Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Articoli filtrati per data: Febbraio 2014 - FIN - Federazione Italiana Nuoto

Il Consiglio Federale riunitosi a Roma ieri 21 febbraio,
comunica di aver approvato all'unanimità un documento finalizzato a tutelare la dignità, il decoro e l'indipendenza della Federazione e dei suoi organi.

Il Consiglio stesso, ottenuto l'appoggio all'unanimità dei Presidenti dei Comitati Regionali riunitisi a Roma lo scorso 15 febbraio, sostiene con forza il Presidente dandogli pieno mandato di intraprendere ogni opportuna iniziativa al fine di tutelare gli interessi e i diritti in tutte le sedi.

Il Consiglio ha ritenuto altresì approfondire tale osservanza delle regole, avvalendosi del parere di stimati professori universitari titolari di cattedre in Economia Aziendale, Diritto Amministrativo e Diritto Penale che hanno redatto pareri pro veritate esaminando la totalità della fattispecie contestata ed escludendo qualsiasi irregolarità e tantomeno reato nella gestione amministrativa.

Il Consiglio quindi, mantenendo piena fiducia nell'operato della magistratura ordinaria, ribadisce con fermezza il proprio sostegno all'operato degli organi federali e dei suoi rappresentanti, che saranno difesi con forza in tutte le sedi.

 

 

Pubblicato in News Federazione

In riferimento all'articolo pubblicato in data odierna dal quotidiano "la Repubblica",
      
la Federazione Italiana Nuoto precisa che:
 
1) la vicenda riportata nel citato articolo si riferisce a circostanze verificatesi entro il 2010 in ordine alle quali la FIN ha sin dall'epoca assunto opportuni e incisivi provvedimenti, tra i quali un'inchiesta avviata dalla Procura Federale che ha portato alla sospensione e successiva rimozione dei responsabili preposti ai controlli dei rimborsi riguardanti il settore tecnico del Gruppo Ufficiali Gara;
    
2) la vicenda si colloca nell'ambito dell'organizzazione del settore Gruppo Ufficiali Gara, che sovraintende alla gestione e verifica dei rimborsi relativi all'attività di circa 4.000 addetti alle attività regionali e nazionali per oltre 55.000 designazioni annuali, tra le quali si sono evidenziate, all'epoca dei fatti, isolate e contenute irritualità di rimborsi autocompilati;
     
3) si precisa che le vicende segnalate dall'articolo non rappresentano l'attuale configurazione dei rapporti di collaborazione interni al Gruppo Ufficiali Gara, che la FIN ha rideterminato, all'epoca dei fatti, al fine di un sempre più incisivo e sistematico controllo.
    
Pertanto la FIN confuta e contesta le ipotesi prospettate nell'articolo in questione, stigmatizza episodi mediatici che potrebbero alimentare una campagna di disinformazione e, fiduciosa, attende l'esito dei procedimenti in corso.

Pubblicato in News Federazione
Martedì, 04 Febbraio 2014

Comunicato Federnuoto. Replica al CONI

La Federazione Italiana Nuoto manifesta sorpresa ed incredulità per il comunicato stampa diramato questa mattina dal CONI, che con sconcertante eclatanza configura pretestuose ipotesi di reato sostenute da un parere legale pro veritate di parte.

In merito a tali ipotesi, del tutto lontane dalla verità, la Federazione Italiana Nuoto confida pienamente nella giustizia, condanna ogni ulteriore strumentalizzazione, e precisa che:

1) nel 2005 la Federazione Italiana Nuoto ha ricevuto un contributo dal Ministero dell'economia e delle finanze pari a € 2.100.000 che ha utilizzato per la copertura di costi coerenti con le finalità predisposte e, più precisamente, per impianti natatori dotati di piscina olimpica nel comune di Roma;

2) nell'ambito delle opere poste in essere negli anni 2005-2012 la Federazione Italiana Nuoto ha superato di € 1.700.000 l'importo del contributo statale per le sole opere di manutenzione e implementazione, anticipando anche spese a carico del CONI per lavori di manutenzione straordinaria indispensabili a garantire il regolare funzionamento dell'impianto natatorio del Foro Italico;

3) il 9 aprile 2013 è stata sottoscritta una transazione tra CONI Servizi e Federazione Italiana Nuoto con cui CONI Servizi ha riconosciuto tra l’altro a FIN € 1.500.000 per i lavori svolti negli anni precedenti e regolarmente documentati nella piscina del Foro Italico data in gestione a FIN nel 2006. 

Pertanto la Federazione Italiana Nuoto ha ricevuto nel 2005 un contributo governativo che ha regolarmente investito; nel 2013 ha ricevuto un rimborso dalla CONI Servizi per spese anticipate.

La Federazione Italiana Nuoto ha già dato mandato ai suoi legali per tutelarsi contro ogni già avvenuta o futura azione che ne leda l’immagine o ne metta in discussione, anche pretestuosamente, il corretto comportamento amministrativo.

Pubblicato in News Federazione

Ultimi 4 articoli FEDERAZIONE