Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Eventi Salvamento

23
Set
2017
2ª tappa Trofeo Città di Andora - prove oceaniche - Es.A/R/J/C/S





01
Nov
2017
The Orange Cup 2017 - data da stabilire





02
Nov
2017
German Cup 2017 - data da stabilire





Lunedì, 21 Ottobre 2013

Operazione Twist. Soccorritori FIN a Salerno

Una esercitazione internazionale sul rischio maremoto, organizzata dal Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con la Regione Campania, in collaborazione con Prefettura, Provincia e Comune di Salerno, nell’ambito del progetto europeo Twist (Tidal Wave In Southern Tyrrhenian Sea) finanziato dalla Commissione Europea. Dal 24 al 27 ottobre a Salerno e negli altri comuni della provincia, l’esercitazione e’ l’occasione per confrontarsi sul rischio maremoto nel mar Mediterraneo, con l’obiettivo di incrementare la consapevolezza dei cittadini e delle istituzioni. Sono previsti scenari operativi in mare e sulla terraferma, con la simulazione di attività di ricerca e recupero dispersi, allontanamento e assistenza alla popolazione, valutazione del rischio ambientale.
La Federazione Italiana Nuoto – Sezione Salvamento, riconosciuta dal Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, partecipa alla manifestazione internazionale con nove operatori di soccorso a mare con le moto d’acqua. Da venerdì 25 ottobre è operativa con una colonna mobile di 2 fuoristrada, 1 camion e 2 moto d’acqua. La squadra di soccorso della Federazione Italiana Nuoto è composta dal responsabile dei nuclei di volontariato della Protezione Civile della FIN Alessandro Sabatini, dai coordinatori delle esercitazioni Roberto Proietti e Giuseppe Andreana, dai soccorritori Riccardo Polliano, Antonio Liberatori, Remi Miani e Alessandro Bologna e dai tecnici operativi Roberto Sgrò e Luca Germano. Collaborano alle esercitazioni gli assistenti bagnanti e operatori di Protezione Civile di Salerno coordinati dal fiduciario provinciale Antonio Siani.
Il progetto coinvolge le più qualificate strutture operative internazionali. Per la prima volta si rivolge al mar Mediterraneo e prevede una frana del vulcano sottomarino Palinuro e l’innesco di un’onda di maremoto che investe la costa salernitana, in particolare l’area portuale di Salerno.”Si ipotizza che lo spaccamento del vulcano sottomarino Palinuro possa creare un’onda marina anomala, cosiddetta tsunami – spiega il prof. Alessandro Sabatini – che interessa l’area costiera della regione Campania e in particolare della provincia di Salerno. Il nostro scenario di riferimento è la spiaggia di Santa Teresa a Salerno dove verrà allestito il campo mobile per le attività di soccorso in mare con l’utilizzo delle moto d’acqua”. La colonna mobile della FIN parte dal Centro Federale di Pietralata a Roma venerdì mattina alle ore 9. All’evento partecipano anche gli altri Paesi del bacino del Mediterraneo (Croazia, Francia, Grecia, Malta, Portogallo e Spagna), le altre Associazioni nazionali con caratteristiche specifiche e tutte le Associazioni della Regione Campania di Protezione Civile coinvolgendo e sensibilizzando l'intera popolazione.
Mercoledì alle 10.30 presso la sede della Prefettura di Salerno la presentazione ufficiale, alla presenza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Franco Gabrielli, del Presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, e dell’Assessore della Protezione Civile Regione Campania, Edoardo Cosenza, del Presidente della Provincia, Antonio Iannone, del Prefetto, Gerarda Maria Pantalone, e del Sindaco, Vincenzo De Luca.

Per saperne di più

Ultimi 4 articoli SALVAMENTO