REGOLAMENTO E PROTOCOLLI D'INTESA

CALENDARIO CORSI 2014

REQUISITI E COSTI

CORSI 2014

LA SEZIONE SALVAMENTO
Identità, finalità, obiettivi

IL FIDUCIARIO
Il “terminale intelligente” della rete operativa della sezione Salvamento

L'ALBO DEI FIDUCIARI

L'ASSISTENTE BAGNANTI
L'addetto alla sicurezza dei bagnanti: chi è, come diventarlo, la professionalità, a chi rivolgersi

L'ALBO DEGLI ASSISTENTI BAGNANTI

PROCEDURA DI AGGIORNAMENTO DEI DATI ANAGRAFICI PER ASSISTENTI BAGNANTI

IL MAESTRO di SALVAMENTO
Il tecnico qualificato alla formazione degli A. B. e alla preparazione degli atleti del Salvamento

PROTEZIONE CIVILE
Il nucleo operativo di Protezione Civile della Federazione Italiana Nuoto

UNITA' CINOFILE
La formazione per i conduttori di cani di assistenza bagnanti

MOTO D'ACQUA
La formazione dei Conduttori/Soccorritori e Istruttori di Soccorso con Moto d’Acqua

ALTA SPECIALIZZAZIONE
Strutture di formazione per comportamento adeguati alle situazioni di emergenza

PRIMO SOCCORSO
Come attivarsi, cosa fare in caso di annegamento, BLS

MODULISTICA

 

In considerazione delle richieste di mercato e della diversificazione delle attività svolte nell'ambito delle attività natatorie, il Settore Istruzione Tecnica ha previsto una serie di corsi di specializzazione che hanno l'obiettivo di approfondire tematiche e fornire ai tecnici gli strumenti necessari per operare correttamente.
  • indirizzo didattico: attività di fitness in acqua, benessere psicofisico in gravidanza, nuoto prima infanzia, nuoto 3ª età, rieducazione e riabilitazione in acqua, ecc...
  • Indirizzo agonistico: nuoto master, nuoto acque libere, approfondimenti tecnici, monotematici (metodologia, periodizzazione e preparazione atletica)
  • Indirizzo gestionale: area legale, giuridico-fiscale, management.
Il corso ha l'obiettivo di fornire competenze concrete ed operative, necessarie per affrontare le problematiche relative alla direzione e alla gestione di un impianto natatorio e delle attività ad esso connesse.
 
Nota:
Per accedere al corso è necessario essere dirigente di una società affiliata alla FIN; possono comunque partecipare al corso tutti i tesserati, a qualsiasi titolo, presso la FIN.
Il corso non prevede il conseguimento di un ruolo tecnico e la partecipazione prevede unicamente il rilascio di un attestato di partecipazione.
  • Essere in possesso della qualifica di Allenatore I livello relativa all’indirizzo scelto da almeno 6 mesi (calcolata dalla data di conseguimento della qualifica – data esame).
  • Non aver riportato condanne penali.
  • Certificato medico di idoneità fisica.
  • Documentazione di attività svolta sotto la guida di un Allenatore II livello (100 ore di tirocinio).
  • Aver pagato la tassa di iscrizione al corso.

Il Mantenimento della qualifica è subordinato alla frequenza, almeno ogni quattro anni, di un seminario di aggiornamento. Per il primo aggiornamento si fa riferimento alla data di esame, per gli aggiornamenti successivi si fa riferimento alla data del precedente aggiornamento.
La qualifica di Allenatore II livello deve essere conseguita entro quattro anni dal superamento dell’esame di Allenatore I livello. In mancanza del conseguimento della qualifica di Allenatore II, per mantenere valida la qualifica di Allenatore I livello, è necessario frequentare entro la scadenza dei quattro anni, un apposito corso di aggiornamento che prorogherà di altri quattro anni la qualifica di allenatore I livello; tale procedura andrà ripetuta ogni quattro anni fino al conseguimento della qualifica di Allenatore II livello.
Qualora non venga conseguita la qualifica di Allenatore II livello o non vengano frequentati (ogni quattro anni) i previsti corsi di aggiornamento la qualifica perde di validità e la relativa tessera FIN-SIT potrà essere rinnovata solo eliminando la dizione Allenatore I livello (relativamente all’indirizzo scelto per il quale non si è ottemperato secondo quanto normato dal vigente regolamento).
I tecnici che hanno lasciato decadere la validità della qualifica di Allenatore I livello ed intendano conseguire la qualifica di Allenatore II livello, per iscriversi al corso possono fare domanda di reinserimento in ruolo sostenendo un colloquio a condizione che abbiano provveduto a rinnovare regolarmente la tessera FIN-SIT con la qualifica di Istruttore di Base; in caso contrario dovranno provvedere anche al pagamento delle relative more.

  • Essere in possesso della qualifica di Istruttore di base da almeno sei mesi (calcolata dalla data di conseguimento della qualifica – data esame).
  • Per la pallanuoto, il nuoto sincronizzato e il Nuoto per Salvemneto essere inoltre in possesso della qualifica di Istruttore Specialistico (Pallanuoto, Nuoto Sincronizzato, Nuoto per Salvamento a seconda dell'indirizzo scelto).
  • Sono esonerati dal possesso del brevetto di Istruttore Specialistico di Pallanuoto coloro che hanno giocato in serie A-B-C maschile e serie A-B femminile; comunque dovranno presentare una dichiarazione, su carta intestata della società e sottoscritta dal presidente, che attesti di aver militato nella squadra.
  • Sono esonerati dal possesso del brevetto di Istruttore Specialistico di Nuoto Sincronizzato coloro che hanno partecipato a nazionali juniores e assoluti di nuoto sincronizzato.
  • Per Allenatore Tuffi essere in possesso della qualifica di istruttore Specialistico di Tuffi da almeno sei mesi (calcolata dalla data di conseguimento della qualifica – data esame).
  • Non aver riportato condanne penali.
  • Certificato medico di idoneità fisica.
  • Documentazione di attività svolta nell'anno precedente presso una Scuola Nuoto Federale.
  • Aver pagato la tassa di iscrizione al corso.
L'iter di formazione dell'allenatore inizia con un corso residenziale di una settimana full time organizzato dal S.I.T. nazionale ed è specifico per ogni disciplina: Nuoto, Pallanuoto, Nuoto Sincronizzato, Nuoto per Salvamento, Tuffi. Il programma di studio prevede lezioni frontali, comunicazioni esperenziali, lezioni pratiche, tirocinio didattico.
 
Al corso possono accedere tutti i tecnici in possesso del titolo di Istruttori di Base e il relativo titolo di Istruttore Specialistico. La valutazione (scritta e orale) viene effettuata almeno un mese dopo il corso.
A distanza di almeno 6 mesi il tecnico di I livello può (documentando l'avvenuto tirocinio) frequentare il corso di II livello che ha caratteristiche e procedure analoghe, sia nella formazione che nella valutazione.
 
Il programma ricalca le linee generali espresse in precedenza, con l'obiettivo specifico di dedicare particolare attenzione all'aggiornamento nazionale (per allenatori) e regionale (per istruttori di Base). Le strutture, che provvedono alla formazione di base con l'organizzazione dei corsi nel numero necessario a soddisfare la richiesta, saranno sensibilizzate al fine di moltiplicare le occasioni di aggiornamento e specializzazione per gli istruttori.
 
Il S.I.T. nazionale, oltre all'organizzazione dei corsi di formazione per allenatori di ogni disciplina, al corso annuale di aggiornamento, al seminario annuale di aggiornamento per Docenti Nazionali, promuove una serie (due in programma) di corsi monotematici di specializzazione per allenatori. Un altro preciso obiettivo è quello di definire il programma (in fase di studio) di un corso di "alta prestazione" per allenatori selezionati e mantenere la decorrenza annuale.

Indetti dalla F.I.N. ed organizzati dai Comitati Regionali F.I.N. competenti per territorio, ogni volta che se ne ravvisi la necessità.

  • Modalità per l'organizzazione dei corsi e dei relativi esami
    Si fa riferimento alle modalità previste per l'organizzazione dei corsi Allievo Istruttore.
  • Requisiti per l'ammissione ai corsi
    Si fa riferimento ai requisiti richiesti per l’ammissione ai corsi Allievo Istruttore esclusa la prova pratica attiduninale.
  • Piani di studio
    Il corso verrà articolato secondo il piano di studi comunicato dal S.I.T. Centrale.
Indetti dalla F.I.N. ed organizzati dai Comitati Regionali F.I.N. competenti per territorio, ogni volta che se ne ravvisi la necessità.
  • Modalità per l'organizzazione dei corsi e dei relativi esami
    Si fa riferimento alle modalità previste per l'organizzazione dei corsi Istruttore di Base.
  • Requisiti per l'ammissione ai corsi
    Possesso della qualifica di Istruttore di Base. Non è richiesta nessuna anzianità.
  • Piani di studio
    Il corso verrà articolato secondo il piano di studi comunicato dal S.I.T. Centrale.
Il Consiglio Federale ha approvato l'inserimento di una nuova figura tecnica denominata "Istruttore Specialistico di Fitness".
 
Questa nuova figura viene inserita nel quadro degli istruttori al fine di rispondere alle ormai nuove ed emergenti esigenze di diversificazione ed al tempo stesso di completamento dei ruoli necessari per espletare in maniera soddisfacente le attività acquatiche.
 
Nel dettaglio Vi informiamo che è a carico della F.I.N Centrale provvedere all'organizzazione dei corsi che saranno strutturati in due fine settimana, ed ai quali potranno accedere tutti gli istruttori di Base.
Requisiti per l'ammissione ai corsi
  • Titolo di studio non inferiore alla scuola media superiore.
  • Per Coordinatore Scuola Nuoto il possesso della qualifica di Istruttore di Base senza nessun vincolo di anzianità;
  • Per Allenatore di Nuoto I livello il possesso della qualifica di Istruttore di Base da almeno 6 mesi (calcolata dalla data di conseguimento-data esame);
  • Per accedere al corso Allenatore 1° livello di Pallanuoto è necessario essere in possesso della qualifica di Istruttore Specialistico Pallanuoto;
  • Per accedere al corso Allenatore 1° livello di Nuoto Sincronizzato è necessario essere in possesso della qualifica di Istruttore Specialistico Nuoto Sincronizzato;
  • Per accedere al corso Allenatore Salvamento per Salvamento è necessario essere in possesso della qualifica di Istruttore Specialistico Nuoto per Salvamento;
  • Per Allenatore 2° livello il possesso della qualifica di Allenatore 1°livello nella disciplina specifica di indirizzo da almeno sei mesi (calcolata dalla data di conseguimento-data esame); e la certificazione del tirocinio previsto di n. 100 ore presso una Società Affiliata alla F.I.N.
  • Per Allenatore Tuffi il possesso della qualifica di Istruttore Specialistico Tuffi da almeno sei mesi (calcolata dalla data di conseguimento-data esame); e la certificazione del tirocinio previsto di n.° 100 ore presso una Società Affiliata alla F.I.N.
  • non aver riportato condanne penali;
  • idoneità fisica-generica.
 
Documentazione e modalità per l'ammissione ai corsi

Il Coordinatore Regionale comunica alla Direzione Centrale, nei tempi e nei modi previsti da quest'ultima, i nomi dei richiedenti la partecipazione al corso allegando:
  • domanda ammissione al corso;
  • documentazione attività svolta;
  • copia tessera S.I.T. vidimata;
  • certificato attestante il possesso del titolo di studio previsto;
  • certificato medico di idoneità fisica generica;
  • per l'iscrizione al corso Allenatore 2° livello la certificazione del tirocinio.
  • ricevuta comprovante il pagamento della tassa di iscrizione al corso.
La Direzione Centrale comunicherà al C.R. i nomi degli ammessi a partecipare al corso.
 
 
Modalità di svolgimento corsi

I corsi si svolgeranno secondo i piani di studio e le modalità previsti dal S.I.T. Nazionale. I programmi, le ore di frequenza previste e le modalità di svolgimento saranno comunicate per tempo dal S.I.T. Nazionale ai C.R.
Gli insegnamenti previsti saranno tenuti da Docenti Nazionali in regola con le norme previste per la loro nomina, formazione e aggiornamento.
 
 
Esami e commissione d'esame

La commissione d'esame è composta dal Responsabile Tecnico S.I.T. o dal suo delegato e dai docenti nazionali all'uopo designati. Essa può essere articolata in sottocommissioni formate da almeno due esaminatori e l'esame è pubblico. I commissari d'esame potranno limitare la presenza del pubblico qualora esso si a di impedimento al regolare svolgimento dell'esame stesso.
Per gli esami sono previsti una prova scritta ed un colloquio. I candidati assenti o risultati non idonei all'esame potranno sostenere una seconda prova, dietro pagamento della relativa tassa, nella sessione successiva ma non oltre un anno dalla data dell'esame. E' da intendersi che qualora il candidato risultasse ancora assente o non idoneo alla seconda prova dovrà frequentare nuovamente il corso.

Ultimi 4 articoli NUOTO