Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Articoli filtrati per data: Novembre 2007 - FIN - Federazione Italiana Nuoto
Giovedì, 29 Novembre 2007

FIN e Sos Italia Sport e solidarietà

Lunedì 3 dicembre alle 12 a Roma sarà presentato il progetto umanitario “I bambini sono l’oro del mondo". Gli Assoluti di Riccione primo appuntamento per la raccolta fondi. Magnini testimonial

ROMA
Nuoto e solidarietà. Si rinnova il binomio che affianca la Federazione Italiana Nuoto alle iniziative benefiche di carattere sociale. La partnership questa volta si rivolge alla nuova campagna umanitaria della Onlus SOS Italia Villaggi dei Bambini.
“I bambini sono l’oro del mondo” è il titolo del progetto patrocinato dal CONI, dal Ministero per le Politiche Giovanili e le Attività Sportive, dalla Gazzetta dello Sport e da nove federazioni sportive italiane: Nuoto, Atletica Leggera, Basket, Ciclismo, Calcio, Rugby, Scherma, Sport Invernali, Volley.
Lo scopo è quello di raccogliere i fondi per la costruzione del Villaggio SOS di Harrar, in Etiopia. L'iniziativa sarà presentata alla stampa lunedì 3 dicembre alle ore 12 nella Sala Rossa delle Piscine del Foro Italico a Roma. Interverranno il Presidente della SOS Villaggi dei Bambini Enrico Mazzini, il Vice Presidente del CONI Riccardo Agabio, il Presidente della FIN Paolo Barelli, il Presidente della FIGC Giancarlo Abete, il Consigliere Fidal e Villaggio SOS di Morosolo Pierluigi Migliorini, il Manager della Responsabilità Sociale Vodafone Caterina Torcia e tutti gli atleti e personaggi sportivi che fanno da testimonial alla campagna, tra i quali spicca il campione del mondo dei 100 stile libero Filippo Magnini che ha realizzato una serie di scatti fotografici che faranno da cornice alla campagna di sensibilizzazione. Il moderatore sarà Candido Cannavò.
La campagna “I bambini sono l’oro del mondo” si articola in un calendario di eventi legati alle discipline sportive che sono coinvolte. Il primo appuntamento per la raccolta dei fondi è fissato per il 18-22 dicembre con i Campionati Assoluti Invernali di Nuoto a Riccione, dove sarà possibile effettuare delle donazioni nell'apposito stand. A sostegno della campagna Vodafone Italia che ha messo a disposizione un sms solidale: fino al 31 luglio si potranno donare 3 Euro con un sms al numero 48538, attivo per i clienti di rete mobile Vodafone Italia.
 
Clicca qui per l'invito ufficiale 
 
Vai al sito della onlus






Venerdì, 16 Novembre 2007

Mondiali Roma 2009 Speciale Impianti

L'impegno della F.I.N. per realizzare una edizione iridata memorabile e accrescere l'impiantistica sportiva sul territorio col supporto del Comune e in collaborazione con Provincia e Regione. Il piano delle opere e le fonti normative

ROMA
La candidatura ad ospitare la 13esima edizione dei Mondiali di Nuoto, Pallanuoto, Tuffi, Nuoto Sincronizzato e Nuoto in Acque Libere nasce da due obiettivi parimenti sentiti:
1) riportare dopo 15 anni a Roma l’elite del movimento natatorio mondiale con circa 2500 atleti e 1500 tecnici che rappresenteranno oltre 170 paesi e che calamiteranno l’attenzione di 1500 operatori della comunicazione;
2) favorire la realizzazione di una rete di impianti pubblici e privati a disposizione dei cittadini, delle società e delle squadre nazionali anche quando calerà il sipario sul Mondiale.
  
Per attuare l’ambizioso progetto di organizzare il Campionato Mondiale a Roma nel 2009, la Federazione Italiana Nuoto, in sinergia con il Comune di Roma e con il supporto del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, della Provincia di Roma e della Regione Lazio, ha ottenuto sin dall’inizio il pieno sostegno del Governo che ha insignito la rassegna iridata del titolo di “Grande evento di interesse nazionale” con il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 14 ottobre 2005.
L’attivazione dello strumento giuridico ed amministrativo di rilevanza eccezionale inerente il piano di  attuazione delle opere - inferiore solo per investimento ad un’Olimpiade, ad un Mondiale o ad un Europeo di calcio - è stabilito dai Decreti e dalle Ordinanze del Presidente del Consiglio dei Ministri, dalle Ordinanze del Dipartimento della Protezione Civile e dalle Direttive del Commissario Delegato allo Svolgimento dei Mondiali di Nuoto Roma 2009 nominato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Il Governo ha decretato la costituzione, presso il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile, della Commissione Generale di Indirizzo composta dai rappresentanti degli Enti Locali, dal Commissario Delegato e dal Presidente della Federazione Italiana Nuoto.
Spinto dall’imponente programmazione voluta dal Comune di Roma e dalla F.I.N. per implementare le strutture natatorie sul territorio, il Commissario Delegato ha presentato il piano delle opere varato dalla Commissione Generale di Indirizzo che comprende:
1. La Città dello Sport presso l’Università di Tor Vergata, la cui realizzazione è finanziata dalla legge “Roma Capitale”, dal Comune di Roma e dall’Università di Tor Vergata.
2. Il Museo dello Sport, le foresterie e le opere urbanistiche di viabilità e servizi che sono finanziati dal Comune di Roma, dall’Università di Tor Vergata e dai fondi del Ministero dei Beni Culturali.
3. Tre impianti natatori con foresterie per atleti e studenti su aree di proprietà e individuate dal Comune di Roma. Il primo nella zona di Pietralata presso l’Università “La Sapienza”, il secondo nella zona Valco San Paolo presso l’Università “Roma Tre”, il terzo ad Ostia in un’area limitrofa al Centro Sportivo della Federazione Judo Lotta Karate Arti Marziali, FIJLKAM, ancora in fase di individuazione definitiva da parte del Comune di Roma e del Commissario Delegato. Il finanziamento delle tre strutture - da adibire a Centri federali della Federazione Italiana Nuoto e destinati all’uso degli studenti universitari e dei cittadini - è stabilito dalle leggi n. 248 (art. 11-quaterdecies) del 2 dicembre 2005 e n. 296 (art. 1, comma 1292) del 27 dicembre 2006 con l'impegno della Federazione Italiana Nuoto, utilizzatrice degli impianti, a supportare finanziariamente l'iniziativa.
4. Il nuovo Palazzo del Tennis al Foro Italico che è finanziato dalla CONI Servizi S.p.A. .
5. Le opere di manutenzione straordinaria delle piscine del Foro Italico che sono finanziate dalla CONI Servizi S.p.A. e gli adeguamenti e le istallazioni che sono finanziati dal Comitato Organizzatore Roma 2009.
6. Le opere di urbanizzazione e viabilità relative alla realizzazione dell’impiantistica pubblica correlate al Campionato del Mondo che sono finanziate dal Comune di Roma.
7. La realizzazione e il completamento di quattro impianti natatori nei comuni di Frosinone, Tivoli, Anguillara e Monterotondo che sono finanziati dalla Regione Lazio.
8. La realizzazione di un impianto natatorio nel Comune di Anzio che è finanziato dalla Provincia di Roma.
9. La previsione di concessione di aree da parte del Comune di Roma per la realizzazione impiantistica sportiva di interesse del Campionato del Mondo.
Il piano di realizzazioni sopra citate è attuato in ottemperanza alle leggi e alle procedure previste dai Decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dalle Ordinanze sotto la responsabilità del Commissario Delegato, che dispone in esclusiva l’impiego delle risorse finanziarie pubbliche destinate allo svolgimento del Campionato del Mondo di Roma 2009.
10.  Lo straordinario piano delle opere varato per lasciare sul territorio strutture polivalenti e ramificate - al servizio delle necessità organizzative del Mondiale (periodo di ambientamento e/o allenamenti delle squadre straniere nazionali, quartieri generali delle delegazioni partecipanti al Mondiale per circa 4000 persone), e dei cittadini poi -  prevede anche l’adeguamento, il potenziamento e la realizzazione di impianti natatori da parte delle società sportive e dei soggetti “privati”, vincolati allo svolgimento di attività dilettantistiche anche in partecipazione ad associazioni sportive affiliate alla F.I.N., così come previsto dai criteri emanati dal Commissario Delegato e dalla delibera del Consiglio Comunale di Roma n. 85 del 21 maggio 2007. La necessità di disporre di un numero adeguato di impianti nei mesi antecedenti allo svolgimento del Mondiale è confermata anche dal Comitato Organizzatore. Tale disponibilità assicura alle società di Roma adeguati spazi d’acqua in occasione dei lavori di adeguamento e allestimento delle vasche destinate alla celebrazione dei Campionati.  L’adeguamento, il potenziamento e la realizzazione di impianti natatori privati da parte delle società sportive e dei soggetti “privati” risulta a carico esclusivo dei soggetti proponenti. L’iter amministrativo dei progetti presentati inerenti gli impianti di natura privata risulta in forma pubblica di esclusiva competenza del Commissario Delegato e del Comune in forza di quanto previsto dalle su richiamate normative e dalla Delibera Comunale n. 85/2007. 
    
Alla Federazione Italiana Nuoto, anche su indicazione del Comitato Organizzatore dei Mondiali, è stato richiesto dal Commissario Delegato il parere di conformità tecnico-sportiva relativo ai progetti (consulta l'approfondimento) , secondo quanto previsto dalla su richiamata normativa e dalla delibera del Consiglio Comunale (n. 85 del 21/5/2007).
 
L'A.s.d. Circolo Canottieri Aniene, in base alla previsione di concessione di aree da parte del Comune di Roma per la realizzazione di impiantistica sportiva di interesse del Campionato del Mondo (vedi punto 9), è divenuta concessionaria di un’area con delibera della Giunta Comunale di Roma n. 330 del 18 luglio 2007, sul quale costruire un impianto natatorio finanziato dall’associazione medesima e realizzato anche con il supporto del Commissario Delegato. 
   
Come già indicato, le domande dei soggetti interessati al fine della realizzazione possono essere accolte esclusivamente attraverso gli atti di accettazione dell’Amministrazione Comunale e del Commissario Delegato.
   
Riuscire a organizzazione un Mondiale di Nuoto di successo e implementare le strutture impiantistiche a vantaggio delle società, degli atleti e dell’intero movimento natatorio nazionale è motivo di orgoglio per la Federazione Italiana Nuoto che - con il supporto del Governo, del Comune di Roma, della Provincia di Roma e della Regione Lazio - è diventata un riferimento sportivo e organizzativo negli ambiti internazionali.
        
Nb. La Federazione Italiana Nuoto si riserva di aggiornare e/o perfezionare la documentazione prodotta. 




A cura dell’Ufficio Stampa

Negative le analisi della ASL Rm C. L'attività si svolge regolarmente

ROMA
La ASL Rm C ha comunicato la negatività delle analisi effettuate nelle vasche del Foro Italico.
Pertanto le attività - che erano state prudenzialmente sospese in alcune vasche dalla Direzione degli impianti - continuano a svolgersi regolarmente.





Venerdì, 09 Novembre 2007

Giornata del Diabete Tutti in piazza

Il Comitato Organizzatore promuove la campagna di sensibilizzazione attraverso la foto di un bambino con calottina di pallanuoto e occhialini che si appresta a mordere una mela. Appuntamento domani e domenica

ROMA
Sabato 10 e domenica 11 novembre si celebrerà nelle piazze italiane la Giornata del Diabete, principale campagna mondiale per la prevenzione e la diffusione delle informazioni sul diabete, istituita nel 1991 dalla International Diabetes Federation (IDF) e dalla World Health Organization (OMS).
Per promuovere la campagna mondiale il Comitato Organizzatore ha scelto la fotografia di un bambino con la calottina di pallanuoto e gli occhialini che si appresta a mordere una gustosa mela.
La Giornata del Diabete è sotto l'alto Patronato della Presidenza della Repubblica ed ha il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dei Ministeri della Salute, dell'Università e della Ricerca, della Solidarietà Sociale, delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e della Croce Rossa Italiana.
La campagna consente a tutti i cittadini di informarsi presso i presidi diabetologici stanziati nelle piazze italiane sul corretto stile di vita da adottare, di misurare la glicemia e di sottoporsi ad un rapido esame per valutare se si è soggetti a rischio.
Sino all'11 novembre, inoltre, è possibile donare alla ricerca sul diabete 1 euro inviando un sms al numero 48584 oppure 2 euro chiamando da telefono fisso al numero 48584.
  
per saperne di più consulta il sito www.diabeteitalia.it





Il Presidente della Provincia di Roma Gasbarra "posa la prima pietra" alla presenza del Presidente del C.O. Malagò, del Presidente del C.R. Lazio Mauretti e del Sindaco De Angelis. Barelli: "Lascito alla città e allo sport italiano"

ROMA
Questa mattina il Presidente della Provincia di Roma Enrico Gasbarra ha "posato la prima pietra" per la realizzazione della piscina nel comune di Anzio nell'ambito del progetto di implementazione delle strutture territoriali in vista dei Mondiali di nuoto, pallanuoto, tuffi, nuoto sincronizzato e nuoto in acque libere che si svolgeranno a Roma dal 18 luglio al 2 agosto.
Si tratta di un impianto scoperto 33x21 metri, dotato di pontone mobile per la costituzione di una vasca da 25 ad otto corsie, idonea anche a manifestazioni internazionali, con spogliatoi di circa 600 mq con sviluppo sul lato lungo della vasca, tribuna per circa 500 posti, solarium esterno per balneazione estiva di 2000 mq, nonché dotato di un parcheggio in grado di accogliere mezzi collettivi e mezzi di servizio su una superficie di 3500 mq.
La piscina - strutturata in conformità alla eliminazione delle barriere architettoniche - sorgerà all'interno della Cittadella dello Sport di Anzio, dove esiste già un campo di calcio e un campo di rugby, nonché la piscina olimpica coperta del Comune gestita dalla ASD Anzio; prevista anche la futura realizzazione del palazzetto dello sport e del campo di baseball.
Alla cerimonia hanno partecipato il Presidente del Comitato Regionale Lazio Gianpiero Mauretti, in rappresentanza del Presidente della Federnuoto Paolo Barelli, il Presidente Giovani Malagò e il Direttore Generale del Comitato Organizzatore del Mondiale di Roma 2009 Roberto Diacetti, il due volte campione olimpico Domenico Fioravanti, l'Assessore allo sport della Provincia di Roma Adriano Panatta, il Presidente del CONI provinciale Riccardo Viola, il Sindaco di Anzio, peraltro ex pallanotista, Candido De Angelis, e il dirigente della ASD Anzio Marcello Scataglini. Ospite d'onore la mascotte dei Mondiali, la rana Diva.
L'opera - sostenuta dalla Provincia di Roma - rientra nel programma organizzativo di Federnuoto e Comitato dei Mondiali, in accordo con Istituzioni ed Enti locali, votato al potenziamento delle strutture sportive sul territorio "a memoria di un evento - ricorda il Presidente Paolo Barelli - che lasci il segno sportivo e strutturale a vantaggio dello sport italiano e in particolare del movimento natatorio che, grazie ai sacrifici di società, tecnici ed atleti, ormai conta oltre 5.000.000 di praticanti e ha portato la cultura dell'acqua in seno alle famiglie italiane".





Il Direttore Esecutivo della FINA esprime compiacimento per "l'ottimo lavoro finora svolto da FIN e CO" e per il supporto assicurato dalla RAI, sottolinea "la sintonia con il Presidente Barelli" e saluta Diva con simpatia

ROMA
La Federation Internationale de Natation ha diffuso oggi un comunicato stampa attraverso il quale sottolinea "la sintonia con il Presidente Barelli e con la Federazione Italiana Nuoto" ed esprime il compiacimento per "l'ottimo lavoro finora svolto" e per il supporto assicurato dalla RAI al Mondiale di Roma 2009.
   
clicca qui per leggere il comunicato stampa
  
Prima di lasciare Roma, inoltre, Il Direttore Esecutivo della Federation Internationale de Natation, Cornel Marculescu, ha tenuto a ribadire che "a venti mesi dal Mondiale c'è grande fiducia. I rapporti tra la FINA e la FIN sono ottimi, c'è piena collaborazione e sinergia; del resto al Presidente Paolo Barelli ci legano oltre vent'anni di lavoro comune riconosciuto in tutto il mondo".
In particolare, Marculescu si è soffermato sull'impegno della RAI in veste di host broadcaster e sull'impianto che ospiterà la manifestazione, in programma dal 18 luglio al 2 agosto 2009.  "L'incontro con i vertici della produzione della RAI mi conforta - spiega - Hanno assicurato al Mondiale supporto attraverso le tecnologie più avanzate e spazio mediatico d'impatto". "Per quanto riguarda l'impianto che ospiterà il Mondiale - continua - noi facciamo riferimento alla BID di candidatura che menziona il Foro Italico. Nel caso in cui FIN e Comitato ci presentassero un'alternativa saremo contenti di valutarla. Più opportunità disponibili sono sinonimo di competitività e capacità organizzativa". 
Il Direttore Esecutivo della FINA è rimasto colpito anche dalla presenza della mascotte Diva in città. "E' stato una sorpresa molto piacevole passeggiare per le strade e piazze cittadine guardando Diva negli occhi. La rana che caratterizzerà il Mondiale di Roma nel mondo - conclude Marculescu - è il frutto di una scelta comune. Una scelta che finora ha attirato interesse e simpatia come dimostrano i tanti manifesti in città che di certo non passano inosservati".





Segue il comunicato che spiega come la "Direzione abbia prudenzialmente sospeso l'utilizzazione di alcune vasche in attesa di analisi di verifica" e che nel contempo "l'attività è normalmente condotta nelle ulteriori vasche"

ROMA
In relazione alla notizia di intervenuta chiusura delle piscine del Foro Italico, la Direzione precisa che - in attesa delle analisi di verifica da parte dell'Autorità competente già richieste e sollecitate dalla Direzione stessa - è stata prudenzialmente sospesa esclusivamente l'utilizzazione di alcune vasche. L'attività non risulta interrotta e nel suo complesso è normalmente condotta nelle ulteriori vasche del Foro Italico.
 
consulta il sito ufficiale del Comitato laziale