News Nuoto - FIN - Federazione Italiana Nuoto - FIN - Federazione Italiana Nuoto http://www.federnuoto.it Sat, 21 Oct 2017 23:05:10 +0200 Joomla! - Open Source Content Management; ADV in background by CONINET it-it A Ostia si chiude il primo raduno stagionale http://www.federnuoto.it/discipline/nuoto/nuoto-news/item/39700-mezzofondisti-e-giovani-ultimi-allenamenti-a-ostia.html http://www.federnuoto.it/discipline/nuoto/nuoto-news/item/39700-mezzofondisti-e-giovani-ultimi-allenamenti-a-ostia.html A Ostia si chiude il primo raduno stagionale

Ultimi giorni di lavoro al Centro Federale di Ostia per i mezzofondisti e i giovani inseriti nel progetto "4x200 stile libero maschile" impegnati nel primo collegiale della stagione (9-21 ottobre).  Al bicampione del mondo dei 1500 Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro/Coopernuoto), all'oro e bronzo iridato negli 800 e 400 stile libero Gabriele Detti (Esercito/SMGM Team Lombardia), a Lorenzo Glessi (Esercito/Gorizia Nuoto), a Ilaria Cusinato (Team Veneto) e a Martina Rita Caramignoli (Fiamme Oro/Unicusano Aurelia Nuoto), stanziali al Polo Natatorio, si sono uniti Matteo Senor (CN Torino), Filippo Megli (Florentia NC), Fabio Lombini (De Akker), Alessio Proietti Colonna (Unicusano Aurelia Nuoto) e la ranista Giulia Verona (Esercito/SMGM Team Lombardia) presente solo per brevi periodi. "Sono molto soddisfatto del lavoro svolto e della risposta degli atleti: tutti ben preparati dai tecnici sociali con cui siamo rimasti costantemente in contatto - spiega il tecnico federale Stefano Morini - Ognuno ha effettuato allenamenti personalizzati, anche dedicati alla tecnica con l'aiuto del video analista Ivo Ferretti".

]]>
fin@federnuoto.it (Luca Sansonetti) News Nuoto Fri, 20 Oct 2017 18:19:46 +0200
Gabry e Moro back to school http://www.federnuoto.it/discipline/nuoto/nuoto-news/item/39686-gabry-e-moro-back-to-school.html http://www.federnuoto.it/discipline/nuoto/nuoto-news/item/39686-gabry-e-moro-back-to-school.html Gabry e Moro back to school

Questa mattina il campione mondiale degli 800 stile libero a Budapest, Gabriele Detti, accompagnato dallo zio e allenatore al Centro Federale di Ostia Stefano Morini, ha incontrato le classi della terza media dell'Istituto Comprensivo 1 Pescetti di Sesto Fiorentino nell'ambito del progetto sull'educazione sportiva nelle scuole. L'evento coordinato dalla Preside prof.ssa Giuseppina Forgione, della responsabile del progetto prof.ssa Alessandra Pavan ha coinvolto oltre 50 ragazzi che hanno rivolto domande e curiosità agli sportivi intervenuti. Tanti gli aneddoti e gli spunti raccontati da Gabriele Detti che hanno svariato dalle grandi vittorie con il doppio bronzo olimpico a Rio 2016 nei 400 e 1500 stile libero, ai ricordi in cui conciliava lo studio con l'attività sportiva di alto livello. Tanti consigli utili per i ragazzi anche dallo "zio" Moro che si è soffermato sull'importanza della pratica sportiva soprattutto nelle fasce d'età scolastica, fondamentale per un buono stile di vita e un miglioramento del bacino d'utenza dello sport nazionale e dei futuri campioni azzurri.

af20333d 780c 41e6 b032 6df81056fe9e

]]>
fin@federnuoto.it (Valerio Salvati) News Nuoto Mon, 16 Oct 2017 13:21:13 +0200
Raduno a Livigno. Riparte la stagione http://www.federnuoto.it/discipline/nuoto/nuoto-news/item/39665-raduno-a-livigno-riparte-la-stagione.html http://www.federnuoto.it/discipline/nuoto/nuoto-news/item/39665-raduno-a-livigno-riparte-la-stagione.html Raduno a Livigno. Riparte la stagione

Meno di un mese al via della nuova stagione del grande nuoto. Il 2017/2018 si inaugura ufficialmente a Genova con il trofeo Nico Sapio, in programma il 10 e 11 novembre, giunto alla 44esima edizione, che precede di una settimana la 42esima edizione del trofeo "Mussi-Lombardi-Femiano" - 12esima edizione del Gran Premio Italia a Livorno. L'appuntamento clou internazionale sono i diciannovesimi Europei in vasca corta a Copenaghen, in Danimarca, dal 13 al 17 dicembre. Gli azzurri si trovano il raduno a Livigno, dall'1 al 21 ottobre, per il collegiale di ripresa, al quale prendono parte quindici atleti capitanati dalla campionessa del mondo dei 200 stile libero Federica Pellegrini, dal bronzo iridato nei 1500 Simona Quadarella e dall'oro mondiale juniores nei 50 e 100 rana Nicolò Martinenghi.

IL PUNTO DEL CT AZZURRO CESARE BUTINI. "Siamo ormai giunti a metà del primo raduno di preparazione della stagione agonistica 2017/18 nella splendida location del centro Aquagranda di Livigno (1800 metri sul livello del mare). La squadra è composta da 15 atleti divisi in tre gruppi di lavoro gestiti dai tecnici presenti che interagiscono tra di loro trovando, anche se gli atleti appartengono a diverse specialità, il modo di svolgere alcuni allenamenti in comune. I ragazzi si stanno impegnando molto sia in acqua che a secco. Le condizioni di allenamento e logistiche sono ottime e di questo ringraziamo l'APT di Livigno nella persona di Luca Moretti. Le finalità del raduno s'inseriscono nella programmazione tecnica concordata con lo staff federale. L'obiettivo della stagione sono i Campionati Europei di Glasgow (3-9 agosto) con una tappa intermedia rappresentata dai Campionati Europei di vasca corta che vedono, in base al regolamento, gia qualificati circa 20 atleti. La squadra sarà definita in base ai risultati dei Campionati Assoluti di vasca corta (1-2 dicembre a Riccione) e dei meeting che abbiano un programma tecnico simile a quello dei campionati europei".

Convocati al raduno collegiale di preparazione a Livigno (1-21 ottobre): Federica Pellegrini (CC Aniene), Simona Quadarella (Fiamme Rosse/CC Aniene), Aglaia Pezzato (Esercito/Team Veneto), Luca Dotto (Carabinieri/Larus Nuoto), Ivano Vendrame (Esercito/Larus Nuoto), Nicolò Martinenghi (Fiamme Oro/NC Brebbia), Luca Pizzini (Carabinieri/IC Bentegodi), Nicolangelo Di Fabio (Esercito/SMGM Team Lombardia), Carlotta Zofkova (Carabinieri/Imolanuoto), Rachele Ceracchi (CC Aniene), Sara Franceschi (Fiamme Gialle/Nuoto Livorno), Lorenzo Zazzeri (Florentia NC), Alessandro Miressi (Fiamme Oro/NC Torino), Simone Sabbioni (Esercito/Swim Pro SS9), Matteo Ciampi (Nuoto Livorno). Lo staff tecnico è composto dai tecnici federali Claudio Rossetto, Stefano Franceschi e Matteo Giunta, dai tecnici Marco Pedoja, Christian Minotti e Antonio Satta, dal medico Tiziana Balducci, dal fisioterapista Paola Moreschi e dal preparatore atletico Alessandro Conforto.

Criteri di selezione ai CAMPIONATI EUROPEI IN VASCA CORTA (COPENAGHEN 13-17 DICEMBRE). Saranno qualicati gli atleti che al 19 novembre risulteranno in possesso dei seguenti requisiti:
a) gli atleti classificati entro il dodicesimo posto nelle semifinali individuali o nelle classifiche delle gare individuali che non abbiano previsto le semifinali dei campionati del mondo di Budapesto 2017 o che in quella sede abbiano ottenuto prestazioni di livello analogo o migliore.
b) gli atleti che abbiano ottenuto durante le Universiadi di Taipei, nella manifestazione Energy Standard, nei campionati mondiali juniores o nei campionati italiani di categoria prestazioni uguali o migliori di quelle necessarie per l'ingresso in finali ai Mondiali di Budapest.

La squadra sarà integrata a livello individuale fino a un massimo di tre atleti per specialità, con gli atleti che, nelle gare con posti ancora liberi, otterranno in occasione dei campionati italiani invernali a Riccione (1-2 dicembre)prestazioni pario o inferiori ai corrispondenti tempi limite comunicati lo scorso 21 luglio.
Per l'eventuale e ulteriore completamento della squadra, saranno ritenute valide le prestazioni ottenute nel periodo 1 agosto - 19 novembre in occasione di Meeting Nazionali o Internazionali che prevedano il programma tecnico identico a quello dei campionati europei di vasca corta.

Gare a staffetta
La partecipazione delle staffette e un'eventuale integrazione a tale fine della squadra è anch'essa subordinata al parere del Direttore Tecnico e all'approvazione del Consiglio Federale.

Il calendario 2017/2018

]]>
fin@federnuoto.it (Luca Sansonetti) News Nuoto Thu, 12 Oct 2017 10:51:42 +0200
8 anni senza il Maestro. Ci manchi Alberto http://www.federnuoto.it/discipline/nuoto/nuoto-news/item/39673-8-anni-senza-il-maestro-ci-manchi-alberto.html http://www.federnuoto.it/discipline/nuoto/nuoto-news/item/39673-8-anni-senza-il-maestro-ci-manchi-alberto.html 8 anni senza il Maestro. Ci manchi Alberto

Otto anni senza il "Maestro" del nuoto azzurro. Era il tardo pomeriggio del 12 ottobre del 2009 ed Alberto Castagnetti si spegneva nella sua casa di Arbizzano, una frazione di Negrar (Verona). Commissario tecnico della Nazionale Italiana di Nuoto ininterrottamente dal 1987 al 2009, Castagnetti ha allenato campioni del calibro di Giorgio Lamberti, Domenico Fioravanti e Federica Pellegrini. Grazie alla sua conduzione l'Italia del Nuoto ha arricchito il medagliere olimpico con 4 ori, 2 argenti e 7 bronzi, diventando così una delle più rilevanti potenze mondiali. Era una vera e propria icona del nuoto e maestro di vita per tante generazioni di atleti. Cinque anni fa il suo nome è stato scolpito nell'eternità del nuoto mondiale: diciotto lettere che fanno parte della Swimming Hall of Fame; Alberto è diventato il quattordicesimo italiano dopo i nuotatori Novella Calligaris, Giorgio Lamberti e Domenico Fioravanti, i pallanuotisti Geppino e Marco D'Altrui, Gianni De Magistris, Gianni Lonzi, Mario Majoni, Eraldo Pizzo e Cesare Rubini e i tuffatori Giorgio Cagnotto, Carlo Dibiasi e Klaus Dibiasi. La Federazione Italiana Nuoto è sempre vicina alla famiglia di Alberto e ricorda anche la moglie Isabella scomparsa lo scorso 19 maggio. La sua figura è ricordata anche con il premio "Allenatore del'anno" attribuito pochi giorni fa a Stefano Morini e purtroppo origine di una polemica al vaglio della procura federale.

Alberto Castagnetti nasce a Verona il 3 febbraio 1943. Da atleta partecipa ai Giochi Olimpici di Monaco 1972 e ai campionati mondiali di Belgrado 1973, inoltre conquista numerosi titoli italiani con le staffette e si piazza secondo nei 100 stile libero ai campionati assoluti di Napoli nel 1969. 
Commissario tecnico della Nazionale Italiana di nuoto ininterrottamente dal 1987, ha allenato campioni del calibro di Giorgio Lamberti, Roberto Gleria, Marcello Guarducci, Domenico Fioravanti e Federica Pellegrini. 
Grazie alla sua conduzione l’Italia del nuoto ha arricchito il medagliere olimpico con 4 ori, 2 argenti e 7 bronzi, diventando una delle più rilevanti potenze mondiali, passando per la storica edizione di Sydney 2000 (3-1-2) con gli ori di Domenico Fioravanti (100 e 200 rana) e Massimiliano Rosolino (200 misti), d'argento nei 400 stile libero e di bronzo nei 200 stile libero come Davide Rummolo nei 200 rana. 
Nell'ultimo quadriennio della sua conduzione, che ha portato alle Olimpiadi di Pechino 2008, è ulteriormente allungata la striscia di risultati importanti: dal primo storico oro olimpico al femminile di Federica Pellegrini nei 200 stile libero al doppio titolo mondiale di Filippo Magnini nei 100 stile libero, dai record mondiali di Pellegrini nei 200 e 400 stile libero, al primo oro femminile europeo a Budapest 2006 nei 400 misti di Alessia Filippi, alle 60 medaglie internazionali (4 alle Olimpiadi, 5 ai Mondiali, 10 ai Mondiali in vasca corta, 21 agli Europei e 20 agli Europei in vasca corta) di Massimiliano Rosolino, al prestigioso primato continentale della 4x200 stile libero femminile.
Il post Giochi Olimpici 2008 è ripartito con ulteriori grandi soddisfazioni per Castagnetti, il CT più vincente del nuoto italiano. Il 2009, l'anno dei mondiali di Roma, si arricchisce del doppio oro con record del mondo di Federica Pellegrini nei 200 e 400 stile libero, dell'oro nei 1500 e bronzo negli 800 stile libero di Alessia Filippi. 
Nel 2013 è stato inserito nella Hall of Fame del nuoto con sede a Fort Lauderdale, in Florida.

]]>
fin@federnuoto.it (Luca Sansonetti) News Nuoto Thu, 12 Oct 2017 10:01:07 +0200
RN Verona. Presentata la squadra disabili http://www.federnuoto.it/discipline/nuoto/nuoto-news/primo-piano-nuoto/item/39671-rn-verona-presentata-squadra-disabili.html http://www.federnuoto.it/discipline/nuoto/nuoto-news/primo-piano-nuoto/item/39671-rn-verona-presentata-squadra-disabili.html RN Verona. Presentata la squadra disabili

La prestigiosa Sala Arazzi del Comune di Verona ha ospitato la presentazione della squadra di nuoto diversamente abili della Rari Nantes Verona che si allena presso il Centro Federale “Alberto Castagnetti”. Ha fatto gli onori di casa l’assessore allo Sport Filippo Rando. Presenti il presidente della Rari Nantes Claudio Caorsi, il vice Riccardo De Manzoni e il segretario Marco Alì, il direttore del Centro Federale Alberto Nuvolari che, prima di dare la parola agli atleti, ha introdotto i rappresentanti di istituzioni e aziende che forniscono un contributo economico all’attività agonistica: il direttore generale della ditta Hospes Elior (main sponsor) Michela Ferrante, il segretario generale della Fondazione Cattolica Assicurazioni Adriano Tomba, il titolare della Brotto Impianti Carlo Brotto. In sala gli atleti appartententi alle federazioni - FISDIR, FINP e FIN- che con i loro successi portano il nome di Verona in giro per l'Italia e il mondo: Xenia Palazzo, che vanta la partecipazione alle Paralimpiadi di Rio 2016, Guido Grandis, il capitano della squadra, Matteo Contolini, Fabio De Mutiss, Cristian Mazzarella, Davide Misuri, Mattia Mozzo, Daniele Zichella. Assenti Stefano Raimondi, impegnato negli studi, e Misha Palazzo, convocato per i campionati europei con il tecnico Marcello Rigamonti che con Alice Marchesini allena la squadra. Prima del brindisi di rito offerto dalla Hospes Elior, il presidente Caorsi ha consegnato una targa all’assessore Rando, agli atleti, sponsor, tecnici e dirigenti.

]]>
fin@federnuoto.it (Francesco Passariello) Primo Piano Nuoto Wed, 11 Oct 2017 15:50:34 +0200
Convegno allenatori. Successo a Torino http://www.federnuoto.it/discipline/nuoto/nuoto-news/item/39650-convegno-allenatori-da-venerdì-350-tecnici-a-torino.html http://www.federnuoto.it/discipline/nuoto/nuoto-news/item/39650-convegno-allenatori-da-venerdì-350-tecnici-a-torino.html Convegno allenatori. Successo a Torino

Dal 6 all'8 ottobre 350 tecnici hanno partecipato all'annuale convegno per gli allenatori di nuoto di primo e secondo livello che attribuisce 100 crediti formativi ed è valido come aggiornamento quadriennale. Molteplici le tematiche che professionalità di eccellenza hanno affrontato, spaziando da argomenti di natura tecnica, metodologica, medico-scientifica ed esperenziale. Nel corso della tre giorni di focus - organizzato alla sala congressi del Collegio San Giuseppe di Torino dal Settore Istruzione Tecnica della Federnuoto, guidato dal consigliere Roberto Del Bianco - sono intervenuti il direttore tecnico delle squadre nazionali di nuoto Cesare Butini; il responsabile delle squadre nazionali giovanili di nuoto Walter Bolognani; il professore aggregato di Psicologia Clinica presso l'Università di Siena, nonché consulente per la preparazione mentale della FIV, Paolo Benini; il coordinatore tecnico scientifico della Federnuoto nonché professore associato di fisiologia all'Università di Siena Marco Bonifazi; il segretario nazionale della commissione impianti della Federnuoto Maurizio Colaiacomo; il professore emerito di fisiologia all'Università di Udine Pietro Enrico di Prampero; il professore aggregato di metodi e didattiche delle attività sportive all'Università di Bologna Giorgio Gatta; il direttore tecnico delle squadre nazionali di nuoto di fondo Massimo Giuliani; il tecnico federale Matteo Giunta; il professore associato di metodi e didattiche delle attività sportive all'Università di Milano Antonio La Torre; il medico federale Lorenzo Marugo; i tecnici Christian Minotti e Marco Pedoja; il professore emerito di fisiologia alla University at Buffalo (NY) David R. Pendergast; la professoressa associata di metodi e didattiche delle attività sportive all'Università di Roma del Foro Italico Maria Francesca Piacentini; l'allenatore della Ireland Swimming Jon Rudd; il direttore sportivo del settore nuoto Gianfranco Saini; l'allenatore della Canada Swimming Ben Titley; il ricercatore presso IRCCS Istiuto Ortopedico Galeazzi Jacopo Vitale; la professoressa associata di metodi e didattiche delle attività motorie all'Università di Verona Paola Zamparo.

delbianco

butini
  
programma del convegno
  
Il convegno è stato anche l'occasione per la proclamazione dell'allenatore dell'anno. I finalisti della quarta edizione del premio intitolato ad Alberto Castagnetti erano Matteo Giunta, Christian Minotti e Stefano Morini, che ha vinto confermandosi come nelle tre precedenti edizioni. Nella prima fase delle votazioni ciascun membro della giuria - presieduta dal vice presidente federale Francesco Postiglione e composta da Camillo Cametti (già responsabile della commissione stampa della Federation Internationale de Natation e responsabile di quella della Ligue Europeenne de Natation), Stefano Arcobelli (Gazzetta dello Sport), Paolo De Laurentiis (Corriere dello Sport), Giorgio Pasini (TuttoSport), Alessandro Pasini (Corriere della Sera), Roberto Perrone e Piero Mei (decani del nuoto e del giornalismo sportivo), Giulia Zonca (La Stampa), Alessandra Retico (La Repubblica), Benny Lucchi Casadei (Il Giornale), Tommaso Mecarozzi (Rai Sport), Carlo Verna (Radio Rai), Novella Calligaris (RaiNews24), Christian Zicche (Swimbiz), Roberto Del Bianco (consigliere federale delegato al nuoto), Cesare Butini (direttore tecnico della squadra nazionale), Gianfranco Saini (direttore sportivo della squadra nazionale) e dai campioni Domenico Fioravanti, Massimiliano Rosolino, Giorgio Lamberti, Luca Sacchi e Manuela Dalla Valle - ha espresso tre preferenze. Oltre ai finalisti, hanno raccolto voti anche Fabrizio Antonelli, Massimo Giuliani, Gianni Leoni, Marco Pedoja ed Emanuele Sacchi.
 
premio Alberto Castagnetti

Foto G.Scala/Deepbluemedia.eu

]]>
fin@federnuoto.it (Francesco Passariello) News Nuoto Wed, 04 Oct 2017 11:09:01 +0200
Convegno. Morini "Allenatore dell'anno" http://www.federnuoto.it/discipline/nuoto/nuoto-news/item/39648-convegno-morini-allenatore-dell-anno.html http://www.federnuoto.it/discipline/nuoto/nuoto-news/item/39648-convegno-morini-allenatore-dell-anno.html Convegno. Morini

Il convegno di formazione e aggiornamento curriculare per gli allenatori di nuoto di I e II livello - in svolgimento alla sala congressi del Collegio San Giuseppe Torino con circa 350 tecnici coinvolti - è stato sede della proclamazione del vincitore del premio "Alberto Castagnetti", giunto alla quarta edizione.
I voti espressi dalla giuria - presieduta dal vice presidente federale Francesco Postiglione e composta da Camillo Cametti (già responsabile della commissione stampa della Federation Internationale de Natation e responsabile di quella della Ligue Europeenne de Natation), Stefano Arcobelli (Gazzetta dello Sport), Paolo De Laurentiis (Corriere dello Sport), Giorgio Pasini (TuttoSport), Alessandro Pasini (Corriere della Sera), Roberto Perrone e Piero Mei (decani del nuoto e del giornalismo sportivo), Giulia Zonca (La Stampa), Alessandra Retico (la Repubblica), Benny Lucchi Casadei (il Giornale), Tommaso Mecarozzi (Rai Sport), Carlo Verna (Radio Rai), Novella Calligaris (RaiNews24), Christian Zicche (Swimbiz), Roberto Del Bianco (consigliere federale delegato al nuoto), Cesare Butini (direttore tecnico della squadra nazionale), Gianfranco Saini (direttore sportivo della squadra nazionale) e dai campioni Domenico Fioravanti, Massimiliano Rosolino, Giorgio Lamberti, Luca Sacchi e Manuela Dalla Valle - hanno determinato il successo di Stefano Morini, che si aggiudica il prestigioso riconoscimento, per la quarta volta consecutiva, precedendo Matteo Giunta e Christian Minotti. Nella prima fase delle votazioni avevano raccolto preferenze anche Fabrizio Antonelli, Massimo Giuliani, Gianni Leoni, Marco Pedoja ed Emanuele Sacchi.
Il consigliere federale Roberto Del Bianco ha proclamato il vincitore, ricordando la figura di Alberto Castagnetti: "maestro che con metodi progressisti, rigore ed ironia ha portato il nuoto italiano nell'elite mondiale; otto anni fa abbiamo perso improvvisamente un grande amico, che lasciato un vuoto emozionale difficile da colmare. L'istituzione del riconoscimento è nata con un duplice obiettivo: raccontare Alberto alle nuove generazioni per non dimenticare e premiare la passione e professionalità degli allenatori italiani".
Stefano Morini, di rientro dalla tappa di Doha per la coppa del mondo, sarà premiato durante i Campionati Italiani Assoluti Invernali, che si svolgeranno a Riccione l' 1 e 2 dicembre.
 
Stefano Morini nasce a Livorno il 17 novembre 1956. Dopo aver conseguito il titolo di maturità scientifica ed il diploma ISEF si dedica alla sua passione, diventando allenatore a tempo pieno della Livorno Nuoto fin dal 1982, quando non aveva che ventisei anni. Nel corso della carriera allena molti nuotatori di primo piano, tra i quali spiccano Federica Pellegrini, Gregorio Paltrinieri, Gabriele Detti, Ilaria Tocchini, Luis Alberto Laera, Cristina Chiuso, Paola Cavallino, Alessandra Cappa e Samuele Pampana. Dopo le prime esperienze negli staff della nazionale giovanile, nella seconda parte degli anni ottanta, entra stabilmente tra i tecnici di riferimento della nazionale maggiore a partire dagli anni novanta. Nel 2001 è chiamato al Centro Federale di Verona come assistente del cittì Alberto Castagnetti. In questa veste, nella stagione 2003-04, è tra l'altro responsabile della preparazione della farfallista Paola Cavallino e della dorsista Alessandra Cappa, entrambe a medaglia in occasione dei campionati europei di Madrid 2004. Erano trascorsi nove anni da quando un'altra sua allieva, Ilaria Tocchini, conquistando nel 1995 a Vienna l'argento nei 100 farfalla, otteneva l'ultima medaglia a livello individuale del settore femminile. Partecipa a tutti i successi della rappresentativa azzurra del quadriennio 2001- 04, dai mondiali di Fukuoka, agli europei di Berlino e di Madrid, alle Olimpiadi di Atene e successivamente a quelli del quadriennio 2005-08 (mondiali di Montreal e Melbourne, europei di Budapest ed Eindhoven, Giochi di Pechino). Nel novembre 2009, dopo la scomparsa di Alberto Castagnetti, diviene responsabile tecnico del centro federale di Verona e segue il gruppo degli atleti permanenti tra cui Emiliano Brembilla, Luca Marin, David Joseph Natullo, Federica Pellegrini e Cesare Sciocchetti. Sotto la sua guida Pellegrini stabilisce il record mondiale in corta agli europei di Istanbul dei 200 stile libero e vince i 200 stile libero ai campionati europei di Budapest nel 2010. Terminata l'esperienza con la fuoriclasse veneta, nel gennaio 2011 diventa il responsabile tecnico del centro federale di Ostia iniziando un ciclo con giovani atleti che trasforma da speranze in fuoriclasse assoluti adesso 23enni: Gregorio Paltrinieri (oro olimpico nei 1500 a Rio de Janeiro, bicampione mondiale a Kazan 2015 e Budapest 2017, cinque volte campione europeo tra 800 e 1500, per un totale di 5 medaglie mondiali in lunga e 3 in corta, 6 medaglie europee in lunga e 2 in corta; primatista europeo in vasca lunga e mondiale in corta dei 1500) e Gabriele Detti, peraltro suo nipote (bronzo olimpico nei 400 stile libero e 1500 a Rio de Janeiro; campione mondiale degli 800 e bronzo nei 400; campione europeo dei 400 con sei medaglie complessive in lunga e 4 in corta; primatista europeo degli 800 stile libero). Sul podio europeo anche Stefania Pirozzi e Martina Rita Caramignoli e in finale mondiale Diletta Carli. Per Gregorio Paltrinieri, alla seconda prova in carriera nella distanza, il 2017 si conclude con una medaglia d'oro nella 10 km alle Universiadi a Taipei. Stefano Morini ha vinto il titolo di "Miglior allenatore dell'anno" - trofeo "Alberto Castagnetti" per quattro volte in altrettante edizioni (2014-2017).
 
Il premio è intitolato ad Alberto Castagnetti, maestro del nuoto italiano che ci ha lasciato improvvisamente otto anni fa, nell'autunno seguente alla trionfale partecipazione ai campionati mondiali di Roma.
Castagnetti nasce a Verona il 3 febbraio 1943. Da atleta partecipa ai Giochi Olimpici di Monaco 1972 e ai campionati mondiali di Belgrado 1973, inoltre conquista numerosi titoli italiani con le staffette e si piazza secondo nei 100 stile libero ai campionati assoluti di Napoli nel 1969.
Commissario tecnico della Nazionale Italiana di nuoto ininterrottamente dal 1987, ha allenato campioni del calibro di Giorgio Lamberti, Roberto Gleria, Marcello Guarducci, Domenico Fioravanti e Federica Pellegrini.
Grazie alla sua conduzione l’Italia del nuoto ha arricchito il medagliere olimpico con 4 ori, 2 argenti e 7 bronzi, diventando una delle più rilevanti potenze mondiali, passando per la storica edizione di Sydney 2000 (3-1-2) con gli ori di Domenico Fioravanti (100 e 200 rana) e Massimiliano Rosolino (200 misti), d'argento nei 400 stile libero e di bronzo nei 200 stile libero come Davide Rummolo nei 200 rana.
Nell'ultimo quadriennio della sua conduzione, che ha portato alle Olimpiadi di Pechino 2008, è ulteriormente allungata la striscia di risultati importanti: dal primo storico oro olimpico al femminile di Federica Pellegrini nei 200 stile libero al doppio titolo mondiale di Filippo Magnini nei 100 stile libero, dai record mondiali di Pellegrini nei 200 e 400 stile libero, al primo oro femminile europeo a Budapest 2006 nei 400 misti di Alessia Filippi, alle 60 medaglie internazionali (4 alle Olimpiadi, 5 ai Mondiali, 10 ai Mondiali in vasca corta, 21 agli Europei e 20 agli Europei in vasca corta) di Massimiliano Rosolino, al prestigioso primato continentale della 4x200 stile libero femminile.
Il post Giochi Olimpici 2008 è ripartito con ulteriori grandi soddisfazioni per Castagnetti, il CT più vincente del nuoto italiano. Il 2009, l'anno dei mondiali di Roma, si arricchisce del doppio oro con record del mondo di Federica Pellegrini nei 200 e 400 stile libero, dell'oro nei 1500 e bronzo negli 800 stile libero di Alessia Filippi.
Nel 2013 è stato inserito nella Hall of Fame del nuoto con sede a Fort Lauderdale, in Florida.
 
Albo d'oro e finalisti del premio Alberto Castagnetti
2014 Stefano Morini; finalisti Fabrizio Bastelli e Gianni Leoni
2015 Stefano Morini; finalisti Matteo Giunta ed Emanuele Sacchi
2016 Stefano Morini; finalisti Fabrizio Antonelli e Claudio Rossetto
2017 Stefano Morini; finalisti Matteo Giunta e Christian Minotti
 
Nel corso della tre giorni di lavori vengono affrontati molteplici temi di natura tecnica, scientifica e metodologica. Relatori il responsabile delle squadre nazionali giovanili di nuoto Walter Bolognani; il professore aggregato di Psicologia Clinica presso l'Università di Siena, nonché consulente per la preparazione mentale della FIV, Paolo Benini; il coordinatore tecnico scientifico della Federnuoto nonché professore associato di fisiologia all'Università di Siena Marco Bonifazi; il direttore tecnico delle squadre nazionali di nuoto Cesare Butini; il segretario nazionale della commissione impianti della Federnuoto Maurizio Colaiacomo; il professore emerito di fisiologia all'Università di Udine Pietro Enrico di Prampero; il professore aggregato di metodi e didattiche delle attività sportive all'Università di Bologna Giorgio Gatta; il direttore tecnico delle squadre nazionali di nuoto di fondo Massimo Giuliani; il tecnico federale Matteo Giunta; il professore associato di metodi e didattiche delle attività sportive all'Università di Milano Antonio La Torre; il medico federale Lorenzo Marugo; i tecnici Christian Minotti e Marco Pedoja; il professore emerito di fisiologia alla University at Buffalo (NY) David R. Pendergast; la professoressa associata di metodi e Didattiche delle attività sportive all'Università di Roma del Foro Italico Maria Francesca Piacentini; l'allenatore della Ireland Swimming Jon Rudd; il direttore sportivo del settore nuoto Gianfranco Saini; l'allenatore della Canada Swimming Ben Titley; il ricercatore presso IRCCS Istiuto Ortopedico Galeazzi Jacopo Vitale; la professoressa associata di metodi e didattiche delle attività motorie all'Università di Verona Paola Zamparo.

consulta il programma delle relazioni

]]>
fin@federnuoto.it (Francesco Passariello) News Nuoto Sat, 07 Oct 2017 15:15:00 +0200
Coppa del Mondo. Detti bis d'oro a Doha http://www.federnuoto.it/discipline/nuoto/nuoto-news/item/39655-coppa-del-mondo-detti-bis-d-oro-a-doha.html http://www.federnuoto.it/discipline/nuoto/nuoto-news/item/39655-coppa-del-mondo-detti-bis-d-oro-a-doha.html Coppa del Mondo. Detti bis d'oro a Doha

Ancora Super Gabry. A Doha, sede della quinta tappa della Coppa del Mondo in vasca corta, Gabriele Detti si prende il sesto podio del circuito e la terza vittoria stagionale, a quattro giorni da quella di Hong Kong sempre nei 400 stile libero. L'allievo di "zio" Stefano Morini chiude in '3'42"57 domando ancora il polacco Wojciek Wojdak di 41 centesimi (3'42"98). L'argento mondiale negli 800 stile libero proprio dietro al livornese, conduce ai 300 metri: poi la progressione del bronzo olimpico e mondiale della specialità che chiude con due vsche finali da 28"2 e 27"6. Domani ancora i 1500 stile libero per il gran finale del 24enne di Livorno - tesserato per Esercito ed SMGM Team Lombardia - che si è già imposto all'interno della competizione nei 1500 stile libero (14'18"33) nella seconda tappa di Berlino il 6 agosto scorso (seconda prestazione personale di sempre, a 33 centesimi dal miglior crono nuotato il 4 dicembre 2015 a Netanya in occasione degli europei in vasca corta, quando conquistò l'argento dietro al record mondiale di Paltrinieri in 14'08"06). L'altro podio la scorsa domenica ad Hong Kong, argento dietro il cinese Qui Ziao. Detti è seguito negli Emirati dal tecnico federale Stefano Morini e dal fisioterapista Stefano Amirante.

Vai ai risultati ufficiali

]]>
fin@federnuoto.it (Valerio Salvati) News Nuoto Wed, 04 Oct 2017 20:22:45 +0200
Comune di Verona. Fede cittadina onoraria http://www.federnuoto.it/discipline/nuoto/nuoto-news/item/39631-comune-di-verona-fede-cittadina-onoraria.html http://www.federnuoto.it/discipline/nuoto/nuoto-news/item/39631-comune-di-verona-fede-cittadina-onoraria.html Comune di Verona. Fede cittadina onoraria

Il sindaco di Verona Federico Sboarina ha consegnato le chiavi della città alla campionessa del mondo Federica Pellegrini, alla presenza del direttore tecnico della Nazionale di nuoto Cesare Butini. La cerimonia  – per il riconoscimento riservato a coloro i quali hanno onorato la città con le loro imprese – si è svolta nella prestigiosa sala Arazzi del Comune di Verona, durante la conferenza stampa con gli azzurri che si allenano al Centro Federale di Alta Specializzazione "Alberto Castagnetti". Il direttore del centro federale Alberto Nuvolari ha sottolineato la volontà della Federnuoto di proseguire nella valorizzazione del centro veronese ed ha consegnato una targa al sindaco Sboarina a nome del presidente della FIN Paolo Barelli. Presenti inoltre il presidente del Coni regionale Gianfranco Bardelle, il consigliere del comitato regionale FIN Alberto Burlina, il responsabile del settore impianti della FIN e dei vertici della Fondazione Bentegodi Maurizio Colaiacomo, il tecnico federale Matteo Giunta e gli atleti Luca Pizzini, Simone Sabbioni e Carlotta Zofkova.

]]>
fin@federnuoto.it (Luca Sansonetti) News Nuoto Fri, 29 Sep 2017 16:20:39 +0200
Allenatore dell'anno. I finalisti http://www.federnuoto.it/discipline/nuoto/nuoto-news/item/39622-allenatore-dell-anno-i-finalisti.html http://www.federnuoto.it/discipline/nuoto/nuoto-news/item/39622-allenatore-dell-anno-i-finalisti.html Allenatore dell'anno. I finalisti

Matteo Giunta, Christian Minotti e Stefano Morini sono i finalisti della quarta edizione del premio "Allenatore di Nuoto dell'anno" intitolato ad Alberto Castagnetti. Questo l'esito della prima votazione della giuria presieduta dal vice presidente federale Francesco Postiglione e composta da Camillo Cametti (già responsabile della commissione stampa della Federation Internationale de Natation e responsabile di quella della Ligue Europeenne de Natation), Stefano Arcobelli (Gazzetta dello Sport), Paolo De Laurentiis (Corriere dello Sport), Giorgio Pasini (TuttoSport), Alessandro Pasini (Corriere della Sera), Roberto Perrone e Piero Mei (decani del nuoto e del giornalismo sportivo), Giulia Zonca (La Stampa), Alessandra Retico (la Repubblica), Benny Lucchi Casadei (il Giornale), Tommaso Mecarozzi (Rai Sport), Carlo Verna (Radio Rai), Novella Calligaris (RaiNews24), Christian Zicche (Swimbiz), Roberto Del Bianco (consigliere federale delegato al nuoto), Cesare Butini (direttore tecnico della squadra nazionale), Gianfranco Saini (direttore sportivo della squadra nazionale) e dai campioni Domenico Fioravanti, Massimiliano Rosolino, Giorgio Lamberti, Luca Sacchi e Manuela Dalla Valle.
Nella prima fase delle votazioni ciascun membro della giuria ha espresso tre preferenze. Oltre ai finalisti, hanno raccolto voti anche Fabrizio Antonelli, Massimo Giuliani, Gianni Leoni, Marco Pedoja ed Emanuele Sacchi.
Il vincitore sarà proclamato in occasione del Convegno Tecnico in programma dal 6 all'8 ottobre a Torino ed il premio sarà consegnato durante i Campionati Italiani Assoluti Invernali, che si svolgeranno a Riccione l' 1 e 2 dicembre.
       
consulta il programma del convegno di nuoto e tutti i relatori  
      
Scopriamo i tre finalisti
     
Matteo Giunta nasce a Pesaro il 7 maggio 1982. Dopo il diploma scientifico nel 2001, si laurea in Scienze Motorie all'Università di Torino nel 2006. Comincia l'attività di istruttore di nuoto nelle società Olympic 2000 e Club Med e a 26 anni entra a far parte del progetto ADN Swim Project di Andrea Di Nino come assistant coach. Nel 2009, grazie alla collaborazione con Di Nino, partecipa ai campionati mondiali di Roma nello staff tecnico della nazionale tedesca e due anni dopo prende parte ai campionati mondiali di Shanghai come responsabile tecnico del Kenya. Con la nazionale africana collabora anche in occasione dei Giochi Olimpici di Londra. A fine 2012 partecipa ai campionati mondiali in vasca corta di Istanbul con la nazionale italiana in veste di preparatore atletico; ruolo che ricopre già dal 2009 con Filippo Magnini, peraltro suo cugino. Nel 2013 - dopo i successi del 2011 - Federica Pellegrini torna ad allenarsi con Philippe Lucas, che comincia a seguire anche Filippo Magnini e che si avvale delle prestazioni di Giunta in qualità di vice allenatore e preparatore atletico. Nelle due stagioni successive Pellegrini conquista l'argento nei 200 stile libero ai campionati mondiali di Barcellona 2013 e due ori e un bronzo ai campionati europei di Berlino 2014, dove Magnini si piazza terzo con la staffetta veloce. A settembre Pellegrini e Magnini interrompono il sodalizio con Lucas e si affidano a Giunta. Ai campionati mondiali di Doha, nel dicembre 2014, Pellegrini è terza con la 4x100 stile libero e Magnini è secondo con la 4x200 e terzo con la 4x50 stile libero. Nel 2015, ai campionati mondiali di Kazan, Pellegrini è argento nei 200 stile libero e con la staffetta 4x200 e Filippo Magnini, a 33 anni, ritorna protagonista trascinando la staffetta 4x100 stile libero al bronzo iridato. Nel 2016, agli europei di Londra, Federica Pellegrini vince i 200 stile libero (1'55"93), è seconda con la 4x100 stile libero, con la 4x100 mixed mista e con la 4x100 stile libero mixed con Magnini che è d'argento con la 4x100 e di bronzo con la 4x200 stile libero. A dicembre ai mondiali in vasca corta di Windsor, Pellegrini riscatta il quarto posto olimpico e vince i 200 stile libero - unico titolo internazionale che le mancava - in 1'51"73 (passaggi 26"64, 55"01, 1'23"61), miglior prestazione italiana in tessuto e suo miglor tempo mai nuotato dopo il record gommato del 2009 agli europei di Istanbul; poi trascina la staffetta 4x100 stile libero ad un argento mai conquistato prima e la 4x50 al bronzo. Ai campionati mondiali di Budapest, nel luglio 2017, Pellegrini trionfa in una storica finale dei 200 stile libero (1'54"73), salendo per la settima volta consecutiva sul podio iridato della specialità, impresa mai riuscita a nessun atleta, e tornando al titolo mondiale dopo sei anni battendo la statunitense Katie Ledecky, mai sconfitta in carriera in una gara individuale tra Olimpiadi (5-1-0) e Mondiali (14-1-1).  
Dal 2014 Matteo Giunta collabora in qualità di tecnico con lo staff della nazionale italiana. Tra gli atleti stranieri, seguiti durante la sua attività con la ADN Swim Project, spiccano Milorad Cavic, oro nei 50 e argento nei 200 farfalla ai campionati mondiali di Roma 2009, Evgeny Korotyshkin, argento olimpico a Londra 2012 nei 100 farfalla, e Sergey Fesikov, bronzo nella 4x100 stile libero ai Giochi di Londra 2012. Due le pubblicazioni principali: nel 2011 "Core EWork for swimmer. Arena Clinic"; nel 2014 "Il mio stile libero" di Federica Pellegrini cui collabora alla stesura.
             
Christian Minotti nasce a Roma il 12 maggio 1980; nuotatore di interesse olimpico, convocato nella squadra nazionale per i Giochi di Sydney del 2000, i campionati mondiali in vasca lunga di Fukuoka 2001 e Barcellona 2003, in vasca corta di Mosca 2002 dove conquista il bronzo nei 1500, i campionati europei di Helsinki 2000 e Berlino 2002 dove conquista l’argento nei 1500 e in vasca corta di Riesa 2003 dove conquista il bronzo. Nel palmares anche 8 titoli italiani tra 800 e 1500 e due successi, un secondo posto e due terzi posti in coppa del mondo. Diplomato in ragioneria, segue il corso in “Management dello Sport” del CONI e consegue i brevetti fino ad allenatore di I livello. Premiato con la Stella di bronzo per meriti sportivi nel 2003 e quella d’oro nel 2004; già medaglia di bronzo al valore atletico nel 2001, 2002 e 2003. Dall’anno 2007 allena la squadra giovanile del CC Aniene; vince diversi titoli ai campionati nazionali di categoria e nel 2014 viene convocato ai campionati europei giovanili di Dordrecht dove l’atleta Simona Quadarella si fregia dei titoli negli 800 e 1500 stile libero. Nel prosieguo della stagione la giovane azzurra vince la medaglia d’oro negli 800 stile libero alle Olimpiadi giovanili di Nanchino. Nel 2016 guida Quadarella alle finali europee degli 800 e 1500 a Londra e nel 2017 l’azzurra si consacra tra le più interessanti nuotatrici italiane conquistando il bronzo iridato ai mondiali di Budapest e vincendo 800 stile e 1500 stile libero alle Universiadi di Taipei.
      
Stefano Morini nasce a Livorno il 17 novembre 1956. Dopo aver conseguito il titolo di maturità scientifica ed il diploma ISEF si dedica alla sua passione, diventando allenatore a tempo pieno della Livorno Nuoto fin dal 1982, quando non aveva che ventisei anni. Nel corso della carriera allena molti nuotatori di primo piano, tra i quali spiccano Federica Pellegrini, Gregorio Paltrinieri, Gabriele Detti, Ilaria Tocchini, Luis Alberto Laera, Cristina Chiuso, Paola Cavallino, Alessandra Cappa e Samuele Pampana. Dopo le prime esperienze negli staff della nazionale giovanile, nella seconda parte degli anni ottanta, entra stabilmente tra i tecnici di riferimento della nazionale maggiore a partire dagli anni novanta. Nel 2001 è chiamato al Centro Federale di Verona come assistente del cittì Alberto Castagnetti. In questa veste, nella stagione 2003-04, è tra l'altro responsabile della preparazione della farfallista Paola Cavallino e della dorsista Alessandra Cappa, entrambe a medaglia in occasione dei campionati europei di Madrid 2004. Erano trascorsi nove anni da quando un'altra sua allieva, Ilaria Tocchini, conquistando nel 1995 a Vienna l'argento nei 100 farfalla, otteneva l'ultima medaglia a livello individuale del settore femminile. Partecipa a tutti i successi della rappresentativa azzurra del quadriennio 2001- 04, dai mondiali di Fukuoka, agli europei di Berlino e di Madrid, alle Olimpiadi di Atene e successivamente a quelli del quadriennio 2005-08 (mondiali di Montreal e Melbourne, europei di Budapest ed Eindhoven, Giochi di Pechino). Nel novembre 2009, dopo la scomparsa di Alberto Castagnetti, diviene responsabile tecnico del centro federale di Verona e segue il gruppo degli atleti permanenti tra cui Emiliano Brembilla, Luca Marin, David Joseph Natullo, Federica Pellegrini e Cesare Sciocchetti. Sotto la sua guida Pellegrini stabilisce il record mondiale in corta agli europei di Istanbul dei 200 stile libero e vince i 200 stile libero ai campionati europei di Budapest nel 2010. Terminata l'esperienza con la fuoriclasse veneta, nel gennaio 2011 diventa il responsabile tecnico del centro federale di Ostia iniziando un ciclo con giovani atleti che trasforma da speranze in fuoriclasse assoluti adesso 23enni: Gregorio Paltrinieri (oro olimpico nei 1500 a Rio de Janeiro, bicampione mondiale a Kazan 2015 e Budapest 2017, cinque volte campione europeo tra 800 e 1500, per un totale di 5 medaglie mondiali in lunga e 3 in corta, 6 medaglie europee in lunga e 2 in corta; primatista europeo in vasca lunga e mondiale in corta dei 1500) e Gabriele Detti, peraltro suo nipote (bronzo olimpico nei 400 stile libero e 1500 a Rio de Janeiro; campione mondiale degli 800 e bronzo nei 400; campione europeo dei 400 con sei medaglie complessive in lunga e 4 in corta; primatista europeo degli 800 stile libero). Sul podio europeo anche Stefania Pirozzi e Martina Rita Caramignoli e in finale mondiale Diletta Carli. Per Gregorio Paltrinieri, alla seconda prova in carriera nella distanza, il 2017 si conclude con una medaglia d'oro nella 10 km alle Universiadi a Taipei. Stefano Morini ha vinto il titolo di "Miglior allenatore" - trofeo "Alberto Castagnetti" per tre volte in altrettante edizioni (2014-2016).

Il premio è intitolato ad Alberto Castagnetti, maestro del nuoto italiano che ci ha lasciato improvvisamente otto anni fa, nell'autunno seguente alla trionfale partecipazione ai campionati mondiali di Roma. 
Castagnetti nasce a Verona il 3 febbraio 1943. Da atleta partecipa ai Giochi Olimpici di Monaco 1972 e ai campionati mondiali di Belgrado 1973, inoltre conquista numerosi titoli italiani con le staffette e si piazza secondo nei 100 stile libero ai campionati assoluti di Napoli nel 1969. 
Commissario tecnico della Nazionale Italiana di nuoto ininterrottamente dal 1987, ha allenato campioni del calibro di Giorgio Lamberti, Roberto Gleria, Marcello Guarducci, Domenico Fioravanti e Federica Pellegrini.  
Grazie alla sua conduzione l’Italia del nuoto ha arricchito il medagliere olimpico con 4 ori, 2 argenti e 7 bronzi, diventando una delle più rilevanti potenze mondiali, passando per la storica edizione di Sydney 2000 (3-1-2) con gli ori di Domenico Fioravanti (100 e 200 rana) e Massimiliano Rosolino (200 misti), d'argento nei 400 stile libero e di bronzo nei 200 stile libero come Davide Rummolo nei 200 rana.
Nell'ultimo quadriennio della sua conduzione, che ha portato alle Olimpiadi di Pechino 2008, è ulteriormente allungata la striscia di risultati importanti: dal primo storico oro olimpico al femminile di Federica Pellegrini nei 200 stile libero al doppio titolo mondiale di Filippo Magnini nei 100 stile libero, dai record mondiali di Pellegrini nei 200 e 400 stile libero, al primo oro femminile europeo a Budapest 2006 nei 400 misti di Alessia Filippi, alle 60 medaglie internazionali (4 alle Olimpiadi, 5 ai Mondiali, 10 ai Mondiali in vasca corta, 21 agli Europei e 20 agli Europei in vasca corta) di Massimiliano Rosolino, al prestigioso primato continentale della 4x200 stile libero femminile.
Il post Giochi Olimpici 2008 è ripartito con ulteriori grandi soddisfazioni per Castagnetti, il CT più vincente del nuoto italiano. Il 2009, l'anno dei mondiali di Roma, si arricchisce del doppio oro con record del mondo di Federica Pellegrini nei 200 e 400 stile libero, dell'oro nei 1500 e bronzo negli 800 stile libero di Alessia Filippi.
Nel 2013 è stato inserito nella Hall of Fame del nuoto con sede a Fort Lauderdale, in Florida.
 
Albo d'oro e finalisti del premio Alberto Castagnetti
2014 Stefano Morini; finalisti Fabrizio Bastelli e Gianni Leoni
2015 Stefano Morini; finalisti Matteo Giunta ed Emanuele Sacchi
2016 Stefano Morini; finalisti Fabrizio Antonelli e Claudio Rossetto

]]>
fin@federnuoto.it (Francesco Passariello) News Nuoto Wed, 27 Sep 2017 10:28:25 +0200