Eventi Nuoto

01
Ago
2014
Campionati Italiani Assoluti 2014 (v. 50m)





04
Ago
2014
Campionati Italiani Giovanili Jun./Cad. (v. 50m)





08
Ago
2014
Campionati Italiani Giovanili Ragazzi (v. 50m)





  • Essere in possesso della qualifica di Allenatore I livello relativa all’indirizzo scelto da almeno 6 mesi (calcolata dalla data di conseguimento della qualifica – data esame).
  • Non aver riportato condanne penali.
  • Certificato medico di idoneità fisica.
  • Documentazione di attività svolta sotto la guida di un Allenatore II livello (100 ore di tirocinio).
  • Aver pagato la tassa di iscrizione al corso.

Il Mantenimento della qualifica è subordinato alla frequenza, almeno ogni quattro anni, di un seminario di aggiornamento. Per il primo aggiornamento si fa riferimento alla data di esame, per gli aggiornamenti successivi si fa riferimento alla data del precedente aggiornamento.
La qualifica di Allenatore II livello deve essere conseguita entro quattro anni dal superamento dell’esame di Allenatore I livello. In mancanza del conseguimento della qualifica di Allenatore II, per mantenere valida la qualifica di Allenatore I livello, è necessario frequentare entro la scadenza dei quattro anni, un apposito corso di aggiornamento che prorogherà di altri quattro anni la qualifica di allenatore I livello; tale procedura andrà ripetuta ogni quattro anni fino al conseguimento della qualifica di Allenatore II livello.
Qualora non venga conseguita la qualifica di Allenatore II livello o non vengano frequentati (ogni quattro anni) i previsti corsi di aggiornamento la qualifica perde di validità e la relativa tessera FIN-SIT potrà essere rinnovata solo eliminando la dizione Allenatore I livello (relativamente all’indirizzo scelto per il quale non si è ottemperato secondo quanto normato dal vigente regolamento).
I tecnici che hanno lasciato decadere la validità della qualifica di Allenatore I livello ed intendano conseguire la qualifica di Allenatore II livello, per iscriversi al corso possono fare domanda di reinserimento in ruolo sostenendo un colloquio a condizione che abbiano provveduto a rinnovare regolarmente la tessera FIN-SIT con la qualifica di Istruttore di Base; in caso contrario dovranno provvedere anche al pagamento delle relative more.

  • Essere in possesso della qualifica di Istruttore di base da almeno sei mesi (calcolata dalla data di conseguimento della qualifica – data esame).
  • Per la pallanuoto, il nuoto sincronizzato e il Nuoto per Salvemneto essere inoltre in possesso della qualifica di Istruttore Specialistico (Pallanuoto, Nuoto Sincronizzato, Nuoto per Salvamento a seconda dell'indirizzo scelto).
  • Sono esonerati dal possesso del brevetto di Istruttore Specialistico di Pallanuoto coloro che hanno giocato in serie A-B-C maschile e serie A-B femminile; comunque dovranno presentare una dichiarazione, su carta intestata della società e sottoscritta dal presidente, che attesti di aver militato nella squadra.
  • Sono esonerati dal possesso del brevetto di Istruttore Specialistico di Nuoto Sincronizzato coloro che hanno partecipato a nazionali juniores e assoluti di nuoto sincronizzato.
  • Per Allenatore Tuffi essere in possesso della qualifica di istruttore Specialistico di Tuffi da almeno sei mesi (calcolata dalla data di conseguimento della qualifica – data esame).
  • Non aver riportato condanne penali.
  • Certificato medico di idoneità fisica.
  • Documentazione di attività svolta nell'anno precedente presso una Scuola Nuoto Federale.
  • Aver pagato la tassa di iscrizione al corso.
L'iter di formazione dell'allenatore inizia con un corso residenziale di una settimana full time organizzato dal S.I.T. nazionale ed è specifico per ogni disciplina: Nuoto, Pallanuoto, Nuoto Sincronizzato, Nuoto per Salvamento, Tuffi. Il programma di studio prevede lezioni frontali, comunicazioni esperenziali, lezioni pratiche, tirocinio didattico.
 
Al corso possono accedere tutti i tecnici in possesso del titolo di Istruttori di Base e il relativo titolo di Istruttore Specialistico. La valutazione (scritta e orale) viene effettuata almeno un mese dopo il corso.
A distanza di almeno 6 mesi il tecnico di I livello può (documentando l'avvenuto tirocinio) frequentare il corso di II livello che ha caratteristiche e procedure analoghe, sia nella formazione che nella valutazione.
 
Il programma ricalca le linee generali espresse in precedenza, con l'obiettivo specifico di dedicare particolare attenzione all'aggiornamento nazionale (per allenatori) e regionale (per istruttori di Base). Le strutture, che provvedono alla formazione di base con l'organizzazione dei corsi nel numero necessario a soddisfare la richiesta, saranno sensibilizzate al fine di moltiplicare le occasioni di aggiornamento e specializzazione per gli istruttori.
 
Il S.I.T. nazionale, oltre all'organizzazione dei corsi di formazione per allenatori di ogni disciplina, al corso annuale di aggiornamento, al seminario annuale di aggiornamento per Docenti Nazionali, promuove una serie (due in programma) di corsi monotematici di specializzazione per allenatori. Un altro preciso obiettivo è quello di definire il programma (in fase di studio) di un corso di "alta prestazione" per allenatori selezionati e mantenere la decorrenza annuale.

Indetti dalla F.I.N. ed organizzati dai Comitati Regionali F.I.N. competenti per territorio, ogni volta che se ne ravvisi la necessità.

  • Modalità per l'organizzazione dei corsi e dei relativi esami
    Si fa riferimento alle modalità previste per l'organizzazione dei corsi Allievo Istruttore.
  • Requisiti per l'ammissione ai corsi
    Si fa riferimento ai requisiti richiesti per l’ammissione ai corsi Allievo Istruttore esclusa la prova pratica attiduninale.
  • Piani di studio
    Il corso verrà articolato secondo il piano di studi comunicato dal S.I.T. Centrale.
Indetti dalla F.I.N. ed organizzati dai Comitati Regionali F.I.N. competenti per territorio, ogni volta che se ne ravvisi la necessità.
  • Modalità per l'organizzazione dei corsi e dei relativi esami
    Si fa riferimento alle modalità previste per l'organizzazione dei corsi Istruttore di Base.
  • Requisiti per l'ammissione ai corsi
    Possesso della qualifica di Istruttore di Base. Non è richiesta nessuna anzianità.
  • Piani di studio
    Il corso verrà articolato secondo il piano di studi comunicato dal S.I.T. Centrale.
Il Consiglio Federale ha approvato l'inserimento di una nuova figura tecnica denominata "Istruttore Specialistico di Fitness".
 
Questa nuova figura viene inserita nel quadro degli istruttori al fine di rispondere alle ormai nuove ed emergenti esigenze di diversificazione ed al tempo stesso di completamento dei ruoli necessari per espletare in maniera soddisfacente le attività acquatiche.
 
Nel dettaglio Vi informiamo che è a carico della F.I.N Centrale provvedere all'organizzazione dei corsi che saranno strutturati in due fine settimana, ed ai quali potranno accedere tutti gli istruttori di Base.
Requisiti per l'ammissione ai corsi
  • Titolo di studio non inferiore alla scuola media superiore.
  • Per Coordinatore Scuola Nuoto il possesso della qualifica di Istruttore di Base senza nessun vincolo di anzianità;
  • Per Allenatore di Nuoto I livello il possesso della qualifica di Istruttore di Base da almeno 6 mesi (calcolata dalla data di conseguimento-data esame);
  • Per accedere al corso Allenatore 1° livello di Pallanuoto è necessario essere in possesso della qualifica di Istruttore Specialistico Pallanuoto;
  • Per accedere al corso Allenatore 1° livello di Nuoto Sincronizzato è necessario essere in possesso della qualifica di Istruttore Specialistico Nuoto Sincronizzato;
  • Per accedere al corso Allenatore Salvamento per Salvamento è necessario essere in possesso della qualifica di Istruttore Specialistico Nuoto per Salvamento;
  • Per Allenatore 2° livello il possesso della qualifica di Allenatore 1°livello nella disciplina specifica di indirizzo da almeno sei mesi (calcolata dalla data di conseguimento-data esame); e la certificazione del tirocinio previsto di n. 100 ore presso una Società Affiliata alla F.I.N.
  • Per Allenatore Tuffi il possesso della qualifica di Istruttore Specialistico Tuffi da almeno sei mesi (calcolata dalla data di conseguimento-data esame); e la certificazione del tirocinio previsto di n.° 100 ore presso una Società Affiliata alla F.I.N.
  • non aver riportato condanne penali;
  • idoneità fisica-generica.
 
Documentazione e modalità per l'ammissione ai corsi

Il Coordinatore Regionale comunica alla Direzione Centrale, nei tempi e nei modi previsti da quest'ultima, i nomi dei richiedenti la partecipazione al corso allegando:
  • domanda ammissione al corso;
  • documentazione attività svolta;
  • copia tessera S.I.T. vidimata;
  • certificato attestante il possesso del titolo di studio previsto;
  • certificato medico di idoneità fisica generica;
  • per l'iscrizione al corso Allenatore 2° livello la certificazione del tirocinio.
  • ricevuta comprovante il pagamento della tassa di iscrizione al corso.
La Direzione Centrale comunicherà al C.R. i nomi degli ammessi a partecipare al corso.
 
 
Modalità di svolgimento corsi

I corsi si svolgeranno secondo i piani di studio e le modalità previsti dal S.I.T. Nazionale. I programmi, le ore di frequenza previste e le modalità di svolgimento saranno comunicate per tempo dal S.I.T. Nazionale ai C.R.
Gli insegnamenti previsti saranno tenuti da Docenti Nazionali in regola con le norme previste per la loro nomina, formazione e aggiornamento.
 
 
Esami e commissione d'esame

La commissione d'esame è composta dal Responsabile Tecnico S.I.T. o dal suo delegato e dai docenti nazionali all'uopo designati. Essa può essere articolata in sottocommissioni formate da almeno due esaminatori e l'esame è pubblico. I commissari d'esame potranno limitare la presenza del pubblico qualora esso si a di impedimento al regolare svolgimento dell'esame stesso.
Per gli esami sono previsti una prova scritta ed un colloquio. I candidati assenti o risultati non idonei all'esame potranno sostenere una seconda prova, dietro pagamento della relativa tassa, nella sessione successiva ma non oltre un anno dalla data dell'esame. E' da intendersi che qualora il candidato risultasse ancora assente o non idoneo alla seconda prova dovrà frequentare nuovamente il corso.
Indetti dalla F.I.N. ed organizzati dai Comitati Regionali F.I.N. competenti per territorio, ogni volta che se ne ravvisi la necessità.
A giudizio del C.R. possono essere organizzati corsi decentrati, qualora il numero degli allievi effettivamente partecipanti giustifichi la realizzazione degli stessi.
 
Modalità per l'organizzazione dei corsi e dei relativi esami

I corsi per Istruttori di base devono essere svolti con le seguenti modalità:
  • Il Comitato Regionale comunica al S.I.T. Centrale la disponibilità ad organizzare il corso e l'apertura delle iscrizioni. Trasmette successivamente al S.I.T. Centrale l'elenco nominativo completo dei partecipanti dieci giorni prima dell'inizio dello stesso.
  • Il Comitato Regionale chiede quindi l'autorizzazione ad effettuare il corso attraverso gli appositi moduli indicando:
    1. Date;
    2. Orari;
    3. Programmi;
    4. Eventuali sperimentazioni didattiche che si intendono realizzare;
    5. Sedi;
    6. Impianti;
    7. Docenti;
    8. Composizione della Commissione d'esame.
  • Il S.I.T. centrale può concedere l'autorizzazione ed eventuali variazioni o modifiche al programma, previa richiesta dettagliata da parte del Comitato Regionale.
  • Il Comitato Regionale comunica al S.I.T. Centrale almeno 30 giorni prima della fine del corso, le date, gli orari ed il luogo dove verranno effettuate le prove d'esame.
  • Il S.I.T. Centrale ha facoltà di verificare attraverso propri delegati l'andamento dei corsi e degli esami.
  • I Comitati Regionali organizzatori trasmettono entro 30 giorni dagli esami, al S.I.T. Centrale, la documentazione relativa all'esito degli esami con nominativi iscritti, elenchi idonei e non idonei, redatti sugli appositi moduli.
  • La qualifica conseguita avrà decorrenza di norma dal 1 ottobre successivo.
 
 
Requisiti per l'ammissione ai corsi
  • 18 anni compiuti (alla data di svolgimento della sessione ordinaria degli esami);
  • essere in possesso della qualifica di Allievo Istruttore da almeno sei mesi (calcolato dalla data di conseguimento-data esame);
  • non aver riportato condanne penali;
  • Certificato medico di idoneità fisica generica.
 
 
Documentazione per l'ammissione ai corsi
(da conservare agli atti del S.I.T. Regionale)
  • domanda di ammissione su apposito modulo;
  • tessera di Allievo Istruttore regolarmente vidimata;
  • certificato penale;
  • certificato medico di idoneità fisica;
  • documentazione dell'attività svolta presso una società affiliata alla F.I.N.;
  • pagamento della tassa di iscrizione al corso.
 
 
Piani di studio

I corsi per istruttore di Base si svolgeranno secondo i piani di studio previsti dal S.I.T. Nazionale; il programma è allegato al presente regolamento.
Gli insegnamenti previsti saranno tenuti da Docenti Regionali in regola con le norme previste per la loro nomina, formazione e aggiornamento.
 
 
Modalità svolgimento prove - partecipazione - registrazione e notifica esami
  1. Alle prove d'esame sono ammessi solo i corsisti che hanno partecipato ad un minimo del 75% delle ore di lezione e svolto interamente il tirocinio pratico previsto.
  2. Le prove d'esame consistono in una prova scritta obbligatoria e in un colloquio orale mediante le quali evidenziare la conoscenza dei contenuti proposti, la serietà della partecipazione al corso e il grado di competenza acquisito.
  3. L'esito della prova scritta costituisce un elemento della valutazione e non può quindi precludere la partecipazione del candidato all'esame orale.
  4. Le prove d'esame sono pubbliche. I Commissari d'esame possono limitare la presenza del pubblico qualora sia d'impedimento al regolare svolgimento delle prove.
  5. Gli esami devono essere debitamente verbalizzati sugli appositi moduli, sui quali vanno specificati i contenuti richiesti, la valutazione delle singole prove e l'indicazione dell'esito finale: non idoneo, sufficiente, buono, ottimo.
  6. L'esito dell'esame, se ritenuto opportuno dal Coordinatore, può essere comunicato ai candidati al termine della prova.
  7. I candidati assenti o risultati non idonei all'esame possono sostenere una seconda prova dietro versamento dell'apposita quota e richiesta scritta, non prima di 60 giorni e non oltre un anno dalla data del primo esame, in una sessione ordinaria successiva o in altra sessione appositamente costituita. Qualora il candidato risulta ancora assente o non idoneo deve frequentare nuovamente il corso.
 
 
Composizione Commissione d'esame
  1. La Commissione d'esame è composta dal Coordinatore Regionale S.I.T. o da un suo delegato e dai docenti regionali e/o nazionali designati.
  2. La Commissione può essere articolata in sottocommissioni formate da almeno due esaminatori.
  3. Le commissioni devono essere costituite da tecnici e/o metodologi, formati negli appositi corsi.
Sono indetti dalla F.I.N. ed organizzati dai Comitati Regionali F.I.N. competenti per territorio.
A giudizio del C.R. possono essere organizzati corsi decentrati, qualora il numero degli allievi effettivamente partecipanti giustifichi la realizzazione degli stessi.
I corsi per Allievo Istruttore e Istruttore di Base sono da intendersi come un unico processo formativo per il conseguimento della qualifica di Istruttore.
A distanza di almeno sei mesi (ma non oltre i 36 mesi) e con una dichiarazione di aver effettuato un tirocinio pratico di almeno 50 ore presso una Scuola Nuoto Federale, è possibile iscriversi al corso Istruttore di Base.
Per motivi particolari è consentito un rinvio di ulteriori 12 mesi per completare la formazione, ma in questo caso, per non dover ripetere l’intero corso, l’allievo istruttore deve obbligatoriamente partecipare ad un aggiornamento organizzato dalla FIN.

Modalità per l'organizzazione dei corsi e dei relativi esami

I corsi per Allievo Istruttore devono essere svolti con le seguenti modalità:
  1. Il Comitato Regionale comunica al S.I.T. Nazionale la disponibilità ad organizzare il corso e l'apertura delle iscrizioni. Trasmette successivamente al S.I.T. Nazionale l'elenco nominativo completo dei partecipanti alla prova pratica dieci giorni prima dello svolgimento della stessa.
  2. Il Comitato Regionale comunica al S.I.T. Nazionale l'avvenuta effettuazione della prova pratica attitudinale e l'elenco degli ammessi. Richiede quindi l'autorizzazione ad effettuare il corso attraverso gli appositi moduli indicando:
    • Date;
    • Orari;
    • Programmi;
    • Eventuali integrazioni al programma;
    • Eventuali sperimentazioni didattiche che si intendono realizzare;
    • Sedi;
    • Impianti;
    • Docenti;
    • Composizione della Commissione d'esame.
  3. Il S.I.T. Nazionale può concedere l'autorizzazione ad eventuali variazioni o modifiche al programma, previa richiesta dettagliata da parte del Comitato Regionale.
  4. Il Comitato Regionale comunica al S.I.T. Nazionale almeno 30 giorni prima della fine del corso, le date, gli orari ed il luogo dove verranno effettuate le prove d'esame.
  5. Il S.I.T. Nazionale ha facoltà di verificare attraverso propri delegati l'andamento dei corsi e degli esami (vedi punto I Composizione Commissione d’esame).
  6. I Comitati Regionali organizzatori trasmettono entro 30 giorni dagli esami, al S.I.T. Nazionale, la documentazione relativa all'esito degli esami con i nominativi degli ammessi, gli elenchi degli idonei e dei non idonei, e gli elenchi di chi eventualmente ha sostenuto la seconda prova d’esame.
  7. La qualifica conseguita avrà decorrenza dalla data di conseguimento della stessa.
  8. I Comitati Regionali sono tenuti ad informare, all’atto della domanda di partecipazione e prima della prova di ammissione, che, entro tre anni dal conseguimento della qualifica di Allievo Istruttore, dovranno completare, pena la decadenza, l'iter formativo conseguendo la qualifica di Istruttore di Base.

Requisiti per l'ammissione ai corsi di Allievo Istruttore

Aver compiuto 18 anni alla data di svolgimento della sessione ordinaria degli esami
Essere in possesso almeno del titolo di licenza di scuola media inferiore
Non aver riportato condanne penali
Disporre di certificato di buona salute attestante che la persona non presenti deficit uditivi evidenti, mostri una funzionalità adeguata dei quattro arti e presenti un visus di almeno 8/10 per occhio con correzione di lenti
Aver superato la prova attitudinale di accesso, oppure possedere il brevetto di Assistente Bagnanti (P-IP-MIP) rilasciato dalla FIN
Aver pagato la quota d’iscrizione.
Presentare due foto tessera


Documentazione per l'ammissione ai corsi (da conservare agli atti del S.I.T. Regionale)
  • domanda d’ammissione su apposito modulo;
  • certificato di nascita;
  • certificato penale o di buona condotta;
  • titolo di studio (fotocopia o certificato);
  • certificato medico di idoneità fisica;
  • ricevuta del versamento della quota d’iscrizione al corso.
  • per il primo modulo del corso per Istruttore di Base, dichiarazione, su apposito modulo predisposto dal Comitato Regionale, di essere a conoscenza dei Regolamenti del S.I.T.
  • per il secondo modulo di corso per Istruttore di Base, dichiarazione di una Scuola Nuoto Federale circa la pratica effettuata come tirocinante di 50 ore;
  • dichiarazione d’autorizzazione o diniego al trattamento dei dati personali;
  • autorizzazione all’inserimento dei dati personali in un’apposita lista di tecnici da fornire alle società affiliate per la ricerca lavoro.


Prova attitudinale nuoto per Allievo Istruttore
  1. dopo il controllo dei documenti avverrà la prova di idoneità attitudinale;
  2. Le prove per dimostrare le abilità acquatiche sono:
    • esecuzione di tuffo
    • prova d’immersione,
    • dimostrazione di nuotata subacquea,
    • prova di galleggiamento a “bicicletta”.
  3. Le prove sono valutate con un punteggio che rappresenta il possesso dell’abilità acquatica secondo la determinazione del minimo accettabile.
  4. Il non raggiungimento del limite stabilito in una sola di queste prove costituisce motivo per la non ammissione al corso e comporta l’interruzione immediata dell’esame


Commissione prova attitudinale

La Commissione preposta a valutare la prova attitudinale deve essere composta da almeno due membri con qualifica di Allenatore.


Tirocinio

L’attività di tirocinio dovrà essere effettuata presso una “Scuola Nuoto Federale”; il Comitato Regionale è tenuto a fornire ai corsisti l’elenco delle Scuole Nuoto Federali regolarmente riconosciute dalla F.I.N.
Il periodo di tirocinio pratico verrà svolto dal candidato quale periodo di formazione didattica, e sarà all'uopo certificato dal Tecnico, responsabile del tirocinio, della Società interessata.
Si precisa che i tirocinanti hanno funzioni di osservatori.


Piani di studio

I corsi per allievo istruttore si svolgeranno secondo i piani di studio previsti dal S.I.T. Nazionale; il programma è allegato al presente regolamento.
Gli insegnamenti previsti saranno tenuti da Docenti Regionali in regola con le norme previste per la loro nomina, formazione e aggiornamento.


Modalità svolgimento prove - partecipazione - registrazione e notifica esami
  1. Alle prove d’esame sono ammessi solo i corsisti che hanno partecipato ad un minimo del 75% delle ore di lezione e svolto interamente il tirocinio pratico previsto.
  2. Le prove d’esame consistono in una prova scritta obbligatoria e in un colloquio orale mediante le quali evidenziare la conoscenza dei contenuti proposti, la serietà della partecipazione al corso e il grado di competenza acquisito.
  3. L’esito della prova scritta costituisce un elemento della valutazione e non può quindi precludere la partecipazione del candidato all’esame orale.
  4. Le prove d’esame sono pubbliche. I Commissari d'esame possono limitare la presenza del pubblico qualora sia d’impedimento al regolare svolgimento delle prove.
  5. Gli esami devono essere debitamente verbalizzati sugli appositi moduli, sui quali vanno specificati i contenuti richiesti, la valutazione delle singole prove e l’indicazione dell’esito finale: non idoneo, sufficiente, buono, ottimo.
  6. L'esito dell'esame, se ritenuto opportuno dal Coordinatore, può essere comunicato ai candidati al termine della prova.
  7. I candidati assenti o risultati non idonei all'esame possono sostenere una seconda prova dietro versamento dell’apposita quota e richiesta scritta, non prima di 60 giorni e non oltre un anno dalla data del primo esame, in una sessione ordinaria successiva o in altra sessione appositamente costituita. Qualora il candidato risulta ancora assente o non idoneo deve frequentare nuovamente il corso.


Composizione Commissione d'esame
  1. La Commissione d'esame è composta dal Coordinatore Regionale S.I.T. o da un suo delegato e dai docenti regionali e/o nazionali designati.
  2. La Commissione può essere articolata in sottocommissioni formate da almeno due esaminatori.
  3. Le commissioni devono essere costituite da tecnici e/o metodologi, formati negli appositi corsi.
La formazione a livello primario è demandata alle strutture periferiche e si articola su due livelli: Allievo Istruttore e Istruttore di Base. Il primo è propedeutico al secondo.
Nel corso vengono sviluppati tutti gli argomenti inerenti l'attività acquatica, dall'ambientamento all'acquaticità, alle forme elementari di propulsione, all'analisi degli stili canonici, preceduti da una sezione di interventi generali di ordine biofisiologico, psicopedagogico e metodologico.
I requisiti minimi per iscriversi al corso di Allievo Istruttore sono:
  • aver compiuto 18 anni alla data di svolgimento della sessione ordinaria degli esami
  • essere in possesso almeno del titolo di licenza di scuola media inferiore
  • non aver riportato condanne penali
  • disporre di certificato di buona salute attestante che la persona non presenti deficit uditivi evidenti, mostri una funzionalità adeguata dei quattro arti e presenti un visus di almeno 8/10 per occhio con correzione di lenti
  • aver superato la prova attitudinale di accesso, oppure possedere il brevetto di Assistente Bagnanti (P-IP-MIP) rilasciato dalla F.I.N.
Il corso consta di una parte teorico-pratica di 56 ore (44 ore di teoria e 12 ore lezioni pratiche) + n. 50 ore di tirocinio didattico.
 
A distanza di almeno sei mesi (ma non oltre i 36 mesi) e con una dichiarazione di aver effettuato un tirocinio pratico, di almeno 50 ore presso una Scuola Nuoto Federale, è possibile iscriversi al corso Istruttore di Base.
Per motivi particolari è consentito un rinvio di ulteriori 12 mesi per completare la formazione, ma in questo caso, per non dover ripetere l'intero corso, l'allievo istruttore deve obbligatoriamente partecipare ad un aggiornamento organizzato dalla FIN.
 
Il corso di Istruttore di Base sviluppa ed approfondisce le tematiche affrontate nel precedente corso, dando degli orientamenti metodologici di carattere applicativo.
Gli argomenti scientifici vengono in parte approfonditi, come pure gli aspetti di carattere biomeccanico e tecnico.
 
Il corso consta di una parte teorico-pratica di 56 ore (48 ore di teoria e 8 ore lezioni pratiche).
 
Ad integrazione dei corsi di base, il livello didattico prevede un corso di specializzazione per Coordinatore di Scuola Nuoto, che unisce maggiori conoscenze di carattere tecnico-didattico a competenze in merito all'organizzazione ed al coordinamento.
 
Per chi intende occuparsi dell'attività agonistica il percorso (che presuppone l'acquisizione del brevetto di Istruttore di Base) è strutturato in maniera analoga.

Ultimi 4 articoli NUOTO