Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Eventi Nuoto

01
Mar
2019
2ª tappa Grand Prix d'Inverno: VIII Trofeo Città di Milano - (vasca 50m)





15
Mar
2019
Criteria Nazionali Giovanili - (vasca 25m)





02
Apr
2019
Campionato Italiano Assoluto - (vasca 50m)





07
Apr
2019
Campionato Nazionale a Squadre - "Coppa Caduti di Brema" (finali) - (vasca 25m)





Lunedì, 12 Novembre 2018

Nico Sapio. Il commento di Butini

A pochi giorni dalla 42esima edizione del trofeo "Mussi-Lombardi-Fermiano"- 13esima edizione del Gran Premio Italia, altro appuntamento tradizionale della stagione invernale del nuoto azzurro, il direttore tecnico Cesare Butini traccia un bilancio dopo il Nico Sapio, svoltosi lo scorso fine settimana alla piscina Sciorba di Genova.
Il punto del direttore tecnico Cesare Butini. "L'edizione numero quarantacinque del "Nico Sapio" ci ha regalato notevoli spunti e tantissimi record della manifestazione a testimonianza di un meeting strepitoso. Affianco alle conferme prestative degli atleti già qualificati (Scozzoli in primis), ci sono state delle ottime prestazioni di atleti dai quali ci si attendeva un netto segnale.
Tutto è iniziato con il grande exploit di Erica Musso che con una gara molto aggressiva ha chiuso con un crono importante (4'00''44) e Simona Quadarella (vincitrice poi degli 800 stile libero in 8'15''69) un ottimo tempo in 4'02''86. La prestazione della Musso vale il pass per i Mondiali cinesi ma, soprattutto lascia sperare in una ripresa del settore del mezzofondo femminile e mi piace ricordare che Erica ha fatto parte del quartetto vincitore della medaglia d'argento a Kazan 2015 nella 4x200 stile libero. A seguire la prestazione di Gabriele Detti che è tornato prepotentemente nei 400 stile libero con un 3'39''06 che lo lancia ai vertici mondiali della specialità, lasciando intravedere anche l'ipotesi per un notevole contributo della staffetta 4x200 stile libero. E poi il graditissimo ritorno di Nicolò Martinenghi che ha siglato tempi importanti, molto vicini ai suoi record personali e ai limiti richiesti per la rassegna iridata". " Altra nota sicuramente positiva è il rientro nei 200 stile libero di Federica Pellegrini in 1'54''30, dopo il buon 52''70 nuotato nei 100 venerdì. Ma il Sapio - continua Butini - è stato molto di più. La conferma di Ilaria Cusinato nei 200 e 400 misti (2'07''28 e 4'29''41); il grande progresso di Matteo Ciampi che con le ottime prestazioni sia nei 200 e nei 400 stile libero (1'44''20 - 3'40''69)  ha confermato l'ottimo trend di crescita; Marco Orsi vincitore dei 100 misti, il ritorno di Matteo Rivolta sia nella farfalla che nel dorso, la dorsista Scalia che in batteria manca di soli due centesimi il primato italiano dei 50 dorso; il rientro in competizione della guerriera Di Pietro a cui manca forse la giusta confidenza con la competizione dopo il lungo stop. Importante fermento c'è anche nella velocità maschile dove dobbiamo avere pazienza affinché tutte le tessere di un puzzle importante e altamente competitivo vadano al loro posto. Per ultimo sono saliti alla ribalta di due giovani atleti di casa, entrambi classe novantanove: Davide Nardini (100 stile libero in 47''73) e Alberto Razzetti che in 4'12''65 nei 400 misti regola il capitano Turrini; e per ultimo le eccellenti prestazioni di due millenialls Marco De Tullio protagonista a Buenos Aires, che ha siglato i suoi personal best nei 200 e 400 stile libero (1'45''59 - 3'43''07) e il piemontese Alessandro Fusco nei 200 rana (2'07''73). E' sicuramente un buon inizio per un annata importante in chiave internazionale".

Criteri di selezione ai CAMPIONATI DEL MONDO IN VASCA CORTA (Hangzhou 11-16 dicembre):
Saranno qualificati gli atleti che al 18 novembre risulteranno essere in possesso dei seguenti requisiti:
a) gli atleti classificati entro le prime tre posizioni nelle gare individuali ai campionati europei di Glasgow;
b) nelle gare con posti ancora disponibili, fino al numero massimo di due e in base all'ordine di tempi, gli atleti che avranno ottenuto nel periodo tra l'1 ottobre e il 18 novembre, in manifestazioni nazionali o internazionali con cronometraggio elettronico, una prestazione uguale o migliore del tempo limite indicato nella sucessiva tabella di riferimento.

Per la qualificazione delle staffette inserite in progetti federali mirati alla partecipazione ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020 verranno valutate, a completamento dei nuotatori già qualificati, le prestazioni degli atleti nel periodo di gara sopraindicato.
L'ulteriore completamento della squadra, nonché l'eventuale convocazione, in base alla loro qualità tecnica, delle staffette 4x50 e mixed, sarà definito dal Consiglio Federale, su proposta discrezionale del Direttore Tecnico.

Atleti qualificati ai Mondiali in vasca corta (23)

Andrea Vergani
Alessandro Miressi 
Gregorio Paltrinieri
Matteo Restivo 
Fabio Scozzoli 
Luca Pizzini 
Piero Codia
Federico Burdisso
Simona Quadarella 
Carlotta Zofkova
Margherita Panziera 
Arianna Castiglioni 
Elena Di Liddo
Ilaria Cusinato 
Ilaria Bianchi
Federica Pellegrini
Simone Sabbioni
Domenico Acerenza
Filippo Megli
Luca Dotto
Thomas Ceccon
Erica Musso
Gabriele Detti

Vai al sito ufficiale dei Mondiali di Hangzhou

Foto Andrea Masini/deepbluemedia.eu

Ultimi 4 articoli NUOTO