Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Articoli filtrati per data: Maggio 2016 - FIN - Federazione Italiana Nuoto
Martedì, 31 Maggio 2016

Nuotare tra la Costituzione

"Per una sana e robusta Costituzione in piscina" è un progetto, unico nel suo genere, che vuole contaminare sport e cultura, promosso da Franco Del Campo, direttore del Centro Federale Trieste della Federazione Italiana Nuoto, che gestisce la piscina comunale "Bruno Bianchi", uno dei più grandi impianti natatori d'Italia.
Da giovedì 2 giugno, settantesimo anniversario della nascita della Repubblica italiana, chi entrerà nella piscina di Trieste potrà seguire un "percorso costituzionale", composto da grandi pannelli colorati – curati graficamente da Alessio Curto - che riproducono i principali articoli della Carta, a partire dai primi 12 "principi fondamentali".
Oltre a questi saranno esposti l'articolo 21, sulla libertà di stampa, l'articolo 33 su arte, scienza ed insegnamento, l'articolo 34 sulla scuola pubblica, l'articolo 54, sul "dovere di adempierle con disciplina ed onore" le funzioni pubbliche, gli articoli 36 e 37, sui diritti dei lavoratori e delle lavoratrici, il 41, sulla libera iniziativa economica, il 101, sui giudici "soggetti soltanto alla legge", e infine il 139, che rende definitiva "la forma repubblicana" dell’Italia.
Il percorso inizia con la foto del presidente provvisorio della Repubblica, Enrico De Nicola, che il 27 dicembre 1947 firma il testo originario della Costituzione, a fianco di Umberto Terracini, presidente dell'Assemblea costituente, e Alcide De Gasperi, presidente del Consiglio dei ministri.
"Per una sana e robusta Costituzione in piscina" è parte di un progetto più ampio dedicato a "nuotare tra i libri in piscina", dedicato ai giovani e a tutti coloro che vorranno "nuotare nella Costituzione".

Pubblicato in News Federazione

Si è chiuso a Milano il percorso di “arena Acquamica”, il progetto nazionale scolastico di avvio all’acquaticità, sviluppato da arena Italia in collaborazione con Federazione Italiana Nuoto (FIN) e Kinder+Sport, rivolto ai bambini di età compresa tra i 6 e gli 8 anni. La terza edizione ha coinvolto con grande partecipazione ben 275 scuole e più di 25.000 bambini. Dopo Napoli, Ostia, Firenze e Trieste, il capoluogo lombardo ha ospitato al Centro FIN Lampugnano i bambini della 2aB della Scuola Primaria Rodari dell’Istituto Comprensivo Cavalcanti e la 2aE della Scuola Primaria F.S Cabrini che hanno partecipato all’ultima “Festa dell’Acqua” di “arena Acquamica 2015-2016”.

Ospiti speciali sono stati i campioni del nuoto sincronizzato Giorgio Minisini, Manila Flamini e Mariangela Perrupato, appena tornati da Londra dove si sono fatti valere agli Europei, dove l'italsincro ha ottenuto in totale 9 medaglie (6 bronzi e 3 argenti).

Manila Flamini: “Ho iniziato a dedicarmi al nuoto sincronizzato più o meno all’età dei bambini che ho incontrato oggi. Rivedo in loro il mio stesso entusiasmo e il desiderio di imparare a volteggiare nell’acqua. Partecipare come ambasciatrice a questo progetto è un’esperienza meravigliosa perché ti permette di trasmettere in modo immediato la tua passione, il senso di libertà che si prova in acqua, lo stesso che mi ha portata fin qui, ora, con tante medaglie al collo e grandi soddisfazioni nel cuore”.
Giorgio Minisini: “Da piccolo non avrei mai immaginato di arrivare a questi livelli: la mia famiglia proviene dal mondo del sincronizzato. Mia madre mè stata una sincronette, mio padre è stato un giudice di gara e i miei fratelli sono tutti coinvolti in discipline che hanno come protagonista l’acqua. Questo mi è stato di grande aiuto, ma non è bastato. Ho capito che solo con la tenacia ed il coraggio si possono raggiungere i propri obiettivi. Auguro ad ogni bambino di inseguire i propri sogni, proprio come ho fatto io, e magari di esser un giorno un mio valido concorrente a qualche gara internazionale.”
Mariangela Perrupato: “Credo che il progetto arena Acquamica sia un ottimo punto di partenza per mostrare ai bambini quanto uno sport diverso, come il nuoto sincronizzato, possa essere bello e completo. Aver potuto mostrare dal vivo le nostre performance è stato fondamentale per avvicinare i piccoli che a volte ci vedono come campioni irraggiungibili che si vedono solo in tv. Assistere alle nostre esibizioni da vicino stimola senza dubbio la voglia di imitarci e di imparare. Solo cosi potranno emergere nuovi e talentuosi campioni per il futuro”.
I bambini e i campioni hanno giocato insieme, affiancati dagli istruttori FIN, ed hanno imparato alcuni segreti per vivere il contatto con l’acqua, al mare come in piscina, in maniera divertente, sicura e salutare. Inoltre, a Milano, le classi vincitrici sono state protagoniste di un’esibizione speciale del nuoto per salvamento, una delle novità di “arena Acquamica” 2015/2016. Alla piscina di Lampugnano infatti c’è stata la partecipazione straordinaria di un’amica a quattro zampe: Life, componente della squadra dell’Unità Cinofila Lombardia e due volte campionessa mondiale nel nuoto di salvamento.
Gli alunni che hanno partecipato all’edizione di quest’anno di “arena Acquamica”, hanno potuto scoprire diverse sfaccettature dell’attività in acqua: dal nuoto di fondo con Simone Ruffini alla specialità tuffi con Noemi Batki, al nuoto per salvamento con Federico Pinotti e Silvia Meschiari. Tutte discipline referenti alla Federazione Italiana Nuoto.
Le diverse attività portate in piscina dai campioni hanno mostrato come il nuoto e la sicurezza in acqua siano alla base di qualsiasi specialità. In particolare, è grazie al nuoto per salvamento, novità assoluta dell’edizione 2015/2016, che i bambini hanno provato, tra giochi e divertimento, una delle discipline federali che permette di scoprire come il vero giubbetto di salvataggio sia saper nuotare così da poter aiutare chi rischia di annegare. Nella tappa di Firenze di “arena Acquamica”, Massimiliano Rosolino è stato il primo campione a scendere in acqua con i bambini e un componente dell’Unità cinofila di Grosseto. L’attività del nuoto per salvamento è stata replicata anche in occasione della “Festa dell’acqua” di Trieste con la partecipazione dell’Unità Cinofila locale.
Il progetto “arena Acquamica” è partito lo scorso settembre: 1.000 classi hanno ricevuto un kit di partecipazione contenente, oltre alle cuffie arena per tutti gli alunni, del materiale educativo come la guida “arena Acquamica” che spiega l’importanza dell’educazione in acqua. A tutti gli iscritti del progetto è stata quindi richiesta la produzione di elaborati sulla base di temi e tracce, legati al mondo acquatico:
- “La nostra festa dell’acqua”, la descrizione di una giornata all’insegna del divertimento in acqua
- “Avventura in acqua”, il racconto di una storia avvincente in acqua
- “Bagnino per un giorno”, la descrizione di un ruolo di responsabilità
Gli elaborati più creativi, realizzati con differenti tecniche - dal disegno al fumetto, dalla scrittura al video - sono stati selezionati da una giuria che ha premiato le classi più meritevoli con la parteciapazione alle “Feste dell’Acqua”.
I lavori dei vincitori possono essere visualizzati al link: http://www.arenawaterinstinct.com/it_it/acquamica/.

Sul sito di arena Italia potrete trovare una sezione dedicata proprio al nuoto per salvamento con consigli utili per la sicurezza in acqua, sia in piscina che al mare: http://www.arenawaterinstinct.com/it_it/acquamica/files/Acquamica_2016_Salvamento.pdf

Al seguente link una photo gallery dell’evento: https://we.tl/zxpVeaaMPS

Pubblicato in News Federazione
Mercoledì, 25 Maggio 2016

Acquamica a Trieste con la Batki

Al Centro Federale di Trieste - Polo Natatorio "Bruno Bianchi si è svolto il quarto appuntamento del progetto scolastico dedicato all’avvio all’acquaticità, primo nel suo genere. I protagonisti della festa sono stati gli alunni della Scuola Primaria Umberto Saba dell’Istituto Comprensivo Roiano Gretta e della Scuola Statale Primaria f.lli Visintini dell’Istituto Comprensivo Giancarlo Roli che hanno incontrato la campionessa di tuffi, plurimedagliata a livello europeo, Noemi Batki.
Giunto alla terza edizione “arena Acquamica”, il progetto nazionale scolastico di avvio all’acquaticità, primo nel suo genere, ha portato gli alunni delle classi primarie in piscina. Il progetto, sviluppato da arena Italia in collaborazione con Federazione Italiana Nuoto (FIN) e Kinder+Sport, è rivolto ai bambini di età compresa tra i 6 e gli 8 anni. L’edizione 2015/2016 ha dato appuntamento per la quarta tappa a Trieste, dove hanno giocato con i piccoli, e mostrato come sia importante la sicurezza in acqua, la campionessa di tuffi Noemi Batki e, dall’Unità Cinofila di Trieste, Jigen, un ospite d’eccezione a quattro zampe.

Noemi Batki, medaglia d’oro nel sincro, con record di punti nella tappa a Roma del Grand Prix: “Sono molto felice di aver preso parte a questa iniziativa di arena acquamica ed essere stata coinvolta in un evento del genere, con tanti bambini con cui giocare in acqua. Per me è stata la prima volta. Spesso i bambini delle scuole vengono a farci visita durante le prove tecniche, ma stavolta è stato diverso. Mi sono sentita davvero protagonista davanti ai volti sorpresi e divertiti dei bimbi, quasi fossi ad una gara. Se i miei tuffi potessero essere, per queste nuove generazioni, una spinta in più per praticare la mia disciplina, ne sarei davvero entusiasta. E’ sempre bello sapere che ci sono nuovi bambini che si approcciano al mondo dei tuffi e magari un giorno sarò io da mamma a guardare uno di questi giovani tuffarsi da campione da un trampolino internazionale”.
Anche quest’anno “arena Acquamica” ha coinvolto con grande successo ben 275 scuole e più di 25.000 bambini. A partire dal mese di settembre 2015, 1.000 classi hanno ricevuto un kit di partecipazione contenente, oltre alle cuffie arena per tutti gli alunni, del materiale educativo come la guida “arena Acquamica”, che spiega l’importanza dell’educazione in acqua. A tutti gli iscritti del progetto è stata quindi richiesta la produzione di elaborati sulla base di temi e tracce, legati al mondo acquatico:
- “La nostra festa dell’acqua”, la descrizione di una giornata all’insegna del divertimento in acqua
- “Avventura in acqua”, il racconto di una storia avvincente in acqua
- “Bagnino per un giorno”, la descrizione di un ruolo di responsabilità
Gli elaborati più creativi, realizzati con differenti tecniche - dal disegno al fumetto, dalla scrittura al video - sono stati selezionati da una giuria che ha premiato le classi più meritevoli. I lavori dei vincitori possono essere visualizzati al link: http://www.arenawaterinstinct.com/it_it/acquamica/.

A Trieste, le classi vincitrici del progetto, la 2aD della Scuola Primaria Umberto Saba dell’Istituto Comprensivo Roiano Gretta e la 2aA della Scuola Statale Primaria f.lli Visintini dell’Istituto Comprensivo Giancarlo Roli, hanno partecipato oggi alla quarta “Festa dell’acqua”. I bambini hanno avuto la possibilità di divertirsi insieme agli istruttori FIN, imparando alcuni segreti per stare in acqua, al mare come in piscina, in maniera divertente, sicura e salutare.
Inoltre, le classi vincitrici hanno assistito ad un’esibizione di Jigen, componente della squadra del nuoto per salvamento dell’Unità Cinofila di Trieste, una delle novità di “arena Acquamica” 2015/2016. Tra giochi e divertimento i bambini hanno provato con maggior coinvolgimento una delle discipline federali, ovvero il nuoto per salvamento, scoprendo come il vero giubbetto

image2

Pubblicato in News Federazione

Seicentosessantotto atleti in rappresentanza di 48 paesi parteciperanno alla 33esima edizione dei campionati europei di nuoto, al via lunedì con batterie alle 10 e semifinali e finali alle 18 locali presso l'Aquatics Centre di Londra.
Il presidente della Ligue Europeenne de Natation Paolo Barelli apre la conferenza stampa di introduzione indicando il "numero record di nazioni presenti" e ricordando la partecipazione di "ben 37 detentori del titolo continentale sui 42 conquistati a Berlino nel 2014 tra cui Federica Pellegrini, di tre campioni divenuti olimpionici nella piscina del Queen Elizabeth Olympic Park come il francese Florent Manaudou, l'olandese Ranomi Kromowidjojo, la lituana Ruta Meilutyte e di 13 campioni del mondo, tra cui l'ungherese Laszlo Cseh e Gregorio Paltrinieri", che l'hanno affiancato al tavolo dei relatori.
Sorridente e disponibile, Gregorio Paltrinieri - campione mondiale ed europeo - non si è lasciato andare ad alcuna promessa, come "alla vigilia di Netanya, dove poi ho stabilito il record del mondo"; l'auspicio è di "disputare buona gare negli 800 e 1500 in vista delle Olimpiadi di Rio de Janeiro" dove sa "di arrivare tra i favoriti".

per ulteriori info consulta il sito della LEN

Pubblicato in News Federazione

Giunto alla terza edizione "Arena Acquamica", il progetto nazionale scolastico di avvio all'acquaticità, primo del suo genere, ha portato gli alunni delle classi primarie in piscina. Il progetto, sviluppato da arena Italia in collaborazione con Federazione Italiana Nuoto (FIN) e Kinder+Sport, è rivolto ai bambini di età compresa tra i 6 e gli 8 anni. L’edizione 2015/2016 ha dato appuntamento per la terza tappa a San Casciano in Val di Pesa, dove hanno giocato con i piccoli Massimiliano Rosolino, che ha raccontato la sua esperienza di sportivo pluri-medagliato a livello internazionale.
Con i bambini e Massimiliano Rosolino, per la prima volta, c'è stato un ospite d'eccezione: Feo, componente della squadra del nuto per salvamento, Unità Cinofili di Grosseto, che d'estate offre il suo aiuto nelle spiagge italiane. I bambini hanno accolto con calore l'amico a quattro zampe ed hanno assistito a un'esibizione dedicata al nuoto per salvamento,  una delle novità di "Arena Acquamica" 2015/2016. Con Feo, tra giochi e divertimento, i bambini hanno provato delle discipline federali e capito come il vero giubetto salvataggio funzioni così da poter aiutare chi rischia di annegare. 
Massimiliano Rosolino, sessanta medaglie conquistate tra Olimpiadi, Mondiali ed Europei: "Essere l'ambasciatore di questo progetto, per il terzo anno consecutivo, è per me un onore. I bambini di Arena Acquamica, come le mie figlie, capiscono quanto sia importante stare in acqua in modo divertente e sicuro, grazie a questa esperienza. Questo sarà per loro solo un inizio e magari tra questi piccoli si nasconde un campione".

Arenaquamica1305201642

Anche quest'anno "arena Acquamica" ha coinvolto con grande successo ben 275 scuole e più di 25.000 bambini. A partire dal mese di settembre 2015, 1.000 classi hanno ricevuto un kit di partecipazione contenente, oltre alle cuffie arena per tutti gli alunni, del materiale educativo come la guida "arena Acquamica", che spiega l'importanza dell'educazione in acqua. A tutti gli iscritti del progetto è stata quindi richiesta la produzione di elaborati sulla base di temi e tracce, legati al mondo acquatico:
- "La nostra festa dell'acqua", la descrizione di una giornata all'insegna del divertimento in acqua;
- "Avventura in acqua", il racconto di una storia avvincente in acqua;
- "Bagnino per un giorno", la descrizione di un ruolo di responsabilità.

Gli elaborati più creativi, realizzati con differenti tecniche - dal disegno al fumetto, dalla scrittura al video - sono stati selezionati da una giuria che ha premiato le classi più meritevoli. I lavori dei vincitori possono essere visualizzati al link: http://www.arenawaterinstinct.com/it_it/acquamica/.

A Firenze le classi della 1°A e della 1°C della scuola primaria "Giosuè Carducci" di Fucecchio e la 1°A scuola primaria Giromini - istituto comprensivo "G. Talierico" di Marina di Carrara, vincitrici del progetto hanno partecipato alla terza "Festa dell'acqua". I bambini hanno avuto la possibilità di divertirsi insieme agli istruttori Fin, imparando alcuni segreti per stare in acqua, al mare come in piscina, in maniera divertente, sicura e salutare. 
Dopo Napoli, Ostia e Firenze, le feste dell'acqua proseguiranno toccando le tappe di Trieste (24 maggio) e Milano (26 maggio).

Pubblicato in News Federazione
Domenica, 08 Maggio 2016

LEN. Barelli confermato presidente

Il presidente della Federnuoto Paolo Barelli è stato confermato alla presidenza della Ligue Europeenne de Natation (LEN). Il congresso elettivo per il quadriennio 2016-2020 è in svolgimento all'East Wintergarden, a Londra, dove lunedì prenderà il via la 32esima edizione dei campionati europei di nuoto, tuffi e nuoto sincronizzato. Barelli ha ricevuto il 74% dei consensi; 77 preferenze contro le 27 per l'olandese Erik van Heijningen sulla base di due voti per ognuno dei 52 paesi aventi diritto.
  
IL COMMENTO DEL PRESIDENTE BARELLI. "Essere confermati è sempre più difficile di essere eletti. Significa che il lavoro svolto è stato apprezzato trasversalmente. Ringrazio tutti i paesi membri per la fiducia riposta; anche quelli che non mi hanno votato, che cercherò di coinvolgere, di indurre a cambiare idea. Ringrazio i membri del bureau, delle commissioni e dei comitati per l'impegno profuso e la condivisione dei progetti che hanno reso, nel quadriennio, l'Europa ancora più forte a livello internazionale, strategico, economico e mediatico. Grazie al sostegno diretto e indiretto di tutti i paesi membri abbiamo consolidato il bilancio della LEN, alimentando investimenti nella promozione e nello sviluppo delle discipline acquatiche, anche in territori dove i nostri sport erano meno praticati, e a favore delle delegazione, dei tecnici e degli atleti che ci rappresentano ai campionati europei. Siamo riusciti a coniugare le esperienze del passato con le esigenze del presente, rendendo la nostra attività più snella, dinamica e moderna, attirando l'attenzione di aziende leader non solo degli ambienti acquatici. La sfida che attende il neo eletto Bureau sarà ancora più impegnativa. Elevare ulteriormente il livello raggiunto attraverso l'organizzazione di eventi considerati esemplari oltre Europa e maturando altre sinergie che ci consentano di trasmettere in modo ancora più capillare i valori delle discipline acquatiche".

PAOLO BARELLI
Paolo Barelli nasce a Roma, ove tuttora risiede, il 7 giugno 1954; è sposato con la signora Rita e ha due figli: Gianpaolo e Alessandro.
Venti volte campione italiano e ventidue volte primatista italiano di nuoto, Barelli partecipa ai Giochi Olimpici di Monaco 1972 e a due finali olimpiche a Montreal 1976: settimo con la staffetta 4x100 mista e ottavo con la staffetta 4x200 stile libero. Conquista la prima storica medaglia mondiale del nuoto italiano maschile: il bronzo con la staffetta 4x100 stile libero a Cali nel 1975.
Nel corso della propria attività agonistica di alto livello, studia economia (business amministration) presso Università statunitensi.
Presidente della Federazione Italiana Nuoto dal 15 ottobre del 2000, Barelli in precedenza ne era stato consigliere dal 1984, vice presidente dal 1987 ed è stato capo delegazione ai Giochi Olimpici di Seul 1988, Barcellona 1992, Atlanta 1996 e Atene 2004.
Vice presidente della commissione tecnica di nuoto della Ligue Europeenne de Natation dal 1990 al 2000, il 28 settembre 2008 viene eletto membro del bureau per il quadriennio 2008-2012. Nel giugno 2009 diventa vice presidente della Confederation Mediterraneenne de Natation (CO.ME.N.). Nel luglio 2009 viene eletto segretario della Federation Internationale de Natation, confermato nel luglio 2013 fino al 2017. Nel settembre 2012 viene eletto presidente della Ligue Europeenne de Natation, confermato oggi sino al 2020.
Membro della Giunta CONI per i quadrienni 2005-2008 e 2013-2016, a Paolo Barelli è stata conferita la stella d’oro al merito sportivo nel 2001.
Negli oltre 15 anni di presidenza Barelli, la Federazione Italiana Nuoto ha conquistato sette medaglie olimpiche (ad Atene 2004 con il Setterosa d'oro, Federica Pellegrini d'argento nei 200 stile libero e la 4x200 stile libero di bronzo con Brembilla, Rosolino, Cercato e Magnini; a Pechino 2008 con Federica Pellegrini d'oro nei 200 stile libero e Alessia Filippi d'argento negli 800 stile libero; a Londra 2012 con l'argento del Settebello e il bronzo di Martina Grimaldi nella 10 chilometri di nuoto in acque libere) e 71 mondiali in otto edizioni con 21 ori, 20 argenti e 30 bronzi (Fukuoka 2001 6 ori, 2 argenti e 4 bronzi - Barcellona 2003 2 ori, 2 argenti e 1 bronzo - Montreal 2005 1 oro, 3 argenti e 3 bronzi - Melbourne 2007 1 oro, 2 argenti e 6 bronzi - Roma 2009 4 ori, 1 argento, 5 bronzi - Shanghai 2011 3 ori, 4 argenti e 2 bronzi - Barcellona 2013 1 oro, 3 argenti, 1 bronzo – Kazan 2015 3 ori, 3 argenti e 8 bronzi), raggiungendo un livello tecnico-organizzativo di altissima qualità e crescendo in maniera esponenziale anche sotto l’aspetto sociale, attraverso lo sviluppo della sezione nuoto per salvamento.
Paolo Barelli (Pdl) è stato Senatore della Repubblica Italiana dal 13 maggio 2001 al 15 marzo 2013.

BUREAU NEO ELETTO

Presidente: Paolo Barelli (Ita)

Segretario: David Sparkes (Gbr)

Tesoriere: Tamas Gyarfas (Ung)
 
Vice Presidenti (5): Francis Luyce (Fra), Dimitris Diathesopoulos (Gre), Andriy Vlaskov (Ucr), Sven Von Holst (Sve), Christa Thiel (Ger)
  
Membri del bureau (compresi presidente, segretario, tesoriere e vice presidenti): Pia Holmen (Den), Jerzi Kowalski (Pol), Noam Zwi (Isr), Per Rune Eknes (Nor), Fernando Carpena Perez (Spa), Marco Stacchiotti (Lus), Aleksandar Sostar (Srb), Joe Caruana Curran (Mlt), Ahmet Mazhar Bozdogan (Tur)
  
FINA Bureau Continental members: Paolo Barelli (Ita), David Sparkes (Gbr), Dimitris Diathesopoulos (Gre) e Tamas Gyarfas (Ung).

LEN Internal auditors: Rey Kendall (Ire), Giuseppe Nicolini (Smr) 

foto deepbluemedia.eu

per ulteriori info consulta il sito della LEN

Pubblicato in News Federazione

Tutto pronto per le gare al "London Aquatics Centre" nel "Queen Elizabeth Olympic Park". Il presidente della Ligue Europeenne de Natation, nonché della Federnuoto, Paolo Barelli ha presentato a Londra i campionati europei al via lunedì. Insieme a lui anche Tania Cagnotto, Giorgio Minisini, Mariangela Perrupato e Manila Flamini, tra gli atleti più attesi della prima settimana che precede le gare di nuoto, in programma dal 16 al 22 maggio, il Chairman della British Swimming Maurice Watkins, il manager della LEN Marco Birri, il tuffatore britannico Chris Mears e la sincronette Olivia Federici.
"Siamo molto felici di tornare a Londra e ringraziamo la federazione britannica per l'ospitalità e la realizzazione dell'evento al parco olimpico"", dichiara il presidente Paolo Barelli nel corso della conferenza stampa di apertura della 33esima edizione dei campionati europei di nuoto, sincro e tuffi. "Memori della splendida Olimpiade di quattro anni fa, non abbiamo avuto dubbi quando il comitato promotore ci ha illustrato il progetto volto all'organizzazione dei campionati europei. Sarà sicuramente un'edizione fantastica. L'Europa è il continente che nell'ultimo quadriennio ha ottenuto i risultati più importanti in ambito internazionale, pertanto le premesse di assistere a gare eccellenti ci sono tutte. Permettetemi di citare solo alcuni dei protagonisti più attesi nella prima settimana come le sincronette russe Natalia Ishchenko e Svetlana Romashina, la tuffatrice italiana Tania Cagnotto, il tedesco Patrick Hausding, l'idolo di casa Tom Daley e il russo Ilya Zakharov. Sono garanzia di spettacolo a poche settimane dalle Olimpiadi di Rio de Janeiro".
La manifestazione sarà seguita da 43 televisioni, tra cui broadcaster del Giappone e del Messico a testimonianza dell'interesse internazionale generato. Rai Sport trasmetterà tutto in diretta sui due canali tematici.
"Molto probabilmente questo sarà il mio ultimo anno di attività - ha sottolineato la campionessa del mondo e d'Europa Tania Cagnotto - Purtroppo non ho bei ricordi dell'Olimpiade di Londra, dove ho perso la medaglia di bronzo sia nel sincro sia nel trampolino per pochissimo. Ma è inutile tediarsi con i brutti ricordi. Sono qui per ottenere il massimo. Parteciperò a quattro eventi e non alcuna pressione. Penserò esclusivamente a divertirmi e a godermi ogni singolo salto".
Per la prima volta il duo misto di nuoto sincronizzato esordirà nel programma dei campionati europei. "E 'davvero incredibile l'interesse generato dal duo misto ai campionati mondiali di Kazan. Spero che anche qui saremo seguiti con pari entusiasmo", racconta Giorgio Minisini, medaglia di bronzo iridata sia nel tecnico con Manila Flamini sia nel libero con Mariangela Perrupato che rispettivamente dichiarano: "Speriamo di scalare un posto in classifica"; "il duo misto ha dato enorme impulso a questo sport, abbiamo guadagnato più attenzione".
La LEN celebra i campionati europei con il lancio del nuovo sito istituzionale. Intanto domenica è in programma il congresso elettivo all' East Wintergarden. Candidati alla presidenza Paolo Barelli e l'olandese Erik van Heijningen.

foto di Giorgio Scala / deepbluemedia.eu

Pubblicato in News Federazione

La Federnuoto ritiene doveroso sottolineare che alcune note diffuse a mezzo stampa - circa l'archiviazione della denuncia del presidente Paolo Barelli al segretario generale del CONI Roberto Fabbricini per calunnia - estrapolano singoli passaggi dall'ordinanza del GIP preposto, rappresentando una realtà non corrispondente a quanto accertato in atto.

L'ordinanza del GIP archivia la denuncia perché non ritiene dimostrato il dolo e l'intento calunnioso del segretario Fabbricini nel momento in cui si è rivolto all'autorità giudiziaria.

"Nel contempo - asserisce l'avvocato Giuseppe Bellomo, legale della Federnuoto - conferma un'ulteriore volta come CONI abbia presentato una denuncia in assenza di alcun danno patrimoniale per CONI Servizi e senza attendere l'esito dell'attività ispettiva che avrebbe chiarito come nessuna condotta penalmente illecita fosse stata posta in essere in danno di quest'ultima, come poi accertato dal GIP Sturzo; ribadisce la sentenza con cui la Suprema Corte di Cassazione ha definitivamente chiuso il procedimento a carico del presidente Barelli, nella sua funzione di rappresentante legale della Federazione Italiana Nuoto, denunciato per truffa".

Pertanto, in considerazione di quanto accertato, la Federnuoto sta valutando la possibilità di dare mandato ai propri legali per verificare l'impugnazione dell'ordinanza del GIP, pronunciata all'esito dell'indagine a carico del segretario Fabbricini, non ritenendola condivisibile né in fatto né in diritto.

Pubblicato in News Federazione

Giunto alla terza edizione "arena Acquamica", il progetto nazionale scolastico di avvio all'acquaticità, primo nel suo genere, ha portato gli alunni delle classi primarie in piscina. Il progetto, sviluppato da arena Italia in collaborazione con Federazione Italiana Nuoto (FIN) e Kinder+Sport, è rivolto ai bambini di età compresa tra i 6 e gli 8 anni. L’edizione 2015/2016 ha dato appuntamento per la seconda tappa al centro federale di Ostia, dove hanno giocato con i piccoli i campioni del nuoto per salvamento Federico Pinotti e Silvia Meschiari, che hanno raccontato la loro esperienza di sportivi pluri-medagliati a livello internazionale.

Silvia Meschiari, oro ai campionati del mondo di Montpellier nella staffetta 4x25 manichino: "Il nuoto ha sempre fatto parte della mia vita. A sei anni ho iniziato a fare agonismo e vedere oggi questi bambini così felici in piscina mi fa rivivere quel periodo. Sono contenta che il progetto 'arena Acquamica' abbia scelto di far conoscere ai più piccoli il nuoto per salvamento perché, nonostante sia una disciplina poco nota, insegna molto. Poter essere d'aiuto per gli altri è una qualità unica ed è giusto che i bambini lo capiscano in modo divertente e sicuro".

Federico Pinotti, pluriprimatista mondiali su 4 prove oltre a 49 titoli italiani assoluti in 8 anni: "Il legame con l'acqua, grazie ai miei genitori, è iniziato all'età di tre anni e la passione per il nuoto per salvamento è nata dopo esser entrato nel gruppo sportivo delle Fiamme Oro. Ad ottobre finalmente potrò tramandare la passione che mi lega a questo sport a mio figlio perché io e la mia compagna, proveniente anche lei dal mondo del salvamento, diventeremo genitori per la prima volta. Oggi con il progetto 'arena Acquamica' ho visto quanto sia importante per i bambini considerare l'acqua come una compagna di divertimento, concetto sul quale si fonda il nuoto per salvamento, disciplina che porta con sé molti valori dal punto di vista umano".

Anche quest'anno "arena Acquamica" ha coinvolto con grande successo ben 275 scuole e più di 25.000 bambini. A partire dal mese di settembre 2015, 1.000 classi hanno ricevuto un kit di partecipazione contenente, oltre alle cuffie arena per tutti gli alunni, del materiale educativo come la guida "arena Acquamica", che spiega l'importanza dell'educazione in acqua. A tutti gli iscritti del progetto è stata quindi richiesta la produzione di elaborati sulla base di temi e tracce, legati al mondo acquatico:
- "La nostra festa dell'acqua", la descrizione di una giornata all'insegna del divertimento in acqua;
- "Avventura in acqua", il racconto di una storia avvincente in acqua;
- "Bagnino per un giorno", la descrizione di un ruolo di responsabilità.

Gli elaborati più creativi, realizzati con differenti tecniche - dal disegno al fumetto, dalla scrittura al video - sono stati selezionati da una giuria che ha premiato le classi più meritevoli. I lavori dei vincitori possono essere visualizzati al link: http://www.arenawaterinstinct.com/it_it/acquamica/.

Ad Ostia, le classi primarie della 1a C e 1a G dell’Istituto Comprensivo Statale “la Giustiniana” di Roma, vincitrici del progetto, hanno partecipato oggi alla seconda "Festa dell'acqua". I bambini hanno avuto la possibilità di divertirsi insieme agli istruttori FIN, imparando alcuni segreti per stare in acqua, al mare come in piscina, in maniera divertente, sicura e salutare.

Inoltre le classi vincitrici sono state protagoniste di un'esibizione dedicata al nuoto per salvamento, una delle novità di "arena Acquamica" 2015/2016. Tra giochi e divertimento i bambini hanno provato una delle discipline federali e scoperto come il vero giubbetto di salvamento è saper nuotare così da poter aiutare chi rischia di annegare.
Dopo Napoli e Ostia, le feste dell'acqua proseguiranno toccando le tappe di Firenze (11 maggio), Trieste (24 maggio) e Milano (26 maggio).

Pubblicato in News Federazione

Dal 9 al 22 maggio scatta a Londra la 33esima edizione dei campionati europei di nuoto, tuffi e nuoto sincronizzato che si svolgerà all'Olympic Acquatics Centre. La prima settimana sarà dedicata a tuffi (9/15 maggio) e sincronizzato (9-13 maggio); la seconda settimana al nuoto (16 al 22 maggio). Segue la delegazione italiana guidata da Marco Bonifazi, coordinatore dei settori agonistici e responsabile del centro studi. 

TUFFI - 11 atleti
Vladimir Barbu (Bolzano Nuoto)
Michele Benedetti (Marina Militare/Lazio Nuoto)
Andrea Chiarabini (Fiamme Oro Roma/CC Aniene)
Giovanni Tocci (Esercito/Tubisider Cosenza)
Mattia Placidi (Carlo Dibiasi)
Maicol Verzotto (Fiamme Oro Roma/Bolzano Nuoto) 
Noemi Batki (Esercito/Triestina Nuoto)
Elena Bertocchi (Esercito/Can. Milano)
Francesca Dallapè (Esercito/Buonconsiglio)
Tania Cagnotto (Fiamme Gialle/Bolzano Nuoto)
Maria Marconi (Fiamme Gialle/Lazio Nuoto)
  
Staff tecnico sanitario
Team leader Marco Benati
Giorgio Cagnotto - commissario tecnico
Domenico Rinaldi - tecnico federale
Oscar Bertone - tecnico federale
Nagy Ibolya - tecnico federale
Dario Scola - tecnico federale
Fabrizio De Angelis - tecnico
Lyuba Barsukova - tecnico
Manuel Gnicchi - fisioterapista 
Ernesto Vincenti - fisioterapista
Marco Zampieri - giudice aggregato

SINCRO - 12 atleti
Elisa Bozzo (Marina Militare/Unicusano Aurelia Nuoto)
Beatrice Callegari (Marina Militare/Montebelluna Nuoto)
Camilla Cattaneo (Fiamme Oro Roma/Carisa RN Savona)
Linda Cerruti (Marina Militare/Carisa Savona)
Francesca Deidda (Fiamme Oro Roma/Promogest)
Costanza Di Camillo (Carisa Savona)
Costanza Ferro (Marina Militare/Carisa Savona)
Manila Flamini (Fiamme Oro Roma/Unicusano Aurelia Nuoto)
Gemma Galli (Busto Nuoto)
Giorgio Minisini (Unicusano Aurelia Nuoto)
Mariangela Perrupato (Fiamme Oro Roma/Unicusano Aurelia Nuoto)
Sara Sgarzi (Fiamme Oro Roma/Uisp Bologna)
  
Staff tecnico sanitario
Team leader Antonio De Pascale
Patrizia Giallombardo - commissario tecnico 
Roberta Farinelli - tecnico federale
Giovanna Burlando - tecnico federale
Yumiko Tomomatsu - tecnico federale
Rossella Pibiri - tecnico federale
Gianfranco Colombo - medico
Alessandro Capacchione - fisioterapista
Laura Odeven - giudice aggregato
Rita Stradella - giudice aggregato

NUOTO - 47 atleti (25 donne, 22 uomini)
Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre/Azzurra 91)
Diletta Carli (Fiamme Oro/Tirrenica Nuoto)
Martina Carraro (Azzurra 91)
Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle/Team Insubrika)
Ilaria Cusinato (Team Veneto)
Martina De Memme (Esercito/Nuoto Livorno)
Silvia Di Pietro (Forestale/CC Aniene)
Francesca Fangio (Team Lombardia)
Erika Ferraioli (Esercito/CC Aniene)
Lisa Fissneider (Fiamme Gialle/Bolzano Nuoto)
Sara Franceschi (Nuoto Livorno)
Elena Gemo (Forestale/CC Aniene)
Laura Letrari (Esercito/Bolzano Nuoto)
Alice Mizzau (Fiamme Gialle/Team Veneto)
Erika Musso (Fiamme Oro/AN Savona)
Margherita Panziera (CC Aniene)
Federica Pellegrini (CC Aniene)
Aglaia Pezzato (Team Veneto)
Alessia Polieri (Fiamme Gialle/Imolanuoto)
Stefania Pirozzi (Fiamme Oro/CC Napoli)
Simona Quadarella (CC Aniene)
Ilaria Scarcella (CC Aniene)
Carlotta Toni (RN Florentia)
Luisa Trombetti (Fiamme Oro/RN Torino)
Carlotta Zofkova (Forestale/Imolanuoto)

Federico Bocchia (De Akker Team)
Jonathan Boffa (CC Aniene)
Giacomo Carini (Fiamme Gialle/Canottieri Vittorino Feltre)
Christopher Ciccarese (Fiamme Oro/CC Aniene)
Piero Codia (Esercito/CC Aniene)
Andrea Mitchell D'Arrigo (Aurelia Nuoto Unicusano)
Gabriele Detti (Esercito/Team Lombardia)
Luca Dotto (Forestale/Larus Nuoto)
Giuseppe Guttuso (Promogest)
Luca Leonardi (Fiamme Oro/NC Azzurra 91)
Filippo Magnini (CC Aniene)
Luca Marin (CC Aniene)
Filippo Megli (FlorentiaNuotoClub)
Luca Mencarini (Fiamme Oro/CC Aniene)
Marco Orsi (Fiamme Oro/Uisp Bologna)
Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro/Coopernuoto)
Luca Pizzini (Carabinieri/Fondazione Bentegodi)
Matteo Rivolta (Fiamme Oro/Team Insubrika)
Simone Sabbioni (Esercito/Swim Pro SS9)
Fabio Scozzoli (Esercito/Imolanuoto)
Andrea Toniato (Fiamme Gialle/Team Veneto)
Federico Turrini (Esercito/Nuoto Livorno)

Staff tecnico sanitario
Team leader Roberto Del Bianco
Cesare Butini - direttore tecnico
Gianfraco Saini - direttore sportivo
Stefano Morini - tecnico federale
Tamas Gyertianffy - tecnico federale
Claudio Rossetto - tecnico federale
Fabrizio Bastelli - tecnico federale
Gianni Leoni - tecnico federale
Stefano Franceschi - tecnico federale
Matteo Giunta - tecnico
Mirko Nozzolillo - tecnico
Roberto Odaldi - tecnico
Luca Corsetti - tecnico 
Lorenzo Marugo - medico federale
Marco Morelli - fisioterapista
Stefano Amirante - fisioterapista
Emiliano Farnetani - fisioterapista
Maurizio Solaroli - fisioterapista
Ivo Ferretti - tecnico videonalisi
Silvia Atzori - giudice aggregato
Barbara Caloi - giudice aggregato

consulta il sito ufficiale

Dal 25 al 29 maggio i campionati europei master
Saranno 1.510 i master italiani - 1.484 nuotatori, 17 tuffatori e 9 sincronette - a sfidere il resto d'Europa dal 25 al 29 maggio. Una presenza rivelante che supera di gran lunga la partecipazione italiana agli ultimi campionati europei di Eindhoven del 2013, costituita da poco più di 450 atleti. Da segnalare la significativa presenza di atlete master che rappresentano oltre un terzo della squadra italiana.
Per tutti i dettagli si veda consulta il seguente link

MEDAGLIERE GENERALE BERLINO 2014
(i campionati europei di fondo si terranno ad Hoorn, in Olanda, dal 10 al 14 luglio)

ORI (8)
Martina Grimaldi (fondo) 25 Km
Tania Cagnotto (tuffi) trampolino 1m
Gregorio Paltrinieri (nuoto) 1500 sl e 800 sl
Staffetta 4x200 stile libero femminile (nuoto)
Staffetta 4x100 stile libero mixed (nuoto)
Federica Pellegrini (nuoto) 200 sl
Tania Cagnotto e Francesca Dallapè (tuffi) sincro 3m

ARGENTO (3)
Andrea Mitch D'Arrigo (nuoto) 400 sl
Noemi Batki (tuffi) piattaforma
Tania Cagnotto (tuffi) trampolino 3m

BRONZI (12)
Aurora Ponselè (fondo) 10 Km
Edoardo Stochino (fondo) 25 Km
Libero combinato (sincro)
Staffetta 4x100 stile libero maschile (nuoto)
Staffetta 4x100 stile libero femminile (nuoto)
Gabriele Detti (nuoto) 1500 sl e 800 sl
Arianna Castiglioni (nuoto) 100 rana
Luca Leonardi (nuoto) 100 sl
Ilaria Bianchi (nuoto) 100 farfalla
Martina Rita Caramignoli (nuoto) 1500 sl
Federico Turrini (nuoto) 400 misti

MEDAGLIERE COMPLESSIVO
- prime cinque posizioni delle 21 in classifica
1. Gran Bretagna 11 - 8 - 8 = 27
2. Russia 9 - 7 - 3 = 19
3. Italia 8 - 3 - 12 = 23
4. Germania 6 - 8 - 8 = 22
5. Danimarca 6 - 1 - 2 = 9

MEDAGLIERE DEL NUOTO
- prime cinque posizioni delle 20 in classifica
1. Gran Bretagna 9 - 7 - 8 = 24
2. Danimarca 6 - 1 - 2 = 9
3. Ungheria 5 - 4 - 5 = 14
4. Italia 5 - 1 - 9 = 15
5. Francia 4 - 4 - 2 = 10

CLASSIFICA PER NAZIONI DEL NUOTO
- prime cinque posizioni delle 36 a punti
1. Italia 850 (372 M + 416 F + 62 MIXED)
2. Gran Bretagna 628 (324 + 268 + 36)
3. Russia 600 (289 + 249 + 62)
4. Francia 501 (319 + 152 + 30)
5. Germania 487 (310 + 149 + 28)

MEDAGLIERE DEI TUFFI
1. Russia 5 - 3 - 0 = 8
2. Germania 3 - 3 - 4 = 10
3. Italia 2 - 2 - 0 = 4
4. Gran Bretagna 1 - 1 - 0 = 2
5. Ucraina 0 - 1 - 5 = 6

CLASSIFICA PER NAZIONI DEI TUFFI
- prime cinque posizioni delle 15 a punti
1. Germania 213 (116 M + 97 F)
2. Russia 199 (100 + 99)
3. Ucraina 138 (75 + 63)
4. Italia 136 (58 + 78)
5. Gran Bretagna 101 (61 + 40)

MEDAGLIERE DEL SINCRO
1. Russia 3 - 0 - 0 = 3
2. Ucraina 1 - 2 - 1 = 4
3. Spagna 0 - 2 - 2 = 4
4. Italia 0 - 0 - 1 = 1

CLASSIFICA PER NAZIONI DEL SINCRO
- prime cinque posizioni delle 20 a punti
1. Ucraina 565
2. Spagna 556
3. Italia 541
4. Grecia 519
5. Germania 464

MEDAGLIERE DEL NUOTO DI FONDO
- prime cinque posizioni delle 9 a medaglia
1. Olanda 3 - 1 - 0 = 4
2. Germania 1 - 2 - 3 = 6
3. Italia 1 - 0 - 2 = 3
4. Francia 1 - 0 - 0 = 1
4. Gran Bretagna 1 - 0 - 0 = 1

CLASSIFICA PER NAZIONI DEL NUOTO DI FONDO
- prime cinque posizioni delle 20 in classifica
1. Italia 174 (54 M + 47 F + 73 MIXED)
2. Germania 159 (56 + 40 + 63)
3. Russia 128 (46 + 32 + 50)
4. Ungheria 107 (24 + 52 + 31)
5. Olanda 88 (21 + 37 + 30)

Pubblicato in News Federazione
Pagina 1 di 2

Ultimi 4 articoli FEDERAZIONE