Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Articoli filtrati per data: Ottobre 2010 - FIN - Federazione Italiana Nuoto
L'ex campione, prima medaglia olimpica maschile del nuoto azzurro, è tra i 45 mila partecipanti della tradizionale gara americana. Il 4 novembre la partenza per gli States, il 7 alle 9.40 lo start

ROMA
Stefano Battistelli alla Maratona di New York. L'ex nuotatore azzurro, bronzo alle Olimpiadi di Seoul 1988 e Barcellona 1992, rispettivamente nei 400 misti e 200 dorso, oggi 40enne, è tra i 45 mila iscritti che domenica 7 novembre parteciperanno alla maratona più famosa al mondo. Partenza alle ore 9.40 dal ponte di Verrazzano, percorso impegnativo che attraverserà tutti i quartieri della Grande Mela per 42 chilometri e 195 metri.
L'Italia si presenta con la squadra di podisti più numerosa dell'edizione (3972 tra uomini e donne) tra i quali figurano anche senatori e deputati. Tra gli iscritti più famosi, con Stefano Battistelli, ci sono l'ex ciclista Davide Cassani, il pilota automobilistico Alex Zanardi che correrà in carrozzina, i deejay Pasquale Di Molfetta, meglio conosciuto come "Linus" e Ferdy Colloca, ex mezzofondista azzurro e tra i vip è stato annunciato Lapo Elkann.
Stefano Battistelli, consigliere del Comitato Regionale Lazio della FIN e del Gruppo Nuoto Fiamme Gialle e nuotatore master per lo Sporting Palace Roma, si sta preperando alla maratona da agosto. "Il nuoto resta sempre lo sport numero uno, che continuo a praticare, e l'acqua il mio habitat preferito - spiega l'ex pluricampione e primatista italiano dei 400 misti, 100 e 200 dorso e 1500 stile libero, che detiene ancora i primati nazionali categoria ragazzi degli 800 e 1500 stile libero con 8'06"12 e 15'14"80 (Madrid 1986) - ma mi piace anche correre. Ho iniziato l'anno scorso con la maratona Roma-Ostia e mi sto allenando con gli atleti della All Star di Ostia. L'obiettivo è quello di arrivare alla fine ma non sarà facile: 42 chilometri sono tanti". Battistelli partirà per New York il 4 e rientrerà a Roma il 9 novembre. "Porterò la mia famiglia - aggiunge - e sarà anche l'occasione per fare una vacanza".  
 
STEFANO BATTISTELLI nasce a Roma il 6 marzo 1970, sposato con Alessia, è padre di due bambini, Beatrice ed Emanuele. Cresciuto nel Domar Sporting Club con il tecnico Ivo Ferretti, esordisce nella Nazionale juniores agli Europei di Ginevra del 1985 mettendosi subito in evidenza con un oro, un argento e un bronzo e per la sua ecletticità che lo porterà in carriera a detenere i primati italiani nei 400 misti, 100 e 200 dorso e 1500 stile libero. L'anno successivo il salto in Nazionale assoluta e subito il Mondiale di Madrid con l'argento nei 1500. "Bibi" partecipa ad altre tre edizioni iridate: a Perth nel 1991 conquista l'argento nei 200 dorso e il bronzo nei 400 misti e con la staffetta 4x200 stile libero, poi è tra gli Azzurri di Roma 1994 e Perth 1998. Alle Olimpiadi esordisce con il bronzo nei 400 misti a Seoul 1988, prima medaglia olimpica conquistata da un nuotatore italiano nella storia dei Giochi, e si ripete a Barcellona nel 1992 con il bronzo nei 200 dorso e il quinto posto con la 4x200 stile libero. Ricca di successi anche la storia di Battistelli agli Europei. Partecipa a sei edizioni: Strasburgo 1987, Bonn 1989 con l'oro nei 200 dorso e la 4x200 stile libero e il bronzo nei 400 misti e la 4x100 mista, Atene 1991 con l'argento con la 4x200 stile libero, Sheffield 1993, Vienna 1995 e Siviglia 1997.





Il Presidente Barelli e l'amministratore delegato dell'azienda Brandolini ufficializzano a Milano l'accordo di sponsorizzazione. Testimonial Cagnotto, e Kostner

MILANO
Questa mattina a Milano, presso l'hotel Four Season, il Presidente della Federazione Italiana Nuoto Paolo Barelli e l'amministratore delegato di Herbalife Marco Brandolini hanno presentato l'accordo di sponsorizzazione tra la FIN e il brand statunitense, che entra a far parte della famiglia del nuoto italiano.
La nuova partnership, che unisce due brand leader nei rispettivi settori, è stata ratificata nel corso della conferenza "Le sponsorizzazioni sportive - Herbalife 2010/11", con Herbalife divenuta anche fornitore nutrizionale ufficiale di Tania Cagnotto e sponsor ufficiale di Carolina Kostner.
Fondata nel 1980 a Los Angeles, Herbalife Ltd. è tra le prime aziende al mondo nell'ambito della vendita diretta. Commercializza i suoi prodotti in 73 Paesi attraverso un network di circa 2 milioni di distributori indipendenti. Sin dalla creazione, il core business di Herbalife è rappresentato dalla distribuzione di prodotti per il controllo del peso e per l'integrazione alimentare. Negli ultimi anni, l'attenzione dell'azienda alla corretta nutrizione e al benessere è notevolmente cresciuta. Principi da sempre sostenuti dalla Federazione Italiana Nuoto che è impegnata quotidianamente nella ricerca e nello sviluppo delle migliori sinergie che valorizzino il benessere fisico insieme a uno stile di vita attivo e sano, sostenuto da una buona nutrizione.
 
HERBALIFE NELLO SPORT: Herbalife sponsorizza atleti, squadre e più di 60 eventi sportivi nel mondo. Herbalife è sponsor della squadra di calcio dei Los Angeles Galaxy ed è fornitore ufficiale dell’organizzazione di calcio giovanile AYSO. In Europa Herbalife è sponsor nutrizionale della squadra di calcio francese FC Strasburgo, così come di altri team e atleti emergenti nei rispettivi sport. Tra gli eventi sponsorizzati l’East West Bank Classic, il Tour Amgen della California negli Stati Uniti, Tornei di tennis in Giappone, gare di barche a Hong Kong e di badminton nelle Filippine. Molti atleti sponsorizzati da Herbalife hanno gareggiato alle Olimpiadi di Pechino 2008, tra cui l'ungherese Attila Vajda oro nella canoa. A partire dal 2010, per 3 stagioni calcistiche consecutive, Herbalife è Fornitore Nutrizionale Ufficiale del Barcellona FC e del campione Lionel Messi. Due collaborazioni particolarmente importanti per il loro risvolto benefico: parte dell’ammontare dell’accordo con il Barcellona FC è infatti destinato alla FCB Foundation, che lavora per aiutare i bambini meno fortunati di tutto il mondo, mentre la collaborazione con Messi punta a sostenere iniziative che supportino l’educazione e la nutrizione infantile. In Italia, dalla stagione 2009/2010, Herbalife è fornitore nutrizionale ufficiale della Montepaschi Mens Sana Basket; dal 2010/2011 diviene sostenitore della Federazione Italiana Nuoto, fornitore nutrizionale ufficiale di Tania Cagnotto e sponsor ufficiale di Carolina Kostner. In passato, l’Azienda è stata fornitore nutrizionale dell’Inter con l’innovativo H3O Pro bevanda isotonica. Ha inoltre sponsorizzato le campionesse di beach volley Daniela Gattelli e Lucilla Perrotta ed è stata tra i main sponsor della MilanoCity Marathon, del Campionato italiano di Beach volley e di Gazzetta Run, il circuito nazionale di maratona organizzato da La Gazzetta dello Sport e RCS.
  
“Siamo estremamente lieti di annunciare questi nuovi rapporti di collaborazione, coerenti con la visione aziendale di  un concetto di benessere a tutto tondo e uno stile di vita sano e attivo, visione e valori propri del mondo dello sport” afferma Marco Brandolini, AD Herbalife Italia e Vice President South Europe. “Parte integrante delle nostre sponsorizzazioni è anche quello di cooperare alla definizione di un programma nutrizionale specifico per l’atleta grazie al supporto del nostro Comitato Scientifico, presieduto da medici e scienziati di fama internazionale”.
Valori che hanno condotto Herbalife a sostenere i progetti socio-sportivi della Federazione Italiana Nuoto - vincitrice complessivamente di 33 medaglie olimpiche, 88 mondiali e 260 europee in vasca lunga e promotrice di attività dalla spiccata valenza educativa - e di Tania Cagnotto, regina dei tuffi dall’innata eleganza, che con la forza della sua determinazione è divenuta la prima tuffatrice italiana ad aver conquistato la medaglia iridata: bronzo nel trampolino 3m a Montreal 2005, Melbourne 2007 e Roma 2009, dove ha anche vinto con Francesca Dallapè l'argento nel sincro trampolino.
 
Una collaborazione che genera anche la soddisfazione del Presidente della FIN Paolo Barelli: "Siamo orgogliosi di legare il nostro marchio a quello di Herbalife, azienda leader nel mondo della nutrizione e della cura della salute che sposa in gran parte la nostra mission: promuovere lo sviluppo delle specialità acquatiche e la conoscenza della cultura dell'acqua in seno alle famiglie italiane per accrescere l'equilibrio psico-fisico e il benessere di tutti i praticanti, attraverso discipline sportive che fondano le proprie radici nel sociale. La Federazione Italiana Nuoto ha una storia già secolare, scritta da storiche società, che con impegno, sacrificio e professionalità ci hanno aiutato ad incrementare il numero dei praticanti sino ai 5.700.000 di oggi, circa un decimo della popolazione. Attualmente la FIN conta 1.477 società affiliate per 2500 impianti, con 529 scuole nuoto federali per 104.704 atleti, 1.244.000 tesserati nelle scuole nuoto federali su 1.433.747 totali, seguiti da 24.527 tecnici, 9.245 dirigenti e 3.042 ufficiali gara. Inoltre forma e aggiorna i 73.000 assistenti bagnanti che assicurano la salvaguardia umana negli specchi d'acqua e nei mari di un Pease con 5.017 chilometri di costa balneabile. Numeri che evidenziano i risultati del lavoro federale in ambito promozionale, sportivo e sociale, e che si coniugano perfettamente con Herbalife che da oltre 25 anni aiuta le persone a migliorare la propria vita dispensando benessere e felicità. Questo connubio fornirà un ulteriore impulso per promuovere la nostra mission attraverso i campioni della Federazione Italiana Nuoto e l'attività internazionale di Herbalife".
“Mi è subito piaciuto l’obiettivo di Herbalife di diffondere i principi della buona nutrizione” continua Tania Cagnotto. “Adottare sane abitudini alimentari è fondamentale per uno sportivo: è il primo passo  per sentirsi in equilibrio e riuscire a dare il massimo in gara. La disciplina dei tuffi richiede molta concentrazione e forza muscolare ed io sto pian piano scoprendo come molti integratori Herbalife, quali la bevanda isotonica e l’Energy drink, possano essere di grande aiuto nelle lunghe sedute di allenamento”.
    
FIN MISSION. La Federazione Italiana Nuoto, fondata nel 1899 come Federazione Rari Nantes, entra nel Comitato Olimpico Nazionale Italiano come FIN nel 1928 con lo scopo di promuovere, organizzare, disciplinare e diffondere le specialità acquatiche sul territorio nazionale; è legata alla Federation International de Natation (FINA), massimo organo mondiale delle attività natatorie, alla Ligue Européenne de Natation (LEN), equivalente organo europeo, ed è affiliata alla International Life Saving (ILS) e alla International Life Saving Europe (ILSE), alla Confederation Méditerranéenne de Natation (COMEN) e alla Confederacion Latina de Natacion (COLAN).
Le discipline che fanno riferimento alla FIN sono tutte d'interesse olimpico - nuoto, pallanuoto, tuffi, nuoto sincronizzato e nuoto in acque libere - ad eccezione del nuoto per salvamento, che rappresenta la parte agonistica del settore didattico votato alla formazione degli assistenti bagnanti per contribuire, con le Istituzioni preposte, al controllo delle coste, dei corsi e specchi d'acqua, alla salvaguardia della vita umana. 
Le stime più recenti indicano in 5.700.000 i praticanti delle discipline acquatiche, ovvero quasi il 10% della popolazione italiana, attraverso 1.477 società affiliate per 2500 impianti, con 529 scuole nuoto federali per 104.704 atleti (51.257 agonisti, 15.430 master, 38.017 propaganda), 1.244.000 tesserati nelle scuole nuoto federali su 1.433.747 totali, seguiti da  24.527 tecnici, 9.245 dirigenti e 3.042 ufficiali gara. Gli assistenti bagnanti formati dalla FIN, che si occupano di controllare mari, laghi e corsi d'acqua nazionali sono circa 73.000.
A questa immensa base, in crescita giorno dopo giorno grazie all'impegno della federazione centrale, dei comitati regionali e provinciali e delle Società, si devono i risultati agonistici delle Squadre Nazionali che promuovono l'interesse delle Istituzioni, dei Media e dei Mercati.
Nel corso della sua storia, la Federazione Italiana Nuoto ha conquistato 33 medaglie olimpiche, 88 mondiali e 260 europee in vasca lunga.
Se l'espressione più evidente della salute della Federazione Italiana Nuoto è rappresentata dalle medaglie internazionali, non bisogna assolutamente dimenticare la valenza educativa delle sue discipline, che assommano ai benefici dello sport e al benessere della salute anche la sicurezza derivante dalla conoscenza dell'elemento acqua, funzionale ad un paese con 7.375 km di coste, di cui 5.017 balneabili.
Come precedentemente accennato, un altro immenso tesoro della FIN è la Sezione Nuoto per Salvamento, che promuove la cultura dell’acqua, unitamente alle tecniche di prevenzione e pronto intervento, al fine di garantire la sicurezza nei fiumi, laghi, mari e piscine del nostro territorio, in collaborazione col Comando Generale delle Capitanerie di Porto, del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile, del Ministero dell’Interno, del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, delle Forze Armate, dei Corpi dello Stato e della Croce Rossa Italiana. Anche grazie all'impegno della FIN le morti per annegamento e sommersione sono drasticamente diminuite negli ultimi 50 anni.
Tra i mezzi di diffusione e promozione delle attività della FIN rientrano anche la formazione e l'aggiornamento di tecnici, ufficiali gara, gestori e assistenti bagnanti, così come la preparazione e attivazione di campagne pubblicitarie votate alla prevenzione e repressione dell'uso di sostanze dopanti e/o dannose, e di iniziative di marketing miranti a migliorare la conoscenza della attività natatorie presso il grande pubblico.
Inoltre, nella piena conoscenza dell'evolversi delle legislazioni internazionali, nazionali e su base locale, la FIN si pone come consulente prioritario a beneficio di tutti i propri affiliati per l'elaborazione e la finalizzazione di accordi con altri enti pubblici o privati per il potenziamento dell’impiantistica sportiva.
La Federazione Italiana Nuoto ha sede a Roma, ma è presente su tutto il territorio attraverso 20 comitati regionali e molteplici rappresentanti e fiduciari locali.