Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Articoli filtrati per data: Marzo 2017 - FIN - Federazione Italiana Nuoto
Lunedì, 20 Marzo 2017

FIN-FINP insieme fino al 2020

La Federazione Italiana Nuoto e la Federazione Italiana Nuoto Paralimpico hanno rinnovato il protocollo d'intesa per il nuovo quadriennio (2017-2020). L'accordo - che si propone di diffondere ulteriormente la pratica del nuoto - è scaricabile al seguente link.

Le dichiarazioni del presidente della FINP Roberto Valori: "È stato siglato il nuovo protocollo d'intesa con la FIN per una nuova e più agile collaborazione fra le due realtà nazionali, con l'intento che il nuoto possa diventare negli anni a venire davvero uno solo. Siamo molto lieti e contenti di questa scelta condivisa e sono certo che essa porterà dei risultati importanti. Oltre a ciò, abbiamo deciso con la FIN di siglare un accordo di intenti che possa riguardare solo il settore della formazione. Questo è un capitolo molto importante della nostra collaborazione, pertanto avrà bisogno di un protocollo a sé. Sono sicuro che non si riempirà di polvere questo documento, ma che diverrà qualcosa di operativo da condividere assieme, con la ferma certezza che possa portare importanti frutti a livello paralimpico, dando anche la possibilità a tanti ragazzi di intraprendere l'attività del nuoto. I ringraziamenti vanno anche al presidente Paolo Barelli e a tutto il movimento della Federnuoto, che si è reso disponibile nei confronti di questo nuovo percorso!".

Le dichiarazioni del presidente della FIN Paolo Barelli: "Con particolare entusiasmo mi rivolgo a tutti i tecnici e dirigenti, atleti e praticanti, per annunciare che la Federazione Italiana Nuoto e la Federazione Italiana Nuoto Paralimpico, presieduta dall'amico Roberto Valori, hanno siglato un protocollo d’intesa valido fino alla stagione sportiva 2019/2020. Il protocollo è notizia di questi giorni, ma la stima, la passione per lo sport e l’amore per il nuoto e l’elemento acqua ci uniscono da sempre. Tanto la FIN, quanto la FINP sono attive e propositive per diffondere le discipline acquatiche sul territorio e declinare i benefici sociali, civili e culturali. Come avete potuto constatare, alcune gare di nuoto paralimpico sono state inserite già da diversi anni nei programmi del Trofeo Settecolli, del Trofeo Città di Milano e di altre importanti manifestazioni organizzate dalla Federazione Italiana Nuoto e dalle sue Società affiliate. Insieme desideriamo proseguire il cammino intrapreso: portare il nuoto verso una dimensione agonistica sempre più estesa, abbattendo limiti e confini che ciecamente condizionano le relazioni tra persone senza e con disabilità. Un cammino che, ci auguriamo, potrà condurci alla Olimpiade e Paralimpiade di Tokio 2020 con tanti atleti e grandi ambizioni".

foto deepbluemedia.eu

Pubblicato in News Federazione

La Federazione Italiana Nuoto e lo sport italiano piangono la scomparsa di un grande olimpionico della pallanuoto. Nella notte si è spento a Napoli Luigi Mannelli, oro con il Settebello a Roma 1960. Il campione azzurro, rimasto sempre molto legato all'ambiente sportivo, aveva partecipato alle celebrazioni per il Cinquantenario di Roma '60, prima alla Sala Convegni del Foro Italico, poi al Salone d'Onore del CONI e poi al Quirinale, ed era stato il principale testimonial della partita Italia-Spagna a Marina Piccola a Capri, davanti ai Faraglioni, il 3 settembre 2015, in occasione dell'amichevole di lusso inserita nel calendario degli eventi promossi dal Consiglio dei Ministri in collaborazione con CONI, Federnuoto ed Expo di Milano al fine di diffondere la sana alimentazione sportiva.
Nato a Napoli il 21 febbraio 1939, cresciuto con la pallanuoto a mare, è stato il più giovane giocatore di pallanuoto alle Olimpiadi: 17 anni e 281 giorni. Giocatore della Canottieri Napoli, vinse l'oro con una formazione storica, composta da Dante Rossi (Sportiva Nervi), Giuseppe D'Altrui (Fiamme Oro), Eraldo Pizzo (Pro Recco), Gianni Lonzi (RN Florentia), Franco Lavoratori (Pro Recco), Danio Bardi (Fiamme Oro), Rosario Parmegiani (RN Pegli), Brunello Spinelli (Fiamme Oro), Salvatore Gionta (SS Lazio Nuoto), Giancarlo Guerrini (SS Lazio Nuoto), Amedeo Ambron (Fiamme Oro); allenatore Endre "Bandy" Zolyomy, commissario tecnico della nazionale dal 1956 al 1965. In carriera partecipò anche alle Olimpiadi di Melbourne 1956 e ai campionati europei di Budapest 1958 con la nazionale quarta in entrambe le occasioni.
I funerali si svolgeranno giovedì 16 marzo alle ore 11 alla Chiesa dei Pallottini a Napoli, nel quartiere Vomero. Il presidente della Federazione Italiana Nuoto Paolo Barelli, i presidenti onorari Salvatore Montella e Lorenzo Ravina, i vicepresidenti Andrea Pieri, Francesco Postiglione e Teresa Frassinetti, il segretario generale Antonello Panza, il presidente del GUG Roberto Petronilli, il consiglio federale, i commissari tecnici del Settebello Alessandro Campagna e del Setterosa Fabio Conti, tutti i settori e gli uffici federali, partecipano al dolore per la perdita del grande campione ed amico "Gigi" e porgono le condoglianze a familiari ed amici, e ai dirigenti della CC Napoli, società nella quale è cresciuto ed ha militato.

Nella foto il presidente del Consiglio Amintore Fanfani, al Quirinale, premia l'atleta Luigi Mannelli olimpionico della pallanuoto (istituto Luce, 27 settembre 1960)

Pubblicato in News Federazione
Mercoledì, 15 Marzo 2017

Sportrait Awards. Tania e Greg al Top

Si è tenuta lunedì 13 marzo, presso il nuovo Salaria Sport Village di Roma, la serata conclusiva della quinta edizione degli Italian Sportrait Awards, premio creato dalla Confsport Italia A.S.D.R. per onorare gli atleti olimpici e paralimpici che hanno saputo emozionare il pubblico degli appassionati attraverso le proprie performance sportive. Il Premio è stato patrocinato dal CONI, dal CIP, dalla Regione Lazio, da Roma Città Metropolitana, da Roma Capitale e dala Federazione Italiana Nuoto e Gruppi Sportivi militari e civili. La serata, presentata dalla campionessa azzurra di nuoto Cristina Chiuso, ha visto alternare le premiazioni di grandissimi campioni e ospiti illustri con lo spettacolo offerto da Gianluca Impastato, Andrea Faustini e Fabio Bidinelli. A vincere la sezione “Rivelazione Uomini” è stato il “due senza” del canottaggio azzurro formato da Giovanni Abagnale e Marco Di Costanzo. I canottieri del bronzo olimpico di Rio de Janeiro, soddisfatti per il premio ricevuto, hanno ricordato come il risultato conseguito in Brasile fosse quasi inaspettato. Ricorda Abagnale: “Come equipaggio nessuno ci conosceva bene, e dal canto nostro non avevamo nulla da perdere: dovevamo provarci e lo abbiamo fatto senza pensarci due volte”; sul palco con loro un’altra coppia, quella di Lupo e Nicolai e l’oro olimpico Daniele Garozzo finalisti della categoria. Per chiudere un palco a dir poco olimpico i giurati Carlo Molfetta e Massimiliano Rosolino. Nella “Rivelazione Donne” il riconoscimento è andato alla ciclista Elisa Longo Borghini, impegnata in competizioni internazionali e presente con un video messaggio, a salire sul palco Rachele Bruni e Diana Bacosi, finaliste della categoria, hanno raccontato la loro avventura olimpica in compagnia di Sandro Fioravanti “Non ero abituata a ricevere tutte queste attenzioni, ha sottolineato Diana, è bellissimo, ma non vedo l’ora di ritornare alla mia vita di tutti i giorni”. Una delle novità principali di quest’anno è stata rappresentata dall’arrivo di Discovery e il premio “Dreaming Tokyo”, per la Categoria Giovani, nato dalla collaborazione con il marchio Eurosport. A premiare i vincitori Luigi Ecuba, Senior Director Sport Discovery Network Southern Europe, che ha raccontato il progetto Discovery verso Tokyo 2020, passando da Peyonchang. Il primo a ricevere la statuetta è stato il 18enne velocista azzurro Filippo Tortu ”Avevo cominciato con la pallacanestro, ma ero troppo veloce per la palla” ha dichiarato con molta simpatia Filippo, con lui l’astista, rubata alla ginnastica artistica, Sonia Malavisi “Anche Isinbayeva è passata dalla ginnastica all’asta, io mi ispiro a lei“. Con loro Domitilla Picozzi, giovane speranza della pallanuoto azzurra, sul palco anche Stefano Mei, Stefano Tilli e il regista Fausto Brizzi. Per quel che concerne la categoria “Top Uomini” il premio è andato al nuotatore Gregorio Paltrinieri, che ha salutato il pubblico con un simpatico video messaggio in compagnia di Gabriele Detti. Nella stessa categoria era in corsa per il premio il judoka Fabio Basile: “Conclusa l’esperienza televisiva - ha dichiarato Basile - riprenderò la mia preparazione per i prossimi impegni stabilendomi in Giappone”, per insegnargli qualche passo di danza e sostenere la sua candidatura a Ballando con le stelle, sul palco con lui c’erano anche i giurati del premio Lorenza Mario e Franco Miseria. Per le “Top Donne” il riconoscimento è andato alla tuffatrice Tania Cagnotto, in corsa anche nello speciale premio “Il Campione dei Ragazzi”, così come era presente nella sezione letteraria con il suo libro “Il pinguino che non voleva tuffarsi”. L’azzurra ha annunciato l’approssimarsi della sua ultima competizione ufficiale a livello italiano: “Sarà per me una sorta di festa - ha dichiarato Cagnotto - l’emozione però sarà tanta, già mi mancano i tuffi, tuttavia chiudo con i meravigliosi ricordi di Rio”. Con lei sul palco una raggiante Elisa Di Francisca, la campionessa di scherma in attesa del primo figlio, ha dichiarato di volersi godere a pieno la gravidanza e la maternità, ma con un pensiero già a Tokyo2020, con lei Mauro Numa, membro di giuria.
Quest’anno “Il Campione dei Ragazzi” è andato alla ginnasta azzurra Carlotta Ferlito, vero idolo di molte giovanissime atlete italiane. A premiare Carlotta, Tania Cagnotto e Marta Pagnini sono state alcune ragazze che praticano la ginnastica artistica e ritmica rispettivamente della ASD Vertigo e della Polisportiva Roma 11. Sul palco anche la Presidente della Giuria Under 16 Elisa Santoni. “Sono un’appassionata di tuffi - ha dichiarato Carlotta all’intervista delle sue fans – e appena ho potuto, a Rio ho seguito le gare di Tania Cagnotto. Se non avessi praticato la ginnastica oggi probabilmente sarei su un trampolino o una piattaforma”. Presenti i ragazzi dell’IC Romolo Capranica di Amatrice e dell’ IC Manzi di Roma, Le scuole sono state premiate assieme alle associazioni sportive da Riccardo Viola e da Elisa Blanchi, per aver partecipato alle votazioni de “Il Campione dei Ragazzi”, mentre i ragazzi hanno avuto l’onore di intervistare e premiare i campioni presenti. In una serata in cui i racconti delle Olimpiadi di Rio l’hanno fatta da padrona, il premio al “Miglior libro a tema sportivo” non poteva che andare a Dario Torromeo con “Le mie Olimpiadi”, mentre il premio Confsport Italia è stato assegnato alla pattinatrice Silvia Nemesio, premiata da Mario Pescante. Il Presidente della Confsport Italia Paolo Borroni ha chiuso la serata ringraziando tutti i partner che hanno sostenuto l’inizativa tra i quali - Il Salaria Sport Village che ha ospitato la serata, Roma Gas e Power, Boccadamo, Corriere dello Sport e TuttoSport, Olivhealth, Tgym, Oasport – e ricordato che la serata sarà trasmessa in differita su Nuvolari super sport.

Le interviste di Skysport

Il sito ufficiale

Pubblicato in News Federazione

Azzurre protagoniste anche fuori dall'acqua. Tania Cagnotto, 32 anni il prossimo 15 maggio, ha conquistato il suo settimo LEN award e sesto consecutivo dal 2011 con il record della storia del voto, oltre il 90%. Nella categoria palllanuoto femminile si è confermata per il secondo anno consecutivo l'attaccante del Setterosa Roberta Bianconi.
La Regina dei Tuffi - tre volte campionessa europea a Londra - ai Giochi di Rio de Janeiro, al quinto tentativo personale, ha coronato il suo sogno vincendo un argento e un bronzo (dai tre metri sincro in coppia con Francesca Dallapè e dai tre metri individuali) che immortalano una carriera eccezionale consegnandola definitivamente all'olimpo dello sport.
Un argento olimpico a Rio e un bronzo europeo a Belgrado, a coronamento di una grande stagione, quella del 2016, ha visto protagonista l'altra azzurra Roberta Bianconi. La ventisettenne di Rapallo, campionessa di Grecia con l'Olympiacos, è stata votata per il secondo anno consecutivo come migliore giocatrice europea. Il risultato finale è il frutto di un totale di 274 voti tra i 51 paesi membri LEN, nonché della presidenza e dei membri del Comitato Len, mettendo insieme le preferenze tra i club, allenatori, arbitri e giornalisti. Nella competizione femminile, Roberta ha avuto il 68,2% dei consensi e sulla scelta hanno pesato anche i molti gol realizzati. Un plebiscito se si considera che la spagnola Tarrago, al secondo posto, ha preso l'11.4% dei voti.

ALBO D'ORO

Pallanuoto Donne

2008: Danielle De Bruijn (Olanda)
2009: Iefke van Belkum (Olanda)
2010: Sofia Konukh (Russia)
2011: Alexandra Asimaki (Grecia)
2012: Anni Espar (Spagna)
2013: Jennifer Pareja (Spagna)
2014: Maria Garcia (Spagna )
2015: Roberta Bianconi (Italia)
2016: Roberta Bianconi (Italia)

Tuffi Donne

2008: Yulia Pakhalina (Russia)
2009: Tania Cagnotto (Italia)
2010: Christin Steuer (Germania)
2011: Tania Cagnotto (Italia)
2012: Tania Cagnotto (Italia)
2013: Tania Cagnotto (Italia)
2014: Tania Cagnotto (Italia)
2015 : Tania Cagnotto (Italia)
2016: Tania Cagnotto (Italia)

Vai al sito ufficiale

Pubblicato in News Federazione

Ultimi 4 articoli FEDERAZIONE