Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Patrizia Giallombardo

Data di Nascita19/07/1964
Luogo di nascitaAlbissola Superiore (SV)
SportNuoto Sincronizzato
Commissario Tecnico della nazionale di nuoto sincronizzato
 
Collaboratrice tecnica delle squadre nazionali dal 1989, è nominata Coordinatrice tecnica nel 2012 e direttore tecnico dopo le Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016. Sposata con l’ex consigliere federale Massimo Zunino, è madre di Mattia. Nella sua carriera di atleta, dai 7 ai 16 anni, ha praticato il nuoto, specialista nei 100 dorso e nei 100 stile libero. Nella sua carriera di allenatrice ha collaborato per tre anni con Giulie Sauvè, direttore tecnico del Canada, e cinque anni con Marina Terrekova, tecnico della nazionale russa. Ha iniziato l’attività di istruttrice di nuoto nel 1982 con l’Amatori Nuoto Savona. Nel 1983 è stata aiuto allenatore di nuoto sotto la guida di Lino Borello. Nel settembre del 1986 ha contribuito alla costituzione del settore nuoto sincronizzato presso la Rari Nantes Savona, ricoprendone i ruoli prima di allenatore e poi di direttore tecnico. Con la Rari Nantes Savona ha vinto otto titoli nazionali di società.
Tra le atlete che ha seguito spiccano i nomi di Serena Bianchi che ha partecipato alle Olimpiadi di Atlanta 1996 e Sydney 2000, di Clara Porchetto e Alice Dominici che hanno preso parte all’Olimpiade di Sydney 2000, di Giulia Lapi finalista olimpica nel duo a Pechino 2008 con Beatrice Adelizzi e qualificata nel duo per Londra 2012 insieme a Mariangela Perrupato, dell'emergente singolista Linda Cerruti - già in vasca agli Europei di Budapest 2010 all'età di 16 anni - e di molte altre atlete di ottimo livello che hanno partecipato alle principali manifestazioni nazionali e internazionali assolute e di categoria.
Sotto la sua guida la squadra nazionale è cresciuta gradualmente, conquistando tre argenti e sette bronzi europei tra Berlino 2014 e Londra 2016, oltre a due bronzi mondiali a Kazan 2015 con Giorgio Minisini nel duo tecnico insieme a Manila Flamini e nel duo libero insieme a Mariangela Perrupato. Il coronamento del lavoro svolto si concretizza alle Olimpiadi di Rio de Janeiro eguagliando i migliori risultati della storia con il sesto posto di Linda Cerruti e Costanza Ferro e il quinto posto nell'esercizio a squadre.
Il nuovo quadriennio si apre con otto medaglie conquistate in altrettante finali alla coppa Europa organizzata a Cuneo, tra cui quattro ori nel duo misto con Giorgio Minisini e Manila Flamini nel tecnico e insieme a Mariangela Perrupato nel libero e in entrambe le routine della squadra.