Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Eventi Nuoto

03
Giu
2017
Memorial "Alberto Castagnetti" - v. 50m





11
Giu
2017
Campionato Nazionale a Squadre - Cat. Ragazzi - v. 50m





23
Giu
2017
Internazionali d'Italia - LIV Trofeo Internazionale Sette Colli - v. 50m





24
Giu
2017
Mediterranean Cup - v. 50m





Articoli filtrati per data: Marzo 2004 - FIN - Federazione Italiana Nuoto
L'australiana Lisbeth Lenton ha stabilito il record del mondo dei 100 sl vincendo la semifinale dei Trials olimpici di Sydney in 53"66 (passaggio ai 50 in 25"81). Il precedente limite mondiale, eguagliato da Jodie Henry, seconda in 53"77, era dell'olandese Inge de Bruijn che l'aveva timbrato nelle semifinali delle Olimpiadi di Sydney il 20 settembre 2000 (passaggio in 25"81, lo stesso della Lenton). La de Bruijn poi conquistò l'oro. Terzo tempo delle semifinali di Alice Mills, che in 54"26 avrebbe conquistato l'oro ai mondiali di Barcellona.
Pubblicato in Nuoto
Massimiliano Rosolino centra il pass per Olimpiadi ed Europei nei 200 misti. Il Campione olimpico, primatista italiano della specialità con 1'58"98 (tempo ottenuto per la conquista dell'oro olimpico a Sydney), ha chiuso le batterie nei Trials Australiani di Sydney con il miglior tempo 2'00"68, nuotando abbondantemente sotto i limiti previsti per le qualifcazioni ai Giochi e ai Campionati Continentali (i tempi limite per qualificarsi agli Europei di Madrid e alle Olimpiadi di Atene sono rispettivamente 2'02"89 e 2'01"50). Secondo tempo di Justin Norris in 2'03"85. Rosolino, che non potrà prender parte alle semifinali riservate esclusivamente ai soli atleti australiani, tornerà in vasca il 2 aprile per centrare la qualificazione nei 1500 sl (in questa gara, per qualificare due atleti ai Giochi Olimpici è richiesto per entrambi il conseguimento del limite FINA sulla distanza, corrispondente a 15'14"43; altrimenti, per qualificare un solo atleta, basterà infrangere il limite di 15'15"15). Ricordiamo che il suo primato nella specialità è di 15'09"28.
Nella finale dei 100 sl successo di Ian Thorpe in 48"83 (passaggio ai 50 in 24"03). Secondo Ashley Callus in 49"31.
Pubblicato in Nuoto
Massimiliano Rosolino ha chiuso le batterie dei 100 sl, ai Trials australiani in svolgimento a Sydney, in 50"75 (passaggio 24"46), quindicesimo tempo complessivo. L'olimpionico dei 200 misti, che ha un personale di 50"59, ha deciso di non prendere parte alle semifinali di "consolazione", che peraltro avrebbe dovuto nuotare in solitario. Di Ian Thorpe il miglior tempo delle batterie in 49"52 e delle semifinali in 49"24. Nella notte italiana sono in programma i 200 misti (batterie al via alle 10 australiane, le 2 in Italia). I tempi limite per qualificarsi agli Europei di Madrid e alle Olimpiadi di Atene sono rispettivamente 2'02"89 e 2'01"50. Rosolino detiene il record italiano in 1'58"98, tempo segnato per la conquista dell'oro olimpico a Sydney. 
Pubblicato in Nuoto
Pronto riscatto di Ian Thorpe che ai Trials di Sydney, dopo la falsa partenza che gli è costata la qualificazione olimpica nei 400 stile libero, ha vinto la finale dei 200 sl con il tempo di 1'45"07. Secondo Grant Hackett in 1'45"61. Entrambi si sono qualificati ai Giochi di Atene. Thorpe tornerà in vasca domani (alle 10 australiane; in Italia -8 ore) per i 100 stile libero, gara a cui parteciperà anche Massimiliano Rosolino il cui primato personale è di 50"59 (il tempo limite per gli Europei è 49"70, per le Olimpiadi è 49"27). Nella distanza ha già conquistato il pass europeo ed olimpico Filippo Magnini che, ai recenti Campionati Assoluti di Livorno, ha nuotato in 49"09 (primato italiano).
         
Pubblicato in Nuoto
Grandi numeri e una cartolina speciale per i campionati nazionali giovanili indoor (vasca da 25 metri) che per il decimo anno consecutivo si svolgeranno ad Imperia, dal 1° al 6 aprile. Stamattina sono stati presentati alla stampa nella Sala Conferenze del Coni Provinciale di Imperia. Gli atleti iscritti sono 1851 (990 maschi e 861 femmine) in rappresentanza di 291 società. Le presenze gara individuali previste sono 2587 maschili e 2387 femminili e le saffette iscritte 698.
Questa mattina sono stati ufficializzati anche gli orari definitivi di inizio gare ed è stata presentata l'inziativa filatelica che, in collaborazione con Poste Italiane, è stata abbinata all'evento. In occasione del decimo anno di gare, nella pisicina "Felice Cascione", verrà eseguito l'annullo filatelico e sarà possible acquistare prodotti di filatelia e la speciale cartolina predisposta per la manifestazione. Grazie all'accordo con Poste Italiane, inoltre, per l'intera durata delle gare, sarà possibile inviare corrispondenza attraverso lo sportello temporaneo che funzionerà in piscina. Alla cerimonia di presentazione sono intervenuti l'Assessore allo Sport del Comune di Imperia Mario Donato, il Presidente del Coni provinciale Ivo Bensa, il Presidente del Comitato regionale ligure della FIN Silvio Todiere, il Consigliere federale Gianfranco De Ferrari e il tecnico della squadra di nuoto della RN Raineri Imperia Franco Brioglio.
 
Gli orari d'inizio gare: 1° aprile 8.45 e 15.45, 2 aprile 8.45 e 17, 3 aprile 8.45 e 14.30; 4 aprile 8.45 e 16, 5 aprile 8.30 e 16.45, 6 aprile 8.45 e 14.45. Le prime tre giornate sono dedicate alle gare femminili, le altre a quelle maschili.
Pubblicato in Nuoto
Secondo pass olimpico per Massimiliano Rosolino. L'olimpionico dei 200 misti, che ieri si era qualificato ai Giochi di Atene nei 400 stile libero, ha chiuso la semifinale di consolazione dei 200 sl ai Trials di Sydney col tempo di 1'48"41. Rosolino, che ha conquistato il bronzo alle Olimpiadi del 2000 in 1'46"65 (personale 1'46"60, record italiano stabilito in semifinale), ha battuto i tempi limite di 1'49"85 per gli Europei di Madrid e 1'49"02 per le Olimpiadi di Atene.
A differenza dell'anno scorso, la Federazione Australiana non ha consentito agli stranieri di prendere parte alle semifinali, considerando i Trials olimpici più importanti di quelli iridati. Per questa ragione, il campione azzurro si è cimentato insieme al canadese Rick Say in una sorta di semifinale di consolazione a fine giornata. In questa prova Massi ha fermato il cronometro appunto a 1'48"41 (in batteria aveva fatto il secondo tempo alle spalle di Thorpe con 1'49"49). Complessivamente, guardando i risultati delle due semifinali, il tempo di Massi è il secondo, dietro Ian Thorpe di 8 centesimi (1'48"33), davanti a Grant Hackett di 14 centesimi (1'48"55).
Agli Assoluti Primaverili di Livorno ben quattro azzurri erano scesi sotto al limite per le Olimpiadi: Filippo Magnini in 1'47"20, Emiliano Brembilla in 1'48"70, Andrea Beccari in 1'48"88 e Federico Cappellazzo in 1'48"89.
Rosolino tornerà in vasca martedì 30 marzo per i 100 stile libero. Il suo primato personale è di 50"59, ottenuto nella prima frazione della staffetta della Larus agli Estivi di Riccione dello scorso anno. I tempi limite da battere sono 49"70 per gli Europei e 49"27 per Atene. Finora solo un azzurro ha conquistato il pass Olimpico nella distanza: Filippo Magnini che ha portato il record italiano sul 49"09. I 100 comunque restano una gara sperimentale per Rosolino che non vi parteciperà né a Madrid né ad Atene. Possibile, invece, il suo impiego nella 4x100 con cui si piazzò quinto alle Olimpiadi di Sydney 2000.
La finale dei 200 sl dei Trials Australiani è in programma domani pomeriggio, a partie dalle 18.40 ora australiana.
Pubblicato in Nuoto
Nel corso dei campionati universitari statunitensi in vasca corta, che si stanno svolgendo a East Meadow (New York), Ian Crocker ha stabilito il record del mondo dei 100 sl con il tempo di 46"25, cancellando il  46"74 che il russo Alexander Popov aveva timbrato a Gelsenkirchen, il 19 marzo del 1994. In evidenza, nella stessa gara, il croato Duje Draganja che, nuotando in 46"64, ha stabilito il primato europeo.
Al record mondiale anche Aaron Peirsol nei 200 dorso col tempo di 1'50"54, 63 centesimi in meno al precedente che aveva stabilito il 7 aprile 2002 a Mosca. Nella stessa gara è caduto anche il limite europeo: dall'1'51"62 di Goran Kozulj (21 gennaio 2001, Berlino) all'1'51"37 dell'austriaco Markus Rogan.
Sotto al mondiale della 4x100 sl, infine, l'Università di Auburn con il tempo di 3'08"85. Frazionisti Bovell (47"06), Wochomurka (47"16), Gibb (47"51) e Bousquet (47"12). Il primato del mondo, 3'09"57, è della Svezia (Nystroem, Frolander, Ohlin e Nystrand) dal 16 marzo 2000, Atene.
Pubblicato in Nuoto
Massimiliano Rosolino ha centrato oggi il primo pass olimpico. Ai Trials australiani di Sydney l'olimpionico dei 200 misti ha ottenuto la qualificazione nei 400 sl, vincendo la finale B col tempo di 3'47"75 (il limite Fin per i Giochi è di 3'50"28). In batteria Massi aveva registrato il terzo crono complessivo con 3'52"33.
E proprio dalle batterie dei 400 sl dei Trials è giunta una clamorosa notizia. Il campione olimpico in carica e primatista del mondo Ian Thorpe è stato squalificato per falsa partenza. Thorpe è caduto in acqua prima del via. In base alle norme australiane non potrà partecipare in questa gara ai Giochi Olimpici in quanto ad Atene andranno i primi due in classifica, vale a dire Grant Hackett, che ha vinto con il tempo di 3'43"35, e Craig Stevens, secondo in 3'48"08.
Domani Rosolino parteciperà ai 200 sl, distanza nella quale ha conquistato il bronzo olimpico a Sydney in 1'46"65 (personale 1'46"60, record italiano stabilito in semifinale). Gli Assoluti primaverili di Livorno hanno qualificato a Europei e Olimpiadi Filippo Magnini in 1'47"20 ed Emiliano Brembilla in 1'48"70. I tempi limite da battere sono per Madrid 1'49"85 e per Atene 1'49"02.
 
Pubblicato in Nuoto
Ultimi due collegiali per la Nazionale Italiana di Nuoto in vista degli Europei di Madrid (10-16 maggio). Dal 13 aprile al 3 maggio lavoreranno a Torino, seguiti dall'assistente del CT Stefano Morini, Chiara Boggiatto e Roberta Ioppi (Sisport Fiat), Alessandra Cappa (CC Aniene), Cristina Chiuso e Alessia Filippi (Aurelia Nuoto), Cristina Maccagnola (Leonessa Nuoto), Silvia Pagliarini (Verbania Nuoto), Sara Parise e Simona Ricciardi (Fiamme Gialle), Luisa Striani (Ispra Nuoto); Paolo Bossini e Christian Minotti (CC Aniene), Alessandro Calvi e Mattia Nalesso (Carabinieri), Simone Cercato (Riviera Veneto), Simone Ercoli (Etruria Nuoto), Loris Facci (RN Torino), Michele Scarica (Emilia Nuoto), Alessandro Terrin (Fiamme Gialle), Giacomo Vassanelli (IC Bentegodi), Paolo Villa (CS Esercito).
Completeranno lo staff, insieme a Stefano Morini, i tecnici Cesare Buttini, Gianni Nagni, Antonino Spagnolo, il medico Freddy Chiey, la  fisioterapista Caterina Caraglio, il preparatore atletico Andrea Passerini. Cureranno le riprese filmate Ivo Ferretti e Stefano Nurra.
Dal 19 aprile al 3 maggio, seguiti dal Commissario Tecnico Alberto Castagnetti, saranno a Reggio Emilia Andrea Beccari (RN Torino), Alessio Boggiatto (Sisport Fiat), Emiliano Brembilla (CC Aniene), Federico Cappellazzo (Carabinieri), Christian Galenda (Fiamme Gialle), Filippo Magnini (RN Torino), Luca Marin (Coop Terranova), Matteo Pelliciari (DDS), Francesca Segat (Fiamme Gialle) e Cecilia Vianini (DDS).
Completeranno lo staff, insieme ad Alberto Castagnetti, i tecnici federali Fabrizio Miletto e Claudio Rossetto, i medici federali Lorenzo Marugo e Stefano Mattiotti, i fisioterapisti Stefano Traballesi (19-24 aprile) e Daniele Procario (26 aprile-3 maggio), il preparatore atletico Marco Lancissi. Cureranno le riprese filmate Ivo Ferretti e Stefano Nurra.
Pubblicato in Nuoto
Nel corso della prima giornata dei campionati universitari statunitensi di nuoto in vasca corta, in svolgimento a East Meadow (New York), sono caduti tre record del mondo. Il francese Frederick Bousquet prima ha rischiato di non partecipare alla finale (spareggio con il lituano Gimbutis), poi ha vinto i 50 sl in ottava corsia col tempo di 21"10, tre centesimi in meno del precedente primato mondiale, nonché europeo, che il britannico Mark Foster aveva stabilito il 28 gennaio 2001 a Parigi, in coppa del mondo. Il trinidegno George Bovell invece ha vinto i 200 misti in 1'53"93, battendo il muro dell'1'54" e il primato mondiale di 1'54"65 che il finlandese Jani Sievinen aveva timbrato a Kupio il 21 gennaio 1994 (tempo poi eguagliato dall'ungherese Attila Czene il 23 marzo 2000 a Indianapolis). L'Università del Texas, infine, ha migliorato il record della 4x100 mista con due frazioni intermedie velocissime. La staffetta ha vinto in 3'25"38 con questi passaggi: Peirsol 51"28, Hansen 57"82, Crocker 48"62, Weber Gale 47"97. Il precedente limite era stato stabilito dall'Australia (Matt Welsh, Jim Pipes, Geoff Huegill e Ashley Callus) col tempo di 3'28"12 il 4 settembre 2002 a Melbourne. Sotto al precedente anche Auburn (3'27"19) e Stanford (3'27"74).
Migliore prestazione mondiale, invece, per la 4x50 sl della Auburn in 1'23"75: passaggi George Bovell 21"40, Ryan Wochomurka 21"04, Derek Gibb 20"76, Frederick Bousquet 20"55. Il precedente era dell'Olanda (Mark Veens, Johan Kenkhuis, Gijs Damen, Pieter van den Hoogenband): 1'25"55 segnato il 14 dicembre 2003 agli europei di Dublino.
Pubblicato in Nuoto
Pagina 1 di 5

Archivio notizie