Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Articoli filtrati per data: Settembre 2016 - FIN - Federazione Italiana Nuoto
Mercoledì, 28 Settembre 2016

I medagliati di Rio 2016 al Quirinale

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto al Quirinale i medagliati olimpici e paralimpici e una rappresentanza di atleti italiani che ha partecipato ai Giochi di Rio de Janeiro 2016. Dopo l'esecuzione dell'Inno nazionale da parte della Banda Musicale Interforze, sono intervenuti il Presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Giovanni Malagò, e il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli. E' stato quindi proiettato un filmato sui "Giochi di Rio 2016".
L'Alfiere della squadra olimpica, Federica Pellegrini, e la portabandiera dell'Italia nella cerimonia di chiusura dei XV Giochi Paralimpici di Rio, Beatrice Vio, hanno riconsegnato al Capo dello Stato le Bandiere nazionali con le firme degli atleti vincitori di medaglia olimpica e paralimpica.
Il Presidente Mattarella ha consegnato agli atleti una medaglia ricordo e rivolto un indirizzo di saluto ai presenti. La Federazione Italiana Nuoto è stata rappresentata dal Presidente Paolo Barelli e gli azzurri medagliati: le squadre del Settebello di bronzo e Setterosa d’argento, il campione olimpico dei 1500 stile libero Gregorio Paltrinieri, la vice campionessa dei diecimila in acque libere Rachele Bruni, il doppio bronzo nei 400 e 1500 stile libero Gabriele Detti, la tuffatrice medaglia d’argento nei tre metri sincro Francesca Dallapè in coppia con Tania Cagnotto, che ha conquistato anche il bronzo dai tre metri individuali, sposa sabato scorso ed in viaggio di nozze.
Presenti il Presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi, il Presidente della Commissione Istruzione Pubblica e Beni Culturali del Senato, Andrea Marcucci, il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Luca Lotti, le atlete e gli atleti che si sono classificati al quarto posto a Rio 2016, dirigenti del CIO, del CONI e del CIP, i Commissari tecnici delle discipline vincitrici di medaglie e i vertici delle Forze Armate e dei Corpi dello Stato in rappresentanza dei rispettivi Gruppi sportivi.
 
da Quirinale.it

Pubblicato in News Federazione

Arena ha organizzato lunedì 26 settembre una media marathon, dalle 9.30 alle 14.00, presso l'hotel Cavalieri Hilton di Roma, dove è stato possibile intervistare i campioni dell’arena Elite Team. Protagoniste le medaglie olimpiche Gregorio Paltrinieri (oro nei 1500 stile libero), Gabriele Detti (bronzo nei 400 stile libero e nei 1500 stile libero), l'inglese Adam Peaty (oro nei 100 rana), gli olandesi Sharon van Rouwendaal(oro nella 10 chilometri) e Ferry Weertman (oro nella 10 km), l'australiano Mitch Larkin (argento olimpico nei 100 dorso), i sudafricani Chad le Clos (argento nei 200 stile libero e nei 100 farfalla) e Cameron van Der Burgh (argento nei 100 rana), l'ungherese Laszlo Cseh (argento nei 100 farfalla). Presenti, inoltre, l'australiana Emily Seebhom (campionessa mondiale a Kazan nel 2015 nei 100 dorso) e Ranomi Kromowodijo (argento mondiale nei 50 stile libero).

Pubblicato in News Federazione
Venerdì, 23 Settembre 2016

Consiglio federale. I vice presidenti

Il primo consiglio federale del nuovo quadriennio, guidato dal presidente Paolo Barelli, ha investito della carica di vice presidente Andrea Pieri, Francesco Postiglione e Teresa Frassinetti. La decisione è stata assunta per porre in rilievo l'importanza degli atleti nei progetti e negli indirizzi federali.

pieri

Il vice presidente Andrea Pieri è presidente della Rari Nantes Florentia, storica società fondata nel 1904 sulle rive dell'Arno. Il sodalizio biancorosso, che riprende i colori della città di Firenze, si è dedicato fin dall'inizio della sua storia all'insegnamento ed alla diffusione del nuoto, della pallanuoto e dei tuffi e recentemente ha aperto la sezione di nuoto sincronizzato. Fin dai tempi in cui l'unica piscina di Firenze era rappresentata dal fiume Arno, la Rari si afferma a livello nazionale e annovera nel palmares nove scudetti, una Coppa Italia e una Coppa Len nella pallanuoto; 88 titoli di campione d'Italia nel nuoto e 7 titoli a squadra dei tuffi. Molteplici dei suoi atleti si sono fregiati di ori internazionali, come gli olimpionici della pallanuoto Gianfranco e Tullio Pandolfini a Londra 1948, Danio Bardi, Gianni Lonzi e Brunello Spinelli a Roma 1960. L'ingegnere Andrea Pieri, 69enne fiorentino, è presidente della società dal 1988 al 1993 e dal 2006 a tutt'oggi. Già “Cavaliere Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana” con decreto del Presidente della Repubblica, ha ricevuto dal Comune di Firenze la prestigiosa onorificenza del Giglio d’argento in veste di presidente della Rari per "i grandi successi" e "la funzione sociale e di promozione alla pratica sportiva di grande rilievo" attraverso "un modello della corretta gestione degli impianti".

Postiglione

Il vice presidente Francesco Postiglione è confermato nel ruolo che ha già ricoperto nel quadriennio appena concluso. Napoletano, 44 anni, avvocato civilista, ha partecipato a quattro edizioni olimpiche: come nuotatore a Barcellona 1992 (record italiano nei 200 rana in semifinale in 2'15"97), come pallanotista ad Atlanta 1996 (bronzo), Sydney 2000 e Atene 2004. Si è ritirato alla viglia della quinta Olimpiade per problemi di natura fisica. Sette volte campione Italiano di nuoto (una volta nei 100 e 6 volte nei 200 rana), due volte campione europeo juniores; Postiglione ha raccolto le maggiori soddisfazioni della carriera da pallanotista, sfondando il muto della 400 presenze col Settebello. Tre volte campione d'Italia e tre volte campione d'Europa di pallanuoto con il Circolo Nautico Posillipo, in Nazionale ha giocato tra il 1995 e il 2008 conquistando il bronzo alle Olimpiadi di Atlanta 1996, l'argento ai Mondiali di Barcellona 2003 e vincendo l'Europeo a Vienna nel 1995, l'argento a Budapest 2001 e il bronzo a Firenze 1999. Inoltre ha conquistato due argenti in Coppa del Mondo e uno in World League.

frassinetti2

Il vice presidente Teresa Frassinetti. Genovese che compirà 31 anni il prossimo 24 dicembre, ha lasciato il Setterosa dopo 269 presenze e l'argento olimpico a Rio de Janeiro. La centroboa ha giocato in azzurro dal 2005; ha vinto i campionati europei di Eindhoven nel 2012, oltre ad un argento e un bronzo a Belgrado nel 2006 e nel 2016 e un bronzo ai mondiali di Kazan nel 2015. Sul podio anche per tre argenti in World League e uno in Coppa del Mondo. Molteplici anche i successi di club: gli scudetti con Fiorentina, Pro Recco e Rapallo; la coppa dei campioni e la supercoppa con Fiorentina e Pro Recco, la coppa Italia con Rapallo e Bogliasco, società in cui milita attualmente.

Pubblicato in News Federazione

In relazione al ricorso che pendeva al Tar del Lazio - relativo alla impugnazione della delibera di Giunta CONI n. 278 del 5/7/2016 che stabiliva la decadenza di Paolo Barelli dalla carica di presidente federale - il TAR, con sentenza definitiva n. 9828/2016, “dà atto della rinuncia al ricorso” e “dichiarando inammissibile ed infondata l’opposizione del CONI”, “dichiara estinto il giudizio”.

Pubblicato in News Federazione

Fratelli d'Italia. Come annunciato dal capitano del Setterosa Tania Di Mario in diretta nella trasmissione "Quelli che il calcio" domenica scorsa, la Federazione Italiana Nuoto mette all'asta sul sito specializzato Charity Stars la polo ufficiale della nazionale autografata dagli atleti azzurri medagliati alle recenti Olimpiadi di Rio de Janeiro. Il ricavato andrà in beneficenza alla Croce Rossa Italiana per sostenere le popolazioni del centro Italia, colpite da sisma del 24 agosto scorso. Le offerte potranno pervenire direttamente online fino al 29 settembre. Un piccolo e dolce ricordo da conservare che raccogle tutta la gioia e le emozioni dei nostri atleti olimpionici, per ridare un sorriso ai nostri fratelli italiani in questo momento d'angoscia e disagio.

Vai all'asta online

polo FIN

Pubblicato in News Federazione
Venerdì, 16 Settembre 2016

"H20penday", Trieste promuove il nuoto

Trieste ospita sabato 17 settembre la giornata conclusiva del Progetto europeo "LifeLong Swimming", promosso dalla Fin, che ha l’obiettivo di promuovere il valore dello sport, i benefici del nuoto e dell’acqua e più in generale la cultura della vita attiva tra adulti e senior.
Il meeting "Lifelong Swimming 60&dintorni" si tiene alla Piscina Bruno Bianchi, dalle ore 09.00 alle 16.00, ed è strutturato con una formula originale che unisce un incontro internazionale di nuoto con incontri e brevi conferenze sui benefici del movimento e del nuoto per una Lunga Vita Attiva.
Si inizia con l'evento "H2Openday", organizzato dal Centro Federale Trieste con la collaborazione dell’associazione "Lunga Vita Attiva", aperto gratuitamente agli Over60 con varie attività, tra le quali anche yoga in acqua.
Si prosegue con le due “Staffette 450mix”, una mista e una veloce, con una formula che gli organizzatori hanno definito “libertaria”, innovativa ed amichevole, che prevede 8 partecipanti, 4 donne e 4 uomini, la cui somma delle età deve raggiungere almeno i 450 anni complessivi, favorendo la libera aggregazione di nuotatrici e nuotatoti di età diversa, che gareggeranno insieme, in frazioni da 25 metri.
Le squadre partecipanti provengono da Spagna, Turchia, Malta, Svizzera, Portogallo, Austria, Slovenia, Croazia e naturalmente Italia. Il decano della manifestazione, dall’alto dei suoi 85 anni, sarà lo spagnolo Roberto Alberiche Navarro. Assieme a nuotatrici e nuotatori di diverse età, disputeranno le staffette “libertarie”, con la massima libertà nella successione delle frazioni, principianti, appassionati, master, ex azzurri, “vecchie glorie” e anche atleti che hanno partecipato ai Giochi Olimpici, come Lalla Cecchi (Roma 1960 e Tokyo 1964), Franco Del Campo (Città del Messico 1968) e Gianni Minervini (Los Angeles 1984, Seul 1988, Barcellona 1992).

Pubblicato in News Federazione

La XLI Assemblea Ordinaria Elettiva della Federnuoto ha ribadito la fiducia a Paolo Barelli con 13811 voti, pari all'83,4% dei consensi. L'altro candidato Alessandro Valentini, non eletto, ha ricevuto 2158 voti (13.03%). Sono 591 le schede bianche pari al 3,57%. In totale 16560 voti validamente espressi. Paolo Barelli, al suo quinto mandato, rimarrà in carica fino al 2020. 
Rinnovato del 20% il consiglio federale con l'ingresso di Andrea Malchiodi, presidente dell'AN Brescia, e Teresa Frassinetti, medaglia d'argento con il Setterosa all'Olimpiade di Rio de Janeiro.

Il primo atto di Paolo Barelli da Presidente confermatissimo è stato quello di proporre alla nomina per acclamazione il Vicepresidente Lorenzo Ravina a Presidente Onorario della Federazione Italiana Nuoto per il prossimo quadriennio. Atto previsto dallo Statuto della FIN e accolto all'unanimità con grande entusiasmo ed emozione. Poi sono stati ricordate le figure delle persone scomparse che hanno dato lustro alla Federazione tra tutti Carlo Pedersoli, alias Bud Spencer, e Gianni Gross in rappresentanza di tutti tecnci.

LE VOTAZIONI. Società rappresentate 672 su 957 con diritto di voto (70,22%) per voti 16629 su 26090 (63,74%); tecnici rappresentati 218 per voti 994; atleti rappresentati 143 per voti 1460.

IL REPORT DELL'ASSEMBLEA

PREMIAZIONI. L'Assemblea ha avuto un prologo emozionante. Paolo Barelli insieme al Vice Presidente Lorenzo Ravina ha premiato i medagliati dei Giochi di Rio 2016: Gregorio Paltrinieri oro nei 1500 stile libero e Gabriele Detti bronzo nei 400 e 1500 stile libero accompagnati dal tecnico federale, responsabile del centro federale di Ostia, Stefano Morini; Rachele Bruni, argento nella 10 chilometri di nuoto di fondo accompagnata dal tecnico Fabrizio Antonelli; Francesca Dallapè argento nei 3 metri sincro, accompagnata dal cittì Giorgio Cagnotto, dai tecnici federali Oscar Bertone e Giuliana Aor; Chiara Tabani, Rosaria Aiello, Tania Di Mario, Roberta Bianconi, Francesca Pomeri, Teresa Frassinetti, Federica Radicchi argento col Setterosa con il cittì Fabio Conti; Alessandro Velotto e Nicholas Presciutti bronzo del Settebello con il commissario tecnico Alessandro Campagna. Standing ovation del pubblico.

APERTURA ASSEMBLEA. Il Vice Presidente Lorenzo Ravina ha proposto come Presidente dell'Assemblea l'avvocato Piero Sandulli. Il neo presidente assembleare, approvato per acclamazione, ha salutato e ringraziato la platea, omaggiando gli atleti olimpici presenti in sala "rei" di averli "fatto fare molte notti insonni durante le olimpiadi di Rio". In seguito ha invitato sul palco il rappresentante del Coni l'avvocato Francesco Soro, capo gabinetto del Comitato Olimpico Italiano che dichiara: "Avevo preparato un discorso di benvenuto, ma sulla scia del filmato che celebra le vittorie olimpiche dei nostri atleti ogni parola è superflua. Porto il saluto del Presidente Giovanni Malagò e del Segretario Generale Roberto Fabbricini per il buon andamento dei lavori assembleari e soprattutto vengo in rappresentanza dei miei due figli entrambi tesserati per la Federazione. Uno è un tuffatore e l'altro nuotatore; sono dei semplici appassionati ma con la grande voglia di emulazione dei nostri campioni". Dopo gli adempimenti statutari illustrati dal Segretario dell'Assemblea Antonello Panza, il Presidente Sandulli ha dato la parola ai candidati alla Presidenza.

I CANDIDATI ALLA PRESIDENZA. E' stata la volta degli interventi dei due candidati alla presidenza della Federazione Italiana Nuoto. Dieci minuti di tempo a disposizione di ciascuno. Il primo a prendere la parola è stato l'ex consigliere federale e Vice Presidente della Finplus Alessandro Valentini, che ha toccato alcuni punti strategici della sua candidatura ponendo l'accento sulla maggiore collegialità delle decisioni, sullo sviluppo del marketing, sulle tempistiche legate alla convocazione dell'Assemblea e sulla gestione dei Centri Federali . Dopo di lui ha parlato il Presidente Paolo Barelli che ha risposto a dubbi e preplessità espresse dallla controparte.

LA RELAZIONE DI BARELLI. "Spero che il prossimo quadriennio ripercorra le strade delle medaglie e non della tortuosità in cui è andata incontro questa federazione. In risposta alle perplessità dell'altro canditato posso eccepire anzitutto che le forze che lo sostengono non sono un chiaro esempio di collegialità. Il nostro Consiglio Federale ha subito la riduzione a sette componenti per modifiche statutarie, ma per me è penalizzante perchè ce ne vorrebbero almeno 50 di consiglieri per rappresentare tutte le società. Parlare di autorefenzialità nei miei confronti offende tutti gli organi collegiali rappresentati in federazione e ogni membro che li rappresenta e che esprime sempre i propri dubbi e le proprie critiche costruttive nelle sessioni di lavoro. Riguardo i tempi della convocazione assembleare, ricordo come tutti i Presidente dei Comitati Regionali mi hanno sempre espresso i propri dubbi nel farle dopo il 1° ottobre di ogni quadriennio, perchè vuol dire adempiere alle nuove affiliazioni e gettare ombre sulla regolarità del corpo elettorale come aveva eccepito il precedente candidato nelle votazioni. Problemi fugati con le affiliazioni in corso. Riguardo il rinnovamento e le strategie di marketing basta aprire il bilancio federale che è pubblico e certificato per capire come la Federazione ha 10 milioni di euro di contributi del Coni e ricavi complessivi per oltre 40 milioni di euro. Questo vuol dire che cresciamo attraverso le nostre risorse che rappresentano la nostra virtuosità. Inoltre la Federazione non ha bisogno di entrare in competizione con le società nella gestione degli impianti. Purtroppo il nostro grave problema sono i costi delle strutture. Se il comitato regionale del Lazio non avesse avuto strutture come Pietralata o Ostia l'attività sarebbe congestionata oltre che la preparazione dell'eccellenza compromessa. In base a studi statistici si presume che dopo un ciclo olimpico così vincente c'è un aumento del numero dei praticanti tra i 500 mila e 800 mila e questo è il marketing che conta. L'importante è il forte incremento già registrato dei praticanti, soprattutto nelle aree del centro sud, in particolare in Sicilia dove tocchiamo aumenti del 15%. Riguardo alle risorse i nostri bilanci sono oggetto di controllo del collegio dei revisori di cui uno solo è scelto dall'Assemblea; gli altri due sono esterni, uno nominato dal CONI e un altro dal ministero; inoltre sono sottoposti al vaglio di una società esterna. Noi non dobbiamo produrre utile perchè non siamo una società commerciale, tuttavia occorre avere dei margini che permettano la costruzione di riserve economiche per la sicurezza di tutto il movimento. Concludo con un'osservazione sulla legittimità dell'assemblea, dichiarando che siamo nel pieno rispetto di tutti gli aspetti formalie giuridici. Complimenti a tutti e grazie: i nostri successi sono i vostri!".

LA BIOGRAFIA DI PAOLO BARELLI.

Paolo Barelli nasce a Roma, ove tuttora risiede, il 7 giugno 1954; è sposato con la signora Rita e ha due figli: Gianpaolo e Alessandro. Venti volte campione italiano e ventidue volte primatista italiano di nuoto, Barelli partecipa ai Giochi Olimpici di Monaco 1972 e a due finali olimpiche a Montreal 1976: settimo con la staffetta 4x100 mista e ottavo con la staffetta 4x200 stile libero. Conquista la prima storica medaglia mondiale del nuoto italiano maschile: il bronzo con la staffetta 4x100 stile libero a Cali nel 1975. Nel corso della propria attività agonistica di alto livello, studia economia (business amministration) presso Università statunitensi. 
Presidente della Federazione Italiana Nuoto dal 15 ottobre del 2000, Barelli in precedenza ne era stato consigliere dal 1984, vice presidente dal 1987 ed è stato capo delegazione ai Giochi Olimpici di Seul 1988, Barcellona 1992, Atlanta 1996 e Atene 2004.
Vice presidente della commissione tecnica di nuoto della Ligue Europeenne de Natation dal 1990 al 2000, il 28 settembre 2008 viene eletto membro del bureau per il quadriennio 2008-2012. Nel giugno 2009 diventa vice presidente della Confederation Mediterraneenne de Natation (CO.ME.N.). Nel luglio 2009 viene eletto segretario della Federation Internationale de Natation, confermato nel luglio 2013 fino al 2017. Nel settembre 2012 viene eletto presidente della Ligue Europeenne de Natation, confermato sino al 2020.
Membro della Giunta CONI per i quadrienni 2005-2008 e 2013-2017, dimessosi nell'agosto 2016; a Paolo Barelli è stata conferita la stella d’oro al merito sportivo nel 2001.
Negli oltre 15 anni di presidenza Barelli, la Federazione Italiana Nuoto ha conquistato quindici medaglie olimpiche (ad Atene 2004 con il Setterosa d'oro, Federica Pellegrini d'argento nei 200 stile libero e la 4x200 stile libero di bronzo con Brembilla, Rosolino, Cercato e Magnini; a Pechino 2008 con Federica Pellegrini d'oro nei 200 stile libero e Alessia Filippi d'argento negli 800 stile libero; a Londra 2012 con l'argento del Settebello e il bronzo di Martina Grimaldi nella 10 chilometri di nuoto in acque libere; a Rio 2016 con Gregorio Paltrinieri oro nei 1500 stile libero e Gabriele Detti bronzo nei 400 e 1500 stile libero, Rachele Bruni argento nella 10 chilometri di nuoto di fondo, Tania Cagnotto e Francesca Dallapè argento nei 3 metri sincro e Tania Cagnotto bronzo nei 3 metri, il Setterosa argento e il Settebello bronzo nella pallanuoto) e 71 mondiali in otto edizioni con 21 ori, 20 argenti e 30 bronzi (Fukuoka 2001 6 ori, 2 argenti e 4 bronzi - Barcellona 2003 2 ori, 2 argenti e 1 bronzo - Montreal 2005 1 oro, 3 argenti e 3 bronzi - Melbourne 2007 1 oro, 2 argenti e 6 bronzi - Roma 2009 4 ori, 1 argento, 5 bronzi - Shanghai 2011 3 ori, 4 argenti e 2 bronzi - Barcellona 2013 1 oro, 3 argenti, 1 bronzo – Kazan 2015 3 ori, 3 argenti e 8 bronzi), raggiungendo un livello tecnico-organizzativo di altissima qualità e crescendo in maniera esponenziale anche sotto l’aspetto sociale, attraverso lo sviluppo della sezione nuoto per salvamento.
Paolo Barelli (Pdl) è stato Senatore della Repubblica Italiana dal 13 maggio 2001 al 15 marzo 2013. 

XLI ASSEMBLEA ORDINARIA
L'ELENCO DEGLI ELETTI

PRESIDENTE
PAOLO BARELLI voti 13811 

NON ELETTI
ALESSANDRO VALENTINI voti 2158 

SCHEDE BIANCHE
591 

Rappresentanza delle Società (7)
BRUNO CAIAZZO 9233 voti
GIUSEPPE MAROTTA 8526 voti
GIUSEPPE GERVASIO 8463 voti
ANDREA MALCHIODI 8246 voti
ANDREA PIERI 8232 voti
ANTONIO DE PASCALE 8155 voti
NELLO RUSSO 7014 voti

NON ELETTI
GIANNI NAGNI 5432 
NOVELLA CALLIGARIS 3752 voti
GIANNI DE MAGISTRIS 1540 voti
SERGIO TOSI 1540 voti 
COSIMO D’AMBROSIO 1414 voti 
FABIO GIOIA 1351 voti 
DONATO MONACO 1162 voti
STEFANO DE ALESSI 875 voti 
DARIO PAGANI 322 voti 

schede bianche 196 

astenuti 777

RITIRATI
GIANNI AVERAIMO
GIANFRANCO DE FERRARI
FRANCESCO MANNA

Rappresentanza dei Tecnici (1)
ROBERTO DEL BIANCO 669 voti 

NON ELETTI
GIUSEPPE PORZIO 186 voti 
MARIA ELENA PETRUSO 20 voti 
MOLDVAI ISTVAN 10 voti 

schede bianche 13 

astenuti 46

RITIRATI
PAOLO PENSO

Rappresentanza degli Atleti (2)
Donne
TERESA FRASSINETTI 1118 voti 
Uomini
FRANCESCO POSTIGLIONE 1144 voti 

NON ELETTI
CRISTINA TARANTINO 150 voti 

schede bianche 18 

Astenuti 84

RITIRATI
ROBERTA CRESCENTINI
DALLA VALLE

PRESIDENTE DEI REVISORI DEI CONTI
GIORGIO LALLE 12626 voti

NON ELETTI
RENATO POSSANZINI 1053 voti
DANILO TURANO 452 voti 

schede bianche 1541

astenuti 957

un membro effettivo sarà nominato dal CONI, un altro dal MEF

foto delle premiazioni

20160910 nuoto AFI 0249
Da sin. Detti, Barelli, Paltrinieri, Morini e Ravina

20161010 fondo AFI 0142
Da sin. Barelli, Antonelli, Bruni e Ravina

20160910 7rosa AFI 0122
Da sin. Aiello, Bianconi, Di Mario, Radicchi, Barelli, Frassinetti, Conti, Ravina
In basso Tabani e Pomeri

20160910 tuffi AFI 0174
Da sin. Dallapè, Bertone, Barelli, Aor, Cagnotto e Ravina

20160910 pallanuoto AFI 0083
Da sin. Barelli, Velotto, Nicholas Presciutti, Campagna e Ravina

foto Giorgio Scala / deepbluemedia.eu

iconBilancio Programmatico di Indirizzo per il quadriennio 2017-2020 – Verifica bilancio programmatico 2013-2016

icon Le Società Campioni d'Italia 2013-2016

Pubblicato in News Federazione
Martedì, 06 Settembre 2016

Nota della Federnuoto

In relazione alle discutibili opinioni espresse dall'ufficio legale del CONI, di cui la Giunta ha inopportunamente e pubblicamente preso atto, ledendo implicitamente l'autonomia del corpo elettorale della federazione, si ritiene utile precisare quanto segue:
- la XLI Assemblea Ordinaria Elettiva è stata convocata regolarmente, ai sensi degli artt. 9/1 e 11/12 dello Statuto ed in attuazione della delibera del Consiglio Federale n. 136 del 27 luglio scorso;
- le candidature pervenute alla Segretaria Generale sono state verificate e convalidate visti gli artt. 25 e 18/8 dello Statuto federale e l’art. 27 del Regolamento Organico.
La Federazione Italiana Nuoto rivendica il legittimo operato degli uffici federali e la sovranità e indipendenza della volontà assembleare meritevole di rispetto e non di eventuali strumentali condizionamenti.
L'operato federale proseguirà nel rispetto di tutte norme e prerogative vigenti.

consulta lo speciale dedicato all'Assemblea

Pubblicato in News Federazione

Ultimi 4 articoli FEDERAZIONE