Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Latest results

Eventi Nuoto

20
Ago
2017
XXIX Universiade - v. 50m





23
Ago
2017
VI Campionato Mondiale Junior - v. 50m





01
Dic
2017
Campionati Italiani Invernali Open - v. 25 m





13
Dic
2017
XIX Campionato Europeo - v. 25m





Martedì, 08 Agosto 2017

Energy for swim. Show sotto le stelle

Quando lo sport si sposa con lo spettacolo e lo Stadio del Nuoto è la sua cattedrale nasce Energy for Swim. Per la prima volta in assoluto quattro squadre di nuoto si affrontano in notturna con la posta in gioco che va oltre la medaglia. Stanotte e domani notte Italia, Australia, USA e il team Energy Standard a gareggiare in piscina e a bordo vasca il campione olimpico di Sydney 2000 Massimiliano Rosolino affiancato da Giorgia Surina, volto noto delle fiction tv e del cinema, a dirigere lo show. Tutto in diretta su Fox Tv – telecronaca di Lia Capizzi, bordovasca di Riccardo Re e commento tecnico del bicampione del mondo Filippo Magnini che in apertura di collegamento ricordano le recenti scomparse del nuotatore Mattia Dall’Aglio e del tecnico Sergio Pasquali che hanno segnato il nuoto azzurro – con la finalità di devolvere l’incasso a quattro onlus dedicate a progetti rivolti a bambini e abbinate ai quattro team: Italia per Save the Children, Australia per Cure Brain Cancer, USA per Make a Splash, Energy Standard per Tabletochki.
Partenza da standing ovation con i 200 stile libero della campionessa del mondo, per la terza volta d'oro e settima consecutiva sul podio iridato della specialità, Federica Pellegrini, forse all’ultima apparizione nella sua gara del cuore, che due giorni fa in Coppa del mondo a Berlino ha stampato la sua quinta prestazione all time in vasca corta (1’52”05) classificandosi seconda, a 88 centesimi dal suo record italiano. Il record del mondo in vasca lunga è ancora suo con 1’52”98 nuotato proprio in questa piscina il 29 luglio 2009 in occasione dei mondiali di Roma. Federica è in corsia 5 e al suo fianco alla 4 c’è la vice campionessa olimpica Sarah Sjostrom, primatista mondiale dei 50 e 100 stile libero, 50 e 100 farfalla, che ai mondiali di Budapest ha vinto i 50 e 100 farfalla e i 50 stile libero e ha conquistato l’argento nei 100 stile libero alle spalle della statunitense Simone Manuel. La Divina parte più veloce del solito, è prima ai 50 e ai 100 (27”47 e 57”05), la svedese la supera ai 150 e nuota spalla a spalla fino alla fine; Sara Sjostrom chiude in 1’55”51, Pellegrini è seconda in 1’55”52. “Bello tutto, il pubblico, lo show, anche il tempo di cui sono contenta. La fatica si fa sentire e questa prestazione ci sta”. A far coppia con Fede (come da regolamento che prevede due atleti in gara) Alice Mizzau che è sesta in 1’59”06.
Nei 200 maschili c’è un altro pluricampione e beniamino del pubblico, Gabriele Detti, che dopo il trionfo a Budapest negli 800 stile libero (7’40”77) col record europeo e il bronzo nei 400 stile libero, domenica scorsa a Berlino ha vinto i 1500 stile libero in vasca da 25 metri griffando il primo successo azzurro nella coppa del mondo 2017 con la sua seconda prestazione all time (14’18”33), a 33 centesimi dal record personale con cui conquistò l’argento agli Europei di Netanya nel 2015, dietro al record mondiale di Gregorio Paltrinieri (14’08”06). Super Gabri non si lascia pregare e vince con 1’47”67. Parte dietro, recupera metri, supera gli americani Conor Dwyr e Zane Grothe. “Stanchissimo e non ho ancora finito, ci sono altre gare. Non era tanto importante il tempo, ma stare più su possibile per questi ragazzi”. Il suo partner di gara è Filippo Megli, debuttante al mondiale ungherese con il sesto posto nella 4x200, ottimo quarto in 1’48”43.
Continua il magic moment di Fabio Scozzoli, che alla soglia dei 30 anni (ne ha compiuti 29 il 3 agosto) vive la seconda giovinezza agonistica; più veloce di sei anni fa. Ai mondiali di Budapest la conferma decisiva dei suoi progressi già dimostrati ad aprile in occasione dei campionati assoluti a Riccione e poi a giugno al Sette Colli. Dopo aver stabilito il record italiano dei 50 rana il 26 luglio a Budapest (26”91) e conquistato l’argento nei 50 in corta 24 ore fa a Berlino, vince i 100 rana a pari merito con il sudafricano Cameron Van Der Burgh col tempo di 59”58 (27”37 Cameron e 27”60 Fabio al passaggio di metà gara). “Mi sento bene, nuoto sempre meglio e sono felice di questo, perché anche quando senti un tempo è sempre difficile ottenerlo”. Scozzoli è il più scosso dalla improvvisa scomparsa di Mattia Dall’Aglio e il primo pensiero è rivolto a lui. “Voglio mandare un grande pensiero a Mattia che è mancato due giorni fa e un abbraccio alla sua famiglia. E’ stato tra i miei migliori amici. Abbiamo nuotato insieme per molti anni. Penso sempre a lui”. Terzo Nicolò Martinenghi, l’enfant prodige del nuoto italiano ed internazionale, che chiude con 59”95. Nicolò è il primatista italiano assoluto dei 100 rana con 59”23 del 2 luglio 2017 a Netanya ed oggi ha nuotato la sua ottava prestazione all time. Ma, come dice Detti, il tempo stasera è relativo; ciò che conta è guadagnare punti per vincere la classifica di squadra".
I 100 rana femminili sono della svedese Jennie Johansson con 1’07”16, davanti alla lituana e compagna di team Ruta Meylutite (1’07”36). “E’ un onore essere stata invitata a questo evento – dice Jennie – che unisce sport, spettacolo e beneficenza. Tutto è reso ancora più magico da un’atmosfera incredibile”. Quinta Martina Carraro con 1’07”97 e sesta Arianna Castiglioni con 1’08”29.
Margherita Panziera è terza nei 200 dorso con 2’09”89 e Sara Franceschi sesta con 2’15”09. Anche loro mettono in cascina punti preziosi. Per Margherita, ottava a Budapest con le staffette mista e mista mixed, è la sesta prestazione personale all time; per Sara è la terza. Vince l’australiana Emily Seebohm con 2’07”86. “Dopo un anno difficile sono riuscita a nuotare sotto i 2’10” – commenta soddisfatta Margherita Panziera – L’evento è organizzato benissimo e trasmette grandi emozioni a noi che dobbiamo scendere in acqua”. Nei 200 dorso uomini vince il russo dell’Energy Standard Kliment Kolesnikov con 1’56”65. Matteo Restivo è sesto con 1’59”26 e Matteo Milli, romano di Talenti, debuttante mondiale a 28 anni a Budapest con l’ottavo posto nella mista-mista, è ottavo con 2’02”10.
I 200 farfalla sono dell’ungherese Zsuzsanna Jakabos con 2’10”09, Ilaria Cusinato è quarta con 2’11”94 e la primatista italiana dei 100 Ilaria Bianchi chiude al settimo posto con 2’17”10. Le staffette 4x100 stile libero concludono la prima parte di gare. Piero Codia 49”96, Marco Orsi 48”93, Luca Dotto 48”76 e Filippo Megli 49”52 sono terzi con 3’17”17; Erika Ferraioli 55”55, Federica Pellegrini 54”49, Giorgia Biondani 55”22 e Alice Mizzau 55”17 sono anche loro terze con 3’40”43.
Nella seconda parte, dopo un nuovo spazio dedicato allo show e alla musica, gare veloci, 200 farfalla donne, i 200 misti e le staffette miste. I piazzamenti migliori in chiave azzurra sono il secondo posto di Luca Dotto - primatista italiano dei 100 stile libero in 47”96 del 21 aprile 2016 a Riccione - nei 50 stile libero con 22”39” e il terzo di Sara Franceschi nei 200 misti con 2’12”83 (quinta prestazione personale all time). La regina della serata è Sara Sjostrom che vince quattro gare, due individuali e due con le staffette: i 200 stile libero con 1’55”51 e i 50 stile libero con 24”13, la 4x100 stile libero nuotando la seconda frazione con 52”65 e la 4x100 mista nuotando la frazione a farfalla in 56”41. “Sono felice di aver portato tanti punti al team – sorride la svedese che a Budapest 2017 ha vinto i 50 e 100 frafalla e i 50 stile libero col record del mondo, conquistato l’argento nei 100 stile libero e stabilito il record del mondo dei 100 stile libero nella frazione della staffetta – Non sento la fatica: sarà per l’atmosfera di Roma e per il significato dell’Energy for Swim”. Appuntamento a domani sera.

Ventisei gli atleti convocati per l'Italia: Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91), Giorgia Biondani (Esercito/Leosport), Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle/Team Insubrika), Martina Carraro (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91), Ilaria Cusinato (Fiamme Oro/Team Veneto), Elena Di Liddo (CC Aniene), Erika Ferraioli (Esercito/CC Aniene), Sara Franceschi (Fiamme Gialle/Nuoto Livorno), Alice Mizzau (Fiamme Gialle/Team Veneto), Federica Pellegrini (CC Aniene), Margherita Panziera (Fiamme Oro/CC Aniene), Simona Quadarella (Fiamme Rosse/CC Aniene), Giulia Verona (Esercito/Team Lombardia), Giacomo Carini (Fiamme Gialle/Can. Vittorino da Feltre), Piero Codia (Esercito/CC Aniene), Gabriele Detti (Esercito/Team Lombardia), Luca Dotto (Carabinieri/Larus Nuoto), Nicolò Martinenghi (Fiamme Oro/CN Brebbia), Filippo Megli (Florentia NC), Matteo Milli (Team Lombardia), Marco Orsi (Fiamme Oro/CN Uisp Bologna), Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro/Coopernuoto), Luca Pizzini (Carabinieri/IC Bentegodi), Matteo Restivo (Florentia NC), Matteo Rivolta (Fiamme Oro), Fabio Scozzoli (Esercito/Imolanuoto). Lo staff è composto dal direttore tecnico Cesare Butini, dal consigliere federale Roberto Del Bianco, dal cordinatore tecnico Marco Bonifazi, dai tecnici federali Stefano Morini, Claudio Rossetto, Gianni Leoni, Stefano Franceschi e Matteo Giunta, dal medico Andrea Felici, dai fisioterapisti Stefano Amirante, Emiliano Farnetani e Marco Morelli.

Consulta i risultati ufficiali

Vai al sito ufficiale di Energy for Swim

Foto deepbluemedia.eu

Ultimi 4 articoli NUOTO