Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Lunedì, 05 Ottobre 2015

Regolamento Master 2015/16. Le novità

Con il regolamento della stagione 2015-2016 sono sate introdotte alcune importanti innovazioni:
A) Fasce di appartenenza e punteggi
Le prime novità riguardano il Campionato Italiano Master di Società con la rimodulazione delle fasce in cui verranno suddivise le società e i punteggi che contribuiranno alla determinazione della classifica finale.
Le Società verranno suddivise in sei fasce in base al numero dei rispettivi atleti che nel corso della stagione hanno contribuito alla classifica di Società con le loro gare individuali. Le fasce sono le seguenti:
Fascia F: 1-25 atleti Fascia E: 26-50 atleti Fascia D: 51-75 atleti
Fascia C: 76-100 atleti Fascia B: 101-125 atleti Fascia A: più di 125 atleti.

Contribuiscono alla classifica di ogni Società:
a) i tre migliori punteggi, ottenuti da ogni atleta in tre gare individuali diverse nelle manifestazioni del Circuito Supermaster e nei Campionati Italiani Estivi (ogni distanza gara conta una volta sola indipendentemente dalla lunghezza della vasca);
b) il miglior punteggio di ogni categoria e specialità delle staffette 4x50 invernali;
c) il miglior punteggio di ogni categoria e specialità delle staffette 4x50 estive (quelle svolte nei Campionati Italiani estivi).
Per l’inclusione dei punteggi ottenuti nel corso dei Campionati Italiani Estivi, si devono tener presente le norme previste dal regolamento 2015-2016 al paragrafo VI.2. In particolare:
a) i punteggi ottenuti da atleti senza alcun punteggio valido in precedenti manifestazioni di circuito non concorrono alle classifiche finali;
b) non concorrono alla classifica finale di società i punteggi ottenuti dalle staffette in cui uno o più frazionisti non hanno almeno un punteggio valido in precedenti manifestazioni di circuito.

B) Composizione delle serie
Per quanto attiene alla composizione delle serie delle gare dei 1500 SL e 800 SL, a differenza di quanto previsto nella scorsa stagione, il regolamento 2015-2016 dà facoltà agli organizzatori, in base alle caratteristiche ed alla disponibilità dell’impianto, di comporre le serie partendo dai tempi di iscrizione più lenti (analogamente alle altre gare) o, in alternativa, dai tempi di iscrizione più veloci, fermo restando l’obbligo di specificare l’ordine di partenza adottato nel programma della manifestazione. Sicuramente uno degli elementi da prendere in considerazione nell’operare tale scelta può essere la presenza o meno di una vasca di riscaldamento per l’intera durata della manifestazione.

C) Record italiani
In deroga al regolamento generale della FIN, per il settore master i primati ottenuti in prima frazione delle mistaffette sono riconosciuti come record italiani.
Si ricorda altresì che agli atleti master di nazionalità estera ed alle staffette nelle cui formazioni siano presenti atleti master di nazionalità estera non sono riconosciuti record italiani, oltre a non essere assegnati titoli in manifestazioni a carattere nazionale quali Campionati Italiani e Regionali, Circuito Supermaster e Ironmaster.

D) Disposizioni organizzative
In tale sede appare opportuno ricordare alcune importanti direttive che riguardano l’organizzazione delle manifestazioni inserite nel calendario del circuito Supermaster.
Particolare attenzione va posta al servizio sanitario che deve essere garantito per tutta la durata della manifestazione, compresi i periodi di riscaldamento, e deve comprendere un’ambulanza con operatori paramedici certificati e un medico di servizio. Il medico è responsabile dell’assistenza medico sanitaria ed il Giudice Arbitro e' tenuto alla verifica dell'osservanza di dette disposizioni.
Ulteriore elemento di attenzione riguarda la durata delle manifestazioni e quella dei singoli turni gara devono essere coerenti con quanto stabilito regione per regione tra FIN, GUG e FICR. La società organizzatrice dovrà monitorare costantemente l’andamento delle iscrizioni e qualora rilevasse, alla chiusura o anche nel corso delle stesse, che il timing della manifestazione risulti essere superiore a quanto previsto dai regolamenti federali, ne dovrà dare comunicazione, sia al GUG della FIN, sia alla FICR responsabili territorialmente, perché queste due entità possano provvedere ad adeguare e/o rinforzare i servizi di rispettiva competenza, per il miglior esito della manifestazione. Si ricorda che al raggiungimento del numero massimo di atleti accettabili previsto dal regolamento della manifestazione (in totale o nella singola gara), tutte le iscrizioni o le iscrizioni alle singole gare devono essere chiuse.

E) Frazione a stile libero nei misti e nelle staffette miste
Si coglie l’occasione per ricordare che la norma FINA 5.1 prevede che nei misti e nella staffetta mista, nella frazione a stile libero non si può nuotare a dorso, a rana o a delfino.

regolamento completo

Ultimi 4 articoli MASTER