Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Latest results

Domenica, 18 Giugno 2017

Europei. Barbu quinto, Placidi decimo

Settima e ultima giornata dei campionati europei di tuffi a Kiev. Nella finale della piattaforma splendido quinto posto di Vladimir Barbu. Il 19enne altoatesino - tesserato per Carabinieri e Bolzano Nuoto e allenato dal commissario tecnico Giorgio Cagnotto - chiude con 458.35 punti, al termine di una gara di livello assoluto nella quale spiccano gli 84.15 punti del verticale con triplo indietro raggruppato (premiato con un 9 dal giudice numero tre, la ceca Hana Novotna) e gli 80.85 punti salto mortale e mezzo indietro con tre avvitamenti e mezzo con cui ha chiuso il programma. Decimo l'altro azzurro qualificato per la finale Mattia Placidi (Fiamme Rosse/Carlo Dibiasi) con 377.70 punti, che paga l'avvio difficile con i 48.60 punti del verticale con doppio salto mortale indietro con due avvitamenti e mezzo. Oro al francese Benjamin Auffret con 511.75 punti, argento al russo Viktor Minibaev con 493.25 punti e bronzo al britannico Matthew Lee con 485.55 punti.
L'Italia chiude gli Europei di Kiev con tre medaglie: gli ori di Elena Bertocchi dal metro e della stessa atleta meneghina con Maicol Verzotto nel sincro mixed da tre metri; e il bronzo conquistato da Noemi Batki e Verzotto nella piattaforma mixed. 

Piattaforma - Finale

1. Benjamin Auffret (FRA) 511.75
2. Viktor Minibaev (RUS) 493.25
3. Matthew Lee (GBR) 485.55
5. Vladimir Barbu (ITA) 458.35
10. Mattia Placidi (ITA) 377.70

I tuffi di Mattia Placidi

6245D verticale con doppio salto mortale indietro con due avvitamenti e mezzo 48.60
5255B doppio salto mortale e mezzo indietro con due avvitamenti e mezzo carpiato 54.00
107B triplo e mezzo avanti carpiato 67.50
407C triplo salto mortale e mezzo ritornato raggruppato 72.00
207C triplo e mezzo indietro raggruppato 69.30
307C triplo e mezzo rovesciato raggruppato 66.30

I tuffi di Vladimir Barbu

305C doppio salto mortale e mezzo rovesciato raggruppato 68.60
626C verticale con triplo indietro raggruppato 84.15
107B triplo e mezzo avanti carpiato 72.00
407C triplo salto mortale e mezzo ritornato raggruppato 75.20
207C triplo e mezzo indietro raggruppato 77.55
5237D salto mortale e mezzo indietro con tre avvitamenti e mezzo 80.85

I convocati azzurri. Gabriele Auber (Marina Militare/Trieste Tuffi Edera), Elena Bertocchi (Esercito/CC Milano), Vladimir Barbu (Carabinieri/Bolzano Nuoto), Noemi Batki (Esercito/Triestina Nuoto), Adriano Cristofori (Esercito/Carlo Dibiasi), Lorenzo Marsaglia (Marina Militare/CC Aniene), Chiara Pellacani (MR Sport F.lli Marconi), Mattia Placidi (Fiamme Rosse/Carlo Dibiasi), Tommaso Rinaldi (Marina Militare/MR Sport F.lli Marconi), Giovanni Tocci (Esercito/Cosenza Nuoto), Maicol Verzotto (Fiamme Oro Roma/Bolzano Nuoto). Nello staff il tecnico federale responsabile della squadra assoluta Oscar Bertone, il tecnico federale responsabile delle squadre giovanili Domenico Rinaldi, il tecnico federale Dario Vittorio Scola, il tecnico Lybuov Barsukova, i fisioterapisti Valentina Tisci ed Ernesto Vincenti, il medico Gianluca Camilleri e il giudice Piero Italiani.

 consulta i risultati ufficiali

Foto deepbluemedia.eu

Ultimi 4 articoli TUFFI