Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Articoli filtrati per data: Settembre 2010 - FIN - Federazione Italiana Nuoto
Tre giorni a Punta del Este con i rappresentanti di 135 federazioni e di 225 aziende per promuovere lo sviluppo delle discipline acquatiche. Tra i relatori il Presidente Barelli, Segretario della Federazione Mondiale

PUNTA DEL ESTE (URU)
La Fédération Internationale de Natation (FINA) ha chiuso in Uruguay la Prima Convention mondiale degli sport acquatici. Tra le decisioni più importanti la nomina di Barcellona quale città ospitante dei Campionati Mondiali 2013 e l'istituzione di un piano di sviluppo per i paesi economicamente meno forti.
"Stiamo orientando la nostra politica verso uno sviluppo armonioso ed equo dell'incremento agonistico-strutturale dell'universo acquatico, con particolare attenzione ai paesi più poveri, a volte persino privi di piscine in cui promuovere progetti tecnici", sottolinea il Presidente della Fina Julio Cesar Maglione, che ha aperto la tre giorni di approfondimenti rivolti per lo più alla necessità di aumentare gli eventi con il coinvolgimento delle amministrazioni regionali e nazionali di ogni nazione, al contributo per la loro diffusione attraverso i mass media, all'ottimizzazione e incremento delle risorse.
Alla Convention di Punta del Este (140 km a est di Montevideo) hanno partecipato i rappresentanti di 135 federazioni affiliate e di 225 aziende attive nell'ambiente acquatico per 457 presenze ufficiali. 
La FINA ha presentato un piano strategico di sviluppo che mira a stimolare la crescita col fine di ridurre le distanze tra i 202 paesi membri. Il convegno si è aperto lunedì scorso con l'elezione della città spagnola di Barcellona quale sede dei Mondiali del 2013, in seguito alla rinuncia di Dubai, che ha comunque confermato standard di elevata qualità in vista dei prossimi Mondiali di nuoto in vasca corta.
La quindicesima edizione dei Campionati di nuoto, sincronizzato, tuffi, pallanuoto e nuoto in acque libere avrà un costo di circa 50 milioni di dollari e tornerà nella capitale catalana dopo la rassegna del 2003 disputata al Palau Sant Jordi del parco del Montjuic.
 
Nel giorno di chiusura della conferenza è stata discussa la proposta di ampliare da tre a cinque membri la costituzione del Comitato Esecutivo che, a partire dal 2011, potrebbe avere un rappresentante per ogni continente. Lo scopo è di incorporare i leader provenienti dall'Africa e dall'Oceania ai già esistenti del Sud America con Maglione Presidente, dell'Asia con Pipat Paniangvait Tesoriere, e dell'Europa con Paolo Barelli Segretario, che nella seconda giornata di lavori ha illustrato la relazione "Securing your income", ovvero come proteggere, ottimizzare ed incrementare le potenzialità economiche delle organizzazioni sportive del movimento acquatico.
 
Inoltre, a Punta del Este, sono state presentate le candidature per i Campionati del Mondo in vasca corta del 2014: Montpellier, Amsterdam, Durban, Seoul - che dovranno ratificare il loro interesse nel mese di novembre - ed è stato ufficializzato che le gare di nuoto delle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 si svolgeranno dal 6 al 13 agosto. Alle Olimpiadi di Londra 2012 sono previsti 900 posti per gli atleti del nuoto attraverso un'unica tabella per i tempi limite, e non più due come in precedenza. Le Nazioni che iscriveranno due atleti gara saranno tenute a rispettare gli OQT, Olympic  Qualification Times; quelle che iscriveranno un solo atleta dovranno rispettare la FOITs, la FINA Olympic Invitation Times. La FINA, inoltre, potrà assegnare delle wild card a seconda dei posti ancora disponibili e in riferimento alla FOITs. Ler migliori dodici staffette dei Mondiali di Shangai saranno direttamente qualificate; gli altri quattro posti saranno assegnati in relazione alle graduatorie mondiali.
 
Tra i relatori del Primo World Aquatics Convention eccelleva la presenza di Carlos Nuzman, presidente del Comitato Organizzatore dei Giochi Olimpici di Rio de Janeiro 2016. Nuzman ha evidenziato i progressi dei lavori in vista dell'evento: il 20% dei cantieri saranno temporanei e l'80% rimarrà in eredità al Brasile, di cui il 54% già esistente con un ulteriore 26% in fase di costruzione.
  
La prossima Convention è prevista per il mese di ottobre del 2012, all'indomani dei Giochi Olimpici di Londra, per valutare i risultati ottenuti dalla strategia FINA e approfondire ulteriormente le tematiche relative alla promozione delle discipline acquatiche.
 
consulta lo speciale della FINA






La rassegna iridata torna nella capitale catalana dopo 10 anni. Lo ha deciso all'unanimità il bureau della FINA, a Punta del Este per la 1^ edizione del Congresso Internazionale. Barelli: "Sede prestigiosa dopo la rinuncia di Dubai"

PUNTA DEL ESTE (URUGUAY)
I campionati mondiali delle discipline acquatiche, in programma nel 2013, si svolgeranno a Barcellona, così come nel 2003. Lo ha deciso il bureau della Federation Internationale de Natation, riunitosi a Punta del Este, in Uruguay, dov'è in corso la prima edizione della World Aquatics Convention.
Le gare della 15esima edizione dei Mondiali si svolgeranno al parco del Montjuic. "Barcellona ha grandi tradizioni sportive ed è una città in crescita sotto il profilo sportivo, culturale ed economico - afferma il Segretario Onorario della FINA, nonché Presidente della FIN, Paolo Barelli - Abbiamo deciso di premiare la candidatura di Barcellona all'unanimità perché il comitato organizzatore ha già firmato un compromesso che garantisce gli standard richiesti dalla FINA. Il 2013 è vicino e, dopo la rinuncia di Dubai, aver assicurato una sede così prestigiosa ai Mondiali è un successo per tutto il movimento. La federazione spagnola, inoltre, è sempre stata in stretta collaborazione con la Federnuoto nella promozione e diffusione delle discipline acquatiche anche in ambito europeo e nel bacino del Mediterraneo".
Dubai, nel contempo, ha confermato l'elevato standard organizzativo dei campionati mondiali di nuoto in vasca corta in programma il prossimo dicembre.
Nella tarda serata italiana il Presidente della FINA Julio Maglione aprirà la Conferenza Mondiale, a cui prenderanno parte oltre 400 partecipanti in rappresentanza di tutti i continenti e delle 202 federazioni affiliate per un confronto privo di confini che verterà su tutte le tematiche inerenti le discipline acquatiche, con particolare riferimento alle aree del management, della promozione e dell'organizzazione dei grandi eventi. Martedì 28, alle 17.50 locali, alle 22.50 italiane, il Presidente Barelli illustrerà la relazione "Securing your income", ovvero come proteggere, ottimizzare ed incrementare le potenzialità economiche delle organizzazioni sportive del movimento acquatico.
 
consulta lo speciale della FINA





Martedì, 14 Settembre 2010

Ciao Franco La FIN saluta Sardellitto

Si è spento a Roma l'ultimo grande maestro della pallanuoto laziale e nazionale. Avrebbe compiuto 78 anni il 6 ottobre. Il Presidente Barelli si stringe ai familiari. Il 15 settembre i funerali

ROMA
Franco Sardellitto ci ha lasciati questa mattina. Ci ha salutati e noi che lo abbiamo conosciuto ricorderemo sempre il suo sorriso. La figura austera ma rassicurante sul bordo della piscina intenta ad insegnare la pallanuoto, la passione profonda a cui ha dedicato la propria vita. Franco è nato ad Anzio (Roma) il 6 ottobre 1932. Tra poco più di venti giorni avrebbe compiuto 78 anni. Istruttore e allenatore di pallanuoto fin dagli anni settanta, ha lavorato presso i Centri FIN di Roma dal 1976. E’ stato tecnico di club nella AS Roma, nella SS Lazio, nel NC Balduina, e nella Libertas San Saba e dal 2003 è stato anche dirigente dell’Europa Sporting Association. Nel 1994 ha ricevuto dal CONI la Croce al merito sportivo. 
Sposato con Criseide e padre di Maria Augusta e Antonella, alle quali ha tramandato la grande passione e la profonda dedizione per gli sport d’acqua: Maria Augusta, ex agonista di nuoto, impiegata Coni, in servizio presso la Federazione Italiana Nuoto e nuotatrice master e Antonella, arbitro di pallanuoto in serie A.
Il Presidente della Federazione Italiana Nuoto Paolo Barelli, il Segretario Generale Antonello Panza, i Vicepresidenti Paolo Colica, Salvatore Montella e Lorenzo Ravina, l’intero Consiglio Federale, il Gruppo Ufficiali di Gara, il Settore Istruzione Tecnica, il Comitato Regionale Lazio FIN e tutti gli impiegati e collaboratori della Federazione Italiana Nuoto si uniscono al dolore della moglie Criseide e delle figlie Maria Augusta e Antonella, della famiglia, degli amici più cari, dei giocatori, allenatori e dirigenti di società e di tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo.
Dopo Alfio Flores e Camillo De Giovanni ci ha lasciato l’ultimo maestro della pallanuoto romana e nazionale.
Ciao Franco. Grazie.
 
Una vita trascorsa in piscina
Franco Sardellitto ha iniziato a giocare a pallanuoto ad Anzio, sua città natale, nella storica piscina di via Nettunense. Ha intrapreso la carriera di tecnico di club nel 1978. Le energie maggiori le ha concentrate nei Centri FIN di Roma, ai quali teneva in modo particolare e a cui si è dedicato con tutta la generosità e la professionalità che lo hanno contraddistinto. Tra i campioni più affermati che sono cresciuti con lui, che gli sono rimasti legati e che, terminata l’attività agonistica, hanno seguito le orme di allenatore: Massimiliano Ferretti, Cristiano Ciocchetti, Alessandro Duspiva, Ferdinando Pesci, Pierluigi Formiconi, Luciano e Franco Russo.   
Nell’era di internet, a lui che è sempre stato un passo avanti agli altri, i suoi allievi gli hanno dedicato un gruppo su Facebook - “Quelli de Franco Sardellitto” – con foto e discussioni che ripercorrono alcuni dei momenti più significativi della sua carriera. “Se sbajavi un passaggio” e “testa alta e uscire” sono soltanto due degli argomenti di discussione che i suoi ragazzi affrontano dimostrando con simpatia il grande affetto e la stima che Franco ha meritato durante tutte le ore (davvero tante) trascorse sul bordo vasca.
    
I funerali
La cerimonia funebre è in programma domani, 15 settembre, alle ore 11.00 presso la Chiesa di S. Gioacchino, Piazza dei Quiriti, Roma.






Il Presidente della Repubblica, in occasione delle celebrazioni dei 50 anni di Roma ’60, abbraccia il 10 settembre i vincitori Olimpici e Paralimpici. Barelli guida la delegazione della FIN

ROMA
Il Quirinale celebra la storia delle Olimpiadi. Venerdì 10 settembre, alle 17.00, nei Giardini del Quirinale, tutti i Campioni Olimpici e Paralimpici estivi ed invernali della storia sportiva italiana, unitamente ai medagliati dei Giochi Olimpici di Roma 1960, saranno ricevuti dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
La cerimonia verrà trasmessa in diretta televisiva su Raidue a partire dalle 17.05. Il Presidente Paolo Barelli, che rientrerà appositamente da Zagabria, dove sta seguendo le squadre azzurre impegnate nei Campionati Europei di pallanuoto, guiderà la delegazione della Federazione Italiana Nuoto composta dagli olimpionici del Settebello a Roma 1960 e Barcellona 1992, del Setterosa di Atene 2004, Federica Pellegrini, Massimiliano Rosolino e Domenico Fioravanti. Saranno presenti anche gli Azzurrini medagliati alla recente prima edizione dell'Olimpiade giovanile di Singapore, accompagnati dal tecnico responsabile Walter Bolognani.
 
LA DELEGAZIONE DELLA FIN
 
Presidente - Sen. Paolo Barelli
Segretario Generale - Dott. Antonello Panza
Tecnico responsabile Naz. giovanili di Nuoto - Walter Bolognani
 

MEDAGLIATI D'ORO
 
XVII Olimpiade - Roma 1960
 
Pallanuoto Maschile 
Ambron Amedeo         
D'altrui  Giuseppe       
Gionta  Salvatore      
Guerrini Giancarlo     
Lonzi    Gianni 
Mannelli Luigi
Pizzo    Eraldo 
Rossi    Dante 
Spinelli Brunello  
 
XXV Olimpiade - Barcellona 1992  
 

Pallanuoto Maschile   
Averaimo Gianni
D'altrui  Marco
Gandolfi Ferdinando
Porzio Giuseppe
Silipo Carlo 
 
XXVII Olimpiade - Sydney 2000 

 

Nuoto        
Fioravanti Domenico
Rosolino Massimiliano              
 
XXVIII Olimpiade - Atene 2004
 
Pallanuoto F
Allucci Carmela 
Araujo Alexsandra  
Bosurgi Silvia 
Di Mario Tania
Grego Melania Breno
Malato Giusi
Miceli Martina
Ragusa Cinzia
Toth Noemi 
 
XXIX Olimpiade - Pechino 2008    
 
Nuoto                                         
Pellegrini Federica
 
I Olimpiade Giovanile - Singapore 2010
 
Nuoto
Carraro Martina
Bizzarri Flavio
Romani Tommaso
Di Liddo Elena

    

Vai al comunicato del CONI