Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Mercoledì, 14 Giugno 2017

Assoluti. Titoli a Sanzullo e Gabbrielleschi

Primi titoli tricolori agli assoluti di fondo in programma fino al 18 giugno sul lago di Bracciano. Sul fronte lago di Vigna di Valle (percorso di 1.250 km), davanti al centro dell'Aeronautica militare, Mario Sanzullo griffa la prima gara. Proprio la 5 chilometri maschile che apre il programma dei trials che qualificano ai mondiali di Budapest (15-21 luglio sul lago Balaton). Il ventiquattrenne napoletano di Fiamme Oro Napoli e Canottieri Napoli, dopo una partenza in attesa sale piano piano andando a toccare in 54'14"5. Alle sue spalle il compagno di società Andrea Manzi in 54'16"1, mentre terzo è Matteo Furlan, doppio bronzo iridato a Kazan nella 5 e 25 km, che chiude in 54'18"8. 
"E' la prima gara delle tre che farò qui a Bracciano - dichiara l'atleta seguito da Emanuele Sacchi - Mi sono allenato tanto e speravo in questo risultati. In attesa della conferma del cittì dovrei aver staccato il pass iridato. Per me sarebbe il terzo mondiale, dove voglio giocarmi tutte le mie carte. Ora però testa bassa e lavorare". Tra i big Simone Ruffini è sesto in 54'19"2 al pari di Vanelli che tocca al fotofinish sul campione pesarese. Samuel Pizzetti, due argenti e tre bronzi europei nel nuoto, stacca un buon ottavo posto in 54'19"5.
Nel pomeriggio invece è la toscana Giulia Gabbrielleschi (Nuotatori Pistoiesi) a soprprendere e conquistare il primo titolo assoluto vincendo in solitario la 10 km femminile in 2h03'54"4; precedute una ritrovata Martina Grimaldi, bronzo olimpico a Londra 2012, che regola il gruppetto di testa in 2h04'03"5 e l'altra esperta azzurra Alice Franco terza in 2h04'05'1. "Mi sento benissimo e questo è il frutto del lavoro che ho svolto quest'anno. E' una soddisfazione infinita e non ho parole - dichiara l'emozionatissima ventunenne toscana, allenata dal convalescente Massimiliano Lombardi e accompagnata da Alice Ieri - Ho cercato di non tirare e rimanere coperta come mi aveva detto l'allenatore, per dare tutto nell'ultimo giro. Ci sono riuscita e mi sento carica anche per la 5 km dove darò il massimo e poi vedremo. Sicuramente sono fiduciosa perchè già ad aprile, ai primaverili, ho sfiorato il tempo di qualifica per i mondiali nei 1500 sl. Ci spero e metterò tutta me stessa per andarci".
La gara è partita senza la vice campionessa olimpica Rachele Bruni impegnata nel collegiale in pre altura con l'altra azzurra Arianna Bridi, a Merano. Le due azzurre, reduci dai buoni risultati ai trials americani, in questi giorni sono seguite dal tecnico Alessio Adamo; successivamente, insieme al tecnico federale Fabrizio Antonelli andranno a Setubal per partecipare il 24 giugno alla terza tappa di Coppa del Mondo Fina e proseguiranno la rifinitura pre mondiale in altura, in Sierra Nevada.

LA GARE. Settanta partenti al via di una prova molto veloce all'inzio. Un gruppo di venti persone si è staccato subito trascinato da Acerenza che, alla sua prima esperienza in acque libere, ha impresso un ritmo forte. Poi Ruffini, il campione del mondo della 25 km a Kazan, gli ha dato il cambio e si è proseguiti molto veloci. A metà gara c'è stato uno stallo fisiologico che ha favorito il rientro di Vanelli e Sanzullo. Nel finale il ritmo è risalito e dalle retrovie sono avanzati Manzi e Furlan che hanno preso la scia di Sanzullo completando il podio alla fine.
Quaranta le partenti alla gara femminile che ha preso il via nel pomeriggio. Partenza lenta e arrivo in progressione per il gruppetto di testa di cui facevano parte la Grimaldi, la Pozzobon, la Franco, la Tettamanzi e la Gabbrielleschi che poi ha trionfato. La toscana è rimasta coperta per tre quarti gara e poi ha indovinato l'allungo decisivo arrivando in solitaria. Mattina con acqua a 23 gradi che nel pomeriggio è aumentata di un paio di gradi con una tempereatura dell'aria sui 32 gradi.

IL CT GIULIANI. Belle sorprese dopo questa prima giornata dove si sono messi in luce molti giovani sia tra i maschi che le femmine. Il giovane Manzi non è più una sorpresa perchè lo stiamo seguendo da tempo: ha doti fisiche e natatorie già importanti nonostante la giovane età. Poi la conferma di Mario Sanzullo che sta crescendo molto. Oggi pomeriggio, bellissima l'affermazione di Giulia Gabbriellechi che stimo tantissimo perchè ha una grandissima forza di volontà e non si pone limiti. Nuota bene ed ha una grande efficacia di bracciata, che in una gara di medio/alta andatura uscendo nel finale ha dimostrato di toccare avanti a tutte. Bene anche la Grimaldi ritornata a buoni livelli e il rientro di una fondista pura come la Franco che ha dimostrato sempre il suo valore. Da notare anche la Pozzobon che per ora è pronta più sulle distanze lunghe ma su cui stiamo lavorando per aumentarne la competitività. Chiaramente mancavano le due big come la Bruni e la Bridi che sono in collegiale, ma penso che in ottica mondiale siamo ben messi e faremo le nostre valutazioni per avere la squadra più competitiva possibile. Ora bisogna aspettare la fine delle prove per fare tutti i calcoli. Il fatto che molti atleti vogliano passare dalla piscina a gareggiare nelle acque libere è un bel segnale della bellezza di questo sport che ti porta al contatto con la natura. Ci sono molte differenze tra le due prove come l'alimentazione in acqua, le boe, i percorsi, le traiettorie e altre rilevanze tecniche, ma la base natatoria resta la stessa. Oggi come oggi non si può pensare di vincere anche un titolo europeo nella 10 km senza fare i 1500 stile libero in 15'5-15"10. In tal senso devo ringraziare il dott. Bonifazi e il Centro Studi della Federazione che si stanno adoperando per implementare il nostro lavoro e migliorare le prestazioni cronometriche soprattutto nella 5 e nella 10 km.

PRIMI CINQUE 5 KM MASCHILE

1. Mario Sanzullo (Fiamme Oro Napoli / CC Napoli) 54'14"5
2. Andrea Manzi (Fiamme Oro Napoli / CC Napoli) 54'16"1
3. Matteo Furlan (Marina Militare / Team Veneto) 54'18"8
4. Marcello Gudi (RN Cagliari) 54'19"1
5. Federico Vanelli (Fiamme Oro Napoli / CC Aniene)) 54'19"2

PRIME CINQUE 10 KM FEMMINILE

1. Giulia Gabbrielleschi (Nuotatori Pistoiesi) 2h03'54"4
2. Martina Grimaldi (Fiamme Oro Napoli / Uisp Bologna) 2h04'03"5
3. Alice Franco (Esercito / Asti Nuoto) 2h04'05'1
4. Barbara Pozzobon (Hydros) 2h04'07"4
5. Ginevra Taddeucci (Team Nuoto Toscana Empoli) 2h04'174

Vai alla pagina ufficiale

foto A.Staccioli deepbluemedia.eu

Ultimi 4 articoli FONDO