Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Articoli filtrati per data: Ottobre 2007 - FIN - Federazione Italiana Nuoto
Dal 16 al 18 novembre a Chianciano, nel Centro Congressi Excelsior, si svolgerà il Convegno di aggiornamento per allenatori di nuoto. Tra i relatori è previsto anche il Campione del mondo dei 100 stile libero Filippo Magnini. Le iscrizioni si chiudono il 12 novembre.
 
Vai al programma completo
Pubblicato in Federazione
Il Presidente della Federazione Italiana Nuoto Paolo Barelli, i Vice Presidenti Lorenzo Ravina, Paolo Colica e Salvatore Montella, il Segretario Generale Antonello Panza, il Presidente del Gruppo Ufficiali di Gara Giampiero Menghini, unitamente all’intero Consiglio Federale e al mondo della pallanuoto, partecipano commossi al profondo lutto che ha colpito il Consigliere federale Fabrizio Leonardi per la scomparsa dell’adorata madre Vittoria.
Pubblicato in Federazione
Domani alle 11 saranno battezzati i due cuccioli di foca dell’Acquario di Genova: Asso, nato da Christianne nella notte tra il 29 e il 30 giugno, e Freccia, nato da Tethy la mattina del 14 luglio. Madrina e padrino d’eccezione la tuffatrice campionessa mondiale Tania Cagnotto e il padre, ex campione olimpico, CT della Nazionale e suo allenatore Giorgio Cagnotto. All’evento presenzieranno anche il Vice Presidente della FIN Lorenzo Ravina, e il Consigliere Federale Gianfranco De Ferrari.
I nomi dei due cuccioli sono stati scelti dai lettori della Gazzetta dello Sport, attraverso un sondaggio effettuato sul sito del quotidiano nel mese di agosto. A votare sono state oltre 11.000 persone: dei 13 nomi proposti, Freccia ha ricevuto il 13,2% delle preferenze, mentre Asso è stato scelto dal 10,6% dei votanti. Tania e Giorgio Cagnotto daranno il benvenuto ufficiale ad Asso e Freccia, partecipando alla sessione del pasto mattutino e tagliando quindi una speciale torta in loro onore. Asso e Freccia sono molto curiosi, intraprendenti e vivaci, passano molto tempo in acqua nuotando e giocando tra loro e con le altre foche. I visitatori li possono ammirare nelle loro evoluzioni subacquee dal primo piano del percorso espositivo.
  
Vai al sito ufficiale
Pubblicato in Federazione
Il campione olimpico, mondiale ed europeo Massimiliano Rosolino è intervenuto questa mattina, al Salone d'Onore del Coni, alla conferenza stampa di presentazione dell'accordo tra CONI Servizi Spa e la società americana Octagon. Nel corso della conferenza è stato comunicato che sarà Freddy, azienda italiana leader nel settore dell'abbigliamento sportivo, lo sponsor tecnico e fornitore ufficiale della squadra italiana per i Giochi Olimpici di Pechino 2008.
   
Segue il Comunicato del CONI
 
Si è svolta stamattina, presso il Salone d'Onore del Coni, la conferenza stampa di presentazione dell'accordo tra CONI Servizi Spa e la società americana Octagon. L'intesa, che ha un valore complessivo di circa 30 milioni e scadrà nel 2010, è relativa all'assegnazione dell'incarico di advisor ad Octagon per la predisposizione della gestione operativa di un progetto di marketing per la valorizzazione delle attività del Comitato Olimpico e delle squadre italiane, in particolare per i tre principali appuntamenti sportivi in calendario, partendo dai prossimi Giochi Olimpici estivi di Pechino 2008, passando per i Giochi del Mediterraneo di Pescara 2009, fino ai Giochi Olimpici invernali di Vancouver 2010. E' la prima volta che il CONI sceglie di avvalersi di una struttura esterna per un’attività specifica nel settore del marketing sportivo. La conferenza stampa si è tenuta alla presenza del presidente del CONI Gianni Petrucci, del Segretario Generale Raffaele Pagnozzi, del Vicepresidente del CONI e Presidente del Cip, Luca Pancalli, del vice-presidente senior e responsabile del marketing dei Giochi Olimpici per Octagon, Bob Heussner, Maurizio Cohen, rappresentante legale Octagon in Europa, e molti ex atleti e atleti, tra cui Antonio Rossi (canoa, membro Giunta CONI), Massimiliano Rosolino (nuoto), Juri Chechi, Sara Bertoli (pentathlon moderno), Elisa Santoni e Elisa Blanchi (Ginnastica ritmica), Elisa Di Francisca (Scherma) e Roberto Meloni (judo).   Sarà invece Freddy, azienda italiana leader nel settore dell'abbigliamento sportivo, lo sponsor tecnico e fornitore ufficiale della squadra italiana per i Giochi Olimpici di Pechino 2008. Tutti i componenti, circa 1.000 tra atleti, tecnici e dirigenti, vestiranno le divise ufficiali Freddy, che includono anche l'abbigliamento da sfilata.
Pubblicato in Federazione
 Una ragazzina cinese di dieci anni è stata spinta dai genitori a nuotare per tre chilometri in un fiume con le braccia e le gambe legate. Obiettivo della famiglia era quello di far comparire la piccola nel libro del Guinness dei primati secondo l'agenzia Nuova Cina, che ha riportato la notizia. La vicenda della ragazzina, che si chiama Huang Li e proviene dalla provincia dell'Hunan, ricorda quella della sua coetanea che la scorsa estate ha corso una «supermaratona» dalla Cina meridionale fino a Pechino. Come il padre della piccola maratoneta, anche i genitori di Huang Li sono finiti sotto accusa. «I genitori devono rendersi conto che si tratta di un caso di sfruttamento di un minore», accusa una donna, madre di un ragazzino di nove anni. «Non è vero - ribatte il padre Huang Daosheng, che svolge anche la funzione di allenatore della ragazzina - in realtà ho sempre cercato di procurarle un vero allenatore, il fatto è che non abbiamo abbastanza soldi». La madre sostiene di essere stata lei a ordinarle di fermarsi dopo tre chilometri, perchè la piccola avrebbe continuato nella sua impresa. I genitori hanno precisato di non aver assicurato la bambina, sempre a causa della loro precaria situazione finanziaria. Padre e madre affermano di averla costantemente tenuta sotto controllo ma non è chiaro in che modo, dato che il padre ha affermato che la seguirà in barca «la prossima volta». Non è stato spiegato chi abbia avuto l' idea di legare mani e piedi della ragazzina. Il padre sostiene che si tratta di un «buon allenamento» per mettere la piccola in grado di «realizzare il suo sogno», cioè attraversare a nuoto la Manica.
 
tratto da agenzia Ansa
Pubblicato in Federazione

Archivio notizie