 e Alessia Ruggi 2'07"00

RISULTATI TERZA SESSIONE - DOMENICA

200 sl F < 13 anni
1. Vittoria Grotto 2'11"03
200 sl F 14-15 anni
1. Alessia Ruggi 2'05"00
3. Alice Scarabelli 2'05"27
 
200 sl < 14 anni
2. Andrea Facciola 2'01"35
4. Lucio Miglietta 2'02"10 pp (prec. 2'07"35)
200 sl 14-15 anni
1. Andrea Manzi 1'54"80
2. Lorenzo Glessi 1'55"21 pp (prec. 1'56"63)
 
100 dorso F < 13 anni
2. Sara Pusceddu 1'03"97 pp (prec. 1'04"81)
3. Martina Rossi 1'05"78
100 dorso 14-15 anni
2. Sara Franceschi 1'07"74
3. Alice Scarabelli 1'07"79
 
100 dorso M < 14 anni
1. Manuel Fava 58"77
100 dorso M 15-16 anni
2. Lorenzo Glessi 57"12 pp (prec. 58"24)
3. Cristiano Hantjoglu 57"86
 
50 sl F < 13 anni
2. Giada Martinelli 27"80
3. Tania Quaglieri 28"28
50 sl F 14-15 anni
2. Alessia Ruggi 27"12
6. Jessica Lattanzi 28"55
 
50 sl M < 14 anni
3. Emanuele Di Nicola 25"65
5. Nicolò Martinenghi 26"28 pp (prec. 26"50)
50 sl M 15-16 anni
4. Matteo Masiero 24"09 pp (prec. 24"86)
5. Joao Beretta 24"17
 
50 rana F < 13 anni
1. Francesca Fresia 35"11
50 rana 14-15 anni
1. Sara Spadazzi 32"19
 
50 rana < 14 anni
1. Nicolò Martinenghi 29"85 pp (prec. 30"14)
50 rana 15-16 anni
1. Alex Baldisseri 28"88 pp (prec. 30"02)
 
4x100 mista F < 13 anni
1. Italia 4'28"93
Pusceddu, Fresia, Quaglieri, Martinelli
4x100 mista F 14-15 anni
1. Italia 4'20"14
Franceschi, Spadazzi, Lattanzi, Ruggi
 
4x100 mista M < 14 anni
1. Italia 3'59"31
Fava, Martinenghi, Facciola, Razzetti
4x100 mista M 15-16 anni
1. Italia 3'49"04
Hantjoglu, Baldisseri, Masiero, Glessi

Mixed 12x50 sl < 14 anni
1. Italia 5'21"78
Mixed 12x50 sl 14-15-16 anni
1. Italia 5'09"87
 
consulta i risultati completi

LA SELEZIONE ITALIANA
Atleti: Sara Franceschi (Nuoto Livorno), Francesca Fresia (Idea Sport), Vittoria Grotto (Veneto Banca Montebelluna), Jessica Lattanzi (Lucca), Giada Martinelli (Nuotatori Estensi), Sara Pusceddu (Andrea Doria), Tania Quaglieri (Modena), Martina Rosa (Tiro a Volo), Martina Rossi (Sport Team 2000), Alessia Ruggi (Canottieri Vitrtorino), Alice Antonia Scarabelli (Team Insubrika), Sara Spadazzi (Rinascita Team Romagna); Alex Baldisseri (AS Merano), Joao Beretta (Gestisport), Emanuele Di Nicola (Swamp Swimming), Andrea Facciola (Mimmo Ferrito), Emanuel Fava (RN Torino), Lorenzo Glessi (Gorizia), Cristiano Hantjoglu (Hidro Sport), Matteo Masiero (Tecri Nuoto), Andrea Manzi (CC Napoli), Nicolò Martinenghi (NC Trebbia), Lucio Miglietta (Team Siracusa), Alberto Razzetti (Lavagna 90).
Staff: responsabile delle nazionali giovanili Walter Bolognani, tecnici Andrea Giavi, Antonio Oriente, Davide Rummolo, Fabrizio De Gregorio, medico Andrea Felici.

 

Pubblicato in News Nuoto
Sabato, 21 Dicembre 2013

La sostenibile leggerezza del dorso

Riceviamo e pubblichiamo con piacere un corsivo di Franco Del Campo* a seguito della conquista della medaglia d'oro di Federica Pellegrini nei 200 stile libero ai campionati europei di nuoto in vasca corta, ad Herning, in Danimarca.
 
La regina è ritornata dall’esilio, ma – come nelle  fiabe - ha dovuto fare un lungo percorso dentro di sé per riconquistare il suo tesoro.
Federica Pellegrini è ritornata all’oro nella "sua" gara, dalla quale negli ultimi anni era stata spodestata più dalle sue paure che dalle avversarie, sempre in agguato e pronte ad approfittare di ogni minimo segno di debolezza. Per ritornare sul trono dei 200 stile libero, ai recenti Campionati Europei in vasca corta (da 25 metri) di Herning in Danimarca, ha dovuto allontanarsi da se stessa e rigenerarsi con un farmaco quasi omeopatico: ha dovuto nuotare a dorso. Pochi, forse, si sono chiesti come si spieghi questa strana soluzione tecnica e psicologica, che si gioca su rassomiglianze e differenze. Pochi, forse, si sono chiesti: come si riesce a ritornare a vincere i 200 stile libero (1’52”80), nuotando e gareggiando per oltre un anno in uno stile “altro” e diverso come il dorso?
Pochissimi sanno, probabilmente, che il dorso non è uno "stile" come gli altri, come la rana, il delfino e lo stesso stile libero, che in realtà è assai poco “libero” ma è il crawl, il più veloce e potente delle varie nuotate. Il dorso, a suo modo, è uno stile “filosofico” e quindi può diventare una sorta di farmaco per guarire da profonde e misteriose paure. Il dorso, a differenza degli altri stili, ti rende “laico” perché ti costringe a ristrutturare la tua visione del mondo. Ti toglie certezze, ma ti rende più forte, perché devi avanzare nuotando all’indietro. E per poterlo fare devi sapere sempre dove sei, senza poterlo vedere. Devi ricostruire dentro di te, come sosteneva Leibnitz, il mondo esterno, devi sapere dove sei e dove stai andando, nuotando dentro di te …anche per non andare a sbattere – direbbe il materialista Feuerbach, che secondo alcuni banalizzava sempre tutto - contro la virata o l’arrivo, che di solito non arriva mai.
E poi, quando nuoti a dorso, puoi guardare il cielo o le luci della piscina, che ti guidano come una stella cometa.
Nuotare a dorso, assai più che negli altri stili, che si trascinano in vario modo nell’acqua, significa soprattutto scivolare e più riesci a sollevarti, più riesci a volare via. Per questo i muscoli dei dorsisti sono più leggeri e sottili. E così, la sostenibile leggerezza del dorso ha liberato Federica Pellegrini dai suoi fantasmi e le ha permesso di nuotare dentro se stessa per riprendersi il “suo” oro.
 
Franco Del Campo (Trieste, 18 marzo 1949) è un ex dorsista e giornalista italiano.
Ha partecipato nel 1968 all'Olimpiade di Città del Messico ed è stato il primo italiano a disputare due finali olimpiche nel nuoto. Negli anni settanta ha fatto parte dello staff tecnico della nazionale italiana di nuoto. Successivamente ha insegnato teoria e tecniche della comunicazione politica alla Facoltà di Scienze della Comunicazione dell'Università di Trieste. È stato presidente del Comitato regionale per le comunicazioni del Friuli Venezia Giulia dal novembre 2003 al 2008. Giornalista pubblicista, iscritto all’'Ordine dal 1978, è stato direttore della rivista Impresa & Economia, ha collaborato con il Corriere della Sera, La Repubblica ed Il Sole 24 Ore, attualmente scrive per Il Piccolo. È autore o coautore di pubblicazioni su vari argomenti ed è direttore del "Centro Federale" della F.I.N. a Trieste.
Oggi Franco Del Campo lavora come ordinario di storia e filosofia al Liceo "F. Petrarca", pubblicando saltuariamente libri di vario carattere.

Pubblicato in News Nuoto
Venerdì, 20 Dicembre 2013

Assoluti invernali. Report 4^ giornata

I botti di fine anno li esplodono Elisa Celli, Christopher Ciccarese, Federico Bocchia e Gregorio Paltrinieri. Protagonsiti dell'ultima sessione dei campionati assoluti invernali open, nella vasca olimpica dello Stadio del nuoto di Riccione. Classifiche di società al Circolo Canottieri Aniene, che s'impone sia nella sessione maschile sia in quella femminile.
 
Celli vince i 200 rana in 2'25"23 (frazioni in 34"18, 37"05, 36"82, 37"18), diventando la prima nuotatrice italiana ad abbattere il muro dei 2'26 con costume in tessuto, nonché la seconda performer italiana all time dietro ad Ilaria Scarcella che detiene il record italiano "gommato" in 2'23"32. La 23enne atleta di Rimini compie un notevole progresso cronometrico, migliorando il personale di 2'26"46 nuotato al trofeo Settecolli del giugno scorso e supera nel ranking il precedente in limite in tessuto che Lisa Fissneider aveva stabilito per l'oro ai mondiali juniores giovanili di Lima del 2011 di 2'26"01.
"Ho imparato a trasformare le pressioni in energia positiva negli ultimi due-tre anni - racconta l'atleta di casa allenata da Luca Corsetti - Prima soffrivo molto l'attesa che si creava intorno alle mie prestazioni. Nuotando in casa non volevo deludere nessuno e non riuscivo a trovare equilibrio. Questo tempo è una grande iniezione di fiducia perché arriva dopo allenamenti più qualitativi che quantitativi. Ho difeso il titolo dello scorso inverno e sono contentissima".
   
Ciccarese vince i 200 dorso con una nuotata elegante ed equilibrata per l' 1'57"95 (frazioni da 27"71, 29"65, 30"44, 30"15), 73 centesimi meno del personale già migliorato a Civitavecchia 12 giorni fa e abbassato di oltre due secondi nell'ultimo anno. Con questa prestazione il 23enne romano allenato da Mirko Nozzolillo segna la nona prestazione italiana all time, quarta col costume in tessuto alle spalle di Sebastiano Ranfagni, Damiano Lestingi e Luca Mencarini. "Ho lavorato per questo tempo dalla mattina alla sera - racconta entusiasta - Se voglio raggiungere grandi obiettivi i sacrifici vanno affrontati con determinazione. Ringrazio la mia famiglia per il sostegno che mi garantiscono e dedico la vittoria alla mia fidanzata".
   
Cinquanta metri in un sol respiro per Federico Bocchia (nella foto di Valerio Salvati) che vince lo sprint in 22"23 tornando al titolo italiano dopo quattro anni. Esplosiva l'esultanza di "King Shark" che poi si presenta in zona mista con un cappellino natalizio. "Bella vittoria, bel titolo italiano - dichiara sorridendo - Ho concentrato tutte le energie rimaste dopo i campionati europei di Herning in questa gara. Ringrazio tutti gli squalotti che mi sostengono in tribuna e da casa".
   
Solido, ritmico, con una presa costante ed incisiva, Gregorio Paltrinieri vince i 1500 in 14'57"56, un tempo che non t'aspetti dopo le controprestazioni dei campionati europei di Herning e dei 400 di giovedì. Ma la bracciata torna quella dei giorni migliori con passaggi molto regolari da 3'57"02 ai 400, 7'57"85 agli 800, 11'59"46 ai 1200 per il settimo tempo della carriera nonché migliore mai nuotato d'inverno. "Mi sentivo un po' meglio, ma non sono ancora al 100% - racconta il campione europeo e bronzo mondiale, nonché campione mondiale e già europeo in vasca corta, che si allena al centro federale di Ostia seguito dal responsabile del mezzofondo Stefano Morini - Probabilmente sono arrivato con una settimana di ritardo ad una forma accettabile e sicuramente la vasca lunga mi avvantaggia senza tante interruzioni di ritmo. Sono contentissimo del tempo".
   
Nelle altre serie Stefania Pirozzi vince in scioltezza i 200 farfalla in 2'10"42 con un buon passaggio ai 100 in 1'02"50. "Sono contenta del tempo - dichiara l'azzurra, che giovedì era stata colpita da una fastidiosa influenza intestinale - Il 2'10 nuotato in lunga in questa fase, peraltro dopo aver vinto i 400 misti della mattina, è un buon riferimento per il prosieguo della stagione e degli allenamenti al centro federale di Ostia".
 
Successivamente conquista il primo titolo Carlotta Zofkova nei 100 dorso in 1'01"04. Un successo rincorso con grande volontà e spirito di sacrificio. "Volevo la medaglia d'oro - asserisce la 20enne di Imola - Sono contentissima. Ringrazio la federazione per il sostegno che ci assicura al centro federale di Verona e Thomas Gyertyanffy che ci segue sempre curando i minimi particolari".
 
Firma la doppietta nei misti Federico Turrini, che s'impone nei 200 in 2'00"30 (26"28, 30"02, 35"17, 28"83) dopo il 4'17"30 nei 400. Una buona prova per il sesto tempo in carriera di una gara che vince dal 2010 e che nuota "sempre con maggiore difficoltà dei 400" ma che ormai ha metabolizzato.

Il sipario dei campionati si chiude con il successo di Alice Mizzau che difende il titolo dei 100 stile libero in 55"12, a nove centesimi dal personale e augura "buon Natale a tutti gli apassionati di nuoto" a cui la Federnuoto si associa sentitamente.
 
Positivo il bilancio del direttore tecnico della Squadra Nazionale, Cesare Butini. "Al di là della Squadra Nazionale che è tornata dai campionati europei in vasca corta, c'è stato un buon movimento generale. Abbiamo ricevuto molteplici conferme cronometriche dai giovani che già si erano distinti ad Herning, come Lisa Fissneider, ma stiamo scoprendo anche nuovi atleti come Christopher Ciccarese, che ha migliorato l'ottimo tempo che aveva segnato in una prova regionale a Civitavecchia e che avrebbe già ottenuto il pass per i campionati europei di Berlino. Avevamo dato indicazioni alle società di iniziare la preparazione con un ritmo che considerasse la lunghezza della stagione eppure già abbiamo ricevuto indicazioni confortanti, come dimostrano i tempi delle staffette".

A seguire i podi della quarta e ultima sessione

200 farfalla F
1. Stefania Pirozzi (Fiamme Oro Roma / CC Napoli) 2'10"42
2. Alessia Polieri (Fiamme Gialle / Imolanuoto) 2'13"27
3. Francesca Annis (Atlantide Elmas) 2'14"75
 
200 dorso M
1. Christopher Ciccarese (CC Aniene) 1'57"95 pp (prec. 1'58"68)
2. Luca Mencarini (CC Aniene) 1'59"31
3. Mattia Aversa (CC Aniene) 1'59"65
   
200 rana F
1. Elisa Celli (Swim Pro S9) 2'25"23 pp (prec. 2'26"46)
2. Lisa Fissneider (Fiamme Gialle / Bolzano Nuoto) 2'28"01
3. Giulia De Ascentis (CC Aniene) 2'28"14
 
50 sl M
1. Federico Bocchia (Esercito / Nuoto Club 91 Parma) 22"23
2. Andrey Govorov (ADN Swim Project - Ucr) 22"32
3. Luca Dotto (Forestale / Larus Nuoto) 22"33
4. Lucio Spadaro (Fiamme Oro Roma / Sporting Club Flegreo)
   
100 dorso F
1. Carlotta Zofkova (Forestale / Imolanuoto) 1'01"04
2. Arianna Barbieri (Fiamme Gialle / Azzurra 91) 1'01"51
3. Elena Gemo (Forestale / CC Aniene) 1'02"03
 
1500 sl M
1. Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro Roma / Coopernuoto) 14'57"56
2. Gabriele Detti (Esercito / Team Lombardia MGM) 15'11"57
3. Luca Baggio (Fiamme Azzurre / CC Aniene) 15'20"01
    
200 misti M
1. Federico Turrini (Esercito / Nuoto Livorno) 2'00"30
2. Davide Cova (Team Lombardia MGM) 2'01"73
3. Simone Geni (Esercito / Uisp Bologna) 2'02"15

100 sl F
1. Alice Mizzau (Fiamme Gialle / Team Veneto) 55"12
2. Chiara Masini Luccetti (Forestale) 56"69
3. Rachele Ceracchi (CC Aniene) 56"71

Classifica maschile (51 società in graduatoria)
1. CC Aniene 298 punti (278 ind. + 20 staf.)
2. Esercito 228 (188 + 40)
3. Fiamme Oro Roma 192 (140 + 52)
4. Team Lombardia MGM 182 (160 + 22)
5. Larus Nuoto 121,50 (101,50 + 20)
 
Classifica femminile (46 società in graduatoria)
1. CC Aniene 278,50 (243,50 + 35)
2. Fiamme Gialle 155,50 (129,59 + 26)
3. Fiamme Oro Roma 139 (117 + 22)
4. Forestale 137,50 (117,50 + 20)
5. Team Lombardia MGM 127,50 (91,50 + 36)
7. Team Veneto 91 (65 + 26)

consulta i risultati ufficiali

fotografie di Andrea Staccioli / insidefoto - deepbluemedia.eu

Pubblicato in News Nuoto
Venerdì, 20 Dicembre 2013

Assoluti invernali. Report 3^ sessione

Aurora Ponselè, Silvia Di Pietro, Lisa Fissneider e Andrea Toniato raddoppiano. Niccolò Bonacchi precede Stefano Mauro Pizzamiglio nei 50 dorso, Marco Belotti si riprende i 200 stile libero dopo quattro anni, Stefania Pirozzi e Matteo Rivolta difendono il titolo dei 400 misti e 100 farfalla. Chiusura della terza sessione dei campionati italiani assoluti invernali open, in svolgimento allo Stadio del Nuoto di Riccione in vasca lunga, coi successi nella 4x100 stile libero femminile del CC Aniene in 3'44"21 - con la frazione lanciata più veloce della carriera di Federica Pellegrini in 53"69 - e nella 4x100 mista maschile delle Fiamme Oro in 3'39"96.
   
Bis di Aurora Ponselè che dopo gli 800 stile libero conquista anche il titolo nei 400 col primato personale di 4'09"68 entrando nella top ten italiana. Per la fondista - arrivata ai campionati italiani dopo tre settimane di collegiale al centro federale di Ostia con la Nazionale di nuoto in acque libere e pesanti carichi di lavoro - è l'ennesima prova di una versatilità che sta maturando. "Ne sono contenta - afferma - I titoli italiani sono una gran soddisfazione, ma ancora di più aver migliorato i personali in questo momento della stagione".
 
Continua il duello a colpi di primati personali tra Niccolò Bonacchi e Stefano Mauro Pizzamiglio sulla sia dei campionati europei in vasca corta. I 50 dorso se li prende Bonacchi in 25"38, con un vantaggio di cinque centesimi. "Nuotare con Stefano è stimolante e sicuramente aiuta entrambi ad andare oltre certi limiti".
   
Dopo il titolo nei 50 stile libero con un interlocutorio 25"72, Silvia Di Pietro raddoppia nella farfalla in 26"55, un tempo più probante che si avvicina al personale con costume in tessuto di 26"28. "Dopo le sensazioni negative di giovedì non mi aspettavo un tempo così - dichiara la sprinter - Ho eseguito un buon tuffo con subacquea e mi sono avvicinata al personale".
 
I 200 stile libero tornano da Marco Belotti dopo quattro anni di cambiamenti alla ricerca del salto di qualità, passando per Nizza e gli allenamenti con Yannick Agnell e Fabrice Pellerin e tornando a Roma dove ora è guidato da Massimo Meloni. Arriva un promettente 1'48"72. "Un buon tempo per iniziare la stagione - evidenzia - Sono felice delle scelte compiute negli ultimi mesi e delle esperienze acquisite".
 
Conferme su conferme per Lisa Fissneider, che avvicina il personale di cinque centesimi e bissa il titolo dei 100 nei 50 rana in 31"26. Giovedì già aveva sfiorato di quattro centesimi il personale dei 100 in 1'07"75 e tutto ciò a pochi giorni dai cinque record italiani fino al 30"39 nei 50 e 1'05"28 nei 100 e al personale nei 200 in 2'21"18 stabiliti ai campionati europei in vasca corta. "Stanca ma felice. Questi tempi sono una bella abitudine". Dichiara la 19enne bolzanina che precede una buonissima Arianna Castiglioni, a dieci centesimi dal personale e seconda come nei 100.
 
Aspettando il rientro di Fabio Scozzoli, anche i 100 rana sono di Andrea Toniato, che però vince con un tempo interlocutorio come 1'01"45. "Non bene come nei 50 - spiega serenamente - Ho visto rientrare gli avversari agli ultimi quindici metri e mi sono scomposto per forzare l'arrivo. Strappando però ho perso qualcosa, ma sono riuscito a mettere la mano davanti e sono contento".
 
Smaltita la febbre, Stefania Pirozzi domina i 400 misti creando il vuoto già a metà gara e chiudendo in abbrivio sul 4'46"28. L'azzurra, new entry al centro federale di Ostia, difende il titolo anche se non si sentiva in "buone condizioni". "Questa mattina - continua - mi sentivo fiacca ma ho voluto comunque mettermi in gioco. Non pensavo di riuscire a vincere e così sono partita cattiva. Sono riuscita ad acquisire un buon vantaggio e a gestirlo nel finale. Il tempo non è nulla di particolare ma sono contenta di aver difeso il titolo".
 
Vince con personalità anche Matteo Rivolta, che difende il titolo dei 100 farfalla con il tempo di 52"64, comunque lontano dal record italiano di 51"70 dell'aprile scorso, poi migliorato sino al 51"64 ai campionati mondiali di Barcellona. "Purtroppo l'influenza che mi ha colpito alla vigilia dei campionati europei mi ha debilitato e condizionato - spiega il delfinista - I record italiani migliorati in sequenza a novembre e il lavoro svolto saranno comunque una buona base da cui ripartire per preparare la stagione in vasca lunga".
 
In coda alla sessione il Circolo Canottieri Aniene vince la staffetta 4x100 stile libero femminile in 3'44"21 con le frazioni di Lucrezia Raco (57"17), Rachele Ceracchi (56"15), Miriana Durante (57"20) e Federica Pellegrini che nuota la frazione più veloce della sua carriera in 53"69, dopo il 53"78 della 4x100 mista. "Siamo molto felici perché finalmente siamo riuscite a vincere una staffetta che non ci vedeva protagoniste da tempo - racconta Pellegrini, che terminerà la stagione coi preliminari di Coppa Brema dove nuoterà anchei 200 farfalla - E' stato un bellissimo anno, sorprendente per certi aspetti con l'argento mondiale nei 200 stile libero e i tempi nel dorso che non avrei mai immaginato con poco allenamento. A settembre abbiamo ripreso a lavorare con maggiore intensità e subito sono arrivati i record nei 200 dorso e nei 100 stile libero e l'oro nei 200 e il bronzo nei 400 stile libero ai campionati europei in vasca corta. Si conclude un anno magnifico sperando che i prossimi lo siano altrettanto anche se è molto difficile". Alle Fiamme Oro la stafetta 4x100 mista maschile con il tempo di 3'39"96 e le frazioni di Mirco Di Tora (55"27), Mattia Pesce (1'02"45), Stefano Mauro Pizzamiglio (53"73) e Marco Orsi (48"51).

Podi della terza sessione
 
400 sl F
1. Aurora Ponselè (CC Aniene) 4'09"68 pp (prec. 4'12"32)
2. Martina De Memme (Esercito / Nuoto Livorno) 4'09"81
3. Coralie Balmy (CN Antibes - Fra) 4'12"15
4. Diletta Carli 4'14"26
    
50 dorso M
1. Niccolò Bonacchi (Esercito / Nuotatori Pistoiesi) 25"38
2. Stefano Mauro Pizzamiglio (Fiamme Oro Roma) 25"43
3. Mirco Di Tora (Fiamme Oro Roma / Azzurra 91) 25"49
    
50 farfalla F
1. Silvia Di Pietro (Forestale / CC Aniene) 26"55
2. Elena Gemo (Forestale / CC Aniene) 27"06
3. Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre / Azzurra 91) 27"17
   
200 sl M
1. Marco Belotti (CC Aniene) 1'48"72
2. Alex Di Giorgio (CC Aniene) 1'49"15
3. Gabriele Detti (Esercito / Team Lomnardia MGM) 1'50"10
   
50 rana F
1. Lisa Fissneider (Fiamme Gialle / Bolzano Nuoto) 31"26
2. Arianna Castiglioni (Team Insubrika) 31"62
3. Martina Carraro (Azzurra 91) 31"73
 
100 rana M
1. Andrea Toniato (Fiamme Gialle / Team Veneto) 1'01"45
2. Claudio Fossi (Team Lombardia MGM) 1'01"57 pp (prec. 1'01"76)
3. Mattia Pesce (Fiamme Oro Roma / Forum Sport Center) 1'01"75
 
400 misti F
1. Stefania Pirozzi (Fiamme Oro Roma / CC Aniene) 4'46"28
2. Luisa Trombetti (Fiamme Oro Roma / RN Torino) 4'49"92
3. Susanna Negri (Team Lombardia MGM) 4'50"74
 
100 farfalla M
1. Matteo Rivolta (Team Insubrika) 52"64
2. Piero Codia (Esercito / CC Aniene) 53"33
3. Francesco Giordano (Fiamme Oro Roma / Team Lombardia MGM) 53"96

4x100 stile libero F
1. CC Aniene 3'44"21
Raco  57"17, Ceracchi 56"15, Durante 57"20, Pellegrini 53"69
2. Esercito 3'48"65
Letrari 57"23, Nesti 57"50, De Memme 57"26, Ferraioli 56"66
3. Forestale 3'48"95
Masini Luccetti 56"97, Gemo 57"63, Zofkova 57"88, Di Pietro 56"47

4x100 mista M
1. Fiamme oro 3'39"96
Di Tora 55"27, Pesce 1'02"45, Pizzamiglio 53"73, Orsi 48"51
2. Esercito 3'41"98
Bonacchi 55"05, Turrini 1'04"40, Codia 53"43, Geni 50"10
3. Larus Nuoto 3'47"71
Malerba 56"77, Antonelli 1'02"31, Bucci 57"03, Gaetani 51"60

consulta i risultati ufficiale

foto Andrea Staccioli / insidefoto - deepbluemedia.eu

Pubblicato in News Nuoto
Giovedì, 19 Dicembre 2013

Assoluti invernali. Report 2^ sessione

Le firme di Federica Pellegrini nei 200 dorso e di Luca Dotto nei 100 stile libero nobilitano la seconda sessione dei campionati italiani assoluti invernali open in vasca lunga di nuoto, in svolgimento a Riccione ed in diretta su Rai Sport. Al titolo italiano anche Matteo Pelizzari nei 200 farfalla, Luca Pizzini nei 200 rana, Silvia Di Pietro nei 50 stile libero, Matteo Milli nei 100 dorso, la fondista Aurora Ponselè negli 800 col primato personale, così come la ranista Giulia De Ascentis nei 200 misti. Venerdì è in programma la seconda ed ultima giornata dei campionati con diretta su Rai Sport 1 dalle 10 e dalle 15.30.
 
La gara più attesa della seconda sessione era il 200 dorso con Federica Pellegrini sui blocchi e lo scorso aprile capace di nuotare agli assoluti primaverili in 2'08"05  (30"93, 1'03"25, 1'35"55) per la migliore prestazione italiana con costume in tessuto a due centesimi dal record italiano di 2'08"03 "gommato" detenuto da Alessia Filippi (28 giugno 2013, Giochi del Mediterraneo di Pescara). Il tempo del record, però, non è ancora maturo. La divina - d'oro nei 200 stile libero e bronzo nei 400 ai campionati europei indoor di Herning - vince in 2'11"19 (31"18, 1'03"91, 1'37"21), con un secondo netto di vantaggio su Carlotta Zofkova. "Non era il momento di attaccare il record italiano - spiega - I 200 metri che siano a stile libero o a dorso vanno preparati e noi abbiamo finalizzato la preparazione alla vasca corta. Sono entrata in acqua con un punto di domanda perché non sapevo quali sensazioni avrei provato. Sono comunque contenta del dorso e della frazione a stile libero della staffetta 4x100 mista nuotata in mattinata. Il dorso mi serve moltissimo per l'allenamento delle gambe e per le subacquee e mi piacerebbe portarlo ai campionati europei. Il 2'08"05 dell'aprile scorso e il 2'08"60 del Settecolli sono tempi di valenza internazionale e vorrei coltivarli".
In chiusura successo febbricitante di Luca Dotto nei 100 stile libero con un tempo al di sopra dei 49 secondi: 49"01 con passaggio di 23"25. Battuto Filippo Magnini, secondo in 49"23 al termine di una gara distante dai tempi del dicembre scorso (48"30 e 48"44) e condizionata dall'assenza di Marco Orsi: lo sprinter di Budrio, che ai campionati europei indoor di Herning ha conquistato cinque medaglie, fermato ai box da problemi muscolari soprattutto al collo. "Da stamattina non mi sento bene - afferma Dotto, vice campione mondiale dei 50 a Shanghai 2011 e secondo perfomer italiano di sempre con un personale di 48"24 - Prima della gara ho misurato la febbre e avevo 38. Ho voluto nuotare lo stesso e quindi mi prendo questo tempo e il titolo con grande soddisfazione. Purtroppo non sono riuscito a dare il massimo perché metro dopo metro perdevo energia. Dispiace perché ero in buone condizioni e pensavo di poter avvicinare il personale".
 
Il pomeriggio era stato aperto dal successo di Matteo Pelizzari nei 200 farfalla in 1'58"28, con 22 centesimi di vantaggio su Francesco Pavone che, operato al timpano, ottiene un buon crono con solo sei settimane di allenamento alle spalle; successivamente successi di Luca Pizzini nei 200 rana in 2'11"98 e di Silvia Di Pietro nei 50 stile libero in 25"72. "Sono contento della vittoria ma non del tempo", il refrein di Pelizzari e Di Pietro; mentre Pizzini sottolinea "la regolarità della gara bilanciata in tutte le frazioni". Titolo d'orgoglio per Matteo Milli, autore del miglior tempo del 2013 in 54"73 ed al secondo titolo della carriera in 54"87. "Sono molto contento - sottolinea - I tempi ottenuti dimostrano le mie potenzialità e devo lavorare per interiorizzarli e migliorare". Exploit della fondista Aurora Ponselè negli 800 per il primo titolo della carriera col primato personale di 8'31"16 arrivato dopo tre settimane di collegiali al centro federale di Ostia con la Nazionale di nuoto in acque libere e pesanti carichi di lavoro. "Sono contenta - asserisce - Dovevo disputare la gara mia senza lasciarmi condizionare dai passaggi altrui. Il tempo mi soddisfa e il primo titolo mi rende orgogliosa". Nei 200 misti, senza la febbricitante Stefania Pirozzi, vince Giulia De Ascentis col personale di 2'15"83 per "una soddisfazione inaspettata" perché la primatista italiana dei 200 rana in vasca corta in 2'20"93 si sentiva "un po' sotto tono rispetto ai campionati europei indoor" dove ha ritoccato tutti i primati personali della rana.

I’m free doping. Molti atleti italiani hanno gareggiato con il tatoo removibile "I’m free doping", slogan della campagna lanciata in piscina nel corso dei campionati assoluti e in crescita nel resto d'Italia.
 
200 farfalla M
1. Matteo Pelizzari (CC Aniene) 1'58"28
2. Francesco Pavone (Esercito / Andrea Doria) 1'58"50
3. Davide Carlier (CN Torino) 1'59"94 pp (prec. 2'00"70)
 
200 dorso F
1. Federica Pellegrini (CC Aniene) 2'10"19
2. Carlotta Zofkova (Forestale / Imolanuoto) 2'11"19
3. Margherita Panziera (Veneto Banca Montebelluna) 2'12"31 pp (prec. 2'12"66)
 
200 rana M
1. Luca Pizzini (Carabinieri / Fondazione Bentegodi) 2'11"98
2. Claudio Fossi (Team Lombardia MGM) 2'13"18
3. Giovanni Sorriso (CC Aniene) 2'15"75 pp (prec. 1'16"67)
 
50 stile libero F
1. Silvia Di Pietro (Forestale / CC Aniene) 25"72
2. Giorgia Biondani (Leosport) 25"81
3. Erika Ferraioli (Esercito) 25"90
 
100 dorso M
1. Matteo Milli (CC Aniene) 54"87
2. Niccolò Bonacchi (Esercito / Nuotatori Pistoiesi) 55"05
3. Mirco Di Tora (Fiamme Oro Roma / Azzurra 91) 55"12
 
800 stile libero F
1. Aurora Ponselè (CC Aniene) 8'31"16 pp (prec. 8'33"18)
2. Martina De Memme (Esercito / Nuoto Livorno) 8'37"07
3. coralie Balmy (CN Antibes - Fra) 8'37"72
4. Martina Rita Caramignoli (Fiamme Oro Roma / Aurelia Nuoto) 8'42"34

200 misti F
1. Giulia De Ascentis (CC Aniene) 2'15"83 pp (prec. 2'17"00)
2. Luisa Trombetti (Fiamme Oro Roma / RN Torino) 2'16"56
3. Alessia Polieri (Fiamme Gialle / Imolanuoto) 2'17"19

100 stile libero M
1. Luca Dotto (Forestale / Larus Nuoto) 49"01
2. Filippo Magnini (Team Lombardia MGM) 49"23
3. Marco Belotti (CC Aniene) 49"54

consulta i risultati ufficiali

foto Andrea Staccioli / Insidefoto - deepbluemedia.eu

Pubblicato in News Nuoto
Giovedì, 19 Dicembre 2013

Assoluti invernali. Report 1^ sessione

L'onda lunga dei campionati europei di nuoto in vasca corta porta i titoli di Gabriele Detti nei 400 stile libero, Piero Codia nei 50 farfalla, Andrea Toniato nei 50 rana, Lisa Fissneider nei 100 rana, Federico Turrini nei 400 misti, Elena Gemo nei 50 dorso ed Alice Mizzau nei 200 stile libero. Ilaria Bianchi abbandona i malumori danesi e si prende i 100 farfalla col quinto tempo mai nuotato in Italia. Record italiano di società delle Fiamme Gialle nella 4x100 mista femminile in 4'04"90; al secondo posto il CC Aniene trascinato dalla frazione di chiusura in 53"78 di Federica Pellegrini, tra le migliori di sempre e nel pomeriggio in vasca per i 200 dorso. A un centesimo dal record di società le Fiamme Oro che vincono la 4x100 stile libero in 3'16"89.

La prima sessione dei campionati italiani assoluti invernali open in vasca lunga si apre col successo di Gabriele Detti nei 400 stile libero in 3'51"25, avanti ad Alex Di Giorgio (3'53"48) e Gregorio Paltrinieri (3'53"62), ancora in difficoltà. "Non era facile gestire una gara in vasca lunga dopo aver finalizzato il lavoro per i campionati europei in vasca corta - asserisce Detti, bronzo nei 1500 col primato personale di 14'36"43 ad Herning - Ci sono riuscito e ho confermato, malgrado la stanchezza, un buono stato di base da cui cominciare a preparare ed avvicinare i campionati europei di Berlino".
 
L'importanza di abbattere certi muri lo dimostrano Piero Codia, Elena Gemo e Alice Mizzau, rispettivamente unici atleti sotto ai 24 secondi nei 50 farfalla, ai 29 secondi nei 50 dorso e ai 2 minuti nei 200 stile libero per la conquista del titolo italiano. Codia conquista il primo tricolore in vasca corta della carriera in 23"78 ma è secondo all'ucraino Andrey Govorov (ADN Swim Project - 23"20). "Un altro passo avanti dopo il record italiano in vasca corta", racconta il delfinista che non si è qualificato alla finale continentale malgrado il 23"15 da primato maturato dopo i primati personali già segnati nei due turni precedenti in 23"37 e 23"26.  Mizzau vince in 1'59"65 anche se non è contenta "della gestione della gara, troppo lenta nella prima parte". "Ho chiuso più forte del solito, ma con una gestione più bilanciata avrei ottenuto un tempo migliore", conclude l'azzurra che conquista il primo titolo in vasca corta. Gemo s'impone in 28"96 in pieno clima natalizio. "Ancora pochi giorni e poi ci godremo le vacanze. Auguro a tutti buone feste. Intanto mi prendo questo titolo", il quarantunesimo, nonché settimo nei 50 dorso indoor.   
 
Molto veloci i 50 rana che già fissano dei riscontri cronometrici probanti in attesa del rientro di Fabio Scozzoli, avviato al completo recupero. Vince Andrea Toniato, al primo titolo italiano in 27"57 con cinque centesimi di vantaggio su Mattia Pesce. "Sapevo che potevo far meglio in vasca lunga piuttosto che in corta"; racconta il 20enne padovano che ai campionati europei indoor ha portato il personale sul 26"83. "Sono soddisfatto e fiducioso per i 100 di venerdì".
     
Conferme su conferme per Lisa Fissneider, che vince i 100 rana in 1'07"75 nuotando a 4 centesimi dal primato personale dell'oro ai campionati mondiali juniores di Lima 2011 che resta la migliore prestazione italiana in tessuto. Alle sue spalle si registra il gran balzo in avanti della 16enne Arianna Castiglioni, che entra nella top ten italiana portando il personale dall' 1'09"46 all' 1'08"57. "Sono arriva molto stanca - racconta la 19enne bolzanina che ai campionati europei indoor ha stabilito cinque record italiani fino al 30"39 nei 50 e 1'05"28 nei 100 e ha portato il personale nei 200 in 2'21"18 - Era importante vincere e confermarmi in vasca lunga".
 
Nuota in scioltezza Federico Turrini - bronzo nei 400 misti ai campionati europei di Herning - che si conferma campione d'Italia in 4'17"30, seguito da Giorgio Gaetani col personale di 4'21"60 e un netto progresso. "Ho cercato di disputare una gara controllata nei primi 100 (58"69, ndr) e poi andare in progressione, ma aver finalizzato la preparazione con lavori specifici per la vasca corta non mi ha aiutato. Sono orgoglioso di aver conquistato il ventesimo titolo della carriera".

Quinto tempo mai nuotato, quarto in tessuto, per Ilaria Bianchi che vince i 100 farfalla in 58"14 (frazioni di 27"31 e 30"83)  e lascia più di un rammarico per le controprestazioni registrate ai campionati europei. Tempo di livello internazionale che lascia a un secondo e 43 centesimi Elena Di Liddo, seconda. La 23enne di Castel San Pietro punta con decisione la vasca lunga ancora avara di soddisfazioni (5^ alle Olimpiadi, 6^ ai Mondiali) se paragonata ai titoli mondiali ed europei conquistati in corta nel 2012. "In realtà non mi sentivo bene in riscaldamento - racconta la delfinista - Spezzando il ritmo ogni 25 metri non sono riuscita a rendere incisiva la mia spinta e probabilmente ho pagato anche un approccio poco empatico. Ho sprecato l'occasione e sono tornata arrabbiata. Ora mi sento un più sollevata".
 
Staffette da record in chiusura di sessione. Le Fiamme Gialle battono il CC Aniene nella 4x100 mista femminile e gli strappano il primato di società portandolo dal 4'05"46 gommato del 6 marzo 2009 (Gemo, Di Renzo, Giacchetti, Pellegrini) al 4'04"90 con le frazioni di Arianna Barbieri (1'02"26), Lisa Fissneider (1'08"23), Alessia Polieri (59"84) e Alice Mizzau (54"57). L'Aniene si piazza al secondo posto in 4'05"57 con la chiusura di Federica Pellegrini in 53"78, tra le migliori di sempre.
Le Fiamme Oro vincono la 4x100 stile libero in 3'16"89 con l'apertura da primato personale di Stefano Mauro Pizzamiglio in 49"66 (prec. 50"11) e le frazioni di Luca Leonardi (49"04), Lucio Spadaro (50"08) e Marco Orsi (48"11), che nuoterà solo staffette per problemi muscolari di ritorno da Herning dove ha conquistato ben cinque medaglie.

Seguono i podi dei campionati italiani assoluti invernali in vasca corta, in svolgimento allo Stadio del Nuoto di Riccione ed in diretta su Rai Sport 2.
 
400 sl M
Gabriele Detti (Esercito / Team Lombardia) 3'51"25
Alex Di Giorgio (CC Aniene) 3'53"48
Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro / Coopernuoto) 3'53"62
 
50 dorso F
Elena Gemo (Forestale / CC Aniene) 28"96
2. Carlotta Zofkova (Forestale / Imolanuoto) 29"16
2. Arianna Barbieri (Fiamme Gialle / Azzurra 91) 29"16
 
50 farfalla M
1. Andrey Govorov (ADN Swim Project) 23"20
2. Piero Codia (Esercito / CC Aniene) 23"78
3. Matteo Rivolta (Team Insubrika) 24"08
4. Paolo Facchinelli (Azzurra 91) 24"17

200 sl F
1. Alice Mizzau (Fiamme Gialle / Team Veneto) 1'59"65
2. Martina De Memme (Esercito / Nuoto Livorno) 2'00"43
3. Coralie Balmy (CN Antibes) 2'00"76
4. Diletta Carli (Fiamme Oro Roma / Tirrenica) 2'01"02
 
50 rana M
1. Andrea Toniato (Fiamme Gialle / Team Veneto) 27"57
2. Mattia Pesce (Fiamme Oro Roma / Forum Sport Center) 27"62
3. Francesco Di Lecce (RN Torino) 27"75
 
100 rana M
1. Lisa Fissneider (Fiamme Gialle / Bolzano Nuoto) 1'07"75
2. Arianna Castiglioni (Team Insubrika) 1'08"57 pp (prec. 1'09"46)
3. Giulia De Ascentis (CC Aniene) 1'08"69
 
400 misti M
1. Federico Turrini (Esercito / Nuoto Livorno) 4'17"30
2. Giorgio Gaetani (Larus Nuoto) 4'21"60 pp (prec. 4'27"44)
3. Matteo Pelizzari (CC Aniene) 4'23"26
 
100 farfalla F
1. Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre / Azzurra 91) 58"14
2. Elena Di Liddo (CC Aniene) 59"57
3. Claudia Tarzia (Genova Nuoto) 59"99
 
4x100 sl M
1. Fiamme Oro 3'16"89
Pizzamiglio 49"66 pp (prec. 50"11), Leonardi 49"04, Spadaro 50"08, Orsi 48"11
2. Team Lombardia MGM 3'19"15
Rolla 51"09, Schirru 49"31, Di Fabio 49"96, Magnini 48"79
3. CC Aniene 3'20"96
Benatti 50"65, Belotti 49"32, Lestingi 50"47, Di Giorgio 50"52
 
4x100 mista F
1. Fiamme Gialle 4'04"90 RI di società
Barbieri 1'02"26, Fissneider 1'08"23, Polieri 59"84 e Mizzau 54"57
2. CC Aniene 4'05"57
Sorriso 1'03"84, De Ascentis 1'08"80, Di Liddo 59"15, Pellegrini 53"78
3. Team Lombardia MGM 4'12"98
Cartapani 1'03"13, Valentini 1'11"28, Albenzi 1'01"19, Crocione 57"38

consulta i risultati ufficiali

foto di Andrea Staccioli / insidefoto - deepubluemedia.eu

 

Pubblicato in News Nuoto
Mercoledì, 18 Dicembre 2013

Assoluti invernali. Numeri e timing

110 società, 469 atleti iscritti - 237 maschi e 232 femmine - 1135 presenze gara e 81 staffette. Il 19 e 20 dicembre sono in programma alla piscina comunale di Riccione i campionati assoluti invernali open, prima prova in vasca lunga della stagione. Sui blocchi anche i protagonisti dei campionati europei di Herning, che hanno consentito all'Italnuoto di conquistare 12 medaglie - una d'oro, cinque d'argento e sei di bronzo -, piazzarsi seconda alle spalle della Russia per numero di medaglie conquistate (22 contro 12) e nella classifica per nazioni (1076 punti contro 891), stabilendo 12 record assoluti, 11 migliori prestazioni italiane con costume in tessuto e 54 primati personali.
Le gare saranno trasmesse in diretta da Rai Sport con i seguenti orari: giovedì 19 dicembre in diretta da Rai Sport 2 dalle 11.00 alle 13.00 e dalle 17.30 alle 19.30; venerdì 20 dicembre su Rai Sport 1 in diretta dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.30 alle 17.00.
I campionati italiani assoluti invernali indoor sono anche l'occasione per il consueto incontro tra dirigenti e staff tecnico federale e dirigenti e tecnici delle società. Appuntamento mercoledì 18 dicembre, alle ore 21.00, presso l'hotel Corallo di Riccione, in viale Gramsci. All'ordine del giorno calendari e programmi, report stagione 2013, criteri di selezione delle Nazionali assoluta e giovanile 2014, incontro coi tecnici di alto livello, varie ed eventuali.

Segue il timing dei campionati italiani

19 DICEMBRE - PRIMA SESSIONE
10.30 Serie 3 400m stile libero uomini
10.47 Serie 3 50m dorso donne
10.53 Serie 3 50m farfalla uomini
11.00 Serie 1 400m stile libero uomini
11.06 Serie 1 50m dorso donne
11.08 Serie 1 50m farfalla uomini
11.10 Serie 5 200m stile libero donne
11.27 Serie 4 50m rana uomini
11.35 Premiazioni
11.43 Serie 4 100m rana donne
11.55 Serie 3 400m misti uomini
12.13 Serie 4 100m farfalla donne
12.25 Premiazioni
12.31 Serie 2 4x100m stile libero uomini
12.42 Premiazioni
12.58 Serie 2 4x100m mista donne
13.00 Premiazioni

19 DICEMBRE - SECONDA SESSIONE
17.19 2a Serie 800m stile libero donne
17.30 Serie 200m farfalla uomini
17.44 Serie 200m dorso donne
18.00 Serie 200m rana uomini
18.12 Serie 50m stile libero donne
18.20 Premiazioni
18.30 Serie 100m dorso uomini
18.40 1a Serie 800m stile libero donne
18.50 Premiazioni
19.00 Serie 200m misti donne
19.16 Serie 100m stile libero uomini
19.26 Premiazioni

20 DICEMBRE - TERZA SESSIONE
9.30 Serie 3 400m stile libero donne
9.47 Serie 3 50m dorso uomini
9.53 Serie 3 50m farfalla donne
10.00 Serie 1 400m stile libero donne
10.06 Serie 1 50m dorso uomini
10.08 Serie 1 50m farfalla donne
10.10 Serie 5 200m stile libero uomini
10.27 Serie 4 50m rana donne
10.35 Premiazioni
10.43 Serie 100m rana uomini
10.53 Serie 400m misti donne
11.18 Serie 100m farfalla uomini
11.28 Premiazioni
11.36 Serie 4x100m stile libero donne
11.48 Premiazioni
11.53 Serie 4x100m mista uomini
12.05 Premiazioni

20 DICEMBRE - QUARTA SESSIONE
15.15 Serie 4 200m farfalla donne
15.34 Serie 4 200m dorso uomini
15.48 Serie 4 200m rana donne
16.02 Serie 5 50m stile libero uomini
16.12 Serie 4 100m dorso donne
16.22 1a Serie 1500m stile libero uomini
16.39 Serie 200m misti uomini
16.53 Serie 100m stile libero donne
17.03 2a Serie 1500m stile libero uomini
17.20 Premiazioni

consulta le iscrizioni gara

 

Pubblicato in News Nuoto

L'oro di Federica Pellegrini nei 200 stile libero, l'argento della staffetta 4x50 stile libero maschile, i bronzi di Stefano Mauro Pizzamiglio nei 100 misti e Filippo Magnini nei 200 stile libero e i record italiani di Piero Codia nei 50 farfalla e Lisa Fissneider nei 100 rana chiudono la 17esima edizione dei campionati europei di nuoto in vasca corta, ad Herning, in Danimarca.
Gli Azzurri conquistano 12 medaglie - una d'oro, cinque d'argento e sei di bronzo - stabiliscono 12 record assoluti, nuotano 11 migliori prestazioni italiane con costume in tessuto e migliorano 54 primati personali. Numeri che rendono positivo il bilancio dell'Italnuoto che per numero di medaglie è stato superiore solo a Trieste nel 2005 (13), Rijeka nel 2008 (18) ed Eindhoven nel 2010 (18). L'Italnuoto peraltro è seconda alla Russia per numero di medaglie conquistate (22 contro 12) e nella classifica per nazioni, che tiene conto sino al ventesimo posto nelle gare individuali e sino al decimo posto nelle staffette (1076 punti contro 891).
 
Il passo della "divina". Autorevole. Impetuoso. Certo. Segna la strada dell'Italia che conquista la prima medaglia d'oro ai campionati europei di nuoto in vasca corta, ad Herning, in Danimarca. Federica Pellegrini (CC Aniene) vince i 200 stile libero in 1'52"80 (passaggi 26"98, 55"86, 1'24"69) precedendo la francese Charlotte Bonnet, che si conferma d'argento in 1'53"26, e la russa Veronika Popova, bronzo in 1'53"62 dopo essere stata per quasi metà gara sotto al record del mondo (54"93 contro 54"84). Senza mezze misure. La primatista mondiale sa salire solo sul gradino più alto del podio nei 200 stile libero dei continentali indoor, come nel 2005, 2008 e 2009. "Sono sorpresa perché non pensavo di scendere sotto all' 1'53 e sono contenta perché era dal 2009 che non vincevo la gara ai campionati europei in vasca corta - racconta la 25enne di Spinea seguita da Philippe Lucas e Matteo Giunta - La tappa principale resta l'Europeo di Berlino. Da gennaio cominceremo gli allenamenti tosti. Questa medaglia è una grande inizione di fiducia". Per Federica Pellegrini si tratta della quarta prestazione mai nuotata e della migliore italiana col costume in tessuto, ben al di sotto dell' 1'54"51 che aveva nuotato il 20 aprile scorso in occasione della finale del campionato a squadre, al centro federale di Verona. Buona anche la prova di Alice Mizzau (Fiamme Gialle / Team Veneto) che, dopo aver abbassato sensibilmente il personale dall' 1'56"69 all' 1'55"75 nelle eliminatorie, diventando la seconda performer italiana di sempre avanti a Flavia Zoccari, segna l'ottavo tempo in 1'55"96. "Devo imparare ancora a gestire le gare in vasca corta - racconta la20enne friulana di Beano seguita da Max Di Mito - Penso di essere passata abbastanza veloce perché volevo provarci. Sono comunque molto soddisfatta del primato personale di stamattina perché vuol dire che ho compiuto molto passi avanti".

Gran colpo di Stefano Mauro Pizzamiglio (Fiamme Oro). Il 22enne milanese allenato da Fabrizio Bastelli a Bologna conquista la medaglia di bronzo nei 100 misti in 52"81, avvicinando le migliori prestazioni italiane in tessuto di 52"77 e 52"92 firmate nei turni precedenti. Pizzamiglio, già argento con la 4x50 mista, chiude un campionato che ne evidenzia il continuo progresso con il quarto posto in ex aequo nella finale dei 50 dorso con Niccolò Bonacchi e la migliore prestazione italiana in tessuto di 23"55 che aveva firmato in semifinale. "Sono molto contento - racconta - L'importante era riuscire a prendere la medaglia dopo il quarto posto nei 50 dorso. Non ho fatto una bella gara dal punto di vista cronometrico, ma l'importante era mettere la mano avanti e sono molto contento. Questa medaglia vale tanto dal punto di vista personale perché trasmette consapevolezza e fiducia e mi aiuterà a superare i momenti difficili". Prima di Pizzamiglio la coppia russa formata da Vladimir Morozov in 51"20 e Sergey Fesikov in 52"23.

Si lotta per il bronzo nei 200 stile libero maschili. L'occasione è favorevole con l'assenza dell'intero podio di Chartres, a cominciare dal francese Yannick Agnel, eletto migliore atleta europeo dell'anno. Preclusi i primi due posti, andati come prevedibile ai russi Daniil Izotov in 1'41"70 e Nikita Lobintsev in 1'42"33, Filippo Magnini (Team Lombardia MGM) non si lascia pregare e conquista la medaglia di bronzo in 1'43"34 in ex aequo con l'ungherese Dominik Kozma. Il 31enne pesarese, che ha vinto la distanza dal 2004 al 2007, torna sul podio dopo l'argento nel 2011 e precede Andrea Mitchell D'Arrigo (Aurelia Nuoto), che dopo il personale delle batterie in 1'44"83 segna l'ottavo tempo in 1'44"60. Un ulteriore momento di crescita per il 18enne romano di Castel Gandolfo che studia e si allena in Florida con i Gators di Gainesville del coach Gregg Troy e che giovedì ha conquistato il bronzo nei 400 stile libero in 3'40"54 diventando il terzo performer italiano con costume in tessuto alle spalle dei gemelli Massimiliano Rosolino & Emiliano Brembilla. "Sapevo che i due russi erano molto in forma visto i 400 di Lobintesv e i 100 di Izotov. Dovevo mordere i capelli all'ungherese  perché se fossi rimasto sulle caviglie non sarebbe bastato; sono riuscito a seguirne il passo e negli ultimi 25 ho dato tutto - spiega Re Magno - In questo campionato ho gareggiato con tre da 100 e sono arrivato alla finale dei 200 provato. IL tempo è molto vicino all' 1'43"2 nuotato ai campionati europei di Stettito 2011 ma in quell'occasione avevo gareggiato solo nei 200 e quindi ero più riposato. Ciò significa che il fisico tiene e posso togliermi ancora qualche soddisfazione". Per Magnini infatti è la quinta migliore prestazione della carriera col costume in tessuto. "Ho avuto due giorni di riposo dopo i 400 stile libero - racconta D'Arrigo - Sono riuscito a qualificarmi alla finale dei 200. Ho migliorato due volte il primato personale. Non ho eseguito uno scarico completo e sono molto soddisfatto delle mie prestazioni".

Conclusione dei campionati europei da applausi con Luca Dotto (Forestale / Larus Nuoto) in 21"44, Federico Bocchia (Esercito / Parma 91) in 21"17, Filippo Magnini (Team Lombardia MGM) in 21"14 e Marco Orsi (Fiamme Oro / Uisp Bologna) in 20"62 che consentono alla staffetta 4x50 stile libero maschile di conquistare la medaglia d'argento alle spalle della Russia, d'oro in 1'23"36, e avanti al Belgio, di bronzo in 1'24"86. In mattina avevano contribuito alla qualificazione Luca Leonardi (Fiamme Oro) in 21"41 e Federico Turrini (Esercito / Nuoto Livorno) in 22" netti. "Sono soddisfatto della mia frazione, ma ho sbagliato la virata non uscendo veloce - dichiara Dotto - Il tempo sarebbe potuto essere migliore. Comunque sapevamo che la Russia era superiore a noi e l'argento è una bellissima medaglia per chiudere l'Europeo". Contento anche Bocchia: "Chiudere con una medaglia è il massimo a cui potevo aspirare. Siamo un bel gruppo e ci siamo divertiti molto". Sorridente Magnini: "Il tempo di 21"1 dopo un 200 stile libero è il massimo. Questa staffetta gasa. Non hai paura di fare fatica perché sono solo 50 metri. In squadra siamo amici ed è bello vincere insieme". Stanco e contento Orsi: l'azzurro dei campionati con gli argenti nei 50 stile libero, con la 4x50 mista, con la 4x50 mixed stile libero e con la 4x50 stile libero e con il bronzo nei 100 stile libero. "Sono molto contento dei miei campionati e della squadra che ha risposto bene. Siamo un gruppo unito, competitivo e vengono i risultati. Tutto perfetto", conclude Orsi con un largo sorriso.
 
In precedenza Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre / Azzurra 91) - campionessa d'Europa a Chartres in 56"40 e mondiale a Istanbul in 56"13 - si ferma al sesto posto in 57"19. Dà il massimo; nuota bene la prima metà gara ma poi non riesce ad andare in progressione. Vince la svedese Sarah Sjoestroem in 55"78, avanti al bronzo mondiale uscente, la britannica Jemma Lowe in 56"32, e al bronzo europeo uscente, la danese Jeannette Ottesen in 56"42. "L'anno scorso in questo periodo avevo nuotato un secondo in meno - racconta la 23enne di Castel San Pietro - Il ritorno lo facevo volando, ora no. Abbiamo tempo per preparare i campionati in lunga; valuteremo gli errori commessi e proveremo ad arrivare al top in estate".

Di record in record. Lisa Fissneider (Fiamme Gialle / Bolzano Nuoto) non si smentisce neanche nella finale dei 100 rana che conclude al sesto posto portando il primato italiano sull' 1'05"28. La 19enne atleta bolanina, stanziale al centro federale di Verona, ha migliorato tre volte il record italiano dei 50 rana, ritoccato due volte il personale nei 200 e si era qualificata alla finale dei 100 rana migliorando di 11 centesimi il primato italiano "gommato" che aveva stabilito Ombretta Plos il 13 dicembre 2008 ai campionati europei di Rijeka. A circa un secondo il podio targato Rikke Moeller Pedersen. Per la danese 1'04"39 alle spalle dell'ennesima sfida tra la Meilutyte e la russa Efimova questa volta vinta dalla lituana 1'02"92 contro 1'02"96. "Sono felicissima - racconta la Fissneider - Ho concluso i campionati in bellezza. Sono entrata in acqua con tranquillità, solo per divertirmi, cosciente di essere in forma e con la voglia di migliorare ancora e ci sono riuscita".

Entrato col nono tempo, Niccolò Bonacchi (Esercito / Nuotatori Pistoiesi) chiude la finale dei 100 dorso all'ottavo posto e il primato personale di 51"69, 8 centesimi meno di quello segnato nelle semifinali. Dopo la migliore prestazione italiana in tessuto di 23"55 per il quarto posto nei 50 dorso, un'altra soddisfazione per l'azzurro che sottolinea come "abbia acquisito la consapevolezza dei propri mezzi" e sappia "di poter migliorare lavorando sulle capacità dimostrate". Al titolo il francese Jeremy Stravius in 49"74.

Claudio Fossi (Team Lombardia MGM) si piazza al nono posto della finale dei 200 rana in 2'07"31, lontano dal personale di 2'05"90 e dal successo dell'olimpionico Daniel Gyurta, autore di 2'00"72 a 5 centesimi dal suo record del mondo "gommato" e sempre vincente dai campionati mondiali di Roma 2009. "Sono contento di aver partecipato ad una finale così competitiva - dichiara - Mi spiace per il tempo ma è tutta esperienza per il prosieguo della mia carriera".

Non riesce a migliorare il tempo delle semifinali, ma certamente non era facile. Erika Ferraioli (Esercito) si piazza decima nella finale dei 100 stile libero in 24"54, sei centesimi peggio del 24"48 nuotato in semifinale e secondo crono italiano all time. Per la 27enne romana si tratta comunque di un'importante conferma ottenuta in una finale dall'altissimo livello tecnico vinta dall'olimpionica olandese Ranomi Kromowidjojo in 23"36. "Questa finale è stata bella perché l'ho vissuta serenamente - racconta la sprinter - Sentivo di non essere brillante come in semifinale. Sono contenta dei miei campionati e di aver raggiunto questo livello".

Piero Codia (Esercito / CC Aniene) non riesce a qualificarsi alla finale dei 50 farfalla, perdendo lo spareggio con il polacco Konrad Czerniak, ma stabilisce il primato italiano con il tempo di 23"15, migliorando i personali di 23"37 e 23"26 nuotati nei turni precedenti e abbassando la migliore prestazione in tessuto di 23"22 di Matteo Rivolta (17 novembre 2013 a Legnano) e il record italiano "gommato" di 23"21 di Marco Belotti (21 dicembre 2009 a Civitavecchia). "Sono contentissimo di essere cresciuto in tutte le prove - dice Codia - Mi spiace solo che il record sia venuto in uno spareggio piuttosto che prima".

IL BILANCIO DEL DT CESARE BUTINI. "La Squadra ha risposto benissimo, cementando un gruppo in un clima sereno e stimolante. Il secondo posto nella classifica per Nazioni rappresenta l'insieme di risultati delle punte e dei giovani, che stanno crescendo avendo come riferimento atleti più esperti come Federica Pellegrini, Filippo Magnini, Federico Turrini ed Elena Gemo. Tra le prestazioni spiccano la medaglia d'oro nei 200 stile libero della Pellegrini, che ha gestito il ritmo della gara con grande capacità interpretativa, le due medaglie nei 50 e 100 stile libero di Marco Orsi, che poi ha spinto ai tre argenti le staffette 4x50 stile libero, mista e mixed stile libero, e le conferme dei giovani Andrea Mitchell D'Arrigo, Gabriele Detti e Stefano Mauro Pizzamiglio, in progresso insieme ai tanti giovani che ormai fanno parte di un progetto partito con i campionati indoor di Chartres 2012 e che hanno contribuito a stabilire 12 record italiani, 11 migliori prestazioni italiane con costume in tessuto e 54 primati personali. Bene anche Filippo Magnini sia in ambito individuale sia per l'apporto in staffetta, così come Luca Dotto. Malgrado il cospicuo numero di medaglie avremmo potuto contare qualcosa in più. Mi riferisco all'assenza di Fabio Scozzoli e alle prestazioni al di sotto delle aspettative di Gregorio Paltrinieri, Ilaria Bianchi e Matteo Rivolta: campioni che per motivi diversi non sono riusciti a garantire l'apporto atteso. Ma la stagione è lunga e siamo certi che i campionati italiani invernali open in vasca olimpica ci daranno riferimenti cronometrici diversi. La risposta complessivamente è stata ottima e dimostra come il movimento stia crescendo assicurando prestazioni di vertice in ambito europeo. Ringrazio i tecnici sociali per il lavoro svolto e li aspetto a Riccione, insieme allo staff tecnico-dirigenziale della Nazionale, per approfondire tutti gli spunti di interesse emersi ai campionati di Herning". 

Seguono i risultati degli Azzurri nelle semifinali e finali della quarta e ultima giornata della 17esima edizione dei campionati europei di nuoto in vasca corta in svolgimento ad Herning, in Danimarca.

50 sl F – semifinali
RI 24"37 di Cristina Chiuso l' 11 dic 2005 agli Europei di Trieste
8. Erika Ferraioli 24"48 pp qualificata alla finale
prec. pp 24"72 nel 2011
15. Silvia Di Pietro 24"84 eliminata

50 farfalla M – semifinali
prec. RI 23"21 di Marco Belotti il 21 dic 2009 a Civitavecchia
prec. migliore prestazione in tessuto 23"22 di Matteo Rivolta il 17 nov 2013 a Legnano
10. Piero Codia 23"26 pp in ex aequo con Konrad Czerniak (Pol) allo spareggio
prec. pp 23"37 in batteria
17. Matteo Rivolta 23"62 eliminato
SPAREGGIO
1. Konrad Czerniak (Pol) 22"93 qualificato alla finale
2. Piero Codia 23"15 RI eliminato

400 misti F - finale
nessun'italiana qualificata
 
200 rana M - finale
RI 2'03"80 di Edoardo Giorgetti il 18 dic 2009 al Duel in the Pool a Manchester
Migliore prestazione in tessuto 2'05"38 di Edoardo Giorgetti il 22 dic 2012 a Roma
9. Claudio Fossi 2'07"31
 
200 sl F - finale
RM 1'51"17 di Federica Pellegrini il 13 dic 2009 agli Europei di Istanbul
prec. migliore prestazione in tessuto 1'54"51 di Federica Pellegrini il 20 apr 2013 alla finale del campionato a squadre a Verona
ORO Federica Pellegrini 1'52"80 migliore prestazione italiana con costume in tessuto
2. Charlotte Bonnett (Fra) 1'53"26
3. Veronika Popova (Rus) 1'53"62
8. Alice Mizzau 1'55"96

100 misti M - finale
RI 52"29 di Christian Galenda il 14 dic 2008 agli Europei di Rijeka
Migliore prestazione in tessuto 52"77 di Stefano Mauro Pizzamiglio in semifinale
1. Vladimir Morozov (Rus) 51"20
2. Sergey Fesikov (Rus) 52"23
BRONZO Stefano Mauro Pizzamiglio 52"81

100 farfalla F - finale
RI 56"13 di Ilaria Bianchi il 16 dic 2012 ai Mondiali di Istanbul
6. Ilaria Bianchi 57"19
 
200 sl M - finale
RI 1'41"65 di Filippo Magnini il 13 dic 2009 agli Europei di Istanbul
Migliore prestazione in tessuto 1'42"54 di Filippo Magnini il 10 dic 2006 agli Europei di Helsinki
1. Daniil Izotov (Rus) 1'41"70
2. Nikita Lobintsev 1'42"33
BRONZO Filippo Magnini 1'43"34
8. Andrea Mitchell D'Arrigo 1'44"60 pp
prec. pp 1'44"83 in batteria

100 rana F - finale
RI 1'05"57 di Lisa Fissneider in semifinale
6. Lisa Fissneider 1'05"28 RI

100 dorso M - finale
RI 50"65 di Damiano Lestingi il 13 dic 2009 agli Europei di Istanbul
Migliore prestazione 50"99 di Damiano Lestingi il 15 dic 2010 ai Mondiali di Dubai
8. Niccolò Bonacchi 51"69 pp
prec. pp 51"77 in semifinale

200 dorso F - finale
nessun'italiana in gara

50 farfalla M - finale
nessun italiano qualificato
 
50 sl F - finale
RI 24"37 di Cristina Chiuso l' 11 dic 2005 agli Europei di Trieste
10. Erika Ferraioli 24"54
  
4x50 sl M - finale
RI 1'23"37 della Nazionale il 14 dic 2008 agli Europei di Rijeka
1. Russia 1'23"36
ARGENTO Italia 1'24"37
Luca Dotto 21"44, Federico Bocchia 21"17, Filippo Magnini 21"14. Marco Orsi 20"62
3. Belgio 1'24"86

4x50 mista F - finale
Nazionale squalificata in batteria

consulta i risultati ufficiali

consulta il sito ufficiale

fotografie di Andrea Staccioli / deepbluemedia.eu

RIEPILOGO MEDAGLIE (1 - 5 - 6)

ORO (1)

200 sl F
Federica Pellegrini 1'52"80 migliore prestazione italiana con costume in tessuto

ARGENTO (5)

400 stile libero M
Andrea Mitchell D'Arrigo 3'40"54 pp

50 stile libero M
Marco Orsi 21"00 = pp

4x50 mista M
Nazionale 1'32"83
- Stefano Mauro Pizzamiglio 23"74 pp, Francesco Di Lecce 26"07, Piero Codia 22"59, Marco Orsi 20"43

4x50 mixed stile libero
Nazionale 1'30"26 RI
Luca Dotto 21"41, Marco Orsi 20"66, Silvia Di Pietro 24"35, Erika Ferraioli 23"84

4x50 sl M
Nazionale 1'24"37
Luca Dotto 21"44, Federico Bocchia 21"17, Filippo Magnini 21"14. Marco Orsi 20"62

BRONZO (6)

400 misti M
Federico Turrini 4'03"94

1500 stile libero M
Gabriele Detti 14'36"43 pp

400 stile libero F
Federica Pellegrini 3'58"90

100 stile libero M
Marco Orsi 46"49 pp e migliore prestazione italiana con costume in tessuto

100 misti M
Stefano Mauro Pizzamiglio 52"81

200 sl M
Filippo Magnini 1'43"34

MEDAGLIERE (22 Nazioni in classifica)
1. Russia 13 - 5 - 4 = 22
2. Ungheria 5 - 3 - 2 = 10
3. Spagna 4 - 0 - 0 = 4
4. Danimarca 2 - 5 - 2 = 9
5. Svezia 2 - 4 - 2 = 8
6. Francia 2 - 3 - 1 = 6
7. Lituania 2 - 1 - 0 = 3
8. Olanda 2 - 0 - 4 = 6
9. Ucraina 2 - 0 - 2 = 4
10. Italia 1 - 5 - 6 = 12
medagliere completo

CLASSIFICA PER NAZIONI (37 Paesi in graduatoria)
1. Russia 1076 punti
2. Italia 891
3. Germania 790
4. Ungheria 617
5. Gran Bretagna 534
classifica completa

IL MEDAGLIERE STORICO DELL'ITALIA
1996 Rostock (Ger) 2 - 2 - 1 = 5
1998 Sheffield (Gbr) 1 - 2 - 1 = 4
1999 Lisbona (Por) 1 - 1 - 2 = 4
2000 Valencia (Esp) 7 - 1 - 1 = 9
2001 Anversa (Bel) 2 - 0 - 1 = 3
2002 Riesa (Ger) 5 - 2 - 2 = 9
2003 Dublino (Irl) 1 - 3 - 3 = 7
2004 Vienna (Aut) 3 - 3 - 2 = 8
2005 Trieste (Ita) 3 - 4 - 6 = 13
2006 Helsinki (Fin) 4 - 3 - 2 = 9
2007 Debrecen (Hun) 2 - 3 - 4 = 9
2008 Rijeka (Cro) 5 - 5 - 8 = 18
2009 Istanbul (Tur) 1 - 3 - 1 = 5
2010 Eindhoven (Ned) 4 - 7 - 7 = 18
2011 Stettino (Pol) 3 - 2 - 4 = 9
2012 Chartres (Fra) 4 - 2 - 3 = 9
2013 Herning (Den) 1 - 5 - 6 = 12
TOT. 49 ori - 48 argenti - 54 bronzi = 151 medaglie

RIEPILOGO PRESTAZIONI ITALIANE

RECORD MONDIALI * (2)

4x50 mista M *
Italia 1'33"65 in batteria
Niccolò Bonacchi 23"95, Francesco Di Lecce 26"10, Piero Codia 22"68 e Luca Dotto 20"92

4x50 stile libero M *
Nazionale 1'25"89 in batteria
- Marco Orsi 21"28, Luca Leonardi 21"41, Federico Bocchia 21"20 e Federico Turrini 22"00

* record anomali, al di sotto dei tempo limite FINA ma non dei record europeo ed italiano

RECORD ITALIANI (12)

50 rana F
Lisa Fissneider 30"47 RI in batteria
Lisa Fissneider 30"44 RI in semifinale
Lisa Fissneider 30"39 RI in finale

4x50 stile libero F
Nazionale 1'37"56 RI in finale
- Silvia Di Pietro 24"64 pp, Giorgia Biondani 24"59, Erika Ferraioli 24"06, Federica Pellegrini 24"27

4x50 mixed mista
Nazionale 1'40"49 RI in batteria
- Elena Gemo 27"41, Francesco Di Lecce 26"09, Silvia Di Pietro 25"84, Federico Bocchia 21"15
Nazionale 1'39"68 RI in finale
- Niccolò Bonacchi 23"63, Francesco Di Lecce 26"03, Ilaria Bianchi 26"04, Erika Ferraioli 23"98

200 rana F
Giulia De Ascentis 2'20"93 RI in finale

4x50 mixed stile libero
Nazionale 1'31"77 RI in batteria
- Federico Bocchia 21"69, Luca Dotto 21"31, Giorgia Biondani 24"47, Erika Ferraioli 24"30
ARGENTO Nazionale 1'30"26 RI in finale
- Luca Dotto 21"41, Marco Orsi 20"66, Silvia Di Pietro 24"35, Erika Ferraioli 23"84

100 rana F
Lisa Fissneider 1'05"57 RI in semifinale
Lisa Fissneider 1'05"28 RI in finale

50 farfalla M
Piero Codia 23"15 RI allo spareggio per la qualificazione alla finale

MIGLIORI PRESTAZIONI ITALIANE CON COSTUME IN TESSUTO (11)

50 sl M
ARGENTO Marco Orsi 21"00 eguagliata migliore prestazione in tessuto

50 dorso M
Niccolò Bonacchi 23"66 in batteria
Niccolò Bonacchi 23"59 nella prima semifinale
Stefano Mauro Pizzamiglio 23"55 nella seconda semifinale
Niccolò Bonacchi 23"55 eguagliata migliore prestazione in tessuto in finale
Stefano Mauro Pizzamiglio 23"55 eguagliata migliore prestazione in tessuto in finale

100 rana F
Lisa Fissneider 1'05"71 in batteria

100 misti M
Stefano Mauro Pizzamiglio 52"92 in batteria
Stefano Mauro Pizzamiglio 52"77 in semifinale

100 stile libero M
BRONZO Marco Orsi 46"49 in finale

200 sl F
ORO Federica Pellegrini 1'52"80 in finale

PRIMATI PERSONALI (54)

50 rana F
Lisa Fissneider 30"47 RI in batteria
Giulia De Ascentis 30"94 in batteria
Lisa Fissneider 30"44 RI in semifinale
Giulia De Ascentis 30"81 in semifinale
Lisa Fissneider 30"39 RI in finale

200 dorso M
Luca Mencarini 1'54"46 in batteria
Luca Mencarini 1'53"79 in finale

100 farfalla M
Piero Codia 51"43 in batteria
Piero Codia 51"20 in semifinale

50 dorso M
Niccolò Bonacchi 23"95 nelle batterie della 4x50 mista
Stefano Mauro Pizzamiglio 23"74 nella finale della 4x50 mista
Niccolò Bonacchi 23"66 in batteria / migliore prestazione italiana in tessuto
Niccolò Bonacchi 23"59 nella prima semifinale / migliore prestazione italiana in tessuto
Stefano Mauro Pizzamiglio 23"55 nella seconda semifinale / migliore prestazione italiana in tessuto
Niccolò Bonacchi 23"55 eguagliata migliore prestazione in tessuto in finale
Stefano Mauro Pizzamiglio 23"55 eguagliata migliore prestazione in tessuto in finale

400 stile libero M
ARGENTO Andrea Mitchell D'Arrigo 3'40"54

50 stile libero M
ARGENTO Marco Orsi 21"00 =pp con costume in tessuto, nonché della migliore prestazione italiana in tessuto

50 farfalla F
Giorgia Biondani 27"28 in batteria
Silvia Di Pietro 25"92 in semifinale

200 rana F
Giulia De Ascentis 2'22"95 in batteria
Giulia De Ascentis 2'20"93 RI in finale
Lisa Fissneider 2'21"18 in finale

100 stile libero M
Marco Orsi 46"64 pp con costume in tessuto in semifinale

100 misti F
Alessia Polieri 1'01"51 in semifinale

50 rana M
Andrea Toniato 26"95 con costume in tessuto in batteria
Andrea Toniato 26"83 in semifinale
Francesco Di Lecce 26"83 in finale

100 dorso M
Luca Mencarini 54"40 in batteria
Fabio Laugeni 52"50 in batteria
Niccolò Bonacchi 51"77 in semifinale
Fabio Laugeni 52"46 in semifinale
Niccolò Bonacchi 51"69 in finale

100 rana F
Lisa Fissneider 1'05"71 / migliore prestazione italiana con costume in tessuto in batteria
Giulia De Ascentis 1'06"52 in batteria
Lisa Fissneider 1'05"57 RI in semifinale
Lisa Fissneider 1'05"28 RI in finale

100 misti M
Stefano Mauro Pizzamiglio 52"92 / migliore prestazione italiana con costume in tessuto in batteria
Stefano Mauro Pizzamiglio 52"77 / migliore prestazione con costume in tessuto in semifinale

1500 sl M
BRONZO Gabriele Detti 14'36"43 nella serie veloce

50 dorso F
Elena Gemo 27"05 pp in tessuto in semifinale
Elena Gemo 27"01 pp in tessuto in finale

100 stile libero M
Marco Orsi 46"49 / migliore prestazione italiana con costume in tessuto in finale

50 stile libero F
Silvia di Pietro 24"64 nella finale della 4x50 sl
Giorgia Biondani 25"16 in batteria
Erika Ferraioli 24"48 in semifinale

50 farfalla M
Piero Codia 23"37 in batteria
Piero Codia 23"26 in semifinale
Piero Codia 23"15 RI allo spareggio per la qualificazione alla finale
 
200 sl F
Alice Mizzau 1'55"75 in batteria
ORO Federica Pellegrini 1'52"80 / migliore prestazione italiana con costume in tessuto in finale
 
200 sl M
Luca Dotto 1'44"87 in batteria
Andrea Mitchell D'Arrigo 1'44"83 in batteria
Andrea Mitchell D'Arrigo 1'44"60 in finale

 

Pubblicato in News Nuoto

Nessun problema per Federica Pellegrini (CC Aniene), che si qualifica alla finale dei 200 stile libero con il quarto tempo di 1'55"07. La primatista mondiale trasmette sensazioni positive. Nuota facilmente e supera il turno senza dissipare energie. "Rispetto alla vasca lunga soffro di più le virate che spezzano il ritmo e la velocità. Però abbiamo lavorato molto su questi particolari e penso che ne sto traendo beneficio - racconta la 25enne di Spienea, venerdì di bronzo nei 400 - In mattina faccio sempre più fatica a tenere il ritmo perché non è mai al 100%. Nel pomeriggio sarà una bella gara, siamo tutte lì e vedremo. Questa gara mi diverte troppo. La sento mia, anche se in vasca corta un po' meno. Mi piace come sto nuotando e sto in acqua e provo a divertirmi il più possibile". In finale anche Alice Mizzau (Fiamme Gialle / Team Veneto), che abbassa sensibilmente il personale dall' 1'56"69 all' 1'55"75 per l'ottavo tempo delle eliminatorie, nonché crono che le consente di diventare seconda performer italiana di sempre avanti a Flavia Zoccari.
Obiettivo centrato anche da Filippo Magnini (Team Lombardia MGM) e Andrea Mitchell D'Arrigo (Aurelia Nuoto), che si qualificano alla finale dei 200 stile libero rispettivamente con il quinto tempo di 1'44"51 e l'ottavo e primato personale di 1'44"83. "Il tempo è molto buono. Non ricordo di averlo mai nuotato al mattino - racconta Re Magno - I tre da cento dei giorni scorsi si sono fatti sentire. Però in mattina cerco sempre di limitarmi per evitare di perdere energie per il pomeriggio. Ho avuto la fortuna di aver Mitch al mio fianco. Siamo stati un importante riferimento reciproco".
Dentro con l'ultimo tempo utile Claudio Fossi (Team Lombardia MGM), che prenderà parte alla finale dei 200 rana con il 2'06"46 di partenza.
In finale la 4x50 stile libero maschile. Marco Orsi (Fiamme Oro / Uisp Bologna) in 21"28, Luca Leonardi (Fiamme Oro) in 21"41, Federico Bocchia (Esercito / Parma 91) in 21"20 e Federico Turrini (Esercito / Nuoto Livorno) in 22" netti ottengono il secondo tempo in 1'25"89, peraltro al di sotto dell'anomalo tempo limite FINA per il record del mondo - superiore al record europeo della Francia di 1'20"77 e del record italiano di 1'23"37 - poi migliorato nella seconda batteria dal Belgio in 1'25"52. Nel pomeriggio entreranno nel quartetto Luca Dotto e Filippo Magnini.
Squalificata la 4x50 mista femminile per cambio irregolare di Giorgia Biondani. Le frazioni erano le seguenti: Elena Gemo (Forestale / CC Aniene) 27"30, Giulia De Ascentis (CC Aniene) 30"50, Silvia Di Pietro (Forestale / CC Aniene) 25"86, Giorgia Biondani (Leosport) -0"04.
Si qualificano alle semifinali Erika Ferraioli (Esercito) e Silvia Di Pietro (Forestale / CC Aniene) nei 50 stile libero e Piero Codia (Esercito / CC Aniene) e Matteo Rivolta (Team Insubrika) nei 50 farfalla.
Seguono i risultati degli Azzurri nelle batterie della quarta ed ultima giornata della 17esima edizione dei campionati europei di nuoto in vasca corta, in svolgimento ad Herning, in Danimarca. Semifinali e finali in diretta dalle 16.30 su Rai Sport 1.

50 sl F
RI 24"37 di Cristina Chiuso l' 11 dic 2005 agli Europei di Trieste
11. Erika Ferraioli 24"77 qualificata alle semifinali
20. Silvia Di Pietro 25"05 qualificata alle semifinali
23. Giorgia Biondani 25"16 pp eliminata
prec. pp 25"21 nel 2012

50 farfalla M
RI 23"21 di Marco Belotti il 21 dic 2009 a Civitavecchia
Migliore prestazione in tessuto 23"22 di Matteo Rivolta il 17 nov 2013 a Legnano
12. Piero Codia 23"37 pp qualificato alla semifinale
prec. pp 23"45 nel 2013
23. Matteo Rivolta 23"64 qualificato alla semifinale

400 misti F
RI 4'26"06 di Alessia Filippi il 14 dic 2008 agli Europei di Rijeka
Migliore prestazione in tessuto 4'29"86 di Alessia Filippi il 22 nov 2007 a Viareggio
20. Alessia Polieri 4'43"78 eliminata
Stefania Pirozzi squalificata

200 rana M
RI 2'03"80 di Edoardo Giorgetti il 18 dic 2009 al Duel in the Pool a Manchester
Migliore prestazione in tessuto 2'05"38 di Edoardo Giorgetti il 22 dic 2012 a Roma
10. Claudio Fossi 2'06"46 qualificato alla finale
36. Francesco Di Lecce 2'12"91 eliminato
 
200 sl F
RM 1'51"17 di Federica Pellegrini il 13 dic 2009 agli Europei di Istanbul
Migliore prestazione in tessuto 1'54"51 di Federica Pellegrini il 20 apr 2013 alla finale del campionato a squadre a Verona
4. Federica Pellegrini 1'55"07 qualificata alla finale
8. Alice Mizzau 1'55"75 pp qualificata alla finale
prec. pp 1'56"69 nel 2013
19. Diletta Carli 1'58"38 eliminata
20. Martina De Memme 1'58"62 eliminata

200 sl M
RI 1'41"65 di Filippo Magnini il 13 dic 2009 agli Europei di Istanbul
Migliore prestazione in tessuto 1'42"54 di Filippo Magnini il 10 dic 2006 agli Europei di Helsinki
5. Filippo Magnini 1'44"51 qualificato alla finale
8. Andrea Mitchell D'Arrigo 1'44"83 pp qualificato alla finale
prec. pp 1'44"90 nel 2012
9. Luca Dotto 1'44"87 pp eliminato
prec. pp 1'45"56 nel 2013
32. Gabriele Detti 1'47"27 eliminato

200 dorso F
RI 2'03"75 di Federica Pellegrini il 22 nov 2013 a Viareggio
Elena Gemo ha rinunciato
Federica Pellegrini ha rinunciato

4x50 sl M
RI 1'23"37 della Nazionale il 14 dic 2008 agli Europei di Rijeka
- Alessandro Calvi, Marco Orsi, Mattia Nalesso, Filippo Magnini
2. Nazionale 1'25"89 qualificata alla finale
- Marco Orsi 21"28, Luca Leonardi 21"41, Federico Bocchia 21"20 e Federico Turrini 22"00

4x50 mista F
RI 1'47"05 della Nazionale il 13 dic 2008 agli Europei di Rijeka
- Elena Gemo, Roberta Panara, Silvia Di Pietro, Federica Pellegrini
Nazionale squalificata per cambio irregolare di Giorgia Biondani
- Elena Gemo 27"30, Giulia De Ascentis 30"50, Silvia Di Pietro 25"86, Giorgia Biondani -0"04.

Semifinali e finali alle 16.30

50 sl F – semifinali
RI 24"37 di Cristina Chiuso l' 11 dic 2005 agli Europei di Trieste
Erika Ferraioli (pp 24"72 nel 2011)
Silvia Di Pietro (pp 24"64 nella prima frazione della 4x50 sl)

50 farfalla M – semifinali
RI 23"21 di Marco Belotti il 21 dic 2009 a Civitavecchia
Migliore prestazione in tessuto 23"22 di Matteo Rivolta il 17 nov 2013 a Legnano
Piero Codia (pp 23"37 in batteria)
Matteo Rivolta

400 misti F - finale
nessun'italiana qualificata
 
200 rana M - finale
RI 2'03"80 di Edoardo Giorgetti il 18 dic 2009 al Duel in the Pool a Manchester
Migliore prestazione in tessuto 2'05"38 di Edoardo Giorgetti il 22 dic 2012 a Roma
Claudio Fossi (pp 2'05"90 nel 2013)
 
200 sl F - finale
RIM 1'51"17 di Federica Pellegrini il 13 dic 2009 agli Europei di Istanbul
Migliore prestazione in tessuto 1'54"51 di Federica Pellegrini il 20 apr 2013 alla finale del campionato a squadre a Verona
Federica Pellegrini
Alice Mizzau (pp 1'55"75 in batteria)

100 misti M - finale
RI 52"29 di Christian Galenda il 14 dic 2008 agli Europei di Rijeka
Migliore prestazione in tessuto 52"77 di Stefano Mauro Pizzamiglio in semifinale
Stefano Mauro Pizzamiglio

100 farfalla F - finale
RI 56"13 di Ilaria Bianchi il 16 dic 2012 ai Mondiali di Istanbul
Ilaria Bianchi
 
200 sl M - finale
RI 1'41"65 di Filippo Magnini il 13 dic 2009 agli Europei di Istanbul
Migliore prestazione in tessuto 1'42"54 di Filippo Magnini il 10 dic 2006 agli Europei di Helsinki
Filippo Magnini
Andrea Mitchell D'Arrigo (pp 1'44"83 in batteria)

100 rana F - finale
RI 1'05"57 di Lisa Fissneider in semifinale
Lisa Fissneider 1'05"57 RI qualificata alla finale

100 dorso M - finale
RI 50"65 di Damiano Lestingi il 13 dic 2009 agli Europei di Istanbul
Migliore prestazione 50"99 di Damiano Lestingi il 15 dic 2010 ai Mondiali di Dubai
Niccolò Bonacchi (pp 51"77 in semifinale)

200 dorso F - finale
nessun'italiana in gara

50 sl M - finale
in attesa delle semifinali
 
50 sl F - finale
in attesa delle semifinali
 
4x50 sl M - finale
RI 1'23"37 della Nazionale il 14 dic 2008 agli Europei di Rijeka
Nazionale

4x50 mista F - finale
Nazionale squalificata in batteria

consulta i risultati ufficiali

consulta il sito ufficiale

fotografie di Andrea Staccioli / deepbluemedia.eu

RIEPILOGO MEDAGLIE (0 - 4 - 4)

ARGENTO (4)

400 stile libero M
Andrea Mitchell D'Arrigo 3'40"54 pp

50 stile libero M
Marco Orsi 21"00 = pp

4x50 mista M
Nazionale 1'32"83
- Stefano Mauro Pizzamiglio 23"74 pp, Francesco Di Lecce 26"07, Piero Codia 22"59, Marco Orsi 20"43

4x50 mixed stile libero
Nazionale 1'30"26 RI
Luca Dotto 21"41, Marco Orsi 20"66, Silvia Di Pietro 24"35, Erika Ferraioli 23"84

BRONZO (4)

400 misti M
Federico Turrini 4'03"94

1500 stile libero M
Gabriele Detti 14'36"43 pp

400 stile libero F
Federica Pellegrini 3'58"90

100 stile libero M
Marco Orsi 46"49 pp e migliore prestazione italiana con costume in tessuto

RIEPILOGO PRESTAZIONI ITALIANE

RECORD MONDIALI * (2)

4x50 mista M *
Italia 1'33"65 in batteria
Niccolò Bonacchi 23"95, Francesco Di Lecce 26"10, Piero Codia 22"68 e Luca Dotto 20"92

4x50 stile libero M *
Nazionale 1'25"89 in batteria
- Marco Orsi 21"28, Luca Leonardi 21"41, Federico Bocchia 21"20 e Federico Turrini 22"00

* record anomali, al di sotto dei tempo limite FINA ma non dei record europeo ed italiano

RECORD ITALIANI (10)

50 rana F
Lisa Fissneider 30"47 RI in batteria
Lisa Fissneider 30"44 RI in semifinale
Lisa Fissneider 30"39 RI in finale

4x50 stile libero F
Nazionale 1'37"56 RI in finale
- Silvia Di Pietro 24"64 pp, Giorgia Biondani 24"59, Erika Ferraioli 24"06, Federica Pellegrini 24"27

4x50 mixed mista
Nazionale 1'40"49 RI in batteria
- Elena Gemo 27"41, Francesco Di Lecce 26"09, Silvia Di Pietro 25"84, Federico Bocchia 21"15
Nazionale 1'39"68 RI in finale
- Niccolò Bonacchi 23"63, Francesco Di Lecce 26"03, Ilaria Bianchi 26"04, Erika Ferraioli 23"98

200 rana F
Giulia De Ascentis 2'20"93 RI in finale

4x50 mixed stile libero
Nazionale 1'31"77 RI in batteria
- Federico Bocchia 21"69, Luca Dotto 21"31, Giorgia Biondani 24"47, Erika Ferraioli 24"30
ARGENTO Nazionale 1'30"26 RI in finale
- Luca Dotto 21"41, Marco Orsi 20"66, Silvia Di Pietro 24"35, Erika Ferraioli 23"84

100 rana F
Lisa Fissneider 1'05"57 RI in semifinale

MIGLIORI PRESTAZIONI ITALIANE CON COSTUME IN TESSUTO (10)

50 sl M
ARGENTO Marco Orsi 21"00 eguagliata migliore prestazione in tessuto

50 dorso M
Niccolò Bonacchi 23"66 in batteria
Niccolò Bonacchi 23"59 nella prima semifinale
Stefano Mauro Pizzamiglio 23"55 nella seconda semifinale
Niccolò Bonacchi 23"55 eguagliata migliore prestazione in tessuto in finale
Stefano Mauro Pizzamiglio 23"55 eguagliata migliore prestazione in tessuto in finale

100 rana F
Lisa Fissneider 1'05"71 in batteria

100 misti M
Stefano Mauro Pizzamiglio 52"92 in batteria
Stefano Mauro Pizzamiglio 52"77 in semifinale

100 stile libero M
Marco Orsi 46"49 in finale

PRIMATI PERSONALI (46)

50 rana F
Lisa Fissneider 30"47 RI in batteria
Giulia De Ascentis 30"94 in batteria
Lisa Fissneider 30"44 RI in semifinale
Giulia De Ascentis 30"81 in semifinale
Lisa Fissneider 30"39 RI in finale

200 dorso M
Luca Mencarini 1'54"46 in batteria
Luca Mencarini 1'53"79 in finale

100 farfalla M
Piero Codia 51"43 in batteria
Piero Codia 51"20 in semifinale

50 dorso M
Niccolò Bonacchi 23"95 nelle batterie della 4x50 mista
Stefano Mauro Pizzamiglio 23"74 nella finale della 4x50 mista
Niccolò Bonacchi 23"66 in batteria / migliore prestazione italiana in tessuto
Niccolò Bonacchi 23"59 nella prima semifinale / migliore prestazione italiana in tessuto
Stefano Mauro Pizzamiglio 23"55 nella seconda semifinale / migliore prestazione italiana in tessuto
Niccolò Bonacchi 23"55 eguagliata migliore prestazione in tessuto in finale
Stefano Mauro Pizzamiglio 23"55 eguagliata migliore prestazione in tessuto in finale

400 stile libero M
ARGENTO Andrea Mitchell D'Arrigo 3'40"54

50 stile libero M
ARGENTO Marco Orsi 21"00 =pp con costume in tessuto, nonché della migliore prestazione italiana in tessuto

50 stile libero F
Silvia di Pietro 24"64 nella finale della 4x50 sl

50 farfalla F
Giorgia Biondani 27"28 in batteria
Silvia Di Pietro 25"92 in semifinale

200 rana F
Giulia De Ascentis 2'22"95 in batteria
Giulia De Ascentis 2'20"93 RI in finale
Lisa Fissneider 2'21"18 in finale

100 stile libero M
Marco Orsi 46"64 pp con costume in tessuto in semifinale

100 misti F
Alessia Polieri 1'01"51 in semifinale

50 rana M
Andrea Toniato 26"95 con costume in tessuto in batteria
Andrea Toniato 26"83 in semifinale
Francesco Di Lecce 26"83 in finale

100 dorso M
Luca Mencarini 54"40 in batteria
Fabio Laugeni 52"50 in batteria
Niccolò Bonacchi 51"77 in semifinale
Fabio Laugeni 52"46 in semifinale

100 rana F
Lisa Fissneider 1'05"71 / migliore prestazione italiana in tessuto in batteria
Giulia De Ascentis 1'06"52 in batteria
Lisa Fissneider 1'05"57 RI in semifinale

100 misti M
Stefano Mauro Pizzamiglio 52"92 / migliore prestazione italiana in tessuto in batteria
Stefano Mauro Pizzamiglio 52"77 / migliore prestazione con costume in tessuto in semifinale

1500 sl M
BRONZO Gabriele Detti 14'36"43 nella serie veloce

50 dorso F
Elena Gemo 27"05 pp in tessuto in semifinale
Elena Gemo 27"01 pp in tessuto in finale

100 stile libero M
Marco Orsi 46"49 / migliore prestazione italiana con costume in tessuto in finale

50 stile libero F
Giorgia Biondani 25"16 in batteria

50 farfalla M
Piero Codia 23"37 in batteria
 
200 sl F
Alice Mizzau 1'55"75 in batteria
 
200 sl M
Luca Dotto 1'44"87 in batteria
Andrea Mitchell D'Arrigo 1'44"83 in batteria

Pubblicato in News Nuoto
Pagina 1 di 2

Ultimi 4 articoli NUOTO