Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Articoli filtrati per data: Aprile 2013 - FIN - Federazione Italiana Nuoto
La collaborazione tra Human Tecar® e la Federazione Italiana Nuoto è ormai una realtà consolidata da numerosi anni ed abbiamo il piacere di annunciarne il proseguimento per il biennio 2013-2014.
L’attività intensa che sollecita ripetutamente strutture muscolari e articolari negli atleti che praticano lo sport potrebbe portare a patologie da sovraccarico molto fastidiose che non permetterebbero un allenamento intenso. Human Tecar® ha supportato negli anni lo staff federale di medici e fisioterapisti per ridurre i tempi di recupero e consentire agli atleti di allenarsi con continuità.
Negli ultimi anni, anche grazie alla sensibilità dello staff sanitario, Human Tecar®, ha trovato applicazione anche nel recupero muscolare generato da intensa attività e nel trattamento preventivo. Intervenire quotidianamente per mantenere elastiche e ossigenate le strutture muscolari e osteoarticolari permette di prevenire l’insorgenza di patologie da sovraccarico e allenarsi intensamente per raggiungere i migliori risultati sportivi.
Human Tecar® è presente oltre che nelle competizioni che si svolgono a livello internazionale, anche nei diversi Centri Federali dove gli atleti delle diverse specialità, dal nuoto ai tuffi, al sincro, alla pallanuoto, si preparano per affrontare gli eventi più importanti come Campionati Europei, Mondiali e Giochi Olimpici.
La metodologia Human Tecar® ha rappresentato una vera e propria rivoluzione nel campo della fisioterapia e della medicina dello sport, in grado di stimolare in profondità, selettivamente e in modo non invasivo le diverse tipologie di tessuti, incrementando l’attività dei normali processi riparativi e antinfiammatori.
Human Tecar® nasce e si è sviluppata nello sport professionistico di alto livello, dove qualunque atleta ha la necessità di accelerare i tempi di recupero. E’ qui che ha dato i suoi più importanti risultati, consentendo a numerosi atleti infortunati di ritornare a gareggiare in tempi eccezionalmente brevi.
Validata da diversi studi scientifici sviluppati in collaborazione con i principali poli universitari, è utilizzata con successo in un gran numero di discipline sportive ed è adottata ufficialmente da centinaia di Squadre e Federazioni in tutto il mondo con l’obiettivo di favorire un recupero muscolare accelerato ed un più rapido smaltimento della fatica, di mettere ogni atleta nella condizioni di allenarsi sempre al meglio e fare la differenza in gara.
Oggi, attraverso una rete di Centri Specializzati diffusi capillarmente sul territorio, questo know-how e la pluriennale esperienza acquisita sul “campo” da Human Tecar® vengono messi a disposizione di una fisioterapia rivolta ad un pubblico sempre più vasto per la cura e la prevenzione di numerose patologie relative a muscoli, articolazioni e sistema venolinfatico.
Dallo sportivo fino al disabile, coinvolgendo tutte le fasce di età, le diverse professioni e i diversi ambiti sportivi, gli Specialisti e i Centri Human Tecar® adattandosi alle specifiche necessità del paziente, consentono a ognuno di vivere, lavorare e praticare sport nelle migliori condizioni possibili. In questo modo tutti possono essere trattati come i grandi campioni dello sport perché quando si mette in moto l’energia, il benessere è sempre a portata di mano.
Pubblicato in News Federazione
Venerdì, 19 Aprile 2013

Fin e Arena. Open Day a Milano

Arena, sposor tecnico che affiancherà la Federazione Italiana Nuoto in veste di partner esclusivo delle Squadre Nazionali di nuoto, pallanuoto, tuffi, nuoto sincronizzato, nuoto in acque libere e nuoto per salvamento, nonché del Gruppo Ufficiali Gara, svela la sua collezione Fall Winter 2013/2014 a Milano, capitale della moda e del glamour.
Il brand delle tre losanghe ha scelto gli atleti e tecnici dell'universo acquatico che hanno trascorso la tarda mattinata tra le interviste, la firma degli autografi e si sono messi in gioco in modo ironico dipingendo alcune tele e prestandosi a scatti fotografici istantanei per allestire un'originale bacheca in ricordo della giornata. Campioni dello sport ma anche della passerella che da sempre formano un connubbio inscindibile.
 
ATLETI E I TECNICI PRESENTI
 
NUOTO: Cesare Butini, Direttore Tecnico delle squadre nazionali; Gregorio Paltrinieri, campione europeo 1500m stile libero; Samuel Pizzetti, bronzo europeo 400m stile libero; Ilaria Bianchi, campionessa europea e mondiale 100m farfalla.
Pubblicato in News Federazione
Nuoto e pallanuoto ai vertici dell'Associazione Industriale bresciana. Il Cavaliere del Lavoro Marco Bonometti è diventato Presidente dell'AIB, la confindustria territoriale. Imprenditore bresciano di 59 anni, Presidente del Gruppo OMR, Bonometti non ha mai dimenticato i suoi trascorsi da atleta e dirigente, ricordando spesso nei suoi discorso come "forza e combattività nascono dal passato di nuotatore e pallanotista".
Primo nuotatore bresciano sotto al muro del minuto nei 100 stile libero, Bonometti è sempre rimasto al fianco delle discipline acquatiche sostenendo l'attività sul territorio sin dallo storico binomio Alberto Castagnetti-Giorgio Lamberti alla Leonessa Brescia. Da allora, sia in forma pubblica sia anonima, è sempre rimasto al fianco della società sostenendone l'impegno, sino al ripristino della denominazione "Associazione Nuotatori" che ricorda i primi anni settanta in cui giocava a pallanuoto, insieme al gruppo di atleti civitavecchiesi portati a Brescia dal dirigente Piero Borelli e formati da Patrizio Simeoni, Giuliano Tenenti, Gino Cianfrini, Arnaldo Del Piave, Gianni Flores e Livio Tiselli.
L'ingegnere Marco Bonometti, insieme al fratello Franco, è il leader del gruppo OMR - Officine Meccaniche Rezzatesi - che conta 15 stabilimenti, nove in Italia ad altri in Brasile, Cina, India e Marocco, e circa 3.000 dipendenti. Oltre ad essere legato da più di trentanni al mondo delle discipline acquatiche, rifornisce la Ferrari dal 1978, segue l'attività della sciatrice bresciana Daniela Merighetti (due volte olimpica), è tra i sostenitori del Museo Mille Miglia ed è impegnato nella Fondazione Comunità Bresciana e nel mondo sanitario con Villa Gemma.
La Federazione Italiana Nuoto si unisce alla società AN Brescia nel rivolgere i più sentiti complimenti a Marco Bonometti per il prestigioso incarico,  auspicando che le disciplione acquatiche conservino sempre un posto di privilegio nelle sue attività.
Pubblicato in News Federazione
La Conferenza Internazionale Biennale sulle Piscine si svolgerà in Italia per la prima volta dal 9 al 12 aprile a Roma, presso l’Istituto Superiore di Sanità e l'Università del Foro Italico: www.icsps-rome2013.it.
Rappresenta il principale evento tecnico scientifico sull’argomento piscine ed è incentrata sugli aspetti di igiene e sanità pubblica.
In questa occasione verranno confrontate e discusse le principali normative ed anticipate le nuove linee guida su acque ad uso ricreativo, che l’Organizzazione Mondiale della Sanità sta preparando avvalendosi di un gruppo di esperti provenienti da diversi Paesi.
Non è un caso che il comitato scientifico abbia riassunto la Conferenza Internazionale nello slogan “Safety, Quality, Health”.
Del resto, la disponibilità di piscine ed acque ad uso ricreativo impone massimi livelli di sicurezza, al fine di non incorrere in problemi aggiuntivi per l’utenza e gli operatori.
In altre parole, sebbene oggi le piscine siano diffuse, ed in genere siano sicure e adeguatamente gestite, il rapporto rischi-benefici deve essere ottimale ed aggiornato ai progressi tecnologici.
A tal proposito, un contributo importante proviene anche dalle linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per gli edifici, oltre che quelle per le acque ricreative. La garanzia di adeguati livelli igienico sanitari passa attraverso normative e linee guida.
I riferimenti per le normative igienicosanitarie saranno discussi nella cerimonia di apertura che si terrà presso l’Istituto Superiore della Sanità, e nella sessione conclusiva in cui linee guida, normative e strategie proposte in diversi Paesi saranno confrontate.
Tecnici, operatori del settore, aziende, ricercatori, autorità sanitarie da tutto il mondo si incontrano per affrontare i diversi temi che oggi occorre tenere presenti quando si considera il tema piscina.
In aggiunta ai tradizionali spunti connessi alla prevenzione e gestione dei rischi chimici, fisici e biologici, alle strategie innovative per la disinfezione, aspetti rilevanti comprenderanno: 1) la sicurezza occupazionale per atleti di ogni età, allenatori, operatori del settore; 2) la promozione della salute attraverso l’acqua, non solo in un contesto riabilitativo, ma anche di attività motoria preventiva e adattata. Tali punti sono presi in considerazione anche grazie al contributo di esperti della FIN, ILS e FINA. L’introduzione di queste tematiche è rivoluzionaria ed importante per addetti agli impianti, ingegneri, studiosi, e in genere appassionati del sistema “piscina” e della relativa sicurezza e qualità.
L’Europa ha già consolidato direttive per la sicurezza occupazionale recepite dai vari Stati. Questo processo di adeguamento normativo è fondamentale non solo per il lavoratore, ma più in generale comporta un impatto più ampio in quanto essendo mirato allo specifico ambiente e tipologia di mansioni, i benefici si riflettono sulla popolazione occasionalmente esposta, siano visitatori, sportivi, operatori esterni.
Questa generale cornice di sanità pubblica è ben consolidata e riconosciuta, ma il comitato scientifico ICSPS2013 è voluto andare oltre puntando non in negativo su rischi e patologie, ma in positivo, su qualità dell’ambiente (acqua, aria, superfici), sia indoor che outdoor, e sulla “promozione della salute” attraverso l'attività motoria in acqua e il miglioramento della gestione delle piscine.
Quest’ultimo tema, connesso ai benefici dell’acqua ad uso ricreativo per la popolazione, sta divenendo molto rilevante, specie in USA, dove si sta affiancando ad interventi sul territorio quali campagne di educazione motoria, ginnastica cardiovascolare in acqua, ed in genere azioni integrate finalizzate a contrastare l’obesità e patologie multifattoriali, oppure semplicemente a ridurre i troppo elevati casi di annegamento con interventi incisivi per “insegnare a nuotare” o diffondere tecniche di “salvamento” e gestione di emergenze.
Un workshop è dedicato proprio a questi argomenti ed in collaborazione con i diversi Enti patrocinanti si tiene una dimostrazione di massa in tema BLS-D.
Altri rilevanti contributi italiani provengono dal GSMS della SItI, Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica e comprendono tematiche inerenti gli aspetti microbiologici e chimici, affrontando temi innovativi come l’educazione in piscina e la sorveglianza sanitaria di impianti natatori.
Pubblicato in News Federazione

Ultimi 4 articoli FEDERAZIONE