Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Lunedì, 29 Ottobre 2012

Medagliati olimpici La Fin in Ferrari

Una giornata speciale per i medagliati di Londra 2012. Su invito del Presidente della Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo, una delegazione azzurra, guidata dal Presidente del CONI, Giovanni Petrucci, dal Segretario Generale e Capo Missione ai Giochi, Raffaele Pagnozzi, e dal Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli, ha avuto il privilegio di visitare una delle eccellenze dell'industria italiana nel mondo: la Ferrari. Molti gli atleti azzurri presenti capitanati dai due portabandiera dell'Italia, Valentina Vezzali e Oscar De Pellegrin. Per la Fin, accompagnati dal Segretario Generale Antonello Panza, erano presenti molti dei protagonisti dell'argento del Settebello e Martina Grimaldi medaglia di bronzo nella 10 km di fondo. Gli azzurri sono stati accolti dal collaudatore della Ferrari Giancarlo Fisichella che ha effettuato alcuni giri di pista del circuito emiliano, per rendere omaggio ai vincitori di Londra. "E' un'iniziativa molto interessante, nata dalla collaborazione che la Ferrari ha iniziato col Coni già da molti anni - afferma il Segretario Generale Panza - nel discorso di benvenuto di Montezemolo si evince come il lavoro di squadra sia fondamentale per arrivare ai risultati nella F1 e in tutti gli sport olimpici. Questa condivisione di eccellenze non può far altro che stimolare gli atleti per raggiungere nuovi traguardi sempre più importanti ed esportare il nome dell'Italia in tutto il mondo".
"Una giornata bellissima ed emozionante - ha affermato il CT del Settebello Sandro Campagna - siamo in visita in un'azienda che rappresenta l'eccellenza italiana nel mondo e questo ci servirà da stimolo per gente come noi che cerca il massimo nello sport. Questa visita deve rappresentare non un traguardo ma un punto di partenza per acquisire nuove strategie e nuove forze per raggiungere i più grandi traguardi sportivi". Molti dei ragazzi hanno poi avuto la fortuna di compiere alcuni giri del circuito con una Ferrari GT guidata dai driver di Maranello. Tra questi anche Martina Grimaldi che è rimasta impressionata dai brividi della velocità: "Non mi era mai capitato di andare così forte - afferma la nuotatrice bolognese - è stato davvero emozionante. A me in acqua basterebbe anche un motorino (sorride ndr), comunque questa visita ci rende orgogliosi come italiani e come atleti che esportano il nome della nostra nazione in tutto il mondo".
 
Vai alla gallery sulla pagina ufficiale del Settebello
  
Vai al sito del Coni