News Federazione - FIN - Federazione Italiana Nuoto - FIN - Federazione Italiana Nuoto http://www.federnuoto.it Fri, 29 May 2015 05:54:39 +0200 Joomla! - Open Source Content Management; ADV in background by CONINET it-it Acquamica Nuoto Anch'io Arena a Bari http://www.federnuoto.it/federazione/federazione-news/item/35751-acquamica-nuoto-anch-io-arena-a-bari.html http://www.federnuoto.it/federazione/federazione-news/item/35751-acquamica-nuoto-anch-io-arena-a-bari.html Acquamica Nuoto Anch'io Arena a Bari

Un po’ di teoria e molta pratica; esercizi per imparare a nuotare e giochi in acqua; i tecnici federali che insegnano il metodo e le dimostrazioni delle sincronette che ti spiegano come rendere tutto magnifico. Si è visto questo, allo Stadio del Nuoto di Bari, per la terza Festa dell’Acqua dell’edizione 2014/2015 di “Acquamica Nuoto Anch’io Arena”, il progetto scolastico nazionale di avvio all’acquaticità rivolto alle classi prime e seconde della scuola primaria, sviluppato da Arena Italia, azienda leader nel settore dello swimwear, in collaborazione con Federazione Italiana Nuoto (FIN). Per l’edizione 2015, inoltre, “Acquamica Nuoto Anch’io Arena” ha trovato un nuovo partner: Kinder+Sport, il progetto di responsabilità sociale della Ferrero volto a promuovere stili di vita attivi e incoraggiare la pratica sportiva tra le giovani generazioni.
Oggi, nell’acqua dello Stadio del Nuoto, due classi di scuola elementare hanno avuto il piacere di trascorrere un’intera mattinata in piscina, guidati dagli istruttori federali, dove si sono divertiti in giochi e attività varie legate all’acquaticità e finalizzate a prendere confidenza con il mondo dell’acqua.
Si tratta della terza “Festa dell’Acqua”, alla quale hanno partecipato la IIF del 2° Circolo didattico “Garibaldi” di Altamura (BA) e la IA dell’Istituto comprensivo “Capozzi-Galilei”-Scuola “V.M. De Bellis” di Valenzano (BA).
Sono una cinquantina i bambini che hanno avuto la possibilità di divertirsi insieme agli istruttori FIN, imparando alcuni segreti per stare in acqua, al mare come in piscina, in maniera divertente, sicura e salutare.
Dopo Roma, Paternò (CT) e Bari, le Feste dell’Acqua saranno a Torino (27 maggio) e Milano (29 maggio). Queste ultime occasioni saranno impreziosite dalla presenza di due campioni del nuoto: a Torino ci sarà Arianna Castiglioni, bronzo europeo a Berlino 2014 nei 100 rana; a Milano ci sarà l'olimpionico e autore del grande slam Massimiliano Rosolino, 60 medaglie internazionali.

Enrico Maria Tricarico, Managing Director Central & Southern Europe di Arena: “Arena crede molto nel progetto ‘Acquamica Nuoto Anch’io Arena’, tanto che ha voluto fortemente, insieme alla Federazione Italiana Nuoto, dare vita alla seconda edizione dopo il successo dello scorso anno. Il merito è soprattutto delle scuole che, con grande impegno e numeri da record, hanno partecipato attivamente al progetto, senza risparmiarsi in termini di passione. Le Feste dell’Acqua, cinque tappe di un percorso itinerante lungo lo Stivale, rappresentano la parte più allegra del progetto, con i giochi e le animazioni organizzate dagli istruttori FIN che consentono ai bambini di capire quanto l’acqua sia amica e divertente”.

La seconda edizione di “Acquamica Nuoto Anch’io Arena”, partita a settembre 2014 con l’attività nelle scuole, ha ottenuto numeri da record: 1.000 classi di 240 plessi scolastici iscritte, 25.000 bambini e 2.000 insegnanti coinvolti. E proprio i giovani studenti hanno animato il progetto, producendo centinaia di elaborati creativi (poesia, racconto, disegno, cartellone, plastico, striscione, poster) riguardanti alcune tracce tematiche relative alle attività che si possono fare in ambiente natatorio. Tutte le classi hanno ricevuto un poster del progetto, mentre a ogni bambino sono state consegnate una cuffia Arena e una guida didattica, nella quale sono indicate anche le tracce tematiche affrontate:

− “Nell’acqua posso fare…”: tutto ciò che si può fare in mare o in piscina con la famiglia o gli amici.
− “Tra amici è più bello”: i valori dello spirito di squadra, che anche negli sport acquatici esiste.
− “Bagnino per un giorno”: i comportamenti da evitare in acqua, con i bambini che immaginano di essere un esperto di salvamento.

Inoltre, da quest’anno, si lavora ad un percorso di storytelling per immagini che sta accompagnando il progetto per tutta la sua durata: una troupe riprende infatti le vari fasi del progetto, a partire dalla consegna del kit, proseguendo per il momento della creazione degli elaborati, per arrivare alle Feste dell’acqua. I protagonisti sono sempre loro: i bambini e i campioni degli sport acquatici. Da questo percorso sono ricavati dei video, che vengono veicolati sui canali social degli organizzatori del progetto, con l’hashtag #acquamicanuotoanchioarena.

]]>
fin@federnuoto.it (Francesco Passariello) News Federazione Thu, 21 May 2015 17:27:01 +0200
Giochi Europei. Gli azzurrini per Baku http://www.federnuoto.it/federazione/federazione-news/item/35718-giochi-europei.html http://www.federnuoto.it/federazione/federazione-news/item/35718-giochi-europei.html Giochi Europei. Gli azzurrini per Baku

E’ stata annunciata questa mattina, nel corso della Giunta Nazionale del CONI, la composizione della squadra azzurra in vista della prima edizione dei Giochi Europei, in programma a Baku dal 12 al 28 giugno. L’Italia sarà rappresentata da 295 atleti (168 uomini e 127 donne), protagonisti in 23 discipline. Sarà Giulia Quintavalle a sventolare il tricolore: l'oro ai Giochi di Pechino 2008 sarà la prima portabandiera nella storia del judo azzurro.
Insieme a lei - in Azerbajian - ci saranno altri 4 olimpionici: Niccolò Campriani nel tiro a segno, Jessica Rossi e Chiara Cainero nel tiro a volo, Mauro Nespoli nel tiro con l’arco, per un totale di 14 medagliati olimpici presenti in squadra (Marco Aurelio Fontana nel ciclismo, Andreea Stefanescu e Marta Pagnini nella ginnastica ritmica, Vincenzo Picardi e Vincenzo Mangiacapre nel pugilato, Luca Tesconi nel tiro a segno, Deborah Gelisio, Giovanni Pellielo e Massimo Fabbrizi nel tiro a volo) / tratto da www.coni.it.

consulta il sito del CONI 

La Federnuoto sarà rappresentata dai seguenti atleti.

Nuoto (34; 21 uomini + 13 donne): Giovanni Izzo, Alessandro Bori, Andrea Vergani, Alessandro Miressi, Ivano Vendrame, Jacopo Bietti, Giacomo Carini, Lorenzo Glessi, Christian Ferraro, Federico Poggio, Alex Baldisseri, Alessio Proietti Colonna, Filippo Megli, Matteo Cinquino, Sauro Bertolaccini, Manuel Frigo, Lorenzo Mora, Enzo Nardozza, Cristiano Hantjoglu, Matteo Bertoldi, Luigi Paciolla, Camilla Tinelli, Martina Menotti, Giulia Ramatelli, Martina Rossi, Giulia Verona, Ilaria Cusinato, Sara Franceschi, Tania Quaglieri, Sveva Schiazzano, Giovanna La Cava, Elisa Scarpa Vidal, Marina Luperi, Anna Pirovano.

Nuoto Sincronizzato (10 atlete): Beatrice Amadei, Raffaella Baldi, Maria Antonietta Buccheri, Noemi Carrozza, Veronica Gallo, Lalla Huric, Claudia Modaelli, Enrica Piccoli, Ludovica Redaelli, Elena Sernagiotto.

Tuffi (11; 6 uomini + 5 donne) Vladimir Barbu, Giacomo Ciammarughi, Andrea Cosoli, Ruslan Adriano Cristofori, Samuel D’Alessandro, Francesco Porco, Sara Borghi, Laura Anna Granelli, Flavia Pallotta, Giulia Rogantin, Malvina Catalano Gonzaga.

Pallanuoto (26; 13 uomini + 13 donne). Selezione maschile: Francesco De Michelis, Mario Del Basso, Gaetano Baviera, Gabriele Bassani, Mario Guidi, Massimo Di Martire, Filippo Tommaso Gavazzi, Antonio Maccioni, Matteo Spione, Edoardo Manzi, Gianmarco Nicosia, William De Vena, Filippo Fabiano Antracite. Selezione femminile: Domitilla Picozzi, Elena Altamura, Elisa Quattrini, Giulia Millo, Agnese Cocchiere, Isabella Riccioli, Flavia Schillaci, Caterina Banchelli, Claudia Presta, Adele Esposito, Chiara Foresta, Anna De Magistris, Maria Imma Simonetti.

Prossimamente saranno ufficializzati staff tecnici e iscrizioni gara. 

Vai al sito ufficiale

]]>
fin@federnuoto.it (Valerio Salvati) News Federazione Tue, 19 May 2015 12:26:30 +0200
Acquamica Arena con Tania Di Mario http://www.federnuoto.it/federazione/federazione-news/item/35702-acquamica-arena-con-tania-di-mario.html http://www.federnuoto.it/federazione/federazione-news/item/35702-acquamica-arena-con-tania-di-mario.html Acquamica Arena con Tania Di Mario

Un po’ di teoria e molta pratica; esercizi per imparare a nuotare e giochi in acqua; i tecnici federali che insegnano il metodo, il campione che ti spiega come rendere tutto magnifico. Si è visto questo, nella piscina Giovanni Paolo II del Centro FIN di Paternò (CT), per la seconda Festa dell’Acqua dell’edizione 2014/2015 di “Acquamica Nuoto Anch’io Arena”, il progetto scolastico nazionale di avvio all’acquaticità rivolto alle classi prime e seconde della scuola primaria, sviluppato da Arena Italia, azienda leader nel settore dello swimwear, in collaborazione con Federazione Italiana Nuoto (FIN). Per l’edizione 2015, inoltre, “Acquamica Nuoto Anch’io Arena” ha trovato un nuovo partner: Kinder+Sport, il progetto di responsabilità sociale della Ferrero volto a promuovere stili di vita attivi e incoraggiare la pratica sportiva tra le giovani generazioni.
Oggi, nell’acqua della piscina Giovanni Paolo II a Peternò, due classi di seconda elementare hanno avuto il piacere di nuotare insieme alla campionessa di pallanuoto Tania Di Mario, capitano dell’Orizzonte Catania e della Nazionale, vincitrice, tra l'altro, di 13 scudetti, 7 coppe dei campioni, un oro olimpico., un oro mondiale e tre ori europei.
Alla Festa dell’Acqua hanno partecipato la IIC e la IID del 2° Circolo didattico “Solito” di Gela (Caltanissetta). Una cinquantina di bambini si sono potuti divertire insieme alla campionessa e agli istruttori FIN, imparando alcuni segreti per stare in acqua, al mare come in piscina, in maniera divertente, sicura e salutare. Dopo Roma e Paternò, le Feste dell’Acqua saranno a Bari (21 maggio), Torino (27 maggio) e Milano (29 maggio).

Le dichiarazioni.
 
Enrico Maria Tricarico, Managing Director Central & Southern Europe di Arena: “Arena crede molto nel progetto ‘Acquamica Nuoto Anch’io Arena’, tanto che ha voluto fortemente, insieme alla Federazione Italiana Nuoto, dare vita alla seconda edizione dopo il successo dello scorso anno. Il merito è soprattutto delle scuole che, con grande impegno e numeri da record, hanno partecipato attivamente al progetto, senza risparmiarsi in termini di passione. Le Feste dell’Acqua, cinque tappe di un percorso itinerante lungo lo Stivale, rappresentano la parte più allegra del progetto, con i giochi e le animazioni organizzate dagli istruttori FIN che consentono ai bambini di capire quanto l’acqua sia amica e divertente. La presenza di una campionessa come Tania Di Mario ha poi reso questa giornata indimenticabile, così come dimostrato dagli occhi felici di tutti i bambini partecipanti”.

Tania Di Mario, capitano dell’Orizzonte Catania e della Nazionale: “In Italia, portare lo sport a scuola, tra i bambini, è già un’impresa. Però, per alcune discipline è più facile, è più semplice: basta una palestra. Per gli sport acquatici ci vuole la piscina, quindi è praticamente impossibile. Ecco perché sono convinta che un progetto come “Acquamica Nuoto Anch’io Arena” rappresenti un’iniziativa bellissima di cui c’è tanto bisogno nel nostro Paese. Un applauso quindi ad Arena che l’ha voluto, a FIN e Kinder+Sport che lo sostengono, perché avvicinarsi all’acqua sin da piccoli è fondamentale per capire che è divertente; solo ciò che non si conosce può far paura. Io ho avuto la fortuna di avere una famiglia in cui nuotano tutti, quindi è stato naturale tuffarmi in piscina sin da bambina, prima col nuoto, poi, dai 15 anni in poi, con la pallanuoto, per la quale mi sono trasferita da Roma a Catania. Ed è stata la mia fortuna, non tanto perché ho vinto tanto in vasca, quanto perché ho imparato uno sport sano, completo e sicuramente divertente visto che stare tanto in acqua è speciale, non da tutti i giorni direi. Io bandiera di questa città? No, l’unica bandiera è Giusi Malato: lei non è sostituibile da nessuno. Anche se la pallanuoto mi ha dato innumerevoli soddisfazioni, non mi sento mai arrivata: non mi accontento, penso solo a migliorarmi. Rio 2016 ultimo obiettivo? Non penso mai alla competizione che ho di fronte a me, penso solo a non pormi limiti”.

Sergio Parisi, presidente del comitato siciliano della Federazione Italiana Nuoto: “Acquamica Nuoto Anch’io Arena è un’iniziativa straordinaria e carica di significato. Straordinaria perché con i bambini ci sono le famiglie, l’entusiasmo è alle stelle e sono tutti felici: è la dimostrazione che c’è grande fame di nuoto e di stare in piscina. Qui si diffonde una disciplina che permette non solo di fare agonismo ad altissimi livelli, ma anche di imparare a stare in acqua in piena sicurezza: aspetti che rendono il nuoto la disciplina principe nel panorama sportivo. Questo progetto è anche carico di significato, perché siamo in un impianto gestito dalla FIN, recuperato anche grazie alla città di Paternò, che ospita per l’occasione i bambini di una scuola di Gela, dove c’è una sola piscina su quasi 100 mila abitanti".

La seconda edizione di “Acquamica Nuoto Anch’io Arena”, partita a settembre 2014 con l’attività nelle scuole, ha ottenuto numeri da record: 1.000 classi di 240 plessi scolastici iscritte, 25.000 bambini e 2.000 insegnanti coinvolti. E proprio i giovani studenti hanno animato il progetto, producendo centinaia di elaborati creativi (poesia, racconto, disegno, cartellone, plastico, striscione, poster) riguardanti alcune tracce tematiche relative alle attività che si possono fare in ambiente natatorio. Tutte le classi hanno ricevuto un poster del progetto, mentre a ogni bambino sono state consegnate una cuffia Arena e una guida didattica, nella quale sono indicate anche le tracce tematiche affrontate:

- “Nell’acqua posso fare…”: tutto ciò che si può fare in mare o in piscina con con la famiglia o gli amici.
- “Tra amici è più bello”: i valori dello spirito di squadra, che anche negli sport acquatici esiste.
- “Bagnino per un giorno”: i comportamenti da evitare in acqua, con i bambini che immaginano di essere un esperto di salvamento.

Inoltre, da quest’anno, si lavora ad un percorso di storytelling per immagini che sta accompagnando il progetto per tutta la sua durata: una troupe riprende infatti le vari fasi del progetto, a partire dalla consegna del kit, proseguendo per il momento della creazione degli elaborati, per arrivare alle Feste dell’acqua. I protagonisti sono sempre loro: i bambini e i campioni degli sport acquatici.

foto Arena

]]>
fin@federnuoto.it (Massimo Cicerchia) News Federazione Tue, 12 May 2015 17:32:55 +0200
Acquamica Nuoto Anch’io Arena a Catania http://www.federnuoto.it/federazione/federazione-news/item/35681-acquamica-nuoto-anch’io-arena-a-catania.html http://www.federnuoto.it/federazione/federazione-news/item/35681-acquamica-nuoto-anch’io-arena-a-catania.html Acquamica Nuoto Anch’io Arena a Catania

I bambini sono pronti a tuffarsi in acqua, la campionessa pronta raccontare come ha imparato a nuotare e come è diventata una grande giocatrice, gli istruttori federali a dare utili consigli.
È tutto pronto per la seconda Festa dell’Acqua di “Acquamica Nuoto Anch’io Arena”, il progetto nazionale di avvio all’acquaticità, giunto alla seconda edizione, rivolto alle classi prime e seconde della scuola primaria, sviluppato da Arena Italia, una delle azienda leader nel settore dello swimwear, in collaborazione con Federazione Italiana Nuoto (FIN) e Kinder+Sport, il progetto di responsabilità sociale della Ferrero volto a promuovere stili di vita attivi e incoraggiare la pratica sportiva tra le giovani generazioni.
Martedì 12 maggio, alle ore 10:30, alla piscina Giovanni Paolo II del Centro FIN (Corso Italia), di Paternò (Catania), due classi di prima elementare avranno il piacere di stare in piscina insieme alla campionessa di pallanuoto Tania Di Mario, capitana dell’Orizzonte Catania e della Nazionale, che vanta nel suo palmarès, tra l'altro, 13 scudetti, 7 Champions e un oro olimpico, un oro mondiale e tre ori europei.
Si tratta della seconda “Festa dell’Acqua” dell’edizione 2014/2015 del progetto “Acquamica Nuoto Anch’io Arena”, alla quale parteciperanno la IIC e la IID del 2° Circolo didattico “Solito” di Gela (Caltanissetta).
Saranno una cinquantina i bambini che potranno divertirsi insieme alla campionessa e agli istruttori FIN, imparando alcuni segreti per stare in acqua, al mare come in piscina, in maniera divertente, sicura e salutare.

]]>
fin@federnuoto.it (Francesco Passariello) News Federazione Fri, 08 May 2015 13:35:30 +0200
Walk of Fame. I volti della Federnuoto http://www.federnuoto.it/federazione/federazione-news/item/35677-walk-of-fame-i-volti-della-federnuoto.html http://www.federnuoto.it/federazione/federazione-news/item/35677-walk-of-fame-i-volti-della-federnuoto.html Walk of Fame. I volti della Federnuoto

Il presidente del CONI, Giovanni Malagò, ha inaugurato la Walk of Fame dello sport italiano: 100 mattonelle lungo viale delle Olimpiadi, al Foro Italico, a Roma, con il nome di altrettanti campioni azzurri. Tra le cento leggende dello sport italiano figurano Eraldo Pizzo, Klaus Dibiasi, Novella Calligaris, Francesco Attolico, Alessandro Campagna, Giorgio Lamberti, Domenico Fioravanti e Cesare Rubini: orgoglio e storia della Federazione Italiana Nuoto. Seguono dei brevi profili.

Eraldo Pizzo (Genova, 21 aprile 1938) è un ex pallanotista italiano. Noto con il soprannome di "caimano" per la sua abilità nel dominare l'acqua, è considerato il più forte pallanotista italiano di tutti i tempi. Conquista l'oro olimpico ai Giochi di Roma 1960 e ben 16 scudetti, quindici con la Pro Recco e uno con la RN Bogliasco, ed una coppa dei campioni nel 1965. Si ritira dall'attività agonistica a 48 anni dopo aver partecipato anche alle Olimpiadi di Tokyo 1964, Città del Messico 1968 e Monaco di Baviera 1972.

Pizzo 1965 2

Klaus Dibiasi (Solbad Hall, 6 ottobre 1947) è un ex tuffatore italiano. Considerato il più grande di sempre insieme allo statunitense Greg Louganis, domina la scena tra il 1968 e il 1976. Durante quegli anni conquista per tre volte consecutive la medaglia d'oro dalla piattaforma alle Olimpiadi di Città del Messico 1968, Monaco di Baviera 1972 e Montreal 1976. Già d'argento ai Giochi di Tokyo 1964, si ritira nel 1977 con tre ori e due argenti olimpici, due ori e due argenti iridati, due ori e due argenti europei.

dibiasi 2

Novella Calligaris (Padova, 27 dicembre 1954) è un'ex nuotatrice. È la prima tra gli atleti italiani a conquistare una medaglia olimpica nel nuoto e a stabilire un primato mondiale. Ai Giochi di Monaco di Baviera 1972 conquista l'argento nei 400 stile libero in 4'22"44 e il bronzo negli 800 stile libero in 8'57"46 e nei 400 misti in 5'03"99 coi relativi record europei. L'anno successivo, ai primi campionati mondiali, a Belgrado, stabilisce il record mondiale vincendo gli 800 stile libero in 8'52"973 e conquista il bronzo nei 400 stile libero col record europeo in 4'21"798 e nei 400 misti in 5'02"029. Si ritira nel 1974 con 71 titoli italiani, il record mondiale degli 800 e ben 21 primati europei.

calligaris 2

Francesco Attolico (Bari, 23 marzo 1963) è un ex pallanotista italiano. Anche noto come "Airone azzurro", difende i pali del Settebello con cui vince la medaglia d'oro alle Olimpiadi di Barcellona 1992, ai Mondiali di Roma 1994 e agli Europei di Sheffield 1993 e Vienna 1995. Peraltro conquista la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Atlanta 1996 ed ai campionati europei l'argento a Budapest 2001 e il bronzo a Firenze 1999. In carriera vince tutto ad eccezione della coppa dei campioni. Si ritira con 414 presenze in nazionale.

attolico 2

Alessandro Campagna (Palermo, 26 giugno 1963), detto Sandro, è cresciuto a Siracusa; ex pallanotista ed allenatore del Settebello con cui vince da giocatore la medaglia d'oro alle Olimpiadi di Barcellona 1992, ai campionati europei di Sheffield 1993 e ai campionati mondiali di Roma 1994. Peraltro conquista l'argento ai Mondiali di Madrid 1986 e il bronzo agli Europei di Strasburgo 1987 e Bonn 1999. Attaccante dal tiro fulminante e con una brillante visione di gioco, è considerato tra i giocatori polivalenti più forti di tutti i tempi. Ritiratosi dall'attività con 408 presenze in nazionale senza aver mai vinto lo scudetto si dedica all'allenamento con altrettante soddisfazioni. Conquista l'oro mondiale col Settebello a Shanghai 2011, l'argento olimpico a Londra 2012; ai campionati europei l'argento a Budapest 2001 e Zagabria 2010 e il bronzo a Budapest 2014. Allena anche la Grecia che porta alla storica conquista della medaglia di bronzo ai campionati mondiali di Montreal 2005.

campagna 1992 2

Giorgio Lamberti (Brescia, 28 gennaio 1969) è un ex nuotatore italiano. Specializzato nello stile libero. Primo nuotatore italiano a conquistare una medaglia d'oro in un campionato mondiale ed a stabilire un primato mondiale. Ci riesce ai campionati europei di Bonn, in Germania Ovest, nel 1989 quando vince i 200 stile libero in 1'46"69; nella stessa edizione vince i 100 stile libero in 49"24 col record europeo. Due anni dopo, a Perth nel 1991, conquista l'oro mondiale nei 200 stile libero in 1'47"27 e il bronzo nei 100 in 49"82. Non riesce mai a conquistare la medaglia olimpica e chiude la carriera, a seguito di numerosi problemi fisici, nel 1993 con un argento e due bronzi iridati; tre ori, tre argenti e tre bronzi europei, quattro record mondiali, di cui tre in vasca corta, oltre ad altre numerose affermazioni come i 33 titoli italiani.

lamberti 2

Domenico Fioravanti (Trecate, 31 maggio 1977) è un ex nuotatore italiano, il primo a diventare campione olimpico nel nuoto e il primo atleta della storia a vincere la combinata 100 e 200 metri rana in un'edizione dei Giochi olimpici. Vi riesce a Sydney 2000, dove il nuoto italiano conquista altre quattro medaglie con Massimiliano Rosolino (oro nei 200 misti, argento nei 400 stile libero e bronzo nei 200 stile libero) e Davide Rummolo (bronzo nei 200 rana). "Fiore" vince i 100 rana in 1'00"46 e i 200 rana in 2'10"87 da record europeo. In precedenza, ai campionati europei di Helsinki 2000, aveva conquistato l'oro nei 100 e l'argento nei 200 rana. Successivamente, ai campionati mondiali di Fukuoka 2001 conquista l'argento nei 100 e il bronzo nei 50 rana. Dopo vari infortuni, si ritira nel 2004 a causa di problemi di salute e dopo aver conquistato un argento e un bronzo iridati, due ori e tre argenti europei, oltre a molteplici altre medaglie internazionale ed a 46 titoli nazionali.

fioravanti 2

Cesare Rubini (Trieste, 2 novembre 1923 – Milano, 8 febbraio 2011) è stato un pallanuotista, cestista e allenatore di pallacanestro talmente versatile da essere inserito nelle Hall of Fame di entrambi gli sport. Con la nazionale di pallanuoto, capitanata da Mario Majoni, conquista l'oro ai Giochi di Londra 1948 dove nasce il mitico "Settebello", di cui diventerà capitano e con cui conquisterà alle Olimpiadi di Helsinki del 1952 e agli Europei di Torino del 1954 la medaglia di bronzo. Nel 1947, a Montecarlo, aveva già vinto il titolo europeo. Finanche allenatore-giocatore, Rubini vince anche 6 scudetti con la Canottieri Olona di Milano, la Rari Nantes Napoli e la RN Camogli. Disputerà inoltre 84 partite con la nazionale, 42 dei quali in veste di capitano. Come cestista vince sei volte il campionato italiano con l'Olimpia Milano che porta da allenatore alla conquista di altri nove titoli, una coppa Italia, una coppa dei campioni e due coppe delle coppe.

rubini 2

]]>
fin@federnuoto.it (Francesco Passariello) News Federazione Thu, 07 May 2015 16:53:27 +0200
Accendi la passione. Diventa volontario http://www.federnuoto.it/eventi/settecolli-2015/volunteer-form.html http://www.federnuoto.it/eventi/settecolli-2015/volunteer-form.html Accendi la passione. Diventa volontario

Se ami lo sport e ti piace il nuoto non puoi mancare al grande spettacolo del 52° Trofeo Settecolli, in programma dal 12 al 14 giugno nello splendido scenario dello Stadio del Nuoto del Foro Italico, a Roma.

Nel tempio acquatico che ha ospitato le Olimpiadi del 1960, i Campionati del mondo del 1994 e del 2009 e i Campionati europei del 1983, ci sarà il non plus ultra del nuoto italiano ed internazionale, del sincro e della pallanuoto.

Vuoi conoscere da vicino Federica Pellegrini? Assistere da protagonista alle partite del Settebello con l’Ungheria, la Croazia e gli Stati Uniti? Seguire il Duo misto di nuoto sincronizzato che sarà disciplina iridata da Kazan 2015?  Non lasciarti sfuggire l'occasione di collaborare alla realizzazione della principale manifestazione di nuoto che si svolge in Italia da oltre cinquant’anni.

Se vuoi vivere anche tu le grandi emozioni che soltanto lo sport riesce a regalare, vieni a fare il volontario al 52° Trofeo Settecolli. Per te il kit dell’Arena, fornitore ufficiale della Federazione Italiana Nuoto, e un posto privilegiato a bordo piscina.

Per partecipare alla selezione ti basterà aver compiuto 18 anni. Compila il modulo e invialo con la tua foto e il tuo curriculum vitae a volontari@federnuoto.it entro e non oltre il 31 maggio.

icon Modulo volontari Settecolli 2015

]]>
fin@federnuoto.it (Valerio Salvati) News Federazione Wed, 06 May 2015 14:58:05 +0200
Acquamica Arena con Detti a Roma martedì http://www.federnuoto.it/federazione/federazione-news/item/35645-acquamica-nuoto-anch’io-arena-con-detti-a-roma.html http://www.federnuoto.it/federazione/federazione-news/item/35645-acquamica-nuoto-anch’io-arena-con-detti-a-roma.html Acquamica Arena con Detti a Roma martedì

I bambini sono pronti a tuffarsi in acqua, i campioni a raccontare come hanno imparato a nuotare, gli istruttori federali a dare utili consigli. È tutto pronto per il varo delle Feste dell’Acqua della seconda edizione di “Acquamica Nuoto Anch’io Arena”, il progetto nazionale di avvio all’acquaticità rivolto alle classi prime e seconde della scuola primaria, sviluppato da Arena Italia, una delle azienda leader nel settore dello swimwear, in collaborazione con Federazione Italiana Nuoto (FIN). Per l’edizione 2015, inoltre, “Acquamica Nuoto Anch’io Arena” trova un nuovo partner: Kinder+Sport, il progetto di responsabilità sociale della Ferrero volto a promuovere stili di vita attivi e incoraggiare la pratica sportiva tra le giovani generazioni.
Martedì 5 maggio, alle ore 10,30, al polo natatorio del Foro Italico di Roma (piazza Lauro de Bosis 3), due classi di prima elementare avranno il piacere di nuotare insieme al campione di nuoto Gabriele Detti, primatista europeo negli 800 stile libero. Si tratta della prima “Festa dell’Acqua” dell’edizione 2014/2015 del progetto “Acquamica Nuoto Anch’io Arena”, alla quale parteciperanno la IB dell’Istituto comprensivo Piazzale della Gioventù-Scuola “Pirgus” di Santa Marinella (Roma) e la IC dell’Istituto comprensivo-plesso “Papa Wojtyla” (Roma). Saranno una cinquantina, quindi, i bambini che potranno divertirsi insieme al campione e agli istruttori FIN, imparando alcuni segreti per stare in acqua, al mare come in piscina, in maniera divertente, sicura e salutare.
Dopo Roma, le “Feste dell’Acqua” saranno a Catania (12 maggio), Bari (21 maggio), Torino (27 maggio) e Milano (29 maggio).
La seconda edizione, partita a settembre 2014 con l’attività nelle scuole, ha ottenuto numeri da record: 1.000 classi di 240 plessi scolastici iscritte, 25.000 bambini e 2.000 insegnanti coinvolti. E proprio i giovani studenti hanno animato “Acquamica Nuoto Anch’io Arena” producendo centinaia di elaborati creativi (poesia, racconto, disegno, cartellone, plastico, striscione, poster) riguardanti alcune tracce tematiche relative alle attività che si possono fare in ambiente natatorio. Tutte le classi hanno ricevuto un poster del progetto, mentre a ogni bambino sono state consegnate una cuffia Arena e una guida didattica, nella quale sono indicate anche le tracce tematiche affrontate dai bambini
- “Nell’acqua posso fare…”: tutto ciò che si può fare in mare o in piscina con con la famiglia o gli amici.
- “Tra amici è più bello”: i valori dello spirito di squadra, che anche negli sport acquatici esiste.
- “Bagnino per un giorno”: i comportamenti da evitare in acqua, con i bambini che immaginano di essere un esperto di salvamento.
Inoltre, da quest’anno, si lavora ad un percorso di storytelling per immagini che sta accompagnando il progetto per tutta la sua durata: una troupe riprenderà infatti le vari fasi del progetto, a partire dalla consegna del kit, proseguendo per il momento della creazione degli elaborati, per arrivare alle Feste dell’acqua. I protagonisti sono sempre loro: i bambini e i campioni degli sport acquatici. Da questo percorso saranno ricavati dei video, che saranno veicolati sui canali social degli organizzatori del progetto, con l’hashtag #acquamicanuotoanchioarena

]]>
fin@federnuoto.it (Francesco Passariello) News Federazione Thu, 30 Apr 2015 12:27:05 +0200
Serena e gioiosa Pasqua http://www.federnuoto.it/federazione/federazione-news/item/33970-buona-e-serena-pasqua.html http://www.federnuoto.it/federazione/federazione-news/item/33970-buona-e-serena-pasqua.html Serena e gioiosa Pasqua

Il Presidente Paolo Barelli, il Presidente Onorario Salvatore Montella, i Vice Presidenti Lorenzo Ravina, Manuela Dalla Valle e Francesco Postiglione, il Segretario Generale Antonello Panza, il Consiglio e gli Uffici federali augurano a tutti gli amici delle discipline acquatiche una serena e gioiosa Pasqua.
Cogliamo l'occasione per comunicare che gli Uffici della Federazione Italiana Nuoto riapriranno martedì.

]]>
fin@federnuoto.it (Francesco Passariello) News Federazione Sat, 04 Apr 2015 15:53:16 +0200
Nel 2018 gli European Sports Championships http://www.federnuoto.it/federazione/federazione-news/item/35496-nel-2018-gli-european-sports-championships.html http://www.federnuoto.it/federazione/federazione-news/item/35496-nel-2018-gli-european-sports-championships.html Nel 2018 gli European Sports Championships

Nascono gli European Sports Championships che si svolgeranno in dodici giorni tra luglio e agosto 2018 nelle città di Berlino, in Germania, e Glasgow, in Scozia. Ovvero i campionati europei di atletica, nuoto, ciclismo, canottaggio e triathlon si aggregano e creano un'unica manifestazione a cui prenderanno parte circa 4500 atleti. Il partner televisivo della manifestazione sarà l'EBU che garantirà 2700 ore di programmazione con la previsione di 850 milioni di telespettatori in tutta Europa. In corso un dialogo con il golf che potrebbe diventare la sesta consorella degli European Sports Championships in programma ogni quattro anni.
I campionati europei di nuoto si svolgeranno al Tollcross International Swimming Centre di Glasgow, con le gare di tuffi e nuoto sincronizzato all' Edinburgh's Royal Commonwealth Pool e quelle di nuoto in acque libere al lago Lomond.
I campionati europei di atletica leggera si svolgeranno allo Stadio Olimpico di Berlino, con le gare su strada in città.
Le gare di ciclismo su pista, su strada, di mountain bike e di BMX si svolgeranno al Sir Chris Hoy Velodrome, alla pista di mountain bike Cathkin Braes, tra le strade di Glasgow e in nuovo impianto di BMX da costruire in città.
Canottaggio e Triathlon saranno entrambi in scena al Strathclyde Country Park in North Lanarkshire.
Ogni campionato europeo sarà organizzato dalla rispettiva federazione/lega e dal comitato organizzatore della città.
"Con il sostegno e l'impegno delle principali emittenti televisive in tutto il continente i campionati europei degli sport coinvolti costituiranno un'ulteriore potente fonte di ispirazione per i giovani esaltandone le differenze e toccando le diverse inclinazioni", ha dichiarato Paolo Barelli, presidente della Ligue Europeenne de Natation.
Entusiasta anche Jean-Paul Philippot, presidente dell'EBU, che sottolinea di essere "felice per la partnership ad un progetto innovativo, che raccoglierà molteplici sport creando un evento competitivo di alta qualità che sarà trasmesso su base free to air".

consulta il sito ufficiale

]]>
fin@federnuoto.it (Francesco Passariello) News Federazione Thu, 26 Mar 2015 16:17:12 +0100
Comunicato. Archiviata denuncia CONI http://www.federnuoto.it/federazione/federazione-news/item/35474-comunicato-archiviata-denuncia-coni.html http://www.federnuoto.it/federazione/federazione-news/item/35474-comunicato-archiviata-denuncia-coni.html

In data 20 marzo 2015 il Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Roma ha disposto l'archiviazione del procedimento a carico del Presidente della Federazione Italiana Nuoto Paolo Barelli in relazione al delitto di truffa aggravata ai danni di CONI e CONI SERVIZI. In particolare il GIP ha ritenuto che “manchino gli elementi del dolo e siano carenti quelli del danno”. 

Quindi è stato decretato che il fatto non costituisce reato e che addirittura il reato non sussista.
 
La denuncia del CONI per il reato di truffa aggravata si è dimostrata infondata e priva di rigoroso o solo istituzionale rispetto nei confronti di una Federazione dalla gestione cristallina, che produce campioni, medaglie internazionali ed oltre 5.000.000 di praticanti ed è protesa con l’impegno e l’unità di tutte le sue componenti (atleti, tecnici, società, uffici) al traguardo delle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016.
 
La decisione della magistratura - a conferma della trasparenza e correttezza dell'operato degli organismi federali - chiude definitivamente la vicenda nei confronti di CONI e CONI SERVIZI, che ha condizionato fortemente la gestione degli uffici e ha leso ingiustamente l'immagine del Presidente Paolo Barelli, anche in sede internazionale e con possibili contraccolpi negativi sulla candidatura olimpica di Roma 2024.
 
A commento dell’ordinanza emessa, certi del proprio operato e della trasparenza degli organi giudicanti, la Federnuoto e il Presidente Paolo Barelli ribadiscono piena fiducia nella magistratura che ha disposto di verificare la corretta percezione e il corretto utilizzo dei fondi nei confronti dello Stato, ed auspicano - considerata l’insussistenza della truffa denunciata - il doveroso ed istituzionale sostegno del CONI.

]]>
fin@federnuoto.it (Francesco Passariello) News Federazione Mon, 23 Mar 2015 14:43:31 +0100