Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Articoli filtrati per data: Febbraio 2009 - FIN - Federazione Italiana Nuoto
La Federazione Italiana Nuoto piange l'amico Candido, Direttore storico della Gazzetta dello Sport deceduto a 78 anni per un'emorragia celebrale. Oggi la camera ardente in Clinica, domani in via Solferino, a Milano

ROMA
Se n'è andato un pezzo di storia del giornalismo. Candido Cannavò, catanese, classe 1930, per diciannove anni al timone della Gazzetta dello Sport, è deceduto dopo un grave malore accusato il 19 febbraio quando era nellla sede della "rosea" in piena attività lavorativa, intento a regalarci una nuova preziosa rubrica, un nuovo memorabile editoriale.
Cannavò ha iniziato come giornalista sportivo al quotidiano "La Sicilia" a diciannove anni. Dal 1952 al 1955 ha ricoperto la carica di Presidente del Cus Catania. Nel 1955 è stato ingaggiato come corrispondente da "La Gazzetta dello Sport". Successivamente è diventato anche inviato speciale e tra le manifestazioni di cui si è occupato si ricordano molteplici Mondiali di calcio e Giri d'Italia e ben 9 edizioni dei Giochi Olimpici.
Nel 1981 è diventato Vicedirettore, poi Condirettore e nel 1983 è succeduto a Gino Palumbo come Direttore responsabile del quotidiano. È rimasto in carica 19 anni, fino al 2002, quando è stato sostituito da Pietro Calabrese.
Durante la sua carica, la Gazzetta dello Sport si è consolidata come maggiore quotidiano sportivo italiano, ha iniziato la pubblicazione del settimanale Sportweek e ha aperto il proprio sito web. Fino a oggi era opinionista ed editorialista per la Gazzetta dello Sport e curava le rubriche "Candidamente" e "Fatemi capire". È il padre del giornalista Alessandro Cannavò, redattore capo al Corriere della Sera.
Il suo impegno è andato al di là dello sport. Da sempre si è occupato dei problemi della società, soprattutto della sua terra, e da quando ha smesso di dirigere la Gazzetta dello Sport ha pubblicato la sua biografia e tre saggi, che narrano la situazione delle prigioni italiane, dei disabili e dei senzatetto. Il primo giugno del 2002 è stato insignito dall'allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi dell'onorificenza di "Grande Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana".
Frattanto è già stata allestita una camera ardente all'interno della Clinica Santa Rita, a Milano, dove oggi sarà possibile rendere l’ultimo saluto al Direttore dalle 14 alle 21. Domani, dalle 9, la salma sarà trasferita alla camera ardente allestita nella sede Rcs di via Solferino 26, Sala Montanelli.
  
La Federazione Italiana Nuoto e l'intero mondo delle discipline acquatiche, nel nome del suo Presidente Paolo Barelli e del Consiglio Federale, ne piangono la scomparsa sottolineando l'eticità ed il rigore morale che hanno sempre accompagnato la vita di Candido Cannavò e le pagine memorabili di giornalismo che ci ha lasciato in eredità.
 






Il Presidente Barelli presenta la rassegna iridata di nuoto, pallanuoto, tuffi, nuoto sincronizzato e nuoto in acque libere; il Vice Sindaco di Roma Cutrufo illustra i programmi per il turismo messi in atto dalla Capitale

MILANO
Il Presidente della Federazione Italiana Nuoto, Paolo Barelli, e il Vice Sindaco di Roma con delega al turismo, Mauro Cutrufo, hanno presentato oggi alla Borsa Internazionale del Turismo (BIT) di Milano la 13esima edizione dei Mondiali di nuoto, pallanuoto, tuffi, nuoto sincronizzato e nuoto in acque libere - che si svolgeranno al Complesso del Foro Italico e al Lido di Ostia dal 17 luglio al 2 agosto prossimi - ed i programmi per il turismo messi in atto dalla città capitolina.
Il Mondiale coinvolgerà 4000 tra atleti e tecnici in rappresentanza di oltre 170 Paesi, 2500 volontari, 1500 operatori della comunicazione per 1400 ore di copertura televisiva attraverso l'impegno della RAI, host broadcaster della rassegna iridata, e catalizzerà l'attenzione di 2.000.000.000 di telespettatori e 200.000 presenze in tribuna.
Numeri eloquenti che avranno un sensibile impatto economico, come evidenziato da uno studio commissionato all'Istituto Piepoli che stima il valore aggiunto sull’incidenza del PIL per il 2009 in percentuali di 2.2 punti sul Comune di Roma, di 2.0 sulla Provincia di Roma, di 1.5 sulla Regione Lazio e di 0.2 sul Paese e che stima un incremento sul segmento turistico della Capitale pari al 12% e a 770 milioni di euro.
"Roma è una delle città più belle e visitate al mondo - sottolinea il Presidente della FIN Barelli, Assessore al Turismo e Presidente del Consiglio di Amministrazione dell'Azienda di Promozione Turistica della Provincia di Roma dal 1999 al 2001  - I Mondiali offriranno un'opportunità importante per dare impulso al turismo in un periodo considerato di media stagione per il mercato locale, promuoveranno le bellezze storico-artistiche e naturali della città ed evidenzieranno la capacità organizzativa e la competitività delle strutture sul territorio".
Secondo una recente indagine condotta dalla Confcommercio saranno soprattutto i comparti locali del commercio e dell'ospitalità a beneficiare del valore aggiunto prodotto dai Mondiali di Roma09, attestandosi sul +5% per gli alberghi, +4% per i ristoranti e +1% per negozi e bar. "I Mondiali di nuoto insieme a quelli di atletica, in programma successivamente a Berlino, rappresentano gli eventi sportivi più prestigiosi dell'anno - continua Barelli - e  renderanno la città di Roma il salotto del mondo sportivo, mediatico e turistico per un mese, dimostrando ancora una volta come si possa creare sinergia tra evento sportivo e offerta culturale e museale: un'occasione da cogliere per sviluppare nuove strategie commerciali e aprire nuovi mercati nell'ambito del turismo e dello sport e, nella fattispecie, delle discipline acquatiche".
I Mondiali si svolgeranno su cinque campi gara, uno per disciplina: allo Stadio del Nuoto si disputeranno le gare di nuoto (26 luglio-2 agosto) e di tuffi (17-25 luglio) in vasche indipendenti; allo Stadio Centrale del tennis si giocheranno le partite di pallanuoto maschile e femminile (19 luglio-1° agosto); al "Pallacorda/Nicola Pietrangeli" si esibiranno le sincronette (18-25 luglio), mentre al Lido di Ostia si allestiranno i circuiti per le 5, 10 e 25 Km di nuoto in acque libere (19-21-22-24-25 luglio).
Corollario alle gare sarà il Villaggio Roma09 che ospiterà eventi spettacolari, culturali e di aggregazione e sarà composto da un'area market district, dalla zona Lounge-Vip, dall'area food "made in Italy" e dalla, così detta, Piazza Eventi nella quale saranno allestite aree riservate per gli ospiti diventando il punto di aggregazione nevralgico del Mondiale.
"La candidatura vinta dalla Federazione Italiana Nuoto nel 2005 per ospitare i Mondiali nasceva da due obiettivi parimenti sentiti - conclude Barelli - riportare a Roma, dopo i Mondiali del 1994, l'elite del movimento natatorio e favorire la realizzazione di una rete di impianti che restassero a disposizione dei cittadini, delle Società e delle Squadre Nazionali anche al termine della manifestazione. L'impegno finora profuso dalle eccellenze della Federazione Italiana Nuoto e del Comitato Organizzatore ha sempre avuto come motore propulsivo gli obiettivi originari ed è stato valutato positivamente dalla Federazione Internazionale che ha espresso più volte il suo apprezzamento per la qualità dei lavori e per le attenzioni che media, sponsor e mercati stanno destinando all'evento. La macchina organizzativa procede a pieno ritmo affinché l’evento possa suscitare interesse e ammirazione. Gli investimenti per l’implementazione e il riammodernamento delle strutture impiantistiche, con fondi pubblici e privati, sono stimati in circa 200.000.000 di euro. I settori federali hanno pianificato strategie atte a garantire un’organizzazione impeccabile negli specifici ambiti di competizione. Le attività sui campi gara prevedono il coinvolgimento di centinaia di tesserati, di dirigenti e tecnici del nostro mondo societario. A inizio febbraio è stato aperto il ticketing, con particolari offerte di biglietteria, che ha riscosso subito gradimento, e sono state definite le linee guida del Villaggio Ospitalità all'insegna dell'eco-compatibilità. Il Mondiale segnerà la città sotto il punto di vista sportivo, turismo ed economico. Desideriamo che diventi un esempio da seguire per le organizzazioni dei prossimi eventi sportivi".
“Innovazione, creatività e programmazione”. Questa la ricetta di Mauro Cutrufo, Vice Sindaco di Roma con delega al turismo, che ha presentato i programmi messi in campo dalla Capitale per il turismo. “Nel 2008 il turismo è stato uno dei segmenti produttivi che ha risentito meno della crisi generale che si è sviluppata a livello internazionale - spiega Cutrufo - A causa della crisi sono cambiate anche le tipologie di vacanza, tanto che si è rilevato un incremento dei B&B e degli agriturismi, quei modi di fare vacanza diversi dai canoni ai quali siamo abituati, in molti casi più economici. Tra le città d’arte Roma risulta quella che è stata meno toccata dalla crisi rispetto al resto del Paese. Roma ha chiuso infatti al -5% contro il -14% dell’intero Paese e il -20% di Londra e Parigi. Con un simile quadro è impossibile non prendere atto del difficile momento congiunturale dell’economia ed è necessario mettere in campo strategie ad hoc per arginare e ribaltare la situazione ed andare ad incidere anche nei nuovi mercati ed in quei segmenti del turismo fino ad oggi nemmeno presi in considerazione. Il turista è una risorsa e come tale va  trattato  - continua Cutrufo - Per questo abbiamo aumentato i servizi all’accoglienza, come ad esempio l’inserimento di un servizio di primo intervento sanitario telefonico nella Roma Pass, o la Charta Ostia, nata da Charta Roma, la mappa ufficiale della Capitale, uno strumento utile che fino ad oggi mancava e che fa parte di un progetto più ampio di rilancio del turismo, che comprende il rifacimento del waterfront di Ostia, il Parco a tema sull’Impero romano, la riqualificazione della Fiera di Roma, il completamento della nuvola di Fuksas e dell’acquario sotto il laghetto dell’Eur, gli studi cinematografici di Castel romano, la Formula Uno, il nuovo campo da golf e così via, 23 iniziative che una volta realizzate permetteranno di andare ad intercettare anche quei segmenti del turismo per i quali la Capitale non è mai stata competitiva. Per il turismo di Roma quello che è mancato fino ad oggi sono stati del resto  programmazione e  progettazione, nell’illusione che per la promozione bastasse l’immagine della Caput Mundi. Questo purtroppo si è rivelato insufficiente e come amministrazione, per supplire a questo gap, abbiamo messo in piedi la strategia suddetta che nel giro di 10 anni, una volta realizzate tutte le iniziative in essa contenute, cambierà il volto del turismo a Roma. Un risultato importante lo abbiamo già raggiunto - conclude - Con l’istituzione dell’ufficio congressi del Comune di Roma siamo diventati finalmente competitivi anche nel campo congressuale, tanto che nel 2010 la Capitale ospiterà 3 Congressi internazionali che ci permetteranno di acquisire solo nel mese di giugno 150.000 presenze”.






Il Direttore Generale del C.O. Diacetti, l'Amministratore delegato dell'azienda di autonoleggio Lucchini e il vice campione mondiale ed europeo Calvi illustrano la rassegna iridata. Le dichiarazioni

MILANO
Roberto Diacetti, Direttore Generale del Comitato Organizzatore dei Mondiali di Roma 09, Roberto Lucchini, Amministratore Delegato di Avis Autonoleggio, sponsor ufficiale della rassegna iridata, Laura del Sette, Responsabile delle Relazioni Esterne della Federazione Italiana Nuoto, e Alessandro Calvi, vice campione mondiale ed europeo con la staffetta 4x100 stile libero, hanno presentato alla Borsa Internazionale del Turismo (BIT) di Milano la 13esima edizione dei Mondiali di nuoto, pallanuoto, tuffi, nuoto sincronizzato e nuoto in acque libere che si svolgeranno dal 17 luglio al 2 agosto presso il Complesso del Foro Italico e il Lido di Ostia.
"La macchina per l'organizzazione del Mondiale procede a pieno ritmo. Siamo pronti ad accogliere 4000 tra atleti e tecnici in rappresentanza di oltre 170 paesi, più di 1500 operatori della comunicazione e 200.000 tifosi in tribuna. I Mondiali di nuoto, pallanuoto, tuffi, nuoto sincronizzato e nuoto in acque libere saranno seguiti da 2.000.000.000 di telespettatori e ciò comporta responsabilità gravose che stiamo sostenendo attraverso l'impegno delle eccellenze federali e del comitato organizzatore. Ultimamente abbiamo aperto il ticketing e siamo stati inondati da richieste che dimostrano la bontà della politica di biglietteria messa in atto e l'attenzione e le aspettative nei confronti dell'evento. Ieri - continua Diacetti - il Parlamento Europeo ha garantito il patrocinio alla rassegna iridata. Per noi è un onore ed un ulteriore stimolo per ripagare la fiducia ricevuta da parte delle Istituzioni Nazionali e non. Ringrazio Avis Autonoleggio per il sostegno con cui ci assiste. In tal senso abbiamo predisposto con l'amministratore delegato Roberto Lucchini la disponibilità a fornirci per il Mondiale mezzi eco-compatibili il linea con la progettazione del Villaggio Ospitalità".
Roberto Lucchini, Amministratore Delegato Avis Italia, esprime la soddisfazione per la partnership con Roma09: "Avis ha scelto di legare il proprio nome ai Campionati Mondiali di Nuoto Roma 2009 perché è un grande evento di rilievo internazionale e perché il nuoto rappresenta quell’agonismo puro e pulito che ben si affianca al motto Avis ‘We try harder’, che esprime la volontà di dare sempre il massimo nel pieno rispetto delle regole e dei partecipanti. L’organizzazione di un grande evento come questo, nel nostro Paese, è sempre una sfida affascinante che permette, nonostante le consuete difficoltà, di dar lustro all’Italia. È accaduto, un paio di anni fa, con le Olimpiadi Invernali di Torino. Succederà lo stesso con questi Campionati che, per di più, costituiscono un’occasione unica anche per la nostra Capitale. Per tutti questi motivi - conclude Lucchini - Avis è lieta di accompagnare la manifestazione in tutto il suo percorso e legare il proprio mondo, fatto della professionalità dei suoi impiegati e della costante attenzione alla customer care, a quello delle discipline acquatiche, che saranno ben interpretate dagli atleti italiani".
Entusiasta Alessandro Calvi, intervenuto in rappresentanza delle Squadre Nazionali: "Per noi, atleti italiani, gareggiare in casa rappresenta un onore ed una responsabilità. Siamo tutti entusiasti di nuotare davanti al nostro pubblico. Avremo un supporto incredibile, ma anche pressioni diverse dal solito perché tutti vogliamo ottenere un brillante risultato. Per le Nazionali italiane il Mondiale di Roma rappresenta un'occasione unica per promuovere ulteriormente le nostre discipline e avvicinare tifosi e pubblico televisivo. Sta a noi cercare di calamitarne l'attenzione e farli sentire partecipi con prestazioni coinvolgenti. Saremo al centro dell'interesse mondiale per due settimane. Cercheremo di essere un esempio di lealtà sportiva ed agonismo e di rendere il Mondiale di Roma memorabile per risultati ed esperienze personali. Sarà un avvenimento che resterà sempre presente nelle nostre vite di uomini prima e atleti poi".






Il Vice Presidente della FIN Ravina e il Dg del C.O. Diacetti presentano, insieme a Giorgio e Tania Cagnotto, la rassegna iridata alla presenza del Vice Presidente del Parlamento Mauro e del Vice Presidente della Commissione Tajani. Le immagini

BRUXELLES
I Mondiali di nuoto, pallanuoto, tuffi, nuoto sincronizzato e nuoto in acque libere al Parlamento Europeo di Bruxelles.
Si è tenuta oggi la conferenza stampa di presentazione al Parlamento Europeo della 13esima edizione dei Mondiali FINA che avranno luogo a Roma dal 17 luglio al 2 agosto presso il Complesso del Foro Italico e il Lido di Ostia.
Alla conferenza stampa hanno preso parte l´Onorevole Mario Mauro, Vice Presidente del Parlamento Europeo, l´Onorevole Antonio Tajani, Vice Presidente della Commissione Europea, Roberto Diacetti, Direttore Generale del Comitato Organizzatore della rassegna iridata, Lorenzo Ravina, Vice Presidente della Federazione Italiana Nuoto, Tania Cagnotto, tre volte campionessa europea di tuffi, e Giorgio Cagnotto, Ct della Nazionale di tuffi e vincitore di quattro medaglie olimpiche da atleta.
Al termine dei lavori il Direttore Diacetti è apparso molto soddisfatto: "La presentazione nella prestigiosa sede del Parlamento Europeo ci ha consentito di illustrare l'evento nella sua dimensione sportiva e sociale: Roma 2009 infatti mostrerà, per diciassette giorni, all'Europa una città che saprà offrire un grande spettacolo sportivo e al contempo attività culturali e di intrattenimento collegate ai Campionati. Mi auguro che l'Italia e le altre Nazioni dell’Unione Europea riescano a superare il tetto delle medaglie conquistate a Melbourne ovvero 55 su 195".
Entusiasta dell'iniziativa anche il Vice Presidente della FIN Ravina. "La candidatura vinta dalla Federazione Italiana Nuoto nel 2005 per ospitare la 13esima edizione dei Mondiali nasceva da due obiettivi parimenti sentiti: riportare a Roma, dopo i Mondiali del 1994, l'elite del movimento natatorio mondiale con circa 2500 atleti e 1500 tecnici in rappresentanza di oltre 170 Paesi; favorire la realizzazione di una rete di impianti che restassero a disposizione dei cittadini, delle Società e delle Squadre Nazionali anche al termine della manifestazione. L'impegno finora profuso dalle eccellenze della Federazione Italiana Nuoto e del Comitato Organizzatore ha sempre avuto come motore propulsivo gli obiettivi originari ed è stato valutato positivamente dalla Federazione Internazionale che ha espresso più volte il suo apprezzamento. I Mondiali catalizzeranno l'attenzione da parte del mondo del marketing e dei media attraverso il coinvolgimento di oltre 2500 operatori della comunicazione per una stima di 200.000 tifosi presenti sulle tribune e di 2 miliardi di telespettatori: un'occasione irripetibile per promuove ulteriormente gli sport acquatici in Italia che già contano oltre 5.000.000 di praticanti".
L'Europa sarà quest'estate il centro del mondo sportivo. Oltre ai Mondiali di Roma, si svolgeranno a Berlino i Mondiali di atletica: le discipline olimpiche portanti tornano nel continente che gli ha dato i natali a cinque cerchi.
“Roma rivivrà un altro grande evento sportivo dopo le Olimpiadi di Roma '60 e i Mondiali di calcio di Italia '90 - asserisce l'Onorevole Antonio Tajani, Vice Presidente della Commissione Europea, che ha annunciato il patrocinio della Commissione stessa a Roma09 - Spero che Tania Cagnotto (presente in rappresentanza delle Squadre Nazionali italiane, ndr) passi dalla vittoria europea a quella mondiale e che ci siano tanti ragazzi come lei pronti a dare il buon esempio in un momento così difficile. Sarà un Mondiale importante per la città non solo sotto il punto di vista sportivo ma anche sotto quello del turismo ed economico”.
“I Mondiali di Roma per me saranno come un’Olimpiade - assicura Tania Cagnotto - Ho molte aspettative ma per scaramanzia preferisco non esternarle. A Roma conto molto sull’aiuto e il sostegno del pubblico”. Secondo Giorgio Cagnotto padre ed allenatore di Tania e Ct della Nazionale ”i Mondiali in casa hanno due facce - conclude - Il pubblico è con te però d’altra parte è giustamente più esigente. Stiamo lavorando molto per ottenere i migliori risultati possibili”.
 
Le immagini della conferenza






Il Dott. Bresci, componente della Commissione Fiscale della FIN ed esperto di diritto tributario, chiarisce l'ambito di applicazione dell'art. 67 comma 1, lettera m) del TUIR del 1986 e successive modificazioni

ROMA
Il Dott. Roberto Bresci, componente della Commissione Fiscale della Federazione Italiana Nuoto ed esperto di diritto tributario, precisa quanto segue:
 
l'emendamento 35.0.10 (art. 35 bis) comma 1 al Disegno di Legge (n.1305/Senato) di conversione del decreto-legge 30 dicembre 2008, n. 207 recante provvedimenti  di proroga di termini da disposizioni legislative e disposizioni finanziarie urgenti (cosiddetto “milleproroghe”), a firma anche del Sen. Paolo Barelli, non comporta alcuna variazione in senso ampliativo o restrittivo riguardo i soggetti sportivi a cui si riferisce la norma vigente, ovvero l'art. 67 comma 1, lettera m) del TUIR del 1986 e successive modificazioni; 
 
i soggetti destinatari del vigente riferimento legislativo erano e restano esclusivamente "il CONI, le FF.SS.NN., l'UNIRE, gli Enti di promozione sportiva e qualunque organismo denominato che persegua finalità sportivo-dilettantistiche e che da essi sia riconosciuto";
 
il citato vigente art. 67 comma 1, lettera m) del TUIR del 1986 e successive modificazioni si riferisce, nella fattispecie, alle "indennità di trasferta, ai rimborsi forfettari di spesa, ai premi e ai compensi erogati nell'esercizio diretto di attività sportive dilettantistiche" dai sopracitati organismi sportivi nazionali riferibili al CONI e da essi riconosciuti, quali le Società e Associazioni dilettantistiche;
 
l'emendamento tende, pertanto, esclusivamente a chiarire l'ambito di applicazione dell'attuale normativa in relazione all'ampio significato della parola "attività" espressa nell'enunciato dell'art. 67: "esercizio diretto delle attività sportive dilettantistiche"; 
 
quindi la proposta emendativa non estende l'applicazione della norma a soggetti diversi da quelli già destinatari in detta norma e consente ai soggetti interessati di avere certezza in ordine alla legittima applicazione della normativa stessa;
 
quanto esposto è in linea con le azioni svolte in sinergia da CONI, FF.SS.NN. ed Enti di promozione sportiva. Altre considerazioni e valutazioni relative alla materia di cui sopra sono da considerarsi inappropriate.





Il Direttore Esecutivo Marculescu evidenzia i risultati del Workshop: "I nostri partners avranno le migliori opportunità di visibilità e di successo". Le riflessioni dei Presidenti Barelli e Malagò

ROMA
Questa mattina si è concluso il Workshop dedicato alla presentazione ai partners della Federation Internationale de Natation delle opportunità di promozione e visibilità inerenti i Campionati Mondiali di Nuoto, Pallanuoto, Tuffi, Nuoto Sincronizzato e Nuoto in Acque Libere, in programma dal 17 luglio al 2 agosto al Complesso del Foro Italico e al Lido di Ostia di Roma. La due giorni romana è stata anche l'occasione per approfondire lo stato dei lavori e perfezionare le procedure promozionali della rassegna iridata. 
Il Direttore Esecutivo della FINA, Cornel Marculescu, ha espresso la propria soddisfazione al termine del Workshop dedicata ai FINA Partners: “L’Organizzazione dei Mondiali di Roma '09 - ha detto - sta procedendo speditamente. Siamo soddisfatti dei risultati sin qui ottenuti e delle prospettive. In particolare per quanto riguarda l’incontro di oggi credo che i nostri partners avranno le migliori opportunità di visibilità e di successo per le loro iniziative”.
Sulla stessa lunghezza d’onda il Presidente della Federazione Italiana Nuoto, Paolo Barelli e il Presidente del Comitato Organizzatore, Giovanni Malagò.
La Federazione Italiana Nuoto e il Comitato Roma 09 stanno svolgendo un lavoro di grande intensità e qualità affinché l’evento possa suscitare interesse e ammirazione - ha sottolineato Barelli - I settori federali hanno intrapreso un duro lavoro per garantire un’organizzazione impeccabile, negli specifici ambiti di competizione, al servizio dei rappresentanti degli oltre 170 Paesi partecipanti. L’impegno sui campi gara prevede il coinvolgimento di centinaia di tesserati, di dirigenti e tecnici del nostro mondo societario. La Federazione, in quotidiano contatto con le commissioni tecniche internazionali, constata con piacere l’apprezzamento pervenuto anche negli ambiti essenziali della comunicazione e del marketing da parte della Federazione Mondiale”
“Ho parlato con il Direttore Marculescu il quale è rimasto estremamente contento per la qualità dei lavori e per la dimensione e l’impatto che gli sponsor avranno sulla manifestazione - ha commentato Malagò - Visto il particolare momento economico che vive il Paese, si può parlare di una vera e propria eccezione”.
 

Vai al programma ufficiale






Il Disegno di Legge "milleproroghe" recepisce gli emendamenti proposti dal Senatore Barelli di particolare rilievo per l’organizzazione sportiva. Affrontato il tema sollevato dall’ENPALS sulle prestazioni sportivo-dilettantistiche


Carissimi,
 
ho il piacere di informarvi che in data odierna il Senato ha approvato il Disegno di Legge (n.1305/Senato) di conversione del decreto-legge 30 dicembre 2008, n. 207 recante provvedimenti  di proroga di termini da disposizioni legislative e disposizioni finanziarie urgenti (cosiddetto “milleproroghe”).
 
In sede di approvazione del Disegno di Legge il Senato ha recepito gli emendamenti da me presentati, peraltro già approvati nelle competenti commissioni, perché ritenuti di particolare rilevanza per l’organizzazione sportiva.
 
Gli emendamenti in questione sono:
  
35.0.10 (art. 35 bis)
 
Viene stabilito:
- al primo comma: “nelle parole ''esercizio diretto di attività sportive dilettantistiche'' contenute nell'articolo 67, comma 1, lettera m), del testo unico delle imposte sui redditi approvato con il decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, numero 917, e successive modificazioni, sono ricomprese la formazione, la didattica, la preparazione e l'assistenza all'attività sportiva dilettantistica” ;
- al secondo comma: “alle Federazioni sportive nazionali, alle discipline associate ed agli enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI si applica quanto previsto dall'articolo 67, comma 1, lettera m), secondo periodo, del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, numero 917, e successive modificazioni e dall'articolo 61, comma 3, del decreto legislativo 10 settembre 2003, n, 276, e successive modificazioni”.
 
Il primo comma del suddetto emendamento definisce in via puntuale l’ambito applicativo della norma tributaria che regola l’erogazione delle indennità di trasferta, rimborsi forfetari di spesa, premi e compensi erogati a collaboratori tecnici nell’esercizio di attività sportive dilettantistiche da parte del CONI, Federazioni Sportive, Unire ed Enti di promozione sportiva e altri soggetti che perseguano finalità sportive dilettantistiche riconosciute dal CONI.
Prima di tale emendamento, da parte dell’ENPALS in relazione alle suddette attività, si è registrata una lettura restrittiva del quadro normativo sulla base della quale ha ritenuto assoggettabili all’obbligo di iscrizione presso il medesimo Istituto previdenziale tutti i tecnici e istruttori sulla base del presupposto che l’attività dagli stessi svolta non fosse inquadrabile quale attività direttamente riconducibile alla   organizzazione di manifestazioni sportive. Ultimamente si è registrata da parte dell’Ente previdenziale in questione una intensa attività ispettiva con conseguente contestazione del mancato rispetto dell’obbligo di iscrizione al medesimo Ente di tutti i tecnici e istruttori che svolgono la loro opera a favore delle società e associazioni sportive dilettantistiche. Ciò con conseguente forte preoccupazione dell’intero sistema sportivo per la tenuta del mondo associativo, impegnato  nelle attività sportive di base e agonistiche. La presentazione dell’emendamento e l’approvazione dello stesso di fatto consente il superamento della grave situazione di incertezza venutasi a creare, ristabilendo un quadro di certezze nel quale possano operare i nostri affiliati.
Il secondo comma dell’emendamento ha posto rimedio alla anomala diversità di trattamento che sussisteva tra le associazioni e società sportive dilettantistiche rispetto alle Federazioni sportive, discipline associate ed enti di promozione sportiva, in ordine alla medesima tipologia di prestazioni collaborative erogate in loro favore. Precisamente l’emendamento estende anche alle Federazioni Sportive ed agli enti di promozione le disposizioni normative di settore che già consentono alle associazioni e società sportive dilettantistiche di avvalersi, per il loro funzionamento, di profili collaborativi di carattere amministrativo-gestionali.
 
35.0.5 (art. 35 bis)
 
Viene stabilito:   
 “il personale ex Coni, transitato alle dipendenze della Coni Servizi Spa, per effetto del decreto legge 8 luglio 2002, n. 138, convertito con modificazioni, dalla legge 8 agosto 2002, n. 178, in servizio presso le Federazioni Sportive Nazionali, permane in servizio presso le stesse ai fini del loro funzionamento”.
 
L’emendamento consente di superare ogni incertezza in ordine alla legittima permanenza del personale CONI Servizi presso la Federazioni Sportive Nazionali. Ciò in quanto la precedente indeterminatezza del quadro normativo aveva provocato l’iniziativa del Reparto Operativo dei Carabinieri di Roma per la Tutela del Lavoro tendente a rilevare la violazione delle norme contenute nel Dlgs.vo 276/2003 in ordine alla possibilità di somministrazione di manodopera. In merito alla iniziativa del Reparto Operativo dei Carabinieri, proprio in questi giorni è intervenuto, su richiesta dalla stessa Procura della Repubblica di Roma, provvedimento di archiviazione del procedimento avviato,  con ciò confermando la fondatezza delle argomentazioni difensive sostenute dalla Federazione Italiana Nuoto nelle memorie difensive prodotte.
 
Infine, segnalo che l’approvazione dell’emendamento 4.1 (art. 4) consente, su mia proposta, di evitare la soppressione delle Federazioni Sportive Nazionali che, per la loro peculiarità, risultavano ricomprese  nell’elenco degli enti pubblici non economici destinati alla  soppressione, ovvero Aero Club, A.C.I. e Unione Italiana Tiro a Segno. Tale iniziale previsione aveva generato comprensibili preoccupazioni da parte delle Federazioni interessate.
 
A questo punto l’iter legislativo prevede l’ulteriore esame del provvedimento da parte della Camera dei Deputati ai fini dell’approvazione definitiva del Disegno di Legge.
 
Sono convinto che quanto previsto dai suddetti emendamenti, e in particolare il chiarimento ottenuto in merito alla normativa riferita ai compensi corrisposti per le prestazioni sportive dilettantistiche, possono contribuire a restituire maggiore serenità alle nostre società e, al tempo stesso, costituire implicito riconoscimento per la straordinaria rilevanza della funzione da voi svolta.
  

(il Presidente Paolo Barelli)






Al vaglio le procedure promozionali della rassegna iridata. Presenti il Presidente Barelli, il Direttore del CO Diacetti, il Direttore della FINA Marculescu, il Responsabile del Marketing Hall e la Dentsu Advertising

ROMA
Il Comitato Organizzatore dei 13esimi Campionati Mondiali di Roma09 incontrano i partners della Federation Internationale de Natation. Al meeting, in svolgimento presso la sala consiliare Giulio Marinozzi del Foro Italico, a Roma, sono presenti il Presidente della Federazione Italiana Nuoto Paolo Barelli, il Direttore Esecutivo della FINA Cornel Marculescu, il Responsabile del Marketing Peter Hall, l'Agenzia di Advertising Dentsu con Akino Fuchi e Misato Shimizu, il Direttore Generale di Roma 09 Roberto Diacetti, il Vice Direttore Gianni Minervini e i rappresentanti di Yakult, Myrtha, Speedo, Omega, Intesa Sanpaolo ed Enel, partners ufficiali dei 13th FINA World Championships.
Il Workshop è l'occasione per presentare ai FINA Partners le opportunità di promozione e visibilità durante i Mondiali di Nuoto, Pallanuoto, Tuffi, Nuoto Sincronizzato e Nuoto in Acque Libere che si svolgeranno dal 17 luglio al 2 agosto prossimi presso il Complesso del Foro Italico ed il Lido di Ostia.
 
Vai al programma ufficiale






Il Comitato Organizzatore, in accordo con la Federazione Italiana Nuoto, designa i referenti per i rapporti internazionali e per l'organizzazione tecnico-programmatica dei settori agonistici

ROMA
Il Comitato Organizzatore, d'accordo con la Federazione Italiana Nuoto, ha provveduto a nominare i dirigenti responsabili delle aree tecniche della 13esima edizione dei Campionati Mondiali di Nuoto, Pallanuoto, Tuffi, Nuoto Sincronizzato e Nuoto in Acque Libere in programma a Roma, al Complesso del Foro Italico e al Lido di Ostia, dal 17 luglio al 2 agosto prossimi. Seguono i responsabili dei rapporti internazionali e dell'organizzazione tecnico-programmatica dei settori:
    
Nuoto (Stadio del Nuoto dal 26 luglio al 2 agosto)
Meet Director
Gianpiero Mauretti (Presidente Comitato Regionale FIN del Lazio)
Liaison rapporti internazionali
Gianni Gross (Membro Commissione Tecnica della Ligue Europeenne de Natation)
  
Pallanuoto Maschile (Stadio Centrale del Tennis dal 20 luglio al 1° agosto)
Meet Director
Massimo Moroli (Presidente SS Lazio)
Liaison rapporti internazionali
Gianni Lonzi (Presidente Commissione Tecnica della Federation Internationale de Natation Amateur / Vice Presidente Commissione Tecnica della Ligue Europeenne de Natation)
 
Pallanuoto Femminile (Stadio Centrale del Tennis dal 19 al 31 luglio)
Meet Director
Massimiliano Isidori (Presidente Roma Pallanuoto)
Liaison rapporti internazionali
Gianni Lonzi (Presidente Commissione Tecnica della Federation Internationale de Natation Amateur / Vice Presidente Commissione Tecnica della Ligue Europeenne de Natation)
  
Tuffi (Stadio del Nuoto dal 17 al 25 luglio)
Meet Director
Klaus Dibiasi (Membro Commissione Tecnica della Ligue Europeenne de Natation / Consigliere Federale)
Liaison rapporti internazionali
Klaus Dibiasi (Membro Commissione Tecnica della Ligue Europeenne de Natation)
    
Nuoto Sincronizzato (Pallacorda/Nicola Pietrangeli dal 18 al 25 luglio)
Meet Director
Salvatore Carbonaro (Membro Commissione Tecnica della FIN)
Liaison rapporti internazionali
Stefania Tudini (Membro Commissione Tecnica della Federation Internationale de Natation Amateur / Presidente Commissione Tecnica della Ligue Europeenne de Natation)
   
Nuoto in Acque Libere (Lido di Ostia 19-21-22-24-25 luglio)
Meet Director
Ambra Ronzoni (Membro Commissione Tecnica della FIN)
Liaison rapporti internazionali
Andrea Prayer (Membro Commissione Tecnica della Federation Internationale de Natation Amateur e della Commissione Tecnica della Ligue Europeenne de Natation Fondo-Master)