Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Articoli filtrati per data: Febbraio 2013 - FIN - Federazione Italiana Nuoto
Venerdì, 22 Febbraio 2013

Elezioni CONI, Barelli in Giunta

Giovanni Malagò è il nuovo Presidente del CONI. È stato eletto oggi a Roma durante il Consiglio Nazionale del comitato olimpico e succede a Giovanni Petrucci. Giovanni Malagò ha ottenuto 40 voti, uno in più della maggioranza necessaria all'elezione come Presidente del CONI. Raffaele Pagnozzi ha ottenuto 35 voti. Una scheda nulla. Malagò è il quindicesimo presidente del CONI.
Paolo Barelli - Presidente della Federnuoto e della Ligue Europeenne de Natation e Segretario della Federation Internationale de Natation - entra in Giunta: quarto degli eletti con 35 voti. 
       
GIUNTA NAZIONALE (13 componenti più i membri CIO Franco Carraro, Mario Pescante e Ottavio Cinquanta)
   
DIRIGENTI (7 DI CUI 5 PRESIDENTI FEDERALI): Franco Chimenti (golf - 49 voti), Luciano Buonfiglio (canoa - 47), Giorgio Scarso (scherma - 37), Paolo Barelli (nuoto - 35), Giancarlo Abete (calcio - 33), Sergio Anesi (10), Fabio Pigozzi (10).
ATLETI (2): Alessandra Sensini (vela - 36 voti), Fiona May (atletica - 24)
TECNICI (1): Valentina Turisini (72 voti)
RAPPRESENTANTE COMITATI REGIONALI (1): Fabio Sturani (47 voti)
RAPPRESENTANTE DELEGATI PROVINCIALI (1): Guglielmo Talento (43 voti)
RAPPRESENTANTE ENTI DI PROMOZIONE SPORTIVA (1): Massimo Achini (36 voti)
   
VICE PRESIDENTI E SEGRETARIO GENERALE 
La Giunta Nazionale, che si è riunita al termine del Consiglio, ha eletto Vice Presidenti Franco Chimenti, in qualità di Vicario, e Giorgio Scarso. Roberto Fabbricini è stato nominato Segretario Generale e Carlo Mornati facente funzioni di Vice Segretario Generale.
     
LA BIOGRAFIA DI PAOLO BARELLI.  Paolo Barelli nasce a Roma, ove tuttora risiede, il 7 giugno 1954; è sposato con la signora Rita e ha due figli: Gianpaolo e Alessandro.
Venti volte campione italiano e ventidue volte primatista italiano di nuoto, Barelli partecipa ai Giochi Olimpici di Monaco 1972 e a due finali olimpiche a Montreal 1976: settimo con la staffetta 4x100 mista e ottavo con la staffetta 4x200 stile libero. Conquista la prima storica medaglia mondiale del nuoto italiano maschile: il bronzo con la staffetta 4x100 stile libero a Cali nel 1975.
Nel corso della propria attività agonistica di alto livello, studia economia (business amministration) presso Università statunitensi.
Presidente della Federazione Italiana Nuoto dal 15 ottobre del 2000, Barelli in precedenza ne era stato Consigliere dal 1984, Vice Presidente dal 1987 ed è stato capo delegazione ai Giochi Olimpici di Seul 1988, Barcellona 1992, Atlanta 1996 e Atene 2004.
Vice Presidente della Commissione Europea di Nuoto della Ligue Europèenne de Natation dal 1990 al 2000, il 28 settembre 2008 viene eletto membro del bureau per il quadriennio 2008-2012 e componente del direttivo della Federation Internationale de Natation per il quadriennio 2009-2013. Nel giugno 2009 diventa Vice Presidente della Confederation Mediterraneenne de Natation (CO.ME.N.). Nel luglio successivo Segretario della Federation Internationale de Natation e membro dell'esecutivo insieme al Presidente uruguaiano Julio Maglione a al Tesoriere thailandese Pipat Paniangvait. Nel settembre 2012 è eletto Presidente della Ligue Europèenne de Natation.
In precedenza, Barelli è stato membro della Giunta CONI per il quadriennio 2005-2008 e nel 2001 gli era stata conferita la stella d’oro al merito sportivo.
Nei dodici anni di Presidenza Barelli, la Federazione Italiana Nuoto ha conquistato sette medaglie olimpiche (ad Atene 2004 con il Setterosa d'oro, Federica Pellegrini d'argento nei 200 stile libero e la 4x200 stile libero di bronzo con Brembilla, Rosolino, Cercato e Magnini; a Pechino 2008 con Federica Pellegrini d'oro nei 200 stile libero e Alessia Filippi d'argento negli 800 stile libero; a Londra 2012 con l'argento del Settebello e il bronzo di Martina Grimaldi nella 10 chilometri di nuoto in acque libere) e 52 mondiali in sei edizioni con 17 ori, 14 argenti e 21 bronzi (Fukuoka 2001 6 ori, 2 argenti e 4 bronzi - Barcellona 2003 2 ori, 2 argenti e 1 bronzo - Montreal 2005 1 oro, 3 argenti e 3 bronzi - Melbourne 2007 1 oro, 2 argenti e 6 bronzi - Roma 2009 4 ori, 1 argento, 5 bronzi - Shanghai 2011 3 ori, 4 argenti e 2 bronzi), raggiungendo un livello tecnico-oganizzativo di altissima qualità e crescendo in maniera esponenziale anche sotto l’aspetto sociale, attraverso lo sviluppo della sezione Nuoto per salvamento.
Paolo Barelli (Pdl) è Senatore della Repubblica Italiana dal 2001.
 
approfondimenti sul sito del CONI
 
consulta la Giunta
 
consulta il Consiglio Nazionale
Pubblicato in News Federazione
In relazione ad alcune notizie diffuse dagli organi di stampa, la Federazione Italiana Nuoto puntualizza che:
      
- come più volte ribadito, gli atleti Federica Pellegrini e Filippo Magnini hanno comunicato sabato 1° settembre 2012 l'intenzione di avvalersi della collaborazione tecnica di Philippe Lucas per il quadriennio in corso, prevedendo il Centro Federale di Alta Specializzazione di Verona "Alberto Castagnetti" quale sede di allenamento e usufruendo dell'ausilio del preparatore atletico Matteo Giunta;
   
- di conseguenza la Federazione Italiana Nuoto, attraverso il consigliere federale Roberto Del Bianco, il direttore sportivo delle Squadre Nazionali Maurizio Coconi, il dirigente Gianfranco Saini e il direttore tecnico Cesare Butini, ha avuto molteplici contatti e ha incontrato più volte Philippe Lucas. Nel corso dei colloqui il tecnico francese ha sempre sottolineato l’intenzione di non volere lasciare Narbonne per motivi professionali e familiari;
        
-  successivamente il 21 dicembre il Presidente Paolo Barelli e lo staff tecnico-dirigenziale della Squadra Nazionale di nuoto hanno incontrato a Roma, presso la sede federale, Federica Pellegrini alla presenza del Presidente del Circolo Canottieri Aniene Giovanni Malagò e del suo responsabile tecnico Gianni Nagni. Nel corso della riunione la Federazione Italiana Nuoto, confermando il gradimento nei confronti di Philippe Lucas, ha accolto con favore l’intenzione dell’atleta e della Società di promuovere un ulteriore tentativo affinché  il tecnico francese cambiasse idea;
 
- il giorno mercoledì 6 febbraio  2013 la Federazione Italiana Nuoto ha ricevuto una e-mail da Filippo Magnini con cui comunicava che il tecnico francese Philippe Lucas confermava  l’intenzione di “rimanere ad allenare a Narbonne per restare vicino alla famiglia”, declinando anche l'offerta economica formulatagli; con la e-mail si comunicava, altresì,  l'intenzione di Federica Pellegrini di seguire il tecnico francese a Narbonne dal settembre prossimo e di Filippo Magnini di valutare in futuro tale possibilità;
      
- in riferimento al collegiale degli atleti Federica Pellegrini e Filippo Magnini a Phuket, la Federazione Italiana Nuoto ritiene doveroso puntualizzare di aver sostenuto i costi della trasferta e del soggiorno, come determinato nella pianificazione stagionale che non prevedeva costi per gli spazi d’acqua.
  
La Federazione Italiana Nuoto, pur ritenendolo superfluo, ricorda di aver sempre sostenuto l’attività di preparazione degli atleti Filippo Magnini ed in particolar modo Federica Pellegrini nel corso della loro carriera, supportando scelte tecniche ed esigenze personali sia nei momenti di difficoltà che di successo.
       
La Federazione Italiana Nuoto, pertanto, esprime rammarico e stupore per una polemica che ritiene priva di fondamento e non in linea con quanto ha sempre compiuto per il movimento e, in particolar modo, per gli  atleti di alto livello.
Pubblicato in News Federazione
“E’ stata una giornata di festa e di sport. Anche  quest’anno la manifestazione ha ricevuto i complimenti da parte di tutti. Mi hanno fatto piacere soprattutto gli attestati di stima ricevuti dal Presidente della FIN Paolo Barelli e dal Commissario Tecnico del Setterosa Fabio Conti, che abbiamo ritenuto opportuno premiare per tutto quello che hanno fatto e stanno facendo per il bene degli sport acquatici che da sempre ci stanno a cuore. Ringrazio anche il numeroso pubblico che è intervenuto”. Con queste parole il patron della manifestazione Antonio Parisi ha salutato l’undicesima edizione del Gala degli Sport Acquatici e decima edizione del trofeo Caimano D’oro. Il Presidente Federazione Italiana Nuoto e della Ligue Europeenne de Natation Paolo Barelli ha ricevuto il Caimano d’oro 2013 per il nuoto, premio alla carriera e il CT della Nazionale femminile Fabio Conti quello per la pallanuoto, riconoscimento per il successo agli Europei di Eindhoven 2012 e per la partecipazione ai Giochi Olimpici di Londra 2012 e un auspicio in vista dei Mondiali di Barcellona 2013.
“Siamo onorati – hanno detto Barelli e Conti sul palcoscenico del Teatro Traiano – Ricevere un premio fa sempre piacere, in questo caso è un premio particolarmente gradito perché significa che il nostro lavoro è stato apprezzato. E’ obiettivo della Federazione lavorare in sinergia con le società per l’interesse comune e per la crescita delle nostre discipline”. Ad assistere al Gala degli Sport Acquatici, domenica 3 febbraio a Civitavecchia, c’erano circa 650 spettatori tra atleti, tecnici, dirigenti sportivi, esponenti politici, familiari e appassionati”.
Per Paolo Barelli è un premio alla carriera, oltre che ringraziamento e attestato di stima per i molteplici successi che l’Italia del nuoto e della pallanuoto, del nuoto in acque libere e del nuoto sincronizzato, dei tuffi e del salvamento ha ottenuto sotto la sua guida.  Barelli - peraltro Segretario della Federation Internationale de Natation -  è Presidente della FIN dal 15 ottobre 2000, dopo esserne stato Consigliere dal 1984 e Vice Presidente dal 1987.
Paolo Barelli, 58 anni romano, ha cominciato il nuoto agonistico quando ne aveva dodici alla Lazio. I suoi riferimenti, i modelli da seguire, erano Bruno Bianchi, Pietro Boscaini e Sergio De Gregorio. Stileliberista, 20 volte campione italiano e 22 primatista italiano, ha partecipato ai Giochi Olimpici di Monaco 1972 e Montreal 1976. La sua carriera è stata illuminata dalla prima, storica, medaglia mondiale del nuoto azzurro maschile: il bronzo con la staffetta 4x100 stile libero a Cali nel 1975 insieme a Roberto Pangaro, Claudio Zei e Marcello Guarducci (3’31”85) e Paolo Revelli in batteria proprio al posto di Barelli. Nella sua frazione, la seconda, Barelli ha nuotato in 53”88. Quella staffetta la vinsero gli Stati Uniti stabilendo il record del mondo di 3’24”85 e seconda si classificò l’allora Germania Ovest con 3’29”55.
Nello stesso anno, ai Giochi del Mediterraneo di Algeri, Barelli ha conquistato le medaglie d’oro nei 100 farfalla (58”10) e con la 4x100 stile libero e la medaglia d’argento con la 4x100 mista.
Nei 12 anni di Presidenza Barelli la FIN ha conquistato 7 medaglie olimpiche, 145 europee in tredici edizioni e 52 mondiali in sei edizioni
Per il CT Fabio Conti è il riconoscimento per il successo agli Europei di pallanuoto Eindhoven 2012 e per la partecipazione ai Giochi Olimpici di Londra 2012 e un auspicio in vista dei Mondiali di Barcellona 2013.
Anche Fabio Conti, 40 anni romano, ha iniziato come nuotatore, ranista. Dopo aver vinto diversi titoli nazionali giovanili nei 100 e 200, a 20 anni si dedicato alla pallanuoto prima come giocatore (Gym Club e Sporting Bracciano) e successivamente come allenatore (Castelli Romani, Bracciano poi Roma Pallanuoto). Alla guida del club capitolino femminile è arrivato dalla serie C alla A1 fino a vincere la Coppa LEN. Nel dicembre 2008 è stato nominato responsabile delle Nazionali giovanili di pallanuoto femminile e dal novembre 2010 è responsabile tecnico della Nazionale maggiore: argento in World League 2011, quarto ai Mondiali 2011 e d’oro agli Europei 2012.
Nel corso della giornata è stato premiato anche il direttore sportivo delle Squadre Nazionali di nuoto Maurizio Coconi, già tecnico della Nazionale juniores e CT della Spagna. “Sono contento del premio assegnatomi che rappresenta uno stimolo in più per il mio nuovo incarico”, ha ringraziato il tecnico civitavecchiese.
Pubblicato in News Federazione

Ultimi 4 articoli FEDERAZIONE