Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Articoli filtrati per data: Agosto 2016 - FIN - Federazione Italiana Nuoto
Sabato, 20 Agosto 2016

Nota della Federnuoto

Il record storico di otto medaglie ai Giochi, con nuoto, fondo, tuffi e pallanuoto maschile e femminile sul podio di Rio de Janeiro, chiude un quadriennio ricco di successi, con 29 medaglie mondiali (7 d'oro) e 111 europee (37 d'oro) conquistate nelle discipline olimpiche e 27 nel mondiale/rescue (9 d'oro) e 37 europee (14 d'oro) nel nuoto per salvamento.
Un bilancio sportivo in continua crescita, sostenuto dall'aumento dei praticanti, da investimenti tecnici ed economici nei centri federali, dalla promozione della cultura dell'acqua per la salvaguardia della vita umana, dalla diffusione capillare delle scuole nuoto federali, dall'aggiornamento continuo di corsi didattico-gestionali e di formazione.
I risultati ottenuti sono da ascrivere all'impegno e alla professionalità di atleti, tecnici, dirigenti, giudici, assistenti bagnanti e soprattutto alle società sportive, di livello territoriale e nazionale, che sono il motore delle squadre nazionali: vertice di una piramide sostenuta da una base di oltre 5.000.000 di praticanti.
Come anticipato alla Giunta CONI il 14 giugno scorso, concordato con tutte le componenti federali e successivamente ribadito al consiglio federale alla vigilia dei Giochi di Rio de Janeiro, la Federazione Italiana Nuoto e Paolo Barelli hanno ritirato i ricorsi pendenti al TAR.
Scelta legata alle note vicende FIN-CONI e attuata, senza cedere a pressioni indebite, nel momento ritenuto opportuno, ovvero ad Olimpiade conclusa, dopo aver garantito equilibrio, serenità e appoggio incondizionato agli azzurri impegnati a Rio de Janeiro ed in netto contrasto con la volontà di chi avrebbe preferito una squadra orfana e senza il determinante sostegno del presidente e dei consiglieri federali, responsabili degli azzurri.
Pur avendo ricevuto numerose attestazioni di solidarietà e sollecitazioni a proseguire da più presidenti federali, Paolo Barelli si dimetterà dalla Giunta Nazionale del CONI ritenendo al momento esaurito, non per volontà personale, il proprio compito collegiale.
Nel contempo Paolo Barelli - peraltro presidente della Ligue Europeenne de Natation e segretario della Federation Internationale de Natation - formalizzerà la candidatura alla presidenza della Federnuoto da dimissionario, rimettendosi alla volontà assembleare, giudice sovrano dell'operato svolto nel corso di un quadriennio condizionato dalla tragicomica denuncia per truffa aggravata presentata e sostenuta con insistenza dal CONI avverso la FIN, mai esistita e definita inesistente anche dall'autorità giudiziaria preposta.
L'assemblea ordinaria elettiva della Federazione Italiana Nuoto è in programma presso il "Salone Medici" dello Sheraton Parco de' Medici, a Roma, il 10 settembre alle ore 10.30 in seconda convocazione.
   
Segue il medagliere della Federnuoto alle Olimpiadi di Rio de Janeiro.
 
ORO (1)
N. Gregorio Paltrinieri nei 1500 (13 agosto)

ARGENTO (3)
T. Francesca Dallapè e Tania Cagnotto nel sincro trampolino (7 agosto)
F. Rachele Bruni nella 10 Km (15 agosto)
PN. Setterosa (19 agosto)

BRONZO (4)
N. Gabriele Detti nei 400 sl (6 agosto)
N. Gabriele Detti nei 1500 (13 agosto)
T. Tania Cagnotto nel trampolino (14 agosto)
PN. Settebello (20 agosto)

Pubblicato in News Federazione

Il 6 agosto Spagna-Italia di pallanuoto maschile e le batterie del nuoto apriranno i Giochi per la Federnuoto. Primi atleti in gara il Settebello e, così come a Londra nel 2012, Federico Turrini e Luca Marin nei 400 misti. Consulta gli azzurri impegnati giorno dopo giorno (orario locale, in Italia +5 ore). 

Sabato 6 agosto 

PALLANUOTO MASCHILE

Girone B, prima giornata
ore 11.40 Spagna-Italia

NUOTO

Batterie dalle 13 
400 misti M
RI 4'09''88 di Luca Marin, l'1 aprile 2007 ai mondiali di Melbourne
con Federico Turrini (pp 4'11''55 del 10 aprile 2013 agli assoluti di Riccione / stagionale 4'11''95) e Luca Marin (stagionale 4'14''65)

100 farfalla F
RI 57''27 di Ilaria Bianchi il 29 luglio 2012 alle Olimpiadi di Londra
con Ilaria Bianchi (stagionale 57''47)

400 stile libero M
RI 3'43''40 di Massimiliano Rosolino il 16 settembre 2000 alle Olimpiadi di Sidney
con Gabriele Detti (pp 3'43''97 del 21 aprile 2016 agli assoluti di Riccione)

400 misti F
RI 4'34''34 di Alessia Filippi il 10 agosto 2008 alle Olimpiadi di Pechino
Miglior prestazione in tessuto 4'35''80 di Alessia Filippi il 31 luglio 2006 agli europei di Budapest
con Luisa Trombetti (pp 4'38''54 del 21 aprile 2016 agli assoluti di Riccione) e Sara Franceschi (pp 4'40''03 il 21 aprile 2016 agli assoluti di Riccione)

100 rana M
RI 59''42 di Fabio Scozzoli il 25 luglio 2011 ai mondiali di Shanghai
con Andrea Toniato (pp 1'00''41 il 16 maggio 2016 agli europei di Londra)

4x100 stile libero F
RI 3'37''16 della Nazionale il 2 agosto 2015 ai mondiali di Kazan con Erika Ferraioli, Silvia Di Pietro, Laura Letrari e Federica Pellegrini
con la Nazionale

Semifinali e finali dalle 22, le 3 italiane del 7 agosto

Finale 400 misti M
Semifinali 100 farfalla F
Finale 400 stile libero M
Finale 400 misti F
Semifinali 100 rana M
Finale 4x100 stile libero F

Domenica 7 agosto

NUOTO 

Batterie dalle 13
100 dorso F
Nessun'italiana iscritta

200 stile libero M
RI 1'46''29 di Emiliano Brembilla il 31 luglio 2009 ai mondiali di Roma
Migliore prestazione in tessuto 1'46''60 di Massimiliano Rosolino il 17 settembre 2000 alle Olimpiadi di Sidney
con Marco Belotti (pp gommato 1'46''33 del 5 marzo 2009 agli assoluti di Riccione / pp in tessuto 1'47''56 il 9 aprile agli assoluti di Riccione / stagionale 1'47''81) e Andrea Mitchell D'Arrigo (pp 1'47''18 il 12 aprile 2014 agli assoluti di Riccione / stagionale 1'47''56)

100 rana F
RI 1'06''41 di Martina Carraro il 23 aprile 2016 agli assoluti di Riccione
con Martina Carraro e Arianna Castiglioni (pp 1'06''95 il 3 agosto 2015 ai mondiali di Kazan)

100 dorso M
RI 53''34 di Simone Sabbioni il 19 aprile 2016 agli assoluti di Riccione
con Simone Sabbioni 

400 stile libero F
RE 3'59''15 di Federica Pellegrini il 26 luglio 2009 ai mondiali di Roma
Migliore prestazione in tessuto 4'01''97 di Federica Pellegrini il 24 luglio 2011 ai mondiali di Shanghai
con Diletta Carli (pp 4'05''49 il 12 giugno 2015 al Settecolli di Roma / stagionale 4'07''32) e Alice Mizzau (pp 4'06''22 il 14 aprile 2015 agli assoluti di Riccione / stagionale 4'07''26)

4x100 stile libero M
RI 3'11''48 della Nazionale l'11 agosto 2008 alle Olimpiadi di Pechino con Alessandro Calvi, Christian Galenda, Marco Belotti e Filippo Magnini
con la Nazionale

Semifinali e finali dalle 22

Finale 100 farfalla F
Semifinali 200 stile libero M
Semifinali 100 rana F
Finale 100 rana M
Finale 400 stile libero F
Semifinali 100 dorso M
Semifinali 100 dorso F
Finale 4x100 stile libero M

TUFFI

ore 16.00 Finale trampolino 3m sincro F
con Tania Cagnotto e Francesca Dallapè

Lunedì 8 agosto

PALLANUOTO MASCHILE

Girone B, seconda giornata
ore 10.20 Italia-Francia

NUOTO

Batterie dalle 13
200 stile libero F
RM 1'52''98 di Federica Pellegrini il 29 luglio 2009 ai mondiali di Roma
Migliore prestazione in tessuto 1'54''55 di Federica Pellegrini il 26 giugno 2016 al Settecolli di Roma
con Federica Pellegrini e Alice Mizzau (pp 1'57''37 il 17 aprile 2015 agli assoluti di Riccione / stagionale 1'58''71

200 farfalla M
Nessun italiano iscritto

200 misti F
RI 2'11''25 di Alessia Filippi il 29 maggio 2009 agli assoluti di Pescara
Migliore prestazione in tessuto 2'12''59 di Sara Franceschi il 19 maggio 2016 agli europei di Londra
con Sara Franceschi e Luisa Trombetti (pp 2'12''95 il 23 aprile 2016 agli assoluti di Riccione)

Semifinali e finali dalle 22

Semifinali 200 stile libero F
Finale 200 stile libero M
Finale 100 dorso F
Finale 100 dorso M
Finale 100 rana F
Semifinali 200 farfalla M
Semifinali 200 misti F

TUFFI

ore 16.00 Finale sincro piattaforma M
Nessun italiano in gara

Martedì 9 agosto

PALLANUOTO FEMMINILE

Girone A, prima giornata
ore 10.20 Italia-Brasile

NUOTO

Batterie dalle 13
100 stile libero M
RI 47''96 di Luca Dotto il 21 aprile 2016 agli assoluti di Riccione
con Luca Dotto e Filippo Magnini (pp gommato 48''04 del 29 luglio 2009 ai mondiali di Roma / pp in tessuto 48''12 del 28 luglio 2005 ai mondiali di Montreal / stagionale 48''85)

200 farfalla F
RI 2'06''50 di Caterina Giacchetti il 26 maggio 2009 agli assoluti di Roma
Migliore prestazione in tessuto 2'07''49 di Alessia Polieri il 21 maggio 2016 agli europei di Londra
con Alessia Polieri e Stefania Pirozzi (pp 2'07''82 dell'8 aprile 2014 agli assoluti di Riccione / stagionale 2'08''98)

200 rana M
RI 2'08''50 di Loris Facci il 30 luglio 2009 ai mondiali di Roma
Miglior prestazione in tessuto 2'10''39 di Luca Pizzini il 19 maggio 2016 agli europei di Londra
con Luca Pizzini

4x200 stile libero M
RI 7'03''48 della Nazionale il 31 luglio 2009 ai mondiali di Roma con Emiliano Brembilla, Gianluca Maglia, Marco Belotti e Filippo Magnini
con la Nazionale

Semifinali e finali dalle 22

Semifinali 100 stile libero M
Finale 200 stile libero F
Finale 200 farfalla M
Semifinali 200 farfalla F 
Semifinali 200 rana M 
Finale 200 misti F
Finale 4x200 stile libero M

TUFFI

ore 16.00 Finale sincro piattaforma F
Nessun'italiana in gara

Mercoledì 10 agosto

PALLANUOTO MASCHILE

Girone B, terza giornata
ore 13.00 Montenegro-Italia

NUOTO

Batterie dalle 13
100 stile libero F
RI 53"18 di Federica Pellegrini il 25 giugno 2016 al Settecolli di Roma
Erika Ferraioli (pp 54"30 il 20 dicembre 2014 agli assoluti di Riccione / stagionale 54"70)

200 dorso M 
nessun atleta iscritto

200 rana F 
nessun'atleta iscritta

200 misti M
nessun atleta in gara

4x200 stile libero F
RI 7'46"57 della Nazionale il 30 luglio 2009 ai mondiali di Roma con Renata Fabiola Spagnolo, Alessia Filippi, Alice Carpanese e Federica Pellegrini
con la Nazionale

Semifinali e finali dalle 22

Finale 200 rana M 
Semifinali 100 stile libero F 
Semifinali 200 dorso M
Finale 200 farfalla F
Finale 100 stile libero M
Semifinali 200 rana F
Semifinali 200 misti M 
Finale 4x200 stile libero F

TUFFI

ore 16.00 Finale sincro trampolino M 
con Andrea Chiarabini e Giovanni Tocci

Giovedì 11 agosto

PALLANUOTO FEMMINILE

Girone A, seconda giornata
ore 10.20 Italia-Australia

NUOTO

Batterie dalle 13
50 stile libero M
RI 21"64 di Marco Orsi il 20 dicembre 2014 agli assoluti di Riccione
con Luca Dotto (pp 21"90 il 30 luglio 2011 ai mondiali di Shanghai / stagionale 21"91) e Federico Bocchia (pp gommato 21"93 il 28 maggio 2009 agli assoluti di Pescara / pp in tessuto 22"01 il 20 dicembre 2012 agli assoluti di Riccione / stagionale 22"06)

800 stile libero F
RI 8'17"21 di Alessia Filippi l'1 agosto 2009 ai mondiali di Roma
Migliore prestazione in tessuto 8'20"70 di Alessia Filippi il 7 giu 2008 al Settecolli di Roma
Nessun italiano in gara

100 farfalla M
RI 51"42 di Piero Codia il 20 apr 2016 agli assoluti di Riccione
con Piero Codia e Matteo Rivolta (pp 51"54 il 20 aprile 2016 agli assoluti di Riccione)

200 dorso F 
RI 2'08"03 di Alessia Filippi il 28 giugno 2009 ai Giochi del Mediterraneo di Pescara
Migliore prestazione in tessuto 2'08"05 di Federica Pellegrini l' 11 aprile 2013 agli assoluti di Riccione
con Margherita Panziera (pp 2'09"54 il 7 agosto 2015 ai mondiali di Kazan / stagionale 2'09"73)

Semifinali e finali dalle 22

Semifinali 50 stile libero M
Finale 200 rana F 
Finale 200 dorso M
Semifinali 200 dorso F
Finale 200 misti M
Finale 100 sl F
Semifinali 100 farfalla M

Venerdì 12 agosto

PALLANUOTO MASCHILE

Girone B, quarta giornata
ore 10.20 Croazia-Italia

NUOTO

Batterie dalle 13
50 stile libero F 
RI 24"84 di Silvia Di Pietro il 24 agosto 2014 agli europei di Berlino
con Silvia Di Pietro (stagionale 24"93) ed Erika Ferraioli (pp 25"02 il 19 dicembre 2014 agli assoluti di Riccione / stagionale 25"21) 

1500 stile libero M
RE 14'34"04 di Gregorio Paltrinieri il 18 maggio 2016 agli europei di Londra
con Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti (pp 14'46"48 il 19 aprile 2016 agli assoluti di Riccione)

4x100 mista F 
RI 3'59"62 della Nazionale il 24 agosto 2014 agli europei di Berlino con Carlotta Zofkova, Arianna Castiglioni, Ilaria Bianchi ed Erika Ferraioli
con la Nazionale

4x100 mista M
RI 3'32"80 della Nazionale il 27 maggio 2012 agli europei di Debrecen con Mirco Di Tora, Fabio Scozzoli, Matteo Rivolta e Filippo Magnini
con la Nazionale

Semifinali e finali dalle 22

Finale 200 dorso F
Finale 100 farfalla M 
Finale 800 stile libero F 
Finale 50 stile libero M 
Semifinali 50 stile libero F

TUFFI

ore 15.30 Preliminari trampolino 3m F
con Tania Cagnotto e Maria Marconi

Sabato 13 agosto

PALLANUOTO FEMMINILE

Girone A, terza giornata
ore 10.20 Russia-Italia

NUOTO

Finali dalle 22

50 stile libero F 
1500 stile libero M
4x100 mista F
4x100 mista M

TUFFI

ore 16.00 Semifinale trampolino 3m F

Domenica 14 agosto

NUOTO SINCRONIZZATO

ore 11.00 Preliminari esercizio libero duo
con Linda Cerruti e Costanza Ferro

PALLANUOTO MASCHILE

Girone B, quinta giornata
ore 15.30 Usa-Italia

TUFFI

ore 16.00 Finale trampolino 3m F

Lunedì 15 agosto

NUOTO IN ACQUE LIBERE

ore 9.00 10 km femminile
con Rachele Bruni

NUOTO SINCRONIZZATO

ore 11.00 Esercizio tecnico duo
con Linda Cerruti e Costanza Ferro

PALLANUOTO FEMMINILE

Quarti di finale, Italia-Cina ore 19.40

TUFFI

ore 15.15 Preliminare trampolino 3m M
con Michele Benedetti e Andrea Chiarabini

Martedì 16 agosto

NUOTO IN ACQUE LIBERE

ore 9.00 10 km maschile
con Simone Ruffini e Federico Vanelli

NUOTO SINCRONIZZATO

ore 14.00 Finale duo
con Linda Cerruti e Costanza Ferro

PALLANUOTO MASCHILE

Quarti di finale, Italia-Grecia ore 16.30 

TUFFI

ore 10.00 Semifinale trampolino 3m M
con Michele Benedetti
ore 18.00 Finale trampolino 3m M

Mercoledì 17 agosto

PALLANUOTO FEMMINILE

Semifinali, Russia-Italia alle 12.20

TUFFI

ore 15.00 Preliminari piattaforma F
con Noemi Batki

Giovedì 18 agosto

NUOTO SINCRONIZZATO

ore 13.00 Esercizio tecnico squadra
Italia

PALLANUOTO MASCHILE

Semifinali, Italia-Serbia 16.30

TUFFI

ore 10.00 Semifinale piattaforma F
ore 16.00 Finale piattaforma F

Venerdì 19 agosto

NUOTO SINCRONIZZATO

ore 12.00 Libero squadra finale
Italia

PALLANUOTO FEMMINILE

Finali per la medaglia d'oro, Stati Uniti-Italia alle 15.30

TUFFI

ore 16 Preliminari piattaforma M
con Maicol Verzotto

Sabato 20 agosto

PALLANUOTO MASCHILE

Finale per la medaglia di bronzo, Montenegro-Italia alle 13.00

TUFFI

ore 11.00 Semifinale piattaforma M
ore 16.30 Finale piattaforma M

Consulta il sito olimpico

Consulta la pagina ufficiale sul sito della FINA

Pubblicato in News Federazione

Un Carnevale fuori stagione, con fuochi d'artificio, carri e pailettes per la cerimonia di inaugurazione studiata dall'architetto e produttore italiano Marco Balich all'insegna di tre elementi essenziali: sostenibilità con un riferimento alla tutela della natura, dell'Amazzonia in particolare; tolleranza interraziale; il sorriso con cui affrontare la vita. Il palcoscenico è lo stadio più famoso del mondo: il Maracanã, l'Estádio Jornalista Mário Filho, che per una volta abbandona il calcio e si veste a festa per onorare lo sport come veicolo aggregativo, che raccoglie senza disparità tutte le culture del mondo.
La cerimonia si apre con la simulazione dell'oceano che accarezza le lunghe spiagge, a protezione di una terra sommersa dalla natura e arricchita dall'estro delle tradizioni carioca. Su tutti domina il Cristo Redentore che abbraccia i continenti della Terra, uniti dallo sport come messaggio universale di pace e fratellanza. Coinvolte eccellenze delle arti brasiliane: i musicisti Caetano Veloso e Gilberto Gil, a Zeca Padodinho del samba pagode, la supermodella Giselle Bunchen, l'attrice Judy Dench che legge una poesia. 
Per la prima volta in uno stadio senza pista, l'Italia entra in campo guidata da Federica Pellegrini che, nel giorno del 28esimo compleanno, sventola con fierezza il tricolore. Gli azzurri sfilano per 102esimi su 207 nazioni accreditate. Prima tra tutte la Grecia, dove tutto ebbe inizio. Ultima il Brasile, che passerà il testimone al Giappone per i prossimi Giochi in programma a Tokyo nel 2020. Il cartello delle nazioni è portato da un triciclo floreale guidato da 20 donne, 16 uomini e 4 transessuali tra cui Lea, figlia di Toninho Cerezo, stella verdeoro di Sampdoria e Roma. 
Fermato dal parere contrario dei medici, non è stato Edson Arantes do Nascimento, ovvero Pelè, ad accendere il braciere con la torcia olimipica; bensì Vanderlei De Lima, bronzo nella maratona ad Atene 2004 vinta da Stefano Baldini e due volte d'oro ai panamericani.
O Rei do futebol - che compirà 76 anni il prossimo 23 ottobre - ha rilasciato un comunicato dopo un consulto medico effettuato a San Paolo: "Cari amici, Solo Dio è più importante della mia salute! Nella mia vita ho avuto fratture, interventi chirurgici, ricoveri in ospedale, vittorie e sconfitte, ma ho sempre rispettato i miei ammiratori. Nelle decisioni ho sempre cercato di non deludere la mia famiglia e il popolo brasiliano. In questo momento io non sono fisicamente in grado di assistere all'apertura delle Olimpiadi. Come un brasiliano chiedo a Dio di benedire tutti coloro che partecipano a questo evento!"
Pelé - che non ha mai partecipato alle Olimpiadi perché vietate ai professionisti nel suo periodo di attività - è stato operato due volte all'anca negli ultimi due anni e, ancora sofferente, cammina grazie all'usilio di un bastone.
Alla cerimonia hanno partecipato circa 100 capi di Stato o di Governo, tra loro anche il presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi.

foto Andrea Staccioli / deepbluemedia.eu / insidefoto.com

FEDERICA PELLEGRINI. Innumerevoli le pagine di storia firmate dalla "divina del nuoto", che a 16 anni e dodici giorni diventa la più giovane atleta italiana di sempre a salire su un podio olimpico individuale con l'argento nei 200 stile libero ad Atene 2004, riportando una nuotatrice italiana sul podio olimpico dopo 32 anni da Novella Calligaris (argento nei 400 sl; bronzo negli 800 sl e 400 misti a Monaco 1972). Nata a Mirano il 5 agosto 1988 da papà Roberto e mamma Cinzia, che vivono a Spinea insieme al fratello minore, Alessandro; Federica Pellegrini conquisterà l'oro olimpico quattro anni dopo, a Pechino 2008, nelle insolite finali nuotate al mattino, col record mondiale di 1'54"82. Nella sua carriera - in auge dal primo titolo italiano vinto a Ravenna nell'aprile 2003 ai campionati assoluti primaverili nei 100 stile libero in 55"95 - conquista 46 medaglie internazionali tra cui 2 olimpiche (un oro e un argento), 9 mondiali (4 ori, 4 argenti e un bronzo), 11 europee (6 ori, un argento e 4 bronzi) in vasca lunga e 4 mondiali (un argento e 3 bronzi) e 14 europee (7 ori, 2 argenti e 5 bronzi) in vasca corta, stabilendo 11 primati mondiali; diventa la prima e unica atleta a firmare due doppiette nei 200 e 400 stile libero in due edizioni consecutive dei campionati mondiali, peraltro tornando dai tessuti "gommati" (Roma 2009) a quelli in tessuto (Shanghai 2011), e nel giorno del ventisettesimo compleanno, il 5 agosto scorso, conquista l'argento nei 200 stile libero a Kazan diventando la prima e unica atleta a salire sul podio mondiale della stessa specialità per sei edizioni consecutive. In carriera le manca solo l'oro ai campionati mondiali in vasca corta dove ha detenuto il record del mondo dei 200 stile libero per 6 anni (2008-2014); mentre continua a detenere il primato mondiale in vasca lunga col tempo con cui conquistò l'oro ai mondiali di Roma 2009, ovvero 1'52"98. Il 18 dicembre scorso aggiunge un'altra perla alla sua infinita collana di successi: vince con la staffetta del Circolo Canottieri Aniene la 4x100 mista ai campionati assoluti invernali di Riccione e conquista il 100esimo titolo italiano della carriera; adesso è a quota 106 (56 ai primaverili, 28 agli invernali e 22 agli estivi; 59 individuali e 47 in staffetta).

TUTTI I PORTABANDIERA

Atene 1896 Non si è sfilato
Parigi 1900 Non si è sfilato
Saint Louis 1904 Non si è sfilato
Londra 1908 Non si è sfilato
Stoccolma 1912 Aberto Braglia - Ginnastica
Anversa 1920 Nedo Nadi - Scherma
Parigi 1924 Ugo Frigerio - Atletica
Amsterdam 1928 Carlo Galimberti - Sollevamento Pesi
Los Angeles 1932 Ugo Frigerio - Atletica
Berlino 1936 Giulio Gaudini - Scherma
Londra 1948 Giovanni Rocca - Atletica
Helsinki 1952 Miranda Cicognani - Ginnastica
Melbourne 1956 Edoardo Mangiarotti - Scherma
Roma 1960 Edoardo Mangiarotti - Scherma
Tokyo 1964 Giuseppe Delfino - Scherma
Città del Messico 1968 Raimondo d'Inzeo - Equitazione
Monaco di Baviera 1972 Abdon Pamich - Atletica
Montréal 1976 Klaus Dibiasi - Tuffi
Mosca 1980 Si è sfilato senza bandiera
Los Angeles 1984 Sara Simeoni - Atletica
Seul 1988 Pietro Mennea - Atletica
Barcellona 1992 Giuseppe Abbagnale - Canottaggio
Atlanta 1996 Giovanna Trillini - Scherma
Sydney 2000 Carlton Myers - Basket
Atene 2004 Jury Chechi - Ginnastica
Pechino 2008 Antonio Rossi - Canoa
Londra 2012 Valentina Vezzali - Scherma
Rio de Janeiro 2016 Federica Pellegrini - Nuoto

Pubblicato in News Federazione

Due giorni al via. Il Settebello romperà il ghiaccio per la delegazione della Federnuoto alle 16.40 italiane (le 11.40 di Rio de Janeiro) di sabato contro la Spagna al Maria Lenk. Pochi minuti dopo la fine della partita inizieranno le gare di nuoto, alle 18 con le batterie di scena all'Olympic Centre e sui blocchi Federico Turrini, Luca Marin, Luisa Trombetti e Sara Franceschi nei 400 misti, Ilaria Bianchi nei 100 farfalla, Gabriele Detti nei 400 stile libero e la staffetta 4x100 stile libero femminile con Erika Ferraioli, Silvia Di Pietro, Aglaia Pezzato e Federica Pellegrini, portabandiera che sfilerà nel corso della cerimonia inaugurale al Maracanã alle 2.40 di sabato, le 21.40 locali di venerdì, peraltro giorno del suo 28esimo compleanno (l'Italia è la 102esima delegazione in uscita delle 207 accreditate). Semifinali e finali alle 3 della notte italiana di domenica, le 22 locali, con le prime medaglie in palio.
Subito impegnati, dunque, i fratelli romani Christian e Nicholas Presciutti (una delle tre coppie di fratelli della delegazione italiana con gli altri capitolini Pietro e Luca Roman degli sport equestri e gli schermidori catanesi Daniele ed Enrico Garozzo), il capitano del Settebello Stefano Tempesti, che eguaglia le cinque olimpiadi di Gianni de Magistris, così come farà Tania Cagnotto che raggiungerà il papà Giorgio, e Sara Franceschi, la più giovane atleta dell'intera delegazione italiana con i suoi 17 anni (livornese nata il 1° febbraio 1999 e figlia del tecnico federale Stefano).
Intanto nel pomeriggio si è svolta la riunione tecnica, durante la quale il cittì dell'Italnuoto Cesare Butini ha confermato tutte le iscrizioni eccetto quella di Martina De Memme negli 800 stile libero.
Oltre agli ultimi allenamenti di avvicinamento, questa mattina gli atleti della nazionale hanno partecipato alla Welcome Ceremony nella zona internazionale del vilaggio olimpico dedicata agli atleti. All'atto simbolico - che certifica l'insediamento della missione all'interno della venue - ha preso parte anche il Presidente del Consiglio Matteo Renzi.

consulta il media book con tutte le info sulle Olimpiadi di Rio de Janeiro

PALLANUOTO / PRIMA E SECONDA GIORNATA
(orario locale, in Italia + 5 ore)
6 agosto: (A) Serbia-Ungheria alle 9, (B) USA-Croazia alle 10.20, (B) Spagna-Italia alle 11.40, (A) Grecia-Giappone alle 13, (B) Francia-Montenegro alle 19.30, (A) Brasile-Australia 20.50
8 agosto: (A) Serbia-Grecia alle 9, (B) Italia-Francia alle 10.20, (B) USA-Spagna alle 11.40, (A) Ungheria-Australia alle 13, (A) Giappone-Brasile alle 19.30, (B) Croazia-Montenegro alle 20.50

consulta il calendario completo e le statistiche

I precedenti di Italia-Spagna. Una rete di Bodegas a 46 secondi dalla fine dà la vittoria di misura per 6-5 al Settebello contro la Spagna nella semifinale del preolimpico di Trieste, ad aprile. Nell'altro precedente stagionale importante, vittoria iberica per 8-7 nella finale del quinto posto agli europei di Belgrado, a gennaio.
Poi saltiamo indietro di un anno. Spettacolare amichevole in mare, a Capri, con sullo sfondo i faraglioni, per un evento organizzato nel settembre scorso sotto l'egida del Consiglio di Ministri ed in collaborazione con CONI ed EXPO Milano per promuovere una sana alimentazione. Vince il Settebello 18-12 e fu spettacolo.
Il primo precedente olimpico risale ad Helsinki 1952, quando gli azzurri campioni in carica si imposero 2-1, trascinati da Rubini, e poi conquistarono il bronzo. Il 9-8 finale della Picornell di Barcellona del 1992 evoca leggende e miti mai tramontati, con il Re Juan Carlos che premia con la medaglia d'oro Campagna & co. dopo aver battuto i padroni di casa guidati da Estiarte al sesto tempo supplementare grazie al gol di Gandolfi. La stessa piscina catalana regala tre anni fa un'altra gioia ai quarti di finale mondiali vinti dall'Italia 4-3 con il gol decisivo di Figlioli su rigore nel terzo tempo (l'ultimo quarto finì 0-0). Gli azzurri, campioni in carica, però si piazzarono al quarto posto, così come a Kazan 2015, battuti dalla Grecia ai tiri di rigore. L'ultimo precedente olimpico risale al 6 agosto 2012, a Londra. Finisce 10-7 con tre gol di Premus e due di Aicardi per il secondo posto nel girone A, cui seguì una cavalcata fermata solo in finale dalla Croazia per la medaglia d'argento. Di quella squadra fanno parte ancora, oltre al cittì Campagna e al vice Pomilio, anche Tempesti, Gitto, Figlioli, Gallo, Christian Presciutti ed Aicardi. In totale alle Olimpiadi sono otto gli incontri disputati con cinque vittorie e tre sconfitte (la prima delle quali a Mosca '80 per 5-4) per 55 gol segnati contro 44 subiti.
La Spagna resterà per sempre legata alla figura di Estiarte, il Maradona della pallanuoto, che regalò agli iberici il primo trionfo olimpico ad Atlanta 1996, quattro anni dopo la delusione di Barcellona. Il fuoriclasse di Manresa, 1561 gol in nazionale di cui 127 alle Olimpiadi, trascinò la Spagna al primo titolo mondiale due anni più tardi, a Perth 1998; oro poi bissato a Fukuoka 2001. 

NUOTO / PRIMA GIORNATA
(orario locale, in Italia + 5 ore)

Batterie dalle 13
400 misti M
RI 4'09''88 di Luca Marin, l'1 aprile 2007 ai mondiali di Melbourne
con Federico Turrini (pp 4'11''55 del 10 aprile 2013 agli assoluti di Riccione / stagionale 4'11''95) e Luca Marin (stagionale 4'14''65)

100 farfalla F
RI 57''27 di Ilaria Bianchi il 29 luglio 2012 alle Olimpiadi di Londra
con Ilaria Bianchi (stagionale 57''47)

400 stile libero M
RI 3'43''40 di Massimiliano Rosolino il 16 settembre 2000 alle Olimpiadi di Sidney
con Gabriele Detti (pp 3'43''97 del 21 aprile 2016 agli assoluti di Riccione)

400 misti F
RI 4'34''34 di Alessia Filippi il 10 agosto 2008 alle Olimpiadi di Pechino
Miglior prestazione in tessuto 4'35''80 di Alessia Filippi il 31 luglio 2006 agli europei di Budapest
con Luisa Trombetti (pp 4'38''54 del 21 aprile 2016 agli assoluti di Riccione) e Sara Franceschi (pp 4'40''03 il 21 aprile 2016 agli assoluti di Riccione)

100 rana M
RI 59''42 di Fabio Scozzoli il 25 luglio 2011 ai mondiali di Shanghai
con Andrea Toniato (pp 1'00''41 il 16 maggio 2016 agli europei di Londra)

4x100 stile libero F
RI 3'37''16 della Nazionale il 2 agosto 2015 ai mondiali di Kazan con Erika Ferraioli, Silvia Di Pietro, Laura Letrari e Federica Pellegrini
con la Nazionale

Semifinali e finali dalle 22, le 3 italiane del 7 agosto

Finale 400 misti M
Semifinali 100 farfalla F
Finale 400 stile libero M
Finale 400 misti F
Semifinali 100 rana M
Finale 4x100 stile libero F

consulta il day by day con tutti gli azzurri in gara

foto Giorgio Scala / deepbluemedia.eu

Pubblicato in News Federazione

Ultimi 4 articoli FEDERAZIONE