Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Articoli filtrati per data: Marzo 2008 - FIN - Federazione Italiana Nuoto
Mercoledì, 26 Marzo 2008

Trionfo Italia La pagina celebrativa

Il Presidente della FIN Paolo Barelli ringrazia atleti, tecnici e società per le medaglie, i record e le vittorie ai Campionati Europei di Eindhoven

ROMA
Il Presidente della Federazione Italiana Nuoto, Paolo Barelli, all'indomani del ritorno della delegazione azzurra dagli Europei di Eindhoven, ringrazia atleti, tecnici e società per le 21 medaglie (5 ori, 7 argenti e 9 bronzi), i record (1 mondiale, 1 europeo e 6 italiani) e le vittorie nella rassegna continentale con la pagina celebrativa pubblicata oggi sui quotidiani "La Gazzetta dello Sport", "Corriere dello Sport - Stadio", "Tuttosport".

EUROPEI DI EINDHOVEN LE MEDAGLIE E I RECORD AZZURRI
LE MEDAGLIE ITALIANE AGLI EUROPEI ORI (5) Alessia Filippi nei 400 misti Alessia Filippi negli 800 stile libero Tania Cagnotto dalla piattaforma 4x200 stile libero m - Emiliano Brembilla, Massimiliano Rosolino Nicola Cassio, Filippo Magnini Federica Pellegrini nei 400 stile libero ARGENTI (7) Giulia Lapi e Beatrice Adelizzi nel Duo Squadra - Federica Tommasi, Sara Sgarzi, Elisa Bozzo, Francesca Gangemi, Alessia Bigi, Costanza Fiorentini, Manila Flamini e Mariangela Perrupato Libero Combinato - Alessia Bigi, Elisa Bozzo, Costanza Fiorentini, Manila Flamini, Francesca Gangemi, Giulia Lapi, Mariangela Perrupato, Dalila Schiesaro, Sara Sgarzi, Federica Tommasi Massimiliano Rosolino nei 400 sl Staffetta 4x100 sl maschile - Massimiliano Rosolino, Alessandro Calvi, Christian Galenda e Filippo Magnini Staffetta 4x100 sl femminile - Erica Ferraioli, Federica Pellegrini, Maria Laura Simonetto e Cristina Chiuso Samuel Pizzetti negli 800 sl BRONZI (9) Beatrice Adelizzi nel Solo Christopher Sacchin nel trampolino 1 mt Massimiliano Rosolino nei 200 sl Staffetta 4x200 sl femminile - Alice Carpanese, Federica Pellegrini Alessia Filippi, Renata Spagnolo T. Cagnotto e N. Batki nella piattaforma syncro Filippo Magnini nei 100 stile libero Alessansro Terrin nei 50 rana Francesco Dell'Uomo dalla piattaforma Luca Marin nei 400 misti RECORD DEL MONDO (1) Federica Pellegrini nei 400 sl con 4.01.53 RECORD EUROPEI (1) Federica Pellegrini nei 400 sl con 4.01.53 RECORD ITALIANI (6) Mirco Di Tora nei 100 dorso in 54.75 Staffetta 4x100 sl fem. in 3.41.06 Ferraioli, Pellegrini, Simonetto, Chiuso Alessia Filippi negli 800 sl in 8.23.50 Staffetta 4x200 sl fem in 7.55.69 Carpanese, Pellegrini, Filippi, Spagnolo Staffetta 4x100 mista m in 3.37.54 Di Tora, Terrin, Villa, Magnini Federica Pellegrini nei 400 sl con 4.01.53


Gli azzurri chiudono con 21 medaglie. Oggi oro e record del mondo della Pellegrini nei 400 sl, bronzo per Marin nei 400 misti e Dell'Uomo dalla piattaforma. Primato italiano della 4x100 mista maschile

EINDHOVEN
L'oro di Federica Pellegrini col record del mondo nei 400 stile libero, il bronzo di Luca Marin nei 400 misti e Francesco Dell'Uomo dalla piattaforma, il primato italiano della staffetta 4x100 mista maschile: Mirco Di Tora, Alessandro Terrin, Paolo Villa, Filippo Magnini. Nell'ultima giornata dei Campionati Europei l'Italia non si è fatta mancare nulla. Il medagliere azzurro ha raggiunto quota 21, una in meno rispetto a Budapest 2006. Ma quella medaglia forse ci sarebbe stata se soltanto il giudice arbitro dei 200 stile libero sabato mattina non avesse ingiustamente squalificato Federica Pellegrini che oggi si è rifatta con gli interessi. Ha conquistato l'oro con il record mondiale nei 400 stile libero in 4.01.53 (59.01, 1.59.60, 3.00.41). Il precedente record di 4.02.13 era della francese Laure Manaudou e risaliva al 6 agosto 2006 agli Europei di Budapest. Il precedente record italiano, 4.05.20 (59.86, 2.02.16, 3.04.46), era stato ottenuto dalla stessa Pellegrini il 4 agosto scorso a Parigi. Con questo tempo Federica Pellegrini si qualifica alle Olimpiadi (tempo limite 4.08.36). Argento alla francese Coralie Balmy in 4.04.15, bronzo alla rumema Camelia Potec in 4.05.62. Quarta Alessia Filippi in 4.09.12."Ho fatto una gara regolarissima - commenta Pellegrini - Non mi sarei mai aspettata di stabilire il record del mondo. Volevo vincere! Penso di aver dato una grande dimostrazione di chi è Federica Pellegrini: preferisco rispondere con i fatti alle parole. L'obiettivo è scendere sotto i 4 minuti al momento giusto". Mai nessun atleta nella storia del nuoto italiano aveva stabilito due record del mondo in vasca olimpica. Federica Pellegrini è la prima a riuscirci dopo l'1.56.47 stabilito nelle semifinali dei Mondiali di Melbourne il 27 marzo 2007. Per il nuoto italiano è il quarto record mondiale in vasca olimpica dopo quelli di Novella Calligaris (800 sl in 8.52.97 il 9 settembre 1973 a Belgrado) e Giorgio Lamberti (200 sl in 1.46.69 il 15 agosto 1989 a Bonn).
Luca Marin ha conquistato il bronzo nei 400 misti in 4.16.69 (1.00.75, 2.04.23, 3.18.04). Quinto Alessio Boggiatto in 4.17.33. Oro all'ungherese Laszlo Cseh in 4.09.59, record europeo (suo anche il precedente di. 4.09.63 del 31 luglio 2005 ai Mondiali di Montreal). Argento al greco Ioannis Drymonakos in 4.14.72. "Sono soddisfatto solo per la medaglia di bronzo - racconta Marin - perchè è stata una gara strana; non sono affaticato quindi so di non aver dato il meglio. In questo momento non riesco a nuotare in modo incisivo. Volevo ottenere il tempo olimpico (4.16.16) e purtroppo non ci sono riuscito. Valuterò con il Ct Alberto Castagnetti la gara e vedremo come proseguire gli allenamenti".
Francesco Dell'Uomo ha conquista la medaglia di bronzo dalla piattaforma dei 10 metri con 481.30 punti, ottenendo il record personale. Oro all'inglese Thomas Daley con 491.95 punti. Il britannico ha 13 anni e 10 mesi e diventa il più giovane campione europeo dalla piattaforma della storia. Argento al tedesco Sascha Klein con 487.60 punti. Francesco Dell'Uomo riporta l'Italia sul podio della piattaforma dopo 23 anni: ci riuscì Domenico Rinaldi a Sofia nel 1985, bronzo. In precedenza sul podio Klaus Dibiasi (oro a Utrecht 1966 e Vienna 1974, argento a Barcellona 1970) e Giorgio Cagnotto (bronzo a Barcellona 1970). "E' una soddisfazione immensa - commenta - Ce l'ho messa tutta in ogni tuffo; per restare concentrato non ho neanche visto la classifica parziale al termine di ogni round. Devo migliorare ancora nella verticale in vista delle Olimpiadi dove proverò a qualificarmi alla finale e poi dare il massimo. In coppa del mondo non mi sentivo benissimo, qui sono arrivato in condizioni migliori: forse sono un garista, un po' come Tania,  nei momenti importanti riesco ad esprimermi al massimo. Ringrazio io mio ex allenatore Fabrizio De Angelis che ho dovuto lasciare un anno fa quando mi sono trasferito. Se ho vinto questa medaglia, che per me è la prima agli Europei, il merito è anche suo".
La staffetta 4x100 mista si è classificata quinta in 3.37.54 col record italiano e queste frazioni: Mirco Di Tora 55.48, Alessandro Terrin 1.00.60, Paolo Villa 53.69, Filippo Magnini 47.87. Il precedente record di 3.37.67 era stato stabilito da Damiano Lestingi, Loris Facci, Rudy Goldin e Christian Galenda il 1° aprile 2007 ai Mondiali di Melbourne.
 
Vai ai risultati completi


CAMPIONATI EUROPEI EINDHOVEN 2008 Nuoto e Tuffi - Risultati 7^ giornata
Nuoto - Finali 200 farfalla f 7. C. Giacchetti 2.11.37 400 stile libero f 1. Federica Pellegrini 4.01.53 R.M. 4. Alessia Filippi 4.09.12 400 misti m 3. Luca Marin 4.16.69 5. Alessio Boggiatto 4.17.33 Staffetta 4x100 mista m 5. Italia 3.37.54 R.I. Mirco Di Tora Alessandro Terrin Paolo Villa Filippo Magnini Tuffi - Finale Piattaforma m 3. Francesco Dell'Uomo 481.30 LE MEDAGLIE ITALIANE AGLI EUROPEI ORI (5) Alessia Filippi nei 400 misti Alessia Filippi negli 800 stile libero Tania Cagnotto dalla piattaforma 4x200 stile libero m - Emiliano Brembilla, Massimiliano Rosolino Nicola Cassio, Filippo Magnini Federica Pellegrini nei 400 stile libero ARGENTI (7) Giulia Lapi e Beatrice Adelizzi nel Duo Squadra - Federica Tommasi, Sara Sgarzi, Elisa Bozzo, Francesca Gangemi, Alessia Bigi, Costanza Fiorentini, Manila Flamini e Mariangela Perrupato Libero Combinato - Alessia Bigi, Elisa Bozzo, Costanza Fiorentini, Manila Flamini, Francesca Gangemi, Giulia Lapi, Mariangela Perrupato, Dalila Schiesaro, Sara Sgarzi, Federica Tommasi Massimiliano Rosolino nei 400 sl Staffetta 4x100 sl maschile - Massimiliano Rosolino, Alessandro Calvi, Christian Galenda e Filippo Magnini Staffetta 4x100 sl femminile - Erica Ferraioli, Federica Pellegrini, Maria Laura Simonetto e Cristina Chiuso Samuel Pizzetti negli 800 sl BRONZI (9) Beatrice Adelizzi nel Solo Christopher Sacchin nel trampolino 1 mt Massimiliano Rosolino nei 200 sl Staffetta 4x200 sl femminile - Alice Carpanese, Federica Pellegrini Alessia Filippi, Renata Spagnolo T. Cagnotto e N. Batki nella piattaforma syncro Filippo Magnini nei 100 stile libero Alessansro Terrin nei 50 rana Francesco Dell'Uomo dalla piattaforma Luca Marin nei 400 misti RECORD DEL MONDO (1) Federica Pellegrini nei 400 sl con 4.01.53 RECORD ITALIANI (5) Mirco Di Tora nei 100 dorso in 54.75 Staffetta 4x100 sl fem. in 3.41.06 Ferraioli, Pellegrini, Simonetto, Chiuso Alessia Filippi negli 800 sl in 8.23.50 Staffetta 4x200 sl fem in 7.55.69 Carpanese, Pellegrini, Filippi, Spagnolo Staffetta 4x100 mista m in3.37.54 Di Tora, Terrin, Villa, Magnini QUALIFICAZIONI OLIMPICHE DEL NUOTO* (10) Alessia Filippi nei 400 misti Massimiliano Rosolino nei 400 sl Massimiliano Rosolino nei 200 sl Emiliano Brembilla nei 200 sl Alessio Boggiatto nei 200 misti Alessia Filippi neglio 800 sl Staffetta 4x200 stile libero femminile** Filippo Magnini nei 100 stile libero Damiano Lestingi nei 200 dorso Federica Pellegrini nei 400 stile libero * Già qualificate le staffette maschili; in attesa di conferma la 4x100 mista femminile ** In attesa che la FINA comunichi il 31 maggio, sulla base dei tempi mondiali, le quattro squadre che hanno diritto a partecipare. Il tempo dell'Italia, comunque, è rassicurante.

Massimo Cicerchia
Nostro Inviato

I commissari tecnici delle Nazionali di nuoto, tuffi e sincronizzato tracciano i consuntivi. Castagnetti: "Abbiamo ricevuto le risposte che attendevamo. Cagnotto: "Bravi e concentrati". De Renzis: "Europeo storico"

EINDHOVEN
Le Nazionali di nuoto e tuffi rientrano in Italia domani. Quella di nuoto sincronizzato è già rientrata da una settimana. I Campionati Europei numero 29 si sono conclusi questa sera e per l'Italia il bilancio è più che positivo. A spiegarlo sono i Commissari Tecnici delle tre squadre Nazionali che a Eindhoven hanno totalizzato 21 medaglie: 5 d'oro, 7 d'argento e 9 di bronzo.  
Alberto Castagnetti per il nuoto. "ll bilancio  è più che positivo perchè noi siamo venuti agli Europei oltre che per le medaglie e i primati, per testare lo stato di forma e la preparazione complessiva dei ragazzi in vista dei Giochi Olimpici e da questo punto di vista non possiamo che essere soddisfattissimi. Chi non ha ottenuto la qualificazione qui avrà a disposizione i campionati assoluti di Livorno dal 1° al 5 aprile. L'unico rammarico è quello di non aver potuto vedere Federica Pellegrini nella finale dei 200 stile libero, dove sono sicuro avrebbe ottenuto un ottimo tempo, vicino al record del mondo. Ma Federica si è rifatta con gli interessi nei 400 stile libero stabilendo il primato del mondo al termine di una gara eccezionale".  
Giorgio Cagnotto per i tuffi. "Bilancio soddisfacente. Sono contento per quello che abbiamo ottenuto e per come si sono espressi i ragazzi. Il loro merito principale è stato quello di aver saputo mantenere alta la concentrazione dopo le qualificazioni olimpiche. Esssersi qualificati per Pechino gli ha dato una marcia in più. Adesso possiamo lavorare con maggiore tranquillità e concentrarci sui Giochi. Mi dispiace che Maria Marconi non abbia potuto partecipare alla nostra festa. E' stata sfortunata ma conoscendola sono certo che avrà la forza e il carattere per riprendersi al più presto dall'infortunio e rimettersi al lavoro".
Laura De Renzis per il nuoto sincronizzato. "E' stato un Europeo storico. Abbiamo vinto quattro medaglie e ci siamo migliorate in tutti gli esercizi. C'è stata una crescita notevole da parte di tutte le ragazze, tanto nella parte tecnica che in quella artistica, e i punteggi ricevuti lo dimostrano. Siamo tornate in Italia ancora più forti e convinte in vista delle qualificazioni olimpiche che tra poco ci vedranno impegnate a Pechino. Non faccio note di merito particolari. Brave tutte e un plauso anche all'intero staff tecnico e sanitario che ci segue ed assiste sempre con grande professionalità e disponibilità e un grazie alle società che si dimostrano sempre disponibili e pronte a collaborare". Pechino, stiamo arrivando.




Massimo Cicerchia
Nostro Inviato

La 4x200 sl maschile si conferma campionessa europea e sfiora il suo record continentale di Budapest. Standing ovation per Brembilla, Rosolino, Cassio e Magnini. Bronzo di Terrin nei 50 rana

EINDHOVEN
Cresce il bottino dell'Italia agli Europei d'Olanda. Con le due medaglie di oggi siamo a quota 18. La più pregiata è quella che chiude la sessione dedicata al nuoto. Emiliano Brembilla, Massimiliano Rosolino, Nicola Cassio e Filippo Magnini sono padroni della 4x200 stile libero, troppo veloci per tutti, più determinati di tutti. Vincono la medaglia d'oro e difendono il titolo conquistato a Budapest nel 2006 e si avvicinano al record europeo ottenuto proprio in Ungheria. La 4x200 azzurra è  prima con 7.09.94, davanti alla Russia con 7.11.70 e l'Austria con 7.13.99. Raggiante il Presidente della Federazione Italiana Nuoto, Paolo Barelli, che è stato il primo a complimentarsi con loro. "Bravi ragazzi, siete stati fantastici. Grande prova di forza e determinazione". Poi la standing ovation durante la premiazione con tutto il pubblico in piedi a battere le mani agli azzurri.
Questa mattina in batteria avevano nuotato Marco Belotti, Matteo Pelliciari, Christian Galenda e Nicola Cassio ottenendo il secondo tempo generale di 7.18.69. Il record precedente è quello stabilito agli Europei di Budapest '06 con 7.09.60. I quattro staffettisti del 2006 sono Magnini (52.02 e 1.47.16), Berbotto (52.61 e 1.47.87), Cassio (52.78 e 1.47.56), Rosolino (51.33 e 1.47.01). 
Questa sera i "quattro moschettieri" non sono stati da meno: Emiliano Brembilla con 1.48.36, Massimiliano Rosolino con 1.47.38, Nicola Cassio con 1.46.57 (il milgiore di tutti) e Filippo Magnini con 1.47.63. Si tratta del quinto oro europeo consecutivo per la staffetta italiana 4x200 stile libero: da Helsinki 2000 ad oggi; sempre presente Massimiliano Rosolino. "Abbiamo disputato una bella staffetta - dice Magnini - Io, Emiliano e Massimiliano eravamo un po' stanchi, Nicola ci ha dato la spinta in più. Sono contentissimo". "Per me è un onore gareggiare con i ragazzi e sono molto felice di rientrare nel gruppo della staffetta", gli fa eco Brembilla. "Abbiamo ottenuto un tempo che non immaginavamo - continua Rosolino - in vista delle Olimpiadi sappiamo che possiamo migliorare. Ci proveremo". Poi la dedica più sentita di Cassio, a cui si uniscono Brembilla, Rosolino e Magnini: "Dedichiamo il successo allo sfortunato Alessio: vinci per noi. Ti aspettiamo in vasca!"
Il coro si riferisce ad Alessio Tambuzzo, colto da malore in camera di chiamata prima che disputasse i 200 rana junior 1991 ai Campionati di categoria di Riccione per la Società Polisportiva Agrigento: dall'11 marzo è in coma farmacologico a causa di un angioma all'Ospedale "Bufalini" di Cesena in attesa di essere operato.
L'altra medaglia del nuoto a brillare nella penultima giornata degli Europei è quella di bronzo di Alessandro Terrin, conquistata nella finale deii 50 rana con 27.64. Oro e titolo all'ucraino Oleg Lisogor con 27.43 e argento al norvegese Alexander Dale Oen con 27.53. "Sono abbastanza contento - commenta il campione uscente in ex aequo con Lisogor a Budapest - però resta il rammarico per la partenza. Sono partito male, ho trovato tanta acqua e nei 50 è difficile disputare una finale ad handicap. Mi sono ripreso alla fine. Il tempo non è malvagio, ma non è piacevole stare sotto al 27.50 delle semifinali".
   
consulta i risultati ufficiali
consulta la pagina dedicata agli Europei sul sito FIN


CAMPIONATI EUROPEI EINDHOVEN 2008 Nuoto e Tuffi - Risultati 6^ giornata
Nuoto - Semifinali e Finali 50 rana f 10. R. Panara 32.34 200 farfalla f 4. C. Giacchetti 2.10.68 qualificata in finale 50 sl f 13. C. Chiuso 25.84 1500 sl f - Finale 6. I. De Biasi 16.46.43 7. R. Bruni 16.47.17 50 rana m - Finale 3. A. Terrin 27.64 200 sl f - Finale 8. F. Zoccari 2.00.79 200 dorso m - Finale 6. D. Lestingi 1.59.12 Staffetta 4x200 sl m - Finale 1. Italia 7.09.94 Emiliano Brembilla Massimiliano Rosolino Nicola Cassio Filippo Magnini Tuffi - Finali Trampolino 3 mt f 4. T. Cagnotto 318.60 Piattaforma syncro m 5. Benedetti-Dell'Uomo 413.94 LE MEDAGLIE ITALIANE AGLI EUROPEI ORI (4) Alessia Filippi nei 400 misti Alessia Filippi negli 800 stile libero Tania Cagnotto dalla piattaforma 4x200 stile libero m - Emiliano Brembilla, Massimiliano Rosolino Nicola Cassio, Filippo Magnini ARGENTI (7) Giulia Lapi e Beatrice Adelizzi nel Duo Squadra - Federica Tommasi, Sara Sgarzi, Elisa Bozzo, Francesca Gangemi, Alessia Bigi, Costanza Fiorentini, Manila Flamini e Mariangela Perrupato Libero Combinato - Alessia Bigi, Elisa Bozzo, Costanza Fiorentini, Manila Flamini, Francesca Gangemi, Giulia Lapi, Mariangela Perrupato, Dalila Schiesaro, Sara Sgarzi, Federica Tommasi Massimiliano Rosolino nei 400 sl Staffetta 4x100 sl maschile - Massimiliano Rosolino, Alessandro Calvi, Christian Galenda e Filippo Magnini Staffetta 4x100 sl femminile - Erica Ferraioli, Federica Pellegrini, Maria Laura Simonetto e Cristina Chiuso Samuel Pizzetti negli 800 sl BRONZI (7) Beatrice Adelizzi nel Solo Christopher Sacchin nel trampolino 1 mt Massimiliano Rosolino nei 200 sl Staffetta 4x200 sl femminile - Alice Carpanese, Federica Pellegrini Alessia Filippi, Renata Spagnolo T. Cagnotto e N. Batki nella piattaforma syncro Filippo Magnini nei 100 stile libero Alessansro Terrin nei 50 rana RECORD ITALIANI (4) Mirco Di Tora nei 100 dorso in 54.75 Staffetta 4x100 sl fem. in 3.41.06 Ferraioli, Pellegrini, Simonetto, Chiuso Alessia Filippi negli 800 sl in 8.23.50 Staffetta 4x200 sl fem in 7.55.69 Carpanese, Pellegrini, Filippi, Spagnolo QUALIFICAZIONI OLIMPICHE DEL NUOTO* (9) Alessia Filippi nei 400 misti Massimiliano Rosolino nei 400 sl Massimiliano Rosolino nei 200 sl Emiliano Brembilla nei 200 sl Alessio Boggiatto nei 200 misti Alessia Filippi neglio 800 sl Staffetta 4x200 stile libero femminile** Filippo Magnini nei 100 stile libero Damiano Lestingi nei 200 dorso * Già qualificate le staffette maschili; in attesa di conferma la 4x100 mista femminile ** In attesa che la FINA comunichi il 31 maggio, sulla base dei tempi mondiali, le quattro squadre che hanno diritto a partecipare. Il tempo dell'Italia, comunque, è rassicurante.

Massimo Cicerchia
Nostro Inviato

Bis di bronzo per gli azzurri che incrementano il bottino di medaglie con Magnini nei 100 sl, Batki e Cagnotto nella piattaforma syncro. Lestingi nei 200 dorso raggiunge la sua prima finale

EINDHOVEN
Un'altra giornata dalle emozioni forti. Oggi agli Europei olandesi l'Italia è passata dalla delusione per la squalifica ingiusta di Federica Pellegrini nelle batterie dei 200 stile libero, alla soddisfazione per le medaglie di bronzo vinte da Tania Cagnotto e Noemi Batki nella piattaforma syncro e Filippo Magnini nei 100 stile libero. A questi si sono aggiunti i nuovi pass olimpici ottenuti da Filippo Magnini nei 100 stile libero e Damiano Lestingi nei 200 dorso. Il bottino dell'Italia a questi Campionati Europei sale a 16 medaglie: 3 ori, 7 argenti, 6 bronzi. E rimangono ancora due giornate di gare, domani e lunedì.
Filippo Magnini ha conquistato il terzo posto e la medaglia di bronzo nei 100 stile libero con 48.53 (23.61 e 24.92), finendo alle spalle del francese Alain Bernard che ha vinto migliorando il record mondiale di ieri da 47.60 a 47.50 (22.53, 24.97) e dello svedese Stefan Nystrand, argento in 48.40 (23.11, 25.29). Nessuno è stato più veloce di Magnini nei secondi 50 metri nuotati con la sua grinta proverbiale. Il campione del mondo si è qualificato alle Olimpiadi infrangendo il tempo limite di 48.92. Settimo, col primato personale, Christian Galenda in 49.11. "Sono abbastanza contento - ha detto Magnini - Volevo avvicinare il tempo dell'oro dei Mondiali di Melbourne (48.43) e ci sono riuscito. I lavori svolti sulla qualità non mi hanno dato risultati immediati. Ora dovrò lavorare per chiudere la prima vasca sui 23 netti, il ritorno va bene. Complimenti a Bernard: per il momento è mostruoso, come il suo passaggio ai 50 metri. Al 47.50 si può anche arrivare, sotto è impensabile. Speriamo di non aver trovato il Phelps dei 100 stile libero. Comunque per me queste sono tutte gare di passaggio; nuoto più con la testa che con la condizione. Quest'anno è tutto mirato all'Olimpiade dove devo arrivare al massimo: psicologicamente e fisicamente". Positivo anche il giudizio di Galenda che però sperava di limare qualcosa in più al personale. "Ho migliorato me stesso - dice - ma non quanto basta per la qualificazione olimpica. Ci riproverò agli Assoluti".
Damiano Lestingi, atteso alla prima conferma importante, nelle semifinali dei 200 dorso ha chiuso con il secondo tempo generale di 1.58.59, che vale il primato personale (precedente 1.58.93) e soprattutto la qualificazione olimpica (tempo limite 1.58.98). Ottavo in semifinale dei 200 dorso 2.00.25 Luca Marin che potrebbe rinunciare alla finale per non condizionare la preparazione verso i 400 misti, la sua gara. "Non pensavo di riuscire ad abbassare di oltre tre decimi il mio personale, ma volevo ottenere il massimo già in semifinale - ha spiegato Lestingi - L'obiettivo era l'Olimpiade e sono felice di aver centrato la qualificazione. Oggi ho dato il massimo e cercherò di fare altrettanto domani in finale. Sarà una grande emozione partecipare alla mia prima finale europea. Questo tempo è merito mio e del mio allenatore Fabio De Santis che ringrazio".
Si sono qualificati per le finali anche Flavia Zoccari nei 200 stile libero con l'ottavo tempo e record personale di 1.59.52 e Alessandro Terrin nei 50 rana con il miglior tempo delle semifinali di 27.50. Sesto posto di Federico Colbertaldo nella finale dei 1500 stile libero con 15.15.16.    
Medaglia di bronzo per la coppia Tania Cagnotto e Noemi Batki nella piattaforma syncro. Per le azzurre 323,13 punti. La medaglia d'oro è andata alle tedesche Annett Gamm e Nora Subshinski con 336,63 punti e quella d'argento alle ucraine Alina Chaplenko e Iuliia Prokopchuk con 334,20 punti. Quarto posto per i fratelli Nicola e Tommaso Marconi nella finale del trampolino da tre metri syncro con 395.40 punti. La gara è stata vinta dalla coppia russa Kunakov e Sautin con 440.76. Secondi i tedeschi Schellenberg e Wels con 413.94 e terzi gli ucraini Lysenko e Zakharov con 406.56.
   
consulta i risultati ufficiali
consulta la pagina dedicata agli Europei sul sito FIN


CAMPIONATI EUROPEI EINDHOVEN 2008 Nuoto e Tuffi - Risultati 5^ giornata
Nuoto - Semifinali e Finali 1500 sl m - finale 6. F. Colbertaldo 15'15"16 200 sl f 8. F. Zoccari 1.59.52 qualificata in finale 100 sl m - finale 1. A. Bernard (Fra) 47.50 RM 3. F. Magnini 48.53 7. C. Galenda 49.11 50 dorso f 9. E. Gemo 29.41 200 dorso f 2. D. Lestingi 1.58.59 qualificato in finale 8. Luca Marin 2.00.25 qualificato in finale 50 rana m 1. A. Terrin 27.50 qualificato in finale Tuffi - Finali Piattaforma syncro f 3. N. Batki-T. Cagnotto 323.13 Trampolino 3 mt syncro 4. N. Marconi-T. Marconi 395.40 LE MEDAGLIE ITALIANE AGLI EUROPEI ORI (3) Alessia Filippi nei 400 misti Alessia Filippi negli 800 stile libero Tania Cagnotto dalla piattaforma ARGENTI (7) Giulia Lapi e Beatrice Adelizzi nel Duo Squadra - Federica Tommasi, Sara Sgarzi, Elisa Bozzo, Francesca Gangemi, Alessia Bigi, Costanza Fiorentini, Manila Flamini e Mariangela Perrupato Libero Combinato - Alessia Bigi, Elisa Bozzo, Costanza Fiorentini, Manila Flamini, Francesca Gangemi, Giulia Lapi, Mariangela Perrupato, Dalila Schiesaro, Sara Sgarzi, Federica Tommasi Massimiliano Rosolino nei 400 sl Staffetta 4x100 sl maschile - Massimiliano Rosolino, Alessandro Calvi, Christian Galenda e Filippo Magnini Staffetta 4x100 sl femminile - Erica Ferraioli, Federica Pellegrini, Maria Laura Simonetto e Cristina Chiuso Samuel Pizzetti negli 800 sl BRONZI (6) Beatrice Adelizzi nel Solo Christopher Sacchin nel trampolino 1 mt Massimiliano Rosolino nei 200 sl Staffetta 4x200 sl femminile - Alice Carpanese, Federica Pellegrini Alessia Filippi, Renata Spagnolo T. Cagnotto e N. Batki nella piattaforma syncro Filippo Magnini nei 100 stile libero RECORD ITALIANI (4) Mirco Di Tora nei 100 dorso in 54.75 Staffetta 4x100 sl fem. in 3.41.06 Ferraioli, Pellegrini, Simonetto, Chiuso Alessia Filippi negli 800 sl in 8.23.50 Staffetta 4x200 sl fem in 7.55.69 Carpanese, Pellegrini, Filippi, Spagnolo QUALIFICAZIONI OLIMPICHE DEL NUOTO* (9) Alessia Filippi nei 400 misti Massimiliano Rosolino nei 400 sl Massimiliano Rosolino nei 200 sl Emiliano Brembilla nei 200 sl Alessio Boggiatto nei 200 misti Alessia Filippi neglio 800 sl Staffetta 4x200 stile libero femminile** Filippo Magnini nei 100 stile libero Damiano Lestingi nei 200 dorso * Già qualificate le staffette maschili; in attesa di conferma la 4x100 mista femminile ** In attesa che la FINA comunichi il 31 maggio, sulla base dei tempi mondiali, le quattro squadre che hanno diritto a partecipare. Il tempo dell'Italia, comunque, è rassicurante.

Massimo Cicerchia
Nostro Inviato

Un'altra giornata di festa per il nuoto azzurro. Samuel vince l'argento negli 800 sl, Rosolino è di bronzo nei 200 sl e conquista la terza medaglia personale. Boggiatto ai Giochi nei 200 misti

EINDHOVEN
Tre finali, due medaglie e un altro pass per i Giochi Olimpici. L'Italnuoto continua a brillare ai Campionati Europei d'Olanda. La prima medaglia della serie, la più brillante, la vince la matricola Samuel Pizzetti negli 800 stile libero: argento con il tempo di 7'54"09 (1'59"46 ai 200, 3'59"44 ai 400, 5'58"98 ai 600) nella prima finale internazionale assoluta della sua giovane carriera. Nella stessa gara, settimo Federico Colbertaldo in 7'58"35 (1'58"33, 3'58"92, 5'59"43). Quella di Pizzetti è stata una gara tutta in rimonta e anche per questo più emozionante. Ha iniziato a recuperare secondi dai 250 metri. Ai 550 era quinto e aveva appena superato il connazionale Colbertaldo. Ai 750 metri era terzo e nell'ultima vasca ha sferrato l'attacco decisivo al secondo posto. "Avevamo deciso di disputare una gara in negativo - spiega - nuotando il secondo quarto più veloce del primo. Agli ultimi 100 metri ho capito che potevo arrivare a medaglia. Domani ho le batterie dei 1500 stile libero: voglio andare in finale e provare a fare il tempo per le Olimpiadi". L'altra medaglia è di bronzo e porta il marchio di fabbrica di Massimiliano Rosolino nei 200 stile libero: il suo tempo è di 1'47"33 (52"85 ai 100), il suo stile quello di sempre, la sua grinta quella dei giorni migliori. Con lui in finale c'è anche l'amico-rivale di sempre Emiliano Brembilla che chiude al sesto posto in 1'48"22 (53"45 ai 100). Per Rosolino si tratta della terza medaglia a Eindhoven dopo quelle d'argento nei 400 stile libero e con la staffetta 4x100 stile libero. "Ho nuotato per vincere - sottolinea -  e l'1'47"33 di questo periodo è un riscontro cronometrico molto positivo in vista del lavoro olimpico da svolgere. Purtroppo sono rimasto fuori dalla lotta con Biedermann e Leveaux e ho patito molto gli ultimi venti metri; ma sono comunque soddisfatto anche in attesa della 4x200". Il terzo sigillo alla splendida giornata azzurra l'ha messo Alessio Boggiatto nei 200 misti conquistando la qualificazione ai Giochi Olimpici: quarto posto con 2'00"55 (26"58, 58"62, 1'32"47) e al di sotto del tempo limite richiesto per Pechino che è di 2'00"63. Manca soltanto la medaglia, ma resta la gioia olimpica. "Dispiace non aver conquistato la medaglia - racconta - ma sono comunque molto soddisfatto perché l'obiettivo principale era il pass olimpico. La gara è stata condizionata molto dalla fase a dorso, c'è tanto da lavorare fino a Pechino". Nell'ultima gara in calendario, la seconda semifinale dei 50 dorso, Mirco Di Tora si è avvicinato ancora di più al suo record italiano (25"58) nuotando il terzo tempo generale di 25"60 e qualificandosi alla finale di domani. "Sono contento e spero domani pomeriggio di migliorarmi ancora un pochino e ottenere qualcosa di buono. Penso alla medaglia di bronzo. E' un pensiero audace ma mi sento bene e credo di potercela fare".
  
Risultati completi  
La pagina degli Europei sul sito FIN

CAMPIONATI EUROPEI EINDHOVEN 2008 Nuoto e Tuffi - Risultati 3^ giornata
Nuoto - Semifinali e Finali 200 farfalla m 11. M. Cosentino 1.59.59 200 rana m 9. L. Facci 2.13.49 100 dorso f 11. E. Gemo 1.02.87 12. R. Armellini 1.03.01 50 dorso m 3 M. Di Tora 25.60 qualificato in finale 200 stile libero - Finale 1. P. Biendermann (Ger) 1.46.59 2. A. Levaux (Fra) 1.46.99 3. M. Rosolino (Ita) 1.47.33 6. E. Brembilla (Ita) 1.48.22 200 misti - Finale 1. L. Cseh (Hun) 1.58.02 2. D. Jukic (Aut) 1.59.65 3. V. Janusaitis (Ltu) 2.00.17 4. A. Boggiatto (Ita) 2.00.55 800 stile libero - Finale 1. G. Kis (Hun) 7.51.94 2. S. Pizzetti (Ita) 7.54.09 3. D. Coman (Rom) 7.54.37 7. F. Colbertaldo (Ita) 7.58.35 Tuffi - Preliminari Preliminari 3 mt m 8. N. Marconi 380.30 qual. in finale 11. T. Marconi 366.15 qual. in finale LE MEDAGLIE ITALIANE AGLI EUROPEI ORI (1) Alessia Filippi nei 400 misti ARGENTI (7) Giulia Lapi e Beatrice Adelizzi nel Duo Squadra - Federica Tommasi, Sara Sgarzi, Elisa Bozzo, Francesca Gangemi, Alessia Bigi, Costanza Fiorentini, Manila Flamini e Mariangela Perrupato Libero Combinato - Alessia Bigi, Elisa Bozzo, Costanza Fiorentini, Manila Flamini, Francesca Gangemi, Giulia Lapi, Mariangela Perrupato, Dalila Schiesaro, Sara Sgarzi, Federica Tommasi Massimiliano Rosolino nei 400 sl Staffetta 4x100 sl maschile - Massimiliano Rosolino, Alessandro Calvi, Christian Galenda e Filippo Magnini Staffetta 4x100 sl femminile - Erica Ferraioli, Federica Pellegrini, Maria Laura Simonetto e Cristina Chiuso Samuel Pizzetti negli 800 sl BRONZI (3) Beatrice Adelizzi nel Solo Christopher Sacchin nel trampolino 1 mt Massimiliano Rosolino nei 200 sl RECORD ITALIANI (2) Mirco Di Tora nei 100 dorso in 54.75 Staffetta 4x100 sl fem. in 3.41.06 Ferraioli, Pellegrini, Simonetto, Chiuso QUALIFICAZIONI OLIMPICHE DEL NUOTO* (5) Alessia Filippi nei 400 misti Massimiliano Rosolino nei 400 sl Massimiliano Rosolino nei 200 sl Emiliano Brembilla nei 200 sl Alessio Boggiatto nei 200 misti * Già qualificate le staffette maschili; in attesa di conferma la 4x100 mista femminile

Massimo Cicerchia
Nostro Inviato

Christopher è terzo nel trampolino da 1 metro, dietro a Kvasha e Puhakka; quinto Nicola Marconi. Nei 200 sl Rosolino e Brembilla staccano il pass per Pechino. Prima finale europea per la Armellini nei 200 dorso

EINDHOVEN
La nona medaglia per l'Italia, la prima dei tuffi dopo le quattro del sincro e le quattro del nuoto; due nuovi pass per i Giochi Olimpici di Pechino 2008. Anche la seconda gionata dei Campionati Europei di Eindhoven dedicata al nuoto e ai tuffi ha regalato sorrisi agli Azzurri. Christopher Sacchin ha vinto la medaglia di bronzo nel trampolino da 1 metro, la sua specialità, Emiliano Brembilla e Massimiliano Rosolino hanno ottenuto il tempo di qualificazione per le Olimpiadi nei 200 stile libero classificandosi secondo e quarto nelle semifinali. Brembilla ha nuotato in 1.47.82, Rosolino in 1.47.97 (in batteria aveva fatto 1.47.85). Il tempo limite richiesto per i Giochi è di 1.48.11. La gioia dei protagonisti. Emiliano Brembilla: "Sono contento di essermi qualificato per le Olimpiadi e di esserci riuscito insieme a Massimiliano. Mi dispiace non aver fatto i 400 ma la scelta dei 200 e della staffetta si è rivelata giusta. Agli Assoluti proverò a qualificarmi anche nei 400 stile libero". Massimiliano Rosolino: "Sono un po' stanco dopo la giornata di ieri ma felice e soddisfatto per quello che sto facendo. Il segreto per essere tornato a questi livelli? Il lavoro, il sacrificio e le quattro ore di allenamento quotidiane. Con Emiliano cerchiamo di dare il massimo ogni giorno. Disputare la stessa gara ai Giochi sarà fantastico". Alessio Boggiatto si è qualificato alla finale dei 200 misti. Ha vinto la sua semifinale e ha ottenuto il terzo tempo generale di 2.00.93, a tre decimi dal limite per i Giochi Olimpici di Pechino 2008.
Oggi due record europei: dei 50 farfalla con il serbo Milorad Cavic con 23.11 in finale. Gli apparteneva anche il precedente di 23.25 che aveva stabilito ieri; dei 100 rana con il norvegese Alexsander Dale Oen con 59.76 che ha battuto allo sprint il francese Duboscq di 2 centesimi. Il precedente era del russo Roman Sloudnov con 59.94 del 2001 a Fukuoka.
La prima medaglia dei tuffi agli Europei di Eindhoven porta la firma di Christopher Sacchin che nella finale del trampolino da 1 metro ha conquistato il bronzo totalizzando 423.80 punti. Quinto posto per l'altro azzurro in finale, Nicola Marconi, con 403.30. La gara è stata vinta dall'ucraino Kvasha con 454.65 ("un vero fuoriclasse, con una grande reattività e forza fisica", come lo definisce il Ct azzurro Cagnotto) e al secondo posto si è classificato il finlandese campione uscente Puhakka con 432.80. Dopo il bronzo dei Mondiali di Melbourne '07, Sacchin si è confermato leader da un metro e guarda con fiducia ai Mondiali di Roma 2009. "Sono contentissimo. Non sono riuscito ad andare alle Olimpiadi ma mi sono rifatto oggi. Il prossimo obiettivo sono i Mondiali di Roma concentrandomi sul trampolino da un metro ma senza perdere di vista i tre metri. L'emozione per una medaglia è sempre la stessa, sempre grande. Oggi sono andato un po' male all'inizio ma poi ci ho dato dentro e ho recuperato. Peccato per que due errori, ma va bene anche così". E' sorridente il Ct della Nazionale, Giorgio Cagnotto. "Mi è piaciuto di più oggi che a Melbounre. E' cresciuto molto e ha consolidato il triplo e mezzo avanti. Se lo avesse eseguito così ai Mondiali sono certo che avrebbe ottenuto un risultato maggiore. Poteva fare qualcosa in più sul primo e sul terzo tuffo, il doppio e mezzo ritornato e il doppio e mezzo indietro. La gara con Puhakka si è decisa in quei due tuffi. Comunque bravo. E' stato un buon banco di prova per Roma 2009. Molto bene anche Nicola Marconi che era partito male nei preliminari, ha trovato la semifinale più agevole ed andato in crescendo".
L'unica azzurra in finale oggi nel nuoto è stata Romina Armellini, 24 anni da compiere a novembre e una storia tutta da raccontare. Lei, nata a Johannesbug, romana di adozione, che anche con l'aiuto del nuoto è riuscita a sconfiggere un tumore alla tiroide. Per lei essere agli Europei ha un valore doppio e un significato straordinario. Seconda agli Assoluti di Riccione a dicembre, dietro ad Alessia Filippi, oggi ha difeso da sola i colori dell'Italia nella finale dei 200 dorso. Ha concluso all'ottavo posto con il tempo di 1.14.84 la prima finale europea della sua giovane carriera. "E' una grande emozione. Sono un po' stanca ma felice. Gareggiare a questi livelli mi aiuta a crescere e migliorare. Al tempo per Pechino ci penserò agli Assoluti, anche se nei 100 dorso per me potrebbe essere più facile". Le batterie dei 100 dorso ci sono domani.
   
consulta i risultati ufficiali
consulta la sezione del sito FIN sugli Europei  


CAMPIONATI EUROPEI EINDHOVEN 2008 Nuoto e Tuffi - Risultati 2^ giornata
NUOTO - Semifinali e Finale 200 stile libero m 2. E. Brembilla 1.47.82 in finale e ai Giochi 4. M. Rosolino* 1.47.97 in finale * già qual. ai Giochi in batteria in 1.47.85 100 rana f 11. C. Boggiatto 1.10.05 12. R. Panara 1.10.33 200 misti m 3. A. Boggiatto 2.00.93 in finale 12. N. Febbraro 2.03.30 100 stile libero f 16. M.L. Simonetto 56.37 200 dorso f - Finale 8. R. Armellini 2.14.84 TUFFI - Finale e Preliminari Finale 1 mt m 1. K. Kvasha (Ukr) 454.65 2. J. Puhakka (Fin) 432.80 3. C. Sacchin (Ita) 423.80 5. N. Marconi (Ita) 403.30 Preliminari 1 mt f 11. F. Dallapè 221.05 in semifinale M. Marconi ritirata per infortunio LE MEDAGLIE ITALIANE AGLI EUROPEI ORI (1) Alessia Filippi nei 400 misti ARGENTI (6) Giulia Lapi e Beatrice Adelizzi nel Duo Squadra - Federica Tommasi, Sara Sgarzi, Elisa Bozzo, Francesca Gangemi, Alessia Bigi, Costanza Fiorentini, Manila Flamini e Mariangela Perrupato Libero Combinato - Alessia Bigi, Elisa Bozzo, Costanza Fiorentini, Manila Flamini, Francesca Gangemi, Giulia Lapi, Mariangela Perrupato, Dalila Schiesaro, Sara Sgarzi, Federica Tommasi Massimiliano Rosolino nei 400 sl Staffetta 4x100 sl maschile - Massimiliano Rosolino, Alessandro Calvi, Christian Galenda e Filippo Magnini Staffetta 4x100 sl femminile - Erica Ferraioli, Federica Pellegrini, Maria Laura Simonetto e Cristina Chiuso BRONZI (2) Beatrice Adelizzi nel Solo Christopher Sacchin nel trampolino 1 mt RECORD ITALIANI (2) Mirco Di Tora nei 100 dorso in 54.75 Staffetta 4x100 sl fem. in 3.41.06 Ferraioli, Pellegrini, Simonetto, Chiuso QUALIFICAZIONI OLIMPICHE DEL NUOTO* (4) Alessia Filippi nei 400 misti Massimiliano Rosolino nei 400 sl Massimiliano Rosolino nei 200 sl Emiliano Brembilla nei 200 sl * Già qualificate le staffette maschili; in attesa di conferma la 4x100 mista femminile

Massimo Cicerchia
Nostro Inviato

Quattro medaglie nella prima giornata dedicata al nuoto e ai tuffi. La Filippi vince i 400 misti, Rosolino è eccezionale nei 400 sl, le staffette veloci sono d'argento. Batki e Dallapè quarte nel trampolino 3 metri syncro

EINDHOVEN
Che slancio questa Italia! Nella prima giornata di gare dedicate al nuoto e ai tuffi agli Europei di Eindhoven, gli Azzurri conquistano un titolo europeo e tre medaglie d'argento, stabiliscono due primati nazionali e staccano due pass per i Giochi Olimpici di Pechino 2008.
Il primo a salire sul podio e a tingersi d'argento è Massimiliano Rosolino nei 400 stile libero, finale d'apertura del programma pomeridiano. L'olimpionico di Sydney 2000 otteniene la seconda migliore prestazione della carriera: 3'45"19 (passaggi 55"18, 1'52"27, 2'50"43), otto anni dopo il 3'43"40 tutt'ora record europeo. Con questo tempo Rosolino timbra la qualificazione ai Giochi di Pechino (il limite è 3'47"95). Gara eccezionale. Dalla seconda vasca è stato sempre avanti e negli ultimi 50 metri ha lottato spalla a spalla con Yuri Prilukov. Sembrava che potesse vincere, non ha sbagliato nulla e ha chiuso bene, ma il russo, facilitato dall'essere in rimonta, è riuscito ad anticiparlo di 9 centesimi per il 3'45"10. L'arrivo non ha rovinato la festa a Rosolino, soddisfatto di gara e tempo. "Va benissimo così, perchè finalmente sono riuscito a nuotare i 400 come Dio comanda. Un tempo così, il secondo della mia carriera, è una grande iniezione di fiducia in vista delle Olimpiadi. Adesso che mi sono qualificato potrò allenarmi con maggiore serenità. Vorrei ringraziare tante persone, tutte quelle che mi sono state vicine, comincio dal Ct Alberto Castagnetti. Lui ha saputo plasmare le mie caratteristiche. Sono commosso, dopo tanto lavoro questo davvero è un bel premio".
Subito dopo è stata la volta di Alessia Filippi che nella finale dei 400 misti ha vinto la medaglia d'oro, difendendo il titolo conquistato due anni fa. La regina dei misti ha vinto in 4'36"68 (1'04"19, 2'11"58, 3'32"69), secondo tempo della carriera dopo il record italiano con cui si impose a Budapest 2006 (4'35"80). Ai Giochi Olimpici di Pechino si era già qualificata al mattino, ma nel pomeriggio è andata fortissimo. Gara d'attacco anche la sua, sempre davanti. Al secondo posto l'ungherese Katinka Hosszu in 4'37"43, terza la russa Yana Martynova in 4'37"86. Alessia è raggiante. "Sono felice! Il 2008 è iniziato proprio bene. Sono soddisfatta. Vincere è difficile, confermarsi lo è ancora di più e io ci sono riuscita. Ho fatto la gara com'è nelle mie caratteristiche: le prime due frazioni veloci, poi una buona rana che devo però migliorare, così come la chiusura. Il lavoro sta pagando anche se non è finalizzato a questi campionati. Un tempo così a marzo dimostra che siamo sulla buona strada. Dedico questa vittoria ai miei amici e ad Alessio Tambuzzo e la sua famiglia". Ha provato a centrare anche la finale dei 200 dorso ma non ci è riuscita per poco: decima in semifinale con il tempo di 2'15"61. "Mi dispiace per i 200 dorso ma devo pensare a una gara alla volta e oggi erano troppo vicine". Per la finale dei 200 dorso, invece, si è qualificata Romina Armellini con l'ottavo e ultimo tempo di 2'14"67.
Doppio argento per le staffette 4x100 stile libero. La femminile con il record italiano di 3'41"06 (precedente 3.42.59), la maschile con 3'15"88. I passaggi della 4x100 stile libero femminile: Erica Ferraioli 56"14, Federica Pellegrini 53"68, Maria Laura Simonetto 55"54 e Cristina Chiuso 55"70; i passaggi della 4x100 stile libero maschile: Massimiliano Rosolino 49"94, Alessandro Calvi 48"89, Christian Galenda 48"74 e Filippo Magnini 48"20. 
L'ultimo acuto è stato di Mirco Di Tora che ha stabilito il record italiano dei 100 dorso in 54"75 nello spareggio per stabilire l'ordine delle riserve della finale. Il precedente record di 54"84 lo aveva stabilito il 12 agosto scorso alle Universiadi di Bangkok, anche in quell'occasione in uno spareggio. Di Tora ha mancato il tempo limite per le Olimpiadi di soli 3 centesimi (54"72). 
Il pomeriggio si era aperto con il quarto posto per la coppia Noemi Batki e Francesca Dallapè nella finale del trampolino 3 metri syncro. Per le azzurre 292.50 punti. Medaglia d'oro e titolo continentale alle russe Pakhalina e Pozdnyakova con 327.57, davanti alle tedesche Fischer e Kotzian con 305.64 e alle ucraine Fedorova e Korolyova con 301.86. Questo risultato migliora il sesto posto degli Europei di Budapest 2006 ma non soddisfa completamente il Ct Cagnotto: "Ci aspettavamo qualcosa di più, ma sull'andamento della gara non possiamo recriminare nulla. Hanno fatto sicuramente meglio di questa mattina, nell'esecuzione sono state tecnicamente corrette; sono mancate un po' nel sincronismo. L'allineamento è molto importante ai fini del punteggio e questo ha fatto la differenza".
Batki e Dallapè sono d'accordo: "E' vero, non siamo state sempre allineante. Abbiamo fatto meglio in altre occasioni, come a Pechino per le qualificazioni olimpiche dove abbiamo eseguito gli stessi salti. Quella è stata una grande gioia, per noi era la gara dell'anno. Qui speriamo di rifarci nelle prossime gare". Un metro per Dallapè, piattaforma syncro per Batki. In serata Christopher Sacchin e Nicola Marconi si sono qualificati alle semifinali dal trampolino 1 metro in programma domani, rispettivamente col secondo punteggio di 398,65 e con l'ottavo di 346,25. Guida la classifica provvisoria l'ucraino Illya Kvasha con 423 punti.
   
consulta i risultati ufficiali
consulta la sezione del sito FIN sugli Europei


CAMPIONATI EUROPEI EINDHOVEN 2008 Nuoto e Tuffi - Risultati 1^ giornata
NUOTO - Finale e Semifinali 400 stile libero m - Finale 1. Y. Prilukov (Rus) 3.45.10 2. M. Rosolino (Ita) 3.45.19 3. N. Lobintsev (Rus) 3.46.75 100 dorso m - Semifinale 9. M. Di Tora 55.11 nello spareggio 54.75 R.I. 13. E. Catalano 55.50 400 misti f - Finale 1. A. Filippi (Ita) 4.36.68 2. K. Hosszu (Hun) 4.37.43 3. Y. Martynova (Rus) 4.37.86 100 rana m - Semifinale 10. L. Facci 1.01.60 9. A. Terrin 1.01.54 200 dorso f - Semifinale 8. R. Armellini 2.14.67 10. A. Filippi 2.15.61 4x100 stile libero f - Finale 1. Olanda 3.33.62 2. Italia 3.41.06 R.I. 3. Svezia 3.41.28 4x100 stile libero m - Finale 1. Svezia 3.16.41 2. Italia 3.16.77 3. Olanda 3.16.88 TUFFI - Finali e Preliminari Trampolino 3 metri syncro f - Finale 1. Pakhalina-Pozdnyakova (Rus) 327.57 2. Fischer-Kotzian (Ger) 305.64 3. Fedorova-Korolyova (Ukr) 301.86 4. Batki-Dallapè (Ita) 292.50 Trampolino 1 metro m - Preliminare 2. C. Sacchin 398.65 in semifinale 8 N. Marconi 346.25 in semifinale LE MEDAGLIE ITALIANE AGLI EUROPEI ORI (1) Alessia Filippi nei 400 misti ARGENTI (6) Giulia Lapi e Beatrice Adelizzi nel Duo Squadra Libero Combinato Massimiliano Rosolino nei 400 sl Staffetta 4x100 sl maschile Staffetta 4x100 sl femminile BRONZI (1) Beatrice Adelizzi nel Solo RECORD ITALIANI (2) Mirco Di Tora nei 100 dorso in 54.75 Staffetta 4x100 sl fem. in 3.41.06 Ferraioli, Pellegrini, Simonetto, Chiuso QUALIFICAZIONI OLIMPICHE DEL NUOTO* (2) Alessia Filippi nei 400 misti Massimiliano Rosolino nei 400 sl * Già qualificate le staffette maschili; in attesa di conferma la 4x100 mista femminile

Massimo Cicerchia
Nostro Inviato

Alla Camera di Commercio il Presidente della Fin ha presentato con il C.O. lo studio dell'Istituto Piepoli sull'influsso socio-economico dei Mondiali di nuoto su Regione, Provincia e Comune

ROMA
Il Mondiale di nuoto che torna a Roma dopo 15 anni. Il Governo che lo ha dichiarato "Grande evento di interesse nazionale". L'impattto economico della manifesazione sul nostro Paese. Oggi a Roma, il Presidente della Federazione Italiana Nuoto Paolo Barelli, il Presidente del Comitato Organizzatore di Roma 2009 Giovanni Malagò, il Direttore Generale Roberto Diacetti, il Presidente della Camera di Commercio Andrea Mondello hanno presentato lo studio eseguito dall'Istituto Piepoli sull'impatto socio-economico dei Campionati Mondiali di Nuoto, Pallanuoto, Tuffi, Nuoto Sincronizzato e Nuoto in Acque Libere  - che si svolgeranno a Roma dal 18 luglio al 2 agosto 2009 - sulla Regione Lazio, sulla Provincia e sul Comune di Roma.
"Il Mondiale di Nuoto genererà un aumento del 2,2% del PIL del Comune di Roma - sottolinea il Presidente della FIN, Paolo Barelli - del 2,0% quello della Provincia, dell'1,5% della Regione e dello 0,2% nazionale. Grandi numeri che testimoniano, una volta di più, l'impatto e il peso aggiuntivo di Roma 2009 sull'economia dell'intero Paese".
"Quando ci siamo fatti promotori di questa iniziativa, dopo le Olimpiadi del 2004 - continua il Presidente Barelli - e abbiamo avanzato la candidatura dell'Italia ottenendone l'assegnazione nel 2005 a Montreal, eravamo certi che i Mondiali di Nuoto avrebbero portato benefici alla città, alla Provincia e alla Regione. Il nostro obiettivo era quello di una crescita e implementazione sostanziale delle strutture pubbliche e private della capitale e dell'intero Paese. Gli enti locali e nazionali hanno raccolto l'iniziativa, sposandola e supportandola dall'inizio e oggi che leggiamo questi numeri così importanti capiamo di aver raggiunto il nostro primo obiettivo e di essere sulla strada giusta per proseguire il lavoro. In Italia ci sono circa 2.000 società che svolgono attività natatorie, un milione di tesserati alle società affiliate alla FIN e i risultati degli ultimi anni hanno favorito un incremento di un milione di frequentatori delle piscine in Italia".
"La forza del Mondiale - ha concluso Barelli - sta nei suoi numeri che vivono paralleli a quelli del nostro movimento che ormai conta oltre 5.000.000 di praticanti".    
Il Presidente dell'Istituto Piepoli SpA, che ha effettuato le ricerche, Nicola Piepoli, ha poi illustrato il lavoro. I numeri sono riportati in tabella.


GLI STUDI DELL'ISTITUTO PIEPOLI E GHIRETTI I NUMERI DELLA FIN E DEI MONDIALI DI ROMA 2009
La popolazione laziale e i Mondiali di Roma 2009 - il 42% ne ha sentito parlare; - il 33% si ritiene piuttosto informato; - il 22% conosce la mascotte Diva; - l’84% di loro gradisce Diva; - il 64% seguirà sicuramente l’evento; - il 24% è intenzionato a seguire alcune gare dal vivo; - l’88% giudica positivi gli interventi strutturali per i Mondiali; - il 45% li giudica un incentivo alla pratica del nuoto per i giovani; - il 42% li considera un’occasione di miglioramento delle strutture sportive; - per il 35% saranno di beneficio per il Comune; - per il 17% anche per la Provincia; - per il 18% anche per la Regione; - per il 27% per l’Italia intera; - per l’89% sarà un evento di grande successo. Gli operatori economici e i Mondiali di Roma 2009 - il 47% conosce i Mondiali; - l’88% li gradisce; - per l’82% è motivo d’orgoglio; - il 34% pensa di poterne trarre dei vantaggi; - alberghi e ristoranti stimano un incremento del volume d’affari di circa il 4-5%; - il 33% degli alberghi ha intenzione di organizzare iniziative e promozioni inerenti; - il 45% li giudica un incentivo alla pratica del nuoto per i giovani; - il 36% li considera un’occasione di miglioramento delle strutture sportive; - il 93% non teme risvolti negativi sulle proprie attività. Le stime del Pil per il 2009 con il valore aggiunto dei Mondiali - Italia +0,2% - Lazio +1,5% - Provincia di Roma +2,0% - Comune di Roma +2,2% I Numeri dei Mondiali di Roma 2009 - 16 giorni di competizioni - 170 nazioni - 2.500 atleti - 1.500 giornalisti - 2.500 volontari - 2 miliardi di telespettatori previsti I numeri della Fin - 5.000.000 di praticanti - 1.400 società affiliate - 50.000 atleti agonisti - 1.300.000 atleti delle scuole nuoto - 25.000 tecnici - 3.000 ufficiali gara Le Olimpiadi di Pechino e l’interesse dei giovani - il 90% ha assicurato che resterà incollato al televisore per seguire le gare - il 53% seguirà le gare di nuoto - il 50% seguirà le gare di tuffi - l’86% dei giovani pratica almeno uno sport - il nuoto è lo sport più praticato con il 36% delle preferenze davanti a calcio (30) e pallavolo (26)


Mercoledì, 12 Marzo 2008

Europei di Eindhoven Ecco l'Italia

Sono 64 gli atleti azzurri per la manifestazione continentale: 41 nuotatori, 12 sincronette e 11 tuffatori. Da domani le gare di sincro. La programmazione tv

ROMA
Domani alle 8.30 con il programma Libero del Solo di sincro, scatta la 29esima edizione dei Campionati Europei di Nuoto, Tuffi e Nuoto Sincronizzato. La delegazione azzurra ha già raggiunto l'Olanda con il Nuoto Sincronizzato lunedì scorso; domani partiranno i tuffi, domenica sarà la volta del nuoto.
L'Italia, chiamata a difendere le 22 medaglie (cinque ori, sei argenti, undici bronzi) conquistate a Budapest nel 2006, con 5 ori, 6 argenti e 4 bronzi conquistati solo dal nuoto (migliore prestazione della storia); parteciperà alle gare, in programma dal 13 al 24 marzo, con 64 atleti (12 per sincro, 11 per i tuffi, 41 per il nuoto). La più giovane è Irene De Biasi, 18 anni compiuti l'8 febbraio; la più matura è la sprinter Cristina Chiuso, 35 anni il prossimo 25 dicembre, argento agli Europei indoor nei 50 stile libero a Trieste.
  
Seguono la delegazione azzurra completa di staff, tecnici, atleti, giudici, il programma gare, le schede e, in tabella, tutte le medaglie conquistate dall'Italia agli Europei di Budapest 2006.
 
NUOTO SINCRONIZZATO (dal 13 al 17 marzo)
 
LA SQUADRA - 12 azzurre
Beatrice Adelizzi        Nord Padania
Alessia Bigi               All Swim
Elisa Bozzo               Pro Recco
Mariangela Perrupato  Pro Recco
Costanza Fiorentini     Aurelia Nuoto
Manila Flamini            Aurelia Nuoto
Benedetta Re             Aurelia Nuoto
Federica Tommasi      Aurelia Nuoto
Francesca Gangemi   Catania Sincro
Giulia Lapi                 RN Savona
Dalila Schiesaro         RN Savona
Sara Sgarzi                Uisp Bologna
 
LO STAFF
Patrizia Giallombardo    Capo delegazione
Laura de Renzis           Commissario tecnico
Antonio De Pascale      Consigliere federale
Rossana Rocci             Tecnico
Elisabetta Filatkina       Tecnico
Annalisa Di Cesare       Medico
Raffaella Lupi               Fisioterapista
Annabella Cinti             Ins. acrobatica
Alessandro Conforto     Preparatore atletico
Pierangela Lupi            Giudice
Francesca Berti           Giudice
  
NUOTO (18/24 marzo)
 
LA SQUADRA - 41 Azzurri (18 atlete e 23 atleti)
Romina Armellini, Marco Belotti, Alessio Boggiatto, Paolo Bossini, Nicola Cassio, Elena Gemo, Caterina Giacchetti, Damiano Lestingi, Federica Pellegrini (CC Aniene);
Christian Galenda (Fiamme Gialle / CC Aniene);
Rachele Bruni, Cristina Chiuso, Alessia Filippi, Diego Statuti (Aurelia Nuoto);
Flavia Zoccari (Esercito / Aurelia Nuoto);
Alessandro Terrin (Fiamme Gialle / Aurelia Nuoto);
Paolo Villa (Esercito / Busto Nuoto);
Cristina Maccagnola, Roberta Panara, Matteo Pelliciari (DDS);
Alessandro Calvi (CS Carabinieri / DDS);
Samuel Pizzetti (Carabinieri / Nuotatori Milanesi);
Erica Ferraioli (Forum SC);
Emiliano Brembilla, Michele Cosentino, Lorenzo Benatti (Ispra);
Francesca Segat (Fiamme Gialle / Ispra Nuoto);
Mirco Di Tora (Fiamme Oro / Azzurra '91);
Chiara Boggiatto, Enrico Catalano, Luca Marin (LaPresse Torino),
Nicola Febbraro (Fiamme Oro/LaPresse Torino)
Filippo Magnini (Larus Nuoto);
Silvia Florio (Esercito/Nuoto Livorno);
Massimiliano Rosolino (CN Posillipo);
Loris Facci (RN Torino);
Alice Carpanese, Irene De Biasi, Renata Fabiola Spagnolo, Maria Laura Simonetto (Plain Team Veneto);
Federico Colbertaldo (Veneto Banca Montebelluna)
 
STAFF
Marco Bonifazi - Capo Delegazione e Coord. Centro Studi e Ricerche
Cosimo D'Ambrosio - Consigliere Federale
Gianfranco Saini - Direttore Sportivo
Alberto Castagnetti - Commissario Tecnico
Stefano Morini - Vice Commissario Tecnico
Cesare Butini - Tecnico Federale Coord. Squadre Giovanili
Gianni Nagni - Tecnico Federale
Andrea Palloni - Tecnico Federale
Claudio Rossetto - Tecnico Federale
Fulvio Albanese - Tecnico
Alessandro Brosco - Tecnico
Nadia Cerati - Tecnico
Branislav Dinic - Tecnico
Antonio Satta - Tecnico
Marco Lancissi - Preparatore Atletico
Andrea Scattolini - Preparatore Atletico
Lorenzo Marugo - Medico Federale
Andrea Cecchi - Chiropratico
Enrico Giorgi - Fisioterapista
Valentina Sacchi - Fisioterapista
Luciano Urbani - Fisioterapista
Barbara Gasperini - Giudice
 
TUFFI (18/24 marzo)
 
LA SQUADRA - 11 azzurri
Noemi Batki (Trieste Tuffi/Esercito),
Tania Cagnotto (Fiamme Gialle/Bolzano),
Francesco Dell'Uomo (Carabinieri/Fiamme Oro),
Francesca Dallapè (Buonconsiglio/Esercito),
Maria Marconi (Fiamme Gialle/Lazio),
Maicol Verzotto (Bolzano N),
Valentina Marocchi (Carabinieri/Bolzano),
Tommaso Marconi (Marina Militare),
Nicola Marconi (Marina Militare/Lazio)
Michele Benedetti (Lazio)
Christopher Sacchin (Carabinieri/Bolzano)
 
STAFF
Klaus Dibiasi    Capo Delegazione
Giorgio Cagnotto Commissario Tecnico
Domenico Rinaldi Tecnico Federale
Antonio Marocchi Tecnico Federale
Giuliana Aor     Tecnico Federale
Gianluca Camillieri Medico
Roberto Pellicini   Fisioterapista
Claudio De Miro     Giudice
 
TV in chiaro
18 marzo
19-19.50 diretta Raidue 
 
19 marzo
19-19.50 diretta Raidue 
 
20 marzo
19-19.55 diretta Raidue 
 
21 marzo
19-19.55 diretta Raidue 
 
22 marzo
18-18.50 diretta Raitre, 19-19.50 diretta Raidue
   
23 marzo
19-20.30 diretta Raidue
   
 24 marzo
19-1950 diretta Raidue 
  
Vai al programma ufficiale
Consulta il sito della manifestazione
Consulta la programmazione di Rai Sport Satellite


BUDAPEST 2006 - 22 MEDAGLIE DA DIFENDERE MEDAGLIERE COMPLETO, EDIZIONI PRECEDENTI
LE MEDAGLIE ITALIANE A BUDAPEST Oro (5) Filippo Magnini nei 100 sl Alessia Filippi nei 400 misti Italia nella 4x100 sl maschile Alessandro Terrin nei 50 rana Italia nella 4x200 sl maschile Argento (6) Massimiliano Rosolino nei 400 sl Massimiliano Rosolino nei 200 sl Alessio Boggiatto nei 200 misti Paolo Bossini nei 200 rana Francesca Segat nei 200 farfalla Luca Marin nei 400 misti Bronzo (11) Simone Ercoli nella 5 Km Italsincro nella prova a squadre Italsincro nel libero combinato Maria Marconi dal trampolino 1m Christopher Sacchin dal trampolino 1m Filippo Magnini nei 200 sl Nicola e Tommaso Marconi nei 3m sincro Alessia Filippi nei 200 misti Francesco Dell'Uomo e Michele Benedetti nella piattaforma sincro Caterina Giacchetti nei 200 farfalla Alessio Boggiatto nei 400 misti MEDAGLIERE O A B TOT NUOTO 31 42 48 121 SINCRO 0 2 15 17 FONDO* 8 8 12 28 TUFFI 8 6 14 28 tot. 41 53 78 194 * nel 1997 (oro) e nel 1999 (bronzo) assegnate anche medaglie alla classifica per Nazioni LE PRECEDENTI EDIZIONI 1926 BUDAPEST 1927 Bologna 1931 Parigi 1934 Magdeburgo 1938 Londra 1947 Montecarlo 1950 Londra 1954 Torino 1958 BUDAPEST 1962 Lipsia 1966 Utrecht 1970 Barcellona 1974 Vienna 1977 Jonkoping 1981 Spalato 1983 Roma 1985 Sofia 1987 Strasburgo 1989 Bonn 1991 Atene 1993 Sheffield 1995 Vienna 1997 Siviglia 1999 Istanbul 2000 Helsinki 2002 Berlino 2004 Madrid 2006 Budapest


Pagina 1 di 2