Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Eventi Nuoto

20
Dic
2018
Energy for Swim 2018 - (vasca 25m) - annullato





16
Feb
2019
1ª tappa Grand Prix d'Inverno: Meeting del Titano - (vasca 50m)





01
Mar
2019
2ª tappa Grand Prix d'Inverno: VIII Trofeo Città di Milano - (vasca 50m)





15
Mar
2019
Criteria Nazionali Giovanili - (vasca 25m)





Martedì, 12 Luglio 2016

Eurojunior 2016. Tutti i numeri del successo

Insieme alle 22 medaglie che la Nazionale giovanile di nuoto, guidata da Walter Bolognani, ha conquistato nella 43^ edizione dei campionati europei di Hodmezovasarhely, in Ungheria, c'è tanto altro da raccontare. Dati statistici e "alchimie", come le definisce lo stesso tecnico federale, sacrificio e spirito di squadra. Iniziamo dalle medaglie: 22 (9 d'oro, 8 d'argento e 5 di bronzo) rappresentano il secondo miglior score di sempre degli azzurri agli Eurojunior. Il record è quello di Praga 2009 dove l'Italia è arrivata a vincerne 30 (10 oro, 11 argento, 9 bronzo) e in nessun'altra edizione aveva toccato quota 20. Ventidue come la Russia (11 oro, 5 argento e 6 bronzo) e il secondo posto nel medagliere degli Eurojunior 2016, davanti a Gran Bretagna (19), Ungheria (12) e tutte le altre. Proseguiamo con i risultati; ai molteplici record italiani di categoria e personali stabiliti si aggiungono quattro prestazioni eccezionali: il 22"09 di Giovanni Izzo (Imolanuoto/Esercito) nei 50 stile libero, oltre ad essere il record italiano juniores, è il miglior tempo all time nuotato con il costume in tessuto della categoria cadetti; il 3'37"06 con il quale la 4x100 mista maschile ha vinto il titolo (Jacopo Bietti, Nicolò Martinenghi, Lorenzo Glessi e Alessandro Miressi) è il miglior tempo all time nuotato da una squadra Nazionale junior e cadetti; il 59"76 di Nicolò Martinenghi nei 100 rana della staffetta mista rappresenta la sesta migliore frazione lanciata di sempre (soltanto Fabio Scozzoli, che detiene le altre cinque, ha fatto meglio, con il vertice in 58"79 ai mondiali di Barcellona 2013); il 4'06"94 con il quale la 4x100 mista femminile ha conquistato l'argento (Tania Quaglieri, Giulia Verona, Ilaria Cusinato e Sara Ongaro) è il miglior tempo all time nuotato da una squadra Nazionale cadette.
Il commento di Walter Bolognani, tecnico responsabile delle squadre Nazionali giovanili dal gennaio 2008, è estremamente positivo e significativo. "Questa volta è proprio il caso di dirlo, ha vinto la squadra! Col passare dei giorni, a cominciare dal ritiro collegiale al Polo Natatorio di Ostia, si è creata una alchimia magica tra atleti e staff che ha moltiplicato la forza della squadra, che oltre a prendere coscenza delle proprie potenzailità ha acquisito una particolare predisposizione al sacrificio. Tutti per uno e uno per tutti, con la massima attenzione e concentrazione e sempre pronti ad aiutarsi. Porto ad esempio il caso di Andrea Castello che il sabato mattina resta fuori dalle semifinali dei 100 rana, nuotando il suo record personale di 1'02"17 e classificandosi quarto delle batterie, dietro ai compagni di squadra Martinenghi e Poggio che avevano il primo e secondo tempo, e quindici minuti dopo si concentra nella seconda frazione della 4x100 mixed, senza discostarsi dal personale e contribuisce all'ingresso in finale della staffetta che nel pomeriggio vincerà il titolo. Andrea, come tutti gli altri, ha dimostrato di saper reagire a un momento di difficoltà che lo penalizzava oltremodo mettendosi subito a disposizione della squadra per il bene comune. Ciò è quello che ho apprezzato maggiormente in questa edizione degli Europei e che mi gratifca di più, perchè i risultati ottenuti sono frutto del lavoro e dell'impegno di tutti, nessuno escluso. E' una grande soddisfazione per me, per i mei collaboratori e per i mei ragazzi e ringrazio la Federazione Italiana Nuoto, il Presidente Paolo Barelli e il Segretario Generale Antonello Panza, il direttore tecnico della Nazionale Cesere Butini, il dirigente responsabile Gianfranco Saini e tutto il settore Nuoto per averci messo nelle migliori condizioni di lavorare ed ottenere questi risultati". 

Il medagliere azzurro agli Eurojunior 2016

ORO - 9
200 rana Giulia Verona 2'26''53
100 stile libero Alessandro Miressi 49''40
4x100 mista mista 3'50''75
Tania Quaglieri, Nicolo Martinenghi, Ilaria Cusinato, Alessandro Miressi
100 dorso Tania Quaglieri 1'01"38
100 rana Nicolò Martinenghi 1'00"30 RIJC
100 rana Giulia Verona 1'08"32 PP
200 misti Ilaria Cusinato 2'13"03
50 stile libero Giovanni Izzo 22"09 RIJ
4x100 misti m 3'37"06
Jacopo Bietti (55"61 PP), Nicolò Martinenghi, Lorenzo Glessi e Alessandro Miressi

ARGENTO - 8
400 misti Anna Pirovano 4'42"06 RIJ
4x100 stile libero 3'19"42
Alessandro Miressi (49"61), Lorenzo Glessi (50"68), Stefano Di Cola (50"17) e Giovanni Izzo (48"96)
200 rana Nicolò Martinenghi 2'12"95 PP
50 dorso Tania Quaglieri 28''46 RIJ e RIC
50 rana Nicolò Martinenghi 27''73
4x100 mista 4'06''94
Tania Quaglieri, Giulia Verona, Ilaria Cusinato, Sara Ongaro
100 rana Federico Poggio 1'01"13 PP
200 misti Sara Franceschi 2'13"98 

BRONZO - 5
4x100 stile libero mixed 3'31"97
Giovanni Izzo (49"73 PP), Alessandro Miressi (49"97), Sara Ongaro (56"45) e Ilaria Cusinato (56"82) 
50 rana Federico Poggio 27''86
200 misti Lorenzo Glessi 2'01''30
1500 stile libero Sveva Schiazzano 16'26''16 pp
200 dorso Jacopo Bietti 1'57''99 pp

Il medagliere degli Eurojunior 2016

1. Russia 22 (11 - 5 - 6)
2. Italia 22 (9 - 8 - 5)
3. Gran Bretagna 19 (5 - 4 - 10)
4. Ungheria 12 (5 - 4 - 3)
5. Spagna 6 (2 - 3- 1)
6. Polonia 7 (2 - 1 - 4)
7. Germania 5 (1 - 2 - 2)
8. Svezia 4 (1 - 2 - 1)
9. Ucraina 3 (1- 2 - 0)
10. Slovenia 4 (1 - 1- 2)

Vai al medagliere completo 

Foto di Andrea Masini/Deepbluemedia.eu 

Ultimi 4 articoli NUOTO