Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Mercoledì, 15 Marzo 2017

FIN in lutto per la scomparsa di Mannelli

La Federazione Italiana Nuoto e lo sport italiano piangono la scomparsa di un grande olimpionico della pallanuoto. Nella notte si è spento a Napoli Luigi Mannelli, oro con il Settebello a Roma 1960. Il campione azzurro, rimasto sempre molto legato all'ambiente sportivo, aveva partecipato alle celebrazioni per il Cinquantenario di Roma '60, prima alla Sala Convegni del Foro Italico, poi al Salone d'Onore del CONI e poi al Quirinale, ed era stato il principale testimonial della partita Italia-Spagna a Marina Piccola a Capri, davanti ai Faraglioni, il 3 settembre 2015, in occasione dell'amichevole di lusso inserita nel calendario degli eventi promossi dal Consiglio dei Ministri in collaborazione con CONI, Federnuoto ed Expo di Milano al fine di diffondere la sana alimentazione sportiva.
Nato a Napoli il 21 febbraio 1939, cresciuto con la pallanuoto a mare, è stato il più giovane giocatore di pallanuoto alle Olimpiadi: 17 anni e 281 giorni. Giocatore della Canottieri Napoli, vinse l'oro con una formazione storica, composta da Dante Rossi (Sportiva Nervi), Giuseppe D'Altrui (Fiamme Oro), Eraldo Pizzo (Pro Recco), Gianni Lonzi (RN Florentia), Franco Lavoratori (Pro Recco), Danio Bardi (Fiamme Oro), Rosario Parmegiani (RN Pegli), Brunello Spinelli (Fiamme Oro), Salvatore Gionta (SS Lazio Nuoto), Giancarlo Guerrini (SS Lazio Nuoto), Amedeo Ambron (Fiamme Oro); allenatore Endre "Bandy" Zolyomy, commissario tecnico della nazionale dal 1956 al 1965. In carriera partecipò anche alle Olimpiadi di Melbourne 1956 e ai campionati europei di Budapest 1958 con la nazionale quarta in entrambe le occasioni.
I funerali si svolgeranno giovedì 16 marzo alle ore 11 alla Chiesa dei Pallottini a Napoli, nel quartiere Vomero. Il presidente della Federazione Italiana Nuoto Paolo Barelli, i presidenti onorari Salvatore Montella e Lorenzo Ravina, i vicepresidenti Andrea Pieri, Francesco Postiglione e Teresa Frassinetti, il segretario generale Antonello Panza, il presidente del GUG Roberto Petronilli, il consiglio federale, i commissari tecnici del Settebello Alessandro Campagna e del Setterosa Fabio Conti, tutti i settori e gli uffici federali, partecipano al dolore per la perdita del grande campione ed amico "Gigi" e porgono le condoglianze a familiari ed amici, e ai dirigenti della CC Napoli, società nella quale è cresciuto ed ha militato.

Nella foto il presidente del Consiglio Amintore Fanfani, al Quirinale, premia l'atleta Luigi Mannelli olimpionico della pallanuoto (istituto Luce, 27 settembre 1960)

Ultimi 4 articoli FEDERAZIONE