Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Articoli filtrati per data: Giugno 2006 - FIN - Federazione Italiana Nuoto
A Gubbio 460 campioni del domani tra gli 8 gli 11 anni, in rappresentanza di tutte le regioni italiane, si sono affrontati in prove di Nuoto, Pallanuoto, Nuoto Sincronizzato e Nuoto per Salvamento

GUBBIO
Ancora un successo per le iniziative della Federazione Italiana Nuoto all'insegna della promozione degli sport natatori e a favore della diffusione della pratica sportiva sul territorio nazionale.  
La rappresentativa del Lazio si è confermata leader anche nell’edizione 2006 della manifestazione nazionale “Nuoto x Tutti”, conclusasi ieri a Gubbio dopo due giorni di gare di nuoto, pallanuoto, sincro e salvamento.
Al tradizionale appuntamento annuale - organizzato dal settore Propaganda della Federnuoto in collaborazione con i Comitati Regionali, le strutture periferiche federali e le Società Sportive affiliate - hanno partecipato 460 campioni del domani compresi tra gli 8 e gli 11 anni in rappresentanza di tutta Italia.
La classifica generale - ottenuta attraverso la somma dei punteggi acquisti dagli atleti nelle singole discipline - è stata vinta dal Lazio per il quarto anno consecutivo, avanti a Campania e Puglia.
Alla due giorni di gare hanno preso parte il Consigliere Dario Cortese, in rappresentanza della Federazione Italiana Nuoto, e l'Assessore alle Attività Produttive Graziano Cappannelli, in rappresentanza del Comune di Gubbio.
 
Risultati on line
 






Domani e giovedì la città umbra diventa la Capitale delle discipline natatorie per i ragazzi dagli otto agli undici anni. Alle gare tutte le rappresentative regionali con il record di 460 iscritti

ROMA
Come tutti gli anni Gubbio diventa la capitale del nuoto giovanile. Domani e giovedì è in programma il Trofeo "Nuoto per Tutti", annuale manifestazione organizzata dal settore Propaganda della Federnuoto in collaborazione coi Comitati Regionali, le strutture periferiche federali e le Società Sportive affiliate.
Il fine è di incentivare la diffusione delle discipline natatorie e i numeri sono nel contempo una gratificazione per il lavoro svolto e un ulteriore stimolo per far sì che il movimento continui a crescere dalla base per la nascita di futuri campioni.
Questa edizione conta 460 iscritti in rappresentanza di tutte le regioni italiane. Un record di piccoli atleti che si cimenteranno nelle prove di Nuoto, Pallanuoto, Nuoto Sincronizzato e Salvamento.
Lo scorso anno la regione prima classificata fu il Lazio.


PROGRAMA GARE
MERCOLEDI' 21/6 Vasca 50 mt ore 8.30 Batterie Nuoto ore 10.15 1^ fase 1^ parte Torneo Pallanuoto ore 15.15 2^ fase 2^ parte Torneo Pallanuoto ore 18 Finali Nuoto cat. allievi (individuali+staffette) cat. Giovanissimi (4x50 stile libero) Vasca 25 mt ore 8.30 Eliminatorie Sincro "Solo" ore 9.45 Eliminatorie Sincro "Duo" ore 11 Batterie Giovanissimi ore 15.30 Finali Sincro "Solo" ore 16 Finali Sincro "Duo" ore 17.30 Finali Sincro "Combo" GIOVEDI' 22/6 vasca 50 mt ore 8.30 2^ fase 1^ parte Torneo Pallanuoto ore 15.45 2^ fase 2^ parte Torneo Pallanuoto ore 18 Finali Pallanuoto (1°-8° posto) vasca 25 mt ore 8.30 Eliminatorie Sincro "Squadra" ore 10.30 Salvamento cat. Allievi e Giovanissimi ore 16 Finali Nuoto cat. Giovanissimi (individuali+staffetta 4x25 mista) ore 17.30 Finale Sincro "Squadra"


Il Presidente Petrucci scrive all'Ente pensionistico raccogliendo le considerazioni già espresse dal Presidente Barelli e dal Segretario Generale Panza sulla non imponibilità delle attività sportive dilettantistiche

ROMA
In data odierna è stata trasmessa una nota del Presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Gianni Petrucci, al Presidente dell’ENPALS, Amalia Ghisani, riguardante la portata delle novità introdotte dal Decreto Ministeriale 15 maggio 2005 nei confronti dei soggetti impegnati nell’esercizio di attività sportive dilettantistiche.
I contenuti di tale nota raccolgono le considerazioni già espresse dal Presidente della F.I.N. Paolo Barelli ai vertici dell’ ENPALS e in occasione della riunione del “tavolo tecnico” costituito presso il C.O.N.I. al quale la F.I.N. ha attivamente partecipato con lo stesso Presidente, il Segretario Generale Antonello Panza e il consulente Elio Bianchi.
Nella lettera inviata all’ENPALS viene ribadito il concetto, pienamente sostenuto dalla F.I.N., che il C.O.N.I., sulla base della vigente normativa, è l’unico soggetto certificatore dell’esercizio di attività sportiva dilettantistica, come gia riconosciuto ai fini dell’applicazione delle agevolazioni fiscali dall’Agenzia delle Entrate.
Le posizioni contenute nella memoria del C.O.N.I. (di seguito pubblicata) ribadiscono che le indennità di trasferta, i premi, i rimborsi forfettari di spesa e i compensi erogati ai sensi dell’art. 67, comma 1, lett. m.) del TUIR, come pure i rapporti di collaborazione coordinata e continuativa di carattere amministrativo-gestionale ivi contemplati, sono classificati redditi diversi e come tali non sono soggetti a contribuzioni previdenziali.
La F.I.N. condivide pienamente il contenuto della predetta memoria perché coincidente con le argomentazioni espresse dal Presidente federale in occasione di tutti gli incontri organizzati su tale argomento e auspica che l’ENPALS possa condividerle evitando possibili disagi ed eventuali contenziosi che rischierebbero di paralizzare l’attività sportiva dilettantistica.
 
Segue la memoria del C.O.N.I.
"La lettura fatta dall’ENPALS, nella bozza di messaggio in esame, della risoluzione n. 34/E del 26 marzo 2001, con la quale l’Agenzia delle Entrate ha fornito al CONI chiarimenti in ordine al concetto di “esercizio diretto di attività sportive dilettantistiche”, non sembra rispondere né alla lettera né all’intento della risoluzione stessa.
Giova premettere che la citata risoluzione ha riguardo alla disposizione dell’art. 81, corrispondente all’attuale art. 67, comma 1, lett. m) del TUIR, che riconduce tra i redditi diversi le indennità di trasferta, i rimborsi forfetari di spesa, i premi e i compensi erogati nell’esercizio diretto di attività sportive dilettantistiche dal CONI, dalle Federazioni sportive nazionali, dall’UNIRE, dagli Enti di promozione sportiva e da qualsiasi altro organismo, comunque denominato, che persegua finalità sportive dilettantistiche e che da essi sia riconosciuto.
Riguardo alla menzionata disposizione la risoluzione ha precisato che:
“Con la locuzione <esercizio diretto di attività sportive dilettantistiche> il legislatore ha voluto delimitare l’ambito di applicazione della disciplina in esame, escludendo, in sostanza, dal trattamento fiscale agevolato i compensi corrisposti per lo svolgimento di attività contabili ed amministrative in quanto non direttamente finalizzate alla realizzazione delle manifestazioni sportive dilettantistiche.
Pertanto con l’espressione esercizio diretto di attività dilettantistiche si è voluto ricondurre nel regime agevolativo i compensi corrisposti ai soggetti che partecipano direttamente alla realizzazione della manifestazione sportiva a carattere dilettantistico”.
Da tale enunciato l’ENPALS fa discendere:
a) che “il legislatore abbia voluto restringere il concetto di attività sportiva all’ambito delle manifestazioni sportive”;
b) che i compensi in parola “costituiscono reddito diverso, per i percettori, soltanto nei casi in cui l’attività (sportiva) da essi effettuata sia funzionale allo svolgimento della manifestazione sportiva”.
Le riportate conclusioni non appaiono condivisibili.
Una puntuale lettura della ripetuta risoluzione evidenzia in primo luogo essere priva di fondamento l’asserzione secondo cui da essa possa ricavarsi il convincimento che il legislatore con l’espressione “esercizio diretto di attività sportive dilettantistiche” abbia inteso restringere il concetto di attività all’ambito delle sole manifestazioni a contenuto agonistico.
La risoluzione, invero, con riguardo allo specifico settore delle manifestazioni sportive dilettantistiche, ricomprese nella più vasta area delle attività sportive dilettantistiche, si limita a individuare l’ambito applicativo del trattamento agevolato riservato ai compensi in argomento.
In particolare:
- dichiara esclusi dal trattamento agevolato i compensi corrisposti per lo svolgimento di attività contabili ed amministrative, in quanto non direttamente finalizzate alla realizzazione delle manifestazioni sportive dilettantistiche. Ipotesi, questa, inclusa, peraltro, successivamente nel regime agevolato in discorso con l’art. 90, comma 3, della legge n. 289/2002 per i compensi erogati al detto titolo dalle società e associazioni sportive dilettantistiche;
- riconosce riconducibili nel ripetuto regime i compensi erogati ai soggetti che partecipano direttamente alla realizzazione della manifestazione sportiva dilettantistica, a quei soggetti, cioè, le cui prestazioni sono funzionali alla manifestazione stessa determinandone la concreta realizzazione, ivi compresi coloro che presenziano all’evento sportivo con funzioni di rappresentanza dell’associazione partecipante;
- sotto i profilo oggettivo, puntualizza che la manifestazione deve essere comunque a carattere dilettantistico.
Conclusivamente è dato, quindi, affermare che con la risoluzione in commento non viene per nulla considerato l’esercizio diretto di attività sportive dilettantistiche svolto al di fuori di un evento sportivo.
Appare, pertanto, del tutto arbitraria la tesi secondo cui dal contenuto della risoluzione sia dato estrapolare che devono ritenersi esclusi dal trattamento fiscale agevolato i compensi erogati a istruttori o tecnici in genere in relazione a prestazioni da essi rese nelle fasi di preparazione ed allenamenti preliminari alla realizzazione di una qualsiasi manifestazione sportiva e ancor più allorquando rese nell’ambito di tipologie di attività sportive dilettantistiche di carattere prettamente amatoriale non iscritte ad una qualche competizione.
Quanto all’individuazione dei soggetti che svolgono attività sportive dilettantistiche è interessante osservare che già con la circolare n. 27 del 3 luglio 1986, l’Amministrazione finanziaria, a commento della legge 25 marzo 1986, n. 80, recante il trattamento tributario dei proventi derivanti dall’esercizio di attività sportive dilettantistiche, constatata la mancanza di una disciplina specifica rivolta ad identificare i soggetti che svolgono tale tipo di attività, ebbe a dichiarare: “…sicchè può ritenersi, per converso, che sono tali, in linea di principio, tutti quei soggetti che non svolgono attività sportiva professionistica, attività in ordine alla quale è stata invece emanata la legge 23 marzo 1981, n. 91”.
Sempre in tema di svolgimento di attività sportive dilettantistiche è altresì utile richiamare la circolare n. 124/E del 12 maggio 1998. Con essa l’Amministrazione finanziaria nel fornire chiarimenti in ordine alla nuova disciplina degli enti non commerciali in materia di imposte sul reddito e IVA di cui al d.lgs. 4 dicembre 1997, n. 460, ha, come noto, riconosciuto che sono da considerare associazioni sportive dilettantistiche quei sodalizi che svolgono attività sportive dilettantistiche, “intendendosi per tali le attività sportive esclusivamente dilettantistiche come definite nell’ambito della normativa regolamentare dei predetti organismi cui l’associazione è affiliata”.
A questo riguardo si deve ricordare che, ai sensi dell’art. 7, commi 1 e 2 del d.l. 28 maggio 2004, n. 136, convertito con modificazioni dalla legge 27 luglio 2004, n. 186:
- il CONI è l’unico organismo certificatore della effettiva attività sportiva dilettantistica svolta dalle società e associazioni sportive dilettantistiche;
- le agevolazioni tributarie disposte dall’art. 90 della legge 27 dicembre 2002, n. 289, e successive modificazioni si applicano alle società e associazioni sportive dilettantistiche che sono in possesso del riconoscimento ai fini sportivi rilasciato dal CONI, quale garante dell’unicità dell’ordinamento sportivo nazionale, come stabilito dall’art. 5, comma 1, del d.lgs. 23 luglio 1999, n. 242, e successive modificazioni;
- il CONI deve trasmettere annualmente all’Agenzia delle Entrate l’elenco delle società e delle associazioni sportive dilettantistiche in possesso dei requisiti richiesti dal citato art. 90 della legge n. 289/2002.
In considerazione di quanto sin qui rappresentato, le indennità di trasferta, i premi, i rimborsi forfetari di spesa e i compensi erogati ai sensi dell’art. 67, comma 1, lett. m) del TUIR, come pure i rapporti di collaborazione coordinata e continuativa di carattere amministrativo-gestionale ivi contemplati sono classificati redditi diversi e come tali non soggetti a contribuzioni previdenziali. I contributi previdenziali sono invece dovuti, ai sensi della legge n. 335/1995, in relazione ai redditi da collaborazioni coordinate e continuative, come attualmente ridefinite dall’art. 50, comma 1, lett. c-bis), del TUIR.
Infine si rileva che, la circolare n. 21 del 01.03.2004, in relazione ai redditi di lavoro autonomo, fa presente “che l’art. 53, comma 1, del TUIR (già art. 49) riconduce in tale categoria reddituale i redditi derivanti dall’esercizio di arti e professioni e intende per attività artistiche e professionali l’esercizio, per professione abituale ancorché non esclusiva, di attività di lavoro autonomo diverse da quelle che danno luogo a reddito d’impresa. In mancanza del requisito dell’abitualità le prestazioni di lavoro autonomo rientrano nella categoria dei redditi diversi di cui al comma 1, lett. l) dell’art. 67 del TUIR” (prestazioni di lavoro autonomo occasionale). Accanto al requisito dell’abitualità si pone – con ruolo preminente – quello della specifica “professionalità”.
L’attività resa in ambito sportivo si caratterizza – normalmente – per l’inserimento degli istruttori nella struttura organizzativa, pur non essendo gli stessi soggetti a subordinazione gerarchica. Il rapporto si qualifica pertanto come di natura autonoma ma non di natura professionale, atteso che il prestatore utilizza struttura e organizzazione del committente, oltre a coordinare il proprio operato con i  dirigenti dell’associazione ed i responsabili tecnici che forniscono indicazioni in merito alle modalità di realizzazione dell’’attività stessa".







Il Presidente Barelli ha presentato la kermesse internazionale degli sport acquatici alla presenza dei Ct delle Nazionali, del Presidente del CIP Pancalli e del Presidente dell'AgenSport Concia. Gare su Rai Sport Sat e Raitre

ROMA
Scatta domani allo Stadio del Nuoto l'edizione 2006 del RomAquatica, kermesse che raccoglie il Grand Prix di Tuffi, il Roma Sincro, la Coppa Olimpica, il Sette Colli e il Campionato Nazionale a squadre di nuoto. Tutto in undici giorni. A dare il via alle gare sarà il XII Grand Prix Fina di tuffi. Domani mattina alle 9 i primi salti dal trampolino con le eliminatorie maschili dei 3 metri. A seguire la piattaforma femminile e alle 15 la Cerimonia d'Apertura e semifinali e finali.
Questa mattina al Circolo dell'Antico Tiro al Volo il Presidente della Fin, Paolo Barelli, ha presentato il tradizionale appuntamento internazionale della stagione. "Ci troviamo in un momento particolare della preparazione - ha sottolineato - gli atleti stanno lavorando soprattutto in vista delle Olimpiadi di Pechino. Questo è un anno molto importante, perchè ci aspettano gli Europei di Budapest e perchè siamo alla vigilia del Mondiali di Melbourne che si svolgeranno la prossima primavera. I risultati che raccoglieremo saranno i riferimenti per le Olimpiadi di Pechino 2008 e i Mondiali di Roma 2009. Usciamo inoltre da una stagione importante, ricca di soddisfazioni - continua Barelli - Le affermazioni agli Europei di Trieste e ai Mondiali di Shanghai, il continuo sviluppo del settore giovanile e il lavoro dei nostri tecnici è ormai un biglietto da visita molto apprezzato anche all'estero. Ecco quindi che il Grand Prix di tuffi, il Roma Sincro e il Settecolli costituiranno un ulteriore test per le nostre squadre nazionali".
Il Romaquatica rappresenta anche il primo passo verso i prossimi Mondiali di Roma. "Con oggi - ha spiegato il Presidente della Fin - inizia una lunga apnea verso i Mondiali di Roma 2009. La Federazione Italiana Nuoto e l'intera città si stanno preparando per ospitare un evento straordinario, che renderà Roma il centro del mondo natatorio a distanza di quindici anni".
Ad entrare nel merito delle gare sono stati i Commissari Tecnici. Il Ct della Nazionale di tuffi, Giorgio Cagnotto, ha sottolineato la valenza della tappa romana del Grand Prix. "L'ultima tappa del circuito mondiale è da record con 25 Nazioni ed atleti di primissimo piano. Il fatto di giocare in casa costuirà uno stimolo in più per fare bene. Vi partecipiamo con una rosa ampia e una squadra giovane. Purtroppo Tania Cagnotto ha un problema alla caviglia destra, pertanto proverà a saltare solo da 1 metro: stiamo lavorando per gli Europei e non crediamo sia il caso di rischiare. Il resto della squadra è in salute. Come tutti stiamo già programmando l'avvicinamento a Pechino e gli Europei di Budapest e i Mondiali di Montreal sono due tappe fondamentali per crescere e migliorare i risultati già ottenuti".
Il Ct della Nazionale di nuoto sincronizzato, Laura De Renzis, ha  invece presentato la squadra, completamente ringiovanita rispetto ai Mondiali di Montreal. "Abbiamo una squadra giovanissima con ragazze comprese tra i 16 a i 20 anni. Il nuovo progetto è partito con ottimi auspici, ma sappiamo che dobbiamo crescere moltissimo per ben figurare alle Olimpiadi di Pechino 2008 e ai Mondiali di Roma 2009.  Questo per noi è un banco di prova importantissimo. Ci misuriamo con le avversarie di sempre: la Cina a livello mondiale e la Francia a livello europeo. La lista delle partecipanti è molto ampia, basti pensare che non si svolgeranno finali, ma si stilerà una classifica che terrà conto di esercizi tecnici e liberi. Noi ci presentiamo con nuove coreografie. Sia la Lapi sia la Adelizzi si esibiranno nell'esercizio del solo; poi duo, squadra e combo".  
Per il nuoto è intervenuto il direttore sportivo delle squadre nazionali, Gianfranco Saini (il Ct Alberto Castagnetti non era a Roma perchè il volo da Verona è stato cancellato a causa del maltempo). Saini si è soffermato sul Settecolli. "La nostra Nazionale è schierata al gran completo. In chiave azzurra le gare saranno un test per staffette e per valutare la condizione degli atleti in vista degli Europei. Ricco anche il parterre di atleti stranieri, tra i quali spiccano i polacchi Pawel Korzeniowski e Otylia Jedrzejczak, la svedese Therese Alshammar, l'austriaco Markus Rogan e i croati Duje Draganja e Gordan Kozulj. Sarà un test molto importante all'insegna dello spettacolo".
Anche quest'anno saranno protagonisti al RomAquatica alcuni atleti del Comitato Italiano Paralimpico. Le gare di nuoto prevedono due serie riservate agli atleti diversamente abili che precederanno le finali dei 50 e 100 stile libero e nel sincro l'esibizione di una singolarista.
Il Presidente del CIP e Vicepresidente del Coni, Luca Pancalli, ha voluto sottolineare il rapporto di collaborazione con la Federazione Italiana Nuoto. "Sono particolarmente felice di essere qui - ha detto - e non soltanto per l'amicizia e la stima che mi legano al Presidente della Fin Paolo Barelli. Mi fa piacere che la splendida cornice del Foro Italico continui ad ospitare una manifestazione cosi importante come il Romaquatica, tappa di avvicinamento lungo la tratta Budapest-Melbourne-Pechino-Roma 2009. Sono entusiasta del fatto che vi possano partecipare anche le selezioni di nuoto e nuoto sincronizzato paralimpico. Il nostro movimento sta registrando dei risultati di rilievo e anche grazie alla collaborazione con la FIN continua a crescere". "In questi giorni - ha aggiunto - si parla molto di una crisi dello sport italiano ma come Vicepresidente del Coni tengo a sottolineare che il momento difficile riguarda soltanto il calcio. La faccia più bella dello sport italiano invece è proprio quella che vedremo in questi giorni al Foro Italico".
Il  Presidente della AgenSport, l'Agenzia dello Sport della Regione Lazio, Paola Concia, si è unita alle parole di Pancalli. "Anche io credo che in Italia non sia in crisi lo sport ma il calcio e, lasciatemelo dire, chissà che questa crisi non restituisca un pò più di luce agli altri sport. La Regione sosterrà la Federazione lungo tutto il cammino verso i Mondiali di Roma 2009. La Capitale dello sport siamo noi". 
  
Clicca qui per il sito ufficiale
    
LA NAZIONALE ITALIANA di SINCRO: Beatrice Adelizzi (Nord Padania), Alessia Bigi (All Swim), Elisa Bozzo (Pro Recco), Virna Taccone (Pro Recco), Mariangela Perrupato (Pro Recco), Manila Flamini (Aurelia), Benedetta Re (Aurelia), Federica Tommasi (Aurelia), Francesca Gangemi (Catania Sincro), Giulia Lapi (La Filanda Carisa Savona), Dalila Schiesaro (La Filanda Carisa Savona), Sara Sgarzi (UISP Bologna). Staff: Ct Laura De Renzis, Tecnico Federale Roberta Farinelli, Coordinatore Squadre Nazionali Patrizia Giallombardo, Tecnico Giovanna Burlando, Danza Clelia Santulli, Preparatore atletico G.Luca Peschio, Medico Gianfranco Colombo, Fisioterapista Raffaella Lupi.
 
LA NAZIONALE ITALIANA di TUFFI: Noemi Batki (Trieste Tuffi), Tania Cagnotto (Fiamme Gialle/Bolzano Nuoto), Michele Benedetti (Fiamme Oro), Emanuele Marini (Fiamme Oro), Francesca Dallapé (Buonconsiglio Nuoto),  Francesco Dell'Uomo (CS Carabinieri/Fiamme Oro), Maria Marconi (Fiamme Gialle/Lazio Nuoto), Nicola Marconi (Marina Militare/Lazio Nuoto), Tommaso Marconi (Marina Militare/Fiamme Oro), Valentina Marocchi (CS Carabinieri/Bolzano Nuoto), Christopher Sacchin (CS Carabinieri/Bolzano Nuoto), Gabrio Mauri (Canottieri Milano), Massimiliano Mazzucchi (Marina Militare/Carlo Dibiasi), Brenda Spaziani (Fiamme Azzurre/AEK Roma), Maicol Verzotto (Bolzano Nuoto). Staff: Ct Giorgio Cagnotto, Consigliere Federale Klaus Dibiasi, Tecnico Federale Domenico Rinaldi, Tecnici Giuliana Aor, Fabrizio De Angelis, Ibolya Nagy e Italo Salice.
 
LA NAZIONALE ITALIANA di NUOTO: Caterina Giacchetti (CC Aniene), Chiara Boggiatto (La Presse), Roberta Ioppi (La Presse), Alessia Filippi (Fiamme Gialle/Aurelia N), Simona Ricciardi (Fiamme Gialle/Aurelia N), Margherita Ganz (Nottoli N), Elena Gemo (DDS), Cristina Maccagnola (DDS), Roberta Panara (DDS), Federica Pelligrini (DDS), Francesca Segat (Fiamme Gialle), Elisa Pasini (Team Veneto), Renata Spagnolo (Team Veneto), Livia Travaglini (Azzurra N), Cristina Chiuso (Aurelia N), Flavia Zoccari (Aurelia N); Mattia Aversa (CC Aniene), Alessio Boggiatto (CC Aniene), Nicola Cassio (CC Aniene), David Berbotto (La Presse), Enrico Catalano (La Presse), Emiliano Brembilla (Ispra N), Andrea Busato (Fiamme Gialle/Team Veneto), Alessandro Calvi (Carabinieri/DDS), Federico Colbertaldo (Banca Montebelluna), Loris Facci (RN Torino), Mauro Gallo (Carabinieri/RN Dolo), Mattia Nalesso (Carabinieri/RN Dolo), Rudy Goldin (CS Esercito/Rovigo N), Christian Galenda (Fiamme Gialle), Alessandro Terrin (Fiamme Gialle), Filippo Magnini (Larus N), Massimiliano Rosolino (Larus N), Luca Marin (Coop Terranova), Giacomo Vassanelli (Carabinieri/IC Bentegodi), Francesco Vespe (Carabinieri/SC Flegreo). Staff: Vicepresidente Salvatore Montella, Consiglieri Federali Dario Cortese, Manuela Dalla Valle, Cosimo D'Ambrosio, Resp. Comm. Medico-Scientifica e Centro Studi Marco Bonifazi, Commissario Tecnico Alberto Castagnetti, Assistente CT Stefano Morini, Tecnici federali Cesare Butini, Giovanni Nagni, Claudio Rossetto, Resp. Nazionale giovanile Maurizio Coconi, Tecnico Massimiliano Di Mito, Medici federali Lorenzo Marugo e Gianluca Camillieri, Fisioterapisti Valentina Sacchi e Luciano Urbani, Chiropratico Andrea Cecchi.
 
LE STELLE DEL SETTE COLLI
 
Otylia Jedrzejczak
Nata il 13/12/1983 a Ruda Śląska, Polonia
 
Medaglie:
Oro: Olimpiadi Atene 2004 (200 farfalla), Mondiali Montreal 2005 (200 farfalla), Mondiali Barcellona 2003 (200 farfalla), Europei Madrid 2004 (200 farfalla), Europei Berlino 2002 (200 farfalla), Europei Helsinki 2000 (200 farfalla)
Argento: Olimpiadi Atene 2004 (400 stile libero e 100 farfalla), Mondiali Barcellona 2003 (100 farfalla), Europei Berlino 2002 (100 farfalla), Europei Helsinki 2000 (100 farfalla)
Bronzo: Mondiali Montreal 2005 (100 farfalla), Europei Madrid 2004 (100 farfalla), Europei Istanbul 1999 (200 farfalla)
 
Therese Alshammar
Nata il 26/8/1977 a Stoccolma, Svezia
 
Medaglie:
Oro: Europei Madrid 2004 (50 stile libero), Europei Berlino 2002 (50 stile libero), Europei Helsinki 2000 (50 stile libero e 100 stile libero).
Argento: Olimpiadi Sidney 2000 (50 stile libero e 100 stile libero), Mondiali Fukuoka 2001 (50 farfalla e 50 stile libero), Europei Berlino 2002 (4x100 stile libero), Europei Istanbul 1999 (50 stile libero.
Bronzo: Mondiali Montreal 2005 (50 farfalla)
 
Pawel Korzeniowski
Nato il 9/7/1985 a Oświęcim, Polonia
 
Medaglie: 
Oro: Mondiali Montreal 2005 (200 farfalla)
 
Markus Rogan
Nato il 4/5/1982 a Vienna, Austria
 
Medaglie:
Oro: Europei Madrid 2004 (200 dorso e 200 misti)
Argento: Olimpiadi Atene 2004 (100 dorso e 200 dorso), Mondiali Montreal 2005 (200 dorso), Mondiali Fukuoka 2001 (200 dorso), Europei Madrid 2004 (100 dorso), Europei Berlino 2002 (100 dorso e 200 dorso).
Bronzo: Europei Berlino 2002 (200 misti)
 
Duje Draganja
Nato il 27/2/1983 a Spalato, Croazia
 
Medaglie:
Argento: Olimpiadi Atene 2004 (50 stile libero), Mondiali Montreal 2005 (50 stile libero)
Bronzo: Europei Berlino 2002 (100 stile libero)
 
Gordan Kozulj
Nato il 28/11/1976 a Zagabria, Croazia
Medaglie:
Oro: Europei Berlino 2002 (200 dorso)
Argento: Mondiali Barcellona 2003 (200 dorso), Europei Istanbul 1999 (100 dorso e 200 dorso)


ROMAQUATICA 2006 COPERTURA TELEVISIVA - PROGRAMMI
COPERTURA TELEVISIVA TUFFI XII GRAND PRIX FINA Venerdì 2 giugno Diretta Rai Sport Satellite dalle 19.30 finali trampolino 3 metri maschile e piattaforma femm. Sabato 3 giugno Diretta Rai Sport Satellite dalle 18.30 finali trampolino 3 metri femminili e piattaforma masc. XXIV ROMA SINCRO Lunedì 5 giugno Diretta Rai Sport Satellite dalle 18 finale del solo Martedì 6 giugno Diretta Rai Sport Satellite dalle 17.30 finale del duo Mercoledì 7 giugno Diretta Rai Sport Satellite dalle 18 finale della squadra COPPA OLIMPICA Sabato 10 giugno Differita del 9 giugno su Raitre da 17.10 a 18.10 XLIV TROFEO SETTECOLLI Sabato 10 giugno Diretta Rai Sport Satellite dalle 19 Domenica 11 giugno Diretta Rai Sport Satellite dalle 18.45 PROGRAMMI GARE TUFFI XII GRAND PRIX FINA 2-4 GIUGNO 2 Giugno 9.00 Trampolino 3m M Elimin. 11.45 Piattaforma F Elimin. 15.00 Cerimonia D’apertura 17.00 Trampolino 3m M Semif. A/B 18.15 Piattaforma F Semif. A/B 19.30 Trampolino 3m M Finale 20.00 Piattaforma F Finale 3 Giugno 9.00 Trampolino 3m F Elimin. 11.00 Piattaforma M Elimin. 16.00 Trampolino 3m F Semif. A/B 17.15 Piattaforma M Semif. A/B 18.30 Trampolino 3m F Finale 19.00 Piattaforma M Finale 4 Giugno 9.00 Trampolino 1m F Finale 11.00 Trampolino Sinc. 3m M Finale 12.00 Piattaforma Sinc. F Finale 14.30 Trampolino 1m M Finale 16.45 Trampolino Sinc. 3m F Finale 17.45 Piattaforma Sinc. M Finale XXIV ROMA SINCRO 5-8 GIUGNO 5 Giugno 9.30 Programma Tecnico Solo 15.30 Programma Libero Solo - Finale 6 Giugno 9.00 Programma Tecnico Duo 15.00 Programma Libero Duo - Finale 7 Giugno 9.00 Programma Tecnico Squadra 16.30 Programma Libero Squadra - Finale 8 Giugno 11.00 Libero Combinato - Finale COPPA OLIMPICA - 9 GIUGNO (serie dalle 17.30) 50 dorso F 50 dorso M 1500 st. libero F 50 rana F 50 rana M 800 st. libero M 50 farfalla F 50 farfalla M XLIV TROFEO SETTECOLLI 10-11 Giugno 10 Giugno (batterie alle 10 – finali alle 19) 400 st. libero M 200 st. libero F 200 rana M 100 rana F 100 st. libero M 200 dorso F 200 farfalla M 400 misti F 100 dorso M 50 st. libero F 800 st. libero F 200 misti M 100 farfalla F 11 Giugno (batterie alle 10 – finali alle 18.45) 400 st. libero F 200 st. libero M 200 rana F 100 rana M 100 st. libero F 200 dorso M 200 farfalla F 400 misti M 100 dorso F 50 st. libero M 1500 st. libero M 200 misti F 100 farfalla M XIX CAMPIONATO A SQUADRE - 12 Giugno MATTINO (alle 10) 400 st. libero M 200 misti F 50 rana M 50 farfalla F 50 dorso M 200 st. libero F 100 farfalla M 100 rana F 200 rana M 100 dorso F 200 dorso M 200 farfalla F 100 st. libero M 50 st. libero F 400 misti M 800 st. libero F 1500 st. libero M 4x100 mista M 4x100 st. libero F POMERIGGIO (alle 16) 400 st. libero F 200 misti M 50 rana F 50 farfalla M 50 dorso F 200 st. libero M 100 farfalla F 100 rana M 200 rana F 100 dorso M 200 dorso F 200 farfalla M 100 st. libero F 50 st. libero M 400 misti F 800 st. libero M 1500 st. libero F 4x100 mista F 4x100 st. libero M