Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Articoli filtrati per data: Dicembre 2010 - FIN - Federazione Italiana Nuoto
"Un 2010 da sette. Siamo prudenti, abbiamo ritrovato il Settebello, tante speranze nei tuffi. Pellegrini resta una purosangue, mentre Scozzoli la rivelazione. Siamo fiduciosi per il futuro".

ROMA
(fonte ITALPRESS) - "Alla nostra stagione do un bel sette. Un voto basso? In questo siamo sempre prudenti, un po' tirati. Restiamo con i piedi per terra". Il presidente della Federnuoto Paolo Barelli traccia, in un'intervista esclusiva all'ITALPRESS, il bilancio di una stagione che va in archivio più che positivamente per la sua federazione. "Abbiamo ritrovato una squadra di pallanuoto maschile competitiva a livello mondiale - spiega Barelli, senatore del Pdl - Nel settore tuffi abbiamo ragazzi che ci fanno ben sperare per i prossimi due anni, mentre nel nuoto sono venuti fuori Scozzoli ed altri giovani molto interessanti che ci fanno essere fiduciosi per il futuro". L'anno si è chiuso però con un "caso Pellegrini", alimentato dal divorzio dal tecnico Morini dopo un Mondiale indoor al di sotto delle attese:
"Dal punto di vista tecnico-sportivo, Federica chiude una stagione eccezionale per le risultanze cronometriche. Ha sempre le migliori prestazioni mondiali su 200 e 400 stile libero, e questo è un dato indispensabile per misurare lo stato di un' atleta. La sua stagione ha anche affermato la sua umanità, il fatto che non e' una donna bionica: Federica è una purosangue ed ha bisogno di ragionare a freddo dopo l'improvvisa rottura con il tecnico da lei scelto. E' stato un fulmine a ciel sereno ma non mi sento di darle consigli per il futuro".
Se il ritorno di Alessia Filippi con vittoria agli assoluti di Riccione è un segnale di come la campionessa romana abbia ritrovato gli stimoli giusti, Barelli è gia' concentrato sugli impegni di un 2011 duro sotto ogni punto di vista: "Sarà un anno particolare, delicato, perchè la Nazionale maschile già si potrebbe giocare la qualificazione alle Olimpiadi nella finale di World League a Firenze e ai Mondiali di Shanghai a luglio. Sarà una stagione delicata anche per il Setterosa, atteso ai Mondiali e, nel 2012, agli Europei e qualificazione olimpica. Nel nuoto, poi, stiamo vivendo un ricambio generazionale, però abbiamo trovato un ottimo Scozzoli, un atleta che, sino a qualche mese fa, nessuno sapeva esistesse. E poi, attenzione a Magnini, un fuoriclasse che sarà fondamentale per le nostre staffette e che ha voglia di tornare all'apice". Insomma, il futuro prossimo della Federnuoto sarà denso di appuntamenti e ricco di scommesse: "Noi pero' siamo sempre fiduciosi, perchè alla fine il lavoro paga", chiosa Barelli, certo che gia' nel 2011 si raccoglierà quanto seminato recentemente.






I bilanci dei commissari tecnici Cagnotto e Giuliani e del direttore tecnico De Renzis. Un anno ricco di soddisfazioni e medaglie, che ci proietta verso Shanghai 2011

ROMA
Dopo Roma 2009, prima di Shanghai 2011. Analizziamo il 2010 delle discipline acquatiche, che è ruotato attorno agli Europei di Budapest, insieme ai responsabili tecnici della Nazionali di tuffi, nuoto sincronizzato e nuoto di fondo.
 
IL 2010 DEI TUFFI - parla il Ct Giorgio Cagnotto
Europei di Budapest 2010: 2 ori e 1 argento
 
"Nell'insieme il 2010 è stato un anno positivo. Era l'anno dopo i Mondiali di Roma 2009 e, da questo punto di vista, è stata un'annata più tranquilla. C'è un pizzico di rammarico perché, per quanto fatto, a Budapest poteva scapparci qualche medaglia in più. Il grande successo, però, è stato il Grand Prix Fina a Bolzano, per l'entusiasmo del pubblico che ha affollato la piscina e per l'efficienza nell'organizzazione della manifestazione. A livello giovanile siamo soddisfatti per quanto fatto dai nostri ragazzi alle Olimpiadi giovanili di Singapore e ai Mondiali di Tucson; ci confrontiamo con nazioni dalle grandi potenzialità. Ci sono comunque le premesse perché si guardi al 2011 con grande fiducia. Affronteremo prima gli Europei di specialità di Torino, che dal punto di vista tecnico hanno lo stesso valore di un Europeo tradizionale, e poi i Mondiali di Shanghai, dove avremo la prima chance di qualificarci alle Olimpiadi di Londra".
 
IL 2010 DEL SINCRO - PARLA IL DT LAURA DE RENZIS
 
"Siamo in un momento di crescita generale dal punto di vista tecnico, anche grazie all'inserimento nello staff del tecnico Yumiko Tomomatsu. Forse nei momenti cruciali è mancata un pizzico di condizione atletica, anche se gli Europei sono stati in linea con le previsioni. Anche dal punto di vista giovanile abbiamo notato diverse atlete dal grande potenziale che dovremo seguire nel prossimo futuro. Nella stagione che è alle porte, e che culminerà con i Mondiali di Shanghai, abbiamo programmato un numero maggiore di collegiali che ci daranno modo di lavorare di più sulla tecnica, sulla condizione e sulle coreografie. L'obiettivo è quello di migliorare e proseguire il trend di crescita degli ultimi anni".
 
IL 2010 DEL FONDO - PARLA IL CT MASSIMO GIULIANI
Mondiali di Roberval 2010: 2 ori e 3 argenti
Europei di Budapest 2010: 2 ori, 4 argenti e 2 bronzi

 
"Il nostro 2010 è stato davvero molto bello, a partire dalla considerazione che per la prima volta nella nostra storia abbiamo vinto sia il medagliere che la classifica per nazioni dei Mondiali e degli Europei. Ma ci sono anche altri dati rilevanti: tra Roberval e Budapest siamo saliti sul podio con più della metà del gruppo; i ragazzi hanno mantenuto una condizione atletica e un livello di concentrazione ottimali nonostante le due manifestazioni ravvicinate e in condizioni opposte (acque gelide in Canada, calde in Ungheria, ndr), segno della grande professionalità che contraddistingue questa squadra e della bontà del lavoro svolto soprattutto negli ultimi 2 anni. La nostra disciplina è in continua crescita: dopo l'esordio alle Olimpiadi nel 2008 a Pechino avremo anche le Universiadi l'anno prossimo e i Mondiali giovanili nel 2012. Proprio l'anno prossimo sarà fondamentale: vogliamo proseguire il trend positivo di questi ultimi anni per ottenere, già a Shanghai, la qualificazione a Londra 2012, obiettivo principe del quadriennio".





Mercoledì, 15 Dicembre 2010

Bureau della FINA Tutte le decisioni

Il Presidente Barelli ringrazia l'organismo mondiale per "l'assegnazione di eventi prestigiosi" e il Presidente della Regione Sicilia, Lombardo "per l'impegno profuso per la diffusione degli sport acquatici"

DUBAI
La Federation International de Natation ha diramato un comunicato stampa con cui sintetizza le decisioni adottate dal Bureau riunitosi a Dubai, in occasione della decima edizione dei Mondiali di nuoto in vasca corta. Tra queste spiccano le assegnazioni all'Italia del torneo di qualificazione olimpica di pallanuoto femminile, che si svolgerà nel 2012, e della 12esima edizione dei Mondiali di nuoto in vasca corta, in programma a Catania dal 10 al 14 dicembre.
Assegnati anche ad Edmonton (Canada) il torneo di qualificazione olimpica di pallanuoto maschile del 2012, a Setubal (Portogallo) le maratone in acque libere di qualificazione olimpica del 2012, a Casablanca (Marocco) la quarta edizione dei Mondiali giovanili di nuoto del 2013.
La FINA annuncia, inoltre, la creazione di una scuola per giudici di nuoto in acque libere, come già esiste nell'ambito di pallanuoto, tuffi e nuoto sincronizzato - cosicché per diventare giudice internazionale di nuoto in acque libere bisognerà superare un esame - e la rivisitazione del regolamento dei tornei della pallanuoto dei FINA World Championships a partire dall'edizione del 2013 con le Nazionali eliminate che lasceranno anzitempo il torneo.
Altre decisioni importanti adottate, l'elezione del keniano Ben Ekumbo, in rappresentanza dell'Africa, nel bureau, e la nomina dell'ungherese Gergely Csurka a membro della commissione stampa.
La FINA, infine, comunica di aver ricevuto segnalazioni positive relative alla preparazione dei prossimi appuntamenti: il XIV FINA World Championships di Shanghai 2011, il III FINA World Swimming Championships Junior di Lima nel 2011, gli XI Campionati Mondiali di Nuoto FINA (25m) ad Istanbul nel 2012 e la XV edizione dei Mondiali di nuoto di Barcellona 2013. Presentata anche una relazione sui Giochi Olimpici di Londra 2012, da cui emerge che il bureau sta lavorando in stretta collaborazione con CIO e LOCOG (Comitato Organizzatore) per garantire l'esposizione ottimale degli sport acquatici alle Olimpiadi di Londra 2012.
Il meeting si è aperto con un minuto di silenzio in memoria di Fran Crippen, il nuotatore statunitense in acque libere, tragicamente scomparso lo scorso 23 ottobre durante la tappa della Coppa del Mondo di Fujairah, negli Emirati Arabi.
 
Il Presidente della Federnuoto Paolo Barelli, nonché Segretario Onorario della FINA, coglie l'occasione per ringraziare con orgoglio "l'organismo internazionale per la fiducia che, attraverso le assegnazioni di manifestazioni tanto prestigiose, dimostra di avere nella Federnuoto" e ribadisce come "i Mondiali di nuoto in vasca corta che si svolgeranno a Catania 2014 saranno l'apice di una serie di eventi che l'Italia ospiterà coinvolgendo le eccellenze professionali dell'universo federale e degli Enti Locali". In tal senso ringrazia "il Presidente della Regione Sicilia, Raffaele Lombardo e l'Assessore allo Sport, Turismo e Spettacolo, Daniele Tranchida, che hanno fortemente voluto questa manifestazione per proseguire nell'opera di diffusione degli sport acquatici sul territorio, garantendo il sostegno economico necessario per l'organizzazione di un evento che consentirà, attraverso l'impegno della Città di Catania, di riconsegnare ai cittadini il complesso PalaNesima. La Regione Sicilia - conclude Barelli - sta dimostrando coi fatti di essere vicina alle esigenze della popolazione isolana investendo nella promozione dello sport di base con il progetto di riqualificazione infrastrutturale e l'organizzazione di manifestazioni prestigiose che alimenteranno emulazione ed aggregazione".  
 
il comunicato della FINA